Iran, filtri antiGoogle

Le segnalazioni degli utenti sembrano indicare che da qualche ora sia Google che Gmail sono irraggiungibili dall'interno dell'Iran

Roma – Nuovo giro di vite delle autorità iraniane? Questo è quanto sembra emergere dai resoconti pubblicati da blogger locali. A loro dire , infatti, da ieri sera sia Google che Gmail risultano irraggiungibili dall’interno del paese.

Quando gli utenti provano a collegarsi a questi siti, si imbattono in una schermata (vedi sotto) che sembra in effetti indicare senza dubbio l’esistenza di un filtro di Stato che inibisce l’accesso: “The requested page is forbidden”. Curiosa invero la scelta delle autorità di pubblicare questo messaggio non solo in farsi ma anche in inglese, ma si spiega evidentemente con l’utilizzo della rete da parte di stranieri che si trovano in Iran.

Il blocco è stato ammesso da un funzionario del Consiglio nazionale dell’Informazione, che ne ha parlato, però, come di un errore. A suo dire il filtro è stato rimosso. Si attendono conferme.

La pagina di divieto

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ivo cappello scrive:
    Spiralfrog
    Come mai non dice nessuno che il sito funziona solo per chi e' residente in Canada o in USA?
  • ilMostro scrive:
    accesso...
    nonostante sia contrario riguardo la politica commerciale del sito in questione, per chi volesse accedervi per rendersi conto del modus operandi della rana a spirale (o rana spirale.. o spirana... bo) basta collegarsi allo stesso mediante un proxy USA (es. http://www.usatunnel.com/)...
  • Wiseman scrive:
    ...e intanto ...
    ... aumentano le vendite di audiocassette. E c'è già chi ha pensionato l'iPod per riesumare il caro vecchio Walkman dal polveroso cassetto in cui era stato infilato...;-)
    • soulista scrive:
      Re: ...e intanto ...
      - Scritto da: Wiseman
      ... aumentano le vendite di audiocassette. E c'è
      già chi ha pensionato l'iPod per riesumare il
      caro vecchio Walkman dal polveroso cassetto in
      cui era stato
      infilato...

      ;-)Parli sul serio? non ci posso credere... l'audiocassetta era il peggio del peggio, anche nei suoi anni "d'oro".
      • Ricky scrive:
        Re: ...e intanto ...
        Andare indietro come i gamberi non e' la soluzione.Il P2P e' illegale perche' qualcuno lo ritiene tale.In realta' e' illegale pretendere soldi per il prodotto fatto da un altro che magari e' gia' morto da anni.E' illegale usare il DRM per impedire che la conoscenza si diffonda,sopratutto alla luce delle recenti statistiche che danno lo share del p2p come una cosa buona proprio per tutto l'indotto che crea.Abolire il p2p darebbe danni quantificabili in 4/5 volte quelli quantificati dalle major se venisse eliminato una volta per tutte il drm.E allora...questi piangono miseria e vivono in ville con macchine che da sole ci darebbero la vita agiata vendendole.Ma non gli bastano mai?Ma non si vergognano di nuotare nei soldi e di spakkare i maroni a noi che tiriamo la cinghia?O abbassano i prezzi assurdi e levano i drm o il p2p continuera' a regnare sovrano.E se ci metteranno nelle condizioni di dover comperare per forza,chi potra' lo fara' e gli altri restaranno appesi alle radio infarcite di pubblicita' che polpettizza il cervello.
        • DuDe scrive:
          Re: ...e intanto ...
          - Scritto da: Ricky
          E se ci metteranno nelle condizioni di dover
          comperare per forza,chi potra' lo fara' e gli
          altri restaranno appesi alle radio infarcite di
          pubblicita' che polpettizza il
          cervello.Ma smettere di comprare musica/roba_delle_major? noi non ci siamo resi conto che abbiamo un potere enorme nei confronti di chi ci vende un prodotto, possiamo non comprarlo cosi' o il produttore cambia politica, oppure fallisce, ma continuiamo a farci del male a scaricare , bo! Altra considerazione, ma se la musica me la faccio da me?
          • krane scrive:
            Re: ...e intanto ...
            - Scritto da: DuDe
            - Scritto da: Ricky


            E se ci metteranno nelle condizioni di dover

            comperare per forza,chi potra' lo fara' e gli

            altri restaranno appesi alle radio infarcite di

            pubblicita' che polpettizza il

            cervello.

            Ma smettere di comprare musica/roba_delle_major?
            noi non ci siamo resi conto che abbiamo un potere
            enorme nei confronti di chi ci vende un prodotto,
            possiamo non comprarlo cosi' o il produttore
            cambia politica, oppure fallisce, ma continuiamo
            a farci del male a scaricare , bo!

            Altra considerazione, ma se la musica me la
            faccio da me?Io te la rubo e la vendo a una Major, tanto non sei iscritto alla SIAE quindi non puoi registrare che la musica e' tua, ne' fare concerti, ne' distribuire la tua musica neanche come alle gato a libri, rivist, giornali.Quindi a al massimo posso comprartela SE vieni a fare un concerto nella mia citta' a cui io partecipo e compro alla bancarella un CD...Comodo vero ???
  • pikappa scrive:
    DRM nemmeno gratis
    Anzi manco se mi pagano accetto di avere musica lucchettata come questa, pussa via!!!!
Chiudi i commenti