Jef Raskin è morto

Geniale ex dipendente Apple, a Raskin viene attribuita l'invenzione del Macintosh e di varie funzionalità-chiave del personal computing

Pacifica (USA) – Matematico, professore, solista e compositore, ciclista e designer di aeroplani, pioniere dell’interazione uomo-computer, Jef Raskin è morto due giorni fa a 62 anni dopo aver lottato negli ultimi mesi contro un tumore al pancreas.

La notizia l’ha diramata la famiglia del celebre ingegnere a cui, in qualità di dipendente Apple nei primi anni ’80, venne attribuita l’invenzione del Macintosh, nome preso dalla varietà delle sue mele preferite, le McIntosh. Un progetto che ha contribuito enormemente al successo della casa di Cupertino.

“Jef – ricorda la famiglia – riteneva fermamente che i computer dovrebbero semplificare la vita delle persone e non il contrario”. Tra le sue frasi più note quella che, richiamandosi alle tre leggi della Robotica ideate dal grande scrittore Isaac Asimov, diceva: “Nessun sistema danneggerà i tuoi contenuti o, attraverso l’inazione, consentirà ai tuoi contenuti di arrivare a far danni”. Tra le sue innovazioni viene ricordato anche il “click’n’drag”, una funzionalità del mouse che oggi viene data per scontata.

Raskin nel 1982 lasciò Apple, c?è chi dice per insanabili conflitti con Steve Jobs, per fondare la “Information Appliance Inc.”, dove si è dedicato alla semplificazione nelle interazioni uomo-macchina con un lungo approfondimento della psicologia cognitiva, “portando il design dell’interfaccia – scrive la famiglia – al di fuori della mistica élite dei guru dell’informatica”. Nel 2000 Raskin ha anche pubblicato un celebre libro, The Humane Interface , “trasformando il design dell’interfaccia in una disciplina ingegneristica – continua la famiglia – in un quadro rigorosamente teoretico”.

Jef Raskin Tra le altre sue realizzazioni anche il Raskin Center for Humane Interfaces (RCHI) che si appresta a rilasciare una preview di Archy, il progetto culminante del suo lavoro sui principi di design dell’interfaccia. Il Center sarà ora guidato dal figlio Aza Raskin.

Presto su Raskin sarà pubblicato un documentario che raccoglierà ricordi e testimonianze attorno alla vita di un personaggio eccentrico e geniale. Ulteriori info su questo lavoro sono disponibili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    x P.I. quando un articolo su atac moby?
    non credo se ne sia ancora parlato. Mi riferisco al sistema informativo montato sui bus mercedes a roma. Per chi ancora non lo sapesse, su molti bus, in alto a centro vettura, ci sono due schermi al plasma che offrono informazioni quali meteo, ultime ansa, info sulla fermata successiva e luoghi di interesse nei paraggi, oroscopo (...) etc...Il tutto sembra realizzato in flash, deve inoltre esserci un chip gps, e una volta, assistitendo ad un reboot del sistema, ho notato un promt linux....Sarebbe interessante scoprirne di più dal punto di vista tecnico, vista l'idea molto buona che, come credo, sarà sviluppata per offrire pubblicità a attività commerciali site lungo il percorso dei bus... forse potrebbe essere uno dei pochi sistemi a rendere utile la pubblicità...
    • Anonimo scrive:
      Re: x P.I. quando un articolo su atac moby?
      cmq credo che sia gia' in uso una cosa del genere anche a Bologna..ed era annunciata l'installazione dei terminali sui nuovi treni della metro A..ah..su Moby sugli autobus Atac... ;-) e' noto che i passeggeri degli autobus romani (sia locali che turisti) non leggono *mai* le paline di fermata ...e infatti l'altro giorno con Moby che segnalava correttamente 'prossima fermata..etc.. etc..un passeggero mi ha chiesto informazioni come se il terminale non esistesse :-0
  • Anonimo scrive:
    E chi lo paga più ora il biglietto...
    Trovo la cosa molto utile.Se non come uso quotidiano, almeno quando devi prendere l'autobus di corsa e non fai in tempo ad acquistare il biglietto, quando le macchinette automatiche (50% dei casi..) sono rotte, quando ti trovi in una fermata non vicina a nessun tabaccaio..Ma..A Roma..Già adesso una buona parte degli studenti che prende l'autobus (studenti delle medie, superiori, università..) cerca vari modi per , diciamo , saltare qualche tibratura dei biglietti...Oltre ai vari metodi come "La timbratrice dell'autobus precedente non funzionava... così l'ho scritto a penna (con la REPLAY, cancellabile e riscrivibile il giorno dopo...)" ; prepararsi i bigletti in precedenza con un sottile strato di colla dalla parte della timbratura (così con una buona gomma va via tutto..)Ma uno dei metodi più classici restava quello di rimanere vicino alla porta di uscita e , non appena individuato il controllore alla fermata, scendere tranquillamente.. per prendere l'autobus successivo.Bene .. ora.. io mi preparo il mio bel messaggino ..pronto pronto per essere spedito.Vedo il controllore salire ? click...Già me li vedo questi autobus stracolmi di persone (il 90 % dei casi a Roma) che risuonano di tanti BEEP BEEP..Evviva le innovazioni !!
    • LuVi scrive:
      Re: E chi lo paga più ora il biglietto..

