Italia.it, il Governo risponde

Con una nota, il ministero per la Funzione Pubblica prende atto delle critiche che si sono alzate attorno al portale, e conferma il budget di spesa. Confermata anche la commissione d'inchiesta

Roma – Lo si attendeva da un certo tempo e alcune voci vicino al Governo, e impegnate nel progetto, già si erano fatte sentire ma ieri per la prima volta l’Esecutivo ha voluto ufficialmente prendere atto che il progetto Italia.it ha suscitato vive perplessità nell’opinione pubblica e, più specificamente, negli operatori Internet e persino tra le aziende del turismo che più di tutti dovrebbero beneficiare dal portale di settore.

Ecco di seguito la nota, in cui il ministero della Funzione pubblica racconta la genesi del portale e spiega come verrà impiegato il budget previsto per la realizzazione e il mantenimento del portale:

“L’iniziativa del portale turistico Italia.it è stata accompagnata nelle ultime settimane da prese di posizione e polemiche che meritano alcuni doverosi chiarimenti.

Il progetto originale di Italia.it risale, come noto, al precedente Governo che aveva impegnato risorse e preparato progetti mai realizzati. Per non disperdere il lavoro comunque portato avanti e dare una corretta finalizzazione ai fondi già stanziati e considerata anche l’importanza che il Governo Prodi ha ritenuto di attribuire al Turismo, il Ministro Nicolais e il Vice Presidente Rutelli hanno deciso di procedere nel progetto, incentrato su una reale collaborazione con le Regioni e su un’ attività di promozione del sistema turistico italiano, che vedrà successivamente ampliate le aree dell’incoming e dell’informazione diretta.

Per quanto riguarda l’impegno finanziario per il progetto, bisogna sottolineare che per la realizzazione del portale sono stati stanziati 9,5 milioni euro, così come previsto dalla gara europea aggiudicata nel luglio 2005, ridotti a 7,8 milioni di euro a seguito dei ribassi praticati in fase di gara. Tali fondi verranno erogati, dedotte le penali nel frattempo applicate, a stati di avanzamento.

Le cifre di cui si è parlato in questi giorni (45 milioni di euro) non sono, dunque, destinate esclusivamente alla realizzazione della piattaforma di Italia.it, ma saranno utilizzate per l’attuazione di un più ampio e strutturato programma di rilancio del settore turistico italiano attraverso l’uso delle nuove tecnologie e vanno, quindi, inquadrate nell’ottica di un impegno pluriennale, in buona parte ereditato, che esplicherà i suoi vantaggi nei prossimi anni. In particolare, 21 milioni di euro saranno destinati alle Regioni per la produzione e l’aggiornamento dei contenuti e per l’attivazione dei collegamenti con i portali regionali, mentre la parte rimanente sarà destinata al miglioramento continuo della piattaforma tecnologica e delle relative funzionalità, nonché alla sua promozione in Italia e all’estero.

