Intervista/ Strategie Microsoft sulla sicurezza

Microsoft ha moltiplicato i suoi sforzi per fornire agli utenti e alle aziende informazioni, servizi e corsi inerenti la sicurezza. Per difendere la propria posizione sul mercato. Ne abbiamo parlato con Marco Agnoli


Roma – All?interno della divisione che segue i grandi clienti, Microsoft Italia ha di recente creato un team che si occupa di sicurezza e della messa in atto delle iniziative definite in seno allo Strategic Technology Protection Program (STPP). Marco Agnoli è il coordinatore di questo gruppo ed il responsabile delle attività di sicurezza di Microsoft Italia. A lui abbiamo posto alcune domande sullo STTP e su altri temi inerenti la sicurezza.

Punto Informatico: Perché Microsoft ha sentito soltanto oggi l?esigenza di varare un programma su vasta scala come lo STTP?

Marco Agnoli: Noi avevamo già una serie di iniziative sulla sicurezza ben prima che il programma STTP venisse varato. Penso, ad esempio, ai security bulletin, che offrono la possibilità di ottenere direttamente via e-mail tutti gli aggiornamenti di sicurezza e le notizie sulle vulnerabilità; ai vari servizi di consulenza ed a quelli offerti dalla divisione per il supporto tecnico; ai vari tool di sicurezza; a tutta la documentazione, ecc.. Tutte iniziative che erano già in essere ma che, probabilmente, non siamo stati in grado di presentare in modo uniforme e razionale come invece stiamo facendo oggi grazie allo STTP.
Questa iniziativa ha, da un lato, raggruppato e messo un po? in ordine tutte le attività sulla sicurezza che Microsoft portava avanti già da tempo; dall?altro lato, ha proposto una serie di innovazioni ? fra cui i nuovi servizi associati a Windows Update; le patch e i service pack cumulativi; i Security Tool Kit , ecc. ? nate per dare nuova linfa e nuova vitalità all?iniziativa sulla sicurezza.
Sicuramente quello che è successo di recente ? anche al di là degli attacchi informatici ? ha fatto sì che il tema della sicurezza sia divenuto ancor più centrale ed il mondo aziendale abbia cominciato a pensare alla sicurezza non più come ad un costo ma come ad un investimento. Microsoft, che è un?azienda con un ruolo di piena rilevanza nel mercato del software, si è sentita in dovere di razionalizzare le proprie energie, metterle insieme, presentarle in modo adeguato e completare l?attività che già andava svolgendo con tutta una serie di servizi.

PI: Il recente intensificarsi della proliferazione di worm come Code Red e Nimda ha in qualche modo condizionato la presa di posizione di Microsoft nei confronti della sicurezza? Lo STTP ne è una conseguenza?

MA: Ovviamente no. Come dicevo prima, Microsoft è andata incontro a quel trend che, soprattutto dopo gli accadimenti di settembre, ha visto le tematiche di sicurezza guadagnare sempre più priorità nell?agenda dei responsabili dei sistemi informativi aziendali.
Microsoft, che ha un ruolo importante nel mondo del software, si è sentita in dovere di rispondere adeguatamente al sorgere di nuove esigenze da parte del mondo aziendale.
Non vorrei che si pensasse che l?iniziativa STTP sia stata conseguenza dell?arrivo dei worm. Questi non sono stati che la conferma di una carenza di cultura inerente la sicurezza nel mondo dell?IT, carenza a cui Microsoft sta cercando di porre rimedio varando una serie di iniziative che possano mettere in evidenza come il problema sicurezza sia di grande rilevanza nel mondo delle aziende così come nella vita di tutti i giorni. Come ha detto Brian Valentine, vice presidente della divisione Windows, se Microsoft non facesse tutto questo evidentemente non sarebbe un buon leader.

PI: Microsoft non ha sentito in qualche modo l?esigenza di riabilitare la propria immagine sul lato della sicurezza?

MA: Direi proprio di no. Riferendomi ancora ai worm, bisogna tenere conto del fatto che quando questi hanno colpito, le patch che avrebbero potuto fermarli erano già a disposizione da tempo. Chi voleva proteggersi da questi virus aveva già tutti gli strumenti per farlo. Quindi, a mio avviso, per Microsoft non è questione di riabilitare la propria immagine, ma semmai volontà di diffondere, attraverso queste nuove iniziative, una cultura della sicurezza che, probabilmente, non è così radicata nelle persone che rivestono ruoli di responsabilità all?interno dei reparti IT aziendali. In una buona parte delle grandi aziende non esiste neppure un responsabile della sicurezza, o se esiste è una persona che oltre ad occuparsi della sicurezza si preoccupa tipicamente anche di altre attività legate all?IT. In merito ad un problema così grave come quello della sicurezza le competenze dovrebbero invece essere molto forti e la cultura molto approfondita: Microsoft si sta proprio occupando di diffondere questa conoscenza, questa competenza.
A mio avviso le cose più importanti incluse ad esempio nei Security Tool Kit distribuiti da Microsoft non sono tanto i tool di sicurezza, ma quella raccolta di documenti e di best practice che raccolgono suggerimenti su come migliorare le politiche di sicurezza e le migliori esperienze che le aziende vogliono mettere a disposizione di tutti. Sono questi documenti e queste esperienze, a mio avviso, il grande valore di quel Tool Kit.
Noi, anche attraverso corsi e seminari, stiamo tentando di convincere le aziende che la sicurezza non è un dazio che deve essere pagato al fornitore di antivirus o di sistemi operativi, ma un investimento essenziale per tenere il sistema IT in perfetta efficienza e funzionalità. In Italia non è ancora molto diffusa questa mentalità e molto spesso la sicurezza viene considerata solo quando si subisce un danno rilevante ed è ormai troppo tardi per porvi rimedio.
A tal proposito mi ha particolarmente colpito un?indagine divulgata dal Computer Security Institute dell?FBI, e denominata ? Computer Crime and Security Survery 2001 ?, che quantifica in circa 2 milioni di dollari per azienda il danno subito dagli ultimi attacchi, decisamente più di quanto questi soggetti possano aver mai speso in sicurezza.

PI: Quali iniziative state varando qui in Italia in seno allo STTP?

MA: Per prima cosa abbiamo già attivato il supporto tecnico gratuito per chi è stato colpito da un virus e necessita di assistenza: in questo caso i nostri clienti si potranno infatti avvalere del numero telefonico 02-70398398 (opzione 1, assistenza tecnica). A breve, accedendo all? home page di Microsoft Italia dedicata alla sicurezza, sarà poi possibile riempire un modulo per farsi recapitare gratuitamente il CD del Security Tool Kit. Al momento stiamo valutando la possibilità di sgravare i clienti anche dalle spese di trasporto.
Accanto a questo, stiamo facendo partire un?attività di formazione accessibile attraverso i centri Microsoft che già tenevano corsi sulla sicurezza. Ancora una volta stiamo cercando di mettere insieme iniziative che in larga parte già esistevano ma in modo frammentato.
Dall?altra parte offriremo dei servizi in modo che le aziende possano far riferimento ai partner Microsoft che hanno competenza sulle tematiche di sicurezza. Un?azienda, a partire da oggi, è così in grado di sapere che può far riferimento alla società ?pinco pallino? invece che direttamente a Microsoft. Inoltre porteremo avanti un?attività di valutazione dello stato dei nostri clienti sulla sicurezza aiutandoli a definire e applicare alcune linee guida per incrementare la loro sicurezza.
Con alcuni partner stiamo inoltre cercando di collaborare con le aziende per aiutarle a comprendere anche gli aspetti della sicurezza non prettamente legati alla tecnologia, come quello legale. Come saprai, in Italia abbiamo una delle normative più avanzate in questo senso, ma molte aziende non sono ne sono a conoscenza ed ignorano le eventuali ripercussioni che possono derivare, nel nostro Paese, nel non adempiere le politiche di base sulla sicurezza previste dalla legge: basti sapere che le condanne possono essere anche penali.
Alcuni partner ci aiutano a completare le nostre competenze tecnologiche con quelle legali e organizzative. Questo, insieme alle nostre varie attività di formazione e di divulgazione che stiamo portando avanti, completa la localizzazione del programma STTP.


PI: Come ha reagito Microsoft all? analisi del Gartner , firmata da John Pescatore, in cui si consigliava alle aziende colpite dai recenti worm per Internet Information Server di passare a server web alternativi?

MA: Innanzitutto c?è da dire che lo stesso Pescatore, di recente, sembra essere in parte tornato sui suoi passi. La sua proposta è infatti un rimedio ben poco efficace, una cura che rischierebbe di essere peggiore del male. Come ripeto: i problemi di sicurezza che hanno permesso la proliferazione di Code Red e Nimda erano già conosciuti da tempo, come erano da tempo disponibili i relativi rimedi. Esiste inoltre un tool, IIS Lockdown , che aiuta gli amministratori a definire al meglio le politiche di sicurezza associate al server web.

PI: Come vengono localizzate le patch di sicurezza?

MA: Come per tutti i prodotti Microsoft c?è uno staff apposito che si occupa, per l?appunto, della localizzazione degli aggiornamenti. Il tempo che in genere intercorre fra l?uscita della patch in inglese e quella in italiano è di 45-60 giorni, un arco di tempo che serve non soltanto per tradurre il programma da una lingua ad un?altra, ma spesso anche per effettuare attività di testing in congiunzione con i prodotti localizzati in italiano.

PI: Con il varo di .NET My Services e degli altri servizi destinati agli utenti di Internet, Microsoft finirà per accentrare sui suoi server una quantità enorme di dati sensibili relativi ai propri utenti. Qualcuno vede questo come un grosso rischio per la privacy. Cosa risponde?

MA: Sono ormai diversi gli esempi di aziende nostre clienti che hanno database di diversi terabyte di dati sensibili che gestiscono rispettando tutte le norme di sicurezza e di privacy. In Italia aziende come RAI o grossi istituti bancari gestiscono moli rilevanti di dati sensibili utilizzando i nostri prodotti, come SQL 2000. Al di là delle polemiche che altri si possono divertire a fare, direi quindi che Microsoft ha senz?altro la capacità di gestire grandi moli di dati con prestazioni rilevanti e nel rispetto delle leggi sulla privacy. Naturalmente c?è sempre da tenere in considerazione l?equilibrio fra sicurezza e facilità d?accesso, due concetti spesso in contrapposizione fra loro. Ma questo problema riguarda tutti i fornitori di servizi e non soltanto Microsoft.

PI: Microsoft è a favore del no-disclosure , ossia dell?opportunità, secondo alcuni, di porre dei limiti alla pubblicazione delle informazioni riguardanti le vulnerabilità di sicurezza. Può chiarirci meglio questa posizione?

MA: Il problema che ci si è posti è quello di diffondere le informazioni sulle vulnerabilità di sicurezza senza creare dei danni per nessuno. Diffondere immediatamente tutti i dettagli sulle vulnerabilità ? inclusi gli exploit, ossia i metodi su come sfruttarle ? può essere controproducente nel momento in cui queste informazioni vanno in mano a chi, in modo malizioso, le sfrutta per fare dei danni. D?altro canto è ovviamente molto importante che chi si occupa di sicurezza abbia tempestivamente tutte le informazioni per collaborare nel trovare una soluzione. Il problema è proprio quello di capire quali soggetti abbiano diritto a far parte di quella comunità che avrà poi la responsabilità, nell?interesse di tutti, di non divulgare i dettagli sulle falle di sicurezza.

PI: Un suo commento sullo scontro fra Microsoft e il mondo Open Source.

MA: Sicuramente l?open source non è da sottovalutare. Già diversi dirigenti di Microsoft nel recente passato hanno sottolineato come la cultura che sorregge il movimento open source sia assai rilevante. Ci sono anche degli aspetti di questa cultura che abbiamo ripreso: basti pensare al programma Shared Source , in cui abbiamo applicato concetti mutuati proprio dall?open source per condividere le conoscenze e mettere i nostri clienti nella posizione di poter valutare il nostro codice e confrontarsi direttamente con i nostri sviluppatori. Questi sono tutti fattori certamente positivi. Per quanto riguarda invece altri aspetti, ed in particolare il concetto di tutela delle proprietà intellettuali, fra noi e l?open source esistono delle divergenze.
Dal punto di vista del mercato, inutile nasconderlo, il mondo open source ha una presenza significativa e quindi deve essere considerato un player importante del mondo IT. Io ritengo comunque che, sia in termini economici sia in termini di funzionalità, scalabilità e disponibilità di software, in questo momento il mondo del software commerciale può ancora essere considerato più vicino alle esigenze delle aziende e degli utenti. Questo non preclude il fatto che ci possano essere delle alternative a questo software, alternative in alcuni casi valide e che, cosa importante, l?utente possa essere libero di scegliere in modo autonomo e obiettivo quale soluzione possa meglio adattarsi alle proprie esigenze..
E? palese il fatto che esistono applicazioni open source che alcuni utenti decidono di utilizzare: se loro sono convinti che tali applicazioni risolvano i loro problemi, ben venga. In un mondo dove si combatte per avere il servizio migliore, chi ha il servizio migliore è giusto che venga scelto dal mercato.

