Informatica forense all'università, contro il pedoporno

Parte oggi il corso di Computer Forensics dell'Università di Catania. In partnership con Telefono Arcobaleno

Roma – Si inaugura oggi la prima edizione del corso universitario di Computer e Image Forensics dell’Università degli Studi di Catania.

Nasce “dall’esigenza di potenziare l’efficacia delle attività di investigazione telematica e di ridurre il rischio di errori investigativi, promuovendo l’utilizzo di
precise tecniche di analisi dei reperti informatici, fonti di prova spesso decisive”, e per farlo mira ad approfondire gli aspetti tecnologici attinenti alla prova digitale in ambito forense.

Non sorprende, dunque, che tra i 140 studenti vi siano 20 tra avvocati, magistrati e poliziotti .

Almeno un altro corso sull’ informatica forense in Italia è organizzato dall’Università degli Studi di Milano: il corso di perfezionamento, riconosciuto come formativo anche dall’Ordine degli Avvocati di Milano, ha il titolo “Computer forensics e investigazioni digitali: tecniche informatico-giuridiche di gestione degli incidenti informatici” e l’edizione di quest’anno è partita il 27 gennaio.

Il corso siciliano è diviso in tre moduli (Tecniche di trattamento dei reperti informatici, Investigare su immagini e video, Modulo giuridico) per un totale di 48 ore di lezioni e seminari tenuti da “esperti esterni” coordinati dal professor Sebastiano Battiato, docente di Multimedia e computer vision del dipartimento di Matematica e informatica dell’Università di Catania.

L’università dice che il corso è frutto della “partnership scientifica tra il gruppo di ricerca Image Processing Lab” e Telefono Arcobaleno , organizzazione internazionale che dal 1996 lavora per contrastare l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei bambini e che ha promosso e sostenuto la realizzazione del corso . Si avvale inoltre della sinergia con l’università degli Studi di Bologna.

Telefono Arcobaleno, volendo contribuire alla formazione delle forze dell’ordine addetti anche alla tutela dei minori online, ha messo a disposizione 10 borse di studio per operatori e professionisti del settore investigativo e giudiziario che copriranno per intero il costo di iscrizione al corso.

“La cattedra che si inaugura oggi – ha detto Giavanni Arena, presidente di Telefono Arcobaleno – rappresenta per noi la nascita di un laboratorio permanente di ricerca in materia di computer e image forensics, con l’ambizione di aggregare le migliori professionalità nella specifica materia, con lo scopo di stimolare ogni possibile percorso di crescita a garanzia del pieno rispetto dei diritti umani fondamentali anche nell’ambito dei nuovi mezzi di comunicazione e di aggregazione online”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • salaheddine natij scrive:
    salah
    salah
  • Funz scrive:
    "beni virtuali"
    ossimoro!Però i soldi che gli dai non sono virtuali, visto che potresti usarli per comprare qualcosa di reale.Ma sul serio potevi acquistare senza mettere la password dopo la prima volta? Solo io lo trovo di una stupidità inconcepibile? Solo alla Apple possono inventarsi certe cose...
    • kinder scrive:
      Re: "beni virtuali"
      - Scritto da: Funz
      ossimoro!
      Però i soldi che gli dai non sono virtuali, visto
      che potresti usarli per comprare qualcosa di
      reale.

      Ma sul serio potevi acquistare senza mettere la
      password dopo la prima volta? Per 15 min dopo il primo l'inserimento non ti viene piu' richesta. PS , ti saresti lamentato ugualmente se dovevi metterla ad ogni acquisto , anche dopo 30 secondi, SICURO
      Solo io lo trovo di
      una stupidità inconcepibile? Forse si
      Solo alla Apple
      possono inventarsi certe
      cose....... come dicevi ? Ah sempre colpa di Apple , anche quando i genitori non sanno fare i genitori.
      • Funz scrive:
        Re: "beni virtuali"
        - Scritto da: kinder
        - Scritto da: Funz

        ossimoro!

        Però i soldi che gli dai non sono virtuali,
        visto

        che potresti usarli per comprare qualcosa di

        reale.



        Ma sul serio potevi acquistare senza mettere la

        password dopo la prima volta?

        Per 15 min dopo il primo l'inserimento non ti
        viene piu' richesta.Bella XXXXXXXta
        PS , ti saresti lamentato ugualmente se dovevi
        metterla ad ogni acquisto , anche dopo 30
        secondi,
        SICUROno, affatto. Sarebbe stata l'unica cosa sensata, senza nemmeno i 30 secondi

        Solo io lo trovo di

        una stupidità inconcepibile?

        Forse si


        Solo alla Apple

        possono inventarsi certe

        cose...

        .... come dicevi ? Ah sempre colpa di Apple ,
        anche quando i genitori non sanno fare i
        genitori.E' sempre colpa di Apple, e i macachi dovrebbero essere convinti a non avere figli, per il bene loro e di tutti quanti :p
        • mura scrive:
          Re: "beni virtuali"
          - Scritto da: Funz
          E' sempre colpa di Apple, e i macachi dovrebbero
          essere convinti a non avere figli, per il bene
          loro e di tutti quanti :pMamma mia quanto qualunquismo che fai, vabbè non essere d'accordo con il modo di fare businness di Apple ma da qui a tirare fuori sempre commenti flammatori contro persone (perchè quelli che tu chiami macachi sono persone non aziende di cui nn frega una cippa di te) mi sa di veramente offensivo.
          • Funz scrive:
            Re: "beni virtuali"
            - Scritto da: mura
            - Scritto da: Funz

