Jolla e il mini-debutto 2013

Lo smartphone che succede spiritualmente al Nokia N9 sarà sugli scaffali alla fine del mese. Ma sarà un lancio di basso profilo. In attesa del giudizio di pubblico e critica sul risultato di un anno di sforzi

Roma – Dal 27 novembre ci saranno 450 fortunati finlandesi che potranno accaparrarsi il primo esemplare di smartphone prodotto da Jolla . L’azienda che ha raccolto il testimone di Nokia nello sviluppo di Meego, ridenominato Sailfish OS, ha deciso di iniziare con una simbolica distribuzione dei primi device nella sua nazione natale , a cui farà seguito una non meglio precisata espansione a livello europeo. Ma, come in altri casi, i tempi lunghi a cui Jolla è stata costretta per la preparazione all’esordio incidono sul risultato.

È trascorso poco meno di un anno da quando per la prima volta il nuovo sistema operativo, costruito sull’eredità tecnica di Meego (frutto a sua volta della collaborazione di Intel e Nokia), veniva mostrato per la prima volta al pubblico: in questi 12 mesi lo sviluppo è proseguito nel tentativo di allargare le potenzialità e ampliare la platea interessata al prodotto. Ad esempio l’inclusione della compatibilità nativa con le app per Android è un tentativo, come già fatto da Blackberry con il suo BB10, di strizzare l’occhio alla vasta platea dei clienti che possiedono già uno smartphone con l’OS di Mountain View: potenzialmente tutte le app già disponibili per Android girano anche su Sailfish OS , con l’unico dettaglio che mancherà il Play Store a bordo dei terminali avendo Jolla optato per il succedaneo russo Yandex Store.

Gli ex-dipendenti Nokia che formano la spina dorsale di Jolla sono comunque fiduciosi : questo primo debutto serve anche a dimostrare che l’azienda fa sul serio e ha le capacità per produrre un terminale che arrivi davvero in mano alla clientela. Il prodotto che verrà lanciato in pochi esemplari il 27, tuttavia, non è esattamente l’ultimo ritrovato della tecnica : CPU dual-core non meglio precisata, 1GB di RAM, 16 gigabyte di storage, schermo 4,5 pollici con risoluzione 960×540 ( quindi meno anche di 720p), fotocamera posteriore da 8 megapixel, connettività LTE. A un prezzo annunciato di 399 euro (prezzo a cui sommare le tasse come l’IVA), le specifiche fanno sorridere se paragonate al più economico e molto più carrozzato Nexus 5: con un sistema operativo ancora in beta, come riportato sul sito ufficiale, c’è da chiedersi chi avrà voglia di investire in un prodotto di questo tipo.

Il punto forte di Jolla è il software: Meego ha una nicchia di sostenitori ed estimatori , quanto mostrato in sede di conferenze e incontri con la stampa è stato molto interessante, ma resta il dubbio se basti una buona demo per catturare i favori del pubblico e generare gli utili necessari a tenere in piedi un’azienda. Il mondo smartphone è al momento dominato da iOS e Android, che si spartiscono il grosso del mercato ovunque (con opinioni discordanti sul valore da attribuire a quote di mercato e utili generati, ma di fatto accaparrandosi la fetta più grossa della torta), e con un paio di nomi (tra tutti Windows Phone e BlackBerry) impegnati a provare a ritagliarsi un posto al sole. Ma se il già citato Nexus 5 viene venduto a 350 euro, ed è in arrivo il Motorola Moto G che costerà ancora meno, ecco che il quadro si fa a tinte fosche.

Jolla, con questo terminale lanciato in piccoli numeri alla vigilia del periodo natalizio, rischia di bruciarsi l’attenzione riservata all’esordio: potrebbe trattarsi di una sentenza senza appello, e non è detto che il verdetto risulti favorevole al nuovo marchio finlandese.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • trolloll scrive:
    scarica il crack
    amore mi scarichi il crack della macchina su emutorrent che mi è scaduta la trial?:D LOL
  • webwizard scrive:
    Al di là di tutto...
    Fatte salve tutte le discussioni, giuste o meno, stavo considerando anche un'altra cosa.Questa macchina è elettrica e monta un motore da 88 cv (65 kW) per quasi 1,4 tonnellate di peso (un po' pochino). Il prezzo base, di listino, è di 21,850 euro senza IPT (altri 300 euro) e SENZA batterie. Queste ultime sono a noleggio e la tariffa viene calcolata in base al chilometraggio presunto.Se ipotizzo 15000 km/anno (neanche tanti), il nolo mi costa la bellezza di 86 euro AL MESE, ovvero 1000 euro all'anno, a cui va aggiunto il costo della corrente di ricarica.Considerando che, solo con i soldi del noleggio, io faccio camminare per lo stesso chilometraggio una macchina a GPL che mi fa i 12 con un litro (prezzo medio del GPL 80 cent/litro):15000/12 = 1250 litri/anno1250 * 0,8 /lt = 1000 spendo meno per macchina e carburante, oltre a non avere un creditore virtuale che mi può chiudere il rubinetto a piacimento, ripeto, considerando tutto ciò:ma chi XXXXXXX se la compra una sòla del genere ?
    • Dr Doom scrive:
      Re: Al di là di tutto...
      - Scritto da: webwizard
      ma chi XXXXXXX se la compra una sòla del genere ?Chi ha a cuore le sorti del pianeta?
      • ina ina ina scrive:
        Re: Al di là di tutto...
        - Scritto da: Dr Doom
        - Scritto da: webwizard

        ma chi XXXXXXX se la compra una sòla del
        genere
        ?
        Chi ha a cuore le sorti del pianeta?quanta CO2 si emette nell'atmosfera per produrre macchina + batterie e l'energia elettrica per farla funzionare?
        • Dr Doom scrive:
          Re: Al di là di tutto...
          - Scritto da: ina ina ina
          - Scritto da: Dr Doom

          - Scritto da: webwizard


          ma chi XXXXXXX se la compra una sòla del

          genere

          ?

