Italia, se in biblioteca si scarica gratis

Free MP3 Download è il servizio lanciato dalla piattaforma MusicLibraryOnLine: permetterà a tutti gli utenti di scaricare musica gratis e priva di DRM, ma per un massimo di 3 canzoni alla settimana

Roma – Si chiama Free MP3 Download ed è il nuovo servizio offerto da MediaLibraryOnLine (MLOL), la piattaforma italiana che dal 2009 permette agli utenti delle varie biblioteche associate di prendere a prestito – in maniera del tutto gratuita – contenuti digitali di ogni tipo. Dagli e-book ai film, dai quotidiani alla musica .

In sostanza, gli utenti potranno scaricare gratuitamente brani musicali liberi da vincoli di tipo DRM , potendo scegliere in totale libertà il proprio supporto preferito. L’unico limite è dettato dalla quantità massima di canzoni scaricabili in una settimana, che non può superare le 3 unità .

Giocando coi numeri, si tratterebbe approssimativamente di un album al mese, ovvero 12 in un anno . Si potrà attingere ad un catalogo di musica moderna e contemporanea, grazie alla collaborazione con i vertici di Sony Music . Al progetto Free MP3 Download si aggiungeranno i cataloghi di altre etichette indipendenti.

“Credo che per le biblioteche, nell’immediato futuro – ha spiegato Giulio Blasi di MLOL – il servizio MP3 download potrà sostituire al 100 per cento la modalità di acquisto tradizionale della musica in biblioteca. Per MLOL si tratta di un nuovo capitolo nello sviluppo di un’offerta digitale specifica per le biblioteche”.

Sony Music ha deciso di credere in questo progetto, unico nel suo genere, mettendo a disposizione il proprio vasto catalogo – ha aggiunto Lino Prencipe, direttore del mercato digitale di Sony – La partnership con MLOL avrà l’obiettivo di veicolare legalmente la musica con servizi di facile utilizzo da parte degli utenti e con nuovi e sostenibili modelli di business”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca Inot scrive:
    Esiste gia' tutto
    Ma scusate...stanno copiando gokick.org???
  • Davide Militello scrive:
    Geniale!
    Fantastico!! Una semplice geniale idea!
  • Roby10 scrive:
    livello giocatori
    Ma c'è un modo per selezionare in base a ranking/skill dei giocatori??In Italia ci sono 12 livelli di calcio "organizzato", che partono dalla serie A e arrivano alla 3a categoria. Oltre tale soglia poi ci sono decine di categorie che vanno da chi non ha mai giocato a chi ha smesso da anni, a chi fa 2 partitelle con gli amici ogni tanto.Io ho fatto per anni il "mercenario" da calcetto, con borsa pronta in auto, magliette di vario colore e reperibilità costante. Vi assicuro che quando giochi con degli sconosciuti a volte sembra di buttare i soldi quando le partite finiscono 22-4 o simili. Organizzando tra "amici" col tempo i gruppi che si formano mantengono una sorta di equilibrio che rende l'esperienza sicuramente più divertente
  • ioioio scrive:
    Non esiste solo fubles
    Ma anche www.calcettoitaliano.it
    • FDG scrive:
      Re: Non esiste solo fubles
      - Scritto da: ioioio
      Ma anche www.calcettoitaliano.itMolto italiano. Una dimensione del mercato molto più limitata. In questo quelli di fubles sono stati più bravi. E visto che le dimensioni del network purtroppo contano...
      • GDN scrive:
        Re: Non esiste solo fubles
        Le dimensioni contano, certo. Infatti calcettoitaliano ha più partite giocate di fubles ;)
        • tunele scrive:
          Re: Non esiste solo fubles
          però fubles mi pare sia arrivato prima.
          • cicciofuser scrive:
            Re: Non esiste solo fubles
            esatto, ne esistono molti altri che sono tutti partiti dall'esempio dato da gokick.it nel 2004...poi rinnovatosi nel 2010 in gokick.org non a casa GoKick nasce a Milano, nel 2004, come quasi tutti i suoi sucXXXXXri dal quale hanno preso l'idea...Fubles, Calcetto Italiano, Bizoona e altri...
  • uTonto scrive:
    spot ?
    ma sembra il classico spot pubblicitario....
    • tunele scrive:
      Re: spot ?
      si ma alle volte gli spot sono anche giusti ed etici. Qui si parla di una startup web di nicchia ma molto originale e innovativa, ideata e realizzata in italia. e' giusto andarne orgogliosi e quindi reclamizzarla!
      • uTonto scrive:
        Re: spot ?
        ma originale in cosa ? Esistono in Italia altri progetti simili..., parliamoci chiaro se ne parla "tanto" oggi perché chi gli investitori hanno paura che i soldi investiti non tornano più indietro.
        • GDN scrive:
          Re: spot ?
          ahah dov'è il +1 datemi il +1!!! :D- Scritto da: uTonto
          ma originale in cosa ? Esistono in Italia altri
          progetti simili..., parliamoci chiaro se ne parla
          "tanto" oggi perché chi gli investitori hanno
          paura che i soldi investiti non tornano più
          indietro.
          • cicciofuser scrive:
            Re: spot ?
            In realtà è tutto nato da www.gokick.it , nato nel 2004 e rinnovato nel 2010 in gokick.org per lanciare un progetto di community sociale legata al calcio in primis...non a casa GoKick nasce a Milano, nel 2004, come quasi tutti i suoi sucXXXXXri che ne han seguito l'esempio...Fubles, Calcetto Italiano e tanti altri...Bizoona è un altro per esempio...
Chiudi i commenti