iPod... video? Oh yes!

Nella serata di ieri, in occasione di un atteso evento londinese, Apple ha svelato iPod video. Pronti anche nuovi modelli di iMac G5, che allo stesso prezzo dei predecessori offrono videocamera e telecomando
Nella serata di ieri, in occasione di un atteso evento londinese, Apple ha svelato iPod video. Pronti anche nuovi modelli di iMac G5, che allo stesso prezzo dei predecessori offrono videocamera e telecomando

Londra – Ed eccolo, finalmente. Il nuovo supergingillo hi-tech di Apple , che tanto si è fatto desiderare dai fan della Mela, ha finalmente un’identità: il suo nome è semplicemente iPod , la sua professione lettore di musica, di foto e, da oggi, anche di video.

Un po’ meno sottile di un iPod nano, e con larghezza e lunghezza identiche all’iPod standard, il nuovo player dispone di uno schermo a colori da 2,5 pollici con risoluzione di 320 x 240 pixel. Il neo iPod può leggere tutti i formati multimediali supportati dai suoi predecessori più – e qui sta la grande novità – file video in formato MPEG-4 e H.264 . Il dispositivo dispone inoltre di un’uscita video che consente di visualizzare foto e video su di un televisore.

Il nuovo iPod è disponibile nella versione con hard disk da 30 GB, dal peso di 136 grammi, e nella versione da 60 GB, con un peso di 157 grammi. Il prezzo dei due modelli è rispettivamente di 329 euro e 449 euro. Insieme al player, disponibile nei colori bianco e nero, vengono forniti auricolari, cavo USB 2.0, adattatore per Universal Dock e custodia.

Apple dichiara che l’iPod da 30 GB può fornire un’autonomia di 14 ore. La batteria agli ioni di litio integrata può essere caricata fino all’80 percento della sua capacità in circa 3 ore, mentre una carica completa richiede un paio d’ore in più.

iPod video Come da molti previsto, con il lancio del nuovo iPod Apple si è tuffata nel business della distribuzione di contenuti video . Durante l’evento londinese di ieri, la casa della Mela ha annunciato accordi con ABC e Disney che consentono agli utenti di scaricare, per un prezzo di 1,99 dollari a filmato, videoclip musicali e telefilm privi di pubblicità . Come già accade per la musica, è possibile vedere una piccola anteprima di tutti i filmati in vendita. I telefilm distribuiti saranno disponibili per il download già a partire dal giorno successivo la messa in onda.

“Stiamo facendo per il video quello che abbiamo fatto per la musica – ne stiamo rendendo facile ed economicamente accessibile l’acquisto, il download e la visione sui vostri computer, così come la possibilità di portarlo con voi sui vostri iPod”, ha affermato Steve Jobs, CEO di Apple. “Da subito offriamo 2000 video musicali, brevi filmati Pixar e programmi televisivi famosi in prima serata come Desperate Housewives e Lost “.

L’acquisto e il downoad di canzoni da iTunes Music Store per Mac o Windows richiede una carta di credito con un indirizzo bancario nella nazione di acquisto. I programmi televisivi sono al momento disponibili solo negli Stati Uniti e la disponibilità di video varierà da nazione a nazione.

Ad accompagnare iPod video non poteva non esserci una nuova versione di iTunes , la 6, che oltre a consentire l’acquisto e la gestione dei video permette ora di regalare una canzone o un video a qualsiasi persona dotata di e-mail e di recensire i contenuti dell’iTunes Music Store.

iMac G5 L’iPod video non è stata l’unica novità presentata ieri a Londra da Jobs. Tra i prodotti più importanti c’è una versione aggiornata dell’iMac G5 che, in un case ancora più sottile e leggero, trova il posto per ospitare una videocamera. Quest’ultima, chiamata iSight , è integrata nella parte superiore dello schermo e può essere utilizzata alla stessa stregua di una webcam o di una fotocamera digitale dotata di… flash: a fare da flash, in questo caso, è lo schermo LCD.

Con i nuovi iMac viene fornito in bundle un telecomando , denominato Apple Remote , che in combinazione con la nuova interfaccia media center Front Row permette di selezionare a distanza musica, foto, film e DVD.

Apple ha aggiornato anche la frequenza dei processori, ora di 1,9 GHz per il modello da 17 pollici e di 2,1 GHz per quello da 20 pollici, e i modelli di scheda grafica, costituiti dalle nuove ATI Radeon X600 Pro e ATI Radeon X600 XT, entrambe con 128 MB di memoria DDR e bus PCI Express.

Nonostante tutte queste novità, e l’inclusione nell’offerta del Mighty Mouse, il pezzo degli iMac rimane lo stesso dei modelli precedenti: 1.379 euro per il 17 pollici e 1.799 euro per il 20 pollici.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 10 2005
Link copiato negli appunti