          Chi ha a cuore le sorti del pianeta?

          quanta CO2 si emette nell'atmosfera per produrre
          macchina + batterie e l'energia elettrica per
          farla
          funzionare?Meno di quella che si emette per la macchina + motore a combustibile fosile e relativa estrazione, raffinazione e trasporto del carburante
          • Dr Doom scrive:
            Re: Al di là di tutto...
            - Scritto da: rudy
            quindi auto elettrica oggi pelopiu x la salute
            degli abitanti nelle
            citta.Come la bicicletta, quindi?
          • Etype scrive:
            Re: Al di là di tutto...
            - Scritto da: Dr Doom
            Come la bicicletta, quindi?questo è il miglior sistema di trasporto mai inventato dall'uomo,non inquini,fai attività fisica,non hai problemi di parcheggio :)
      • Etype scrive:
        Re: Al di là di tutto...
        - Scritto da: Dr Doom
        Chi ha a cuore le sorti del pianeta?Per inquinamento atmosferico si,ma poi le batterie mica le ricicli tanto failmente,aggiungici anche la ricarica ....
        • Dr Doom scrive:
          Re: Al di là di tutto...
          - Scritto da: Etype
          - Scritto da: Dr Doom

          Chi ha a cuore le sorti del pianeta?

          Per inquinamento atmosferico si,ma poi le
          batterie mica le ricicli tanto
          facilmentePer quello te le affittano ;)
          • Etype scrive:
            Re: Al di là di tutto...
            - Scritto da: Dr Doom
            Per quello te le affittano ;)si ma :1) diventa una tassa per tutta la durata del veicolo2) materialmente quanto puoi riclare dalle batterie esauste ? e dopo che fine fanno ?
          • Dr Doom scrive:
            Re: Al di là di tutto...
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Dr Doom

            Per quello te le affittano ;)

            si ma :

            1) diventa una tassa per tutta la durata del
            veicolo

            2) materialmente quanto puoi riclare dalle
            batterie esauste ? e dopo che fine fanno
            ?metallo -
            fusione -
            batteria nuova
    • gvf scrive:
      Re: Al di là di tutto...
      Ci sono da considerare: gli incentivi, la possibilità di non avere vincoli su ZTL e altri provvedimenti anti inquinamento, l'energia potrebbe provenire da fonti a basso costo e rinnovabili (panneli fotovoltaici), l'assenza di emissioni (a qualcuno potrebbe interessare non inquinare...). Non mi piace invece l'assoluta opacita relativamente alla monitorizzazione del mezzo :(
    • Ubunto scrive:
      Re: Al di là di tutto...
      - Scritto da: webwizard
      Fatte salve tutte le discussioni, giuste o meno,
      stavo considerando anche un'altra
      cosa.
      Questa macchina è elettrica e monta un motore da
      88 cv (65 kW) per quasi 1,4 tonnellate di peso
      (un po' pochino). Il prezzo base, di listino, è
      di 21,850 euro senza IPT (altri 300 euro) e SENZA
      batterie. Queste ultime sono a noleggio e la
      tariffa viene calcolata in base al chilometraggio
      presunto.
      Se ipotizzo 15000 km/anno (neanche tanti), il
      nolo mi costa la bellezza di 86 euro AL MESE,
      ovvero 1000 euro all'anno, a cui va aggiunto il
      costo della corrente di
      ricarica.
      Considerando che, solo con i soldi del noleggio,
      io faccio camminare per lo stesso chilometraggio
      una macchina a GPL che mi fa i 12 con un litro
      (prezzo medio del GPL 80
      cent/litro):

      15000/12 = 1250 litri/anno
      1250 * 0,8 /lt = 1000

      spendo meno per macchina e carburante, oltre a
      non avere un creditore virtuale che mi può
      chiudere il rubinetto a piacimento, ripeto,
      considerando tutto
      ciò:
      ma chi XXXXXXX se la compra una sòla del genere ?Ottima analisi.Della "batteria in affitto" ne avevo sentito parlare già diversi mesi fa e le mie intenzioni di acquistare un'auto elettrica sono svanite sul nascere.Detta brutalmente: che senso ha smettere di pagare le tasse sulla benzina/gasolio/GPL (che almeno restano in Italia), per pagare la "tassa Renault"?Per quanto mi riguarda il facino della macchina elettrica/solare oltre che ecologico è economico: la possibilità di non dover sottostare ad un cartello dei prezzi che approfitta della mia necessità di mobilità.Ma la Renault ha ben pensato di approfittarne.Male, malissimo.
      • Dr Doom scrive:
        Re: Al di là di tutto...
        - Scritto da: Ubunto
        - Scritto da: webwizard

        Fatte salve tutte le discussioni, giuste o
        meno,

        stavo considerando anche un'altra

        cosa.

