Il Regno Unito vuole le reti 5G

David Cameron parla di connessioni cellulari ultra-veloci grazie a una partnership con la Germania. L'obiettivo è rubare la scena alla concorrenza asiatica e far progredire il mercato

Roma – David Cameron vuole le reti wireless di quinta generazione, e intende raggiungere l’obiettivo con una partnership tecnologica con la Germania. Il primo ministro britannico interviene al CeBIT di Hanover e parla della necessità di mantenersi competitivi con il progresso tecnologico per non essere lasciati indietro.

Le reti cellulari 5G, dice Cameron, sono il focus delle ricerche tecnologiche in tutto il mondo e permetteranno di scaricare un film in un secondo. Samsung è in effetti impegnata a sperimentare data-rate wireless da 1 Gbps , e anche dall’Europa sono arrivati finanziamenti per le reti 5G da decine di milioni di euro.

La partnership tra istituzioni universitarie britanniche e tedesche potrà trarre vantaggio dalla complementarietà delle due nazioni europee, spiega Cameron, mettendo assieme “l’ingegnosità nel software, nei servizi e nel design” inglesi all’eccellenza ingegneristica e della manifattura industriale teutonica.

Ad Hanover il Prime Minister non parla solo di 5G, visto che un’altra importante priorità dello sviluppo tecnologico made in UK dovrebbe a suo dire essere la tanto agognata Internet delle cose: l’interconnesione diffusa ovunque e in qualsiasi dispositivo o RFID rappresenta “una nuova rivoluzione industriale”, dice Cameron.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DownToTheMoon scrive:
    e gli appassionati comprano
    Ciao Izio01,Avevo visto il test. In realta' per ogni prova in un senso, ce n'è un altra che arriva a conclusioni differenti. La chiave è sempre la dimensione del campione e come viene scelto.Per quanto mi riguarda, non ho un udito finissimo eppure quando ho acquistato il cd di album in precedenza scaricati da eMusic la differenza l'ho percepita. Dipende dalla registrazione originale (alcune sono orrende! registrate male, compresse...), dalla catena di riproduzione (quando ho acquistato delle cuffie Grado SR ho iniziato a sentire differenze che prima non sentivo).Diciamo cosi', se parti da una buona fonte (es. buon CD) puoi pensare che quando la tua catena di riproduzione migliorera' (miglior ampli, migliori casse, miglior dac etc) potrai (forse) aumentare il tuo piacere di ascolto.Se parte da una fonte lossy, al migliorare della catena di ascolto (e del tuo orecchio), emergeranno (probabilmente) di piu' i difetti e le lacune.Cosa mi piacerebbe? Servizi in streaming ad altissima qualita' o vendita di file ad elevata risoluzione (perchè voglio potere ascoltare anche quando non sono connesso...)Ciao!
    • Izio01 scrive:
      Re: e gli appassionati comprano
      - Scritto da: DownToTheMoon
      Ciao Izio01,

      Avevo visto il test. In realta' per ogni prova in
      un senso, ce n'è un altra che arriva a
      conclusioni differenti. La chiave è sempre la
      dimensione del campione e come viene
      scelto.
      Per quanto mi riguarda, non ho un udito finissimo
      eppure quando ho acquistato il cd di album in
      precedenza scaricati da eMusic la differenza l'ho
      percepita. Dipende dalla registrazione originale
      (alcune sono orrende! registrate male,
      compresse...), dalla catena di riproduzione
      (quando ho acquistato delle cuffie Grado SR ho
      iniziato a sentire differenze che prima non
      sentivo).
      Come dici tu stesso, l'originale fa molto. La classica è una cosa, sono strumenti che già per il fatto di essere registrati cambieranno tantissimo, una corda di violino è diversa da un cono di carta che vibra.Il rock già lo senti amplificato al concertone, con il suono che passa da distorsori e roba simile. A volte proprio un impianto di buona qualità mostra i limiti della registrazione. Credo che una bella differenza la possa fare il tecnico del suono: il Martin Birch dei vecchi dischi degli Iron Maiden sapeva il fatto suo, i loro dischi mi sembrano molto più puliti e nitidi di quelli dei Metallica pre-Load, ad esempio.Quando ascolto gruppi finnici che fanno metal non mi aspetto un'enorme qualità, è anche una scelta stilistica (o una scusa per prendere un tecnico che costa meno, LOL!). Se però mi sento "Gli alberi sono alti", di Branduardi, cavolo se sento un suono caldo, la chitarra che vibra, nei limiti del cono di carta! Ti becchi tutto il fruscio del vecchio master analogico, ma ti godi il pezzo strumentale all'inizio della canzone. Bè, l'ho fatta sentire a una collega perché mi piaceva (la canzone) e lei ha finito per comprarsi una buona cuffia, dopo aver toccato con mano la differenza.Per eMusic forse varia da album ad album. Magari quello che io attribuisco all'incisione originale dei metallari finlandesi di cui sopra è in realtà un problema della conversione in mp3; sono però sicuro che ci siano dei brani che si sentono davvero bene, quindi non capisco perché non dovrebbero essere ugualmente accurati con tutte le conversioni. Magari per tagliare sul bitrate.
      • bubba scrive:
        Re: e gli appassionati comprano
        - Scritto da: Izio01
        - Scritto da: DownToTheMoon

        Ciao Izio01,



        Avevo visto il test. In realta' per ogni
        prova
        in

        un senso, ce n'è un altra che arriva a

        conclusioni differenti. La chiave è sempre la

        dimensione del campione e come viene

        scelto.

        Per quanto mi riguarda, non ho un udito
        finissimo

        eppure quando ho acquistato il cd di album in

        precedenza scaricati da eMusic la differenza
        l'ho

        percepita. Dipende dalla registrazione
        originale

        (alcune sono orrende! registrate male,

        compresse...), dalla catena di riproduzione

        (quando ho acquistato delle cuffie Grado SR
        ho

        iniziato a sentire differenze che prima non

        sentivo).



        Come dici tu stesso, l'originale fa molto. La
        classica è una cosa, sono strumenti che già per
        il fatto di essere registrati cambieranno
        tantissimo, una corda di violino è diversa da un
        cono di carta che
        vibra.
        Il rock già lo senti amplificato al concertone,
        con il suono che passa da distorsori e roba
        simile. A volte proprio un impianto di buona
        qualità mostra i limiti della registrazione.
        Credo che una bella differenza la possa fare il
        tecnico del suono: il Martin Birch dei vecchi
        dischi degli Iron Maiden sapeva il fatto suo, i
        loro dischi mi sembrano molto più puliti e nitidi
        di quelli dei Metallica pre-Load, ad
        esempio.
        Quando ascolto gruppi finnici che fanno metal non
        mi aspetto un'enorme qualità, è anche una scelta
        stilistica (o una scusa per prendere un tecnico
        che costa meno, LOL!). Se però mi sento "Gli
        alberi sono alti", di Branduardi, cavolo se sento
        un suono caldo, la chitarra che vibra, nei limiti
        del cono di carta! Ti becchi tutto il fruscio del
        vecchio master analogico, ma ti godi il pezzo
        strumentale all'inizio della canzone. Bè, l'ho
        fatta sentire a una collega perché mi piaceva (la
        canzone) e lei ha finito per comprarsi una buona
        cuffia, dopo aver toccato con mano la
        differenza.

        Per eMusic forse varia da album ad album. Magari
        quello che io attribuisco all'incisione originale
        dei metallari finlandesi di cui sopra è in realtà
        un problema della conversione in mp3; sono però
        sicuro che ci siano dei brani che si sentono
        davvero bene, quindi non capisco perché non
        dovrebbero essere ugualmente accurati con tutte
        le conversioni. Magari per tagliare sul
        bitrate.molto ha anche a che fare con l'uso sapiente della psicoacustica (suona come una superXXXXXla ma e' alla base di molte cose, compresi gli algo lossy e l'audio stereoscopico [molto d'effetto] ) piu' che meramente sul bitrate...
      • 2014 scrive:
        Re: e gli appassionati comprano
        - Scritto da: Izio01
        - Scritto da: DownToTheMoon
        Per eMusic forse varia da album ad album.Credo che li pubblichino come gli arrivano, alcuni sono di ottima qualità altri sono a malapena ascoltabili
    • 2014 scrive:
      Re: e gli appassionati comprano
      - Scritto da: DownToTheMoon