Intervista a cura di Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Grande ipocrisia degli utenti
    Perchè il 90% delle persone usa prodotti Microsoft e poi li critica ?Se non vi piacciono usate altro, usate Linux, usate MacOS, nessuno vi costringe !Tra l'altro basta istallarsi Outlook Express 6 GRATIS per non beccarsi gli ultimi virus oppure basta configurare bene Outlook Express 5, insomma la colpa è degli utenti non di Microsoft.Sono gli utenti che criticano Microsoft, non sanno usare i suoi prodotti e danno la colpa a Bill Gates.Immagino come sarebbe il mondo se Bill Gates non fosse mai nato...Saremmo ancora ai tempi del PC/IBM compatibile !Brrrrr
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande ipocrisia degli utenti
      - Scritto da: IBM Compatibile.......
      Immagino come sarebbe il mondo se Bill Gates
      non fosse mai nato...
      Saremmo ancora ai tempi del PC/IBM
      compatibile !?????????????Ma te le sogni la notte dopo aver mangiato pesante ?Ma secondo te il tuo PC/IBM compatibile che s.o. aveva sopra ?Semmai saremo ai tempi dell'Apple, Atari, Amiga...... tralascio le lettere dalla B alla Z ....
  • Anonimo scrive:
    E i LINUXARI BSDARI INVECE DI FARSI GLI FTP
    BACATI LORO se impicciano di problemi che non sono i loro quindi pensate ai vostri buchi che noi pensiamo ai nostri.Capisco più un utonto autullokaro che si lamenta chiedendo perche la MS non fa i nostri sw che paghiamo più sicuri (ma la sicurezza la si ottiene anche con un nostro piccolo sforzo armeno le patch istalliamole e un antivirus e se lo avete lo avete aggiornarlo almeno una volta nell'ultimo anno :))) che un linuxaro bsdaro che se lamenta chiedendo ad altri di cambiare perchè la loro merce e più solida (ftp insegna eheheheheh) gratis (nessuno da niente per niente) ecc...E proprio perche ce lo dite voi che noi usiamo e useremo winzoz almeno possiamo volare (finche il prossimo viruzzzz nun ce spara).
    • Anonimo scrive:
      Re: E i LINUXARI BSDARI INVECE DI FARSI GLI FTP
      I bug esitono per tutti, tutti i sw ed o.s.Ciò che cambia è la cura riposta nel sw/o.s e l'utenza a cui è rivolto (leggi: facilità/difficoltà d'uso); perchè comè ovvio, più un o.s./sw è facile, più è bug-ato (es: i bug in Linux sono aumentati notevolmente quando sono cominciati a comparire più tool per facilitare l'ut. Il 70% dei bug in Linux riguarda quei tool; e guarda caso, Slack, Debian, *BSD ne sono poco afflitti, fino a OpenBSD che né è il meno aflitto).Oltrettutto, se si guarda i bug di note distro come Red Hat, si nota che il tot. dei bug, è distribuito su una relase di 12 CD e 1 DVD; se si confrontano il numero di bug per unità di Mb di sw totale, si nota un rapporto basso, rispetto all'analogo per win*.È facile affermare che win* e Linux si equivalgono con i bug, prendendo ad esempio Red Hat, Mandrake, SuSe, Caldera; meno facile affermarlo se si fà un rapporto N°bug per unità di sw totale della distro (tra l'altro un sw per UNIX occupa minore spazio rispetto all'analogo per win*, per via del diverso filesystem).Detto ciò, è falso chi afferma che Linux, *BSD, UNIX in generale, sia privo di bug; mente chi afferma che Linux può diventare semplice senza aumentare il numero di bug; è in verità chi afferma che lo UNIX in generale (e Linux in particolare) è afflitto da un minor numero di bug per unità di sw distribuita.E cmq, un inesperto può fare gli stessi danni (da root) in UNIX come un bug in win*; per cui l'uso di Linux comporta un pubblico un pochino più esperto! Raggiungibile ciò, con un minimo di documentazione (non occorre per questo diventare sistemisti Linux).
      • Anonimo scrive:
        Re: E i LINUXARI BSDARI INVECE DI FARSI GLI FTP
        - Scritto da: BSD_like
        I bug esitono per tutti, tutti i sw ed o.s.okkkkkkkk sempre affermato
        Ci?che cambia ?la cura riposta nel sw/o.s
        e l'utenza a cui ?rivolto (leggi:
        facilit?difficolt?d'uso); perch?com?
        ovvio, pi?un o.s./sw ?facile, pi??
        bug-ato (es: i bug in Linux sono aumentati
        notevolmente quando sono cominciati a
        comparire pi?tool per facilitare l'ut. Il
        70% dei bug in Linux riguarda quei tool; e
        guarda caso, Slack, Debian, *BSD ne sono
        poco afflitti, fino a OpenBSD che n??il
        meno aflitto).
        Oltrettutto, se si guarda i bug di note
        distro come Red Hat, si nota che il tot. dei
        bug, ?distribuito su una relase di 12 CD e
        1 DVD; se si confrontano il numero di bug
        per unit?di Mb di sw totale, si nota un
        rapporto basso, rispetto all'analogo per
        win*.
        ?facile affermare che win* e Linux si
        equivalgono con i bug, prendendo ad esempio
        Red Hat, Mandrake, SuSe, Caldera; meno
        facile affermarlo se si f?un rapporto N°bug
        per unit?di sw totale della distro (tra
        l'altro un sw per UNIX occupa minore spazio
        rispetto all'analogo per win*, per via del
        diverso filesystem).
        Detto ci? ?falso chi afferma che Linux,
        *BSD, UNIX in generale, sia privo di bug;
        mente chi afferma che Linux pu?diventare
        semplice senza aumentare il numero di bug; ?
        in verit?chi afferma che lo UNIX in
        generale (e Linux in particolare) ?afflitto
        da un minor numero di bug per unit?di sw
        distribuita.
        E cmq, un inesperto pu?fare gli stessi
        danni (da root) in UNIX come un bug in win*;
        per cui l'uso di Linux comporta un pubblico
        un pochino pi?esperto! Raggiungibile ci?
        con un minimo di documentazione (non occorre
        per questo diventare sistemisti Linux).ok
  • Anonimo scrive:
    I PRODOTTI M$ SONO UN PACCO!!!!!!
    ISS=paccoOE=paccoInternet explorer é il migliore solo perche tutti i siti sono otimizzati per lui.ma con tutti i soldi che si beccano questi qui, non sanno fare di meglio?
  • Anonimo scrive:
    ma PERCHE' non passate a Ecs
    In azienda avevamo lotus mail hanno messo outlook sono settimane che riveviamo in intranet virus e spam a tutto spiano .... Ha ha ha i sistemisiti non sanno piu cosa fare e sono loro che hanno voluto cambiare.www.ecomstation.com really virus free
    • Anonimo scrive:
      Re: ma PERCHE' non passate a Ecs
      Si in effetti io con eCS di problemi non ne ho proprio !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma PERCHE' non passate a Ecs
      davvero benvenuto nel gruppo io l'ho preso a giugno.come ti trovi con il firewall ?e il server telnet integrato ti ha dato problemi e favolosamente utile.Sai mica quando esce la versione 1.1 ?Saluti Gianca
    • Anonimo scrive:
      Re: ma PERCHE' non passate a Ecs
      - Scritto da: ECs_NoXP
      In azienda avevamo lotus mail hanno messo
      outlook sono settimane che riveviamo in
      intranet virus e spam a tutto spiano ....virus potrei forse capire (l'utonto comunque se riceve un exe per default ci clicca sopra quindi mi saluti lotus) ma che ca... centra lo spam con outlook me lo devi spiegare, al massimo ell'exchange server su cui non avete caricato politiche antispam ma ciò e ignoranza dei sistemisti non del sw.
      Ha ha ha i sistemisiti non sanno piu cosa
      fare
      e sono loro che hanno voluto cambiare.cambiare senza saperehanno cambiato perche lotus e pieno di buchi per la sicurezza.

      www.ecomstation.com really virus freese avete sistemisti della mutua non e mica colpa di MS, si prende outlook si fa il pacchettino blindando le funzionalità che l'utonto potrebbe attivare (script, anteprima ecc...) e poi si installa su ogni macchina e no problem.poi vi comprate un antivirus per exchange e mai più virus e spam.
  • Anonimo scrive:
    No Javascript
    L'HTML è un linguaggio utile per le e-mail. Se si evitano le immagini, si creano messaggi leggibili, formattati e leggeri.Java, Javascript, Flash, ActiveX ecc. - colpevoli di lanciare virus e fare tanti altri pastrocchi - invece (in una e-mail) non servono a nulla.Perché invece di fare patch su patch non disabilitano una volta per tutte questi linguaggi (limitatamente alle e-mail, è ovvio)?Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: No Javascript
      - Scritto da: Marco
      L'HTML ?un linguaggio utile per le e-mail.
      Se si evitano le immagini, si creano
      messaggi leggibili, formattati e leggeri.

      Java, Javascript, Flash, ActiveX ecc. -
      colpevoli di lanciare virus e fare tanti
      altri pastrocchi - invece (in una e-mail)
      non servono a nulla.

      Perch?invece di fare patch su patch non
      disabilitano una volta per tutte questi
      linguaggi (limitatamente alle e-mail, ?
      ovvio)?

      Ciao.scusami se non sai gia c'?l'opzione per disabilitare l'elaborazione degli script.
    • Anonimo scrive:
      Re: No Javascript
      - Scritto da: Marco
      Perché invece di fare patch su patch non
      disabilitano una volta per tutte questi
      linguaggi (limitatamente alle e-mail, è
      ovvio)?Guarda che puoi già disabilitarli facilmente, il problema è che molti non lo sanno.Cmq i odico che i più pericolosi sono i VBScript (e disabiliti pure quelli volendo)P.S.I VbScript si inseriscono anche in un html ed è quindi possibile tramite questo linguaggio formattare la macchina del malcapitato che apre solamente la pagina. Però bisogna essere verament ebastardi per farlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: No Javascript
        - Scritto da: Stargazer


        - Scritto da: Marco

        Perch?invece di fare patch su patch non

        disabilitano una volta per tutte questi

        linguaggi (limitatamente alle e-mail, ?

        ovvio)?

        Guarda che puoi gi?disabilitarli
        facilmente, il problema ?che molti non lo
        sanno.

        Cmq i odico che i pi?pericolosi sono i
        VBScript (e disabiliti pure quelli volendo)sono pericolosi tutti i linguaggi di script si vbscript che jscript, infatti con jscript tiri su il filescripobject e cancelli tutti i file che vuoi.
        P.S.
        I VbScript si inseriscono anche in un htmlsi inserisce in html anche il jscript
        ed ?quindi possibile tramite questo
        linguaggio formattare la macchina del
        malcapitato che apre solamente la pagina. dipende se scarichi la pagina da internet il sistema di sicurezza del browser non dovrebbe permettere l'uso di istruzioni pericolose (te ne accorgi se navigi su siti pericolosi infatti certe volte appare la box con scritto accesso negato), ovviamente se il browser e bacato si potrebbero sfuttare queste falle (nimda insegna) ECCO PERCHE DICO QUALUNQUE BROWSER USATE APPLICATE LE PATCH QUANDO ESCONO.
        Per?bisogna essere verament ebastardi per
        farlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Guarda che è già così
      Guarda che nelle Opzioni Internet di OE si può personalizzare a piacere l'uso di Java/Javascript/VBScript.Sono gli utenti che sono scemi, non la MS.
  • Anonimo scrive:
    Ma perchè non passate a linux?
    perchè non passate a linux? e' possibile che queste telenovele microsoft non vi abbiano seccato? passate ad un vero sistema operativo, fatto da appassionati e che quinid non hanno interesse ai cazzeggi e fronzoli a cui M$ ci ha sempre abituato.IL PC E' UNA MACCHINA.non si può volare ne trascorrere ore in prati verdi.SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAATruijllo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè non passate a linux?
      - Scritto da: truijllo
      perchè non passate a linux?
      e' possibile che queste telenovele microsoft
      non vi abbiano seccato? passate ad un vero
      sistema operativo, fatto da appassionati e
      che quinid non hanno interesse ai cazzeggi e
      fronzoli a cui M$ ci ha sempre abituato.
      IL PC E' UNA MACCHINA.
      non si può volare ne trascorrere ore in
      prati verdi.
      SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
      TruijlloDop oaver visto Xp sembra proprio che non resti altro da fare!Però nel mio caso ho l'esigenza di alcuni Softwar e che Linux non possiede!E la rogna di possedere 2 O.S. è alquanto fastidiosa!Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè non passate a linux?

      perchè non passate a linux?
      e' possibile che queste telenovele microsoft
      non vi abbiano seccato? passate ad un vero
      sistema operativo, fatto da appassionati e
      che quinid non hanno interesse ai cazzeggi e
      fronzoli a cui M$ ci ha sempre abituato.
      IL PC E' UNA MACCHINA.
      non si può volare ne trascorrere ore in
      prati verdi.
      SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
      Truijlloperchè non passate a BSD? e' possibile che queste telenovele linuxnon vi abbiano seccato? passate ad un verosistema operativo, fatto da appassionati eche quindi non hanno interesse agli scazzi politici.svegliaaa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè non passate a linux?

