Il WiFi entra nelle fotocamere da dietro

Una società americana sta testando una memory card che consentirà di aggiungere funzionalità wireless a tutte le fotocamere dotate di uno slot per memorie SecureDigital. La comodità ha però il suo prezzo

Mountain View (USA) – I modelli di fotocamera digitale con WiFi integrato sono ancora pochi, ma presto sarà possibile aggiornare alla celebre tecnologia wireless qualsiasi dispositivo che utilizzi le diffusissime memory card SecureDigital (SD).

La startup californiana Eye-Fi ha progettato una scheda di memoria SD che, oltre alla memoria flash vera e propria, contiene l’elettronica necessaria per connettersi in modo autonomo ad una rete WiFi . Inserita in un qualunque dispositivo dotato di slot SD, tipicamente una fotocamera consumer, la schedina permette di trasferire le proprie foto direttamente ad un PC, ad una stampante o su Internet.

L’utente può modificare il profilo di connessione della scheda in base alle proprie esigenze, ma al momento non è chiaro se questa sia in grado di connettersi agli hotspot pubblici in modo automatico o vada preventivamente configurata via PC.

I dettagli sul prodotto sono del resto ancora scarsi: ciò che l’azienda ha rivelato è che la memoria sarà pienamente conforme con lo standard SecureDigital ed avrà una capacità iniziale di 2 GB : questo è un taglio supportato da tutte le fotocamere in commercio, anche da quelle non compatibili con la recente specifica SD 2.0 ( SDHC ).

Per quel che riguarda i consumi , Eye-Fi ha spiegato che le funzionalità di rete della propria scheda sono programmate per spegnersi automaticamente alla fine di ogni sessione di trasferimento.

La scheda WiFi di Eye-Fi è sotto beta testing dallo scorso autunno, ed il suo debutto sul mercato dovrebbe avvenire all’inizio del prossimo anno. L’azienda stima che il prezzo finale sarà intorno ai 100 dollari , dunque dalle tre alle quattro volte superiore a quello di una SD standard da 2 GB. Ciò considerato, resta da vedere quanti consumatori saranno disposti a pagare questa cifra per “tagliare il filo” alle loro fotocamere, soprattutto considerando che la stragrande maggioranza degli utenti dispone ormai di un card reader, che già elimina la necessità di utilizzare il cavo USB in dotazione con la macchina.