        Questa macchina è elettrica e monta un
        motore
        da

        88 cv (65 kW) per quasi 1,4 tonnellate di
        peso

        (un po' pochino). Il prezzo base, di
        listino,
        è

        di 21,850 euro senza IPT (altri 300 euro) e
        SENZA

        batterie. Queste ultime sono a noleggio e la

        tariffa viene calcolata in base al
        chilometraggio

        presunto.

        Se ipotizzo 15000 km/anno (neanche tanti), il

        nolo mi costa la bellezza di 86 euro AL MESE,

        ovvero 1000 euro all'anno, a cui va aggiunto
        il

        costo della corrente di

        ricarica.

        Considerando che, solo con i soldi del
        noleggio,

        io faccio camminare per lo stesso
        chilometraggio

        una macchina a GPL che mi fa i 12 con un
        litro

        (prezzo medio del GPL 80

        cent/litro):



        15000/12 = 1250 litri/anno

        1250 * 0,8 /lt = 1000



        spendo meno per macchina e carburante, oltre
        a

        non avere un creditore virtuale che mi può

        chiudere il rubinetto a piacimento, ripeto,

        considerando tutto

        ciò:

        ma chi XXXXXXX se la compra una sòla del
        genere
        ?

        Ottima analisi.parliamone :D
        Della "batteria in affitto" ne avevo sentito
        parlare già diversi mesi fa e le mie intenzioni
        di acquistare un'auto elettrica sono svanite sul
        nascere.Non c'è solo renault
        • Ubunto scrive:
          Re: Al di là di tutto...
          - Scritto da: Dr Doom



          Ottima analisi.

          parliamone :DQuando mi sono interessato io, l'auto in questione era una "macchinina" peggio della smart ed aveva un prezzo ridotto (6-8.000 euro), questa di cui si parla immagino sia un'automobile "normale" dato che costa 21.000 euro.Il discorso del noleggio della batteria è un non-senso, perché anche ammesso che la manutenzione sia necessaria e che l'affidabilità della batteria nel tempo possa variare, non stiamo parlando di una tecnologia allo "stadio terminale". In prospettiva queste presunte convenienze derivanti dal noleggio della batteria, potrebbero annullarsi.Ad ogni modo, perché non proporre un contratto di assistenza, aggiuntivo all'acquisto della batteria ed opzionale, se le motivazioni del nolo fossero una "premura" nei confronti del cliente?Mi pare evidente che non si tratta di "customer care", ma che ci sia un principio di malafede alla base di tutto questo.Il fatto che la batteria sia disattivabile agendo da remoto ne è la conferma. Se possono disattivare la batteria ed altre funzionalità, non è certo nella batteria il dispositivo adibito a farlo, ma nel veicolo.Quindi perché mai fare una cosa del genere, se non per assicurarsi che a qualcuno non venga in mente di usare batterie proprietarie (su cui non paga noleggio)?Tramite un artifizio, alla Renault non stanno dando al cliente quello che il cliente chiede, ma quello che vogliono loro dietro un abbraccio vampirico.Non è conveniente. Non sarebbe conveniente nemmeno se i costi fossero inferiori a quelli delle auto a benzina, perché le motivazioni dietro alla "tangente renault" sono nulle. Non esistono. E' solo un prelievo forzoso.

          Della "batteria in affitto" ne avevo sentito

          parlare già diversi mesi fa e le mie
          intenzioni

          di acquistare un'auto elettrica sono svanite
          sul

          nascere.

          Non c'è solo renault...ma non dubito che gli altri "big" si adegueranno. Aggiungiamo inoltre che ci sono i brevetti a costituire un ulteriore strumento di controllo su concorrenti non tradizionali e che potrebbero pensare di approfittarne. E pure rispetto alla possibilità di modifiche al veicolo possono utilizzare in maniera impropria le leggi sulla "violazione di proprietà intellettuale" o sulla violazione di sistemi informatici.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 novembre 2013 14.36-----------------------------------------------------------
          • Dr Doom scrive:
            Re: Al di là di tutto...
            - Scritto da: Ubunto
            - Scritto da: Dr Doom





            Ottima analisi.



            parliamone :D

            Il discorso del noleggio della batteria è un
            non-senso, perché anche ammesso che la
            manutenzione sia necessaria e che l'affidabilità
            della batteria nel tempo possa variare, non
            stiamo parlando di una tecnologia allo "stadio
            terminale". In prospettiva queste presunte
            convenienze derivanti dal noleggio della
            batteria, potrebbero
            annullarsi.
            Ad ogni modo, perché non proporre un contratto di
            assistenza, aggiuntivo all'acquisto della
            batteria ed opzionale, se le motivazioni del nolo
            fossero una "premura" nei confronti del
            cliente?
            Mi pare evidente che non si tratta di "customer
            care", ma che ci sia un principio di malafede
            alla base di tutto
            questo.
            Il fatto che la batteria sia disattivabile agendo
            da remoto ne è la conferma. Se possono
            disattivare la batteria ed altre funzionalità,
            non è certo nella batteria il dispositivo adibito
            a farlo, ma nel
            veicolo.Come per le cartucce delle stampanti, con la differenza che una cartuccia non può ammazzarti.
            Quindi perché mai fare una cosa del genere, se
            non per assicurarsi che a qualcuno non venga in
            mente di usare batterie proprietarie (su cui non
            paga
            noleggio)?Sicurezza?
            Tramite un artifizio, alla Renault non stanno
            dando al cliente quello che il cliente chiede, ma
            quello che vogliono loro dietro un abbraccio
            vampirico.Se il cliente non compra, Renault cambia strategia, semplice.