Il Ministro Nicolais, in quanto titolare delle relative competenze, ha comunque istituito una commissione di indagine che dovrà, in tempi brevi, fare luce sulle criticità e sulle possibili omissioni che hanno accompagnato sinora lo sviluppo del programma”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zalmoxes scrive:
    magari se la prendesse l'america !!
    Abito in un centro dell'Alto Lazio. La dorsale della banda larga passa a 400 m da casa mia. Cosiccome la A1 e la Firenze-Roma. Telecom non vuole attivare l'adsl perchè dovrebbe cambiare la vecchia cabina telefonica che serve il mio comune. è "antieconomico", dicono... eppure siamo ALMENO un centinaio di utenze interessate a mettere l'adsl 24/24 su un migliaio di numeri... vale a dire diverse migliaia di euro l'anno... ma Telecom non vuole investire sui cittadini italiani, non vuole investire sulla crescita del paese e di se stessa, segue criteri diversi da quelli che dovrebbero contraddistinguere una rete telefonica NAZIONALE. Da qui posso dire con certezza che TELECOM non appartiene da molto tempo agli italiani........... CHE VADA AGLI AMERICANI, AI MESSICANI, AI CINGALESI, A CHI VI PARE... !!!!!!!!!!!
  • carobeppe scrive:
    Sentite la mia allora...
    Io sono in una situazione più buffa. Linea ISDN, comune non coperto. Internet va. Il telefono va. Se però chiamo qualsiasi numero con prefisso 050 (Pisa, che non è la provincia dove riesiedo), segnale PERENNEMENTE occupato. Ora, è possibile una roba del genere, che se devo chiamare qualcuno a Pisa devo usare il cellulare? Chiamo il 187, mi prendono quasi per scemo, dicono di premere 5... quando gli faccio capire che gli scemi sono loro dicono di riattaccare che faranno dei test sulla mia linea (idiota, ti sto chiamando dalla mia linea, il 187 mica inizia con 050!)... mah... notare che lo fa sia utilizzando Wind come operatore che Telecom...
  • Anonimo scrive:
    A me è capitata questa...
    Putroppo è venuta a mancare mia nonna, per cui mi sono occupato io delle pratiche di chiusura della linea telecom che aveva in casa.Certo che questi sono proprio forti! Mi hanno detto che dovevo mandare una raccomandata AR con la firma dell'attuale intestatario della linea. Ovviamente gli avevo già detto che l'attuale intestatario putroppo era deceduto, gentilimente l'ho ripetuto alla signorina del 187 che gentilmente mi ha ripetuto che ci vuole la firma dell'intestatario.Ho lasciato perdere, ho preparato la raccomandata, falsificato la firma e spedito il tutto. Speriamo non mi arrestino per falsificazione di firma....
    • Anonimo scrive:
      Re: A me è capitata questa...
      questa testimonianza fortifica la mia convinzione per cui qui da noi, il concetto "boleano" di and or ecc... non esiste!! la linea era di tua nonna? e allora venisse giù il mondo loro vogliono il permesso della scomparsa parente..fanno schifo, questa nazione ha delle serie tare genetiche...
  • Anonimo scrive:
    Avevo questo problema....ho risolto così
    Stessa situazione, per 2(due) anni mi hanno tenuto con questa linea disturbatissima, per loro comunque il servizio c'era, ovvero potevo telefonare, quindi amen. Allora ho deciso di portare la linea in Fastweb, immaginando, come infatti si è verificato, che lo stesso problema avrebbe causato il disallineamento dell'HAG. A questo punto, il servizio telefonico non poteva essere erogato regolarmente, quindi Sua Grazia Telecom è stata costretta ad intervenire sostituendomi sia la coppia primaria che la secondaria. Problema risolto...
  • Anonimo scrive:
    Se la prendessero gli inglesi, piuttosto
    BT ha già da anni tecnologie per fornire ADSL anche a utenze poste a grande distanza dalle centraline (Long Reach ADSL). Certo, sulle distanze più lunghe arriva a 512kb/s, ma sempre molto meglio della linea analogica.
  • MeX scrive:
    ...e come per i treni e le autostrade...
    Il tutto premetto IMHO!Le ferrovie, la rete stradale e di comunicazione è e deve restare un bene del PAESE e dei CITTADINI che lo abitano, nessuno può avere le FERROVIE o le STRADE perche sono di TUTTI.Ora... queste infrastrutture senza servizi (treni, caselli, providers...) sono del tutto inutili... quindi... si privatizzino I SERVIZI ma "le reti" restino di proprieta DEMANIALEEsempio.Io stato mantengo le linee ferroviarie, tu privato ti compri i treni, organizzi le tue tratte e mi paghi l'affito dei binari, e qualunque imprenditore potrebbe comprare i suoi treni e mettere su un servizio... ci sarà quello che punta sul lusso, quello sull'alta frequenza per i pendolari... e ci sarebbe concorrenza... idem per strade e retiSecondo voi regge l'idea?
    • Gatto Selvaggio scrive:
      Re: ...e come per i treni e le autostrad
      MeX, finalmente ti vedo scrivere qualcosa di sensato!
      • Anonimo scrive:
        Re: ...e come per i treni e le autostrad
        - Scritto da: Gatto Selvaggio
        MeX, finalmente ti vedo scrivere qualcosa di
        sensato!Ma LOL cominci bene gatto,oggi.MeX ti attendeva a braccia aperte,vero MeX? :D
  • Anonimo scrive:
    Magari arrivasse AT&T
    Eh magari la Telecom passasse al gruppo AT&T che e' un colosso anche nella ricerca ed innovazione!Non mi dispiacerebbe affatto e penso che la pensino cosi' moltissimi italiani :-)Invece stanno mettendo su una improbabile armata brancaeone per una ridicola cordata, lo Stato tira fuori le sue molteplici teste ed artigli... prolunghera' solo l'agonia della telecom.... come ha prolungato quella di Alitalia... a spese nostre come sempre si intende!Chi vivra' vedra'...
    • Anonimo scrive:
      Re: Magari arrivasse AT&T
      Questo governo, a proposito, e' esperto nelle armate brancaleone che non vanno da nessuna parte ma si spartiscono il contenuto del forziere... :-POrmai questo lo hanno visto anche i sassi...
    • ilgorgo scrive:
      Re: Magari arrivasse AT&T
      - Scritto da:
      Eh magari la Telecom passasse al gruppo AT&T che
      e' un colosso anche nella ricerca ed
      innovazione!
      Non mi dispiacerebbe affatto e penso che la
      pensino cosi' moltissimi italiani
      :-)
      Non sarei così ottimista. Perchè un qualsiasi proprietario di Telecom deve sbattersi per migliorare le cose quando ha, di fatto, il monopolio delle linee ed un introito fisso dato dal canone?Saluti
      • webwizard scrive:
        Re: Magari arrivasse AT&T
        - Scritto da: ilgorgo

        Non sarei così ottimista. Perchè un qualsiasi
        proprietario di Telecom deve sbattersi per
        migliorare le cose quando ha, di fatto, il
        monopolio delle linee ed un introito fisso Già, questo è l'errore di fondo: in base a quale principio gli americani dovrebbero investire senza un ritorno economico ? L'unica soluzione sarebbe rinazionalizzare la rete. Qualsiasi azienda privata opererà solo per il profitto. Dove non c'è business, niente ADSL. Americani, messicani o italiani che siano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Magari arrivasse AT&T
          - Scritto da: webwizard

          - Scritto da: ilgorgo



          Non sarei così ottimista. Perchè un qualsiasi

          proprietario di Telecom deve sbattersi per

          migliorare le cose quando ha, di fatto, il

          monopolio delle linee ed un introito fisso

          Già, questo è l'errore di fondo: in base a quale
          principio gli americani dovrebbero investire
          senza un ritorno economico ? L'unica soluzione
          sarebbe rinazionalizzare la rete. Qualsiasi
          azienda privata opererà solo per il profitto.
          Dove non c'è business, niente ADSL. Americani,
          messicani o italiani che
          siano.E tu pensi che un'azienda pubblica che non dà profitti ma solo perdite (che poi debbono essere ripianate con i soldi dei contribuenti) sia meglio ? Beh e' proprio una strana visione dell'econima la tua !
      • Anonimo scrive:
        Re: Magari arrivasse AT&T
        - Scritto da: ilgorgo

        - Scritto da:

        Eh magari la Telecom passasse al gruppo AT&T che

        e' un colosso anche nella ricerca ed

        innovazione!

        Non mi dispiacerebbe affatto e penso che la

        pensino cosi' moltissimi italiani

        :-)


        Non sarei così ottimista. Perchè un qualsiasi
        proprietario di Telecom deve sbattersi per
        migliorare le cose quando ha, di fatto, il
        monopolio delle linee ed un introito fisso dato
        dal
        canone?