      Cosa mi piacerebbe? Servizi in streaming ad
      altissima qualita' o vendita di file ad elevata
      risoluzione (perchè voglio potere ascoltare anche
      quando non sono
      connesso...)QUOTONE
  • Enry scrive:
    Streaming è l'ennesima bolla...
    inutile per giunta e destinata a morire da sola ... per quello basta la radio. E la gente che tiene ai propri artisti comprerà sempre un supporto, anche perchè con il prezzo di un brano in download non fa mangiare nessuno, tranne le piattaforme che ne permettono lo scaricamento. Oltre che ridurre il valore di un'opera in modo ridicolo.Enry
    • Funz scrive:
      Re: Streaming è l'ennesima bolla...
      - Scritto da: Enry
      inutile per giunta e destinata a morire da sola
      ... per quello basta la radio. E la gente cheLa radio?Quella roba strapiena di pubblicità cretine (persin peggio della TV), di jingle che ti ammazzano il buonumore, di DJ deficienti, di TG penosi, di musica quasi esclusivamente di mer*a per di più trattata da cani, quella roba lì?Adesso che pure Virgin è crollata quasi al livello della radio più truzza, mi vien sempre meno voglia di accendere l'autoradio che tanto sono sempre lì col dito a fare zapping...
      tiene ai propri artisti comprerà sempre un
      supporto, anche perchè con il prezzo di un brano
      in download non fa mangiare nessuno, tranne le
      piattaforme che ne permettono lo scaricamento.
      Oltre che ridurre il valore di un'opera in modo
      ridicolo.bravo, meno male che ci sei tu. Mi raccomando, continua a comprare anche per noi :p
      • 2014 scrive:
        Re: Streaming è l'ennesima bolla...
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Enry

        inutile per giunta e destinata a morire da
        sola

        ... per quello basta la radio. E la gente che

        La radio?
        Quella roba strapiena di pubblicità cretine
        (persin peggio della TV), di jingle che ti
        ammazzano il buonumore, di DJ deficienti, di TG
        penosi, di musica quasi esclusivamente di mer*a
        per di più trattata da cani, quella roba
        lì?QUOTONE
    • cicciobello scrive:
      Re: Streaming è l'ennesima bolla...
      - Scritto da: Enry
      inutile per giunta e destinata a morire da sola
      ... per quello basta la radio.O gli mp3; a che serve dover essere sempre collegato quando in pochi mega ti salvi il brano in locale? E la gente che
      tiene ai propri artisti comprerà sempre un
      supporto,Sì... ma quanti sono? Il prezzo del supporto salirà, essendo diviso su meno utenti, e questo scoraggerà ulteriori persone dal comprarlo.Oltre tutto, quale supporto proponi? Il cd è scomodo, rispetto ad esempio a una microsd.
      Oltre che ridurre il valore di un'opera in modo
      ridicolo.Per l'utente è un vantaggio
      • krane scrive:
        Re: Streaming è l'ennesima bolla...
        - Scritto da: cicciobello
        E la gente che

        tiene ai propri artisti comprerà sempre un

        supporto,
        Sì... ma quanti sono? Il prezzo del supporto
        salirà, essendo diviso su meno utenti, e questo
        scoraggerà ulteriori persone dal comprarlo.Il prezzo si abbassera' con la sparizione degli intermediari che attualmente si bevono la maggior parte dei guadagni dell'artista.
        • 2014 scrive:
          Re: Streaming è l'ennesima bolla...
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: cicciobello


          E la gente che


          tiene ai propri artisti comprerà sempre
          un


          supporto,


          Sì... ma quanti sono? Il prezzo del supporto

          salirà, essendo diviso su meno utenti, e
          questo

          scoraggerà ulteriori persone dal comprarlo.

          Il prezzo si abbassera' con la sparizione degli
          intermediari che attualmente si bevono la maggior
          parte dei guadagni
          dell'artista.Intermediari che verranno sostituti da altri ovviamente...
          • krane scrive:
            Re: Streaming è l'ennesima bolla...
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: cicciobello

            Il prezzo si abbassera' con la

            sparizione degli intermediari che

            attualmente si bevono la maggior

            parte dei guadagni dell'artista.
            Intermediari che verranno sostituti da altri
            ovviamente...Gia, ma che usano macchine, la stessa differenza tra le catene di montaggio di ford ed i sistemi di fabbricazione precedenti.
          • 2014 scrive:
            Re: Streaming è l'ennesima bolla...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: 2014

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: cicciobello



            Il prezzo si abbassera' con la


            sparizione degli intermediari che


            attualmente si bevono la maggior


            parte dei guadagni dell'artista.


            Intermediari che verranno sostituti da altri

            ovviamente...

            Gia, ma che usano macchine, la stessa differenza
            tra le catene di montaggio di ford ed i sistemi
            di fabbricazione
            precedenti.Ma per il musico non cambierà niente, scommetti?
          • cicciobello scrive:
            Re: Streaming è l'ennesima bolla...


            Gia, ma che usano macchine, la stessa
            differenza

            tra le catene di montaggio di ford ed i
            sistemi

            di fabbricazione

            precedenti.
            Ma per il musico non cambierà niente, scommetti?È possibile; ma cambierà per gli utenti, che avranno a disposizione più musica gratuita o a prezzi irrisori.
          • 2014 scrive:
            Re: Streaming è l'ennesima bolla...
            - Scritto da: cicciobello


            Gia, ma che usano macchine, la stessa

            differenza


            tra le catene di montaggio di ford ed i

            sistemi


            di fabbricazione


            precedenti.

            Ma per il musico non cambierà niente,
            scommetti?

            È possibile; ma cambierà per gli utenti, che
            avranno a disposizione più musica gratuita o a
            prezzi
            irrisori.e di qualità proporzionata...
          • Laura pausini scrive:
            Re: Streaming è l'ennesima bolla...
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: cicciobello
            e di qualità proporzionata...Esatto, la musica di qualita' come la mia non si trova dietro ogni angolo. Va cercata con attenzione, ad esempio, negli angoli frequentati da cani con padroni maleducati.
          • cicciobello scrive:
            Re: Streaming è l'ennesima bolla...


            È possibile; ma cambierà per gli
            utenti,
            che

            avranno a disposizione più musica gratuita o
            a

            prezzi

            irrisori.
            e di qualità proporzionata...Se agli utenti piace, va bene così; magari sarà musica che a TE non piace, ma quello è un problema marginale.
  • king volution scrive:
    "gli appassionati"
    <i
    gli appassionati preferiranno sempre scaricare i brani musicali nei formati comuni (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici </i
    se "gli appassionati" sono quelli che desiderano ascoltare musica con audio di buona qualità, e per questo ricercano buone registrazioni/riproduzioni da ascoltare su apparecchiature adeguate ("veri" sistemi hi-fi), allora:- "gli appassionati" mai e poi mai preferiranno scaricare audio in un qualsiasi formato compresso, men che mai il pessimo MP3...- "gli appassionati" preferiranno scaricare *certi* file audio, ovvero solo quelli relativi a registrazioni di alta qualità "nativa" poi convertite in un buon formato loseless (wav o flac)- "gli appassionati" preferiranno acquistare *certi* cd-audio fisici, ovvero solo quelli relativi a registrazioni di alta qualità "nativa" poi masterizzati in modo accurato
    • panda rossa scrive:
      Re: "gli appassionati"
      - Scritto da: king volution
      <i
      gli appassionati preferiranno sempre
      scaricare i brani musicali nei formati comuni
      (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici
      </i



      se "gli appassionati" sono quelli che desiderano
      ascoltare musica con audio di buona qualità, e
      per questo ricercano buone
      registrazioni/riproduzioni da ascoltare su
      apparecchiature adeguate ("veri" sistemi hi-fi),
      allora:
      - "gli appassionati" mai e poi mai preferiranno
      scaricare audio in un qualsiasi formato
      compresso, men che mai il pessimo
      MP3...
      - "gli appassionati" preferiranno scaricare
      *certi* file audio, ovvero solo quelli relativi a
      registrazioni di alta qualità "nativa" poi
      convertite in un buon formato loseless (wav o
      flac)
      - "gli appassionati" preferiranno acquistare
      *certi* cd-audio fisici, ovvero solo quelli
      relativi a registrazioni di alta qualità "nativa"
      poi masterizzati in modo
      accuratoPosso aggiungere che gli "appassionati" non nascono sotto il cavolo nell'orto, ma sono una clientela che va curata, coltivata, incentivata...
    • ... scrive:
      Re: "gli appassionati"
      - Scritto da: king volution
      <i
      gli appassionati preferiranno sempre
      scaricare i brani musicali nei formati comuni
      (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici
      </i



      se "gli appassionati" sono quelli che desiderano
      ascoltare musica con audio di buona qualità, e
      per questo ricercano buone
      registrazioni/riproduzioni da ascoltare su
      apparecchiature adeguate ("veri" sistemi hi-fi),
      allora:
      - "gli appassionati" mai e poi mai preferiranno
      scaricare audio in un qualsiasi formato
      compresso, men che mai il pessimo
      MP3...
      - "gli appassionati" preferiranno scaricare
      *certi* file audio, ovvero solo quelli relativi a
      registrazioni di alta qualità "nativa" poi
      convertite in un buon formato loseless (wav o
      flac)
      - "gli appassionati" preferiranno acquistare
      *certi* cd-audio fisici, ovvero solo quelli
      relativi a registrazioni di alta qualità "nativa"
      poi masterizzati in modo
      accuratomettersi a discutere con alfonso "testa-di-legno" maruccia e' come mettere la cravatta ad un XXXXX: completamente inutile.
    • Izio01 scrive:
      Re: "gli appassionati"
      - Scritto da: king volution
      <i
      gli appassionati preferiranno sempre
      scaricare i brani musicali nei formati comuni
      (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici
      </i



      se "gli appassionati" sono quelli che desiderano
      ascoltare musica con audio di buona qualità, e
      per questo ricercano buone
      registrazioni/riproduzioni da ascoltare su
      apparecchiature adeguate ("veri" sistemi hi-fi),
      allora:
      - "gli appassionati" mai e poi mai preferiranno
      scaricare audio in un qualsiasi formato
      compresso, men che mai il pessimo
      MP3...
      - "gli appassionati" preferiranno scaricare
      *certi* file audio, ovvero solo quelli relativi a
      registrazioni di alta qualità "nativa" poi
      convertite in un buon formato loseless (wav o
      flac)
      - "gli appassionati" preferiranno acquistare
      *certi* cd-audio fisici, ovvero solo quelli
      relativi a registrazioni di alta qualità "nativa"
      poi masterizzati in modo
      accuratoGli appassionati che dici tu sono quelli che insistono che un LP è molto meglio di un CD solo perché sanno che non li puoi XXXXXXX con una prova in doppio cieco che smentirebbe tutta la loro spocchia.*crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh, questa sì che è la tonalità calda del vinile!"
      • king volution scrive:
        Re: "gli appassionati"
        - Scritto da: Izio01
        - Scritto da: king volution

        <i
        gli appassionati preferiranno
        sempre

        scaricare i brani musicali nei formati comuni

        (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici

        </i






        se "gli appassionati" sono quelli che
        desiderano

        ascoltare musica con audio di buona qualità,
        e

        per questo ricercano buone

        registrazioni/riproduzioni da ascoltare su

        apparecchiature adeguate ("veri" sistemi
        hi-fi),

        allora:

        - "gli appassionati" mai e poi mai
        preferiranno

        scaricare audio in un qualsiasi formato

        compresso, men che mai il pessimo

        MP3...

