Italia, la privacy e l'intelligence si parlano

Sull'onda del Datagate in Italia si rispolverano i poteri del Garante sulla Privacy, mentre in Brasile la rabbia contro lo spionaggio statunitense spinge il governo a prendersela con le nuvole

Roma – Il Governo italiano ha annunciato un accordo siglato tra Garante della Privacy e l’ambasciatore Giampiero Massolo, Direttore generale del DIS (Dipartimento delle informazioni per la sicurezza): l’idea sponsorizzata dal Governo Letta, che ha ospitato le parti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, è quella di far sentire tutelati i cittadini nonostante le voci che imperversano relative ad un possibile coinvolgimento dell’Italia nello scandalo internazionale Datagate.

Come sottolinea il Garante della Privacy Antonello Soro: “Il Protocollo costituisce, da parte del Governo, una risposta importante alla domanda di più puntuale tutela dei dati personali dei cittadini”. Anche perché, continua, “Le recenti vicende legate al Datagate dimostrano che esiste uno straordinario bisogno di spostare, nel mondo, il baricentro dell’asse sicurezza-privacy nella direzione di una più decisa tutela della riservatezza, che è dimensione ineludibile della libertà e della dignità della persona”.

Dal sito del Governo si legge che il protocollo biennale rappresenta un ulteriore passo avanti verso quella “trasparenza del Comparto Intelligence indicata dalla legge 124, per una cultura della sicurezza partecipata”. E ricorda, d’altronde, come il Garante per la Privacy avesse già poteri di controllo, insieme al Copasir e all’Autorità giudiziaria, sull’intelligence .

Lo stesso direttore del DIS sottolinea come non si tratti di un “provvedimento emergenziale ma che dà attuazione efficace e concreta a quello che era già previsto nel nostro ordinamento”. Infatti, la normativa distingue l’Italia da Gran Bretagna e Stati Uniti per una ragione fondamentale: mentre i comportamenti di NSA e GCHQ sembrano poter rientrare in un quadro di legalità nei rispettivi ordinamenti, nel Bel Paese l’ art. 58 del Codice della Privacy conferisce specifici poteri al Garante rispetto all’operato dell’intelligence.

Anche per questo, oltre che per la complessità e confusione – come risulta da alcuni dei documenti divulgati da Edward Snowden e dalle elaborazioni dai media – del quadro dei servizi segreti italiani agli occhi dei dirimpettai stranieri, l’intelligence nostrana non sembra essere stata chiamata in causa e coinvolta da USA e Regno Unito nelle operazioni di spionaggio internazionale.

Il nuovo protocollo, insomma, sancisce forme di collaborazione tra le parti, con l’intelligence che può chiedere la consulenza del Garante in materia di privacy, e “richiama le modalità di esecuzione degli accertamenti del Garante nei confronti delle Agenzie di Informazione e prevede la comunicazione al Garante del piano ricognitivo degli archivi informatici cui il Dis e le Agenzie hanno accesso ai sensi dell’art. 13, comma 2 della legge 124 del 2007, e le acquisizioni di dati effettuate in attuazione dell’art. 11 della direttiva sulla sicurezza cibernetica, laddove abbiano comportato l’identificazione dell’interessato da parte delle Agenzie di informazione”.

Una prima lettura, insomma, sembra inscrivere il protocollo nell’ottica di una raccolta di atti normativi già vigenti e di un’intesa a collaborare da parte di Garante e comparto dell’intelligence . Ciò anche se alcuni punti appaiono di più difficile comprensione: se, per esempio, per “piano ricognitivo degli archivi informatici” da parte delle Agenzie di Informazione si intenda la comunicazione dettagliata di come e dove l’intelligence accede ai dati, e ancora quali siano i casi in cui le acquisizioni di dati “abbiano comportato l’identificazione dell’interessato”.

Peraltro, a tutela della riservatezza delle informazioni dell’intelligence, gli atti così trasmessi saranno custoditi segretamente dal Garante: insomma, i servizi rimarranno segreti, ma dovranno comunicare all’Authority come, dove e quando accederanno a dati sensibili.

Mentre in Italia, dunque, la risposta alle paure del Datagate è il rispolverare e tirare a lucido una normativa già esistente, Washington cerca di aprire un canale di comunicazione con Bruxelles attraverso il rappresentante del Wisconsin Jim Sensenbrenner, che rassicura circa la protezione della privacy degli stranieri nella nuova riforma legislativa proposta. Uno dei paesi maggiormente colpiti dalle intercettazioni a stelle e strisce, il Brasile, reagisce invece indignato protestando ufficialmente anche presso le Nazioni Unite e mettendo in cantiere una riforma della normativa sulla privacy legata a quella relativa ad Internet e ai diritti online. Tramite di essa – in particolare – le aziende internet locali saranno obbligate a conservare nel paese le informazioni personali dei clienti brasiliani: una situazione che costringerebbe a rivedere la struttura di coloro che si affidano alla memoria in the cloud .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca scrive:
    Lavoro nel weekend.
    A tutti quelli che dicono sarebbe bello che tutte le attività fossero aperte 7 gg 24h: se all'improvviso vi dicessero a voi, qualsiasi lavoro facciate, di raddoppiare i turni e lavorare 7 gg anche di notte come la prendereste?Secondo voi quanta gente andrebbe al supermercato la notte? Pochissima.E il dipendente del supermercato sottopagato come si sentirebbe a passare le notte in cassa per 5 persone?Io ho provato a lavorare in un'attività commerciale durante il weekend,fidatevi, anche se ti pagano, passare sabati interi col negozio semivuoto o vuoto a girarsi i pollici non è bello. Avrei rinunciato a quella misera paga per avare il sabato libero.Secondo me è giusto tenere chiusi la domenica.
    • thebecker scrive:
      Re: Lavoro nel weekend.
      - Scritto da: Luca
      A tutti quelli che dicono sarebbe bello che tutte
      le attività fossero aperte 7 gg 24h: se
      all'improvviso vi dicessero a voi, qualsiasi
      lavoro facciate, di raddoppiare i turni e
      lavorare 7 gg anche di notte come la
      prendereste?Ma cosi non si può fare. Se uno lavora domenica il giorno libero gli spetta un altro giorno. Le ore di lavoro devono sempre le stesse si fanno i turni, lo so che in Italia invece cercano di sfruttare invece di fare dei turni ragionevoli per essere sempre aperti. Questo è un problema dell'italia che non è un paese organizzato, non ci sono controlli e si pensa solo ad aumentare la pressione fiscale e contributiva sul lavoro.
      • Leguleio scrive:
        Re: Lavoro nel weekend.

        Questo è un problema
        dell'italia che non è un paese organizzato, Specifichiamo: un Paese in cui il compito che spetta al sindacato viene delegato al governo o altra ipotetica entità con poteri soprannaturali.Gli abusi vanno denunciati innanzitutto dai lavoratori e dalle organizzaioni dei lavoratori. Nulla contro i controlli a campione da parte dell'Ispettorato del lavoro, ma non possono fare miracoli.
        non
        ci sono controlli e si pensa solo ad aumentare la
        pressione fiscale e contributiva sul
        lavoro.Anche sul resto. Altro modo per ripianare il 133,3 % di debito sul PIL non esiste. :|
        • panda rossa scrive:
          Re: Lavoro nel weekend.
          - Scritto da: Leguleio
          Anche sul resto. Altro modo per ripianare il
          133,3 % di debito sul PIL non esiste.
          :|Certo che esiste.Si puo' fare come quelli che non pagano i debiti che hanno con i cravattari.
          • Leguleio scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.


