India, cell vietati agli under16

Una decisione drastica accolta tra le polemiche ma richiesta, dicono le autorità di una regione indiana, dalle necessità di sviluppo dei giovani

Roma – Il cellulare distrae i giovani a scuola e nelle università? Secondo le autorità dello stato del Karnataka, nell’India meridionale, la regione di Bangalore, c’è un solo rimedio: da alcune ore è vietato vendere telefoni cellulari ai minori di 16 anni.

La nuova regola, raccontano le cronache locali, comprende anche la messa al bando dei cellulari nelle scuole e nelle università .

A quanto pare l’utilizzo intenso dei telefonini da parte dei giovani ha allarmato il governo regionale: il ministro dell’Educazione Basavaraj Horatti ha dichiarato che genitori e scuole saranno ritenuti responsabili per qualsiasi violazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Matteo scrive:
    Non Confondiamo...
    Non confondiamo le cose: un conto è l'estrazione di un profilo DNA denominato DNA Fingerprinting che costituisce una semplice "impronta" genetica di una persona utile per riconoscimenti ed identificazione di criminali. Un conto sono altre analisi genetiche come la nutrigenetica o la ricerca di fattori ereditati per malattie genetiche... Sono cose ben distinte. Non facciamoci prendere da psicosi alla "GATTACA" o alla "The Island".
  • vaff@nUl0 scrive:
    raccolgono per far cosa?
    Raccolgono per inchiodare i malviventi. Ah ah ah, mi sganascio dalle risate, che cretini. I delinquenti vanno a spasso grazie all'indulto a che serve sta stronzata?. Che roba!
  • jerk scrive:
    ...E come lo proteggono?
    Sarebbe proprio un bell'affare: pensa un po che carino subire un furto di identità da DNA... come cavolo si potrebbe più dimostrarlo! Non essere in se stessi è antipatico ma così è incredibilmente drammatico e pericoloso.;-)
    • gimosi scrive:
      Re: ...E come lo proteggono?
      semplice, si affideranno alla competentissima compagnia (probabilmente di qualche parente del ministro rutelli) che ha curato, COSI TANTO BENE, il portale, anzi il proootale, Italia.it.Ma niente niente...portale, banca ddat informatica...c'ho preso?
  • Matteo scrive:
    L'avesse detto un leghista...
    .... sarebbe successo il finimondo.Polemiche, accuse di razismo, tuttologi pronti a dire la loro su privacy, paure e pippe varie.Concordo con Rutelli, ma la proposta non è nuova qui in Italia, era già stata bocciata tempo fa.
  • Sbronzo di Riace scrive:
    banche e solo banche
    Questi hanno la fissa delle banche.Rutelli facci sognare :-)http://altagradazione.blogspot.com/Alta Gradazione
  • Xendorf scrive:
    E come lo raccolgono?
    Supponiamo io sia un criminale incallito, magari latitante, pensate forse che andrei al primo pronto soccorso (o dove lo farebbero) per consegnargli il mio stesso DNA?Inoltre, chi mi garantisce che verrebbe usato solo per ricercare i colpevoli di un crimine e non anche per altre ragioni (alcuni esempi li ha riportati Maxy nel suo commento "Ma siamo matti?").Già ora le compagnie assicurative sono solite dirmi "Ti facciamo l'assicurazione sulla vita ma questa non comprenderà la morte a causa/concausa di attacchi epilettici" ... ?!?!? ... Sono epilettico, ok, ma proprio per questa ragione vorrei (e vi pagherei per questo "disturbo") l'assicurazione sulla vita.
  • Maxy scrive:
    Ma siamo matti!?
    Cosa c'entra la banca del DNA con il fatto che se si controlla il DNA degli indiziati con sangue (o saliva o altro) del colpevole di un delitto la sicurezza aumenta?Qui si vuole paragonare mele con mucche!!! Non c'entra nulla!La banca del DNA impone che tutti siano schedati col DNA, quindi possono sapere malattie genetiche, colore, razza, o altro di ogni persona. Pensate che una compagnia assicuratrice vi farebbe un'assicurazione sulla vita se voi soffriste di una malattia di cui neanche sapete l'esistenza? O un mutuo a 30 anni? Ve li scordereste.Per non parlare di razzismo, scelta delle persone migliori nei posti di lavoro solo perche' "danno piu' rassicurazioni" in base al loro DNA.La sicurezza non c'entra nulla, sono solo soldi, tanti, tantissimi soldi per chi mettera' mano su quei dati.
    • Il Panca scrive:
      Re: Ma siamo matti!?
      - Scritto da: Maxy