        - "gli appassionati" preferiranno scaricare

        *certi* file audio, ovvero solo quelli
        relativi
        a

        registrazioni di alta qualità "nativa" poi

        convertite in un buon formato loseless (wav o

        flac)

        - "gli appassionati" preferiranno acquistare

        *certi* cd-audio fisici, ovvero solo quelli

        relativi a registrazioni di alta qualità
        "nativa"

        poi masterizzati in modo

        accurato

        Gli appassionati che dici tu sono quelli che
        insistono che un LP è molto meglio di un CD solo
        perché sanno che non li puoi XXXXXXX con una
        prova in doppio cieco che smentirebbe tutta la
        loro spocchia.gli appassionati che dico io sono quelli che non hanno problemi a distinguere all'ascolto -- in doppio cieco --- un cd-audio originale da una sua copia masterizzata da un incompetente, o da un suo ripping in un formato malamente compresso fatto dallo stesso incompetente...
        *crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh, questa sì
        che è la tonalità calda del vinile!"un vinile in buone condizioni (poco o nulla usato, senza graffi, pulito, senza ditate e senza altre schifezze) non produce alcun click o pop... al massimo c'è il fruscio di fondo, che un appassionato con un buon orecchio (categoria in cui mi sa proprio che non rientri, viste le cose che scrivi) riesce a percepire, a differenza dei tanti incompetenti (che solo sentendo i click/pop riescono a distinguere un LP da un CD...)
        • krane scrive:
          Re: "gli appassionati"
          - Scritto da: king volution
          - Scritto da: Izio01
          gli appassionati che dico io sono quelli che non
          hanno problemi a distinguere all'ascolto -- in
          doppio cieco --- un cd-audio originale da una sua
          copia masterizzata da un incompetente, Questa la voglio proprio vedere, anzi sentire: (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Insieme alla spiegazione di quanta competenza ci vuole su "copia disco" in un qualsiasi programma di masterizzazione.
          o da un suo ripping in un formato
          malamente compresso fatto dallo
          stesso incompetente...Ti piace vincere facile eh ?Gia' che c'eri potevi scrivere anche down insieme ad incompetente, e che magari sbaglia pure i titoli dei brani introducendo errori di grammatica.

          *crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh,
          questa sì

          che è la tonalità calda del vinile!"
          un vinile in buone condizioni (poco o nulla
          usato, senza graffi, pulito, senza ditate e senza
          altre schifezze) non produce alcun click o pop...Infatti, ce li aggiungono artificialmente i cantanti anche nei CD perche' fa fico.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          al massimo c'è il fruscio di fondo, che un
          appassionato con un buon orecchio (categoria
          in cui mi sa proprio che non rientri, viste
          le cose che scrivi) riesce a percepire, a
          differenza dei tanti incompetenti (che solo
          sentendo i click/pop riescono a distinguere
          un LP da un CD...)Allora ha ragione il tizio prima, che il fastidioso rumore di fondo e' quello che distingue il CD (che non cel'ha) dal disco anche nuovo.
          • king volution scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: king volution

            - Scritto da: Izio01



            gli appassionati che dico io sono quelli che
            non

            hanno problemi a distinguere all'ascolto --
            in

            doppio cieco --- un cd-audio originale da
            una
            sua

            copia masterizzata da un incompetente,

            Questa la voglio proprio vedere, anzi sentire:io l'ho visto fare, e più di una volta, da una persona molto competente ed esperta (decenni di esperienza audio hi-fi) con un ottimo orecchioe che tu e altri ci credano oppure no me se sbatto alquanto
            Insieme alla spiegazione di quanta competenza ci
            vuole su "copia disco" in un qualsiasi programma
            di masterizzazione.uno che parla di <<copiare un cd audio con un "copia disco" in un qualsiasi programma di masterizzazione

            già dimostra poca competenza e molta approssimazione...per fare una copia perfetta ("equivalente" a un cd audio "originale", nel senso di industriale) ci vuole molta competenza sia per l'acquisizione (quale lettore? quale driver? quale software? quale velocità? quali parametri di lettura? quali correzioni? ecc. ecc.) che per la masterizzazione (quale masterizzatore? quale driver? quale software? quale supporto? quale velocità? quale modalità di scrittura? ecc. ecc.)studia e fai pratica che è meglio

            o da un suo ripping in un formato

            malamente compresso fatto dallo

            stesso incompetente...

            Ti piace vincere facile eh ?guarda che non sono io che dico che sono indistinguibili


            *crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh,

            questa sì


            che è la tonalità calda del vinile!"


            un vinile in buone condizioni (poco o nulla

            usato, senza graffi, pulito, senza ditate e
            senza

            altre schifezze) non produce alcun click o
            pop...

            Infatti, ce li aggiungono artificialmente i
            cantanti anche nei CD perche' fa fico.no... perché c'è gente talmente idiota da comprare robaccia del genere

            al massimo c'è il fruscio di fondo, che un

            appassionato con un buon orecchio (categoria

            in cui mi sa proprio che non rientri, viste

            le cose che scrivi) riesce a percepire, a

            differenza dei tanti incompetenti (che solo

            sentendo i click/pop riescono a distinguere

            un LP da un CD...)

            Allora ha ragione il tizio prima, che il
            fastidioso rumore di fondo e' quello che
            distingue il CD (che non cel'ha) dal disco anche nuovo.no guarda... non avete proprio capito...se il fruscio di un LP è udibile allora chiunque lo sente capisce che sta ascoltando un LP e non un CD... solo che non si tratta di questo!LP e CD sono cose *DIVERSE* che, in genere, provengono da registrazioni fatte con strumentazioni diverse, da editing diversi, da tecniche e procedimenti di "incisione" diversi...per gli "appassionati" il confronto non ha semplicemente senso: ha senso dire questo si sente bene (cioé la "restituzione" audio è buona) e questo invece no, ha senso dire il suono di un LP ha queste caratteristiche mentre quello di un CD ha queste altre caratteristiche...il giochetto "a chi lo ha più lungo" interessa solo agli incompetenti
          • krane scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: king volution
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: king volution


            - Scritto da: Izio01

            Questa la voglio proprio vedere, anzi
            sentire:
            io l'ho visto fare, e più di una volta, da una
            persona molto competente ed esperta (decenni di
            esperienza audio hi-fi) con un ottimo orecchioChe non e' stato in grado di fare una copia 1a1 da cd a cd premendo il tasto "duplica" ? Beh o ha problemi VERAMENTE gravi oppure non la racconti giusta, ti dico solo questo: i CD con il software copiato funzionano e li' se sbagliassi un bit non funzionerebbero.
            e che tu e altri ci credano oppure no
            me se sbatto alquantoE vorrei vedere, mica come il leguleo che ne fa una questione di principio da malato mentale.Comunque se anche tu hai qualche link a qualche studio fatto da qualcuno di competente apprezzeremmo parecchio di piu' di un "ho visto". Tipo quello postato sopra riguardo a mp3 e CD.
            uno che parla di <<copiare un cd audio con
            un "copia disco" in un qualsiasi programma di
            masterizzazione

            già dimostra poca
            competenza e molta approssimazione...Allora dimmi, come sono masterizzare le tracce audio in un CD audio ? Che differenza c'e' con la masterizzazione di un cd dati ?
            per fare una copia perfetta ("equivalente" a un
            cd audio "originale", nel senso di industriale)
            ci vuole molta competenza sia per l'acquisizione
            (quale lettore? quale driver? quale software?
            quale velocità? quali parametri di lettura? quali
            correzioni? ecc. ecc.) che per la masterizzazione
            (quale masterizzatore? quale driver? quale
            software? quale supporto? quale velocità? quale
            modalità di scrittura? ecc. ecc.)
            studia e fai pratica che è meglio Se il driver e' sbagliato il pc da' errore, se la copia e 1 a 1 basta un semplice ceck integrato nel programma a verificarlo. Se funziona per i CD di dati dove basta un 1 al posto di uno 0 per non scompattare piu' un archivio.
            guarda che non sono io che dico che sono
            indistinguibiliInfatti lo dice il link ad uno studio postato sopra.

