Italia, una legge per i trojan di Stato

Parte una consultazione pubblica per valutare il testo di una norma che disciplini un terreno scivoloso. Ci sono garanzie per gli indagati, ma sussiste qualche dubbio per il tecnocontrollo pervasivo

Roma – È stata presentata oggi la proposta di legge dal titolo “Disciplina dell’uso dei captatori legali nel rispetto delle garanzie individuali” che stabilisce limiti e condizioni con i quali le forze dell’ordine potranno utilizzare nel corso delle indagini veri e propri trojan a fini di intercettazioni .

Il testo è stato presentato dal Gruppo Civici e Innovatori e sarà disponibile online per un mese e mezzo, al fine di raccogliere commenti e suggerimenti: lo scopo è quello di fornire alle forze dell’ordine e alla magistratura uno strumento ulteriore nel corso delle indagini nei confronti di terrorismo e mafie, ed in particolare per cercare di contrastare quelle organizzazioni criminali dotate di strumenti tecnologici avanzati.

I cosiddetti “captatori informatici” oggetto della normativa sono dei software installabili nei dispositivi elettronici portatili (personal computer, tablet, smartphone e via elencando) a scopo di tecnocontrollo , in sostanza veri e propri malware, ma al servizio delle forze dell’ordine che con essi possono accedere e prendere il controllo dei dispositivi dell’intercettato. In quanto tali sono già in utilizzo da parte delle autorità: un esempio è il caso Luigi Bisignani nel corso dell’inchiesta sulla P4, nel quale un trojan ha trasformato il PC dell’uomo in una microspia.

Dal punto di vista legale si tratta di uno strumento di intercettazione atipico , in quanto non esplicitamente previsto dalla nostra normativa di settore: finora era stata pertanto la giurisprudenza ad intervenire piegando le leggi esistenti, come nella Sentenza n. 26889 all’interno della quale la Corte suprema di Cassazione dava sostanzialmente il via libera all’utilizzo di tale software spia quando si tratta di intercettare le comunicazioni di pericolosi criminali tecnologicamente aggiornati, “limitatamente ai procedimenti per delitti di criminalità organizzata”, autorizzando l’installazione dei captatori anche in abitazioni private senza alcuna “attività criminosa” in corso d’opera sul momento.

Si tratta tuttavia di una soluzione temporanea in attesa che sia il legislatore ad occuparsi della questione: non solo perché l’utilizzo di tale strumento è destinato a diventare sempre più pervasivo (basti pensare alla diffusione dei dispositivi connessi e al contempo al livello di cifratura delle comunicazioni via smartphone), ma anche perché la necessità da parte delle autorità di utilizzare nel corso di alcuni tipi di indagine i cosiddetti captatori informatici deve essere controbilanciata con adeguate salvaguardie che tengano conto della privacy degli utenti .

La nuova normativa, che rappresenta la conclusione di un confronto tra magistratura, forze dell’ordine, giuristi ed esperti tecnologici iniziato nel 2015, cerca di andare proprio in questa direzione, prevedendo tutele e garanzie per i soggetti che durante le indagini penali sono intercettate tramite trojan: innanzitutto si stabilisce che gli unici reati per cui è possibile sfruttarli sono “criminalità organizzata di stampo mafioso o con finalità di terrorismo”, quando “non è possibile distinguere un ambito di attività o di vita personale estraneo all’associazione criminale”. Inoltre l’uso del trojan non può essere disposto solo dal pubblico ministero, ma deve essere autorizzato dal giudice per le indagini preliminari “soltanto quando risultino indispensabili, essendo inadeguato ogni altro mezzo di ricerca della prova”.