All’inizio del 2005 Kodak è stata tra le prime ad introdurre sul mercato una fotocamera, la EasyShare-One , in grado di supportare la tecnologia WiFi per mezzo di un add-on opzionale. In seguito altri produttori, come Nikon e Canon , hanno integrato il chippetto WiFi direttamente all’interno di alcuni loro modelli di fotocamera. Entrambe le soluzioni, integrata e tramite add-on, non hanno finora trovato molto seguito nell’industria del settore.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • azureus scrive:
    torrentspy
    allora lo dobbiamo utilizzare, si o no?io credo di non perchè ci controllono.
  • Pintar Antonieta scrive:
    Correzione sulla mia precedente da canc
    PRINCIPIO GIURISPRUDENZIALE: LA RETE DI INTERNET NON E' LA TERRA DI NESSUNO DOVE OGNUNO SI FA GIUSTIZIA DA SE', ANCHE IN RETE VALGONO I DIRITTI DI CITTADINANZA E ANCHE IN RETE TOCCA ALLA MAGISTRATURA E ALLE FORZE DELL'ORDINE METTERE IN ATTO INCHIESTE NEL RISPETTO DELLA LEGGE! ...Beccato sul WEB ( non è mio...)! Salve, volevo solo dire che non ritengo corretto assicurare una libertà, per poi ,negarla! Peggio! Non si capisce se l'uso del potere Legislativo, sia a favore dei diritti delle "masse povere" ed emarginate (economicamente), in una realtà "VIRTUALE" come questa, del WEB! Costruita e " VIVA" grazie al contributo individuale di milioni di persone che pagano, quotidianamente, i propri collegamenti, con grandi sacrifici,nonchè l'accessibilità da parte di tutte le varie ETNIE esistenti!.... Creata, e proposta, dalle MULTINAZIONALI del BUSINNES (con il fine di vendere apparecchiature, software e hardware costosissimi da loro stessi prodotti, ed ai LORO COSTI...( aimèhhh) infine, a noi proposti!!!) Tutto ciò, allo scopo di aumentare le loro già KOLOSSALI ENTRATE (!) ECONOMICO-MONETARIE senza contare poi,i risvolti neidei LISTINI delle BORSE di tutto il MONDO!!!!Ragazzi, siamo stati: praticamente truffati!Sì ma la colpa è un p'ò di tutti, anche di quelli che si dichiaravano e si dichiarano fuori dal coro!!!C'è solo una cosa da fare!! CHIEDERE IL GIUSTO DIRITTO A SKARICARE "senza alcun intento di creare del profitto" in un terreno VIRTUALE in cui tutti possono entrare, tutti possono liberamente scambiare il prorio prodotto legale, certi del rispetto costituzionalmente garantito della propria "PRIVACY" poichè, alla fine...nessuno è il padrone materiale del WEB!
  • Pintar Antonieta scrive:
    contestazione sdul diritto a scambiarsi
    Ciao, volevo solo dire che non è giuridicamente corretto assicurare una libertà, e poi ,violarla! Peggio! Non si capisce se l'uso del potere legislativo, sia a favore dei diritti delle masse povere ed emarginate (economicamente), ed una realtà "VIRTUALE" come questa, del WEB, costruita da milioni di persone ed etnie, creata a proposta dalle MULTINAZIONALI del BUSINNES ( per poi vendere apparecchiature, software e hardware costosissimi e da LORO prodotti, ai LORO COSTI... aimèhhh, infine, a noi proposti!!!)tutto questo allo scopo di aumentare le loro KOLOSSALI ENTRATE!!!.....noooohhh! ECONOMICO-MONETARIE senza contare poi, i risvolti deinei LISTINI delle BORSE di tutto il MONDO!!!! Ragazzi, siamo stati truffati!Sì ma la colpa è un p'ò di tutti, anche di quelli che si dichiaravano fuori dal coro!!! C'è saolo una cosa da fare!! CHIEDERE IL GIUSTO DIRITTO A SKARICARE in un terreno VIRTUALE in cui tutti possono entrare, ma nessuno è padrone di NULLA!!! Viva NOI LIBERI!!!
    • Pintar Antonieta scrive:
      Re: contestazione sdul diritto a scambiarsi
      Voglio che venga cancellata!Ho riscritto il testo e lo considero pi adegato!Grazie!
    • Pintar Antonieta scrive:
      Re: contestazione sdul diritto a scambiarsi