            Anche sul resto. Altro modo per ripianare il

            133,3 % di debito sul PIL non esiste.

            :|

            Certo che esiste.
            Si puo' fare come quelli che non pagano i debiti
            che hanno con i
            cravattari.C'è un precedente storico di uno Stato che non voleva pagare i debiti con l'estero, in quel caso con l'Inghilterra: era l'Egitto. Venne invaso nel 1882. Non credo sia una prospettiva allettante.In alternativa esiste la bancarotta di Stato, ma di base non cancella i debiti: li ristruttura. Cambia poco.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.
            Scusa adesso controllo ma se non ricordo male gli Stati Uniti non si sono rifiutati di pagare il debito sulla guerra in Iraq perchè immorale?
          • Leguleio scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.

            Scusa adesso controllo ma se non ricordo male gli
            Stati Uniti non si sono rifiutati di pagare il
            debito sulla guerra in Iraq perchè
            immorale?Cos'è il "debito sulla guerra in Iraq"? Lo sento nominare qui per la prima volta.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.
            Infatti ti sto cercando la fonte, ma nella sostanza andando a memoria, gli Stati Uniti si sono indebitati nella guerra e hanno rifiutato di pagare il debito perchè immorale...Sulla stessa riga l' Equador che rifiuta di pagare il proprio debito...http://www.lanuovaitalia.eu/wordpress/dal-sud-america-limpulso-verso-una-nuova-era-mondiale-il-debito-pubblico-e-immorale-e-si-annulla/
          • Leguleio scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.

            Infatti ti sto cercando la fonte, ma nella
            sostanza andando a memoria, gli Stati Uniti si
            sono indebitati nella guerra e hanno rifiutato di
            pagare il debito perchè
            immorale...Cerca, ma non credo troverai fonti serie. Gli Usa erano già indebitati prima del 2003.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.
            Se la fonte la trovi attendibile di riporto un passaggio presente nell' articolo sopra citato..Sono passati anni da quando ho appreso la notiziaDa notare che il precedente legale (tuttora ignoto a gran parte degli europei) è datato 4 gennaio 2003 a firma George Bush. Eh già. E accaduto in Iraq, che in quel momento risultava tecnicamente possedimento americano in quanto occupato dai marines con governo provvisorio non ancora riconosciuto dallOnu. Saddam Hussein aveva lasciato debiti per 250 miliardi di euro (di cui 40 miliardi di euro nei confronti dellItalia grazie alle manovre di Taraq Aziz, vice di Hussein e uomo dellopus dei fedele al vaticano) che gli Usa cancellano applicando il concetto di debito immorale e quindi aprendo la strada a un precedente storico recente.Aggiungo al commento:Non dico che abbiano cancellato tutto il debito ma parte del debito acquisito con l' invasione dell' Iraq-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 novembre 2013 12.22-----------------------------------------------------------
          • Leguleio scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.

            Se la fonte la trovi attendibile di riporto un
            passaggio presente nell' articolo sopra
            citato..
            Sono passati anni da quando ho appreso la notizia

            Da notare che il precedente legale (tuttora
            ignoto a gran parte degli europei) è datato 4
            gennaio 2003 a firma George Bush. Eh già. E
            accaduto in Iraq, che in quel momento risultava
            tecnicamente possedimento americano ???L'invasione dell'Iraq da parte di Usa e Gran Bretagna è iniziata il 20 maggio 2003 e terminata il 15 dicembre 2011.Qui siamo alla fantapolitica.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.
            Ti chiedevo perchè avevo ricordi di averl letto qualcosa a riguardo, resta che l' Equador fino a prova contraria non pagherà il debito perche immorale...
          • Leguleio scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.

            Ti chiedevo perchè avevo ricordi di averl letto
            qualcosa a riguardo, resta che l' Equador fino a
            prova contraria non pagherà il debito perche
            immorale...Ma no, era un colpo di testa del presidente, Rafael Correa. Lo stesso che aveva espulso l'ambasciatore Usa per delle soffiate di wikileaks che non aveva gradito. Sta già cambiando idea:http://www.reuters.com/article/2013/07/08/ecuador-debt-idUSL1N0FE0KN20130708Aveva definito il debito illegittimo perché contratto sotto i regimi dittatoriali che lo avevano preceduto, e non perché gli erano antipatici i debitori (anche per quello, ma non poteva dirlo ad alta voce).A quanto pare, si deve svendere la foresta pluviale per pagare i debiti con la Cina:http://www.businessinsider.com/ecuador-selling-its-rainforest-to-china-2013-3Evidentemente quei debiti sono legittimi. :)
          • mah scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.
            No siamo alla realtà dei fatti.http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_d'Iraq
        • thebecker scrive:
          Re: Lavoro nel weekend.
          - Scritto da: Leguleio

          Questo è un problema

          dell'italia che non è un paese organizzato,

          Specifichiamo: un Paese in cui il compito che
          spetta al sindacato viene delegato al governo o
          altra ipotetica entità con poteri
          soprannaturali.
          Gli abusi vanno denunciati innanzitutto dai
          lavoratori e dalle organizzaioni dei lavoratori.
          Nulla contro i controlli a campione da parte
          dell'Ispettorato del lavoro, ma non possono fare
          miracoli.

          Forse sbaglio usando il termine paese/stato in modo genericoè ovvio che mi riferisco a chi ocme istuzione, ente deve fare il suo dovere in questo caso i sindacati. Il problema riguarda anche la giustizia che si dovrebbe fare funzionare applicando delle leggi dello Stato emanate dal parlemento. Le cause di lavoro non vanno a finire in Tribunale? Non lo dico per sentito dire ma ci aono cause civli semplici, comuni che durano più di un anno...o per le cause di lavoro c'è un tribunale separato veloce e sono previste sanzioni applicate velocemente o pene se è possible arrivare al penale? Corregimi se sbaglio :)


          non

          ci sono controlli e si pensa solo ad
          aumentare
          la

          pressione fiscale e contributiva sul

          lavoro.

          Anche sul resto. Altro modo per ripianare il
          133,3 % di debito sul PIL non esiste.
          :|
          • Leguleio scrive:
            Re: Lavoro nel weekend.


            Specifichiamo: un Paese in cui il compito che

            spetta al sindacato viene delegato al
            governo
            o

            altra ipotetica entità con poteri

            soprannaturali.

            Gli abusi vanno denunciati innanzitutto dai

            lavoratori e dalle organizzaioni dei
            lavoratori.

