Il TreCorder che copia tutto, ma tutto

Il nuovo dispositivo è pensato per le forze dell'ordine che vogliano ottenere una copia completa, compresa di file cancellati e altre chicche, degli hard disk di persone indagate. Con garanzie di non-manipolazione

Roma – L’incertezza domina la raccolta di prove informatiche in moltissimi casi, quando raccoglierle tutte e stabilire l’integrità e non-manipolazione dei dati è difficile, se non impossibile: in questo quadro una nuova arma si aggiunge a quelle disponibili. Si tratta di TreCorder , curioso nome dal sapore vagamente trekkiano per un dispositivo che potrebbe aiutare le forze dell’ordine e fornire contestualmente anche qualche garanzia in più agli indagati.

Stando alla sua presentazione , il dispositivo è pensato per copiare contemporaneamente fino a tre hard disk con una velocità di 2GB al minuto per ciascun disco. Dischi che possono essere indifferentemente IDE, S-ATA o SCSI. Al suo interno si trova una CPU dual core, 4 gigabyte di RAM, un drive da 500 GB e tre drive altrettanto grandi di backup.

Il computer catturatutto Il sistema, su cui girano sia Windows XP che Suse Linux e una serie di software dedicati, secondo i costruttori di Data Duplication Ltd. non solo è in grado di copiare l’immagine dell’hard disk di un indagato ma anche di individuare, con tool specifici, la presenza di file cifrati o steganografati.

Ma la cosa più rilevante promessa dai produttori è il rispetto dell’ integrità dei dati , essenziale sia per chi “preleva” l’immagine del disco, sia per chi è sottoposto a indagine. Una questione scivolosa , come ben sanno i lettori di Punto Informatico , e sulla quale si giocano molti aspetti dei procedimenti basati sulla computer forensics .

Il TreCorder in sé ricorda altri strumenti in uso, ma a spalleggiare la sua produzione e commercializzazione è nientemeno che EUREKA che, come segnala NetworkWorld , è uno dei più importanti enti di investimento pubblico-privato in Europa, che coinvolge decine di soggetti e che è dietro allo sviluppo di numerosi progetti, hi-tech e non.

È ancora presto per verificarne l’efficacia sul mercato ma si può sperare che TreCorder e altri dispositivi simili possano rivelarsi sufficienti a consentire alle forze dell’ordine che devono accedere al computer di una persona di evitarne il sequestro . Spesso, qui in Italia, il sequestro si traduce nella sottrazione del dispositivo per molte settimane, anche molti mesi, con tutte le conseguenze del caso sulla vita delle persone, vista l’assoluta centralità che il computer va acquisendo nella quotidianità.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mantor scrive:
    Attenzione a domani: 11 Settembre
    come da titolo
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Attenzione a domani: 11 Settembre
      - Scritto da: Mantor
      come da titoloAmmazza un americano domani: tanto daranno la colpa ad AlKeida...
    • ciliani scrive:
      Re: Attenzione a domani: 11 Settembre
      Anche perche' e' ricicciato Bin Laden (stavolta con barba nera, e' addirittura ringiovanito) che se la piglia addirittura con Noam Chomsky (ce lo vedo bene Bin Laden, nascosto nella grotta, che spiega ai talebani cui sarebbe indirizzato il filmato chi sia Chomsky...)Bush sta sotto con i sondaggi ed ha disperato bisogno che succeda "qualcosa".Forse pero' e' ancora troppo presto, bisogna essere un po' piu' a ridosso delle elezioni perche' avvenga il "patatrac"
      • Emanuele Ciriachi scrive:
        Re: Attenzione a domani: 11 Settembre
        Al Qaeda ha colpito anche in Spagna prima delle elezioni; se ciò accadesse anche in America, non ci sarebbe da sorprendersi...La minaccia dell'Islam terrorista è reale e concreta, il sottovalutarla soltanto perché si odia Bush sarebbe un errore madornale.
