iPhone 12: addio a caricatore e auricolari

Apple toglie caricatore e auricolari dalle confezioni dell'iPhone 12: un piccolo passo per Apple, un grande passo per l'ambiente, un costo per l'utente.
Apple toglie caricatore e auricolari dalle confezioni dell'iPhone 12: un piccolo passo per Apple, un grande passo per l'ambiente, un costo per l'utente.
Guarda 15 foto Guarda 15 foto

Addio caricatore.
Addio auricolari.

Apple intraprende definitivamente la via della sostenibilità annunciando, durante la propria presentazione dei nuovi iPhone 12, che il gruppo non ha coperto il proprio campus di Cupertino con pannelli solari soltanto per dare un segno, ma perché intende alzare ulteriormente l’asticella già entro il 2030. L’impatto zero perseguito entro il 2020, infatti, dovrà diventare un impatto zero che contempla l’intera supply chain. Ma c’è dell’altro.

iPhone 12: niente caricatore, niente auricolari

Apple ha immesso per la prima volta sul mercato il proprio smartphone di punta togliendo dalla confezione sia gli auricolari che il caricatore. Inevitabilmente la mossa si presta ad una duplice interpretazione: da una parte c’è chi intende consacrare l’impegno Apple benedicendo una mossa (tardiva) che rimette Apple sui giusti binari. L’Europa chiede infatti da tempo che i produttori svuotino le proprie confezioni, evitando di continuare ad immettere in circolo caricatori che inevitabilmente diventano scarto di discarica entro breve tempo. Dall’altra c’è chi condanna la mossa poiché, pur togliendo un costo all’azienda, non toglie costi all’utente: insomma, la linea sottile tra sostenibilità ed interesse economico è chiaramente molto labile.

Eppure proprio l’incontro tra l’interesse e la sostenibilità dovrebbe essere l’elemento che innesca comportamenti virtuosi come questo. Proprio gli interventi legislativi che vanno in questa direzione dovrebbero correggere una distorsione che ogni anno produceva tonnellate di rifiuti inutili in tutto il mondo.

Con tutti i nuovi iPhone abbiamo deciso di fornire solo il cavo per la ricarica veloce da USB‑C a Lightning, invece dell’alimentatore e degli auricolari EarPods che spesso restano inutilizzati. Abbiamo fatto questa scelta per avere confezioni più piccole e poterne inserire di più in ciascuna spedizione, riducendo così il numero complessivo di spedizioni. Stiamo anche aiutando i partner della nostra filiera a passare all’energia pulita. Queste iniziative permettono di tagliare le emissioni di gas serra di oltre due milioni di tonnellate all’anno.

Insomma, qualunque sia la molla che ha fatto scattare la decisione, ben venga la scelta di togliere dalla confezione auricolari e caricatore. Un piccolo cadeau per gli utenti sarebbe stato gradito, ma evidentemente Cupertino ha voluto tirare per la giacchetta i propri stessi utenti co-responsabilizzandoli in questo impegno ambientale: “in emissioni di carbonio, è come togliere dalle strade 450.000 auto all’anno”.

Del resto la sostenibilità è anche e soprattutto una questione di scelte: Apple ha scelto, gli utenti sceglieranno.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 10 2020
Link copiato negli appunti