            Della "batteria in affitto" ne avevo
            sentito


            parlare già diversi mesi fa e le mie

            intenzioni


            di acquistare un'auto elettrica sono
            svanite

            sul


            nascere.



            Non c'è solo renault

            ...ma non dubito che gli altri "big" si
            adegueranno.Quando avevo guardato la smart elettrica, aveva le due opzioni: acquisto o noleggio.
  • Etype scrive:
    Che cavolata ....
    Semplicemente chi sa di questa cosa non si va a comprare quell'auto.Stiamo andando verso un mondo sempre più chiuso in modo da costringere di fatto l'utilizzatore a stare in una gabbia sempre più piccola per gli interessi del produttore,sempre più controllati,sempre più divieti...Si possono inventare quante diavolerie vogliono,ci sarà sempre qualcuno che incomincierà ad interessarsi alla cosa e a provvedere.Alla lunga questo comportamento non farà altro che inimicarsi il cliente...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Che cavolata ....
      - Scritto da: Etype
      Semplicemente chi sa di questa cosa non si va a
      comprare
      quell'auto.E chi dice che altre case automobilistiche non prenderebbero esempio dalla Renault? Qualcuno inventerà l'auto open source???
      • cicciobello scrive:
        Re: Che cavolata ....


        E chi dice che altre case automobilistiche non
        prenderebbero esempio dalla Renault? Qualcuno
        inventerà l'auto open
        source???Sembrerebbe proprio di sì:http://www.makerfairerome.eu/makers-call-for-makers/osvehicle-the-1st-industrializable-open-source-vehicle/http://en.wikipedia.org/wiki/OScar
      • Etype scrive:
        Re: Che cavolata ....
        - Scritto da: Nome e cognome
        E chi dice che altre case automobilistiche non
        prenderebbero esempio dalla Renault? Qualcuno
        inventerà l'auto open
        source???Certo potrebbero farlo in modo da avere ancora pi introiti sulle spelle del cliente,questo significa essere parassiti.Con il tempo ci sarà anche chi incimincierà a fare interventi "non autorizzati",visto che oggi si violano già sistemi più o meno complessi.
    • prova123 scrive:
      Re: Che cavolata ....
      sino a quando poi a causa del controllo remoto non ci scappa il morto ... immagina che tu stai trasportando uno in ospedale che sta molto male ed un sistema remoto ti ferma la macchina perchè tu a fronte di un limite di 50 km/h andavi a 70 km/h: a quel punto l'amministratore delegato o se lo inc*la la giustizia o pago un aitante XXXXXne perchè lo faccia al suo posto :D
      • Nonriescoaf areillogin scrive:
        Re: Che cavolata ....
        - Scritto da: prova123
        sino a quando poi a causa del controllo remoto
        non ci scappa il morto ... immagina che tu stai
        trasportando uno in ospedale che sta molto male
        ed un sistema remoto ti ferma la macchina perchè
        tu a fronte di un limite di 50 km/h andavi a 70
        km/h: a quel punto l'amministratore delegato o se
        lo inc*la la giustizia o pago un aitante XXXXXne
        perchè lo faccia al suo posto
        :DSe hai tanta fretta di arrivare in ospedale chiama un'ambulanza.
        • Etype scrive:
          Re: Che cavolata ....
          - Scritto da: Nonriescoaf areillogin
          Se hai tanta fretta di arrivare in ospedale
          chiama
          un'ambulanza.Si e arrivi morto all'ospedale ...
          • Dr Doom scrive:
            Re: Che cavolata ....
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Nonriescoaf areillogin

            Se hai tanta fretta di arrivare in ospedale

            chiama

            un'ambulanza.

            Si e arrivi morto all'ospedale ...ma a norma di legge :D
  • tucumcari scrive:
    che peccato
    Una idea geniale!Mi spiace che ora che la ha utilizzata Renault non la potrà più brevettare Apple per la sua prossima iCAR.:'(
    • tucumcari scrive:
      Re: che peccato
      - Scritto da: tucumcari
      Una idea geniale!
      Mi spiace che ora che la ha utilizzata Renault
      non la potrà più brevettare Apple per la sua
      prossima
      iCAR.
      :'(Ma ci sono sempre gli "zampini" e le "salamelle".
      • Marf scrive:
        Re: che peccato
        - Scritto da: tucumcari
        Ma ci sono sempre gli "zampini" e le "salamelle".E c'è sempre quello che imbelle
        • Marf scrive:
          Re: che peccato
          - Scritto da: Marf
          - Scritto da: tucumcari