      Per non parlare di razzismo, scelta delle persone
      migliori nei posti di lavoro solo perche' "danno
      piu' rassicurazioni" in base al loro
      DNA.http://it.wikipedia.org/wiki/Gattaca_-_La_porta_dell'universo
    • RegMaster scrive:
      Re: Ma siamo matti!?
      Ma stiamo impazzendo davvero?Creare una banca dati del DNA non serve per ricreare la razza ariana, ma siete impazziti davvero?Punto primo i criminali incalliti, sono già schedati e la polizia ha già tutte le informazioni che servono...Punto secondo questi database hanno il solo scopo di raffrontare l'eventuale DNA trovato su una scena del crimine.Infatti ora come ora anche se trovi del DNA su una scena del crimine, con cosa cazzo lo raffronti?Se non si ha qualcosa per confrontare il DNA non serve ad una cippa!Punto terzo, se le compagnie di assicurazione ragionassero come ragioni tu, sarebbero tutte fallite...Per non parlare dei posti di lavoro...ma come cavolo vi vengono in mente ste idee malsane...Ora mi spieghi, con prove scientifiche come dal DNA si possa risalire alle capacità lavorative, ora voglio proprio vedere come me la spieghi!Ridicolo!
      • sniff scrive:
        Re: Ma siamo matti!?
        - Scritto da: RegMaster
        Ma stiamo impazzendo davvero?
        Creare una banca dati del DNA non serve per
        ricreare la razza ariana, ma siete impazziti
        davvero?
        Punto primo i criminali incalliti, sono già
        schedati e la polizia ha già tutte le
        informazioni che
        servono...
        Punto secondo questi database hanno il solo scopo
        di raffrontare l'eventuale DNA trovato su una
        scena del
        crimine.
        Infatti ora come ora anche se trovi del DNA su
        una scena del crimine, con cosa cazzo lo
        raffronti?
        Se non si ha qualcosa per confrontare il DNA non
        serve ad una
        cippa!
        Punto terzo, se le compagnie di assicurazione
        ragionassero come ragioni tu, sarebbero tutte
        fallite...
        Per non parlare dei posti di lavoro...ma come
        cavolo vi vengono in mente ste idee
        malsane...
        Ora mi spieghi, con prove scientifiche come dal
        DNA si possa risalire alle capacità lavorative,
        ora voglio proprio vedere come me la
        spieghi!

        Ridicolo!Ma stai impazzendo tu! Un database del genere sarebbe la più enorme violazione mai vista della privacy. Fatti schedare tu.
        • RegMaster scrive:
          Re: Ma siamo matti!?
          Questa è mera ipocrisia, la privacy non esiste!E se sta cosa servisse per ridurre la criminalità che sta avanzando a vista d'occhio io lo farei, tanto non ho nulla da nascondere io!Anche perchè non c'è nulla di nascosto!Le telefonate sono registrate, sia da fisso che da cellulare, le connessioni internet sono controllate, tutto è controllato...ma l'utente non lo sa ed è contento così!Vai a vedere in america, inghilterra, francia, germania e russia se non hanno un database del DNA!Non tiriamo sempre fuori le solite cazzate della privacy!Ad ogni modo è solo la mia opinione, ed è normale che altri non la condividano...certo che se oltre a non condividerla spiegassero anche il motivo, senza celarsi dietro la parola "privacy".Poi che ne sai che la prima volta che sei andato a fare l'esame del sangue non abbiano già segnato tutti i tuoi dati, compreso il DNA...Sei certo del fatto che nessuno possiede informazioni tue personali?Questi miei commenti servono a far riflettere non a scatenare flame!
      • Maxy scrive:
        Re: Ma siamo matti!?
        - Scritto da: RegMaster
        Ma stiamo impazzendo davvero?
        Creare una banca dati del DNA non serve per
        ricreare la razza ariana, ma siete impazziti
        davvero?
        Punto primo i criminali incalliti, sono già
        schedati e la polizia ha già tutte le
        informazioni che
        servono...Non ancora, in Italia ci vuole il consenso del criminale(su questo non sono d'accordo)
        Punto secondo questi database hanno il solo scopo
        di raffrontare l'eventuale DNA trovato su una
        scena del
        crimine.
        Infatti ora come ora anche se trovi del DNA su
        una scena del crimine, con cosa cazzo lo
        raffronti?
        Se non si ha qualcosa per confrontare il DNA non
        serve ad una
        cippa!Solo con gli indiziati, non con tutti gli italiani
        Punto terzo, se le compagnie di assicurazione
        ragionassero come ragioni tu, sarebbero tutte
        fallite...Perche'? Se io ho la sicurezza che uno sta per morire, col cavolo che gli faccio un'assicurazione sulla vita, ci rimetterei solo dei soldi. Mi sembra che dopo i 60 anni nessuna compagnia assicurativa in Italia ti stipuli un contratto. Se la trovi ci assicuro mia nonna...Tra l'altro se la compagnia scopre che tu eri a conoscenza di soffrire una qualche malattia pericolosa prima di stipulare il contratto, non paga.
        Per non parlare dei posti di lavoro...ma come
        cavolo vi vengono in mente ste idee
        malsane...Idee malsane? Tu chi assumeresti tra uno di 25 anni di cui famiglia non ha mai avuto problemi di salute, e uno di 25 anni di cui tutti i parenti sono morti di tumore a 40?Sprecheresti soldi per fare formazione ad uno che statisticamente e' piu' portato a morire?In parte alcune compagnie gia' fanno alcune ricerche in materia per i posti dirigenziali.
        • RegMaster scrive:
          Re: Ma siamo matti!?
          - Scritto da: Maxy
          - Scritto da: RegMaster

          Ma stiamo impazzendo davvero?

