iOS 17.3 con la Protezione per Dispositivi Rubati

iOS 17.3 con la Protezione per Dispositivi Rubati

La funzionalità Protezione per Dispositivi Rubati fa il suo debutto ufficiale su iPhone con il rilascio dell'aggiornamento a iOS 17.3.
iOS 17.3 con la Protezione per Dispositivi Rubati
La funzionalità Protezione per Dispositivi Rubati fa il suo debutto ufficiale su iPhone con il rilascio dell'aggiornamento a iOS 17.3.

Tutto come da programma: la mela morsicata ha dato il via alla distribuzione di iOS 17.3. L’aggiornamento porta con sé alcune novità importanti per quanto riguarda la sicurezza, in particolare quella in grado di tutelare l’utente, i suoi account, i suoi dati e i suoi conti in caso di furto del dispositivo.

Novità per la sicurezza con iOS 17.3

La funzionalità inedita si chiama Protezione per Dispositivi Rubati (Stolen Device Protection in inglese). In seguito all’installazione dell’update, se attivata, obbliga al riconoscimento biometrico prima di eseguire alcuni comandi. Eccoli.

  • Usare password o passkey salvate nel portachiavi;
  • usare i metodi di pagamento salvati in Safari (inserimento automatico);
  • disattivare la Modalità smarrito;
  • inizializzare tutti i contenuti e le impostazioni;
  • richiedere una nuova Apple Card;
  • visualizzare il numero della carta virtuale Apple Card;
  • eseguire determinate azioni correlate con Apple Cash e Savings in Wallet (ad esempio, bonifici tramite Apple Cash o Savings);
  • usare l’iPhone per configurare un nuovo dispositivo (ad esempio, con Inizia subito).

Ancora, l’esecuzione di alcune specifiche azioni come la modifica della password dell’ID Apple richiede un’ora di attesa e una seconda autenticazione biometrica mediante Face ID o Touch ID. Ecco quanto si legge sulle pagine del supporto.

Protezione per Dispositivi Rubati aggiunge un livello di sicurezza quando l’iPhone è lontano da posizioni familiari, come l’abitazione o il posto di lavoro, e aiuta a proteggere account e informazioni personali nel caso in cui l’iPhone venga rubato.

Quest’ultimo accorgimento, battezzato Ritardo di Sicurezza, è stato introdotto con l’obiettivo di impedire, a chi ha rubato il dispositivo, di eseguire operazioni critiche. I passaggi appena elencati non sono necessari se ci si trova in una cosiddetta posizione familiare come la propria abitazione, il posto di lavoro o altri luoghi in cui ci si rega con regolarità. Ecco le azioni sulle quali interviene.

  • Modificare la password dell’ID Apple;
  • disconnetterti dall’ID Apple;
  • aggiornare le impostazioni di sicurezza dell’account ID Apple (ad esempio, aggiungendo o rimuovendo un dispositivo registrato, una chiave di recupero o un contatto di recupero);
  • aggiungere o rimuovere Face ID o Touch ID;
  • modificare il codice dell’iPhone;
  • ripristinare tutte le impostazioni;
  • disattivare Dov’è;
  • disattivare la protezione del dispositivo rubato.

Come attivare Protezione per Dispositivi Rubati

È possibile attivare la Protezione per Dispositivi Rubati all’interno delle “Impostazioni”, selezionando la voce “Face ID e codice”, inserendo il codice del dispositivo e infine agendo sulla funzionalità.

Per il changelog completo con tutte le novità introdotte da Apple in iOS 17.3 rimandiamo alla documentazione sul sito ufficiale. Tra le altre, ci sono anche le playlist collaborative su Apple Music.

Fonte: Apple
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 23 gen 2024
Link copiato negli appunti