          Ma ci sono sempre gli "zampini" e le
          "salamelle".
          E c'è sempre quello che imbelleE pure quello che basisce e si perplime, per dirla tutta.Su, forza, questo articolo ha bisogno di commenti in automatico fatti come solo tu li sai fare:http://punto-informatico.it/3915666/PI/News/droni-assassini-amnesty-contro-obama.aspxHai già trovato lo pseudonimo giusto, fa' anche il resto.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: che peccato
            basisce e si perplime Macosa cappero scrivi?Già finito il Veronal?
          • Savio Saverio scrive:
            Re: che peccato
            - Scritto da: Savio Saverio
            basisce e si perplime
            Macosa cappero scrivi?http://dentecariato.blogspot.dk/2007/08/miracoli-di-internet_8624.html
            Già finito il Veronal?Già terminata la terapia sintomatica contro l'Alzeimer?
          • Savio Saverio scrive:
            Re: che peccato
            Continui a sparare "imbellate" a caso?Tra l'altro non vedo tuoi commenti sull'articolo di cui hai messo il link quindi non capisco di cosa tu stia parlando. :D
          • Savio Saverio scrive:
            Re: che peccato
            - Scritto da: Savio Saverio
            Continui a sparare "imbellate" a caso?
            Tra l'altro non vedo tuoi commenti sull'articolo
            di cui hai messo il link quindi non capisco di
            cosa tu stia
            parlando.
            :DTe lo rammento io: commenti inviati con il nome Marf in automatico, una media di due commenti ogni 10 minuti, il tempo necessario al T-1000 per cancellarli.Poi un bel giorno, puff!, sono spariti i commenti inviati in automatico, e anche te. E credo di sapere il motivo. 8)Bis! Bis! :D :D
  • SonoIO scrive:
    La batteria in affitto è razionale
    Salve gente, premesso che non conosco nello specifico questa auto quindi parlo in generale.Uno dei più grandi problemi relativi all'acquisto di una auto elettrica è proprio la batteria.La batteria racchiude una buona fetta del costo di una auto e in caso di problemi la sua sostituzione può mandare a ramengo tutte le stime di costo di gestione.Penso che tutti abbiamo avuto esperienze con le batterie, da quelle al piombo delle auto a quelle al litio dei device elettronici, io ne ho ricavato l'impressione di una alea assoluta in termini di conservazione della capacità e di affidabilità.Per questi motivi io difficilmente comprerei una auto elettrica mentre potrei valutare l'acquisto di una auto con batteria in affitto dove il rischio di problemi della batteria se li sobbarca il produttore.I discorsi che avete costruito su questo caso sono veri per altri ambiti ma qui IMHO no, qui ci sono precisi discorsi di rischio/costo.
    • Frank scrive:
      Re: La batteria in affitto è razionale
      Infatti il problema non e' l'affitto della batteria. Il problema e' il controllo totale che Renault vuole sull'auto, e i rischi addizionali dati da un tale sistema in caso di hacking.
    • Joe Tornado scrive:
      Re: La batteria in affitto è razionale
      A me sembra giusto che la scelta spetti al cliente.
      • Dr Doom scrive:
        Re: La batteria in affitto è razionale
        - Scritto da: Joe Tornado
        A me sembra giusto che la scelta spetti al
        cliente.basta non comprarla, facile
    • prova123 scrive:
      Re: La batteria in affitto è razionale
      - Scritto da: SonoIO
      Per questi motivi io difficilmente comprerei una
      auto elettrica mentre potrei valutare l'acquisto
      di una auto con batteria in affitto dove il
      rischio di problemi della batteria se li sobbarca
      il
      produttore.
      Condivido l'idea, ma il produttore non è un cogli*ne che si sobbarca gratuitamente i problemi, come in questo caso li genera e poi te li vende guadagnandoci ... altrimente a quest'ora avrebbe già chiuso la baracca.
  • gvf scrive:
    Peccato!
    Per il resto era una cosa abbastanza interessante, ci avrei fatto un pensierino, ma mi era già sorto qualche dubbio guardando la brochure. :(
  • bubba scrive:
    cacchio, un bel cavallo di XXXXX
    Dall'articolo non e' perfettamente chiaro (fosse stata solo una mossa difensiva per il NOLEGGIO AUTO, poteva avere un senso)."When you BUY a Renault Zoe, the battery isnt included. Instead, you sign a RENTAL contract for the battery with the car maker. In a Zoe owners forum, user Franko30 reports that the contract contains a clause giving Renault the right to prevent your battery from charging at the end of the rental period.This means that Renault has some way of remotely controlling the battery charging process. According to the Spiegel article, the Zoe (and most or all other electric cars) collect reams of data on how you use them, and send this data off to the manufacturer without your knowledge."Davvero un bel cavallone di XXXXX. Urgono subito batterie cinesi clonate :P
    • panda rossa scrive:
      Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
      - Scritto da: bubba
      Dall'articolo non e' perfettamente chiaro (fosse
      stata solo una mossa difensiva per il NOLEGGIO
      AUTO, poteva avere un
      senso).

      "
      When you BUY a Renault Zoe, the battery isnt
      included.


      Instead, you sign a RENTAL contract for the
      battery with the car maker. In a Zoe owners
      forum, user Franko30 reports that the contract
      contains a clause giving Renault the right to
      prevent your battery from charging at the end of
      the rental
      period.

      This means that Renault has some way of remotely
      controlling the battery charging process.