Dal punto di vista tecnico è prescritto inoltre che gli strumenti informatici utilizzati assicurino che i dati presenti sul dispositivo non vengano alterati o modificati e che i dati acquisiti siano conformi a quelli presenti sul dispositivo in questione: per questo è previsto il rispetto di determinati requisiti tecnici che dovranno essere stabiliti “con regolamento del Ministro della Giustizia e su parere conforme del Garante per la Protezione dei dati personali”, l’ istituzione di un sistema di omologazione affidato all’Istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione (ISCOM), l’obbligo di deposito dei codici sorgenti presso un ente ancora da stabilire, sistema che consenta alle parti di richiedere ed eseguire in modo indipendente la verifica del processo di omologazione dei dati raccolti e la catalogazione degli strumenti nel Registro nazionale dei captatori informatici .

Disposizione che rischia invece di creare polemiche è invece quella che prevede la possibilità da parte del giudice di autorizzare, sulla base di motivazioni, l’installazione su dispositivi di “soggetti non indagati”: in questo caso il monitoraggio va notificato agli utilizzatori del dispositivo bersaglio entro 40 giorni dall’inizio dell’attività, con la possibilità di prorogare tale scadenza fino ad un massimo di 12 mesi.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Ti spio meglio
    Hmmm intel nasconde parti non documentate nei suoi chip, attivabili da remoto, col loro microcodice, e che possono fare cose all'insaputa dell'utente.Così come scritto nei leak di Snowden.Apple vuole il suo sistema di spionaggio basato su ARM, a basso assorbimento, non pilotato da intel, che lavora in sottofondo con una frazioncina di energia della batteria.
  • prova123 scrive:
    Una storia lunga 30 anni
    Apple usava i proXXXXXri Motorola ... allora Apple si farà i proXXXXXri da sola ... poi ha comprato proXXXXXri IntelOra usa i proXXXXXri Intel ... allora Apple si farà o proXXXXXri da sola ... vuoi che questa volta alla fine della giostrà comprerà proXXXXXri AMD ?Patetici!
  • dumbar scrive:
    due secondi di sorriso
    Siamo sicuri che gli anglofoni siano sani di mente?Apple lavora a un chip ARM per i MacMela lavora a una scaglia Braccio per i De.:)
  • natilo scrive:
    vero
    annunziata sta raffinando l'arte del leccaculismo, non si vede più la lingua marrone ma la puzza è rimasta
    • biagio scrive:
      Re: vero
      - Scritto da: natilo
      annunziata sta raffinando l'arte del
      leccaculismo, non si vede più la lingua marrone
      ma la puzza è
      rimastasi è allenato leccando la XXXXX di biagio
  • macacaz_twi nprot scrive:
    apple