            E' sempre colpa di Apple, e i macachi dovrebbero

            essere convinti a non avere figli, per il bene

            loro e di tutti quanti :p

            Mamma mia quanto qualunquismo che fai, vabbè non
            essere d'accordo con il modo di fare businness di
            Apple ma da qui a tirare fuori sempre commenti
            flammatori contro persone (perchè quelli che tu
            chiami macachi sono persone non aziende di cui nn
            frega una cippa di te) mi sa di veramente
            offensivo.FotteXXXX, ve lo meritate solo :pE non è che vi prendo per il XXXX solo online, se capita lo faccio volentieri anche di persona ;p
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: "beni virtuali"
        Guarda che la stupidità non è nel sistema usato per la password, ma proprio nell'idea di comprare "beni virtuali"
    • ExtraT scrive:
      Re: "beni virtuali"
      ...per la cronaca funziona così anche per i giochini di ZINGA (farmville, cityville, mafiawars e compagnia). Solo che lì comperi "soldi" virtuali in cambio di soldi veri, attraverso PayPal o direttamente. Concordo con l'idiozia dei genitori che lasciano la carta di credito aperta ai figlioli - che ovviamente ne approfittano (ecco un'altra maniera per malintenzionati di acquisire dati su carte di credito!!!)
  • Vindicator scrive:
    Ma sarebbe colpa di Apple?!?
    Cerchiamo di capire il concetto.Dei genitori danno al figlio una carta di credito, o quanto meno il modo di poter accedere ad una carta di credito, salvo poi lamentarsi che questo la utilizza in modo scriteriato?Sono proprio americani, c'è poco da fare.
    • Certo certo scrive:
      Re: Ma sarebbe colpa di Apple?!?
      Sono i preservativi. Quelli sì che andrebbero fatti meglio.
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma sarebbe colpa di Apple?!?
        - Scritto da: Certo certo
        Sono i preservativi. Quelli sì che andrebbero
        fatti
        meglio.Ma io credo che siano fatti piu' che bene.Il problema e' che certa gente li usa infilandoseli in testa per assecondare la propria natura.
    • Rosbif scrive:
      Re: Ma sarebbe colpa di Apple?!?
      Non ho mai usato quel sistema, ma dall'articolo sembra possibile il seguente scenario: Il figlio vuole un prodotto, il genitore digita la password per acquistarlo e nei successivi 15 minuti il figlio può acquistare quello che vuole senza chiedere al genitore di digitare la password.Poi, va beh, in una famiglia normale il figlio può fare il giochetto al massimo due volte (la prima: "Non sapevo ...", e la seconda: "Ora con iTunes hai chiuso!"), però intanto i soldi sono andati.
    • Funz scrive:
      Re: Ma sarebbe colpa di Apple?!?
      E' sempre colpa di Apple! ;-p
  • pentolino scrive:
    Spero sia disattivabile...
    Spero che abbiano previsto la possibilità di tornare alla vecchia modalità (quella dei 15 Min), magari ben nascosta in maniera che non si possa attivare per sbaglio...Quanto ai genitori che lasciano l'account itunes con tanto di carta di credito ai bambini che comprano i puffi, si meritano di pagare per la bimbominkiaggine loro e dei figli
    • Ciuccellone scrive:
      Re: Spero sia disattivabile...
      Quotone
    • Antony scrive:
      Re: Spero sia disattivabile...
      Concordo!Se i genitori non sanno fare i genitori, cos'è....ci deve pensare una ditta esterna? HAHAHAHAHAHAHAHGenitori del 2011 incapaci! BUWHAHWHAHWHAW :D
      • pentolino scrive:
        Re: Spero sia disattivabile...
        al limite (ma proprio al limite) gli fai una carta prepagata dove ci carichi quello che ritieni sano (quello che ritieni sano) e vedi che il bimbo prima o poi impara a gestirseli più oculatamente gli acquisti
        • Motore ATB scrive:
          Re: Spero sia disattivabile...
          - Scritto da: pentolino
          al limite (ma proprio al limite) gli fai una
          carta prepagata dove ci carichi quello che
          ritieni sano (quello che ritieni sano) e vedi che
          il bimbo prima o poi impara a gestirseli più
          oculatamente gli
          acquistiO quello che si guadagnano rigando dritto.
          • Motore ATB scrive:
            Re: Spero sia disattivabile...
            Senza contare il fatto che l' iphone al mio bambino non l' ho compro, e se gli dò il mio prima di fare una certa cosa mi deve chiedere il permesso.
    • deactive scrive:
      Re: Spero sia disattivabile...
      maaadre, ma la gente e' cosi' lobotomizzata?
  • hp sucks scrive:
    pensa un pò cheXXXXXta!
    applicazione villaggio dei Puffi: gratuitacompra grande puffo: 1 eurocompra puffo inventore: 1 eurocompra puffo quattrocchi: 0,5 eurocompra puffo tontolone : 1,5 eurocompra puffetta :5 euroe cosi via ... son partiti 101 acquisti per la felicità di papà!
    • panda rossa scrive:
      Re: pensa un pò cheXXXXXta!
      - Scritto da: hp sucks
      applicazione villaggio dei Puffi: gratuita
      compra grande puffo: 1 euro
      compra puffo inventore: 1 euro
      compra puffo quattrocchi: 0,5 euro
      compra puffo tontolone : 1,5 euro
      compra puffetta :5 euro
      e cosi via ... son partiti 101 acquisti per la
      felicità di
      papà!E' giusto!Come dice il proverbio: il denaro e gli stolti si separano facilmente.Non e' richiesto IQ per diventare clienti apple.
Chiudi i commenti