      According to the Spiegel article, the Zoe (and
      most or all other electric cars) collect reams of
      data on how you use them, and send this data off
      to the manufacturer without your
      knowledge.
      "

      Davvero un bel cavallone di XXXXX. Urgono subito
      batterie cinesi clonate
      :PChissa' se con questa mossa i servi delle multinazionali si renderanno conto della nuova equazione:1 bene comprato != 1 bene posseduto.
      • Dr Doom scrive:
        Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: bubba

        Dall'articolo non e' perfettamente chiaro
        (fosse

        stata solo una mossa difensiva per il
        NOLEGGIO

        AUTO, poteva avere un

        senso).



        "

        When you BUY a Renault Zoe, the battery isnt

        included.





        Instead, you sign a RENTAL contract for the

        battery with the car maker. In a Zoe owners

        forum, user Franko30 reports that the
        contract

        contains a clause giving Renault the right to

        prevent your battery from charging at the
        end
        of

        the rental

        period.



        This means that Renault has some way of
        remotely

        controlling the battery charging process.



        According to the Spiegel article, the Zoe
        (and

        most or all other electric cars) collect
        reams
        of

        data on how you use them, and send this data
        off

        to the manufacturer without your

        knowledge.

        "



        Davvero un bel cavallone di XXXXX. Urgono
        subito

        batterie cinesi clonate

        :P

        Chissa' se con questa mossa i servi delle
        multinazionali si renderanno conto della nuova
        equazione:

        1 bene comprato != 1 bene posseduto.puoi sempre stamparti la tua "bella" panda rossa con i progetti che trovi sul mulo... :D
        • che ridere scrive:
          Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
          - Scritto da: Dr Doom
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: bubba


          Dall'articolo non e' perfettamente
          chiaro

          (fosse


          stata solo una mossa difensiva per il

          NOLEGGIO


          AUTO, poteva avere un


          senso).





          "


          When you BUY a Renault Zoe, the battery
          isnt


          included.








          Instead, you sign a RENTAL contract for
          the


          battery with the car maker. In a Zoe
          owners


          forum, user Franko30 reports that the

          contract


          contains a clause giving Renault the
          right
          to


          prevent your battery from charging at
          the

          end

          of


          the rental


          period.





          This means that Renault has some way of

          remotely


          controlling the battery charging
          process.





          According to the Spiegel article, the
          Zoe

          (and


          most or all other electric cars) collect

          reams

          of


          data on how you use them, and send this
          data

          off


          to the manufacturer without your


          knowledge.


          "





          Davvero un bel cavallone di XXXXX.
          Urgono

          subito


          batterie cinesi clonate


          :P



          Chissa' se con questa mossa i servi delle

          multinazionali si renderanno conto della
          nuova

          equazione:



          1 bene comprato != 1 bene posseduto.
          puoi sempre stamparti la tua "bella" panda rossa
          con i progetti che trovi sul mulo...
          :D
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: bubba


          Dall'articolo non e' perfettamente
          chiaro

          (fosse


          stata solo una mossa difensiva per il

          NOLEGGIO


          AUTO, poteva avere un


          senso).





          "


          When you BUY a Renault Zoe, the battery
          isnt


          included.








          Instead, you sign a RENTAL contract for
          the


          battery with the car maker. In a Zoe
          owners


          forum, user Franko30 reports that the

          contract


          contains a clause giving Renault the
          right
          to


          prevent your battery from charging at
          the

          end

          of


          the rental


          period.





          This means that Renault has some way of

          remotely


          controlling the battery charging
          process.





          According to the Spiegel article, the
          Zoe

          (and


          most or all other electric cars) collect

          reams

          of


          data on how you use them, and send this
          data

          off


          to the manufacturer without your


          knowledge.


          "





          Davvero un bel cavallone di XXXXX.
          Urgono

          subito


          batterie cinesi clonate


          :P



          Chissa' se con questa mossa i servi delle

          multinazionali si renderanno conto della
          nuova

          equazione:



          1 bene comprato != 1 bene posseduto.
          puoi sempre stamparti la tua "bella" panda rossa
          con i progetti che trovi sul mulo...
          :D
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: bubba


          Dall'articolo non e' perfettamente
          chiaro

          (fosse


          stata solo una mossa difensiva per il

          NOLEGGIO


          AUTO, poteva avere un


          senso).





          "


          When you BUY a Renault Zoe, the battery
          isnt


          included.








          Instead, you sign a RENTAL contract for
          the


          battery with the car maker. In a Zoe
          owners


          forum, user Franko30 reports that the

          contract


          contains a clause giving Renault the
          right
          to


          prevent your battery from charging at
          the

          end

          of


          the rental


          period.





          This means that Renault has some way of

          remotely


          controlling the battery charging
          process.





          According to the Spiegel article, the
          Zoe

          (and


          most or all other electric cars) collect

          reams

          of


          data on how you use them, and send this
          data

          off


          to the manufacturer without your


          knowledge.