            Infatti, ce li aggiungono artificialmente i

            cantanti anche nei CD perche' fa fico.
            no... perché c'è gente talmente idiota da
            comprare robaccia del genereProbabilmente quelli a cui piacciono i dischi.

            Allora ha ragione il tizio prima, che il

            fastidioso rumore di fondo e' quello che

            distingue il CD (che non cel'ha) dal disco

            anche nuovo.
            no guarda... non avete proprio capito...
            se il fruscio di un LP è udibile allora chiunque
            lo sente capisce che sta ascoltando un LP e non
            un CD... solo che non si tratta di questo!
            LP e CD sono cose *DIVERSE* che, in genere,
            provengono da registrazioni fatte con
            strumentazioni diverse, da editing diversi, da
            tecniche e procedimenti di "incisione"
            diversi...Ecco perche' sono distinguibili allora ! Alla faccia di chi parla di diversa qualita' e orecchio !!! E' la registrazione alla base che li rende diversi quindi.
            per gli "appassionati" il confronto non ha
            semplicemente senso: ha senso dire questo si
            sente bene (cioé la "restituzione" audio è buona)
            e questo invece no, ha senso dire il suono di un
            LP ha queste caratteristiche mentre quello di un
            CD ha queste altre caratteristiche...
            il giochetto "a chi lo ha più lungo" interessa
            solo agli incompetentiVeramente gli incompetendi sono quelli che ascoltano gli mp3, quelli che se la tirano di distingure dalla qualita' CD da disco da mp3 sono i cosiddetti "competenti".
          • king volution scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: krane
            Che non e' stato in grado di fare una copia 1a1
            da cd a cd premendo il tasto "duplica" ? Beh o ha
            problemi VERAMENTE gravi oppure non la racconti
            giusta, ti dico solo questo: i CD con il software
            copiato funzionano e li' se sbagliassi un bit non
            funzionerebbero.la questione non è così banale...dietro il tasto "duplica" c'è tutto un mondonon è il solo fatto se la copia "funziona" che conta: conta come "si sente"... e si sente in modo diverso a seconda di decine e decine di fattori, legati sia alla lettura dell'originale che alla scrittura della copia...
            Comunque se anche tu hai qualche link a qualche
            studio fatto da qualcuno di competente
            apprezzeremmo parecchio di piu' di un "ho visto".
            Tipo quello postato sopra riguardo a mp3 e CD.boh... questo articolo, per quanto datato, vale per capire come la questione sia decisamente complessa e non generalizzabilehttp://www.01net.it/itechstudio/articoli/0,1254,4s5007_ART_51883,00.html
            Allora dimmi, come sono masterizzare le tracce
            audio in un CD audio ? Che differenza c'e' con la
            masterizzazione di un cd dati ?che mi fai l'esame? ;-)ti rispondo così: secondo te se (a) rippi l'originale in tracce .wav separate e poi masterizzi DAO con Nero, oppure (b) estrai il toc con crddao, poi l'audio con cdparanoia come unico file .wav e poi masterizzi con crddao usando il toc estratto prima... le copie che ottienio si sentono allo stesso modo?
            Se il driver e' sbagliato il pc da' errore, ci possono essere più driver "giusti" che leggono/scrivono senza errore... ma che lo fanno in modo diverso... con risultati deiversi!
            se la
            copia e 1 a 1 basta un semplice ceck integrato
            nel programma a verificarlo. Se funziona per i CD
            di dati dove basta un 1 al posto di uno 0 per non
            scompattare piu' un archivio.non è così semplice... diversi software fanno il tutto in modi diversi, e con risultati diversi in termini di "resa" all'ascolto
            Ecco perche' sono distinguibili allora ! Alla
            faccia di chi parla di diversa qualita' e
            orecchio !!! E' la registrazione alla base che li
            rende diversi quindi.anche, ma ci sono anche tutti i passaggi intermedi e, infine, il fatto che i supporti sono fisicamente diversi
            Veramente gli incompetendi sono quelli che
            ascoltano gli mp3, un MP3 fatto da un cd audio con un bitrate adeguato e con un codec buono può anche risultare di ottima qualità (magari pure indistinguibile dall'originale) ma... DIPENDE!!! (dalla qualità dell'originale, dal tipo di sonoro, ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ...)
            quelli che se la tirano di
            distingure dalla qualita' CD da disco da mp3 sono
            i cosiddetti "competenti".i "competenti" sono quelli che conoscono bene le due cose e sanno valutare, CASO PER CASO...
          • cicciobello scrive:
            Re: "gli appassionati"

            Che non e' stato in grado di fare una copia 1a1
            da cd a cd premendo il tasto "duplica" ? Beh o ha
            problemi VERAMENTE gravi oppure non la racconti
            giusta, ti dico solo questo: i CD con il software
            copiato funzionano e li' se sbagliassi un bit non
            funzionerebbero.I cd con il software sono cd dati, ed in quanto tali hanno degli algoritmi di controllo degli errori: la stessa area del disco viene magari letta due volte, e viene usato un checksum per controllare di averla letta bene, ma tutto questo avviene "dietro le quinte" e non te ne accordi. Quando fai una copia, i dati che arrivano al computer sono stati controllati e sono giusti (se il cd è rovinato, alla peggio deve essere letto più volte, ma al massimo tu noti che si impiega più tempo), poi il file senza errori viene scritto sul disco nuovo: anche su tale disco possono comparire degli errori, ma anche quelli verranno poi corretti.Per il cd audio non funziona così: il sistema di controllo degli errori è molto più debole, per vari motivi: in primo luogo, le specifiche sono molto più vecchie, e previste per hardware più primitivo (i cd audio in origine erano fatti per essere letti da stereo di 30 anni fa... i proXXXXXri di tali apparecchi erano troppo lenti per fare calcoli decenti), poi una lettura errata non era così grave (in un secondo di musica ci sono 44100 valori numerici: se uno è sbagliato, ma gli altri 44099 sono corretti, ti sfido ad accorgertene), e comunque, anche se il circuito di controllo si accorgeva di un errore, che poteva fare? Andare a rileggere quella parte del disco? No, non c'era il tempo, avrebbe causato una pausa nella riproduzione (i lettori di adesso hanno un buffer che permette di continuare la riproduzione in tempo reale, ma negli anni 80 nessuno aveva una tecnologia del genere), e tale pausa sarebbe stata più fastidiosa ancora dell'errore: quindi, ci si limitava a azzerare il valore errato, o a sostituirlo con uno interpolato.Questo significa che se la lettura del cd non è più che perfetta (e non puoi saperlo con certezza, perché il controllo degli errori non è così sicuro), ad ogni duplicazione gli errori si sommano. Inoltre, i lettori cd rom da computer non sono stati progettati per i cd audio (a volte nemmeno per i cd, perché sono lettori dvd), quindi fanno proprio il minimo sindacale (tanto, se metti un cd audio nel pc e poi lo ascolti con le casse del monitor, la qualità sarà così bassa che nessuno si porrà il problema). Per fare il rip, infatti, molti usano Exact Audio Copy, un software che legge il cd decine di volte, confronta i risultati, e tenta di ricavare la lettura corretta (se un bit viene letto come "0" nove volte su dieci, è più probabile che sia zero invece di uno). Il fatto che si debba ricorrere a simili espedienti dimostra come i cd audio siano un supporto obsoleto, con qualità fondamentalmente peggiore della più modesta chiavetta usb.Se si vuole memorizzare della musica su cd senza tali problemi, naturalmente, si può fare: basta masterizzarlo come cd di dati, e registrarci i files musicali sopra, in formato wav, o ogg, o mp3, o quello che ti pare.Se metti un file audio non compresso, con campionamento a 44100 hertz, 16 bit, stereo, hai esattamente gli stessi parametri del cd audio, ed avrai dei files che potranno essere poi copiati dal cd su un cd nuovo (o su un qualunque altro supporto), senza perdite di qualità (a meno di non usare un lettore difettoso o un disco rovinato, ovvio). L'unico problema sarà che tale cd non potrà essere letto nei lettori cd audio più vecchi... ma tali lettori sono quasi scomparsi; i lettori delle autoradio leggono anche i cd dati (possono leggere i cd mp3, ad esempio), i lettori dvd da salotto anche. Usare i cd audio non ha più senso.
        • Izio01 scrive:
          Re: "gli appassionati"
          - Scritto da: king volution
          - Scritto da: Izio01

          - Scritto da: king volution


          <i
          gli appassionati preferiranno

          sempre


          scaricare i brani musicali nei formati
          comuni


          (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici


          </i









          se "gli appassionati" sono quelli che

          desiderano


          ascoltare musica con audio di buona
          qualità,

          e


          per questo ricercano buone


          registrazioni/riproduzioni da ascoltare
          su


          apparecchiature adeguate ("veri" sistemi

          hi-fi),


          allora:


          - "gli appassionati" mai e poi mai

          preferiranno


          scaricare audio in un qualsiasi formato


          compresso, men che mai il pessimo


          MP3...