      perchè non passate a linux?
      e' possibile che queste telenovele microsoft
      non vi abbiano seccato? passate ad un vero
      sistema operativo, fatto da appassionati e
      che quinid non hanno interesse ai cazzeggi e
      fronzoli a cui M$ ci ha sempre abituato.
      IL PC E' UNA MACCHINA.
      non si può volare ne trascorrere ore in
      prati verdi.
      SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
      Truijlloperche'?pensi che linux possa indurre l'"utonto" (come lo chiamano) a non cliccare su qualsiasi cosa gli arrivi per email?perche' se non e' cosi', l'utente medio non lo installa.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perchè non passate a linux?
        Te hai detto perche non passate a linux?io adopero sia linux che win,e caro amico ti posso dire che per come ci sono virus per la microsoft anche linux è soggetto a virus,non te ne accorgi perche su linux non hai un antivirus ma i virus per piattaforme unix sono davvero tanti e potenti informati!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perchè non passate a linux?
          - Scritto da: Dominus
          Te hai detto perche non passate a linux?io
          adopero sia linux che win,e caro amico ti
          posso dire che per come ci sono virus per la
          microsoft anche linux è soggetto a virus,non
          te ne accorgi perche su linux non hai un
          antivirus ma i virus per piattaforme unix
          sono davvero tanti e potenti informati!!no. non l'ho detto io passate a linux!e ti do ragionenon e' il sitema, ma chi lo usa a fare la differenza.Se le automobili fossero guidate solo da piloti esperti, sicuramente ci sarebbero meno incidenti.Ma al lavoro ci dobbiamo andare tutti....ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perchè non passate a linux?
          - Scritto da: Dominus
          Te hai detto perche non passate a linux?io
          adopero sia linux che win,e caro amico ti
          posso dire che per come ci sono virus per la
          microsoft anche linux è soggetto a virus,non
          te ne accorgi perche su linux non hai un
          antivirus ma i virus per piattaforme unix
          sono davvero tanti e potenti informati!!Tu che sei informato: mi sai dire perche' una ditta ha messo in palio svariate centinaia di dollari a chi riuscisse ad evirare la loro rete di test ?E perche' ancora nessuno ha incassato quei soldi ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perchè non passate a linux?
          - Scritto da: Dominus
          Te hai detto perche non passate a linux?io
          adopero sia linux che win,e caro amico ti
          posso dire che per come ci sono virus per la
          microsoft anche linux è soggetto a virus,non
          te ne accorgi perche su linux non hai un
          antivirus ma i virus per piattaforme unix
          sono davvero tanti e potenti informati!!Tu sei tanto informato: fatti un po' di soldi...http://punto-informatico.it/p.asp?i=3761110mila sterline a chi infetta Linux
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè non passate a linux?
      - Scritto da: truijllo
      perchè non passate a linux?
      e' possibile che queste telenovele microsoft
      non vi abbiano seccato? passate ad un vero
      sistema operativo, fatto da appassionati e
      che quinid non hanno interesse ai cazzeggi e
      fronzoli a cui M$ ci ha sempre abituato.
      IL PC E' UNA MACCHINA.
      non si può volare ne trascorrere ore in
      prati verdi.
      SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
      TruijlloPerchè non mi piace, va bene?!Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perchè non passate a linux?
        - Scritto da: Zeross

        Perchè non mi piace, va bene?!


        Zerossla cosa piu' sensata e accettabile che tu abbia mai detto in quasi un anno di forum
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè non passate a linux?
      - Scritto da: truijllo
      perchè non passate a linux?
      e' possibile che queste telenovele microsoft
      non vi abbiano seccato? passate ad un vero
      sistema operativo, fatto da appassionati e
      che quinid non hanno interesse ai cazzeggi e
      fronzoli a cui M$ ci ha sempre abituato.
      IL PC E' UNA MACCHINA.
      non si può volare ne trascorrere ore in
      prati verdi.
      SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
      Truijllosemplice sono una masochista...convinta....:-)Però non mi lamento più di tanto..:-)Wanda
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè non passate a linux?
      Io mi trovo bene con la CLI e windowmaker,sto scrivendo la tesi con lyx+latex.Cmq, tesi a parte, l'os che uso resta win98e non credo che provero' XP, non mi frega.Perche'? Perche' su Linux non e' disponibileun programma per elaborare file wav completocome ad es. cooledit x win ed io ho l'hobbydi mettere su CD i miei vecchi vinili con un opportuna pulizia da fruscii e click.Tengo d'occhio alcuni progetti GPL molto interessanti ma per ora sono ancora molto indietro con tuttocio' che e' editing audio e video.Poi purtroppo sono in possesso di uno scannere una quick cam non supportati. Non avessi questi problemi userei solo Linux.Quando cambiero' hardware staro' piu' attento,magari per quando avro' i soldini ci sara' ancheil software che mi manca!
      • Anonimo scrive:
        Re: dalla padella alla brace
        c' è il buco nell ftp quindi che fai cadi dalla padella alla brace (applica le patch anche qui ma devi ricompila comunque e gratis pero per applicare la patch devi piangere in cinese)
        • Anonimo scrive:
          Re: dalla padella alla brace
          - Scritto da: ricompilatucheiononlofo
          c' è il buco nell ftp quindi che fai cadi
          dalla padella alla brace (applica le patch
          anche qui ma devi ricompila comunque e
          gratis pero per applicare la patch devi
          piangere in cinese)Nelle prossime versioni non ci sara' piu', la patch sara' integrata... Al contrario di certe SW house che non aggiornano i loro prodotti e ti costringono a patchare
        • Anonimo scrive:
          Re: dalla padella alla brace
          - Scritto da: ricompilatucheiononlofo
          c' è il buco nell ftp quindi che fai cadi
          dalla padella alla brace (applica le patch
          anche qui ma devi ricompila comunque e
          gratis pero per applicare la patch devi
          piangere in cinese)Scusa ma perche' dovrebbe installare un server ftp?
          • Anonimo scrive:
            Re: dalla padella alla brace
            - Scritto da: stupito


            - Scritto da: ricompilatucheiononlofo

            c' è il buco nell ftp quindi che fai cadi

            dalla padella alla brace (applica le
            patch

            anche qui ma devi ricompila comunque e

            gratis pero per applicare la patch devi

            piangere in cinese)

            Scusa ma perche' dovrebbe installare un
            server ftp?Scusami, ma sul disco di installazione c'è ?Ha un'icona ?Ci puoi cliccare sopra ?Per qualcuno è un motivo più che sufficiente ....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perch?non passate a linux?
      - Scritto da: truijllo
      perch?non passate a linux?
      e' possibile che queste telenovele microsoft
      non vi abbiano seccato? passate ad un vero
      sistema operativo, fatto da appassionati e
      che quinid non hanno interesse ai cazzeggi e
      fronzoli a cui M$ ci ha sempre abituato.
      IL PC E' UNA MACCHINA.
      non si pu?volare ne trascorrere ore in
      prati verdi.
      SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
      Truijllopir.. come pretendi che un utonto abbituato a passare il tempo a cliccare su tutto ciò che si muove e che non e capace di disabilitàre due funzionalita per limitare i danni passi a linux la tua e una richiesta vana
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè Linux è troppo limitato
      Linux è limitato, ci sono una marea di funzioni che Windows XP ha e Linux no.E poi, a te che te ne frega ?Usa Linux e fatti gli affari tuoi
  • Anonimo scrive:
    la colpa e' di tutti e di nessuno
    Non si puo' dire la colpa e' di quello o di quest'altro... secondo il mio modesto parere e' colpa della pigrizia e della comidita' insita in ogni utente medio di windows (o dei computer in genere), che preferiscono un programma MOLTO facile da usare, e magari confezionato anche bene dal punto di vista estetico (estatico, un programma ... mah?) trascurando, dico trascurando del tutto l'aspetto robustezza e sicurezza.Quanti di voi usano TLS/SSL per scaricare la posta? Quanti usano HTML per inviare mail?quanti per scrivere "ciao pippo" in realta' mandano una mail di 10kb piena zeppe di html che la colora e la rende piu' simpatica da visualizzare?Ma questo e' solo un mio modesto parere, e vuole rimanere tale.Non ci nascondiamo sempre dietro un marchio o un nome (che possono comunque avere le loro cople), ma rendiamoci piu' consapevoli di tutto quello che facciamo. Ciao a tutti.
  • Anonimo scrive:
    A titolo informativo...
    A free, downloadable update that transforms Microsoft's Outlook into a significantly more secure e-mail application has languished virtually ignored on Microsoft's website for more than a year. Although the majority of recent viral attacks have come compliments of worms that don't rely only on e-mail to spread, the Outlook E-mail Security Update (OESU) can stop or greatly lessen the impact of most malicious code, such as BadTrans and SirCam, if only people would download and install it. OESU blocks the receipt and transmission of most of the e-mail attachments that typically can contain virus or worm code. The update also stops malicious code from spreading by blocking unauthorized access to Outlook and its address book. Many viruses and worms spread by surreptitiously e-mailing themselves to e-mail addresses culled from an infected computer's system files. OESU was released in June 2000, but fewer than 1 percent of all Outlook users have installed the update, according to Microsoft's statistics. Outlook is the most popular program in the Microsoft Office software suite. As of May 31, 146 million people owned a licensed copied of Office. Microsoft officials say a significant amount of users aren't running licensed copies, so the company estimates the actual number of Office users is upwards of 300 million. So far, there have been roughly only 2 million downloads of the Outlook Email Security Update. "Obviously, Microsoft has done a poor marketing job letting people know about the Outlook Security update, given those low download numbers," said security expert Richard Smith. "Plus the patch is difficult to locate on the Microsoft Office website, and the documentation is confusing. One has to be a super-sleuth and rocket scientist to locate the right patch file and get it installed properly." "Microsoft really needs to create a Web page called 'Virus protection in Outlook and Outlook Express for mere mortals' that makes it very easy to understand how folks can stop e-mail worms," Smith added. Smith's concerns were confirmed by a test group consisting of a dozen Outlook users who were asked to download and install OESU. Nine of the dozen reported problems that stopped them from installing the patch. The upgrade needs the user to access program files on the Microsoft Office CD to install. Some users were unable to immediately locate their CD; others said they did not receive a full copy of the application with the copy of Office that came pre-installed on their computers. Six of the testers who were able to locate their Office CDs said they were unable to find the specific file that the update required to apply the fix. OESU's installer asks users to locate Office's "data1.msi" file. Four users said that, as far as they could tell, the file was not present on their machines or Office CDs. Two didn't know if it was present because they got frustrated hunting for it and gave up. "Why isn't the update capable of searching on all connected drives to find the file it needs?" tester Helen LaChappelle wondered. "Why do I have to struggle (to) locate the file myself?" Nicole von Kaenel, Product Manager for Microsoft Office, said that while "data1.msi" is present on all copies of the Office CD, the file-location problem is caused by OESU using "Windows Installer Technology" to apply updates and patches. "One of the important features of Windows Installer is its 'self-healing' capabilities. This helps to ensure that applications remain stable and automatically repairs any damaged files that it protects," von Kaenel said. "To make this happen, it uses the original installation source, either a CD or a network share, to check and make sure what's on your system is what should be there. But the unintended consequence of this can be the frustration of trying to perform an install when the original source isn't available, like not being able to find the CD." Von Kaenel said that the latest version of Windows Installer (2.0) allows users to download and install many updates without having to access the original install source. Installer 2.0 is available for NT/2000 and Windows 95/98/ME users. In an attempt to make finding and installing software updates easier for users, Microsoft also recently began providing a "Detection Engine" on the Office Product Updates site that scans a user's system for necessary security updates. Most testers liked the scanner, but some were overwhelmed when presented with a recommendation to install, on average, 10 or so updates, many of which also required other updates to be installed first. "Why can't they roll all this stuff up into one nice, complete patch?" tester Steve Gorkin asked. Von Kaenel said the logistics of releasing patches is "definitely a hard problem." "On one hand, we feel it is necessary to make patches available immediately so that users can be protected right away; however, on the other hand, we realize that customers prefer to have things rolled into one, easy-to-deliver patch. As a result, we release patches as they are available, but it is also customary to take previously released patches and include them in the next service pack." Von Kaenel said OESU was intended to be the "uberpatch" that incorporated many of the most critical outlook security updates into one package. But many of the testers said Microsoft's scanner suggested that they needed to install up to a dozen Outlook patches to be fully protected. "This is starting to look like a full-time job," said Ed Vincent, a graphics designer. "I think I'll just take my chances and pass on doing the updates." "People are burning out, trying to keep current with the latest 'patch de jour' for Microsoft products," said Richard Forno, chief technology officer for Shadowlogic and co-author of Incident Response. "An occasional patch here or there is no problem. But every other week there's new patches and fixes, often duplicated, that people need to install in what I call the 'Game of Perpetual PC Triage.'" Christopher Budd, security program manager of the Microsoft Security Response Center, said that Microsoft is focusing on providing easier ways to both access and download updates or patches. Windows XP includes many options for obtaining patches, including the option of having patches and updates downloaded and installed automatically, Budd said. "This is an area of constant concern, evaluation and ongoing work to make improvements," Budd said. "However, there is always room for more improvement, and we are constantly working to make the process and products better."
    • Anonimo scrive:
      Re: A titolo informativo...
      Uhm, io ho la patch, e l'ho installata, peccato che adesso gli unici allegati che vedo siano i TXT e ZIP!La patch di MS funziona si, a patto di NON POTERE QUASI PIU' ALLEGARE NULLA!Se è pur vero che quasi nessuno tiene aggiornato il proprio PC (tralaltro windows Update funziona tanto bene...) è anche vero che spesso le cure di microsoft son quasi peggio del male!
      • Anonimo scrive:
        Re: A titolo informativo...
        - Scritto da: Shores
        Uhm, io ho la patch, e l'ho installata,
        peccato che adesso gli unici allegati che
        vedo siano i TXT e ZIP!
        di quele patch parli nello specifico?perché io non ho problemi con gli allegati.
        La patch di MS funziona si, a patto di NON
        POTERE QUASI PIU' ALLEGARE NULLA!