            Nulla contro i controlli a campione da parte

            dell'Ispettorato del lavoro, ma non possono
            fare

            miracoli.
            Forse sbaglio usando il termine paese/stato in
            modo
            generico
            è ovvio che mi riferisco a chi ocme istuzione,
            ente deve fare il suo dovere in questo caso i
            sindacati.Ah, ecco.In Italia il principale sindacato si occupa di complilare la dichiarazione dei redditi:http://www.cgil.milano.it/SERVIZI/CSF/HP_csf_tmp.asp?DivSX=0&DivCE=Inizio&DivDX=0
            Il problema riguarda anche la giustizia che si
            dovrebbe fare funzionare applicando delle leggi
            dello Stato emanate dal parlemento. Le cause di
            lavoro non vanno a finire in Tribunale? Non vanno necessariamente a finire in tribunale, esiste la conciliazione, che spesso conviene ad entrambe le parti.
            Non lo
            dico per sentito dire ma ci aono cause civli
            semplici, comuni che durano più di un anno...Eh sì, i tempi sono questi.
            o
            per le cause di lavoro c'è un tribunale separato
            veloce e sono previste sanzioni applicate
            velocemente o pene se è possible arrivare al
            penale? Corregimi se sbaglio
            :)C'è il giudice del lavoro, ma non esistono particolari corsie preferenziali, se non in certi casi. Quindi sono lenti come gli altri.
    • panda rossa scrive:
      Re: Lavoro nel weekend.
      - Scritto da: Luca
      A tutti quelli che dicono sarebbe bello che tutte
      le attività fossero aperte 7 gg 24h: se
      all'improvviso vi dicessero a voi, qualsiasi
      lavoro facciate, di raddoppiare i turni e
      lavorare 7 gg anche di notte come la
      prendereste?No, aspetta un attimo.Qui nessuno sta dicendo di lavorare 7gg.Stiamo dicendo di tenere aperto un servizio 7gg.Io continuo a fare le mie 8 ore 5gg a settimana.
      Secondo voi quanta gente andrebbe al supermercato
      la notte?
      Pochissima.Io ci andrei, visto che di giorno lavoro.Se lavorassi di notte, andrei a far la spesa di giorno.
      E il dipendente del supermercato sottopagato come
      si sentirebbe a passare le notte in cassa per 5
      persone?Meglio del dipendente sottopagato che sta in cassa in ora di punta quando il supermercato e' strapieno.
      Io ho provato a lavorare in un'attività
      commerciale durante il weekend,fidatevi, anche se
      ti pagano, passare sabati interi col negozio
      semivuoto o vuoto a girarsi i pollici non è
      bello.Accetterai che magari per altri puo' essere bello?
      Avrei rinunciato a quella misera paga per avare
      il sabato libero.Pensa che a me piacerebbe avere libero il mercoledi.
      Secondo me è giusto tenere chiusi la domenica.L'unico giorno che io posso andare all'ikea, me la vorresti chiudere?Forse non ti e' chiaro il concetto che i negozi devono vendere, e se non entrano clienti, non vendono.
      • Quotator Maximus scrive:
        Re: Lavoro nel weekend.
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Luca

        A tutti quelli che dicono sarebbe bello che
        tutte

        le attività fossero aperte 7 gg 24h: se

        all'improvviso vi dicessero a voi, qualsiasi

        lavoro facciate, di raddoppiare i turni e

        lavorare 7 gg anche di notte come la

        prendereste?

        No, aspetta un attimo.
        Qui nessuno sta dicendo di lavorare 7gg.
        Stiamo dicendo di tenere aperto un servizio 7gg.

        Io continuo a fare le mie 8 ore 5gg a settimana.


        Secondo voi quanta gente andrebbe al
        supermercato

        la notte?

        Pochissima.

        Io ci andrei, visto che di giorno lavoro.
        Se lavorassi di notte, andrei a far la spesa di
        giorno.


        E il dipendente del supermercato sottopagato
        come

        si sentirebbe a passare le notte in cassa
        per
        5

        persone?

        Meglio del dipendente sottopagato che sta in
        cassa in ora di punta quando il supermercato e'
        strapienoAppunto. Per il cassiere meno gente c'è e meglio è... non crederete mica che i cassieri e le cassiere del supermercato si sentano soddisfatti a passare i prodotti? Sono certo che se vengono pagati allo stesso modo (e vengono pagati allo stesso modo) meno gente fa la fila da loro e meglio è, almeno possono rilassarsi, chiacchierare e distrarsi.
    • MacGeek scrive:
      Re: Lavoro nel weekend.
      - Scritto da: Luca
      A tutti quelli che dicono sarebbe bello che tutte
      le attività fossero aperte 7 gg 24h: se
      all'improvviso vi dicessero a voi, qualsiasi
      lavoro facciate, di raddoppiare i turni e
      lavorare 7 gg anche di notte come la
      prendereste?

      Secondo voi quanta gente andrebbe al supermercato
      la notte?
      Pochissima.

      E il dipendente del supermercato sottopagato come
      si sentirebbe a passare le notte in cassa per 5
      persone?

      Io ho provato a lavorare in un'attività
      commerciale durante il weekend,fidatevi, anche se
      ti pagano, passare sabati interi col negozio
      semivuoto o vuoto a girarsi i pollici non è
      bello.

      Avrei rinunciato a quella misera paga per avare
      il sabato
      libero.

      Secondo me è giusto tenere chiusi la domenica.Concordo. Un giorno senza lavoro/shopping/ecc. interamente da dedicare alla propria famiglia/interessi è una buona cosa. Il fatto che l'abbiano adottato le religioni è solo perché è comunque un bisogno naturale quello di staccare ogni tanto.Si può sopravvivere evitando di fare shopping 1 volta a settimana.Senza contare che tenere aperto 7/7 H24 comporta dei costi (personale in più di solito pagato più del normale) non sempre facilmente recuperabili.Insomma io la domenica libera la manterrei il più possibile sacra (fanno eccezione particolari impianti industrialiche non si possono fermare, assistenza sanitaria d'urgenza, e simili).
  • vinales scrive:
    mah
    provate a vedere in germania le attività aperte tutti i giorni.. lì la domenica è sacra, è tutto chiuso anche nei grossi centri
    • ... scrive:
      Re: mah
      - Scritto da: vinales
      provate a vedere in germania le attività aperte
      tutti i giorni.. lì la domenica è sacra, è tutto
      chiuso anche nei grossi
      centriE quindi?
  • sentinel scrive:
    Oooh finalmente...
    ...qualcuno ha capito che con Internet puoilavorare e guadagnare 24h/24h 7g/7g
    • policy scrive:
      Re: Oooh finalmente...
      - Scritto da: sentinel
      ...qualcuno ha capito che con Internet puoi
      lavorare e guadagnare 24h/24h 7g/7gse non ne hai mai abbastanza...
  • Fabiolous scrive:
    Hai ragione, ma...
    Hai ragione, ma dimentichi un dettaglio importante:gli italiani scendono in piazza solo per festeggiare lo scudetto.I recenti anni lo hanno dimostrato. :(
  • Jiraya scrive:
    Ottima cosa
    Qui in Italia sarebbero scesi tutti in piazza a protestare contro il lavoro nei weekend... ... e dire che basterebbe una semplice legge che impone che i lavoratori nei weekend siano differenti da quelli ordinari e si risolverebbe tutto, con nuovi posti di lavoro...
    • zerobyte scrive:
      Re: Ottima cosa
      - Scritto da: Jiraya
      Qui in Italia sarebbero scesi tutti in piazza a
      protestare contro il lavoro nei weekend...


      ... e dire che basterebbe una semplice legge che
      impone che i lavoratori nei weekend siano
      differenti da quelli ordinari e si risolverebbe
      tutto, con nuovi posti di
      lavoro...Piu' che altro, basterebbe che venisse applicata la legge in Italia affinchè tutto funzioni correttamente.Se un'azienda ha bisogno di personale anche nel weekend, puo' benissimo fare turnazioni con il proprio organico.In Italia invece si tende a far lavorare l'impiegato per lo stesso tempo in cui l'azienda è aperta ( quindi se è aperta 16 ore al giorno per 5 giorni settimanali, si tende a far lavorare il povero cristo per 16 ore al giorno per 5 giorni settimanali con uno stipendio base di 8 ore lavorative + bonus di produzione a fine mese ).
      • Surak 2.0 scrive:
        Re: Ottima cosa
        - Scritto da: zerobyte
        - Scritto da: Jiraya

        Qui in Italia sarebbero scesi tutti in
        piazza
        a

        protestare contro il lavoro nei weekend...