          Creare una banca dati del DNA non serve per

          ricreare la razza ariana, ma siete impazziti

          davvero?

          Punto primo i criminali incalliti, sono già

          schedati e la polizia ha già tutte le

          informazioni che

          servono...

          Non ancora, in Italia ci vuole il consenso del
          criminale(su questo non sono
          d'accordo)
          Nemmeno io sono daccordo!

          Punto secondo questi database hanno il solo
          scopo

          di raffrontare l'eventuale DNA trovato su una

          scena del

          crimine.

          Infatti ora come ora anche se trovi del DNA su

          una scena del crimine, con cosa cazzo lo

          raffronti?

          Se non si ha qualcosa per confrontare il DNA non

          serve ad una

          cippa!

          Solo con gli indiziati, non con tutti gli italianiNel caso in cui non ci fossero indiziati? Cosa fai? Denuncia contro ignoti?Oppure prendi uno che non c'entra un cazzo lo metti in galera gli fai 12 processi e lo faiuscire dopo 20 anni di carcere dandogli dei soldi xkè non è stato lui?Bel modo di vedere le cose!Se non c'entri un cazzo con il delitto il tuo nome non esce!

          Punto terzo, se le compagnie di assicurazione

          ragionassero come ragioni tu, sarebbero tutte

          fallite...

          Perche'? Se io ho la sicurezza che uno sta per
          morire, col cavolo che gli faccio
          un'assicurazione sulla vita, ci rimetterei solo
          dei soldi. Mi sembra che dopo i 60 anni nessuna
          compagnia assicurativa in Italia ti stipuli un
          contratto. Se la trovi ci assicuro mia
          nonna...
          Tra l'altro se la compagnia scopre che tu eri a
          conoscenza di soffrire una qualche malattia
          pericolosa prima di stipulare il contratto, non
          paga.

          Per non parlare dei posti di lavoro...ma come

          cavolo vi vengono in mente ste idee

          malsane...Guarda che l'assicurazione non ti regala dei soldi...Dopo X anni (che possono essere 20 o 40) ti ridà i soldi che gli hai dato più un qualcosa...(e sicuramente l'assicurazione stessa con i soldi che gli paghi ogni mese, investendo ci guadagna di più, di quello che ci smenerebbe nell'assicurare un malato terminale...Senza soldi da investire un'assicurazione non può lavorare)
          Idee malsane? Tu chi assumeresti tra uno di 25
          anni di cui famiglia non ha mai avuto problemi di
          salute, e uno di 25 anni di cui tutti i parenti
          sono morti di tumore a
          40?
          Sprecheresti soldi per fare formazione ad uno che
          statisticamente e' piu' portato a
          morire?Io assumerei la persona più capace a svolgere la mansione di cui ho bisogno, ma dimentico che siamo in Italia e questo non succede.Che cosa ne sai, magari il 25 si ubriaca e si schianta in macchina a 27 anni, l'altro invece di morire a 40, vive fino a 60 e paga...Hai fatto bene ad assicurare il 25enne?Daccordo usare la statistica per farsi un'idea di mercato, ma utilizzare la statistica, che di fatto non è una scienza ma una cosa prettamente aleatoria per definire o stipulare contratti mi sembra una cosa ridicola!
          In parte alcune compagnie gia' fanno alcune
          ricerche in materia per i posti
          dirigenziali.Mi piacerebbe tanto sapere quali compagnie fanno ricerche in materia, giusto per farmi un'idea di ciò che affermi.
    • Diez scrive:
      Re: Ma siamo matti!?
      Vorrei rispondere a Maxy che dice che porterà alla discriminazione razziale, Ti pare che non ci sia già senza una banca dati??Per quanto riguarda le assicurazioni e i mutui non credo che le agenzie ne avranno accesso per difendere i propri interessi. Il DNA verrà schedato solo nel momento in cui una persona arriverà ad avere dei problemi con la legge, quindi il DNA di un incensurato non verrà schedato.E poi cosa c'è da temere? se uno ha la coscienza pulita non deve proprio temere nulla!
  • Bancomat scrive:
    SI SI
    dai dai facciamolo, mettiamoci nei Casini da soli, inFrattiniamoci!!!!
Chiudi i commenti