Internet contro le bombe

Nella City il mercato non si è fermato nelle ore dei sanguinosi attentati di Londra: subito dopo le esplosioni, dirigenti e autorità hanno avuto accesso alla rete protetta anti-terrorismo


Roma – Società di rilevazione come Messagelabs confermano che subito dopo le esplosioni di Londra nei giorni scorsi il traffico via email ha subito un raddoppio nel giro di pochissime ore. Ma è proprio la rete ad aver consentito alle autorità inglesi in quel momento così difficile di tenere il polso dei mercati finanziari e la comunicazione con le più importanti banche del paese.

Non appena l’emergenza dovuta agli attentati si è resa chiara in tutta la sua drammaticità, infatti, il ministero del Tesoro, la Banca di Inghilterra e l’Agenzia di controllo sui servizi finanziari hanno attivato la procedura prevista proprio per questi casi e che passa attraverso una speciale intranet di servizio accessibile soltanto ai dirigenti delle maggiori istituzioni del credito e della finanza.

Attraverso quella rete, viene detto, i diversi referenti istituzionali hanno potuto scambiare informazioni vitali per mantenere la stabilità del mercato e il controllo: non è un caso che questo strumento telematico sia stato realizzato all’indomani degli attentati di New York e Washington dell’11 settembre 2001.

Grazie a questo sistema, confermano ai reporter fonti della Bank of England , i mercati finanziari hanno continuato a girare anche nelle ore più difficili.

“In una situazione di questo tipo – hanno spiegato i dirigenti dell’Istituto – ci si affida ai sistemi di sicurezza, si tengono aggiornati i dipendenti su quello che accade all’esterno e si rimane in diretto contatto con le istituzioni, anche per comprendere le conseguenze da un punto di vista di mercato”.

Tra le molte soluzioni anti-terrorismo ideate dalle società del credito e della finanza c’è anche l’allestimento, per alcune già compiuto, di reti e sistemi di backup collocati fisicamente in luoghi assai distanti dalle sedi centrali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ecco un altro esempio di squatting
    .segnalato da Ziobuddaht+p://www.unicreditbanca.it/web/ht+p://www.unicreditsbanca.com/ht+p://www.ziobudda.net/news/see_comments.php?id_notizia=23231occhi aperti..
Chiudi i commenti