        ... e dire che basterebbe una semplice legge
        che

        impone che i lavoratori nei weekend siano

        differenti da quelli ordinari e si
        risolverebbe

        tutto, con nuovi posti di

        lavoro...

        Piu' che altro, basterebbe che venisse applicata
        la legge in Italia affinchè tutto funzioni
        correttamente.
        Se un'azienda ha bisogno di personale anche nel
        weekend, puo' benissimo fare turnazioni con il
        proprio
        organico.
        In Italia invece si tende a far lavorare
        l'impiegato per lo stesso tempo in cui l'azienda
        è aperta ( quindi se è aperta 16 ore al giorno
        per 5 giorni settimanali, si tende a far lavorare
        il povero cristo per 16 ore al giorno per 5
        giorni settimanali con uno stipendio base di 8
        ore lavorative + bonus di produzione a fine mese
        ).Fai un esempio. Gli unici che fanno come dici, grossomodo, mi sembra che siano i camionisti...taroccando i dispositivi di controllo.Dalla mia esperienza (varia) se un'azienda deve coprire 6 giorni, semplicemente di base tende a far fare meno ore per 6 giorni, e magari spezzando quelle poche ore in due parti distanziate, ed in pratica è come se fosse l'intera giornata per 6 giorni. Poi ci sono quelle (tipo i supermercati) che almeno le ore te le fa fare tendenzialmente almeno in una "botta e via", con il problema però che se gli serve coprire anche la Domenica (aperture festive) ti fai 7 giorni su 7 con recupero (fai un giorno in meno). Poi chiaramente varia da zona a zona, da periodo a periodo, da dimensioni della struttura e dell'organico ecc.
    • Michele scrive:
      Re: Ottima cosa
      Quotatissimo!!!!!- Scritto da: Jiraya
      Qui in Italia sarebbero scesi tutti in piazza a
      protestare contro il lavoro nei weekend...


      ... e dire che basterebbe una semplice legge che
      impone che i lavoratori nei weekend siano
      differenti da quelli ordinari e si risolverebbe
      tutto, con nuovi posti di
      lavoro...
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Ottima cosa
      - Scritto da: Jiraya
      Qui in Italia sarebbero scesi tutti in piazza a
      protestare contro il lavoro nei weekend... Tutti... i sindacati, non i lavoratori se gli dai in cambio un vantaggio sociale effettivo.Già oggi c'è tanta gente che lavora il sabato compreso, in molte attività pure la Domenica (non solo i preti ed i dottori).

      ... e dire che basterebbe una semplice legge che
      impone che i lavoratori nei weekend siano
      differenti da quelli ordinari e si risolverebbe
      tutto, con nuovi posti di
      lavoro...Eccerto.... mmmmmh... dici che se i supermercati aprissero 7 giorni su 7... il bottegaio non si lamenterebbe perchè lui e la moglie (di solito funziona così), dovrebbero fare altrettanto e comunque non riuscirebebro a tenere la concorrenza?Non è solo il lavoratore in sè a frenare i cambiamenti ma anche tutti quelli che dai problemi hanno fatto il loro "business" oppure ci si sono ritagliati la propria nicchia.P.S. sono a favore dell'attività 7 giorni su 7 di tutto (pure dello Stato, che così sfrutta meglio gli esuberi e strutture ed è a tua disposizione e non viceversa), anche se il sistema di turnazione dovrebbe essere un po' più complicato di come lo proponi (4 giorni+4 e con distribuzione di ore e recupero eventuale di minore orario, quindi paga, equo e logico)
      • panda rossa scrive:
        Re: Ottima cosa
        - Scritto da: Surak 2.0

        Eccerto.... mmmmmh... dici che se i supermercati
        aprissero 7 giorni su 7... il bottegaio non si
        lamenterebbe perchè lui e la moglie (di solito
        funziona così), dovrebbero fare altrettanto e
        comunque non riuscirebebro a tenere la
        concorrenza?E un bel chissenefrega?A me piacerebbe che i negozi siano aperti 7 su 7 e H24.Per quale motivo dovrei fare la coda alla cassa se posso andare all'una di notte a far la spesa che in cassa non c'e' nessuno e trovo pure parcheggio?Il bottegaio puo' sempre chiudere bottega e andare a fare il turno di notte al supermercato.
        Non è solo il lavoratore in sè a frenare i
        cambiamenti ma anche tutti quelli che dai
        problemi hanno fatto il loro "business" oppure ci
        si sono ritagliati la propria
        nicchia.
        P.S. sono a favore dell'attività 7 giorni su 7 di
        tutto (pure dello Stato, che così sfrutta meglio
        gli esuberi e strutture ed è a tua disposizione e
        non viceversa), anche se il sistema di turnazione
        dovrebbe essere un po' più complicato di come lo
        proponi (4 giorni+4 e con distribuzione di ore e
        recupero eventuale di minore orario, quindi paga,
        equo e
        logico)
        • panda rossa scrive:
          Re: Ottima cosa
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Surak 2.0




          Eccerto.... mmmmmh... dici che se i
          supermercati

          aprissero 7 giorni su 7... il bottegaio non
          si

          lamenterebbe perchè lui e la moglie (di
          solito

          funziona così), dovrebbero fare altrettanto e

          comunque non riuscirebebro a tenere la

          concorrenza?

          E un bel chissenefrega?

          A me piacerebbe che i negozi siano aperti 7 su 7
          e
          H24.

          Per quale motivo dovrei fare la coda alla cassa
          se posso andare all'una di notte a far la spesa
          che in cassa non c'e' nessuno e trovo pure
          parcheggio?

          Il bottegaio puo' sempre chiudere bottega e
          andare a fare il turno di notte al
          supermercato.


        • Surak 2.0 scrive:
          Re: Ottima cosa
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Surak 2.0




          Eccerto.... mmmmmh... dici che se i
          supermercati

          aprissero 7 giorni su 7... il bottegaio non
          si

          lamenterebbe perchè lui e la moglie (di
          solito

          funziona così), dovrebbero fare altrettanto e

          comunque non riuscirebebro a tenere la

          concorrenza?

          E un bel chissenefrega?A me ed a te, forse nulla...
          A me piacerebbe che i negozi siano aperti 7 su 7
          e
          H24.

          Per quale motivo dovrei fare la coda alla cassa
          se posso andare all'una di notte a far la spesa
          che in cassa non c'e' nessuno e trovo pure
          parcheggio?Per il motivo che i bottegai (ma non solo, visto che tutte le attività potrebbero farlo) sono tanti (e con famiglia) ed organizzati, fatto determinante per essere ascoltati dai politici.Hai presente i politici? Quei tizi che di solito non s'intendono di nulla, però sanno che se fanno un favore alla categoria A, forse gli torna comodo come voto, poi al popolino basta raccontarne una certa versione...che in una buona fetta se la beve, e magari becca pure un po' di voto da questa parte,m convinta che abbiano fatto una cosa vantaggiosa pure per loro.Chi non ha mai sentito la questione della funzione sociale della piccola bottega e della loro funzione contro il degrado (eccerto, come se la bottega tradizionale che qui chiude alle 19 fosse funzionale ad evitare che il ragazzotto ubriaco faccia schiamazzi alle 01:00)
          Il bottegaio puo' sempre chiudere bottega e
          andare a fare il turno di notte al
          supermercato.La maggior parte degli imprenditori italiani è gente che se deve prendere ordini da un cretino, tanto vale che sia "autonomo" (se non è chiaro, c'è un sottinteso)
        • Quotator Maximus scrive:
          Re: Ottima cosa
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Surak 2.0




          Eccerto.... mmmmmh... dici che se i
          supermercati

          aprissero 7 giorni su 7... il bottegaio non
          si

          lamenterebbe perchè lui e la moglie (di
          solito

          funziona così), dovrebbero fare altrettanto e

          comunque non riuscirebebro a tenere la

          concorrenza?