          - "gli appassionati" preferiranno
          scaricare


          *certi* file audio, ovvero solo quelli

          relativi

          a


          registrazioni di alta qualità "nativa"
          poi


          convertite in un buon formato loseless
          (wav
          o


          flac)


          - "gli appassionati" preferiranno
          acquistare


          *certi* cd-audio fisici, ovvero solo
          quelli


          relativi a registrazioni di alta qualità

          "nativa"


          poi masterizzati in modo


          accurato



          Gli appassionati che dici tu sono quelli che

          insistono che un LP è molto meglio di un CD
          solo

          perché sanno che non li puoi XXXXXXX con una

          prova in doppio cieco che smentirebbe tutta
          la

          loro spocchia.

          gli appassionati che dico io sono quelli che non
          hanno problemi a distinguere all'ascolto -- in
          doppio cieco --- un cd-audio originale da una sua
          copia masterizzata da un incompetente, o da un
          suo ripping in un formato malamente compresso
          fatto dallo stesso incompetente...
          Smentito regolarmente dalle prove di laboratorio, come indicato nel link che ho postato a Panda. Un tecnico del suono, un musicista non riescono a distinguere il CD da un mp3 a 256/320, caro il mio signor "pessimo MP3". Dobbiamo credere che ci riesca tu?


          *crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh,
          questa


          che è la tonalità calda del vinile!"

          un vinile in buone condizioni (poco o nulla
          usato, senza graffi, pulito, senza ditate e senza
          altre schifezze) non produce alcun click o pop...
          al massimo c'è il fruscio di fondo, che un
          appassionato con un buon orecchio (categoria in
          cui mi sa proprio che non rientri, viste le cose
          che scrivi)Sono un appassionato e ho un buon orecchio, riesco a percepire la differenza tra musica ascoltata con un buon impianto e quella con le cuffiette da 30 euro. Non ho un impianto da Bill Gates, ho un buon impianto nei limiti delle mie possibilità e di un accettabile rapporto prezzo/prestazioni. Sono soddisfatto di ciò che ho, e ci sento BENE anche gli mp3.Invece non me la tiro inventando capacità che le PROVE STRUMENTALI mostrano non esistere, come quella di distinguere mp3 ad elevato bitrate da CD. E un vinile dal CD si riconosce, si riconosce eccome, hai voglia se non fa rumore. Nemmeno con un classico Thorens (che il solito pseudo-audiofilo spocchioso mostrerà con orgoglio non far saltare la testina nemmeno se tiri un pugno vicino - perché lo scopo degli hi-fi è tirare pugni all'impianto, no?) hai un ascolto pulito come quello del CD. Ma tranquillo, è proprio questo a salvare i farlocconi dalla prova doppio cieco, flagello dei cialtroni da che mondo è mondo!
          riesce a percepire, a differenza dei
          tanti incompetenti (che solo sentendo i click/pop
          riescono a distinguere un LP da un CD...)
          • krane scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: king volution

            copia masterizzata da un incompetente, o

            da un suo ripping in un formato malamente

            compresso fatto dallo stesso incompetente...
            Smentito regolarmente dalle prove di laboratorio,
            come indicato nel link che ho postato a Panda. Un
            tecnico del suono, un musicista non riescono a
            distinguere il CD da un mp3 a 256/320, caro il
            mio signor "pessimo MP3". Dobbiamo credere che ci
            riesca tu?Ma infatti questi sedicenti "esperti" parlano sempre di mp3 di bassa qualita', non rendendosi conto che cosi' negano a priori la loro presunta capacita' di distinguere un mp3 da un CD o un vinile.
          • Izio01 scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: krane

            Ma infatti questi sedicenti "esperti" parlano
            sempre di mp3 di bassa qualita', non rendendosi
            conto che cosi' negano a priori la loro presunta
            capacita' di distinguere un mp3 da un CD o un
            vinile.My thought exactly. Un mp3 di bassa qualità si sente male, praticamente per definizione. Però si parla sempre di limiti della specifica conversione e non del formato in sé, che è in grado di fornire ottimi risultati se usato con criterio.
          • king volution scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: Izio01

            gli appassionati che dico io sono quelli che non

            hanno problemi a distinguere all'ascolto -- in

            doppio cieco --- un cd-audio originale da una sua

            copia masterizzata da un incompetente, o da un

            suo ripping in un formato malamente compresso

            fatto dallo stesso incompetente...



            Smentito regolarmente dalle prove di laboratorio,
            come indicato nel link che ho postato a Panda. Unpeccato che ho collaborato a prove in dopio cieco e le cose non stanno proprio così
            tecnico del suono, un musicista non riescono a
            distinguere il CD da un mp3 a 256/320, caro il
            mio signor "pessimo MP3". idem come sopra: c'è chi distingue eccome... e sai perché? perché la compressione MP3 intruduce alterazioni (per es. distorsioni armoniche) che un orecchio fino ed esperto riconoscee infatti guarda che non è solo un discorso di bitrate: contano anche cose come l'algoritmo di compressione (e l'MP3 non è che sia gran cosa) e la precisione di calcolo...
            Dobbiamo credere che ci
            riesca tu?io no di certo, ma chi ha orecchio buono ed esperienza ci riesce eccome

            un vinile in buone condizioni (poco o nulla

            usato, senza graffi, pulito, senza ditate e senza

            altre schifezze) non produce alcun click o pop...

            al massimo c'è il fruscio di fondo, che un

            appassionato con un buon orecchio ...

            Sono un appassionato e ho un buon orecchio,
            riesco a percepire la differenza tra musica
            ascoltata con un buon impianto e quella con le
            cuffiette da 30 euro. e ci mancherebbe altrocome già detto a krane, LP e CD sono cose *DIVERSE* (registrazioni con strumentazioni diverse, editing diversi, tecniche e procedimenti di "incisione" diversi, ecc.): il confronto meglio/peggio non ha senso: ha senso dire questo si sente bene e questo invece no, ha senso dire il suono di un LP ha queste caratteristiche mentre quello di un CD ha queste altre caratteristiche...
            Non ho un impianto da Bill
            Gates, ho un buon impianto nei limiti delle mie
            possibilità e di un accettabile rapporto
            prezzo/prestazioni. Sono soddisfatto di ciò che
            ho, idem
            e ci sento BENE anche gli mp3.oh ma anche io li sento bene... ma spesso, soprattutto, con MP3 a basso bitrate (diciamo fino a 256kbit/s), sento (pure con il mio orecchio "scarso") la differenza...
            Invece non me la tiro inventando capacità che le
            PROVE STRUMENTALI mostrano non esistere, come
            quella di distinguere mp3 ad elevato bitrate da CD.già risposto... "elevato bitrate" non significa NULLA... elevato quanto? compresso partendo da cosa? compresso come?
            E un vinile dal CD si riconosce, si riconosce eccomedipende da chi ascolta...
            Nemmeno con
            un classico Thorens (che il solito
            pseudo-audiofilo spocchioso mostrerà con orgoglio
            non far saltare la testina nemmeno se tiri un
            pugno vicino - perché lo scopo degli hi-fi è
            tirare pugni all'impianto, no?) hai un ascolto
            pulito come quello del CD. questo che sostieni è una generalizzazione (sbagliata) tanto quanto chi dice le cose opposte che tu contesti...certi cd audio si sentono meno puliti di certi LP
          • Izio01 scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: king volution
            - Scritto da: Izio01



            gli appassionati che dico io sono
            quelli che
            non


            hanno problemi a distinguere
            all'ascolto --
            in


            doppio cieco --- un cd-audio originale
            da una
            sua


            copia masterizzata da un incompetente,
            o da
            un


            suo ripping in un formato malamente
            compresso


            fatto dallo stesso incompetente...






            Smentito regolarmente dalle prove di
            laboratorio,

            come indicato nel link che ho postato a
            Panda.
            Un

            peccato che ho collaborato a prove in dopio cieco
            e le cose non stanno proprio
            così


            tecnico del suono, un musicista non riescono
            a

            distinguere il CD da un mp3 a 256/320, caro
            il

            mio signor "pessimo MP3".

            idem come sopra: c'è chi distingue eccome... e
            sai perché? perché la compressione MP3 intruduce
            alterazioni (per es. distorsioni armoniche) che
            un orecchio fino ed esperto
            riconosce

            e infatti guarda che non è solo un discorso di
            bitrate: contano anche cose come l'algoritmo di
            compressione (e l'MP3 non è che sia gran cosa) e
            la precisione di calcolo...
            Ma certo che conta l'algoritmo, e non ho mai detto che l'mp3 sia il migliore. Altri algoritmi riusciranno a comprimere di più a parità di qualità percepita. Il punto che sostengo è che a quanto ne so io, le prove in doppio cieco, di cui ho portato un esempio, mostrano che l'orecchio umano non riesce a distinguere un mp3 di alta qualità dal CD.Ora, non voglio passare tutta la serata a cercare informazioni. Se tu mi sai indicare una prova in doppio cieco che fornisca risultati sostanzialmente diversi da quelli che ho postato io, sarò lieto di leggerla, lo devo alla discussione :)Prova con persone che ascoltano, s'intende. Hai linkato un articolo tecnico che parla della qualità dell'mp3 rispetto al CD, ma non è quello che metto in discussione io. Strumentalmente si è anche perfettamente in grado di capire se una riga sia lunga 10cm +- 0,001cm oppure solo 9,95cm, ma ad occhio nudo non riesci a capirlo guardando separatamente i due disegni.Per contro, ad esempio, si distinguono facilmente i 30 fps dai 60. Perché ne sono certo? Perché 3Dfx, stufa di chi sosteneva il contrario, ha fatto tanti anni fa uno schermo con due cubi che giravano. Uno a 30 e uno a 60 fps, e la differenza era palese. Ecco, il bello delle prove in doppio cieco è la "galileianità" dell'esperimento, la pratica, il rimuovere ogni preconcetto dalla verifica della tesi.
          • king volution scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: Izio01
            Il punto che sostengo è che a
            quanto ne so io, le prove in doppio cieco, di cui
            ho portato un esempio, mostrano che l'orecchio
            umano non riesce a distinguere un mp3 di alta
            qualità dal CD.beh... veramente le prove che hai linkato non dicono questo...semmai il contrario: l'orecchio umano esperto e allenato <b
            riesce </b
            a distinguere un mp3 di alta qualità dal CD!cito testuale: <i
            Conclusion- Trained listeners can hear differences between CD quality and mp3 compression (96-192 kb/s) and prefer CD quality.- Trained listeners can not discriminate between CD quality and mp3 compression (256-320kb/s) <b
            while expert listeners could </b
            .- Ability to discriminate depends on listeners expertise and musical genre- Artifacts can be verbalized and do not depend on musical genre </i
          • king volution scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: Izio01

            Conclusion

            - Trained listeners can hear differences between

            CD quality and mp3 compression (96-192 kb/s) and

            prefer CD quality.