      PRINCIPIO GIURISPRUDENZIALE: LA RETE DI INTERNET NON E' LA TERRA DI NESSUNO DOVE OGNUNO SI FA GIUSTIZIA DA SE', ANCHE IN RETE VALGONO I DIRITTI DI CITTADINANZA E ANCHE IN RETE TOCCA ALLA MAGISTRATURA E ALLE FORZE DELL'ORDINE METTERE IN ATTO INCHIESTE NEL RISPETTO DELLA LEGGE! ...Beccato sul WEB ( non è mio...)! Salve, volevo solo dire che non ritengo corretto assicurare una libertà, per poi ,negarla! Peggio! Non si capisce se l'uso del potere Legislativo, sia a favore dei diritti delle "masse povere" ed emarginate (economicamente), in una realtà "VIRTUALE" come questa, del WEB! Costruita e " VIVA" grazie al contributo individuale di milioni di persone che pagano, quotidianamente, i propri collegamenti, con grandi sacrifici,nonchè l'accessibilità da parte di tutte le varie ETNIE esistenti!.... Creata, e proposta, dalle MULTINAZIONALI del BUSINNES (con il fine di vendere apparecchiature, software e hardware costosissimi da loro stessi prodotti, ed ai LORO COSTI...( aimèhhh) infine, a noi proposti!!!) Tutto ciò, allo scopo di aumentare le loro già KOLOSSALI ENTRATE (!) ECONOMICO-MONETARIE senza contare poi,i risvolti neidei LISTINI delle BORSE di tutto il MONDO!!!!Ragazzi, siamo stati: praticamente truffati!Sì ma la colpa è un p'ò di tutti, anche di quelli che si dichiaravano e si dichiarano fuori dal coro!!!C'è solo una cosa da fare!! CHIEDERE IL GIUSTO DIRITTO A SKARICARE "senza alcun intento di creare del profitto" in un terreno VIRTUALE in cui tutti possono entrare, tutti possono liberamente scambiare il prorio prodotto legale, certi del rispetto costituzionalmente garantito della propria "PRIVACY" poichè, alla fine...nessuno è il padrone materiale del WEB!
  • Anonimo scrive:
    Isohunt già lo fa
    Da giorno 10 giugno Isohunt e molti altri siti del settore hanno pubblicato l'avviso di essere costretti a monitorare l'attività degli utenti nel sito
  • Pejone scrive:
    Centinaia di siti
    Ci sono centinaia di siti come -e anche meglio- di Torrent Spy...Questo sito lede la nostra privacy??Usiamone un altro.
  • Reolix scrive:
    Torrent
    "costituendo a tutti gli effetti una possibile prova dell'infrazione"Siamo arrivati al reato preventivo....tempi bui...
  • Enjoy with Us scrive:
    Ha Ha Ha!
    Cosa pensano di perseguitare i server di tutto il mondo?E' una politica fallimentare, spingeranno solo chi e' proprietaro di server a nascondersi meglio (es. in paesi con leggi meno aggressive) e a cambiare frequentemente ragione sociale.
    • Pintar Antonieta scrive:
      Re: Ha Ha Ha!
      Hai perfettamente ragione!!Basta con questi abusi di Kontrollo, ne abbiamo le PALLE piene!!!Questo territorio è VIRTUALE!!! NON è MATERIALE!!!E la gente che gli infonde VITAAAAA!!! NON, le MULTINAZIONALI!!!
  • FRED scrive:
    [OT] per redazione importante
    Scrivo qui perche' e' la notizia piu' vicino all'argomento.Dico solo che sarebbe bene sfruttando opportunamente le frammentarie notizie che arrivano (in cui l'incertezza che fa da padrone e' un buon campanello d'allarme) e contando sulla visibilita' di PI tutti i giorni ci vorrebbe una notiziola in angolo per richiamare l'attenzione di tutti ma soprattuto di tenerla sempre in piedi.non vi spiego di che si tratta dato che ho poco tempo ed e' scritto tutto su questi 2 threadsulle altre iniziative simili a quella di Peppermint, a quel che ho capito una serie di nomi potrebbe gia' essere stata consegnata.http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=13990&forum=4sul tentativo di modifica della legge che rende il filesharing un reato penale, tentativo che se non facciamo nulla finira' definitivamente bloccato, motivo per cui scrivo questo messaggiohttp://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=13986&forum=4http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=13986&forum=4
  • ... scrive:
    Ma che glieli conservino...
    I Dump della Ram intendo...Giga interi di ogni attimo dove sia leggibile ogni traccia di movimento di ogni processo dei server in questione. Che li passino pure alla MAFIAA poi questi potranno divertirsi con HexEdit a cacciare fuori qualcosa di utile...Per l'occasione che utilizzino server windows così il pattume da decifrare sarà esponenzialmente maggiore...
    • gohan scrive:
      Re: Ma che glieli conservino...
      dubito che useranno i dump della ram... molto più semplice usare un ben più semplice sistema di logging classico che registra gli accessi su un database. ;)
    • ... scrive:
      Re: Ma che glieli conservino...
      No no, devono dargli i dump della ram e trasmetterli con addebito al destinatario via fax :D
Chiudi i commenti