In Cina i computer hanno la peste

8 PC su 10 in Cina sono colpiti dai virus informatici. Lo affermano le cifre di un rapporto ufficiale. Ingenti le perdite di dati e altri danni. Le cifre della catastrofe
8 PC su 10 in Cina sono colpiti dai virus informatici. Lo affermano le cifre di un rapporto ufficiale. Ingenti le perdite di dati e altri danni. Le cifre della catastrofe


Pechino (Cina) – Si avverte preoccupazione per il futuro nella presentazione di un rapporto ufficiale delle autorità di controllo cinesi secondo cui nel paese solo il 16 per cento dei computer non ha subito attacchi e danni a causa di virus informatici. Un disastro probabilmente senza precedenti nel mondo.

Ad affermarlo, stando a quanto pubblicato dal quotidiano di regime China Daily , sono gli esperti del Centro nazionale emergenze virus informatici che hanno analizzato la situazione in sei settimane di lavoro, con sondaggi che hanno toccato imprese e privati in tutto il paese.

Quel che è peggio, secondo le autorità, è che nel tempo la situazione va peggiorando. I dati affermano infatti che l’anno scorso un utente di PC su tre sosteneva di non aver mai subito aggressioni da virus. Oggi quel numero si è drasticamente ridotto.

Come se non bastasse i danni sarebbero ingenti. Quasi il 50 per cento delle macchine colpite in Cina da virus avrebbero subito persino perdite di dati. Per non parlare dei “danni collaterali”, dal mancato funzionamento dei software internet ad altri danni secondari al corretto funzionamento delle macchine.

Secondo gli esperti del Centro la causa della diffusione dei virus è internet, oggi utilizzata da 45 milioni di cinesi, mentre non vengono citati né sistemi operativi né applicativi particolari sui quali i virus possano avere un impatto più pesante che altrove.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 10 2002
Link copiato negli appunti