        SalutiPerchè se la linea non funziona gli italiani se la tolgono, tanto adesso si puo' telefonare anche con il cellulare (e senza pagare canone).Se poi non funziona neanche l'ADSL gli italiani se la tolgono anch'essa (ma questo non mi risulta, anzi l'80% delle linee ADSL e' Alice, chissà perchè ?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Magari arrivasse AT&T
      Speriamo solo che il loro unico interesse si riferisca al mercato sudamericano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Magari arrivasse AT&T
        - Scritto da:
        Speriamo solo che il loro unico interesse si
        riferisca al mercato
        sudamericano. ooopss intendevo "non si riferisca"
    • Anonimo scrive:
      Re: Magari arrivasse AT&T
      Potresti risparmiare anche con le tariffe magari per una chiamata in regione farti transitare da Chicago a ritroso semmai,forse andava meglio quando andava peggio e la privatizzazione era ancora embrionale,con 1 chiamata su 1000 non andata a buon fine,un alto grado qualitativo del servizio e non un'accozzaglia di improvvisati corridori appaltati come oggi.Fidati quanto sopra descritto e'stato vissuto non saranno certo i nostri governanti ma tantomeno gli americani a risolvere il nocciolo della questione ,prova un po'a pensare alla Tavaroli Band ed immagina un domani il trattamento chiamate e dati in mani americane quali scenari potrebbe aprire.Buona serata
  • Anonimo scrive:
    Telecom e Stato
    Di fatto tu non sei un loro cliente e come tale non vieni trattato, purtroppo è una mentalità che è penetrata nella testa di chi ci lavora dentro. Il tutto si risolverebbe privatizzando completamente queste aziende, toglierli i monopoli che lo stato li ha concesso e farle entrare in regime di concorrenza. Nel giro di poco tempo il tutto si risolverebbe e noi clienti verremo trattati come tali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecom e Stato
      Ma tu che parli di privatizzare queste aziende ex monopoliste non ti sembra che le cose andassero meglio in un passato recente,quando eri considerato un utente e non un cliente e bastava una telefonata al 182 per risolvere il problema nel minor tempo possibile?Al peggio non c'e' mai fine e se vuoi toccare con mano prova con altri gestori concorrenti privatizzati e dal call-center appaltato,sei un cliente, ma devi essere molto paziente in caso di anomalia,forse riesci ad interloquire in giornata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Telecom e Stato
        - Scritto da:
        Ma tu che parli di privatizzare queste aziende ex
        monopoliste non ti sembra che le cose andassero
        meglio in un passato recente,quando eri
        considerato un utente e non un cliente e bastava
        una telefonata al 182 per risolvere il problema
        nel minor tempo
        possibile?
        Al peggio non c'e' mai fine e se vuoi toccare con
        mano prova con altri gestori concorrenti
        privatizzati e dal call-center appaltato,sei un
        cliente, ma devi essere molto paziente in caso di
        anomalia,forse riesci ad interloquire in
        giornata.bastava una telefonata al 182 per risovere il problema ? beh veramente non mi risulta !
        • Anonimo scrive:
          Re: Telecom e Stato
          Visto che non ti risulta,ritengo tu faccia parte di quei clienti (ex utenti) sfortunati che non vedevano l'ora arrivassero gli altri fenomeni della telefonia fissa filantropi e venditori di certezze,economici ed un post vendita di primordine,a me'risulta il contrario tante' che in fatto di bugie commerciali si sono sprecati mandando persino in altre citta' dei fanciulli con il treno pagato a raccontare favole tipo:Fastweb sta facendo una fusione con Telecom,Wind sta acquisendo Telecom ecc.ecc.Quindi anche se tutte le ciambelle non riescono col buco credimi Telecom costa un po'di piu' ma senzaltro e' un pizzico piu'onesta.Buona giornata
  • Anonimo scrive:
    2 leggende metropolitane?
    2 domande:1-e vera la storia che se non sono cperto dall adsl, devo fare l 'isdn e poi in seguito richiedere l upgrade all 'adsl? mi pre strano....come funziona?2-su altroconsumo ho letto la storia che ora i "dialer" possono truffare anche gli abbonati adsl (che prima erano al riparo) basando la fatturazione maggiorata non + su numero telefonico ma in base all 'ip al quale si dirige...boh,,e possibile?
    • shevathas scrive:
      Re: 2 leggende metropolitane?

      2-su altroconsumo ho letto la storia che ora i
      "dialer" possono truffare anche gli abbonati adsl
      (che prima erano al riparo) basando la
      fatturazione maggiorata non + su numero
      telefonico ma in base all 'ip al quale si
      dirige...
      boh,,e possibile?sento puzza di bufala da un chilometro.A meno che non esista qualche provider che fa pagare di più per la navigazione fuori dalla propria rete, ma bisognerebbe essere dei pazzi per sottoscrivere contratti di quel tipo.addendum: ho letto la dichiarazione di altroconsumo, in realtà i dialer non attaccano l'ADSL, semplicemente se il computer era collegato sia al router adsl che alla linea telefonica normale, per essere usato come fax ad esempio, il dialer forzava il sistema a connettersi con il modem e non con la ADSL.Quindi se il modem non è collegato al telefono e si naviga via ADSL i dialer non possono funzionare, possono però riprendere a funzionare se si collega il modem ad una qualche linea telefonica.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 aprile 2007 10.40-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 leggende metropolitane?
        Ehm... non fate i saputelli se non avete letto le notizie e non sapete di cosa si parla, è vero che i dialer non funzionano su ADSL, ma su quella notizia non si parlava di dialer, bensì di servizi aggiuntivi che si potranno offrire su internet, e che saranno calcolati in bolletta insieme all'adsl, in pratica un inculatura doppia, se percaso hai preso un virus e questo virus automaticamente ti sottoscrive uno di questi servizi che tu nemmeno sai che esiste, ti ritroverai l'addebito in bolletta, a questo punto nulla di fatto e punto a capo alla guerra contro i dialer, e tutto questo viene/sarà permesso dai nostri politicanti!!!!!! e la spacceranno anche per INNOVAZIONE TECNOLOGICA!!!!SONO BEN ALTRE LE INNOVAZIONI CHE DOVREBBERO APPORTARE A QUESTO PAESE!!!!!!!!sALUTI
        • shevathas scrive:
          Re: 2 leggende metropolitane?
          - Scritto da:
          Ehm... non fate i saputelli se non avete letto le
          notizie e non sapete di cosa si parla, è vero che
          i dialer non funzionano su ADSL, ma su quella
          notizia non si parlava di dialer, bensì di
          servizi aggiuntivi che si potranno offrire su
          internet, e che saranno calcolati in bolletta
          insieme all'adsl, c'è da vedere come sarà possibile sottoscrivere simili accordi, e come verificare se c'è stato il consenso dell'utente ad accedere.A meno che non si tratti di offerte integrate nell'offerta ADSL da parte del rivenditore ma in tal caso darei anche del perla a chi non si legge bene il contratto che va a stipulare.
          in pratica un inculatura
          doppia, se percaso hai preso un virus e questo
          virus automaticamente ti sottoscrive uno di
          questi servizi che tu nemmeno sai che esiste, ti
          ritroverai l'addebito in bolletta, a questo punto
          nulla di fatto e punto a capo alla guerra contro
          i dialer, e tutto questo viene/sarà permesso dai
          nostri politicanti!!!!!!
          sarebbe interessante leggere l'articolo, sapere come verranno fatturati i servizi a valore aggiunto e come si potranno stipulare i contratti.puoi postare il link, sul sito di altroconsumo non ho trovato nulla riguardo a questi contratti per contenuti da pagare in bolletta.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 leggende metropolitane?
            - Scritto da: shevathas