          "





          Davvero un bel cavallone di XXXXX.
          Urgono

          subito


          batterie cinesi clonate


          :P



          Chissa' se con questa mossa i servi delle

          multinazionali si renderanno conto della
          nuova

          equazione:



          1 bene comprato != 1 bene posseduto.
          puoi sempre stamparti la tua "bella" panda rossa
          con i progetti che trovi sul mulo...
          :DChe ridere! :D
      • nome e cognome scrive:
        Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX

        Chissa' se con questa mossa i servi delle
        multinazionali si renderanno conto della nuova
        equazione:

        1 bene comprato != 1 bene posseduto.Chissà se riuscirai a comprendere il concetto di affitto?
        • krane scrive:
          Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
          - Scritto da: nome e cognome

          Chissa' se con questa mossa i servi delle

          multinazionali si renderanno conto della

          nuova equazione:

          1 bene comprato != 1 bene posseduto.
          Chissà se riuscirai a comprendere il concetto di
          affitto?Ma che affitto, c'e' la multiproprieta', basta una comune copia destinata alla vendita da parte di uno e la condivisione e' servita: http://www.videotecheweb.it/pvs/
    • king crimson scrive:
      Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
      - Scritto da: bubba
      Dall'articolo non e' perfettamente chiaro (fosse
      stata solo una mossa difensiva per il NOLEGGIO
      AUTO, poteva avere un
      senso).

      "
      When you BUY a Renault Zoe, the battery isnt
      included.


      Instead, you sign a RENTAL contract for the
      battery with the car maker. In a Zoe owners
      forum, user Franko30 reports that the contract
      contains a clause giving Renault the right to
      prevent your battery from charging at the end of
      the rental
      period.

      This means that Renault has some way of remotely
      controlling the battery charging process.

      According to the Spiegel article, the Zoe (and
      most or all other electric cars) collect reams of
      data on how you use them, and send this data off
      to the manufacturer without your
      knowledge.
      "

      Davvero un bel cavallone di XXXXX. e fino a qui ci siamo...
      Urgono subito batterie cinesi clonateeh no! così ci si mette dalla parte del "torto" e, peggio ancora, si finisce, indirettamente, per AVALLARE queste cose...quello che urge è la RIVOLTA contro questo genere di cose, è l'AZIONE per impedire con le buone o, meglio, con le cattive, che queste cose si possano farechi (persone) propuna e legittima ssitemi come questo dovrebbe essere immediatamente preso e messo alla pubblica GOGNA (materialmente eh, non solo in senso figurato) dal popolo...
      • Panda Rosa scrive:
        Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
        Se non ti piacciono, vai da chi non lo fa.Se loro ne vendono 0, vedi che cambiano.Non si può imporre a tutti cosa vuoi tu. Si chiama democrazia eh
        • sgubbio scrive:
          Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • andrea marzo scrive:
          Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
          se però tutti i produttori fanno così che fai? rimani senza macchina? usi altri mezzi? e quando metteranno a copiare questi metodi per altri mezzi di trasporto? purtroppo le grandi aziende hanno tutto l'interesse a utilizzare tecniche del genere e sanno di essere nelle condizioni di imporcele di fatto, specie se i politici danno una mano..
          • cicciobello scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            - Scritto da: andrea marzo
            se però tutti i produttori fanno così che fai?E se i produttori smettono del tutto di fare auto? Non ha molto senso considerare ipotesi irrealistiche
          • Panda Rosa scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            Apri tu una società, e fai auto vecchio stile. Diventi pure ricco, pensa che XXXX!
          • giuda scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            sempre che ti finanzino le banche per mettere su una fabbrica di automobili che concorrono per evitare un modus operandi di TUTTO il mercato, sicuramente avrai un sucXXXXXne quando lo dici al direttore della tua banca
        • rockroll scrive:
          Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
          - Scritto da: Panda Rosa
          Se non ti piacciono, vai da chi non lo fa.
          Se loro ne vendono 0, vedi che cambiano.

          Non si può imporre a tutti cosa vuoi tu. Si
          chiama democrazia
          ehLa penso anche io così.Per me il maggior piacere di avere un auto è proprio il possederla, sentirla tua, averla come la vuoi tu e sopratutto pronta all'uso sotto casa. Altrimenti, per l'uso che ormai ne faccio visto che se la sposto non trovo più parcheggio, se non posso più sentirla mia tanto vale rinunciare e servirsi di mezzi pubblici ed eccezionalmente di prenderla a nolo.
        • king volution scrive:
          Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
          - Scritto da: Panda Rosa
          Se non ti piacciono, vai da chi non lo fa.
          Se loro ne vendono 0, vedi che cambiano.

          Non si può imporre a tutti cosa vuoi tu. Si
          chiama democrazia ehdemocrazia manco per il XXXXXe il tuo si chiama SERVILISMO
          • Panda Rosa scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            No, è che tu vuoi imporre a tutti ciò che vuoi tu.Ognuno è libero di fare ciò che vuole, e vendere ciò che vuole. A chi non piace, no compra.
          • giuda scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            no, è che tu sei ignorante e non conosci le regile suo mercati, nessuno può vendere e comportarsi come dici tu altrimenti viola tali regole, e non c'entra nulla la democrazia, per strano che ti sembri è vietato proporsi come schiavo, anche se sei in democrazia la schiavitù è stata abolita, visto applefan? manco stavolta ci hai azzeccato
          • giuda scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            - Scritto da: giuda
            no, è che tu sei ignorante e non conosci le
            regole sui mercati, nessuno può vendere e
            comportarsi come dici tu altrimenti viola tali
            regole, e non c'entra nulla la democrazia, per
            strano che ti sembri è vietato proporsi come
            schiavo, anche se sei in democrazia la schiavitù
            è stata abolita, visto applefan? manco stavolta
            ci hai
            azzeccato
          • giuda scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            +1 e non è abbastanza
        • panda verde scrive:
          Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
          - Scritto da: Panda Rosa
          Se non ti piacciono, vai da chi non lo fa.
          Se loro ne vendono 0, vedi che cambiano.