            - Trained listeners can not discriminate between

            CD quality and mp3 compression (256-320kb/s)

            <b
            while expert listeners could </b
            .

            - Ability to discriminate depends on listeners

            expertise and musical genre

            - Artifacts can be verbalized and do not depend

            on musical
            genre

            </i


            Se leggi quella prova, vedi questo, che
            contraddice esattamente la frase incriminata, e
            infatti non capisco da dove salti fuori:beh... salta fuori dai diagrammi di pag 14 e 15 dello studio, dove si vede che con bitrate intorno a 256-320kb/s una percentuale (circa il 50%) dei testers non percepisce differenze: ciò infatti vuol dire anche che i restanti tester invece la percepiscono ("while expert listeners could")!
          • Izio01 scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: king volution
            - Scritto da: Izio01



            Conclusion


            - Trained listeners can hear
            differences
            between


            CD quality and mp3 compression (96-192
            kb/s)
            and


            prefer CD quality.


            - Trained listeners can not
            discriminate
            between


            CD quality and mp3 compression
            (256-320kb/s)



            <b
            while expert listeners could
            </b
            .


            - Ability to discriminate depends on
            listeners


            expertise and musical genre


            - Artifacts can be verbalized and do
            not
            depend


            on musical
            genre


            </i




            Se leggi quella prova, vedi questo, che

            contraddice esattamente la frase
            incriminata,
            e

            infatti non capisco da dove salti fuori:

            beh... salta fuori dai diagrammi di pag 14 e 15
            dello studio, dove si vede che con bitrate
            intorno a 256-320kb/s una percentuale (circa il
            50%) dei testers non percepisce differenze: ciò
            infatti vuol dire anche che i restanti tester
            invece la percepiscono ("while expert listeners
            could")!No, leggi meglio la descrizione del grafico: "% of times quality version preferred", e non numero di utenti che riescono a percepire la differenza. Se la versione CD è preferita il 50% delle volte, vuol dire proprio che è indistinguibile dall'mp3, che sarà preferito l'altro 50% delle volte :)
          • king volution scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: Izio01


            Se leggi quella prova, vedi questo, che


            contraddice esattamente la frase

            incriminata,

            e


            infatti non capisco da dove salti fuori:



            beh... salta fuori dai diagrammi di pag 14 e
            15

            dello studio, dove si vede che con bitrate

            intorno a 256-320kb/s una percentuale (circa
            il

            50%) dei testers non percepisce differenze:
            ciò

            infatti vuol dire anche che i restanti tester

            invece la percepiscono ("while expert
            listeners

            could")!

            No, leggi meglio la descrizione del grafico: "%
            of times quality version preferred", e non numero
            di utenti che riescono a percepire la differenza.
            Se la versione CD è preferita il 50% delle volte,
            vuol dire proprio che è indistinguibile dall'mp3,
            che sarà preferito l'altro 50% delle voltesi è vero... ma quei grafici sono riferiti alla totalità indistinta dei tester (il che corrisponde alla conclusione "Trained listeners can not discriminate between CD quality and mp3 compression")...invece il grafico di pag. 16 mostra che nel caso degli expert listeners la qualità cd è preferita nel 70-80% dei casi: in altre parole, gli expert listener il più delle volte risecono a distinguere i cd dagli mp3 (il che spiega la parte restante della conclusione "while expert listeners could" e si accorda anche con quella seguente "Ability to discriminate depends on listeners expertise and musical genre")...
          • Izio01 scrive:
            Re: "gli appassionati"
            - Scritto da: king volution
            - Scritto da: Izio01



            Se leggi quella prova, vedi
            questo,
            che



            contraddice esattamente la frase


            incriminata,


            e



            infatti non capisco da dove salti
            fuori:





            beh... salta fuori dai diagrammi di pag
            14
            e

            15


            dello studio, dove si vede che con
            bitrate


            intorno a 256-320kb/s una percentuale
            (circa

            il


            50%) dei testers non percepisce
            differenze:

            ciò


            infatti vuol dire anche che i restanti
            tester


            invece la percepiscono ("while expert

            listeners


            could")!



            No, leggi meglio la descrizione del grafico:
            "%

            of times quality version preferred", e non
            numero

            di utenti che riescono a percepire la
            differenza.

            Se la versione CD è preferita il 50% delle
            volte,

            vuol dire proprio che è indistinguibile
            dall'mp3,

            che sarà preferito l'altro 50% delle volte

            si è vero... ma quei grafici sono riferiti alla
            totalità indistinta dei tester (il che
            corrisponde alla conclusione "Trained listeners
            can not discriminate between CD quality and mp3
            compression")...
            invece il grafico di pag. 16 mostra che nel caso
            degli expert listeners la qualità cd è preferita
            nel 70-80% dei casi: in altre parole, gli expert
            listener il più delle volte risecono a
            distinguere i cd dagli mp3 (il che spiega la
            parte restante della conclusione "while expert
            listeners could" e si accorda anche con quella
            seguente "Ability to discriminate depends on
            listeners expertise and musical genre")...No, ma attenzione, quello di pagina 16 mischia tutto, inclusi gli mp3 da 96 e 128 kbps. Se consideri SOLO quelli di alta qualità, che poi sono quelli di cui parlo io, nemmeno i tecnici riescono a distinguerli. Vedi grafico pag. 17 (che poi è quello che ho riportato sopra).
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    App non compatibile col tuo dispositivo
    ... e meno male che ho un Samsung Galaxy S4
    • Kyon scrive:
      Re: App non compatibile col tuo dispositivo
      Il problema non è il dispositivo, è che non è disponibile per l'Italia ho un S3 e un galaxy tab 2.0 e mi da non compatibile con il nostro paese.
      • panda rossa scrive:
        Re: App non compatibile col tuo dispositivo
        - Scritto da: Kyon
        Il problema non è il dispositivo, è che non è
        disponibile per l'Italia ho un S3 e un galaxy tab
        2.0 e mi da non compatibile con il nostro
        paese.In altre parole, un DRM.
    • 2014 scrive:
      Re: App non compatibile col tuo dispositivo
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      ... e meno male che ho un Samsung Galaxy S4ti avrà riconosciuto come scarrricone :D
      • Termino tutte le frasi con lo smile scrive:
        Re: App non compatibile col tuo dispositivo
        - Scritto da: 2014
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

        ... e meno male che ho un Samsung Galaxy S4
        ti avrà riconosciuto come scarrricone :Doppure tu sei uno che non capisce un XXXXX :D
  • DownToTheMoon scrive:
    e gli appassionati comprano
    Ed io, da appassionato, continuo a comprare la musica. E per me ha senso.Perchè un certo tipo di musica richiede un ascolto adeguato che un mp3 non mi da.Quando aumenteranno i cataloghi di siti che offrono download di musica loseless, magari in alta risoluzione, li preferiro' al cd fisico ma fino ad allora...Compro il cd fisico e lo rippo in Flac.Spotify l'ho usato ed è ottimo per esplorare ma la qualita', anche dell'offerta a pagamento, non è sufficiente.E' la differenza che passa tra la trattoria sotto casa e un ottimo ristorante...per chi piace il buon cibo non sono equivalenticiao!
    • Izio01 scrive:
      Re: e gli appassionati comprano
      - Scritto da: DownToTheMoon
      Ed io, da appassionato, continuo a comprare la
      musica. E per me ha senso.
      Perchè un certo tipo di musica richiede un
      ascolto adeguato che un mp3 non mi da.
      Mah. Quando io compro da eMusic, la qualità dell'mp3 è molto alta, a bitrate variabile e ampia banda.La teoria è che il formato mp3, in quanto lossy, sia sempre e comunque inferiore al CD - e ovviamente non potrà mai essere superiore - ma anche qui, quando hanno fatto prove in doppio cieco, tanta gente con le "orecchie d'oro" si è rivelata non essere realmente in grado di distinguere un mp3 ad alta qualità dal corrispondente CD. Chiaro che non si parla di mp3 a 128 kpbs fissi.Facile che l'autosuggestione giochi un ruolo non indifferente :)
      Quando aumenteranno i cataloghi di siti che
      offrono download di musica loseless, magari in
      alta risoluzione, li preferiro' al cd fisico ma
      fino ad allora...
      Compro il cd fisico e lo rippo in Flac.