            - Scritto da:

            Ehm... non fate i saputelli se non avete letto
            le

            notizie e non sapete di cosa si parla, è vero
            che

            i dialer non funzionano su ADSL, ma su quella

            notizia non si parlava di dialer, bensì di

            servizi aggiuntivi che si potranno offrire su

            internet, e che saranno calcolati in bolletta

            insieme all'adsl,

            c'è da vedere come sarà possibile sottoscrivere
            simili accordi, e come verificare se c'è stato il
            consenso dell'utente ad
            accedere.
            A meno che non si tratti di offerte integrate
            nell'offerta ADSL da parte del rivenditore ma in
            tal caso darei anche del perla a chi non si legge
            bene il contratto che va a
            stipulare.


            in pratica un inculatura

            doppia, se percaso hai preso un virus e questo

            virus automaticamente ti sottoscrive uno di

            questi servizi che tu nemmeno sai che esiste, ti

            ritroverai l'addebito in bolletta, a questo
            punto

            nulla di fatto e punto a capo alla guerra contro

            i dialer, e tutto questo viene/sarà permesso dai

            nostri politicanti!!!!!!


            sarebbe interessante leggere l'articolo, sapere
            come verranno fatturati i servizi a valore
            aggiunto e come si potranno stipulare i
            contratti.
            puoi postare il link, sul sito di altroconsumo
            non ho trovato nulla riguardo a questi contratti
            per contenuti da pagare in
            bolletta.in effetti questo pericolo esiste, se ne è parlato anche qui su PI recentemente.Si chiama VAS ADSL (ADSL con Servizio a Valore Aggiunto).Cioè si potranno visitare siti web a pagamento pagando poi in bolletta. Pero' a mio avviso il controllo di questi servizi sarà molto piu' severo in quanto il meccanismo di riconoscimentoe e pagamento dovra' necessariamente passare dalla società che fornisce l'ADSL. Quindi penso che tale servizio sarà fornito correttamente e senza equivoci dai grandi fornitori di ADSL, qualche dubbio mi rimane per i piccoli fornitori che potrebbero fornirti una linea ADSL magari gratis per poi fare accordi con operatori VAS poco corretti.
          • H5N1 scrive:
            Re: 2 leggende metropolitane?
            Fortunatamente ci vengono incontro un paio di leggi.Sottoscrivendo qualsiasi contratto diamo adesione al trattamento dei dati personali da parte dell'azienda che eroga il servizio.E' nostro diritto (Ex art 7 l.196/2003) richiedere, in qualunque momento di prendere visione della documentazione attraverso la quale abbiamo aderito. Tale documentazione deve essere fornita entro e non oltre 15 gg. dall'azienda fornitrice.In casi come questo mi sembra molto difficile che l'azienda riesca a fornire tale documentazione.In più in Italia il contratto prevede il consenso esplicito e una data certa: anche queste informazioni difficili da recuperare in questi casi.Sulla carta, dunque, lutente avrà sempre ragione....sulla carta.
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 leggende metropolitane?
      Di solito altroconsumo non dice cagate.Che io sappia potrebbe succedere a causa del decreto Landolfi, che prevede la possibilità di offrire servizi a valore aggiunto (VAS) anche su linee ADSL.Comunque se hai una FLAT non ci sono problemi (almeno a sentire ciò che dicono i provider).Prova a leggere qua: http://nuxil.blogspot.com/2007/03/dialer-su-adsl.html
  • Anonimo scrive:
    da un ex tecnico Telecom
    Ciao, io sono stato tecnico telecom per un periodo, e confermo che la linea di azione è sempre quella: finchè non ci sono un tot di persone della stessa zona che li lamentano e fanno proteste congiunte (possibilmente tramite giornali anche locali) non si riparano mai lunghe tratte. Per legge telecom è tenuta a far si che la fonia funzioni, per intenderci se il tecnico viene e sente il "tu tu" è già a posto... internet invece è un servizio aggiuntivo e non dovuto per legge. Quindi telecom continuerà a mandare tecnici se tu continui a far segnalazioni ma ti assicuro che non riparerà mai definitivamente la linea, a meno che non succeda qualcosa di grave come ad esempio un trattore prende nel filo del telefono e lo trancia... in quel caso si che cambierebbero tutto il filo...in bocca al lupo ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: da un ex tecnico Telecom
      a me un trattore....PRESTO!
    • Anonimo scrive:
      Re: da un ex tecnico Telecom
      Morale della favola?Torva da dove arriva il tuo filo e trancialo di netto :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: da un ex tecnico Telecom
        - Scritto da:
        Morale della favola?
        Torva da dove arriva il tuo filo e trancialo di
        netto
        :-)torverò grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: da un ex tecnico Telecom
        centralona.resti senza telefono per un mese, ma poi per lo meno ha la linea (tu ed i tuoi vicini) nuova fiammante, aggiornata alle ultime tecnologie telecom disponibili (ovvero del 1989)!...oppure aspetti gli ammericanji (che non arriveranno mai, i nostri baluba di politici stan facendo di tutto perchè non accada - come fanno poi a rubarci sopra loro se le ditta è americana?) che ti portino linee più decenti...ciao (eddai! non me la marcate in rosso redazione! :'( )
        • Anonimo scrive:
          Re: da un ex tecnico Telecom

          resti senza telefono per un mese, ma poi per lo
          meno ha la linea (tu ed i tuoi vicini) nuova
          fiammante, aggiornata alle ultime tecnologie
          telecom disponibili (ovvero del
          1989)!Telecom: Technologic... Supersonic ! Bikkier al mur: Telefonic !
    • Dirk Pitt scrive:
      Re: da un ex tecnico Telecom
      - Scritto da: [cut]
      ... a meno che non succeda
      qualcosa di grave come ad esempio un trattore
      prende nel filo del telefono e lo trancia... in
      quel caso si che cambierebbero tutto il
      filo...Quando nessuno ti vede, quindi meglio al buio, tagli uno spezzone di cavo della linea di almeno 4/5 metri e lo butti nel primo bidone della spazzatura che trovi.Lasci passare almeno una settimana e poi segnali il guasto. A quel punto cambiano il filo.E se per caso dovessero solo rattopparlo, riparti nella tua avventura e ritagli il filo, questa volta in più spezzoni sparsi su tutta la linea.Se poi ancora non basta, segui il consiglio qui sopra delle bombe al napalm ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: da un ex tecnico Telecom
        - Scritto da: Dirk Pitt