        • Lillo scrive:
          Re: Attenzione a domani: 11 Settembre
          Mah delle storie di Spagna e Londra non c'erano parecchi dubbi anche lì, per convincere i governi di tali paesi a seguire gli USA e legittimarne le azioni in medioriente?
          • dadaumpa scrive:
            Re: Attenzione a domani: 11 Settembre
            infatticon gl spagnoli ha funzionato la strategia di colpirli perchè si incazzassero e andassero in guerra
          • dadaumpa scrive:
            Re: Attenzione a domani: 11 Settembre
            agliinglesi invece è bastato fare buh e sono partiti subitoocn il mitr ain mano....quella purtroppo è una faccenda culturale...
  • Stargazer scrive:
    e l'nwo?
    Ma no daigeorge ha promesso l'nwodeve piazzare la base in iraq prima di poter pensare di attaccare la cinanon può il popolino toglierli questa fissa
    • m00f scrive:
      Re: e l'nwo?
      l'attacco alla cina sarà per il 2009/2010 con supporto dell'ormai prossimo esercito europeo.Per il momento sta cercando di estromettere l'iran perchè è uno dei pochi paesi a non far parte del gruppo degli Illuminati e a professare la propria religione anti-satanista.
      • Lillo scrive:
        Re: e l'nwo?
        Ma perché contro la Cina?La Cina è il maggior produttore dei prodotti venduti dalle multinazionali USA e non ha risorse e materie prime come altri paesi. Un attacco alla Cina sarebbe senza senso.Leggi su quanti prodotti americani c'è scritto Made in China. Tutti i prodotti di Apple, Intel, IBM, di parte dei prodotti Dell. Perfino i motori di Harley-Davidson, ma anche BMW e una marea di prodotti europei.Attaccare la Cina distruggerebbe l'economia e gli investimenti di tutte queste aziende occidentali.Tra l'altro penso che gli USA stiano ingannando la Cina, stampando dollari ad oltranza da quest'anno addirittura senza più il numero di serie (lo ha comunicato Bernanke il governatore della FED quest'anno).La Cina ha una quantità di dollari impressionanti, che ora stanno perdendo valore a ritmo impressionante, una svalutazione forse anche voluta per ridurre la crescita economica cinese.I cinesi se ne sono resi conto e riutilizzano questi dollari investendoli negli USA stessi o in altri paesi stupidi che li accettano. Perché la Cina quando compra al'estero specie nei paesi africani preferisce il baratto o accetta anche moneta locale, anche le banconote dei paesi africani, che reinveste in quel paese comprando materie prime, quando non accetta direttamente materie prime in cambio di manufatti, metallurgia e prodotti tecnologici, il baratto di cui parlavo sopra.Prima della fine del suo mandato, molto probabilmente se ci sarà un'altra guerra sarà l'attacco all'Iran, che però si sta armando per difendersi... Per cui vedo dura la possibilità di andarlo a depredare.
        • m00f scrive:
          Re: e l'nwo?
          guarda questo: http://www.youtube.com/watch?v=S77xaGQXUYY
        • dadaumpa scrive:
          Re: e l'nwo?
          già hai scritto bene, ma evidentemente moof la geopolitica la scrive con la penna di winnie poe.cmq c'è anche da dire che il governo cinese ha in mano grossomodo la metà delle obbligazioni emesse dagli USA.motivo in più perchè gli USA non attacchino la Cina (nel breve periodo)parlando di lungo periodo le condizioni socio culturali ed economiche per una grande guerra ci sono, staremo a vedere, avendo io 25 anni confido che non la vedrò fin quando avrò i capelli bianchi (sperando di non diventare brizzolato a 30)non sapevo della storia dei baratti, hai qualche link per approfondire? (io offrirei loro olio e parmigiano per pezzi di computer ;-)
  • Tsukishiro Yukito scrive:
    La fine del Cespuglio
    Giorgino Cespuglio, non t'è servito tirar fuori dal frigo i video di Bin Laden con la barba colorata di nero.Ormai anche i tuoi fedeli sudditi si sono rotti di 'ste menate di Al Qaeda, e dell'inutilissimo bagno di sangue irakeno in cui li hai cacciati.Il TUO regno del terrore sta per giungere alla fine...Ti conviene autoorganizzarti un altro attentato, o rischi di finire nel dimenticatoio della storia.