      Bene .. ora.. io mi preparo il mio bel messaggino
      ..pronto pronto per essere spedito.
      Vedo il controllore salire ? click...
      Già me li vedo questi autobus stracolmi di
      persone (il 90 % dei casi a Roma) che risuonano
      di tanti BEEP BEEP..

      Evviva le innovazioni !!Innovazioni ma multe nuove, visto che per essere autorizzato al trasporto devi ricevere l'SMS di conferma con un codice direttamente da ATAC....LuVi
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi lo paga più ora il biglietto...
      Perchè non è la stessa cosa sistemarsi vicino alla obliteratrice ed obliterare solo quando vedi salire il controllare?!Se vuoi rubare, potevi farlo prima, puoi farlo anche ora.
      • Anonimo scrive:
        Re: E chi lo paga più ora il biglietto...
        Guarda, da me, i controllori sono sempre in due, uno che sale sul mezzo e uno che controlla tutti quelli che scendono. In più quando lpautista vede il controllore spegne le obliteratrici così non si può fare i furbi. Fate vobis...
  • Anonimo scrive:
    sistema piu' semplice
    Io ho visto un sistema piu' semplice(a parte che quello di acquistare un biglietto e timbrarlo, mi sembra comunque piu' semplice)alla fermata degli autobus ci sono dei distributori. Inserisci una monetina e ti viene fuori un biglietto valido per la corsa.Mi ricordo che un tempo ce ne erano anche a Milano. Poi gli hanno tolti perche' li sfasciavano per prendere i pochi spiccioli che c'erano dentro.Nel paese cui mi stavo riferendo prima la cosa non succede (e non vi dico che paese sia, perche' probabilmente funziona anche in molti altri paesi civili)
    • LuVi scrive:
      Re: sistema piu' semplice
      - Scritto da: Anonimo
      Io ho visto un sistema piu' semplice
      (a parte che quello di acquistare un biglietto e
      timbrarlo, mi sembra comunque piu' semplice)

      alla fermata degli autobus ci sono dei
      distributori. Inserisci una monetina e ti viene
      fuori un biglietto valido per la corsa.

      Mi ricordo che un tempo ce ne erano anche a
      Milano. Poi gli hanno tolti perche' li
      sfasciavano per prendere i pochi spiccioli che
      c'erano dentro.