        - Scritto da:
        [cut]

        ... a meno che non succeda

        qualcosa di grave come ad esempio un trattore

        prende nel filo del telefono e lo trancia... in

        quel caso si che cambierebbero tutto il

        filo...

        Quando nessuno ti vede, quindi meglio al buio,
        tagli uno spezzone di cavo della linea di almeno
        4/5 metri e lo butti nel primo bidone della
        spazzatura che
        trovi.
        Lasci passare almeno una settimana e poi segnali
        il guasto. A quel punto cambiano il
        filo.

        E se per caso dovessero solo rattopparlo, riparti
        nella tua avventura e ritagli il filo, questa
        volta in più spezzoni sparsi su tutta la
        linea.

        Se poi ancora non basta, segui il consiglio qui
        sopra delle bombe al napalm
        ;)Eh come un mio amico disturbato dal lampione di fronte e molto vicino la finestra della camera da letto.Si procura una fionda e lo fa' fuori la prima volta.Dopo dieci giorni i tecnici del comune passano a ripararlo.Lui attende 5 gg e ripete l'operazione.Ma questa volta e' la definitiva perche' in seguito non passa piu' nessuno.....
        • Anonimo scrive:
          Re: da un ex tecnico Telecom


          Se poi ancora non basta, segui il consiglio qui

          sopra delle bombe al napalm

          ;)

          Eh come un mio amico disturbato dal lampione di
          fronte e molto vicino la finestra della camera da
          letto.Si procura una fionda e lo fa' fuori la
          prima volta.Dopo dieci giorni i tecnici del
          comune passano a ripararlo.Lui attende 5 gg e
          ripete l'operazione.Ma questa volta e' la
          definitiva perche' in seguito non passa piu'
          nessuno.....ma come :o non l'hai fatto esplodere?io ho risolto così... 8) (avviso per la magistratura in ascolto:uhè! stiamo skerzando eh!)
    • Anonimo scrive:
      Re: da un ex tecnico Telecom
      Proprio pochi minuti fà i tecnici hanno risolto un problema con l'ADSL del nostro ufficio che da qualche giorno non funzionava a causa della portante assente.Ci hanno messo un pò di tempo per capire dove stava il guasto perchè in studio non c'erano problemi ed apparentemente nemmeno in centrale. Quindi hanno analizzato tutta la tratta fino all'"armadio" in strada e alla fine hanno scoperto che la porta a cui eravamo collegati in centrale era difettosa.Il tecnico che ci ha assistito oggi è stato veramente serio, competente e disponibile, purtroppo però i colleghi che l'hanno preceduto non avevano gli strumenti giusti. Ad esempio l'analizzatore di linea se lo sono dovuti contendere perchè non ne avevano uno a testa...Comunque mi ha detto che qualora avessero scoperto una tratta difettosa in strada l'avrebbero sostituita senza problemi.C'è da dire però che trovandoci in città la tratta non è molto lunga e la sostituzione non comporta particolari problemi. Purtroppo però so, anche per esperienza diretta, che un guasto sulla linea in un piccolo centro può lasciarti senza telefono per un pezzo...In bocca al lupo!
    • Anonimo scrive:
      Re: da un ex tecnico Telecom
      - Scritto da:
      Ciao, io sono stato tecnico telecom per un
      periodo, e confermo che la linea di azione è
      sempre quella: finchè non ci sono un tot di
      persone della stessa zona che li lamentano e
      fanno proteste congiunte (possibilmente tramite
      giornali anche locali) non si riparano mai lunghe
      tratte. Per legge telecom è tenuta a far si che
      la fonia funzioni, per intenderci se il tecnico
      viene e sente il "tu tu" è già a posto...
      internet invece è un servizio aggiuntivo e non
      dovuto per legge. Quindi telecom continuerà a
      mandare tecnici se tu continui a far segnalazioni
      ma ti assicuro che non riparerà mai
      definitivamente la linea, a meno che non succeda
      qualcosa di grave come ad esempio un trattore
      prende nel filo del telefono e lo trancia... in
      quel caso si che cambierebbero tutto il
      filo...