    lavora
    apple


    lavoraMwahahahahah bella questa!
  • xte scrive:
    Apple...
    ...Ho cambiato tastiera ad un MBP di un'amica qualche giorno fa, magari era il modello sfigato ma non mi era ancora capitato di trovare su un laptop, tanto più di quella fascia di prezzo: - ram saldata, come la CPU, sulla scheda madre - ssd miniPCIe con lunghezza *non* standard - batterie incollate tanto bene che non romperle è stato mooolto difficile e per di più coprenti parte della tastiera e del touchpad - tastiera che richiede lo smontaggio integrale del laptop per esser cambiata - tastiera preesistente da *far a pezzi* per smontarla (rivettata con una montagna di mini rivetti) - tastiera nuova da fissare con una montagna di false vitineSe questa è la qualità Apple (design fatto apposta per far buttar il laptop intero per cavolate) non mi stupirebbe che uscissero ibridi portatili-tablet con le stesse limitazioni dei tablet. Del resto se questo va bene ai loro acquirenti...
    • collione scrive:
      Re: Apple...
      smontare? cambiare? riparare? metterci il naso ( come se volessi imparare come sono fatti )?no ma dico, ma chi sei? lo capisci che Apple e' il Re dell'Universo ( TM ) e tu non hai il diritto di usare i loro prodotti nei modi non previsti dall'Unto della Santa Chiesa di Cupertino?tze, ma guarda un po' questa gente che prendere di imparare e saper fare le cose, ma in che epoca vivi?
      • iRoby scrive:
        Re: Apple...
        Obsolescenza pianificata a iosa.Magari in Francia con la nuova legge li arresterebbero, magariiii!
      • xte scrive:
        Re: Apple...
        Ok, ma ad esempio gli Zenbook ASUS sono egualmente compatti e non incollati a quel modo... IMVHO l'unica reale spiegazione di questo design è la volontà di ostacolare le riparazioni future.Per dire: se al posto di incollare le batterie le tieni con due lamelle di gomma (strategia che già han usato per la ventola, per vari "scontri" col telaio ecc e certo a basso costo) su un telaio d'alluminio, esternamente avvitato non ottieni un'eguale compattezza e sicurezza dell'assemblaggio?Perché fare un SSD miniPCIe più lungo del normale quando nel "prolungamento" non c'è sostanzialmente elettronica e si poteva benissimo fissare una scheda standard?Perché saldare la ram visto che hai l'heat pipe più alta di un'eventuale ram XXXXXXXta e lo spazio c'è?Perché fare una tastiera rivettata che è più costosa e complessa di una chessò clipsata (e giusto per dire non è che le tastiere della mela siano granché sotto le dita)?Non trovo asltre spiegazioni tecniche...
      • panda rossa scrive:
        Re: Apple...
        - Scritto da: xte
        Diciamo che qualche "genius" le ha detto che
        essendo un tasto guasto il laptop era da buttare;
        quando l'ho saputo, per quanto consideri quei
        prodotti una buona implementazione del logo di
        mela morsicata, il mio sistema nervoso ha avuto
        problemi ad accettare una simile affermazione ed
        avendo trovato una tastiera di ricambio su eBay
        non mi son preoccupato
        troppo.Signori, e' arrivato il pezzente!Ma tu che cosa credi, che apple faccia computer dozzinali per morti di fame?Il computer apple e' innanzitutto un oggetto di design, dove viene esaltata la linea stilosa e la scelta dei materiali.E' un oggetto che quando lo acquisti entri con pieno diritto nel club dell'1% della popolazione piu' ricca del mondo.NON E' UN OGGETTO PER PEZZENTI!NON E' CONCEPITO PER ESSERE RIPARATO!Quando si impolvera lo butti e ne acquisti uno nuovo e ringrazi apple per l'opportunita' che ti concede di aver sempre un oggetto all'avanguardia.
    • Sisko212 scrive:
      Re: Apple...

      Se questa è la qualità Apple (design fatto
      apposta per far buttar il laptop intero per
      cavolate)Purtroppo è così, e gli ultim macbook pro, sono pure peggio.E lo dico da utente Apple, ma che si tien stretto come l'oro un vecchio macbook i7 da 17" del 2011....Se mi si rompe sono nel panico... devo prendermi uno di questi obbrobi di modelli nuovi, inespandibili e irreparabili.
      • natilo scrive:
        Re: Apple...
        - Scritto da: Sisko212

        Se questa è la qualità Apple (design fatto

        apposta per far buttar il laptop intero per

        cavolate)

        Purtroppo è così, e gli ultim macbook pro, sono
        pure
        peggio.
        E lo dico da utente Apple, ma che si tien stretto
        come l'oro un vecchio macbook i7 da 17" del
        2011....
        Se mi si rompe sono nel panico... devo prendermi
        uno di questi obbrobi di modelli nuovi,
        inespandibili e
        irreparabili.io mi vergognerei a dire di essere un utente apple
      • mela marcia scrive:
        Re: Apple...
        - Scritto da: Sisko212
        Se mi si rompe sono nel panico... <b
        devo </b
        prendermi
        uno di questi obbrobi di modelli nuovi,
        inespandibili e
        irreparabili.Devi? Te l'ha ordinato il dottore? Non è mai troppo tardi per guarire dalla dipendenza/schiavitù di Apple...
    • Shiba scrive:
      Re: Apple...
      - Scritto da: xte
      ...Ho cambiato tastiera ad un MBP di un'amica
      qualche giorno fa, magari era il modello sfigato
      ma non mi era ancora capitato di trovare su un
      laptop, tanto più di quella fascia di
      prezzo:
      - ram saldata, come la CPU, sulla scheda madre
      - ssd miniPCIe con lunghezza *non* standard
      - batterie incollate tanto bene che non romperle
      è stato mooolto difficile e per di più coprenti
      parte della tastiera e del
      touchpad
      - tastiera che richiede lo smontaggio integrale
      del laptop per esser
      cambiata
      - tastiera preesistente da *far a pezzi* per
      smontarla (rivettata con una montagna di mini
      rivetti)
      - tastiera nuova da fissare con una montagna di
      false
      vitine