        Se è pur vero che quasi nessuno tiene
        aggiornato il proprio PC (tralaltro windows
        Update funziona tanto bene...) è anche vero
        che spesso le cure di microsoft son quasi
        peggio del male!
      • Anonimo scrive:
        Re: A titolo informativo...
        - Scritto da: Shores
        Uhm, io ho la patch, e l'ho installata,
        peccato che adesso gli unici allegati che
        vedo siano i TXT e ZIP!
        La patch di MS funziona si, a patto di NON
        POTERE QUASI PIU' ALLEGARE NULLA!Sei sicuro di non aver disattivato per sbaglio gli allegati?Aperto Outlook vai in Strumenti/Opzioni/Protezionee controlla se è spuntato il box "No nconsentir esalvataggio o apertura di allegati che potrebbero contenere virus.Controlla và.
        • Anonimo scrive:
          Re: A titolo informativo...

          "Noo
          enconsentir esalvataggio o l'hapertura diesse la verrsion en spagnnolo???
          • Anonimo scrive:
            Re: A titolo informativo...
            - Scritto da: 11


            "Non

            consentire salvataggio o l'apertura di

            esse la verrsion en spagnnolo???
            no
          • Anonimo scrive:
            Re: A titolo informativo...

            noMi sembra di vedere dell'incertezza ...
          • Anonimo scrive:
            Re: A titolo informativo...
            - Scritto da: 11


            "Noo

            enconsentir esalvataggio o l'hapertura di

            esse la verrsion en spagnnolo???Errare et umanum!
          • Anonimo scrive:
            Re: A titolo informativo...
            - Scritto da: Stargazer


            - Scritto da: 11




            "Noo


            enconsentir esalvataggio o l'hapertura
            di



            esse la verrsion en spagnnolo???

            Errare et umanum!
            Perseverare diabolicum EST!!!!
  • Anonimo scrive:
    utonti e amministronti
    e va be le colpe sono anche della MS, ma cosa costa agli utonti, amministronti, di applicare una patch, or disabilitare le funzionalita potenzialmente dannose.La gran moltitudine degli amministronti per rimediare non usa più outlook, non sapendo che l'utonto continua e continuerà a cliccare su ogni attach e file che trova per il suo disco al fine di renderlo fritto.
  • Anonimo scrive:
    La colpa e' di chi CREA i virus
    E' di chi CREA e DIFFONDE selvaggiamente i virus la sola e unica colpa di questi disastri. Che secondo vanno perseguiti severamente, una volta accertata con sicurezza, ovviamente, la loro responsabilita'.Se un terrorista entra imbottito di esplosivo all'interno di un autobus gremito di gente e si fa esplodere, la colpa di chi e': del terrorista o dell'azienda dei trasporti? Ovviamente del terrorista. L'azienda dei trasporti puo' solo cercare di arginare l'ingresso dei terroristi a bordo dei propri autobus, ma non puo' certo essere ritenuta responsabile degli attentati. Ne', d'altronde, si puo' certo impedire alla gente di salire in un autobus.Ragioniamo con calma. La verita' probabilmente e' a portata di click. Si tratta di porsi la seguente semplice domanda: a chi potrebbe recare vantaggio la continua diffusione di virus?
    • Anonimo scrive:
      Re: La colpa e' di chi CREA i virus
      - Scritto da: Antivirus
      Se un terrorista entra imbottito di
      esplosivo all'interno di un autobus gremito
      di gente e si fa esplodere, la colpa di chi
      e': del terrorista o dell'azienda dei
      trasporti? Ovviamente del terrorista.
      L'azienda dei trasporti puo' solo cercare di
      arginare l'ingresso dei terroristi a bordo
      dei propri autobus, ma non puo' certo essere
      ritenuta responsabile degli attentati. Ne',
      d'altronde, si puo' certo impedire alla
      gente di salire in un autobus.Un bell'esempio che non ha a che vedere con la situazione reale che si sta trattando, in quanto sul salato biglietto dell'autobus non c'è scritto che mi assicurano sicurezza contro attentati. Microsoft mi vende prodotti sicuri? Non lo sono? Allora ha truffato....che ci siano reati da imputare ai realizzatori di virus questa è un'altra questione.
      • Anonimo scrive:
        Re: La colpa e' di chi CREA i virus
        - Scritto da: Pangon
        ... Microsoft mi vende
        prodotti sicuri? Non lo sono? Allora ha
        truffato.Sicuri? Sicuri da che cosa? Dalla genialoide e perversa perfidia di chi crea un virus, al solo scopo di recare danno, e possibilmente in un colpo solo al maggior numero possibile di pc?Spiacente, ma non sono d'accordo con te.
        • Anonimo scrive:
          Re: La colpa e' di chi CREA i virus
          Gia', in fondo sulla licenza di Microsoft ci sta scritto a chiare lettere CHE LORO NON SONO RESPONSABILI DI NESSUN DANNO TU POSSA SUBIRE USANDO I LORO SOFTWARE, NE' DIRETTO NE' INDIRETTO, e se leggi anche le righe piccole, sostanzialmente ti dicono anche che non ti garantiscono affatto nemmeno che il software faccia quello per cui è stato creato, figurati un po'...In questo senso Linux non è migliore... Da questo punto di vista le licenze sono identiche, credo...Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: La colpa e' di chi CREA i virus
      - Scritto da: Antivirus
      L'azienda dei trasporti puo' solo cercare di
      arginare l'ingresso dei terroristi a bordo
      dei propri autobus, ma non puo' certo essere
      ritenuta responsabile degli attentati. Ne',
      d'altronde, si puo' certo impedire alla
      gente di salire in un autobus.Sai se vedo che la compagnia A (che gestisce 200 linee) subisce 100 attentati riusciti in un anno.La compagnia B (che di linee ne ha 30) ne subisce 1 a segnoLa compagnia C (che gestisce 20 linee) ne subisce 1.Qualche sospetto mi viene.Se poi guardo a come si comportano:Sulla compagnia A ti controllanosolo che abbia pagato il biglietto, e ti guardano appena (al massimo se porti un kalashnikov ti lasciano giu'.Sulla B passi un metal detector, e c'è un addetto della vigilanza che passa di tanto in tanto.Sulla C gli scompartimenti sono fissi e non ti puoi muovere da uno all'altro. Inoltre c'è una telecamera su ogni entrata.Siamo sicuri che la compagnia A non abbia _nessuna_ responsabilià negli attentati?
      Ragioniamo con calma. La verita'
      probabilmente e' a portata di click. Si
      tratta di porsi la seguente semplice
      domanda: a chi potrebbe recare vantaggio la
      continua diffusione di virus?Questa è un'ipotesi che non cestinerei al volo.
      • Anonimo scrive:
        Re: La colpa e' di chi CREA i virus




        Ragioniamo con calma. La verita'

        probabilmente e' a portata di click. Si

        tratta di porsi la seguente semplice

        domanda: a chi potrebbe recare vantaggio
        la

        continua diffusione di virus?

        Questa è un'ipotesi che non cestinerei al
        volo.Io non la cestinerei affatto...
      • Anonimo scrive:
        Re: La colpa e' di chi CREA i virus

        Cioe' tutti quegli utonti che credano di
        poter utilizzare un'apparecchiatura
        complessa senza neanche leggere il manuale
        ?!?
        Bhe' e' solo gente credulona che e' caduta
        nella pubblicita' di Win.Senti, ognuno con i propri soldi ci fa quello che vuole!!Forse questo concetto ti è poco chiaro....


        Con questo voglio che chi ha SO operativi

        diversi da Windows ha sicuramente delle

        conoscenze tecniche superiori all'utente

        medio che usa i prodotti Microsoft, ma

        questo non autorizza a disprezzare
        chiunque

        non usi Linux...

        Mha, in fondo chi usa Mac e' simpatico.Dipende... Non è detto...
        • Anonimo scrive:
          Re: La colpa e' di chi CREA i virus
          - Scritto da: decoder68

          Cioe' tutti quegli utonti che credano di

          poter utilizzare un'apparecchiatura

          complessa senza neanche leggere il manuale

          ?!?

          Bhe' e' solo gente credulona che e' caduta

          nella pubblicita' di Win.
          Senti, ognuno con i propri soldi ci fa
          quello che vuole!!
          Forse questo concetto ti è poco chiaro....Basta che non si lamentino se li chiamo utonti...
          • Anonimo scrive:
            Re: La colpa e' di chi CREA i virus



            Senti, ognuno con i propri soldi ci fa

            quello che vuole!!

            Forse questo concetto ti è poco chiaro....

            Basta che non si lamentino se li chiamo
            utonti...Beh, è un termine offensivo che non gradisco, anche se sicuramente non sono così tonto....Di solito utonto viene esteso all'intera comunità di persone che usano prodotti Microsoft..Comunque...Anche se è un argomento off-topic, sul mio PC ho sia Mandrake Linux 8.1 che Windows XP, e ti posso assicurare che XP è nettamente migliore in tante cose...E poi non ho mai subito nè infezioni di virus nè assalti di hacker..Basta avere gli strumenti giusti...
          • Anonimo scrive:
            Re: La colpa e' di chi CREA i virus
            - Scritto da: decoder68
            Di solito utonto viene esteso all'intera
            comunità di persone che usano prodotti
            Microsoft..Personalmente non l'ho mai fatto.Pressochè tutti gli utonti usano Win, ma non vale il contrario.
          • Anonimo scrive:
            Re: La colpa e' di chi CREA i virus
            - Scritto da: SiN
            Personalmente non l'ho mai fatto.
            Pressochè tutti gli utonti usano Win, ma non
            vale il contrario. Sara' colpa della pubblicita' di zio Bill !!Prodotti per utonti...
          • Anonimo scrive:
            Re: La colpa e' di chi CREA i virus
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: SiN


            Personalmente non l'ho mai fatto.

            Pressochè tutti gli utonti usano Win, ma
            non

            vale il contrario.

            Sara' colpa della pubblicita' di zio Bill !!

            Prodotti per utonti...In compenso tu fai parte della stessa categoria anche senza la pubblicità di Bill...
          • Anonimo scrive:
            Re: La colpa e' di chi CREA i virus
            - Scritto da: decoder68
            - Scritto da: Mario

            Sara' colpa della pubblicita' di zio Bill
            !!



            Prodotti per utonti...

            In compenso tu fai parte della stessa
            categoria anche senza la pubblicità di
            Bill...Sara' che uso Windows !
          • Anonimo scrive:
            Re: La colpa e' di chi CREA i virus
            Può essere.. Ma secondo me è solo un caso..
      • Anonimo scrive:
        Re: La colpa e' di chi CREA i virus


        L'azienda dei trasporti puo' solo cercare
        di

        arginare l'ingresso dei terroristi a bordo

        dei propri autobus, ma non puo' certo
        essere

        ritenuta responsabile degli attentati.
        Ne',

        d'altronde, si puo' certo impedire alla

        gente di salire in un autobus.


        Sai se vedo che la compagnia A (che gestisce
        200 linee) subisce 100 attentati riusciti in
        un anno.
        La compagnia B (che di linee ne ha 30) ne
        subisce 1 a segno
        La compagnia C (che gestisce 20 linee) ne
        subisce 1.

        Qualche sospetto mi viene.vuol dire soltanto che ci sono stati 102 attentatinon equanmente distribuiti.Evidentemente la compagnia A, o e' piu' frequentata, o e' meno attenta alla sicurezza, ma di certo non lo fa per vedersi assaltare gli autobus.Forse la sua clientela digerirebbe male i metal detector all'entrata, il poliziotto armato a bordo etc. etc.La responabilita' dell'attentato, rimane sempre dell'attentatore, a meno che non si dimostri in maniera inconfutabile, che compagnia A e attentatori fossero in combutta.Come sempre, l'onere della prova spetta all'accusa, non alla difesa.E guarda che non mi fa piacere difendere MS quando si parla di sicurezza, ma la diffusione dei virus o degli worm, per me e' e rimane un reato.Che il mezzo usato sia un prodotto MS e' solo una caso.Se ci fosse un sistema altrettanto diffuso sarebbe sicuramente preso di mira anche quello.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: La colpa e' di chi CREA i virus
          In linea di massima ti do' ragione.Pero', c'e' almeno una eccezione:per Amiga (e ridaje con 'sta Amiga :-) ) di virus ce ne erano una quintalata e non e' che fosse poi cosi' diffuso... semplicemente era facile farli (per la cronaca: al boot il sistema eseguiva qualunuqe codice macchina si trovasse nel boot-block del floppy).Secondo me la mentalita' di chi scrive virus e' che se il sistema e' diffuso e ben protetto e' una sfida. Se e' facile si fa per esercizio.Windows e' sia facile che diffuso. Una preda perfetta. :-) :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: La colpa e' di chi CREA i virus
            Uhm, a meno di cambiare le impostazioni del bios, (BIOS? Cos'è? L'utente medio pensa che sia una marca di cibo biologico...) TUTTI I PC SI COMPORTANO NELLA STESSA MANIERA (anche quelli con linux, dato che ciò non dipende dal SO ma solo dal BIOS), caricando il boot block dal dischetto che trovano nel drive.Questo in realtà non è più un problema, visto che tutti i virus moderni usano altri sistemi per infettare il PC...
      • Anonimo scrive:
        Re: La colpa e' di chi CREA i virus
        Ti ricordi del DOS? anzi dell'M$DOS?Anche lui era usato da molti ut., anzi la maggioranza di allora, eppure tutti appena acceso il PC erano sbigottiti davanti a quella C:
        con il cursore lampeggiante. Poi..., poi si è imparato, si è imparato ad editare a mano il filesystem, ad fare la geometria del disco in c,h,s; etc.Vero che win* si è reso usabile anche da chi allora come oggi, non era in grado (per vari motivi) di fare quest'azioni; ma è altrettanto vero, che sotto il (falso) velo protettivo della facilità di win* ci sono ut. che possono fare questo ed altro, e non lo fanno!Un pò di conoscenza in più, non uccide nessuno, né tantomeno win*, anzi ha solo positivi effetti, già dalla concorrenza maggiore che si avrebbe...
  • Anonimo scrive:
    Outlook 6 - NAV 0
    Questa volta Bill ha fatto le cose per bene con la versione 6 di Outlook. Ho potuto sperimentarlo la settimana scorsa, quando, ignaro di questo nuovo virus, e fidando sul buon lavoro del Norton Antivirus, ho tentato di aprire la letterina con soggetto Re: e Outlook me lo ha impedito, spiegandomi in un messaggio che l'e-mail conteneva un allegato potenzialmente virale. Naturalmente bisogna impostarlo in questo modo nell'apposita sezione "Sicurezza" delle "Opzioni".Un punto a sfavore invece per il Norton Antivirus, che, nonostante io lo tenga sempre aggiornatissimo, continua a non riconoscere come virali le e-mail di Badtrans: vergogna Symantec!SalutiOblomov
    • Anonimo scrive:
      Re: Outlook 6 - NAV 0
      - Scritto da: Oblomov
      Questa volta Bill ha fatto le cose per bene
      con la versione 6 di Outlook. Ho potuto
      sperimentarlo la settimana scorsa, quando,
      ignaro di questo nuovo virus, e fidando sul
      buon lavoro del Norton Antivirus, ho tentato
      di aprire la letterina con soggetto Re:
      e Outlook me lo ha impedito, spiegandomi in
      un messaggio che l'e-mail conteneva un
      allegato potenzialmente virale.
      Naturalmente bisogna impostarlo in questo
      modo nell'apposita sezione "Sicurezza" delle
      "Opzioni".