      in bocca al lupo ciaoe invece ti sbagli, nel servizio universale la banda minima di navigazione è obbligatoria per il gestore, ho avuto lo stesso problema mesi fà, per un giunto difettoso sulla linea.
    • H5N1 scrive:
      Re: da un ex tecnico Telecom
      Via con l'escavatrice, allora!...o dovremmo usare le trivelle per posizionare bombe nel sottosuolo?!? :|
  • Anonimo scrive:
    Idem :)
    Ho un problema simile: in casa ho due linee, una "per la famiglia" e una "lavorativa". L'ADSL è sulla linea "lavorativa" e funziona perfettamente, mentre sull'altra c'è sempre un fruscio che rende problematico anche parlare.Sono già venuti innumerevoli tecnici Telecom, e la conversazione è sempre simile:T: Salve, sono qui per il guasto alla lineaIO: salve, il problema è che questa linea è disturbata; altri suoi colleghi hanno già verificato ma il problema non è qui in casa ma fuori, probabilmente il cavo che dalla centrale locale in fondo alla via arriva in casa è rovinato.T: se, se.... mi fa vedere dove arriva la linea?IO: certo (ma porc....)Sposta il tappeto, sposta il divano, apri il cassetto, collegati direttamente ai filiT: la linea arriva già disturbataIO: ma va?T: è un problema fuoriIO: davvero? Non l'avrei mai immaginato!T: Vado a vedere nella centralina qui fuoriIO: ottimo... il tecnico esce, va in fondo alla via, verifica qualcosa nella centrale locale, generalmente cambia una placca (non chiedetemi cosa sia, non lo so, ma so che l'hanno già cambiata in molti), tornaT: Probabilmente il problema è nel cavo che dalla centralina arriva sino a casa suaIO: Oibò, questa è proprio una novità!T: Purtroppo non posso fare niente, perchè dal punto di vista di Telecom, la linea funzionaIO: si, ma io, soprattutto di sera, la linea non riesco neppure ad usarla, perchè i disturbi diventano più forti e non si riesce a capire cosa dice l'interlocutoreT: Mi spiace, l'unica cosa che posso fare è inoltrare una segnalazione per la manutenzione al cavo, ma generalmente non serve a moltoIO: grazie, arrivederciIo, quel maledetto cavo, lo vedo.... penzola lì fuori... posso vederlo che parte dalla mia casetta, penzola per qualche metro, si attacca alla casa vicina e, dopo 30 metri, arriva alla centralina.Ho deciso che l'unica soluzione è tagliarlo nottetempo... a quel punto non potranno più dirmi che, per loro, la linea funziona!
    • Anonimo scrive:
      Re: Idem :)
      - Scritto da:
      Ho un problema simile: in casa ho due linee, una
      "per la famiglia" e una "lavorativa". L'ADSL è
      sulla linea "lavorativa" e funziona
      perfettamente, mentre sull'altra c'è sempre un
      fruscio che rende problematico anche
      parlare.

      Sono già venuti innumerevoli tecnici Telecom, e
      la conversazione è sempre
      simile:

      T: Salve, sono qui per il guasto alla linea
      IO: salve, il problema è che questa linea è
      disturbata; altri suoi colleghi hanno già
      verificato ma il problema non è qui in casa ma
      fuori, probabilmente il cavo che dalla centrale
      locale in fondo alla via arriva in casa è
      rovinato.

      T: se, se.... mi fa vedere dove arriva la linea?
      IO: certo (ma porc....)

      Sposta il tappeto, sposta il divano, apri il
      cassetto, collegati direttamente ai
      fili

      T: la linea arriva già disturbata
      IO: ma va?

      T: è un problema fuori
      IO: davvero? Non l'avrei mai immaginato!

      T: Vado a vedere nella centralina qui fuori
      IO: ottimo

      ... il tecnico esce, va in fondo alla via,
      verifica qualcosa nella centrale locale,
      generalmente cambia una placca (non chiedetemi
      cosa sia, non lo so, ma so che l'hanno già
      cambiata in molti),
      torna

      T: Probabilmente il problema è nel cavo che dalla
      centralina arriva sino a casa
      sua
      IO: Oibò, questa è proprio una novità!

      T: Purtroppo non posso fare niente, perchè dal
      punto di vista di Telecom, la linea
      funziona
      IO: si, ma io, soprattutto di sera, la linea non
      riesco neppure ad usarla, perchè i disturbi
      diventano più forti e non si riesce a capire cosa
      dice
      l'interlocutore

      T: Mi spiace, l'unica cosa che posso fare è
      inoltrare una segnalazione per la manutenzione al
      cavo, ma generalmente non serve a
      molto
      IO: grazie, arrivederci


      Io, quel maledetto cavo, lo vedo.... penzola lì
      fuori... posso vederlo che parte dalla mia
      casetta, penzola per qualche metro, si attacca
      alla casa vicina e, dopo 30 metri, arriva alla
      centralina.
      Ho deciso che l'unica soluzione è tagliarlo
      nottetempo... a quel punto non potranno più dirmi
      che, per loro, la linea
      funziona!approfitta dell'offerta attuale (non si paga il costo d'istallazione). Fatti mettere una nuova linea e cessa quella non funzionante.
      • Anonimo scrive:
        Re: Idem :)


        nottetempo... a quel punto non potranno più
        dirmi

        che, per loro, la linea

        funziona!