      Spotify l'ho usato ed è ottimo per esplorare ma
      la qualita', anche dell'offerta a pagamento, non
      è sufficiente.

      E' la differenza che passa tra la trattoria sotto
      casa e un ottimo ristorante...per chi piace il
      buon cibo non sono equivalenti

      ciao!
    • cicciobello scrive:
      Re: e gli appassionati comprano
      - Scritto da: DownToTheMoon
      Ed io, da appassionato, continuo a comprare la
      musica. E per me ha
      senso.
      Perchè un certo tipo di musica richiede un
      ascolto adeguato che un mp3 non mi
      da.Tu in che situazioni ascolti la musica? Sullo stereo in salotto? In cuffia? Personalmente, la situazione in cui ascolto più musica è quando sto guidando (a casa preferisco leggere/guardare un film/navigare sul web nel tempo libero; non sono un appassionato di musica, lo ammetto, ma un ascoltatore occasionale); e in macchina, col motore acceso e i rumori del traffico, ti sfido a distinguere un mp3 da un cd.
  • M.R. scrive:
    "gli appassionati...
    ... preferiranno sempre scaricare i brani musicali nei formati comuni (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici."Riusciranno a campare solo di "appassionati"? O dovranno vendere i cd a 1000,00 (non che adesso siano economici...).Sinceramente lo streaming musicale anche grazie alle offerte "always on" sui cellulari sta diventandola soluzione definitiva alla voglia di musica grazie al catalogo sterminato e al fatto che si può variare quando ci si stufa delle solite canzoni senza essere legato a quello che si ha a casa.Se poi sono anche gratuite....
    • cicciobello scrive:
      Re: "gli appassionati...
      - Scritto da: M.R.
      ... preferiranno sempre scaricare i brani
      musicali nei formati comuni (MP3 ecc) o
      acquistare i CD-Audio
      fisici."

      Riusciranno a campare solo di "appassionati"?Ne dubito. I musicisti di musica classica, che suonano nei teatri o nei saloni, campano solo di appassionati, ma quelli che fanno canzonette no: sono sempre campati con il grande pubblico (vendite di dischi, diritti radiofonici e televisivi, franchising...). Questo tipo di musicista è destinato a sparire (o a ridimensionarsi molto, tornando a suonare nei locali e nei centri sociali) O
      dovranno vendere i cd a 1000,00 (non che adesso
      siano
      economici...).Se l'utente deve scegliere tra un cd a 1000 euro, e una raccolta di mp3 scaricata gratis, la scelta sarà ovvia.Di cd a 1000 euro ne venderanno solo uno (quello da cui verranno rippati i brani)
      Sinceramente lo streaming musicale anche grazie
      alle offerte "always on" sui cellulari sta
      diventandola soluzione definitiva alla voglia di
      musica grazie al catalogo sterminato e al fatto
      che si può variare quando ci si stufa delle
      solite canzoni senza essere legato a quello che
      si ha a
      casa.
      Se poi sono anche gratuite....In tal caso, l'unico limite è dato dal fatto che non tutti hanno la tariffa flat, e che ci sono ancora delle aree non coperte; ma tale limite sta già venendo superato. L'idea stessa di comprare la musica è ormai inconcepibile, così come ci appare assurda l'idea di qualcuno che accenda il televisore apposta per vedere la pubblicità (eppure, un tempo era così: quando la tv era ancora poco diffusa, la guida tv indicava non solo gli orari dei programmi, ma anche degli spot pubblicitari... e la gente li guardava, presa dalla novità).
      • krane scrive:
        Re: "gli appassionati...
        - Scritto da: cicciobello
        - Scritto da: M.R.
        L'idea stessa di comprare la musica è ormai
        inconcepibile, così come ci appare assurda l'idea
        di qualcuno che accenda il televisore apposta per
        vedere la pubblicità (eppure, un tempo era così:
        quando la tv era ancora poco diffusa, la guida tv
        indicava non solo gli orari dei programmi, ma
        anche degli spot pubblicitari... e la gente li
        guardava, presa dalla novità).Veramente io dai musici che suonano nei centri sociali conpro parecchi CD.
        • guaglione del centro sociale scrive:
          Re: "gli appassionati...
          - Scritto da: krane
          Veramente io dai musici che suonano nei centri
          sociali conpro parecchi
          CD.Grandi artisti insomma... (rotfl)
          • krane scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: guaglione del centro sociale
            - Scritto da: krane

            Veramente io dai musici che suonano

            nei centri sociali conpro parecchi

            CD.
            Grandi artisti insomma... (rotfl)Migliori di molti altri.Ma se preferisci la pausini ascotatela chi ti dice niente ?
      • 2014 scrive:
        Re: "gli appassionati...
        - Scritto da: cicciobello
        Se l'utente deve scegliere tra un cd a 1000 euro,
        e una raccolta di mp3 scaricata gratis, la scelta
        sarà
        ovvia.
        si, per te si, ma pure se il cd costasse un euro :D
        • Termino tutte le frasi con lo smile scrive:
          Re: "gli appassionati...
          - Scritto da: 2014
          si, per te si, ma pure se il cd costasse un euro
          :DVedo che c'è chi ama prenderlo nel retto, pagando per ciò che è infinitamente replicabile (quindi per la legge della svalutazione, infinitamente economico) e contemporaneamente finanziando un manipolo di nullafacenti che se potessero spegnerebbero internet.I detentori di diritto prendono già i soldi dalla SIAE per ogni oggetto fisico (e anche non, visto che vogliono tassare il cloud) che compriamo. E li prenderebbero anche nell'ipotesi che smettessero di produrre musica.In pratica sono già pagati per fare nulla.Pensa a quanto bisogna essere rinXXXXXXXXti per difenderli sui forum senza essere pagati per farlo :D
    • panda rossa scrive:
      Re: "gli appassionati...
      - Scritto da: M.R.
      ... preferiranno sempre scaricare i brani
      musicali nei formati comuni (MP3 ecc) o
      acquistare i CD-Audio
      fisici."

      Riusciranno a campare solo di "appassionati"? La musica esisteva da qualche secolo prima dell'invenzione di Edison.La musica e' fatta per essere SUONATA, non registrata.La musica da sempre campa grazie agli appassionati.Ovviamente parliamo di musica bella.Avere musica registrata gratis porta un innegabile vantaggio: scomparira' tutta quella musica fasulla fatta solo per vendere registrazioni.
      • 2014 scrive:
        Re: "gli appassionati...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: M.R.

        ... preferiranno sempre scaricare i brani

        musicali nei formati comuni (MP3 ecc) o

        acquistare i CD-Audio

        fisici."



        Riusciranno a campare solo di
        "appassionati"?


        La musica esisteva da qualche secolo prima
        dell'invenzione di
        Edison.
        La musica e' fatta per essere SUONATA, non
        registrata.
        La musica da sempre campa grazie agli
        appassionati.

        Ovviamente parliamo di musica bella.
        Quella che si potevano permettere solo re e cardinali?Chi non ha un organo a canne in casa? :DPoi è arrivato il povero Edison e la musica è diventata alla portata di TUTTI, ma qualcuno preferisce tornare al medioevo...
        • panda rossa scrive:
          Re: "gli appassionati...
          - Scritto da: 2014
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: M.R.


          ... preferiranno sempre scaricare i
          brani


          musicali nei formati comuni (MP3 ecc) o


          acquistare i CD-Audio


          fisici."





          Riusciranno a campare solo di

          "appassionati"?





          La musica esisteva da qualche secolo prima

          dell'invenzione di

          Edison.

          La musica e' fatta per essere SUONATA, non

          registrata.

          La musica da sempre campa grazie agli

          appassionati.



          Ovviamente parliamo di musica bella.


          Quella che si potevano permettere solo re e
          cardinali?Esatto, quella.
          Chi non ha un organo a canne in casa? :DOggi tutti.
          Poi è arrivato il povero Edison e la musica è
          diventata alla portata di TUTTI, ma qualcuno
          preferisce tornare al
          medioevo...Esatto. Quelli che pretendono di mettere balzelli sull'aria fatta vibrare da un dispositivo elettronico per poter foraggiare col ricavato una casta di parassiti.Medioevo, appunto.
        • snoopy scrive:
          Re: "gli appassionati...


          Ovviamente parliamo di musica bella.


          Quella che si potevano permettere solo re e
          cardinali?
          Chi non ha un organo a canne in casa? :D
          Poi è arrivato il povero Edison e la musica è
          diventata alla portata di TUTTI, ma qualcuno
          preferisce tornare al
          medioevo...non so se rientra nel "bella", ma la musica c'è sempre stata sin dall'inizio dell'umanità e in tutti gli strati sociali
        • cicciobello scrive:
          Re: "gli appassionati...

          Quella che si potevano permettere solo re e
          cardinali?
          Chi non ha un organo a canne in casa? :DSe la musica era commissionata da un cardinale, potevi sentirla ogni volta che andavi in chiesa (e in chiesa c'era l'organo); d'altra parte, senza registratori l'unico modo per farla ascoltare a tutti era di suonare la musica in un luogo pubblico
          Poi è arrivato il povero Edison e la musica è
          diventata alla portata di TUTTI, ma qualcuno
          preferisce tornare al
          medioevo...Si chiama mecenatismo, e sarebbe una soluzione.Comunque, tornare ai modelli medioevale per la musica non sarebbe male, visto che la musica come la intendiamo oggi è stata proprio inventata nel medioevo, con l'invenzione, da parte di Guido d'Arezzo, della scrittura delle note (prima si suonava a orecchio e basta): e non ci è pervenuto nulla della musica precedente, a parte i testi ( che in molti casi non si riusciva a capire se fossero brani di musica o poesie), perché non c'era nessun modo di conservare la musica.
          • 2014 scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: cicciobello

            Quella che si potevano permettere solo re e

            cardinali?