          E un bel chissenefrega?

          A me piacerebbe che i negozi siano aperti 7 su 7
          e
          H24.

          Per quale motivo dovrei fare la coda alla cassa
          se posso andare all'una di notte a far la spesa
          che in cassa non c'e' nessuno e trovo pure
          parcheggio?

          Il bottegaio puo' sempre chiudere bottega e
          andare a fare il turno di notte al
          supermercatoStra-quoto. Non si capisce perché mi dovrei preoccupare di limitare chi offre un servizio superiore e di mantenere chi offre un servizio inferiore. Il bottegaio se vuole rimanere sul mercato contro il supermercato si dia da fare a vendere un servizio migliore del supermercato.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Pedonami tu lavoreresti di notte?Ho imparato che non si vive per lavorare ma si lavora per vivere, inoltre vedo che spesso chi fa certi lavori oggi non lo fa perchè gli piacciono i turni di notte ad esempio, lo fa perche la mancanza di lavoro e ha comunque delle responsabilità (ad esempio famiglia), senza contare che oggi i suoi diritti valgono quanto la carta igienica usata...Se tu sei tra quelli che lavora di notte nulla da dirti, altrimenti mi evito battute volgari...
          • krane scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Pedonami tu lavoreresti di notte?
            Ho imparato che non si vive per lavorare ma si
            lavora per vivere, inoltre vedo che spesso chi fa
            certi lavori oggi non lo fa perchè gli piacciono
            i turni di notte ad esempio, lo fa perche la
            mancanza di lavoro e ha comunque delle
            responsabilità (ad esempio famiglia), senza
            contare che oggi i suoi diritti valgono quanto la
            carta igienica usata...Non capisco il legame tra le due cose, si puo' lavorare di notte in modo sostenibile, molte citta' nel mondo sono apere 24h e funziona.
            Se tu sei tra quelli che lavora di notte nulla da
            dirti, altrimenti mi evito battute volgari...Se vuoi te ne facciamo un po' noi di battute volgari.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Fà pure, sai quanto possono toccarmi le tue battute?Cosi come mi interessa poco che tu comprenda il mio discorso visto che ti sei focalizzato sulla parte "battute volgari"
          • krane scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Fà pure, sai quanto possono toccarmi le tue
            battute?
            Cosi come mi interessa poco che tu comprenda il
            mio discorso visto che ti sei focalizzato sulla
            parte "battute volgari"Veramente ho anche chiesto maggiori spiegazioni riguardo alla prima parte, ma tu ti sei focalizzato sulla parte "battute volgari"
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Hai ragione e ti chiedo scusa, trovo il mio commento abbastanza chiaro (ma questa è un' impressione personale) comunque vista la situazione italiana penso ci siamo abbastanza elementi per avere timore su un' apertura al lavoro notturno...In primo luogo oggi come oggi ci sono alternative legali ad un contratto equo tra datore di lavoro e lavoratore, basti pensare al co.co.proIn secondo luogo le modifiche alla legislazione che regolano il lavoro negli ultimi tempi non hanno portato a nulla di buono
          • cimurro scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            comunque vista la
            situazione italiana penso ci siamo abbastanza
            elementi per avere timore su un' apertura al
            lavoro
            notturno...Ma è già contemplato... :|
          • thebecker scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Pedonami tu lavoreresti di notte?

            Ho imparato che non si vive per lavorare ma si
            lavora per vivere, inoltre vedo che spesso chi fa
            certi lavori oggi non lo fa perchè gli piacciono
            i turni di notte ad esempio, lo fa perche la
            mancanza di lavoro e ha comunque delle
            responsabilità (ad esempio famiglia), senzaLo capisco, ma ci sono città, nazioni in cui funziona tutto 24h/24h basta saper organizzare una nazione e pianificarne il funzionamento...Ogni volta che si discute delle problematiche del lavoro però si va a finire sempre sul "tengo famiglia" sono d'accordo che comporti molte responsabilità ma in molti casi chi discute e porta in causa il tema "tengo famiglia" lo fa con superiorità come se la famiglia esiste solo in Italia o che la nostra è superiore alle altre (scuramente questo senso di superiorità deriva dall'educazione religiosa; queste responsabilità esistono in tutto il modo con usi e costumi che variano ma il concetto è sempre uguale e in altri stati riescono ad organizzarsi, invece il nostro paese e la nazione dei "NO", lo sai perchè? Da noi va tutto bene finche non toccano il nostro "giardino"..
            contare che oggi i suoi diritti valgono quanto la
            carta igienica
            usata...