      Se questa è la qualità Apple (design fatto
      apposta per far buttar il laptop intero per
      cavolate) non mi stupirebbe che uscissero ibridi
      portatili-tablet con le stesse limitazioni dei
      tablet. Del resto se questo va bene ai loro
      acquirenti...La qualità al giorno d'oggi consiste nel fare portatili usa e getta, tanto ciò che importa è che si riescano a inserire tra le chiappe senza particolare sforzo.L'han deciso i ricchioooooooniiiii... e io devo accettaaaarlo 🎶
    • bradipao scrive:
      Re: Apple...
      - Scritto da: xte
      - ram saldata, come la CPU, sulla scheda madre
      - ssd miniPCIe con lunghezza *non* standard
      - batterie incollate tanto bene che non romperle
      - tastiera che richiede lo smontaggio integrale
      - tastiera preesistente da *far a pezzi* per
      - tastiera nuova da fissare con una montagna diLa cosa ti manda in bestia solo perchè tu avresti obiettivi diversi da quelli del produttore. Il produttore non è interessato a riparabilità, aggiornabilità e manutenzione in genere.Ma la vera genialata degli ultimi MacBook è il disco SSD saldato sulla motherboard, così se ti si rompe qualcosa sulla motherboard perdi anche tutto il contenuto del disco.
      • stanco scrive:
        Re: Apple...
        - Scritto da: bradipao
        Ma la vera genialata degli ultimi MacBook è il
        disco SSD saldato sulla motherboard, così se ti
        si rompe qualcosa sulla motherboard perdi anche
        tutto il contenuto del
        disco.Siamo già passati sull'argomento e il trio macaco che frequenta questa bettola ha detto che l'SSD saldato è precisamente quel che vogliono.Perciò se loro sono contenti non c'è da preoccuparsi.
      • panda rossa scrive:
        Re: Apple...
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: xte

        - ram saldata, come la CPU, sulla scheda madre

        - ssd miniPCIe con lunghezza *non* standard

        - batterie incollate tanto bene che non
        romperle

        - tastiera che richiede lo smontaggio integrale

        - tastiera preesistente da *far a pezzi* per

        - tastiera nuova da fissare con una montagna di

        La cosa ti manda in bestia solo perchè tu avresti
        obiettivi diversi da quelli del produttore. Il
        produttore non è interessato a riparabilità,
        aggiornabilità e manutenzione in
        genere.

        Ma la vera genialata degli ultimi MacBook è il
        disco SSD saldato sulla motherboard, così se ti
        si rompe qualcosa sulla motherboard perdi anche
        tutto il contenuto del
        disco.E i 50 euri al mese per il cloud che cosa li pagheresti a fare scusa?Proprio per sopperire all'impossibilita' di cambiare il disco.Il disco non va usato.C'e' il cloud.Lascia che i tuoi dati vengano gestiti da chi ne sa.
        • Robin scrive:
          Re: Apple...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: bradipao

          - Scritto da: xte


          - ram saldata, come la CPU, sulla
          scheda
          madre


          - ssd miniPCIe con lunghezza *non*
          standard


          - batterie incollate tanto bene che non

          romperle


          - tastiera che richiede lo smontaggio
          integrale


          - tastiera preesistente da *far a
          pezzi*
          per


          - tastiera nuova da fissare con una
          montagna
          di



          La cosa ti manda in bestia solo perchè tu
          avresti

          obiettivi diversi da quelli del produttore.
          Il

          produttore non è interessato a riparabilità,

          aggiornabilità e manutenzione in

          genere.