        approfitta dell'offerta attuale (non si paga il
        costo d'istallazione). Fatti mettere una nuova
        linea e cessa quella non
        funzionante.
        quoto solo la parola in grassetto
  • Anonimo scrive:
    LIMITE SULL'ARNO??
    penso che il lettore sia di qua......:)
  • Anonimo scrive:
    TELECOM ALLA FRUTTA
    Figurati... io è da due anni che tra denuncie all'autorithy, a tutti gli enti preposti cerco di farmi mettere la linea telefonica! DUE ANNI per un mio diritto...se vi par poco???
    • Anonimo scrive:
      Re: TELECOM ALLA FRUTTA
      - Scritto da:
      Figurati... io è da due anni che tra denuncie
      all'autorithy, a tutti gli enti preposti cerco di
      farmi mettere la linea telefonica! DUE ANNI per
      un mio diritto...se vi par
      poco???com'è che qui la mettono in 4 giorni ? boh !
      • Anonimo scrive:
        Re: TELECOM ALLA FRUTTA
        BuonaseraNon voglio insegnarti nulla pero' se tu riesci a dimostrare che il tuo lavoro necessita di reperibilita' 24 su 24 forse si danno una mossa.
  • Anonimo scrive:
    Se vuoi facciamo cambio
    Io ho l'ADSL ma navigo a 43 kbps dalla mattina alla sera (hem....sarebbe una 1280/512)Di notte invece tutto bene.Questo presumo grazie alle linee di Alice che sono state raddoppiate gratuitamente di banda a fine dicembre per consentire a Telecom di fare la TV su Internet.Ho sentito altre persone (che hanno altri provider anche più blasonati del mio) e sono nella mia stessa situazione.E soprattutto......nessuno pensa di risolvere il problema.Io mi sto attrezzando per il wireless.....
  • Anonimo scrive:
    Grande fratellone
    se si mettono a spiare gli americani (servizi segreti e non) mica si fanno scoprire come è successo ai nostri dilettanti spionichiamate telefoniche, sms, posizione geografica, tutto il traffico Internetsorveglianza completa 24 ore su 24, e per di più gratuita, cosa vogliamo di più?per forza bin laden non lo prendono, non usa il telefono, mica scemo lui.
  • Anonimo scrive:
    Identica mia situazione
    Guarda da me è lo stesso, linea che frigge e scoppietta.Solo che io ho potuto attivare alice: stacca non appena si tocca il telefono (anche in presenza di filtri), il router perde per qualche istante la portante a random e peggio ancora se c'e' vento o umidità elevata la perdo definitivamente e devo aspettare il bel tempo (figuriamoci se piove...perfino il telefono non è usufruibile, altro che adsl)Chiamato 4 volte il 187, 2 volte per segnalare guasto adsl (187-2-2) specificando si trattava di linea degradata e altre due volte segnalando il guasto al telefono che frigge(187-2-1).Dopo un mese ho parlato con un solo tecnico che è venuto (dice lui) per il guasto all'adsl: ha fatto un controllo a casa sulla prima presa e ha detto che la linea era "leggermente" (-_-', c'era il sole) disturbata e avrebbe segnalato il guasto a chi di competenza.Sto ancora aspettando che tocchino quei 15 metri di cavo che mi separano dalla centralina in quanto il guasto risiede lì perchè dai vicini la linea è perfetta :@
    • crazymad scrive:
      Re: Identica mia situazione
      Nella mia ex casa (quella dei miei genitori) ad oggi il telefono gracchia e frigge, sia l'ADSL che il telefono in giornate umide sono inutilizzabili.Sai da quanti anni apro guasti... da 5 anni!Sono venuti in casa innumerevoli tecnici, ognuno cone le sue spiegazioni piu' assurde, ne ho viste di cotte e di crude.Ad oggi vivo altrove e per fortuna la linea funziona egregiamente.Sicuramente ci sara' un problema tra l'armadio in strada e casa mia e a Telecom sostituire un doppino in rame di appena 20 anni di eta' non gli sembra conveniente.Inutile dire che ho rinunciato... :-(
      • Anonimo scrive:
        Re: Identica mia situazione
        - Scritto da: crazymad
        Nella mia ex casa (quella dei miei genitori) ad
        oggi il telefono gracchia e frigge, sia l'ADSL
        che il telefono in giornate umide sono
        inutilizzabili.
        Sai da quanti anni apro guasti... da 5 anni!
        Sono venuti in casa innumerevoli tecnici, ognuno
        cone le sue spiegazioni piu' assurde, ne ho viste
        di cotte e di
        crude.
        Ad oggi vivo altrove e per fortuna la linea
        funziona
        egregiamente.

        Sicuramente ci sara' un problema tra l'armadio in
        strada e casa mia e a Telecom sostituire un
        doppino in rame di appena 20 anni di eta' non gli
        sembra
        conveniente.

        Inutile dire che ho rinunciato... :-(Uhm io nel 2002 all'epoca della prima installazione ADSL ero nella stessa situazione.Abbiamo rifatto tutto l'impianto di sana pianta (SIP 1993).In centrale sono stato sistemato ovviamente con un aggancio tutto mio (mi pare che con ADSL non si possa fare altrimenti...) e non ho mai piu' avuto problemi di sgancio con la centrale.Pigliateli per le orecchie perche' spesso i problemi sono banali e li hanno combinati loro a suo tempo.
        • crazymad scrive:
          Re: Identica mia situazione
          Ma quando viene in casa un "tecnico", alza la cornetta e ti dice "non sento nulla di strano, probabilmente e' l'impianto di casa sua" cosa altro vuoi fare? Sai che c'e' il penale per il sequestro di persona vero? @^Inutile dire che ho collegato un nuovo sirio direttamente al doppino che viene dall'ingresso staccando TUTTO l'impianto a valle, quindi non e' certo il mio impianto. :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Identica mia situazione
            - Scritto da: crazymad
            Ma quando viene in casa un "tecnico", alza la
            cornetta e ti dice "non sento nulla di strano,
            probabilmente e' l'impianto di casa sua" cosa
            altro vuoi fare? Sai che c'e' il penale per il
            sequestro di persona vero?
            @^

            Inutile dire che ho collegato un nuovo sirio
            direttamente al doppino che viene dall'ingresso
            staccando TUTTO l'impianto a valle, quindi non e'
            certo il mio impianto.
            :@Gia' ti capisco mad....vabbe' la vanga e' anche tagliente vero?
          • crazymad scrive:
            Re: Identica mia situazione
            Gia' :D
  • Anonimo scrive:
    Quando ci saranno gli amerregani
    Ti toglieranno la linea perché con i tuoi 70 euro non ci fanno profitti.
    • architect scrive:
      Re: Quando ci saranno gli amerregani
      Non credo. Personalmente ho una grande fiducia nell'eventuale acquisizione da parte di AT&T, sicuramente più fiducia di quella che ho verso questi minorati mentali che possiedono la Telecom adesso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando ci saranno gli amerregani
        ma sai chi è AT&T?sai quello che ha combinato al di là dell'oceano?sai chi solo i loro partner messicani?roba da mettersi mano ai capelli, che in confronto il Tronchetto è un santo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando ci saranno gli amerregani
          - Scritto da:
          ma sai chi è AT&T?
          sai quello che ha combinato al di là dell'oceano?
          sai chi solo i loro partner messicani?

          roba da mettersi mano ai capelli, che in
          confronto il Tronchetto è un
          santo.Tronchetto è si' un santo, come fa quel buon uomo a sopportare quell'isterica di Affef ? (rotfl)Non sempre il diavolo è cosi' cattivo come lo si dipinge (rotfl)E no sempre quelli che dipingono il diavolo cosi' cattivo sono dei bravi pittori (cylon)
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando ci saranno gli amerregani
            santo chi??? gli americani cosaaa???intanto uno che frega così tanti soldi e truffa tanta gente dovrebbe essere messo all'ergastolo!!!poi, la congestione della rete attualmente così estesa è principalmente colpa di tronchetti che non ha investito per ammodernare le strutturee poi gli americani devono stare a casa loro e non romere i coglioni a noi, anche perchè gli stranieri che vengono in italia si adattano al nostro sistema abbastanza bene, il frega frega...almeno se l'italia è in mano a un italiano è più probabile che alcuni di quei soldi fregati rimangano a casa invece di incrementare quel flusso di denaro verso l'estero che sta portando l'italia al fallimento ( affermazione fatta sulla base del fatto che i politici fregano soldi da più di 50anni e solo negli ultimi tempi si è creato un buco enorme )
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando ci saranno gli amerregani
            - Scritto da:
            probabile che alcuni di quei soldi fregati
            rimangano a casa invece di incrementare quel
            flusso di denaro verso l'estero che sta portando
            l'italia al fallimento ( affermazione fatta sulla
            base del fatto che i politici fregano soldi da
            più di 50anni e solo negli ultimi tempi si è
            creato un buco enorme
            )Ed e' proprio qui che sbagli.SE va in mano agli americani, credo che potrebbero finalmente spaccargli il posteriore se non ammodernano le linee. Attualmente non lo fanno perche' il truffatore bastardo e' italiano ed e' ammanigliato con tutti.
          • architect scrive:
            Re: Quando ci saranno gli amerregani
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            probabile che alcuni di quei soldi fregati