            Se tu sei tra quelli che lavora di notte nulla da
            dirti, altrimenti mi evito battute
            volgari...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 novembre 2013 10.20-----------------------------------------------------------
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Guarda non penso assolutamente che solo qui teniamo famiglia, però sono stufo di veder gente che prende posizioni quando il prezzo da pagare non tocca a lui, per dirti una discussione simile l' ho avuta tempo addietro (con la riforma di monti, il minuscolo è voluto) con persone favorevoli alle aperture notturne, e nessuna intenzione di fare dei turni notturni...Sentendo certi discorsi la prima cosa a cui penso è a chi certe scelte non se le può permettere...Per quanto riguarda gli italiano ed loro giardino sono perfettamente d' accordo con te...
          • thebecker scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Guarda non penso assolutamente che solo qui
            teniamo famiglia, però sono stufo di veder gente
            che prende posizioni quando il prezzo da pagare
            non tocca a lui, per dirti una discussione simile
            l' ho avuta tempo addietro (con la riforma di
            monti, il minuscolo è voluto) con persone
            favorevoli alle aperture notturne, e nessuna
            intenzione di fare dei turni
            notturni...
            Sentendo certi discorsi la prima cosa a cui penso
            è a chi certe scelte non se le può
            permettere...
            Per quanto riguarda gli italiano ed loro giardino
            sono perfettamente d' accordo con
            te...Io dico solo che ognuno e libero di lavorare all'orario che vuole (ovvimanente con turni lavorativi giusti). Se a te non va di lavorare di notte non lo fai però non puoi imporre agli altri le tue idee. Io lavoro di giorno e mi va bene cosi ma non vado a fare la morale, predicare ad altri cosa devono fare che turni devono fare..ecc.Internet sempre funzionante, le industrie che producono a pieno regime producendo di più abbassando i costi lavorano anche la notte (turni) e di queste cose tu ne usufruisci, un pò di coerenza. :D
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Io non voglio imporre niente a nessuno, ci mancherebbe, tollero poco (e questo lo ammetto senza problemi) quando qualcuno parla guardando il proprio giardino (riutilizzo questa frase usata da te perchè rende l' idea, e non mi riferisco a nessuno che ha commentato qui)...Probabilmente ho iniziato questa discussione in modo poco amichevole e mi scuso con le persone alle quali mi sono rivolto...
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Io non voglio imporre niente a nessuno, ci
            mancherebbe, tollero poco (e questo lo ammetto
            senza problemi) quando qualcuno parla guardando
            il proprio giardino Io sto guardando il tuo di giardino.Tu come vivi?Ti chiudi in casa alle 18:00, spegni tutto e vai a dormire, oppure la sera ti aspetti una tv che funziona, una radio che trasmette, internet che ti fa collegare ai vari servizi, da quelli utili alle XXXXXXX, un ospedale che ti accoglie in caso di emergenza, una polizia che fa altrettanto, un taxi che se lo chiami arriva, esci la sera e ti aspetti ristoranti, cinema, bar aperti...Uno che viene a dire che non bisogna lavorare di notte, dovrebbe essere il primo a non pretendere alcun servizio notturno.Se invece tu fai qualunque cosa dopo il tramonto, allora c'e' qualcuno che sta lavorando per te.
            Probabilmente ho iniziato questa discussione in
            modo poco amichevole e mi scuso con le persone
            alle quali mi sono
            rivolto...Non c'entra l'amichevole o il non amichevole.Il punto e' che qui c'e' gente che la pensa diversamente da te.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Guardalo pure, non trovarai nessuna pretesa che vada aldilà del mio modo di pensare...Ti ripeto per l' ultima volta che non sono contrario al lavoro notturno, ma a determinate condizioni...Tu pensa e fai quello che vuoi...
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Ti ripeto per l' ultima volta che non sono
            contrario al lavoro notturno, ma a determinate
            condizioni...Ma allora di che cosa stiamo parlando?
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Io parlo del fatto che non vorrei vedere gente sottopagata fare straordinari di notte...
          • thebecker scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Io parlo del fatto che non vorrei vedere gente
            sottopagata fare straordinari di
            notte...Ma qua siamo d'accordo. Nessuno vuole lo sfruttamento dei lavoratori ma come diceva Leguleio sotto una parte delle colpe e anche dei Sindacati che dovrebbero fare il loro lavoro invece di essere in molti casi quasi solo un CAAF.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Pedonami tu lavoreresti di notte?Tu di notte ti aspetti che internet funzioni e che tu possa accedere ai tuoi servizi di home banking, orari dei treni, previsioni del tempo, posta, messaggistica, fessbuk?Se te lo aspetti, allora io lavoro anche di notte.Se invece non vuoi che qualcuno non lavori di notte, non lamentarti se il servizio internet chiude alle 18:00 come fanno alcuni servizi del sito delle poste italiane.
            Ho imparato che non si vive per lavorare ma si
            lavora per vivere, Hai imparato male.Si vive come si vuole.Se vuoi una certa vita, devi lavorare, ma nessuno ti obbliga.
            inoltre vedo che spesso chi fa
            certi lavori oggi non lo fa perchè gli piacciono
            i turni di notte ad esempio, lo fa perche la
            mancanza di lavoro e ha comunque delle
            responsabilità (ad esempio famiglia),C'e' perfino chi emigra, altro che turni di notte.
            senza
            contare che oggi i suoi diritti valgono quanto la
            carta igienica
            usata...I diritti ci sono solo se ci sono i soldi.Niente soldi, niente diritti.
            Se tu sei tra quelli che lavora di notte nulla da
            dirti, altrimenti mi evito battute
            volgari...Io sono tra quelli che se c'e' da lavorare di notte, lavora di notte.L'importante e' che quando ho finito di lavorare, sia tutto aperto.
          • Squirrel scrive:
            Re: Ottima cosa
            Qual è il problema di lavorare di notte, se si fanno i turni? Sicuramente esistono persone che prediligono il turno notturno anziché quello diurno.Io, quando lavoravo presso una società di consulenza informatica, avevo la reperibilità notturna: pertanto mi capitava di essere svegliato nel cuore della notte per lavorare e, la mattina seguente, dovermi presentare comunque in ufficio per le 9, "fresco come una rosa".Inoltre vi erano attività programmate che si svolgevano sistematicamente di domenica (notte, ovviamente) e lunedì la settimana iniziava nuovamente per tutti.
          • Quotator Maximus scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Pedonami tu lavoreresti di notte?

            Ho imparato che non si vive per lavorare ma si
            lavora per vivere, inoltre vedo che spesso chi fa
            certi lavori oggi non lo fa perchè gli piacciono
            i turni di notte ad esempio, lo fa perche la
            mancanza di lavoro e ha comunque delle
            responsabilità (ad esempio famiglia), senza
            contare che oggi i suoi diritti valgono quanto la
            carta igienica
            usata...

            Se tu sei tra quelli che lavora di notte nulla da
            dirti, altrimenti mi evito battute
            volgari...No ti prego, fermati pure qui, che la figuraccia l'hai già fatta... abbiamo già capito che sei uno di quelli che vorrebbe lavorare peggio di altri ma sopravvivere grazie a favoritismi. Passiamo oltre.
          • mah scrive:
            Re: Ottima cosa
            Io di notte lavoro una settimana ogni tre,lo faccio da 15,ne ho 40,sono ancora sano e vivo.Io problemi a lavorare di notte non ne ho proprio,anzi è tutto più tranquillo,non ci sono nemmeno i capi a rompere le balle.
          • zio lambo scrive:
            Re: Ottima cosa
            giusto: però voglio anche gli Statali, 24 ore su 24 con gli sportelli aperti e con lo stesso stipendio (e niente straordinari).. un po' di giustizia sociale
        • 1987jonny scrive:
          Re: Ottima cosa
          E se in cassa ci fossi tu invece? Ti piacerebbe ugualmente?
          • krane scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            E se in cassa ci fossi tu invece? Ti
            piacerebbe ugualmente?Io di notte ho lavorato e non mi dispiace affatto.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            MI fa piacere ti piaccia
          • cimurro scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: 1987jonny

            E se in cassa ci fossi tu invece? Ti

            piacerebbe ugualmente?