      Un punto a sfavore invece per il Norton
      Antivirus, che, nonostante io lo tenga
      sempre aggiornatissimo, continua a non
      riconoscere come virali le e-mail di
      Badtrans: vergogna Symantec!

      Saluti
      OblomoFammi capire: te l'ha segnalato Outlook 6 o NAV che l'e-mail era potenzialmente infetta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Outlook 6 - NAV 0

        Fammi capire: te l'ha segnalato Outlook 6 o
        NAV che l'e-mail era potenzialmente infetta?Me l'ha segnalato Outlook, l'ultima versione abbinata a IE 6. Il NAV continua a non riconoscermi Badtrans nel check delle e-mail in arrivo.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Outlook 6 - NAV 0
      se è per questo il norton non mi vedeva uno stupido virus che si era depositato (sotto forma di file *.cpy) nella directory nascosta del system restore di win.Invece un vecchio pc-cillin lo vedeva ma trattandosi di un file di sistema il windows non gli permetteva di ripulirlo, cancellarlo o metterlo in quarantena; in pratica windows lo proteggeva! :-)Ho potuto rimuoverlo solo da dos.
      • Anonimo scrive:
        Re: Outlook 6 - NAV 0
        Attenzione: questo non è colpa di NAV, ma di microsoft, e della sua stupida funzione di system restore, che invece di conservare in modo protetto i file che deve poter ripristinare, li mette semplicemente in una cartella, pronti pronti per ripristino infetto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Outlook 6 - NAV 0
      GIA'! E pensare che alcuni mi hanno preso per il culo quando ho detto che non mi sembra poi così OK il NAV...Io non ho detto che fa schifo: ho solo detto che non mi fido! GUAI! Mi sono sentito dire che, siccome protegge interi sistemi di IBM è il migliore... (sarà anche il migliore, ma quello progettato per IBM!!! E' un po' come WIN e NT)Io, personalmente, preferisco AVP: poi sarà molto soggettivo. CIAO e okkio a NAV!!!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Outlook 6 - NAV 0
        - Scritto da: blippo65
        GIA'! E pensare che alcuni mi hanno preso
        per il culo quando ho detto che non mi
        sembra poi così OK il NAV...Lo stesso è successo e succede anche a me.
        Io non ho detto
        che fa schifo: Io lo affermo proprio invece.
        Io, personalmente, preferisco AVP: poi sarà
        molto soggettivo. CIAO e okkio a
        NAV!!!!!!!!!!!!Sì è buono pure quello; io invece uso F-prot.Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: Outlook 6 - NAV 0
          - Scritto da: Stargazer


          - Scritto da: blippo65

          GIA'! E pensare che alcuni mi hanno preso

          per il culo quando ho detto che non mi

          sembra poi così OK il NAV...

          Lo stesso è successo e succede anche a me.




          Io non ho detto

          che fa schifo:

          Io lo affermo proprio invece.



          Io, personalmente, preferisco AVP: poi
          sarà

          molto soggettivo. CIAO e okkio a

          NAV!!!!!!!!!!!!

          Sì è buono pure quello; io invece uso F-prot.

          Ciao.Preferisco McAfee, un po pesante ma ha sempre fatto il suo lavoro.In questo caso il virus è stato bloccato da ZoneAlarm Pro che mi ha segnalato la presenza di un allegato sospetto e lo ha messo in quarantena impedendomi di aprirlo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Outlook 6 - NAV 0
          Allora, io uso outlook 6, ho disabilitato il prewiew dei messaggi, il NAV aggiornato settimanalmente, non riconosce il virus mentre scarica le mail, come dovrebbe fare, ma mi impedisce di aprire l'allegato, per cui lo riconosce senza problemi.NON ho contratto il trojan, nonostante lo abbia ricevuto a valanghe, e mi sono pure assunta l'onere/dovere di avvertire chi me lo manda, che lo ha nel pc e sta lavorando di nascosto.Ora, colpa di microsoft o meno, io sono una di quelle che ha comprato il pc chiavi in mano, questo c'era e di questo mi sono accontentata, spesso capita pure che dopo avere speso un mare di quattrini, uno non può buttare tutto a mare, e ancora più spesso gli ignoranti informatici sono più numerosi dei furbi, ma che facciamo, li uccidiamo tutti????Io per prima lo sono molto, e lo so, per cui, dopo avere ringraziato chi mi aiuta a capire, come coloro che tengono in piedi certi siti, come questo, a mia volta cerco di aiutare chi ne sà meno di me, ma costruttivamente per favore, non urlando "accidenti a te........" senza una soluzione.Ciao a tuttiWanda
          • Anonimo scrive:
            Re: Outlook 6 - NAV 0
            Controtendenza: A me il NAV (corporate edition - aggiornamento giornaliero) segnala sempre il virus: non è in grado di eliminarlo, ma lo sbatte in quarantena. Da lì lo si elimina manualmente, sempre tramite NAV.
          • Anonimo scrive:
            Re: Outlook 6 - NAV 0
            - Scritto da: PanzerFaust
            Controtendenza: A me il NAV (corporate
            edition - aggiornamento giornaliero) segnala
            sempre il virus: non è in grado di
            eliminarlo, ma lo sbatte in quarantena. Da
            lì lo si elimina manualmente, sempre tramite
            NAV.Chiarisco che io sono un po' indignato con il Nav da quando a suo tempo, avendo ricvevuto un virus sebbene era aggiornato, non lo eliminava, mentre addirirttura la versione Dos freeware di F-prot lo ha eliminato all'istante senza mettere in quarantena.C'è anche da dire tempo fa che ad un amico cercando di eliminare magistr (che ha preso ovviamente lanciando l'exe; chissà perché hanno questa curiosità alcuni utenti), siccome ha infettato per bene (ho trovato ben 16 trojan diversi dato si aggiorna via web) ho dovuto eliminare da Dos i file .dll e quindi rifare un setup di Windows.In questo caso il Nav è utile per quei curiosoni che aprono e-mail sospette e non.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Outlook 6 - NAV 0
            Anche a me lo segnala SEMPRE, e se non è in grado di riparare il file è solo perchè il BadTrans in realtà non spedisce in allegato un vero file infettato, ma in realtà spedisce SOLO se stesso, quindi non c'è nulla da riparare!
    • Anonimo scrive:
      Re: Outlook 6 - NAV 0

      Perche' ho il sospetto che fosse un
      messaggio generico che ti avrebbe dato anche
      in caso di file simili ma non virali?
      Forse perche' immagino che il programma si
      sia basato solo sulle estensioni (immagino
      le eseguibili) per dare il messaggio.Sì, esatto. Infatti non è che OE 6 riconosca il virus, ma riconosce gli allegati con estensioni "potenzialmente virali", e dunque i vari .exe .scr .pif .vbs ecc. Comunque è possibile impostare l'elenco delle estensioni non gradite.Ciao
  • Anonimo scrive:
    ANTIVIRUS!!!
    Ma li vogliamo usare o no questi antivirus???E' OVVIO che chi vuole fare un virus, lo fa per i sistemi Windows e non per Linux o FreeBSD o QNX!!!!!Oppure davvero pensate che questi ultimi siano immuni da questi fenomeni??Ma per piacere!!E' come se per fare pubblicità ad un prodotto si andasse a presentarlo in un paesino sperduto con 100 anime invece di andare a Roma o Milano.Attendo ansioso le repliche risentite del popolo del pinguino...
    • Anonimo scrive:
      Re: ANTIVIRUS!!!
      Ma allora come te lo spieghi che io non ho MAI (e sottolineo) MAI beccato un virus???Eppure sono uno di quei folli sciagurati imbecilli utonti che usano Outlook e Winzozz di M$!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: ANTIVIRUS!!!
        - Scritto da: decoder68
        Ma allora come te lo spieghi che io non ho
        MAI (e sottolineo) MAI beccato un virus???Avrai un ottimo antivirus. Perche' no ? Mica e' vietato. Solo che io, avendone la possibilita', preferisco prevenire alla base.
        Eppure sono uno di quei folli sciagurati
        imbecilli utonti che usano Outlook e Winzozz
        di M$!!!
        Anche io uso entrambe. Anzi: tutti e tre.Outlook per la posta locale all'azienda, win (ovviamente altrimenti outlook non girerebbe), e netscape per la posta esterna.
      • Anonimo scrive:
        Re: ANTIVIRUS!!!
        Idem come sopra........E aggiungo......a parte la prudenza, se non si vuole correre rischio alcuno, basta tenere il pc spento:-)Wanda
  • Anonimo scrive:
    E chi e' che lo usa ancora outlook?
    ormai tutti i provider danno l'accesso alla posta via web, perche' utilizzare outlook, che e' pesante, da problemi e occupa un sacco di spazio. Io voglio un programma per leggere la posta, non un programma panzone come outlook, che si comporta come da grossa discarica. W ELM!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
      credo che nemmeno bill gates si abbassi ad utilizzare quella porcata.Su win non esiste niente di meglio di Pegasus Mail (ed e' anche freeware)http://www.pmail.com
      • Anonimo scrive:
        Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
        - Scritto da: pegasus user
        credo che nemmeno bill gates si abbassi ad
        utilizzare quella porcata.

        Su win non esiste niente di meglio di
        Pegasus Mail (ed e' anche freeware)

        http://www.pmail.comMAh. Io l'ho installanto tempo fa (non ricordo la versione) e no nmi aveva convinto.Certo mi era parso meglio di OE, ma non ci vuole molto.Provato Phoenix ?
        • Anonimo scrive:
          Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?(off topic)
          off topic

          Pegasus Mail (ed e' anche freeware)
          Provato Phoenix ?sono i cavalieri dello zodiaaacooo!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?(off topic)
            - Scritto da: luca
            off topic


            Pegasus Mail (ed e' anche freeware)

            Provato Phoenix ?
            sono i cavalieri dello zodiaaacooo!!!ROTFLE' vero! non ci avevo mai pensato! ^__^
      • Anonimo scrive:
        Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
        ma come non lo sai. Bill usa un titanium con OSX e office X, non vuole avere problemi con i virus lui!:)
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
      appunto... chi usa outlook allora i virus se li merita -__-
      • Anonimo scrive:
        Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
        Tanto per saperlo, quando c'è stata l'invasione di nimda, avete smesso tutti di navigare????Wanda
        • Anonimo scrive:
          Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
          - Scritto da: Wanda
          Tanto per saperlo, quando c'è stata
          l'invasione di nimda, avete smesso tutti di
          navigare????NO.Perchè avremmo dovuto?
        • Anonimo scrive:
          Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
          - Scritto da: Wanda
          Tanto per saperlo, quando c'è stata
          l'invasione di nimda, avete smesso tutti di
          navigare????
          WandaAssolutamente NO!
        • Anonimo scrive:
          Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
          - Scritto da: Wanda
          Tanto per saperlo, quando c'è stata
          l'invasione di nimda, avete smesso tutti di
          navigare????
          WandaNo. Galeon non mi ha dato nessun problema ... ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            strano..... eppure in quel caso bastava navigare per beccarselo.....a quel che mi risulta :-)Maree di siti chiusi per server infettati,e la colpa non era certamente di outlook :-)Sarò scema, ma io continuo ad usare outlook, aggiorno l'antivirs, leggo informazioni e mi difendo.Quando avò modi e mezzi, affronterò il problema da un punto di vista diverso, ma credo che se i vari programmi di posta cominciano a diffondersi come è diffuso l'imputato, qualche furbo si inventerà qualcosa per diffondere virus o trojan attraverso questi, non vi pare???Certamente che fintanto chiunque riceva una mail con un allegato infetto viene lasciato solo e senza info, le bombe continueranno a scoppiare, io ho circa 2.500 indirizzi mail nella mia rubrica, che ho masterizzato, in modo che se mi succede un guaio, evito di infettare tutti, ma quando mi giunge voce di un virus, informo tutti, in modo che come mi tutelo io lo facciano anche gli altri.In altre parole secondo me, bestemmiare contro tizio caio e sempronio serve a poco, meglio è tenere in funzione il tam tam, e USARE GLI ANTIVIRUS AGGIORNATI.Sono ancora troppi coloro che pensano di poter trafficare via web senza un minimo di protezione, e quelli sono i principali colpevoli delle diffusioni incontrollate dei virus.Un programma è solo un mezzo, sta a chi lo usa cercare di renderlo il più sicuro possibile.L'ho detto da un'altra parte e lo ripeto qui, per essere certi di non correre pericoli, l'unica è tenere il pc spento...:-)Wandache per ora non si è beccata niente:-)
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: Wanda
            strano..... eppure in quel caso bastava
            navigare per beccarselo.....a quel che mi
            risulta :-)......Bastava navigare con Windows per beccarselo ....
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: TeX

            Bastava navigare con Windows per beccarselo
            ....Sicuro????E se l'estensione .eml non è associata?
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: SiN


            - Scritto da: TeX




            Bastava navigare con Windows per
            beccarselo

            ....