          Ma la vera genialata degli ultimi MacBook è
          il

          disco SSD saldato sulla motherboard, così se
          ti

          si rompe qualcosa sulla motherboard perdi
          anche

          tutto il contenuto del

          disco.

          E i 50 euri al mese per il cloud che cosa li
          pagheresti a fare
          scusa?
          Proprio per sopperire all'impossibilita' di
          cambiare il
          disco.2 tera a 20 euro/mese
          • panda rossa scrive:
            Re: Apple...
            - Scritto da: Robin
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: bradipao


            - Scritto da: xte



            - ram saldata, come la CPU, sulla

            scheda

            madre



            - ssd miniPCIe con lunghezza *non*

            standard



            - batterie incollate tanto bene
            che
            non


            romperle



            - tastiera che richiede lo
            smontaggio

            integrale



            - tastiera preesistente da *far a

            pezzi*

            per



            - tastiera nuova da fissare con
            una

            montagna

            di





            La cosa ti manda in bestia solo perchè
            tu

            avresti


            obiettivi diversi da quelli del
            produttore.

            Il


            produttore non è interessato a
            riparabilità,


            aggiornabilità e manutenzione in


            genere.





            Ma la vera genialata degli ultimi
            MacBook
            è

            il


            disco SSD saldato sulla motherboard,
            così
            se

            ti


            si rompe qualcosa sulla motherboard
            perdi

            anche


            tutto il contenuto del


            disco.



            E i 50 euri al mese per il cloud che cosa li

            pagheresti a fare

            scusa?

            Proprio per sopperire all'impossibilita' di

            cambiare il

            disco.

            2 tera a 20 euro/meseIo per due tera ho speso una settantina di euro una tantum, e i dati sono tutti miei!
          • Shiba scrive:
            Re: Apple...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Robin

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: bradipao



            - Scritto da: xte




            - ram saldata, come la CPU,
            sulla


            scheda


            madre




            - ssd miniPCIe con lunghezza
            *non*


            standard




            - batterie incollate tanto
            bene

            che

            non



            romperle




            - tastiera che richiede lo

            smontaggio


            integrale




            - tastiera preesistente da
            *far
            a


            pezzi*


            per




            - tastiera nuova da fissare
            con

            una


            montagna


            di







            La cosa ti manda in bestia solo
            perchè

            tu


            avresti



            obiettivi diversi da quelli del

            produttore.


            Il



            produttore non è interessato a

            riparabilità,



            aggiornabilità e manutenzione in



            genere.







            Ma la vera genialata degli ultimi

            MacBook

            è


            il



            disco SSD saldato sulla
            motherboard,

            così

            se


            ti



            si rompe qualcosa sulla motherboard

            perdi


            anche



            tutto il contenuto del



            disco.





            E i 50 euri al mese per il cloud che
            cosa
            li


            pagheresti a fare


            scusa?


            Proprio per sopperire
            all'impossibilita'
            di


            cambiare il


            disco.



            2 tera a 20 euro/mese

            Io per due tera ho speso una settantina di euro
            una tantum, e i dati sono tutti miei!2x4TB (RAID 1) a 320 (160 l'uno), 4+ anni fa. Nello stesso lasso di tempo quindi l'utente Apple spende più di 3 volte tanto per la metà dello spazio e non è nemmeno proprietario dei suoi dati? Astuti come cervi (cit.)
    • mela marcia scrive:
      Re: Apple...
      L'errore è della tua amica: i prodotti Apple non sono fatti per essere usati (se li usi si rompono), ma solo esposti in bella mostra.
  • Galimba scrive:
    oltre ogni limite
    Questo articolo mi ha fatto arrossire :$.
Chiudi i commenti