            Chi non ha un organo a canne in casa? :D

            Se la musica era commissionata da un cardinale,
            potevi sentirla ogni volta che andavi in chiesa
            (e in chiesa c'era l'organo); d'altra parte,
            senza registratori l'unico modo per farla
            ascoltare a tutti era di suonare la musica in un
            luogo
            pubblico



            Poi è arrivato il povero Edison e la musica è

            diventata alla portata di TUTTI, ma qualcuno

            preferisce tornare al

            medioevo...

            Si chiama mecenatismo, e sarebbe una soluzione.Si chiama inventore del fonografo...Non basta scaricare i libri di storia devi anche STUDIARLI

            Comunque, tornare ai modelli medioevale per la
            musica non sarebbe male, visto che la musica come
            la intendiamo oggi è stata proprio inventata nel
            medioevo, con l'invenzione, da parte di Guido
            d'Arezzo, della scrittura delle note (prima si
            suonava a orecchio e basta): e non ci è pervenuto
            nulla della musica precedente, a parte i testi (
            che in molti casi non si riusciva a capire se
            fossero brani di musica o poesie), perché non
            c'era nessun modo di conservare la
            musica.
          • cicciobello scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: cicciobello


            Quella che si potevano permettere solo
            re
            e


            cardinali?


            Chi non ha un organo a canne in casa? :D



            Se la musica era commissionata da un
            cardinale,

            potevi sentirla ogni volta che andavi in
            chiesa

            (e in chiesa c'era l'organo); d'altra parte,

            senza registratori l'unico modo per farla

            ascoltare a tutti era di suonare la musica
            in
            un

            luogo

            pubblico






            Poi è arrivato il povero Edison e la
            musica
            è


            diventata alla portata di TUTTI, ma
            qualcuno


            preferisce tornare al


            medioevo...



            Si chiama mecenatismo, e sarebbe una
            soluzione.

            Si chiama inventore del fonografo...
            Non basta scaricare i libri di storia devi anche
            STUDIARLISe non sai cos'è il mecenatismo puoi guardare su wikipedia, invece di palesare la tua ignoranza.
          • 2014 scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: cicciobello
            - Scritto da: 2014

            - Scritto da: cicciobello



            Quella che si potevano permettere
            solo

            re

            e



            cardinali?



            Chi non ha un organo a canne in
            casa?
            :D





            Se la musica era commissionata da un

            cardinale,


            potevi sentirla ogni volta che andavi in

            chiesa


            (e in chiesa c'era l'organo); d'altra
            parte,


            senza registratori l'unico modo per
            farla


            ascoltare a tutti era di suonare la
            musica

            in

            un


            luogo


            pubblico









            Poi è arrivato il povero Edison e
            la

            musica

            è



            diventata alla portata di TUTTI, ma

            qualcuno



            preferisce tornare al



            medioevo...





            Si chiama mecenatismo, e sarebbe una

            soluzione.



            Si chiama inventore del fonografo...

            Non basta scaricare i libri di storia devi
            anche

            STUDIARLI

            Se non sai cos'è il mecenatismo puoi guardare su
            wikipedia, invece di palesare la tua
            ignoranza.Se non sai chi è Edison siamo proprio messi male
          • cicciobello scrive:
            Re: "gli appassionati...

            Se non sai chi è Edison siamo proprio messi maleSai leggere, almeno? Il fonografo di Edison permette di riprodurre la musica; la stessa cosa si può fare oggi con un lettore mp3. Quindi, si possono fare le COPIE.Nel medioevo occorreva suonarla sul momento, quindi spesso i musicisti suonavano in luoghi frequentati (ad esempio, molta musica era suonata in chiesa).I compositori spesso lavoravano per re o nobili, che li pagavano per creare musica nuova (e questi erano i mecenati); nulla impedisce di usare tale modello anche oggi: il mecenate paga il musicista, il musicista suona la musica e la registra, il mecenate diffonde la musica in rete.Ora hai capito o ti serve il disegnino?Il fonografo non c'entra nulla con il problema, perchè non crea la musica, la riproduce solo (se bastasse quello, potremmo eliminare del tutto e per sempre la figura del musicista e il problema di come pagarlo non si porrebbe proprio)
          • 2014 scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: cicciobello

            Se non sai chi è Edison siamo proprio messi
            male

            Sai leggere, almeno? si, io si

            Il fonografo di Edison permette di riprodurre la
            musica; la stessa cosa si può fare oggi con un
            lettore mp3. Quindi, si possono fare le
            COPIE.Il riferimento era proprio quello, ci sei arrivato
            I compositori spesso lavoravano per re o nobili,
            che li pagavano per creare musica nuova (e questi
            erano i mecenati); nulla impedisce di usare tale
            modello anche oggi: il mecenate paga il
            musicista, il musicista suona la musica e la
            registra, il mecenate diffonde la musica in
            rete.Bene adesso datti da fare a trovare mecenati :D
          • cicciobello scrive:
            Re: "gli appassionati...

            Bene adesso datti da fare a trovare mecenati :DPerchè mai dovrei? Io non scrivo musica, quindi non ho bisogno di trovare mecenati per me.
          • 2014 scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: cicciobello

            Bene adesso datti da fare a trovare mecenati
            :D

            Perchè mai dovrei? Io non scrivo musica, quindi
            non ho bisogno di trovare mecenati per
            me.per poter continuare a scroccare: no mecenati no party :D
          • krane scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: cicciobello


            Bene adesso datti da fare a


            trovare mecenati :D

            Perchè mai dovrei? Io non scrivo

            musica, quindi non ho bisogno di

            trovare mecenati per me.
            per poter continuare a scroccare: no
            mecenati no party
            :DMa a quel punto ci sarebbe tutta la musica del mondo fino ad ora liberamente ascoltabile, cen'e' per 4 vite.
          • 2014 scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: 2014

            - Scritto da: cicciobello



            Bene adesso datti da fare a



            trovare mecenati :D



            Perchè mai dovrei? Io non scrivo


            musica, quindi non ho bisogno di


            trovare mecenati per me.

            per poter continuare a scroccare: no

            mecenati no party

            :D

            Ma a quel punto ci sarebbe tutta la musica del
            mondo fino ad ora liberamente ascoltabile, cen'e'
            per 4
            vite.E quando l'hai finita, inizi con i canti popolari afgani o la poliritmia africana? :D
          • Passante scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: 2014


            - Scritto da: cicciobello




            Bene adesso datti da fare a




            trovare mecenati :D





            Perchè mai dovrei? Io non scrivo



            musica, quindi non ho bisogno di



            trovare mecenati per me.


            per poter continuare a scroccare: no


            mecenati no party


            :D



            Ma a quel punto ci sarebbe tutta la musica
            del

            mondo fino ad ora liberamente ascoltabile,
            cen'e'

            per 4

            vite.
            E quando l'hai finita, inizi con i canti popolari
            afgani o la poliritmia africana?
            :DSe mi fanno vivere 4 vite alla 5 i canti afgani ci possono anche stare.
          • cicciobello scrive:
            Re: "gli appassionati...

            E quando l'hai finita, inizi con i canti popolari
            afgani o la poliritmia africana?
            :DCi porremo il problema quando sarà finita.
          • 2014 scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: cicciobello

            E quando l'hai finita, inizi con i canti
            popolari

            afgani o la poliritmia africana?

            :D

            Ci porremo il problema quando sarà finita.tanto non è un problema tuo...
          • cicciobello scrive:
            Re: "gli appassionati...


            Ci porremo il problema quando sarà finita.
            tanto non è un problema tuo...Quindi mi stai dando ragione: il problema non mi tocca, e non spetta a me risolverlo.
          • cicciobello scrive:
            Re: "gli appassionati...

            per poter continuare a scroccare: no mecenati no
            party
            :DNo, perché? La musica mica si cancella, anche se nessuno la produce più; al massimo non ci sarà più musica nuova.
          • krane scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: cicciobello

            per poter continuare a

            scroccare: no mecenati

            no party

            :D
            No, perché? La musica mica si cancella, anche
            se nessuno la produce più; al massimo non ci
            sarà più musica nuova.Infatti io continuo a dire agli artisti: se non vi va bene che la gente scarichi i brani fate come tutti quelli che non sono contenti delle proprie condizioni di lavoro, scioperate !
          • 2014 scrive:
            Re: "gli appassionati...
            - Scritto da: cicciobello

            per poter continuare a scroccare: no
            mecenati
            no

            party

            :D

            No, perché? La musica mica si cancella, anche se
            nessuno la produce più; al massimo non ci sarà
            più musica
            nuova.Bel mondo di me@@a in cui vivi :D
          • cicciobello scrive:
            Re: "gli appassionati...


            No, perché? La musica mica si cancella,
            anche
            se

            nessuno la produce più; al massimo non ci
            sarà

            più musica

            nuova.
            Bel mondo di me@@a in cui vivi :DPerchè, tu vivi in un altro mondo?
Chiudi i commenti