            rimangano a casa invece di incrementare quel

            flusso di denaro verso l'estero che sta portando

            l'italia al fallimento ( affermazione fatta
            sulla

            base del fatto che i politici fregano soldi da

            più di 50anni e solo negli ultimi tempi si è

            creato un buco enorme

            )

            Ed e' proprio qui che sbagli.
            SE va in mano agli americani, credo che
            potrebbero finalmente spaccargli il posteriore se
            non ammodernano le linee. Attualmente non lo
            fanno perche' il truffatore bastardo e' italiano
            ed e' ammanigliato con
            tutti.Speriamo proprio (ghost)
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando ci saranno gli amerregani
            - Scritto da:
            santo chi???
            gli americani cosaaa???
            intanto uno che frega così tanti soldi e truffa
            tanta gente dovrebbe essere messo
            all'ergastolo!!!
            poi, la congestione della rete attualmente così
            estesa è principalmente colpa di tronchetti che
            non ha investito per ammodernare le
            strutture

            e poi gli americani devono stare a casa loro e
            non romere i coglioni a noi, anche perchè gli
            stranieri che vengono in italia si adattano al
            nostro sistema abbastanza bene, il frega
            frega...
            almeno se l'italia è in mano a un italiano è più
            probabile che alcuni di quei soldi fregati
            rimangano a casa invece di incrementare quel
            flusso di denaro verso l'estero che sta portando
            l'italia al fallimento ( affermazione fatta sulla
            base del fatto che i politici fregano soldi da
            più di 50anni e solo negli ultimi tempi si è
            creato un buco enorme
            )guarda che il debito pubblico ha iniziato ad aumentare spaventosamente alla fine degli anni sessanta, ed ha raggiunto gli attuali livelli piu' o meno una ventina di anni fa.Cmq capisco che tu non voglia dare la Telecom agli americani poichè sarebbe piu' difficile attuare l'esproprio proletario. Tronchetti era quindi un santo poichè ha rischiato i suoi soldi ben sapendo di quale considerazione godessero gli imprenditori italiani nel proprio paese.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando ci saranno gli amerregani


            Cmq capisco che tu non voglia dare la Telecom
            agli americani poichè sarebbe piu' difficile
            attuare l'esproprio proletario. Tronchetti era
            quindi un santo poichè ha rischiato i suoi soldi
            ben sapendo di quale considerazione godessero gli
            imprenditori italiani nel proprio paese.
            guarda che il tronchetto non ha rischiato una lire delle sue per acquistare e gestire telecom!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando ci saranno gli amerregani
            - Scritto da:



            Cmq capisco che tu non voglia dare la Telecom

            agli americani poichè sarebbe piu' difficile

            attuare l'esproprio proletario. Tronchetti era

            quindi un santo poichè ha rischiato i suoi soldi

            ben sapendo di quale considerazione godessero
            gli

            imprenditori italiani nel proprio paese.



            guarda che il tronchetto non ha rischiato una
            lire delle sue per acquistare e gestire
            telecom!!!se non lui non cià messo una lira e adesso incassa 4,6 miliardi di euro o è un mago o è un mago !
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando ci saranno gli amerregani
      - Scritto da:
      Ti toglieranno la linea perché con i tuoi 70 euro
      non ci fanno
      profitti.No, finalmente faranno una cosa necessaria: ridurre la zavorra dei dipendenti inutili di telecozza :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando ci saranno gli amerregani
      - Scritto da:
      Ti toglieranno la linea perché con i tuoi 70 euro
      non ci fanno
      profitti.Mi sa che devi informarti meglio.Negli USA con 70 dollari hai una linea T2 anche nella stanza da bagno. Pensa che ci sono compagnie che ti permettono flat da 10 dollari al mese senza canone per tutti gli states ed il canada.Se pensi che tra stato e stato hanno il fuso orario, vedi un po' tu.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando ci saranno gli amerregani

        Mi sa che devi informarti meglio.
        Negli USA con 70 dollari hai una linea T2 anche
        nella stanza da bagno.Nel '95 era anche ammissibile che una persona che dice "Mi sa che devi informarti meglio" ne capisse poco delle infrastrutture su cui è costruita Internet.Ma nel 2007 non è tollerabile che un beota come te vada a parlare di linee T2, che non esistono, dicendo di informarsi.Ignorante!
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando ci saranno gli amerregani
          negli U.S.A., il T2 ovviamente esiste.Per T2 si intende un flusso PDH a 6 Mbps dello standard North America. In letteratura e' chiamato anche DS-2.Un qualunque studente al terzo anno di Ingegneria (quando gli anni erano 5 !) lo sa bene. Per i costi degli abbonamenti di un T2 casalingo non sono informato, vivo in Europa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando ci saranno gli amerregani
          - Scritto da:


          Mi sa che devi informarti meglio.

          Negli USA con 70 dollari hai una linea T2 anche

          nella stanza da bagno.

          Nel '95 era anche ammissibile che una persona che
          dice "Mi sa che devi informarti meglio" ne
          capisse poco delle infrastrutture su cui è
          costruita
          Internet.

          Ma nel 2007 non è tollerabile che un beota come
          te vada a parlare di linee T2, che non esistono,
          dicendo di
          informarsi.

          Ignorante!non esistono?cos'è troppa cioccolata in questo periodo pasquale?tho va, maleducato...http://en.wikipedia.org/wiki/T-carrier
Chiudi i commenti