Il tesoro nascosto di Silk Road

Nel sequestro dell'e-retailer di droga e passaporti falsi mancherebbe all'appello una gran quantità di Bitcoin, dicono i ricercatori. Che identificano transazioni sospette e possibili legami con Mr. Bitcoin in persona

Roma – Ross William Ulbricht resta in galera, ma il mistero di Silk Road non fa che infittirsi: il presunto Dread Pirate Roberts (DPR), responsabile della gestione del servizio di compravendita illegale attivo su Tor e recentemente sequestrato dall’FBI, nasconderebbe un “tesoro” molto più consistente dei 122 milioni di dollari in BTC rinvenuti dal Bureau statunitense sul laptop di Ulbricht.

L’ipotesi arriva da un nuovo lavoro di ricerca sul mercato dei Bitcoin realizzato da Dorit Ron e Adi Shamir presso il Weizmann Institute israeliano, una ricerca in via di pubblicazione che scava all’interno delle transazioni Bitcoin e identifica movimenti sospetti forieri di ipotesi molto suggestive per l’intero mondo dei BTC.

Ron e Shamir dicono in particolare di aver individuato un trasferimento di ben 1.000 Bitcoin avvenuto il 20 marzo del 2013, una transazione avvenuta tra un account controllato dal succitato Ulbricht e un altro creato nel gennaio del 2009 – vale a dire agli albori dello “startup” dell’intero network crittografico alla base della discussa moneta virtuale.

Non si tratta del comportamento di un cliente tipo di Silk Road, spiegano i ricercatori, e la storia di uno degli account coinvolti potrebbe suggerire il coinvolgimento del creatore di Bitcoin Satoshi Nakamoto. Almeno per il momento, avvertono i ricercatori, si tratta solo di un’ipotesi.

E per quanto riguarda il “tesoro” nascosto? Gli scienziati israeliani ipotizzano che quei 122 milioni di dollari sequestrati a DPR rappresentino in realtà solo il 22 per cento dei fondi Bitcoin accumulati dal boss di Silk Road. La caccia continua.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    Ma si ...
    siamo in italia dopo 20 anni ormai li conoscono tutti (sono sempre loro, e non sono meglio del Gargamella), regaleranno i Google Glass a politici e famiglia e la questione sarà rinviata al 3014 :DE' una strategia collaudatissima! ;D
  • Luca scrive:
    Ahahah
    Basta leggere l'ultima frase per capire con chi si parla.. "Non è tempo di rimandare" dice lui ma se il suo governaccio non fa altro che rimandare tutto a tempi migliori..
  • SonoIO scrive:
    Boccia, un nome una garanzia...
    ... di incompetenza.Boccia è stato uno dei fautori della ridicola e masochistica FFT, la cosiddetta Tobin Tax, indipendentemente da come la si pensi in astratto in pratica è una cosa che sta in piedi se la fa tutto il mondo o quasi, altrimenti ti limiti a PERDERE GETTITO E LAVORO che si sposta in paesi esenti.Chi vuole approfondire può cercare info sul tentativo Svedese, abortito dopo che si è visto che le transazioni si spostavano all'estero (Londra soprattutto).Qui penso sia la stessa roba, i trattati sono europei o addirittura mondiali (WTI) le leggina italiota serve solo a far fare passaggi televisivi ai proponenti.Se si vuole combattere il transfer price (in ultimo la causa del fatto che è possibile e legale spostare gli utili dove la tassazione è favorevole) bisogna attivarsi a livello EU o WTI.Sono leggi fatte solo per accontentare il teledipendente convinto che serva a fare pagare la crisi agli speculatori o alle società estere mentre in realtà faranno danni e basta.
    • Leguleio scrive:
      Re: Boccia, un nome una garanzia...

      Sono leggi fatte solo per accontentare il
      teledipendente convinto che serva a fare pagare
      la crisi agli speculatori o alle società estere
      mentre in realtà faranno danni e
      basta.E la cosa più triste è che la gente è convinta che se il conto lo pagassero speculatori e grandi società, loro smetterebbero di essere salassati. Non lo sanno che il debito dell'Italia è incolmabile.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Boccia, un nome una garanzia...
      contenuto non disponibile
  • Izio01 scrive:
    Ci sta lavorando la UE
    La UE ci sta lavorando proprio adesso e in maniera molto più strutturata.http://www.bloomberg.com/news/2013-10-22/eu-creates-expert-group-to-study-how-to-tax-digital-companies.htmlNon sarebbe meglio aspettare di vedere cosa ne uscirà, caro Boccia, prima di fare l'ennesima figura da cioccolatai per la fregola di ficcare le mani nelle tasche altrui?
    • SonoIO scrive:
      Re: Ci sta lavorando la UE
      - Scritto da: Izio01
      La UE ci sta lavorando proprio adesso e in
      maniera molto più
      strutturata.L'obbiettivo dei politici come Boccia sono i telegiornali e i media in generale, basta che daranno l'idea che si sta dando da fare e il teled ipendete è contento.Che poi in questo caso una legge nazionale sia totalmente inutile il 99% della gente non lo sa (i media mainstream non glielo dicono un po' per malafede un po' per ignoranza).
      • CrazyVerse scrive:
        Re: Ci sta lavorando la UE
        dopo le leggi ad personam arrivano anche le tasse ad personam... Sai quanti posti di lavoro e soldi in tasse gadagneremo se anche in italia si farebbe una legge per le società offshore come fanno in dalware, in germania, ecc... perchè mai una società dovrebbe avere a che fare con la complessità burocratica italiana.
        • Leguleio scrive:
          Re: Ci sta lavorando la UE

          Sai quanti posti di lavoro e soldi in tasse
          gadagneremo Guadagneremmo.
          se anche in italia si farebbe Si facesse.
          una
          legge per le società offshore come fanno in
          dalware, Delaware.
          in germania, ecc... perchè mai una
          società dovrebbe avere a che fare con la
          complessità burocratica
          italiana.Perché è nata, si è sviluppata e risiede in Italia, ad esempio.
          • Panda Rosa scrive:
            Re: Ci sta lavorando la UE
            E quindi se uno fattura ad un cinese, un tedesco, un italiano e un francese. Quante tasse deve pagare? E non dico solo google, ma anche io come singolo XXXXX.
Chiudi i commenti