    • m00f scrive:
      Re: La fine del Cespuglio
      Purtroppo il regno del terrore continuerà perchè non è GWBush ad averlo creato e voluto. E' il NWO a governare queste scelte. E dietro al NWO sappiamo tutti molto bene chi si cela, è scritto ovunque, lo scrissero gli antichi, lo dissero in tanti in passato, ma tutto venne sempre relegato all'ocultismo o al fanatismo.
  • m00f scrive:
    L'Invenzione
    Sempre più gente mette in dubbio la reale esistenza di un individuo, a capo di un'organizzazione che porta il nome di un database segretissimo della CIA.Costui si fa sentire, e vedere, solo in cocomitanza con eventi importanti come elezioni, scelte politiche antiliberali, ecc.... Come fosse il cattivone di turno di un cartone animato.Hanno fatto un mega attentato, sfruttando il blocco imprevisto e improviso della difesa aerea. Hanno raso al suolo un ala del Pentagono, casualmente vuota, con un Tomhawk colorato come gli aerei della American Airlines.Hanno dirottato un aereo che è riuscito ad evaporare completamente, compresi bagagli, passeggerei e motori, in un piccolo solco sul terreno.Hanno addestrato 4 sfigati a guidare la bicicletta e poi sono riusciti a pilotare, in maniera eccelsa, 2 Boing-737 con precisione all'impatto delle TwinTowers degna solo di sistemi militari installati sugli armamenti teleguidati.
    • Lillo scrive:
      Re: L'Invenzione
      Non ricordo dove leggevo che la dimosrazione della falsità del 9/11 non proveniva da video o chissà quali testimonianze ma dalla semplice matematica. Contando quanti kw di energia si ottengono da 1 barile di petrolio e dividendo i kw necessari agli USA annualmente per tutte le sue attività energetiche di trasporto e produzione per i kw ottenibili da un barile, si ha il fabbisgno annuo degli USA in barili.Confrontando questo dato con le risorse e il potenziale economico di approvviggionamento si ottiene che tra scorte e ciò che possono permettersi non andrebbero avanti 5-6 anni senza andare a depredare qualche paese produttore...E per fare ciò hanno bisogno di alleanze e legittimazioni. Ecco il 9/11 per convincere la gente ad accettare guerre e provvedimenti impopolari, compreso questo controllo di tutto e di tutti, si di tutti quei personaggi a capo di poteri economici, giudiziari e politici che potrebbero agire per limitare questi poteri o impedire ancora questi comportamenti.Scommetto che le vittime di questi controlli indiscriminati e lo spionaggio anti-terrorismo in realtà erano scrittori, politici, magistrati, senatori contrari a queste politiche del terrore e della violenza, o degli sprechi e dello sfruttamento.
    • YURY scrive:
      Re: L'Invenzione

      Sempre più gente mette in dubbio la realeSe per questo sempre più gente è convinta che le piramidi siano state costruite dai marziani.
