Ingenuity, serve un aggiornamento software (update)

Ingenuity, serve un aggiornamento software (update)

Il primo decollo marziano di Ingenuity è stato posticipato perché è necessario aggiornare il software utilizzato per i due controller di volo.
Il primo decollo marziano di Ingenuity è stato posticipato perché è necessario aggiornare il software utilizzato per i due controller di volo.

Il primo volo dell’elicottero è stato ulteriormente posticipato. La NASA ha comunicato che per risolvere il problema rilevato durante il test di rotazione ad alta velocità è necessario un aggiornamento software. Occorre pertanto effettuare una serie di operazioni prima di fissare una nuova data. Ingenuity è comunque funzionante e rimane in attesa dei comandi dal JPL (Jet Propulsion Laboratory).

Anche per Ingenuity serve una patch

Su Ingenuity non è installato Windows 10, ma anche l’elicottero funziona grazie al software. Dopo aver esaminato i dati ricevuti da Marte, gli ingegneri del JPL hanno considerato e testato varie soluzioni per risolvere il problema che si è verificato quando il computer di bordo ha tentato di effettuare il passaggio dalla modalità “pre-volo” alla modalità “volo”.

La soluzione scelta prevede la modifica del software di controllo del volo e il successivo upload. L’aggiornamento modificherà il processo di avvio dei due controller di volo, consentendo all’hardware e al software di passare in sicurezza allo stato di volo. Dato che il processo di validazione richiede tempo, la NASA non può ancora comunicare la data del nuovo test di rotazione ad alta velocità e quindi quella del primo volo marziano.

Se non ci saranno nuovi problemi, l’agenzia spaziale statunitense dovrebbe annunciare la data del volo nel corso della prossima settimana. Ingenuity attende quindi l’update a pochi metri di distanza dal rover Perseverance, tramite il quale invia e riceve i comandi dalla Terra. L’elicottero è “in salute”. Tutte le funzioni critiche (alimentazione, comunicazione e controllo termico) sono perfettamente operative.

Aggiornamento (17/04/2021): la NASA ha studiato una soluzione alternativa che prevede l’aggiunta di alcuni comandi alla sequenza di volo. Il team di ingegneri valuterà ora quella migliore.

Fonte: NASA
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 04 2021
Link copiato negli appunti