Intel si dedica alla produzione di chip per i minatori di Bitcoin

Intel si dedica alla produzione di chip per i minatori di Bitcoin

Intel sembra molto decisa ad iniziare la produzione di chip pensati principalmente per i minatori di Bitcoin. Arriveranno entro il 2022?
Intel sembra molto decisa ad iniziare la produzione di chip pensati principalmente per i minatori di Bitcoin. Arriveranno entro il 2022?

Intel è da sempre considerata una delle migliori aziende produttrici di chip per dispositivi desktop e computer. Non è difficile infatti guardarsi intorno e scovare centinaia di computer con all’interno i processori della stessa compagnia. Gli stessi computer vengono oggi utilizzati per scopi diversi, tra cui il mining di Bitcoin. Proprio per questo motivo, Intel ha deciso di iniziare la produzione di chip pensati proprio per i minatori, così da sviluppare dispositivi già proiettati verso un futuro ricco di criptovalute e Metaverso. Vediamo tutto ciò che sappiamo all’interno di questo articolo.

Bitcoin e Metaverso: questa è la risposta da parte di Intel

All’interno della lettera di dichiarazione resa nota da Raja Koduri, esponente di Intel, si legge chiaramente la volontà di creare un chip completamente diverso da quelli attuali e ovviamente ottimizzato nella maniera migliore per eseguire azioni di mining senza compromettere le funzionalità del computer e strizzando comunque un occhio alla mancanza dei materiali. Per citare le sue parole infatti “questa architettura è implementata su un minuscolo pezzo di silicio in modo da avere un impatto minimo sulla fornitura dei prodotti attuali”.

nvidia-rtx-3080-come-aumentare-velocita-mining-criptovalute-20-per-cento

Tale commento ovviamente espone il livello di gravità rispetto alla mancanza di materiale per lo sviluppo di chip, ma non tutte le aziende sembrano rispondere allo stesso modo. A differenza di Intel, che appunto abbracciato il concetto di mining, AMD e Nvidia hanno invece deciso di ridurre l’accumulo di GPU (schede grafiche) da parte dei minatori, così da rallentare quanto possibili le azioni di mining.

Il nuovo progetto di Intel dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno e chissà se sia AMD che Nvidia cambieranno idea sulla loro posizione nei confronti dei minatori. Oltre a questo, all’interno delle dichiarazioni di Koduri, si leggono chiaramente dei riferimenti al concetto di Metaverso, il quale sembra effettivamente interessare la stessa azienda.

Intel è infatti convinta che in futuro serviranno computer più potenti e concentrati proprio sulla gestione della Blockchain e di mondi virtuali di ogni tipo, come ad esempio i giochi di Fortnite e Minecraft, o le simulazioni di vita come Second Life. Pare quindi che Intel abbia le idee piuttosto chiare e non sembra convinta a cambiare idea.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 12 feb 2022
Link copiato negli appunti