            Sicuro????
            E se l'estensione .eml non è associata?
            Associata a cosa ?
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: TeX

            Sicuro????

            E se l'estensione .eml non è associata?



            Associata a cosa ?Normalmente l'espresso guardafuori se l'associa. Ora, poichè sul mio Win NON c'è OE, il file readme.eml eventualmente richiamato da Opera che legge un file html virato (via Javascript), NON può essere eseguito. Perchè Opera non saprebbe a chi farlo eseguire.
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: SiN


            - Scritto da: TeX


            Sicuro????


            E se l'estensione .eml non è associata?






            Associata a cosa ?

            Normalmente l'espresso guardafuori se
            l'associa. Ora, poichè sul mio Win NON c'è
            OE, il file readme.eml eventualmente
            richiamato da Opera che legge un file html
            virato (via Javascript), NON può essere
            eseguito. Perchè Opera non saprebbe a chi
            farlo eseguire.Neanche sul mio sistema c'è OE.....Galeon è un browser per Linux .....
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: TeX

            Neanche sul mio sistema c'è OE.....
            Galeon è un browser per Linux ..... Fin lì c'ero arrivato.Il concetto che volevo esprimere è: non basta navigare con Win per beccarsi Nimda, anche se finisci su un sito infettato, senza antivirus.Occorre X lo meno navigare con MSIE s/o avere OE.(a parte che CMQ Ho installato InoculateIT)
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: SiN


            - Scritto da: TeX



            Neanche sul mio sistema c'è OE.....

            Galeon è un browser per Linux .....

            Fin lì c'ero arrivato.

            Il concetto che volevo esprimere è: non
            basta navigare con Win per beccarsi Nimda,
            anche se finisci su un sito infettato, senza
            antivirus.
            Occorre X lo meno navigare con MSIE s/o
            avere OE.Hai ragione.... Vabbè volevo solo fare un po' il troll .....
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: Wanda
            strano..... eppure in quel caso bastava
            navigare per beccarselo.....a quel che mi
            risulta :-)solo se navighi con MSIE, o hai OE installato.Io ho continuato allegramente a navigare con Opera.
            Quando avò modi e mezzi, affronterò il
            problema da un punto di vista diverso, ma
            credo che se i vari programmi di posta
            cominciano a diffondersi come è diffuso
            l'imputato, qualche furbo si inventerà
            qualcosa per diffondere virus o trojan
            attraverso questi, non vi pare???SI, ma si accorgerà che non è così facile come con OE.
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: Wanda
            strano..... eppure in quel caso bastava
            navigare per beccarselo.....a quel che mi
            risulta :-)Chiunque utilizzi Windows.
            Maree di siti chiusi per server infettati,e
            la colpa non era certamente di outlook :-)La colpa è dei Sys admin incompetenti.
            Sarò scema, ma io continuo ad usare outlook,
            aggiorno l'antivirs, leggo informazioni e mi
            difendo.Questo infatti ha mio avviso dovrebbero farl o tutti gli utenti M$!
            Quando avrò modi e mezzi, affronterò il
            problema da un punto di vista diverso, ma
            credo che se i vari programmi di posta
            cominciano a diffondersi come è diffuso
            l'imputato, qualche furbo si inventerà
            qualcosa per diffondere virus o trojan
            attraverso questi, non vi pare???Infatti tra poco sarà meglio che tutti si installino un bel Troyan Remover!C'è gente che quando chatta non ha nemmeno l'idea di quanta gente si fà un giro sui loro computer (è successo pure a me ma mi ci è voluto per chiudere il buco).Io in questo caso solo se ho ricevuto un attacco, per la ricezione di un virus mi sembra esagerata la cosa invece.
            In altre parole secondo me, bestemmiare
            contro tizio caio e sempronio serve a poco,
            meglio è tenere in funzione il tam tam, e
            USARE GLI ANTIVIRUS AGGIORNATI.Senza ombra di dubbio cmq molti utenti anche se ne prendono uno la rimozione è possibile farla manualmente. Io i virus gli vedo più una rottura e perdita di tempo che una minaccia!E' la rimozione manuale dovrebbero impararla un po' tutti quanti dato che si dà uno sguardo alle statistiche, la situazione è allarmante e se continua così, arriviamo al punto che vengono sfornati nuovi virus al giorno che in questo caso se l'update non è istantaneo l'antivirus servirà a ben poco.Ammetto che la mia è una visione pessimistica. Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?


            Chiunque utilizzi Windows.
            Ammetto la mia ignoranza, in quel periodo ho navigato con netscape, e non so se avrei potuto avere ugualmente problemi (se l'accoppiata windows nestcape è identica a windows esplorer)
            Questo infatti ha mio avviso dovrebbero farl
            o tutti gli utenti M$!magari anche gli altri.....sto riscontrando una assoluta incapacità di usare, non solo programmi, ma perfino i cellulari, per la scocciatura di leggere....:-)
            Infatti tra poco sarà meglio che tutti si
            installino un bel Troyan Remover!
            C'è gente che quando chatta non ha nemmeno
            l'idea di quanta gente si fà un giro sui
            loro computer (è successo pure a me ma mi ci
            è voluto per chiudere il buco).già fatto.....:-)
            Senza ombra di dubbio cmq molti utenti anche
            se ne prendono uno la rimozione è possibile
            farla manualmente. Io i virus gli vedo più
            una rottura e perdita di tempo che una
            minaccia!
            E' la rimozione manuale dovrebbero impararla
            un po' tutti quanti dato che si dà uno
            sguardo alle statistiche, la situazione è
            allarmante e se continua così, arriviamo al
            punto che vengono sfornati nuovi virus al
            giorno che in questo caso se l'update non è
            istantaneo l'antivirus servirà a ben poco.

            Ammetto che la mia è una visione
            pessimistica. Visto l'andazzo, non mi pare neppure troppo pessimistica, ma mi sorge un problema, ok....facciamolo manualmente, a patto di trovare da qualche parte le istruzioni, e possibilmente in italiano (il mio inglese scolastico non basta purtroppo...) Difficilmente infatti si riesce a trovare informazioni, se non in siti come questi, dove inoltre, e per fortuna, spesso sono più informativi per le soluzioni i forum e le mailing list più che gli articoli....Ciao Wanda
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?

            No. Galeon non mi ha dato nessun problema
            ... ;) Se usi quella merda non hai mai iniziato a navigare...
          • Anonimo scrive:
            Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
            - Scritto da: Ciao


            No. Galeon non mi ha dato nessun problema

            ... ;)

            Se usi quella merda non hai mai iniziato a
            navigare... Non ho mai trovato un sito inaccessibile.In compenso utilizza i tab. Mentre con IExplorer ti ritrovi con 18427 finestre aperte sparse sul desktop ...Per il resto è questione di gusti .....Ma qualcosa mi dice che tu il Galeon non lo hai neanche mai provato ....Questione di gusti .....
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi e' che lo usa ancora outlook?
      Brevissimo corso maschilista su come si inviano i messaggi e-mail(e su come si selezionano i destinatari dalla rubrica).In due versioni.Per gli uomini:1. Andare in Outlook/Netscape/Notes e fare clic su "Nuovo messaggio".2. Scrivere il testo.3. Fare clic sulla casella "A:" e selezionare i destinatari.4. Fare clic sulla casella "CC:" e selezionare i destinatari in copia.5. Fare clic su "Invia".Per le donne:1. Chiedere alla collega com'è fatta l'icona di Outlook/ Netscape/Notes.2. Trovare la stessa icona sul desktop e fare doppio clic su di essa.3. Rifare doppio clic, stavolta più veloce e vedrete che si apre...4. Selezionare "Nuovo messaggio". In alto a sinistra... un po' più a sinistra... un po' più in alto... sì eccolo.5. Bastava un clic solo, stavolta, ma comunque si è aperto un nuovo messaggio: chiudete il secondo che tanto non serve.6. Iniziate scrivendo il testo del messaggio. E' come una macchina da scrivere, basta usare i tasti sulla tastiera.7. Adesso riscrivetelo tutto anziché nella casella dell'oggetto in quella più grande sottostante.8. Mettete un oggetto significativo. No, "Messaggio" non va bene, qualcosa di più significativo.9. Adesso fate clic sul pulsante "A:"10. No, non era il pulsante con la croce in alto a destra. Quello chiude il messaggio. Ripartite dal punto 4.11. Dato l'elenco di destinatari scegliete CON MOLTA ATTENZIONE i nomi di quelli a cui volete inviare il Messaggio: Se un nome compare nella casella "A:" vuol dire che riceverà il messaggio. Se non compare, no. E' semplice.12. Aggiungete anche i destinatari in copia, con lo stesso criterio usato al punto 11. Un destinatario in copia riceverà lo stesso messaggio...13. Fate clic su Invia.14. Se avete un modem da accendere è ora di farlo. In genere emetterà una serie di suoni strani. Non spegnetelo e non cercate di sintonizzarlo meglio: ha un solo canale e trasmette solo quello!15. Quando segnala che il messaggio è stato inviato andate su "Posta inviata".16. L'ultimo messaggio inviato è in cima alla lista. Doppio clic per aprirlo.17. Dall'elenco dei destinatari identificate tutti quelli a cui avete mandato il messaggio e in realtà non avreste voluto.18. Inviate una mail di scuse a tutti questi seguendo la stessa procedura a partire dal punto 4.
  • Anonimo scrive:
    Bellissima l'immagine!
    Complimenti a Luca (è tua, vero?)
  • Anonimo scrive:
    La vera colpa di Guglielmino Cancelli
    L'unico, grande, immenso inganno del buon Cancelli è quello di aver diffuso la convinzione che per usare un PC non occorre nessuna preparazione specifica, un po' come accendere un tostapane: NON E' VERO!Nascondere le complessità della gestione di un sistema operativo multiutente e con funzionalità di rete dietro una selva di iconcine colorate e di "wizard" che generano le configurazioni "automagically" è, almeno per ora, una pura truffa.Tutto qua.
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera colpa di Guglielmino Cancelli