      Nel paese cui mi stavo riferendo prima la cosa
      non succede (e non vi dico che paese sia, perche'
      probabilmente funziona anche in molti altri paesi
      civili)Hai troppo ragione.L'Italia, del resto, è stata la prima nazione al mondo ad introdurre la carta telefonica prepagata, nel 1976, proprio per combattere il *fenomeno* dei furti di monetine dalle cabine pubbliche.....LuVi
    • Anonimo scrive:
      Re: sistema piu' semplice
      A berlino hanno risolto mettendo le macchinette dentro gli autobus, cosi non le sfascia nessuno.mica male eh ? :)
      • Anonimo scrive:
        Re: sistema piu' semplice
        ma va????ma guarda che il titolo di viaggio si comprava a bordo fino agli anni 80 ..la manutenzione delle macchinette non e' un problema di furti ma di manutenzione..costano e anche un po' troppo per le aziende...inoltre a Roma la tariffa e' integrata per treni e metro e quindi e' preferibile che il titolo di viaggio sia unico e facilmente reperibile anche lontano dalle fermate..e' evidente che chi prende gli autobus saltuariamente possa avere piu' scelta di come acquistare il titolo..io ho la tessera ma nel percorso casa-fermata dell'autobus incontro 3 rivendite (bar/supermercato sma/edicola)
  • LuVi scrive:
    Bella idea
    Anche se mi sembra fosse una cosa vecchia e già in auge in altri paesi europei.Mi chiedo se il fatto di dover ricorrere ad una prepagata diversa da quella già utilizzata, inficierà il successo dell'iniziativa.Oppure ho capito male io?LuVi
  • pheudo scrive:
    Bibibiiiiii!
    Cavolo! Mi si è scaricato il cellulare proprio quando dovevo esibire il biglietto! :P
    • Anonimo scrive:
      Re: Bibibiiiiii!
      se vai in giro senza libretto di circolazioni ti becchi la multa anche se c'e' l'hai a casa.............sigh
  • cla scrive:
    Ottimo ma ...
    Gli SMS per le transazioni via siti internet non sono disponibili in quanto gli opertatori fanno cartello e li usano solo per vendere le suonerie in tv .... dunque preferiscono truffare con le suonerie che, a tua insaputa (vabbé ci sono le microscritte che ti avvisano ...) ti scalano 3 euro la settimana piuttosto che usare questo bellissimo sistema per cose più utili ...Cla!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo ma ...
      - Scritto da: cla
      Gli SMS per le transazioni via siti internet non
      sono disponibili in quanto gli opertatori fanno
      cartello e li usano solo per vendere le suonerie
      in tv .... dunque preferiscono truffare con le
      suonerie che, a tua insaputa (vabbé ci sono le
      microscritte che ti avvisano ...) ti scalano 3
      euro la settimana piuttosto che usare questo
      bellissimo sistema per cose più utili ...
      Cla!SMS-Premium: mandi sms, ti viene scalato il credito, che va dai 50 centesimi ai 3 euro o piu', e ricevi sms con il servizio richiesto (che nella maggior parte dei casi puo' essere una suoneria, ma nulla vieta di poter acquistare un biglietto per il cinema....) Non e' un problema di operatori (a loro non importa nulla, l'importante e' che gli porti i soldi), il problema e' di quelli che offrono servizi
      • cla scrive:
        Re: Ottimo ma ...
        In teoria è come dici tu, in pratica non è fattibile.Prova ad andare a parlare con i fornitori di servizi e poi mi diciCerto che se tu avessi delle info diverse sarei davvero felice di saperlo (ovvio non mi devono chiedere 500.000 transazioni mese)Claudio
  • Anonimo scrive:
    ajeje brazo 2005, the revenge
    non c'è il controllore, no biglietto.vedi il controllore, biglietto via SMS al volo.e hop!!!perfetto.
    • Anonimo scrive:
      Re: ajeje brazo 2005, the revenge
      fai prima a tenere il biglietto pronto e timbrarlo al volo quando vedi il controllore
    • Anonimo scrive:
      Re: ajeje brazo 2005, the revenge
      - Scritto da: Anonimo
      non c'è il controllore, no biglietto.
      vedi il controllore, biglietto via SMS al volo.

      e hop!!!


      perfetto.E quando scopri che hai finito il credito inizi la scenetta alla Aldo, Giovanni e Giacomo .
    • Anonimo scrive:
      Re: ajeje brazo 2005, the revenge
      Penso (o almeno spero) che ci sia una prepagata a scalare che necessiti di qualche minuto per essere attivata...
    • Anonimo scrive:
      Re: ajeje brazo 2005, the revenge
      - Scritto da: Anonimo
      non c'è il controllore, no biglietto.
      vedi il controllore, biglietto via SMS al volo.Ora manca solo una cosa: delle saponette a forma di cellulare con cui far lavare le ascelle ai passeggeri
    • awerellwv scrive:
      Re: ajeje brazo 2005, the revenge
      - Scritto da: Anonimo
      non c'è il controllore, no biglietto.
      vedi il controllore, biglietto via SMS al volo.