            Io di notte ho lavorato e non mi dispiace affatto.Verissimo, meno gente a scassare la min*hia, meno traffico, di giorno fai quel che vuoi e ti pagano pure di più.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Che ci siano persone a cui piace lavorare di notte non lo metto in dubbio, e mi fa piacere per loro se ne hanno possibilità (saro bigotto ma metterei comunque un limite alle ore notturne)Partirò prevenuto da una discussione simile avuta in precedenza in un' altro ambito, ma l' idea che qualcuno guardi alla propria comodità senza riflettere sulle fatiche che questa scelta comporta mi fa XXXXXXXre...Aggiungo che oggi starei attento a fare proposte simili coi governanti che abbiamo, perchè mi pare (ma non ho ancora avuto modo di averne conferma, notizia avuta la settimana scorsa) che con l' ultima riforma del lavoro con le 40 ore settimanali non si ha piu diritto alla pausa pranzo...
          • cimurro scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Partirò prevenuto da una discussione simile avuta
            in precedenza in un' altro ambito, ma l' idea che
            qualcuno guardi alla propria comodità senza
            riflettere sulle fatiche che questa scelta
            comporta mi fa
            XXXXXXXre...Ma chi?
            Aggiungo che oggi starei attento a fare proposte
            simili coi governanti che abbiamo, perchè mi pare
            (ma non ho ancora avuto modo di averne conferma,
            notizia avuta la settimana scorsa) che con l'
            ultima riforma del lavoro con le 40 ore
            settimanali non si ha piu diritto alla pausa
            pranzo...Neppure il diritto di andare in bagno e soffiarsi il naso p)
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Se hanno pure tolto pure il diritto di andare in bagno questo non lo so, come detto mi scuso perchè mi rendo conto di essere partito prevenuto sul tema
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Partirò prevenuto da una discussione simile avuta
            in precedenza in un' altro ambito, ma l' idea che
            qualcuno guardi alla propria comodità senza
            riflettere sulle fatiche che questa scelta
            comporta mi fa
            XXXXXXXre...Perche'? Un negozio che chiude alle 18:00 non comporta forse fatica per il cliente che ci deve andare a far la spesa?
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Di negozi che chiudono alle 18:00 ne vedo pochi e se hanno clientela in certi orari mi fa piacere per loro, sinceramente l' ho già scritto che parto prevenuto su certi argomenti, ma sapendo che contratti di lavoro di vent' anni fa comportavano certi diritti e compensi nettamente migliori rispetto a quelli proposti oggi dico attenzione a voler liberalizzare tutto, prima bisogna sistemare un poco le cose...Comunque io non conosco il tuo contratto (e non mi interessa nemmeno) ed aggiungo di essere un libero professionista, per cui la cosa mi tange molto poco nella mia vita, se pensi che sia tutto normale e vada tutto bene non ho altro da dirti, resto contrario al voler far pagare il prezzo di certe libertà ad altri (visto la situazione non penso di dire chissa quale corbelleria)...
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Di negozi che chiudono alle 18:00 ne vedo pochi e
            se hanno clientela in certi orari mi fa piacere
            per loro, sinceramente l' ho già scritto che
            parto prevenuto su certi argomenti, ma sapendo
            che contratti di lavoro di vent' anni fa
            comportavano certi diritti e compensi nettamente
            migliori rispetto a quelli proposti oggi 20 anni fa non c'erano i telefonini, non c'era internet, non c'era il telepass, non c'era sky, non c'erano moltissime cose che ci sono oggi.Il mondo va avanti e i contratti di lavoro di 20 anni fa non sono piu' praticabili.Io e' da un po' che ti sto ponendo una domanda precisa alla quale non vuoi rispondere.Te la rifaccio e gradirei una risposta senza la quale e' inutile continuare a discutere.Tu, dopo le 18:00 usufruisci di qualcosa (tv, radio, cinema, bar, ristorante, ospedali, trasporti, altro) per cui qualcuno lavora per fornirtela?Devi rispondere banalmente con SI o NO.
            dico
            attenzione a voler liberalizzare tutto, prima
            bisogna sistemare un poco le
            cose...Non c'e' molto da sistemare.Io voglio avere servizi anche di notte.Tu non vuoi che la gente di notte lavori.La domanda di cui sopra e' fondamentale per proseguire.
            Comunque io non conosco il tuo contratto (e non
            mi interessa nemmeno) ed aggiungo di essere un
            libero professionista, per cui la cosa mi tange
            molto poco nella mia vita, se pensi che sia tutto
            normale e vada tutto bene non ho altro da dirti,
            resto contrario al voler far pagare il prezzo di
            certe libertà ad altri (visto la situazione non
            penso di dire chissa quale
            corbelleria)...Il mio contratto non c'entra.Se c'e' da lavorare di notte io lavoro di notte, visto che qualcuno lavora di notte per me.Io voglio che quando non sto lavorando, sia tutto aperto e funzionante.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Si ne usufruisco, molto meno di quello che immagini tu, se vuoi aggiungo pure che uso sostanzialmente corrente elettrica per l' illuminazione...Adesso sinceramente ho esposto ciò che penso piu volte, se a te non interessa altro che fare la spesa alle una di notte non ho altro da dirti...
          • thebecker scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Si ne usufruisco, molto meno di quello che
            immagini tu, se vuoi aggiungo pure che uso
            sostanzialmente corrente elettrica per l'
            illuminazione...Le Centrali elettriche non le puoi fermare di notte.
            Adesso sinceramente ho esposto ciò che penso piu
            volte, se a te non interessa altro che fare la
            spesa alle una di notte non ho altro da
            dirti...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 novembre 2013 16.49-----------------------------------------------------------
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Scusa non capisco, se intendi che ci sono persone che vi lavorano, come detto non ho nulla in contrario al lavoro notturno, sono contrario allo sfruttamento, non vedo nulla di cosi sottile da non poter essere colto...
          • thebecker scrive:
            Re: Ottima cosa
            post errato-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 novembre 2013 16.49-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            E se in cassa ci fossi tu invece? Ti piacerebbe
            ugualmente?Io di giorno lavoro, e non posso fare la spesa, se non ad orari in cui mi tocca perderci tempo per via della coda.Quindi mi piacerebbe un supermercato aperto la notte.Se io dovessi lavorare la notte, vuol dire che potrei fare la spesa di giorno, quindi mi sta bene lavorare di notte.Quello che non mi sta bene e' di perdere tempo.In una citta' i servizi devono essere 7 su 7.I bar e i locali stanno aperti fino a tardi, i mezzi pubblici e i taxi pure, gli ospedali, la pubblica sicurezza...Non vedo perche' i bottegai non possano stare aperti di notte pure loro.Se non vogliono adeguarsi, possono pure chiudere, tanto io manco me ne accorgo visto che durante il giorno non posso comunque andare nelle loro botteghe.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Non conosco il tuo lavoro e quindi scusami non entro in argomento, una regola però che si è persa di vista (a mio parere e sempre senza toccare te ed il tuo lavoro) è quella di organizzare meglio il lavoro per lavorare meno, conosco persone (una in particolare) che con questa regola lavorano meno e producono di piu, altre che disorganizzate lavorano molto di più.Sembra banale ma se ci pensi molto spesso questa regola viene bellamente ignorata...Il nesso sta nel fatto che non bisogna lavorare di piu, ma lavorare meno e meglio...
          • krane scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Sembra banale ma se ci pensi molto spesso questa
            regola viene bellamente ignorata...
            Il nesso sta nel fatto che non bisogna lavorare
            di piu, ma lavorare meno e meglio...Su questo siamo tutti d'accordo, e non c'entra niente con limiti di orario obbligatori.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Guarda non ho niente contro di te (e sul tema lavoro sono probabilmente poco disponibile al dialogo, penso che tutti vediamo la disfatta che c' è in giro)Io la penso cosi, oggi liberalizzare tutto orari compresi (vista la poca lungimiranza ed il poco interesse dei governanti e la poca qualità di una fetta consistente degli imprenditori rimasti) alla fine sarebbe solo un problema in più a carico dei lavoratori dipendenti...In un sistema che funziona non sarei per nulla contrario, ho conosciuto persone che un tempo facevano i turni di notte per arrotondare il proprio stipendio ed oggi non li fanno più perche non c' è convenienza...
          • krane scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Guarda non ho niente contro di te (e sul tema
            lavoro sono probabilmente poco disponibile al
            dialogo, penso che tutti vediamo la disfatta che
            c' è in giro)
            Io la penso cosi, oggi liberalizzare tutto orari
            compresi (vista la poca lungimiranza ed il poco
            interesse dei governanti e la poca qualità di una
            fetta consistente degli imprenditori rimasti)
            alla fine sarebbe solo un problema in più a
            carico dei lavoratori dipendenti...
            In un sistema che funziona non sarei per nulla
            contrario, ho conosciuto persone che un tempo
            facevano i turni di notte per arrotondare il
            proprio stipendio ed oggi non li fanno più perche
            non c' è convenienza...Per arrivare ad un sistema che funziona ritengo serva essere consapevoli di come vanno le cose e come potrebbero andare, la tendenza attuale e' che entro 3 generazioni il 70% dei lavori esistenti attualmente verra' svolto da macchine. Quindi o ci mettiamo in testa che occorre, come si diceva una volta "lavorare meno e lavorare tutti" , oppure scattera' una nuova guerra tra poveracci o peggio.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Non conosco il tuo lavoro e quindi scusami non
            entro in argomento,Te l'ho spiegato: amministro un server, uno di quelli che magari anche tu utilizzi, e che vorresti che funzionasse sempre.E per garantire che funzioni sempre, 24 ore su 24, Natale, Pasqua, Ferragosto, ci vuole qualcuno che lo amministri.
            una regola però che si è
            persa di vista (a mio parere e sempre senza
            toccare te ed il tuo lavoro) è quella di
            organizzare meglio il lavoro per lavorare meno,Infatti stiamo lavorando meno.I computer fanno tutta la fatica e noi ci limitiamo a monitorare i computer.Questo per me e' lavorare di meno.Tanto che posso permettermi di star qui a commentare sul forum.
            conosco persone (una in particolare) che con
            questa regola lavorano meno e producono di piu,
            altre che disorganizzate lavorano molto di più.Piu' che regola, io parlerei di sistemi operativi.Conosco persone che dovendo amministrare sistemi operativi liberi, possono farlo mentre commentano sul forum.Altri invece passano le giornate a patchare, stoppare e riavviare servizi.Per via della scellerata decisione di qualcuno che di informatica non ci capisce un ruppolo e ha deciso di usare il colapasta.
            Sembra banale ma se ci pensi molto spesso questa
            regola viene bellamente
            ignorata...E i server si impallano.
            Il nesso sta nel fatto che non bisogna lavorare
            di piu, ma lavorare meno e
            meglio...Io lavoro di meno e meglio.Quello che voglio e' un supermercato aperto e senza gente in coda, quando voglio fare la spesa.
          • 1987jonny scrive:
            Re: Ottima cosa
            Scusa non lo avevo afferrato il tuo impiego, e mi fa piacere tu riesca a lavorare meno e meglio (commento sincero)...Ti riporto pari pari il contenuto di un' altro messaggio che ho scritto, perche sarò all' antica ma il rispetto per le persone viene prima di tutto... Io la penso cosi, oggi liberalizzare tutto orari compresi (vista la poca lungimiranza ed il poco interesse dei governanti e la poca qualità di una fetta consistente degli imprenditori rimasti) alla fine sarebbe solo un problema in più a carico dei lavoratori dipendenti...In un sistema che funziona non sarei per nulla contrario, ho conosciuto persone che un tempo facevano i turni di notte per arrotondare il proprio stipendio ed oggi non li fanno più perche non c' è convenienza...
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: 1987jonny
            Scusa non lo avevo afferrato il tuo impiego, e mi
            fa piacere tu riesca a lavorare meno e meglio
            (commento
            sincero)...