      L'unico, grande, immenso inganno del buon
      Cancelli è quello di aver diffuso la
      convinzione che per usare un PC non occorre
      nessuna preparazione specifica, un po' come
      accendere un tostapane: NON E' VERO!
      Nascondere le complessità della gestione di
      un sistema operativo multiutente e con
      funzionalità di rete dietro una selva di
      iconcine colorate e di "wizard" che generano
      le configurazioni "automagically" è, almeno
      per ora, una pura truffa.Sì e no...Sì perché effettivamente windows è erroneamente facile da usare e potenzialmente (ma anche praticamente) a rischio sicurezza, e questo l'utente medio non lo sa e nessuno glielo spiegain senso generale no, perche per fare un esempio MacOS (in tutte le incarnazioni) è facile da usare, non richiede preparazione specifica e è sicurissimo. E' solo che Windows è fatto veramente coi piedi
      • Anonimo scrive:
        Re: La vera colpa di Guglielmino Cancelli
        In effetti la semplificazione è LEGGERMENTE troppo spinta. Dico leggermente perché ci sono cose che non sarebbero state d'ostacolo all'uso da parte di newbies... ma che Windows rimuove ugualmente. Parlo specialmente delle estensioni dei files per i files associati nel registro... sì, vabbè, c'è l'opzione per mostrarle ugualmente, ma è molto difficile da raggiungere per chi non ha assolutamente voglia di esplorare un po' le varie possibilità. E ultimamente (98 in poi) anche intere directory con contenuti nascosti. E poi tutte le superflue automazioni dei "Wizards"... se tutto va bene, allora siamo a posto, ma se qualcosa va male non dà grandi possibilità di intervento sulla configurazione di periferiche e simili. Io non vorrei mai essere nei panni di un tecnico che deve risolvere un problema ad un utente che lo paga per farlo. Non potrei garantire nulla. E infatti, anche fra tecnici, va di moda da Win95 in poi la "formattazione incondizionata dell'HD" e via... si ricomincia ad accumulare finché non s'intasa tutto di nuovo...
        • Anonimo scrive:
          Re: La vera colpa di Guglielmino Cancelli
          Mi presento, sono il tecnico pagato per risolvere i casini...A parte gli scherzi, (cmq è proprio il mio mestiere!), MAcOS è abbastanza sicuro, ma se qualcosa va storto, nessuno, nemmeno l'amministratore, può farci nulla.Almeno in windows posso infilarmi nella registry, usare un buon prompt dei comandi, e riportare le cose ad un buon sistema.In più, visto le quantità industriali di porcherie che gli utenti installano con regolarità, è un miracolo che win98 funzioni così a lungo, necessitando di una formattazione ogni 6-7 mesi soltanto.L'unica ragione per cui sotto Mac la cosa non succede è che il SO resiste praticamente a qualsiasi trattamento, continuando a funzionare a metà anche se gli viene cancellata parte della cartella sistema, dato che impedisce all'utente o amministratore che sia di effettuare la benchè minima operazione a basso livello sul sistema.Boh, devo dire che non so proprio quale delle due scelte preferire, più fragile ma riparabile più robusto ma che non posso nemmeno aprire... forse per me stesso preferisco la prima, visto che so riparare...
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera colpa di Guglielmino Cancelli
      Sono molto d'accordo!L'ultima follia è quella di windows XP, che pur piacendomi molto, esattamente come mi piace Win2k, e come mi piace la mia Mandrake 8.1, nella versione home FA DI OGNI UTENTE UN AMMINISTRATORE DI SISTEMA, dandogli pure la possibilità di usare le raw sockets... (vedi http://grc.com)Della serie prego usate il mio PC per fare attacchi DDOS!
  • Anonimo scrive:
    Un Genio
    Ma un genio con la G maiuscola!!! Sei un artista, Luca!!!
  • Anonimo scrive:
    Aggiornamento Automatico
    Eppure non ci vorrebbe molto ad implementare per quei software di rilevante importanza per la sicurezza della rete, una funzione che forzi l'utente all'AGGIORNAMENTO, funzione che per altro è già presente in molti antivirus. Il software, in questo caso Outlook, dovrebbe semplicemente controllare la presenza di nuove PATCH per poi scaricarle e installarle automaticamente. Con una tale soluzione la reazione a un'infezione sarebbe immediata e non ci si dovrebbe affidare a un utente che il più delle volte è alle prime armi. Buona settimana a tutti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Aggiornamento Automatico
      - Scritto da: Mario
      Eppure non ci vorrebbe molto ad implementare
      per quei software di rilevante importanza
      per la sicurezza della rete, una funzione
      che forzi l'utente all'AGGIORNAMENTO,
      funzione che per altro è già presente in
      molti antivirus. Il software, in questo caso
      Outlook, dovrebbe semplicemente controllare
      la presenza di nuove PATCH per poi
      scaricarle e installarle automaticamente.
      Con una tale soluzione la reazione a
      un'infezione sarebbe immediata e non ci si
      dovrebbe affidare a un utente che il più
      delle volte è alle prime armi.
      Buona settimana a tutti!Si, bravo. E poi quando l'utente con il 56K (ed in Italia sono ancora molti, troppi) si vede la propria connessione intasata, ed i tempi di connessione che si allungano a dismisura perchè "Outlook si deve patchare" (quindi: almeno 2 o 3 volte al mese, per chissà quanti MBytes) che dice?A te la risposta.'Iao
      • Anonimo scrive:
        Re: Aggiornamento Automatico
        La risposta la trovi leggendo l'articolo pubblicato oggi da Punto Informatico:Sicurezza automatica per i softwarehttp://www.punto-informatico.it/p.asp?i=38323Ho leggermente anticipato l'amministrazione Bush di qualcke giorno!
    • Anonimo scrive:
      Re: Aggiornamento Automatico
      Concordo con Psico.E ritengo che, conoscendo M$, la loro soluzione sarà proprio questa, proprio perché è la meno conveniente e meno soddisfacente. E perché constente loro di continuare a non ammettere che il problema è più a monte.
  • Anonimo scrive:
    Bastava il service pack
    io non ho nemmeno l'antivirus, ma ho messo su tutti i service pack segnalati da PI (quindi non necessariamente tutti quelli esistenti) e sono stramega-a-posto.e se non avessi voglia di leggere pi, una volta capito che DEVI METTERTI SU QUESTI CAVOLO DI SERVICE PACK ... passi per windowzdownload una volta alla settimana e ti scarichi il necessario.Fine!Tanto quanto fai il tagliando, il cambio dell'olio o metti l'antigelo nello spruzzino del tergicristallo.Mi associo per l'oscar-totale a Lucas.Sei un grande lucas.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bastava il service pack
      - Scritto da: Scimpanzello

      io non ho nemmeno l'antivirus, ma ho messo
      su tutti i service pack segnalati da PI
      (quindi non necessariamente tutti quelli
      esistenti) e sono stramega-a-posto.

      e se non avessi voglia di leggere pi, una
      volta capito che DEVI METTERTI SU QUESTI
      CAVOLO DI SERVICE PACK ... passi per
      windowzdownload una volta alla settimana e
      ti scarichi il necessario.
      una volta a settimana???
      Fine!

      Tanto quanto fai il tagliando, il cambio
      dell'olio o metti l'antigelo nello spruzzino
      del tergicristallo.



      Mi associo per l'oscar-totale a Lucas.
      Sei un grande lucas.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bastava il service pack
      - Scritto da: Scimpanzello

      io non ho nemmeno l'antivirus, ma ho messo
      su tutti i service pack segnalati da PI
      (quindi non necessariamente tutti quelli
      esistenti) e sono stramega-a-posto.
      Certo come no... sei aposto finchè non creano un virus che sfrutta una falla non ancora tappata... vedi Linux... uno dei suoi client FTP è pericolosamente bacato... solo che fino a pochi giorni fa non si sapeva nulla ed era tutto ok.Non puoi dirmi che sei stramega a posto solo perchè installi tutte le patch di mamma M$, serve anche un antivirus, eccome se serve!
  • Anonimo scrive:
    Ummm.... è bello sapere di aver ragione, però...
    però non mi piacerebbe una legge più stretta che potrebbe, che so, punire M$ per aver fornito un sicuro mezzo di contagio che BadTrans ha sfruttato. Non so, non vorrei che legislatori che hanno ampiamente dimostrato di essere fondamentalmente ignoranti, si mettessero a pasticciare qualcosa di strano... la punizione per M$ dovrebbe essere un'accusa in grande stile, da parte dei media, volta a sottolineare le responsabilità (per negligenza o per mera stupidità, sissì proprio mera stupidità, nella ricerca dell'automazione totale) dei suoi sistemisti. Questo farebbe loro una gran brutta pubblicità, il che sarebbe anche giusto.
    • Anonimo scrive:
      bello sapere di aver non aver ragione, per?..
      - Scritto da: alex¸tg
      per?non mi piacerebbe una legge pi?stretta
      che potrebbe, che so, punire M$ per aver
      fornito un sicuro mezzo di contagio che
      BadTrans ha sfruttato. e corretto da mesi e mesi.
      Non so, non vorrei
      che legislatori che hanno ampiamente
      dimostrato di essere fondamentalmente
      ignoranti, si mettessero a pasticciare
      qualcosa di strano... la punizione per M$
      dovrebbe essere un'accusa in grande stile,
      da parte dei media, volta a sottolineare le
      responsabilit?(per negligenza o per mera
      stupidit? siss?proprio mera stupidit?
      nella ricerca dell'automazione totale) dei
      suoi sistemisti. Questo farebbe loro una
      gran brutta pubblicit? il che sarebbe anche
      giusto.secondo il tuo raggionamento bisognerebbe punire i produttori di auto perche certe volte se fai una curva a 200 perdi aderenza e sbatti contro un muro.ma fammi il piacere.
      • Anonimo scrive:
        Re: bello sapere di aver non aver ragione, per?..

        secondo il tuo raggionamento bisognerebbe
        punire i produttori di auto perche certe
        volte se fai una curva a 200 perdi aderenza
        e sbatti contro un muro.

        ma fammi il piacere.Secondo il mio modesto parere sbagli paragone.Il punto e' ritenere responsabile chi ha prodotto l'auto perche' ha fatto le serrature delle portiere tutte identiche e quindi con una chiave apri tutte le auto... e ti e' sparita l'autoradio.E' un po' diverso.E comunque se l'auto in questione fosse una F1 sarebbe perfettamente lecito ritenerlo responsabile. Dipende solo da quali prestazioni ti ha garantito quando l'hai acquistata.
  • Anonimo scrive:
    responsabilita' e buon senso...
    cito:"Per questo c'è chi tende ad imputare le responsabilità dell'infezione anche a chi vende i computer. Sono infatti numerosissimi i rivenditori che offrono i "PC chiavi in mano" che consentono di collegarsi subito ad internet una volta installati nelle case e negli uffici. La domanda è se non dovrebbe essere condiviso anche da questi operatori l'onere di informare debitamente l'utente sui rischi e i pericoli dei virus?"La risposta e' NO.Per due semplici motivi.Il primo, anche le automobili vengono vendute chiavi in mano, senza che il venditore sia responsabile dell'uso improprio che se ne puo' fare (furti, rapine, scippi, omicidi, etc etc)..E' il guidatore l'unico responsabile di quanto accade e il venditore non e' neanche tenuto a controllare che l'acquirente possegga la patente di guida.Il secondo motivo riguarda le colpe per eventuali errori di costruzione.Non si puo' imputare al costruttore la colpa per un'eventuale difetto di fabbricazione se l'automobile ha superato tutti i test di sicurezza e se non viene chiaramente dimosrato che il produttore era a conoscenza del difetto e l'ha tenuto nascosto, o perlomeno e' molto difficle vincere eventuali cause.Nel caso in esame, bisognerebbe provare che MS sapeva di questo bug di outlook, non abbia distribuito la patch, abbia fatto finta di niente,e magari sia in combutta con i produttori di antivirus....Anche eprche', se si comincia ad applicare sanzioni sui sofware con bug, nessuno scrivera' piu' software.Quando acquistaimo un software sappiamo gia' che esso ha dei bug, ne possiamo essere certi.Ma eventuali danni prodotti da questi bug possono essere imputati al produttore solo se il produttore stesso lo ha tenuto nascosto e non ha fatto unlla per porvi rimedio.Altrimenti rienrta nei normali errori di programmazione.La frequenza di questi errori non e' un buon motivo per dire che qualcuno "sbagli apposta"... :)IMHOCiao
    • Anonimo scrive:
      Re: responsabilita' e buon senso...
      Sì, tutto giusto.Sono d'accordo.Però la serie di caratteristiche che ha portato alla diffusione di questo worm è stata davvero clamorosa. La gente dovrebbe solo sapere che usando OE si espone a un'enormità di rischi. La mia opinione per il futuro, forse un po' drastica, lo ammetto, è questa:togliamo la possibilità di inviare e ricevere e-mail in HTML. O quantomeno condizioniamo la possibilità a un'impostazione che PER DEFAULT sia disabilitata. OE, al momento, ha una condizione del genere per l'invio di posta, ma in ricezione non c'è nulla da fare: se il messaggio è multipart, la sua versione HTML viene sempre interpretata ed eseguita, con tanto di allegati infetti.
      • Anonimo scrive:
        Re: responsabilita' e buon senso...

        Sì, tutto giusto.
        Sono d'accordo.

        Però la serie di caratteristiche che ha
        portato alla diffusione di questo worm è
        stata davvero clamorosa. La gente dovrebbe
        solo sapere che usando OE si espone a
        un'enormità di rischi. La mia opinione per
        il futuro, forse un po' drastica, lo
        ammetto, è questa:

        togliamo la possibilità di inviare e
        ricevere e-mail in HTML. O quantomeno
        condizioniamo la possibilità a
        un'impostazione che PER DEFAULT sia
        disabilitata. OE, al momento, ha una
        condizione del genere per l'invio di posta,
        ma in ricezione non c'è nulla da fare: se il
        messaggio è multipart, la sua versione HTML
        viene sempre interpretata ed eseguita, con
        tanto di allegati infetti.anche io sono d'accordo con te..e come non potrei... :)purtroppo si va verso il peggio e non versoil meglio...Anche Evolution (il client di posta della ximiam gnome) ad esempio legge le mail in html.Se il client visualizzasse solo header multipart e tanti tag incomprensibili ai piu', credo che si smetterebbe di usarle...ma si sa', mettere una cornice a fiorellini sullapropria email e' qualcosa a cui pochi uteni medi sanno resistere... aripurtroppo...ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: responsabilita' e buon senso...
          - Scritto da: maks

          Sì, tutto giusto.
          Anche Evolution (il client di posta della
          ximiam gnome) ad esempio legge le mail in
          html.
          Per evolution le cose sono un po' diverse... visto che tanto Evolution non esegue in alcun caso allegati o altro codice, allora tanto vale permettere la visualizzazione in HTML; inoltre la formattazione in HTML è disabilitata di default.
      • Anonimo scrive:
        Re: responsabilita' e buon senso...
        Daccordissimo, infatti ho messo sul mio Outlook (quello completo, non quello express) uno script in VBA che mi converte tutti i messaggi in arrivo in TXT!!!!!!!!Basta con la formattazione in HTML, a che cavolo serve? Tanto se voglio qualcosa di formattato davvero bene è perchè andrà stampata, e non mi si venga a dire che esiste un browser che stampa decentemente...
    • Anonimo scrive:
      Re: responsabilita' e buon senso...
      - Scritto da: maks
      L'esempio dell'auto è totalmente sbagliato, perchè conta poco se uno lo sapeva o meno; se la macchina si cappotta in certe situazioni che lo sapesse o meno chi la produce è colpevole e deve ritirala dal mercato come successe per la Mercedes Classe A. Detto questo l'esempio dell'auto in campo software non è corretto.
      Anche eprche', se si comincia ad applicare
      sanzioni sui sofware con bug, nessuno
      scrivera' piu' software.Qui invece sono d'accordo.Cia
      • Anonimo scrive:
        Re: responsabilita' e buon senso...