      e hop!!!


      perfetto.ci avevo pensato anche io, ma in fondo quando passa il bigliettaio il biglietto lo paghi comunque... basta farli fare una "passeggiata rapida" dentro l'autobus per fare pagare i furbetti
    • Anonimo scrive:
      Re: ajeje brazo 2005, the revenge
      - Scritto da: Anonimo
      non c'è il controllore, no biglietto.
      vedi il controllore, biglietto via SMS al volo.

      e hop!!!


      perfetto.No, non credo funzioni così... basta impostare 10 minuti di ritardo nell'invio della conferma ...e sei fregato!In fondo sul sito dell'atac è scritto che bisogna attendere la ricezione del messaggio di conferma....quindi.....hop ! fregati!
      • Anonimo scrive:
        Re: ajeje brazo 2005, the revenge
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        non c'è il controllore, no biglietto.

        vedi il controllore, biglietto via SMS al volo.



        e hop!!!





        perfetto.


        No, non credo funzioni così... basta impostare 10
        minuti di ritardo nell'invio della conferma ...e
        sei fregato!

        In fondo sul sito dell'atac è scritto che bisogna
        attendere la ricezione del messaggio di
        conferma....quindi..
        ...hop ! fregati!hai mai preso un autobus a roma???? a me capita (lo prendo cmq molto poco) di usarlo per poche (3/4) fermate... e molto meno di dieci minuti.... non vorrai dirmi che devo aspettare prima di salire sull'auto? ah si???? e quali sono i vantaggi allora, in termini di alleggerimento e snellimento del traffico? niente, perchè io allora decido di prendere cmq la macchina... o il motorino..... e ciao trasporti pubblici.... questa è un altra buffonata di chi gestisce (e come) l'atac....
        • Anonimo scrive:
          Re: ajeje brazo 2005, the revenge
          Ma piantala..se vuoi una scusa per continuare a causarci il tumore ai polmoni sceglitela meglio ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: ajeje brazo 2005, the revenge
      - Scritto da: Anonimo
      non c'è il controllore, no biglietto.
      vedi il controllore, biglietto via SMS al volo.

      e hop!!!


      perfetto.cmq sul biglietto c'è scritta l'ora e se hai timbrato dopo che il tizio ha iniziato a fare i controlli la multa te la prendi lo stesso ...
      • Anonimo scrive:
        Re: ajeje brazo 2005, the revenge

        cmq sul biglietto c'è scritta l'ora e se hai
        timbrato dopo che il tizio ha iniziato a fare i
        controlli la multa te la prendi lo stesso ...Non funziona così (almeno per l'ATAC). Il biglietto lo devi timbrare prima che l'autobus raggiunga la fermata successiva a quella in cui sei salito.
        • Anonimo scrive:
          Re: ajeje brazo 2005, the revenge
          Il biglietto dell'ATAC va timbrato prima della fermata successiva a quella di partenza. Il problema nel timbrarlo non appena saliva il controllore erano principalmente due...1) Il sistema poteva essere adottato da non più di un paio di persone .. altrimenti appena salito vedeva tutta la gente in fila per timbrare...2) Alle volte l'autista toglieva la corrente con un pulsante alle macchinette per timbrare non appena saliva il controllore.Con gli SMS invece, prepari il tuo biglietto, e poi se entra o se vedi alla fermata il controllore, INVIOOOOOCalcolando che a Roma si vede un controllore ogni 20 corse....Il fatto del ritardo di 10 minuti tenderai ad escluderlo, sia perchè non posso certo timbrare il biglietto con 10 minuti di anticipo.. e poi ho letto sul sito del comune di Roma "ed in pochi secondi ti arriverà il biglietto sul tuo cellulare"...
          • Anonimo scrive:
            Re: ajeje brazo 2005, the revenge
            Comunque, gente, se per 75 cent devo avere il panico da controllore per un viaggio....beh....FATE PURE!!!!!braccini corti!!!!!!!!!!!
Chiudi i commenti