    • Emanuele Ciriachi scrive:
      Re: L'Invenzione
      Non c'è niente da fare, i complottisti sono sempre uno spasso! (rotfl)
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: L'Invenzione
      Solo un miserabile può dire certe cose.Tutto si può dire, ma non che l'attentato dell'11 settembre sia una montatura della CIA o similari.1. E' stato rivendicato dagli autori (o forse per te anche Osama Bin Laden è un agente della CIA)con dovizia di particolari (tipo filmati testamento dei dirottatori)2. Ha evidenziato lacune strategiche importanti nei piani di difesa degli USA, evidenziandone la vulnerabilità3. E' stato seguito da altri attentati, Madrid e Londra in particolare, eseguiti dalla stessa organizzazione terroristica.Dire che la Cia era già informata dell'attentato e che non ha agito è un'altra bestialità. Basta vedere il numero di falsi allarmi che la stessa CIA ha comunicato al pubblico in questi anni, può essere benissimo che la CIA o qualche altro servizio segreto sapesse dell'attentato, ma come al solito in modo troppo generico per essere utile; tipo: è probabile un attentato ad un aereo americano in suolo americano per il mese di settembre, assieme magari ad altri 3 o 4 allarmi dello stesso tenore, incentrati su attentati previsti in altri periodi o su altri mezzi (che so una nave, la metropolitana, le stesse torri gemelle ecc...)
      • dadaumpa scrive:
        Re: L'Invenzione
        purtroppo con chi è convinto che si aun complotto non puoi ragionare in questi termini.al tuo ragionamento aggiungo che l'unica consa sensata scritta da moof è che hanno fatto la guerra in Iraq per il petrolio. questa è geopolitica e non mi stupisce affatto vista la storia degli ultimi 2-3mila anni.no mi ricordo chi l'altro giorno ha scritto proprio qui del New World Order....uno spasso
  • nome cognome scrive:
    a proposito di FBI , CIA etc..
    ecco qui un interessantissimo e corto documentario sui servizi segreti americani e le loro guerre segrete:http://www.youtube.com/watch?v=KIkEfvJhQGw
  • aaaa scrive:
    piccola vittoria
    ma la guerra e ancora da vincere comunque finalmente qualcosa si muove sul fronte occidentale ;)
  • francososo scrive:
    bè ma almeno una volta tanto...
    Mi sa che negli Stati Uniti stia per cambiar vento nuovamente.....
    • capoccione scrive:
      Re: bè ma almeno una volta tanto...
      - Scritto da: francososo
      Mi sa che negli Stati Uniti stia per cambiar
      vento
      nuovamente.....Oramai hanno superato il Point Of No Return. Hanno imboccato la strada dell'autodistruzione e a breve crolleranno come decine di imperi prima di loro.Ramen.
    • demi scrive:
      Re: bè ma almeno una volta tanto...
      si... si avvicinano le elezioni ;)
      • soulista scrive:
        Re: bè ma almeno una volta tanto...
        - Scritto da: demi
        si... si avvicinano le elezioni ;)bah tanto non cambia nulla. L'unica cosa di diverso che i repubblicani hanno rispetto ai democratici é la sfrontatezza tipica dei nazisti.Vorrei il nome di un presidente degli Stati Uniti che non abbia finanziato il terrorismo, da Truman in poi.
    • gohan scrive:
      Re: bè ma almeno una volta tanto...
      ma è sempre stata una cosa fatta ad arte quella di far credere al popolo americano che c'è un "terribile nemico" pronto a distruggere gli stati uniti, così li mantengono nella paura in modo che poi rinuncino a quei diritti fondamentali in nome della loro "sicurezza".
      • Luigi scrive:
        Re: bè ma almeno una volta tanto...
        Come se qua non cominciassero a pullulare telecamere e servizi di vigilanza ...
        • Lillo scrive:
          Re: bè ma almeno una volta tanto...
          L'hanno messa davanti alla stazione dove lascio la bicicletta quando prendo il treno per andare a lavoro a Milano, ma la bici me l'hanno fottuta lo stesso... :-)
        • alfa beta scrive:
          Re: bè ma almeno una volta tanto...
          a conti fatti lo schifo che c'e' qui crea ubna bella sinergia con quello dall'altra parte dell'oceano, non trovi?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: bè ma almeno una volta tanto...