        Anche eprche', se si comincia ad applicare
        sanzioni sui sofware con bug, nessuno
        scrivera' piu' software.Piu' che un bug, in OutLook mi pare viziato da imponenti problemi di sicurezza. In realta' OL funziona benissimo ed esegue perfettamente il suo compito.Ma quando esiste un problema di sicurezza cosi' importante (e direi strategicamente importante), accertato, sistematico, allora la casa produttrice lo deve eliminare alla radice.Ricordiamoci che, anche se la maggior parte di chi scrive su PI e' capace di evitare problemi con OL, la stragrande maggioranza di chi usa internet e' potenziale vittima dei danni che OL puo' veicolare.
    • Anonimo scrive:
      Re: responsabilita' e buon senso...
      Il buon senso e' creare un CLIENT di posta, forzarne l'installazione in quasi tutti i computer del mondo introducendo VOLONTARIAMENTE la possibilita' di eseguire codice di qualunque tipo di cui non e' possibile sapere la provenienza ?
    • Anonimo scrive:
      Re: responsabilita' e buon senso...
      basta scaricare un firewall gratuito come Zone Alarm che provvede automaticamente a rinominare tutti gli allegati in arrivo con estensioni potenzialmente cazzute; una volta rinominato il file (di solito viene chiamato .scr, zql,zlo)l'allegato è messo in condizioni di non nuocere.a me ne arrivano molte di queste mail e Zone Alarm provvede a cazziare l'allegato come sopra descritto.E il bello è che si tratta di un prodotto FREE.Questo non manleva MSdalla responsabilità di patchare velocemente i suoi prodotti bacati (e neppure quelli dell'utente che non si tiene aggiornato al riguardo)ma cmq. elimina già un bel pò di problemi.
      • Anonimo scrive:
        Re: responsabilita' e buon senso...

        basta scaricare un firewall gratuito come
        Zone Alarm che provvede automaticamente a
        rinominare tutti gli allegati in arrivo con
        estensioni potenzialmente cazzute; una volta
        rinominato il file (di solito viene chiamato
        .scr, zql,zlo)l'allegato è messo in
        condizioni di non nuocere.a me ne arrivano
        molte di queste mail e Zone Alarm provvede a
        cazziare l'allegato come sopra descritto.E
        il bello è che si tratta di un prodotto
        FREE.Questo non manleva MSdalla
        responsabilità di patchare velocemente i
        suoi prodotti bacati (e neppure quelli
        dell'utente che non si tiene aggiornato al
        riguardo)ma cmq. elimina già un bel pò di
        problemi.e' piu' semplice, basta scaricare le patch Microsoft.Che esistono da mesi.Outlook XP invece per default non fa scaricare allegati potenzialmente eseguibili.ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: responsabilita' e buon senso...
          - Scritto da: maks
          e' piu' semplice, basta scaricare le patch
          Microsoft.
          Che esistono da mesi.E l'utente ignorante di computer target dei prodotti microsoft come fa a sapere che sul sito della Microsoft ci sono le patch di Outlook? La pubblicita in televisione (come per XP) non l'ho vista.
          • Anonimo scrive:
            Re: responsabilita' e buon senso...
            - Scritto da: stupito


            - Scritto da: maks


            e' piu' semplice, basta scaricare le
            patch

            Microsoft.

            Che esistono da mesi.

            E l'utente ignorante di computer target dei
            prodotti microsoft come fa a sapere che sul
            sito della Microsoft ci sono le patch di
            Outlook? La pubblicita in televisione (come
            per XP) non l'ho vista.L'utente ignorante deve smettere di fare l'ignorante, altrimenti si frega!!E cmq i famosi pc chiavi in mano hanno neli preferiti una marea di siti tra cui qullo degli aggiornamenti microsoft e in più hanno windows update in mostra se cliccano su start.....Dobbiamo farci comandare dalla macchina o è la macchina che deve stare al nostro servizio?Io l'ho spulciato fino all'osso il mio piccillo, quando l'ho comprato, e all'epoca ero molto ma molto ignorante in materia!!!Bye bye
          • Anonimo scrive:
            Re: responsabilita' e buon senso...
            - Scritto da: lullaby]zac[
            Dobbiamo farci comandare dalla macchina o è
            la macchina che deve stare al nostro
            servizio?Un attimo carissima, guarda che installare le patch non e' una cosa senza rischio, se incominci a installare tutte le patch che la ms produce per i suoi prodotti vai tranquillo che lo schianto del pc e' assicurato (e la ms non da' nessuna garanzia e non si prende responsabilita' dei danni e delle perdite da fermo macchina (immagina un inesperto a rinstallarsi tutto)).
            Io l'ho spulciato fino all'osso il mio
            piccillo, quando l'ho comprato, e all'epoca
            ero molto ma molto ignorante in materia!!!Ma parliamo di 'utonti' o di persone che vogliono sapere quello che fanno?A me pare che il target a cui punta la ms siano utenti che debbano fare solo click.
          • Anonimo scrive:
            Re: responsabilita' e buon senso...
            - Scritto da: ++:--
            Ti chiamerò ]zac[caria, visto che cambi sempre nick! ;))
            - Scritto da: lullaby
            ]zac[

            Dobbiamo farci comandare dalla macchina o
            è

            la macchina che deve stare al nostro

            servizio?

            Un attimo carissima, guarda che installare
            le patch non e' una cosa senza rischio, se
            incominci a installare tutte le patch che la
            ms produce per i suoi prodotti vai
            tranquillo che lo schianto del pc e'
            assicurato (e la ms non da' nessuna garanzia
            e non si prende responsabilita' dei danni e
            delle perdite da fermo macchina (immagina un
            inesperto a rinstallarsi tutto)).
            Grazie per il "carissima", cmq in fatto di update e patch, devo confessarti che la mia prima patch l'ho scaricata solo la settimana scorsa per un problema con outlook (una vera sciocchezza), a parte che l'errore era commesso da IE...??Cmq il problemino non ce l'ho più ora, ma niente a che vedere con virus, per mia fortuna.L'unica cosa cosa che faccio con costanza maniacale è andare sul sito della symantec per l'aggiornamento del mio antivirus..Poi preferisco che siano altri a testare patch e sistemi operativi nuovi, dato che non sono un'esperta in materia conduco "la mia bella indagine di mercato" prima di mettere mano ;)

            Io l'ho spulciato fino all'osso il mio

            piccillo, quando l'ho comprato, e
            all'epoca

            ero molto ma molto ignorante in materia!!!

            Ma parliamo di 'utonti' o di persone che
            vogliono sapere quello che fanno?
            A me pare che il target a cui punta la ms
            siano utenti che debbano fare solo click.Beh! il fatto è che ne esistono di utonti....eccome!Bye
          • Anonimo scrive:
            Re: responsabilita' e buon senso...
            - Scritto da: ++
            guarda che installare
            le patch non e' una cosa senza rischio, se
            incominci a installare tutte le patch che la
            ms produce per i suoi prodotti vai
            tranquillo che lo schianto del pc e'
            assicurato Io ho installato tutte e non è mai successa una cosa simile.E la patch per Outlook 6 è comoda per molti utenti.

            Io l'ho spulciato fino all'osso il mio

            piccillo, quando l'ho comprato, e
            all'epoca

            ero molto ma molto ignorante in materia!!!Perché hai la passione per l'informatica e dedichi tempo olentieri all'approfondimento.Ti ricordo però che c'è molta gente disinteressati e usano il computer perché obbligati o per lavoro o esigenze particolari (intendo ad es. quei pirati che oltre a rovinar ei mercati di Software non capiscono nulla di computer).
            Ma parliamo di 'utonti' o di persone che
            vogliono sapere quello che fanno?
            A me pare che il target a cui punta la ms
            siano utenti che debbano fare solo click.Questo è verissimo! Basta vedere Xp, una vera offesa per un utente medio!Grazie a M$ abbiam oassistito alla ormai eliminazione del Dos, cosa che ancora non riesco ad accettare.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: responsabilita' e buon senso...







            Io l'ho spulciato fino all'osso il mio


            piccillo, quando l'ho comprato, e

            all'epoca


            ero molto ma molto ignorante in
            materia!!!

            Perché hai la passione per l'informatica e
            dedichi tempo volentieri all'approfondimento.
            Ti ricordo però che c'è molta gente
            disinteressati e usano il computer perché
            obbligati o per lavoro o esigenze
            particolari (intendo ad es. quei pirati che
            oltre a rovinar ei mercati di Software non
            capiscono nulla di computer).
            Lo so


            Ma parliamo di 'utonti' o di persone che

            vogliono sapere quello che fanno?

            A me pare che il target a cui punta la ms

            siano utenti che debbano fare solo click.

            Questo è verissimo! Basta vedere Xp, una
            vera offesa per un utente medio!
            Grazie a M$ abbiam oassistito alla ormai
            eliminazione del Dos, cosa che ancora non
            riesco ad accettare.

            Ciao.
            Io il dos non lo conosco, pensi che sia un grve danno?
          • Anonimo scrive:
            Re: responsabilita' e buon senso...
            - Scritto da: lullaby

            .......

            Grazie a M$ abbiam oassistito alla ormai

            eliminazione del Dos, cosa che ancora non

            riesco ad accettare.



            Ciao.



            Io il dos non lo conosco, pensi che sia un
            grve danno?Il grave danno è stato soprattutto non pensare a fare una shell degna di questo nome e capace di sfruttare le risorse disponibili (32 bit, LFN, ecc. ecc.)
          • Anonimo scrive:
            Re: responsabilita' e buon senso...
            - Scritto da: lullaby

            .......

            Grazie a M$ abbiam oassistito alla ormai

            eliminazione del Dos, cosa che ancora non

            riesco ad accettare.



            Ciao.



            Io il dos non lo conosco, pensi che sia un
            grve danno?Il grave danno è stato soprattutto non pensare a fare una shell degna di questo nome e capace di sfruttare le risorse disponibili (32 bit, LFN, ecc. ecc.)
        • Anonimo scrive:
          Re: responsabilita' e buon senso...

          Outlook XP invece per default non fa
          scaricare allegati potenzialmente
          eseguibili.Anche Outlook 2000 con Service Pack 2, o la patch apposita.Zeross
  • Anonimo scrive:
    [semi-ot] LOLLLLISSIMO!
    l'immagine a corredo!!!!!!! STUPENDA!!!!!!luca sei un mito!
    • Anonimo scrive:
      Re: [semi-ot] LOLLLLISSIMO!
      - Scritto da: munehiro
      l'immagine a corredo!!!!!!! STUPENDA!!!!!!
      luca sei un mito!mi associo!! stupenda, mi sto ancora smascellando dal ridere :)
      • Anonimo scrive:
        Re: [semi-ot] LOLLLLISSIMO!
        - Scritto da: Skaven


        - Scritto da: munehiro

        l'immagine a corredo!!!!!!! STUPENDA!!!!!!

        luca sei un mito!

        mi associo!! stupenda, mi sto ancora
        smascellando dal ridere :)Ma chi e' Luca ? Il grafico di PI ?Ma perche' ? Lo conoscete ?!!?!Io penso che sia veramente un idolo !!!! Se potete contatttarlo fategli i complimenti da parte mia perche' le immagini che accompagnano gli articoli di PF sono GRANDIOSEEEE !!!Ciao !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: [semi-ot] LOLLLLISSIMO!
          - Scritto da: KerNivore


          - Scritto da: Skaven





          - Scritto da: munehiro


          l'immagine a corredo!!!!!!!
          STUPENDA!!!!!!


          luca sei un mito!



          mi associo!! stupenda, mi sto ancora

          smascellando dal ridere :)

          Ma chi e' Luca ? Il grafico di PI ?

          Ma perche' ? Lo conoscete ?!!?!

          Io penso che sia veramente un idolo !!!! Se
          potete contatttarlo fategli i complimenti da
          parte mia perche' le immagini che
          accompagnano gli articoli di PF sono
          GRANDIOSEEEE !!!

          Ciao !!!Penso che se leggi fino in fondo questa pagina trovi l'e-mail di questo Luca..Bye bye
          • Anonimo scrive:
            Re: [semi-ot] LOLLLLISSIMO!
            - Scritto da: lullaby

            Penso che se leggi fino in fondo questa
            pagina trovi l'e-mail di questo Luca..
            Bye byeHey ! E' vero !!! Non ci avevo mai fatto caso !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: [semi-ot] LOLLLLISSIMO!
      - Scritto da: munehiro
      l'immagine a corredo!!!!!!! STUPENDA!!!!!!
      luca sei un mito!Anch'io mi sono piegato in due dalle risate !-DTra l'altro mi ha fatto venire in mente l'esilarante gag di Benigni e Arbore vestiti da donna che si prendono a borsettate!
    • Anonimo scrive:
      Un Oscar a Luca Schiavoni !
      ....ormai siamo in tanti a pensare che lo merita...Complimenti davvero !Zizio
    • Anonimo scrive:
      Re: [semi-ot] LOLLLLISSIMO!
      - Scritto da: munehiro
      l'immagine a corredo!!!!!!! STUPENDA!!!!!!
      luca sei un mito!;)grazie !!! anche a tutti gli altri che hanno commentato.. mi son divertito anche io a farla ;)ciao!LucaS
Chiudi i commenti