            Ti riporto pari pari il contenuto di un' altro
            messaggio che ho scritto, perche sarò all' antica
            ma il rispetto per le persone viene prima di
            tutto... Il rispetto per le persone prevede di offrire a queste persone i servizi che vogliono, nel mio caso il supermercato aperto.
            Io la penso cosi, oggi liberalizzare tutto orari
            compresi (vista la poca lungimiranza ed il poco
            interesse dei governanti e la poca qualità di una
            fetta consistente degli imprenditori rimasti)
            alla fine sarebbe solo un problema in più a
            carico dei lavoratori
            dipendenti...Per me e' un problema fare la spesa se il supermercato chiude alle 18:00.Per te e' un problema tenerlo aperto fino alle 23:00.Purtroppo per te, il cliente sono io, e senza di me il supermercato chiude. Fai i tuoi conti e trova la soluzione.
            In un sistema che funziona non sarei per nulla
            contrario, ho conosciuto persone che un tempo
            facevano i turni di notte per arrotondare il
            proprio stipendio ed oggi non li fanno più perche
            non c' è convenienza...La convenienza non e' mica solo economica.Anche un risparmio di tempo e' convenienza.Anche fare meno fatica e' convenienza.
          • thebecker scrive:
            Re: Ottima cosa
            - Scritto da: panda rossa
            Se non vogliono adeguarsi, possono pure chiudere,
            tanto io manco me ne accorgo visto che durante il
            giorno non posso comunque andare nelle loro
            botteghe.Infatti poi i piccoli comemrcianti si lamentano che durante i gioni feriali da Lunedi a venerdi hanno il negozio vuoto a parte qualche casalinga. Al limite posso andare dove fanno orario continuato.
      • thebecker scrive:
        Re: Ottima cosa
        - Scritto da: Surak 2.0
        - Scritto da: Jiraya

        Qui in Italia sarebbero scesi tutti in piazza a

        protestare contro il lavoro nei weekend...

        Tutti... i sindacati, non i lavoratori se gli dai
        in cambio un vantaggio sociale
        effettivo.
        Già oggi c'è tanta gente che lavora il sabato
        compreso, in molte attività pure la Domenica (non
        solo i preti ed i
        dottori).I centri commerciali sono aperti tutti i giorni. Leroy Merlin è sempre aperto. Lidl idem. Supermercati grandi idem. E' una cosa libericida che lo Stato debba decidere quando devo aprire o chiudere un attività privata.Dal 2012 non ci sono più vincoli, vedi legge sulla liberalizzazione degli orari che condivido:http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/liberalizzazione-orari-negozi-manovra-monti-1067896/
        • Surak 2.0 scrive:
          Re: Ottima cosa
          - Scritto da: thebecker
          - Scritto da: Surak 2.0

          - Scritto da: Jiraya


          Qui in Italia sarebbero scesi tutti in
          piazza
          a


          protestare contro il lavoro nei
          weekend...




          Tutti... i sindacati, non i lavoratori se
          gli
          dai

          in cambio un vantaggio sociale

          effettivo.

          Già oggi c'è tanta gente che lavora il sabato

          compreso, in molte attività pure la Domenica
          (non

          solo i preti ed i

          dottori).

          I centri commerciali sono aperti tutti i giorni.
          Leroy Merlin è sempre aperto. Lidl idem.
          Supermercati grandi idem.Vero, anche se si tende a impedirne l'apertura "iniziale"
          E' una cosa libericida
          che lo Stato debba decidere quando devo aprire o
          chiudere un attività
          privata.In Italia non è solo lo Stato, anzi forse è uno dei soggetti meno importanti nella questione, rispetto alla creazione di un'economia attiva 7 giorni su 7, che non è riferita solo ai supermercati ed affini (così come da sempre bar e piccoli alimentari, possono tenere aperti a piacimento...dopo aver presnetato una sorta di "schema")
          Dal 2012 non ci sono più vincoli, vedi legge
          sulla liberalizzazione degli orari che
          condivido:

          http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/liberOk, ma è parziale.Senza un'idea di contratto di lavoro pensato apposta, si torna al discorso che o a livello di lavoro si sacrificano sempre i soliti oppure si assumono con contratti ridotti e momentanei solo per coprire il di più.Invece se non si consolida pure il lavoro e che sia adeguato, finisce che si autorelizza la profezia per cui molti aprono ma vendono poco...dato che la gente non ha i soldi (almeno una parte)
Chiudi i commenti