        Beh, l'11 settembre non se lo sono inventati gli americani, ma una organizzazione terroristica sovvenzionata dai petroldollari. Vorrei vedere Voi se qualcuno vi piazzasse una bomba in casa e vi sterminasse la famiglia come reagireste.Ne si sono inventati il nazismo, senza il loro intervento durante la seconda guerra mondiale avremmo ancora probabilmente hitler e il duce (la minuscola è voluta!)Ne si sono inventati il comunismo e l'unione sovietica. I missili a Cuba (con rischio di olocausto nucleare mondiale) non li hanno messi gli americani, ne tantomeno gli Americani hanno costretto con le armi le nazioni occidentali su posizioni simili alle loro e decisamente anticomuniste, cosa che non si può dire per l'ex unione sovietica e i paesi da essa dominati.Per quanto riguarda l'imperialismo economico, basta guardare a quello che ha fatto il Giappone prima e la Cina ora. Un modello mi sembra molto più spregiudicato da quello tenuto dagli americani.Che gli americani (come nazione) spesso siano risultati poco simpatici e prepotenti è vero, ma guardatevi intorno, preferite forse Osama Bin Laden e le sue teorie sostenute da una legione di Islamici fanatici o la Cina neo capitalista d'assalto?Nel bene e nel male gli USA negli ultimi 60 e passa anni hanno garantito uno sviluppo pacifico dell'area occidentale, cosa che andando a rileggere i libri di storia non mi sembra tanto poco....
        • dadaumpa scrive:
          Re: bè ma almeno una volta tanto...
          purtroppo è proprio questo sviluppo pacifico che sta creando queste posizioni, tutto sommato è umanamente comprensibile che chi non ha mai vissuto nel senso di assolutismo prepotente che c'è negli stati asiatici o nel fatalismo tipico delle culture arabe (non musulmane) o nella violenza immonda delle popolazioni africane crede che tutti siano come noi.purtroppo è vero che noi siamo civili e gli africani no, quelli si fanno la guerra tra cugini perchè sono corrotti, violenti ed ignoranti e NON HANNO il concetto di dignità umana, purtroppo è questione culturale di cui non ha colpa nessuno, vengono da società profondamente animiste molto pià simili a quella indù che alle nostre seppur meno rafifnata di quella indù. a tral proposito domadatevi chi sono gli unici a sostenere questa gente in un cammino di crescita morale, l'unica vera soluzioe ai loro problemi che però sarà davvero lunga arealizzarsi, i frati e le missioni cattoliche....(vaticano)purtroppo è vero che noi siamo democratici (nel senso di ragionevoli che ci mettiamo ad ascoltare una avversario) mentre i cinesi od asiatici assolutamente no (l'illuminismo c'è stato solo qui)purtroppo è vero che in sudamerica sono fascisti (autoritarismo) mentre noi abbiamo superato quella fasepurtroppo è vero che gli arabi sono teste di cazzo che volgiono fare sempre i furbi e dimostrare di esser epiù astuti dell'altro, loro questa lo chiamano onore/onestà/virilità.purtroppo è vero che gli americani per quanto siano degli zoticoni antipatici e tronfi sono il meglio che possiamo augurarci, almeno loro ti lasicano parlare ed esprimerti senza ucciderti (e noon parlatemi di guantanamo, quella è guerra, quelli che invece vengono impiaccati in piazza a teheran per blasfemia vengono uccisi in tempo di pace)pensate poi al caso di pretofilia per capire chi è il censore e chi no.tutto quello che ho scritto sopra ovviamente è riferito a queste culture in generale, non ai singoli, ogniuno di noi credo che possa esser emolto diverso da come sono le proprie origini ma quella è la situaizone, noi europei viviamo in un paradiso, forse l'unico luogo dulla terra in cui si vive bene! siamo ricchied abbiamo gente civile ed dei bei pesaggi ed una lunga storia, da nessuan parte ci sono tutte e tre le cose, il resto del mondo è molto peggio, non dimentichiamocelo.
Chiudi i commenti