          Non si può imporre a tutti cosa vuoi tu. Si
          chiama democrazia
          ehPer me Democrazia significa rispetto delle regole. Regole scritte nell'interesse della collettivita' e non del piu' forte. Anzi, a tutela del piu' debole. In questo caso a tutela del contraenete piu' debole.Se cosi' non fosse dovremmo rinunciare a:(scrivere l'elenco e poi soffermarsi ad analizzarne la lunghezza).
          • Panda Rosa scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            Quindi facciamo tutti quello che vuoi tu, perchè tu hai sempre ragione!Io voglio venderti un cellulare senza batteria non posso, perchè tu hai stabilito non sia giusto. Quindi non è che non lo compri, ma impedisci a me di venderlo. Ottimo cosi! Piccoli dittatori crescono.
          • Ubunto scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            - Scritto da: Panda Rosa
            Quindi facciamo tutti quello che vuoi tu, perchè
            tu hai sempre
            ragione!
            Io voglio venderti un cellulare senza batteria
            non posso, perchè tu hai stabilito non sia
            giusto. Quindi non è che non lo compri, ma
            impedisci a me di venderlo. Ottimo cosi! Piccoli
            dittatori
            crescono.Il mercato non è una democrazia.Non lo è nemmeno in una dimensione parallela. E sì, la "democrazia", ma anche qualsiasi altra forma di governo, può impedirti di vendere qualunque cosa. Ad esempio non puoi vendere cibi avariati, anche se trovi acquirenti. Non lo puoi fare. Non lo puoi fare nemmeno se sei l'unico venditore di cibi, o se non lo sei. E non è "antidemocratico" metterti in carcere se provi a vendere cibi avariati. Democrazia, magari ti sfugge, significa "governo del popolo", non "governo del mercato" o "governo dei consumatori".Non sei una democrazia, non sei un governo. Sei un conta polli che fa i suoi interessi a discapito degli altri.E' il tuo mestiere, è pure legittimo sino ad un certo punto, ma lascia stare la democrazia che è un altro settore.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 novembre 2013 12.25-----------------------------------------------------------
          • Panda Rosa scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            Proprio esempi uguali eh...Una cosa che nuoce alla salute, paragonato ad un auto.
          • krane scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            - Scritto da: Panda Rosa
            Proprio esempi uguali eh...

            Una cosa che nuoce alla salute, paragonato
            ad un auto.Le auto nuociono gravemente alla salute, tremila morti in italia nel 2012.
          • about a boy uno sgabbio scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            [img]http://2.bp.blogspot.com/-Z6tQ94UJ0MI/T7CyfYd746I/AAAAAAAAFhk/iRHXZF7NSQU/s1600/ditoluna.jpg[/img]
          • about a boy uno sgabbio scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            [img]http://2.bp.blogspot.com/-Z6tQ94UJ0MI/T7CyfYd746I/AAAAAAAAFhk/iRHXZF7NSQU/s1600/ditoluna.jpg[/img]
          • about a boy uno sgabbio scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            [img]http://2.bp.blogspot.com/-Z6tQ94UJ0MI/T7CyfYd746I/AAAAAAAAFhk/iRHXZF7NSQU/s1600/ditoluna.jpg[/img]
          • about a boy uno sgabbio scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            [img]http://2.bp.blogspot.com/-Z6tQ94UJ0MI/T7CyfYd746I/AAAAAAAAFhk/iRHXZF7NSQU/s1600/ditoluna.jpg[/img]
          • Ubunto scrive:
            Re: cacchio, un bel cavallo di XXXXX
            - Scritto da: Panda Rosa
            Proprio esempi uguali eh...

            Una cosa che nuoce alla salute, paragonato ad un
            auto.Non è importante, l'esempio dimostra che un limite posto al mercato non è "antidemocratico" e che le logiche del "mercato" non hanno nulla a che fare con il governo o la democrazia.E non avrebbe proprio senso un "mercato democratico", perché non sarebbe un "mercato".I prezzi del mercato si basano sul principio di domanda-offerta, non su quello di "una testa, un voto", "domanda - offerta" non è democratico. E poi che senso avrebbe chiamare "mercato" qualcosa dove i prodotti, i prezzi, il commercio stesso... è sottoposto a voto? Non avrebbe proprio senso. Mercato e governo sono due cose che si incontrano, ma hanno settori apaprtenenza e dominio di applicazione diversi. Gli interessi del mercato non sono quelli del governo (o delle democrazie) e viceversa.Sui prezzi ci sono leggi che cercano di impedire "i cartelli". Sarebbero anti-democratiche?La tendenza attuale è quella di fare cartelli non sui prezzi, ma sui prodotti. Quello delle batterie è un ottimo esempio di potenziale cartello dei prodotti. Nulla di anti-democratico verificare una situazione del genere ed intervenire ex-post o ex-ante, regolandola (non necessariamente vietandola).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 novembre 2013 12.26-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti