Jump, da Java a .NET saltellando

Ed è proprio con un grosso salto che Microsoft sembra voler scavalcare Java e spingere, grazie a tool denominati JUMP, gli sviluppatori verso la piattaforma .NET. Ce la farà o sbatterà contro l'ostacolo?


Redmond (USA) – La guerra fra Microsoft e Sun non sembra essersi affatto placata con l’annuncio, pochi giorni fa, dell’accordo che ha posto fine ad una causa legale risalente al ’97 e che ha visto Microsoft pagare 20 milioni di dollari a Sun per continuare ad utilizzare Java nei suoi attuali prodotti per sette anni.

Microsoft ieri ha infatti svelato un nuovo progetto , chiamato Java User Migration Path to Microsoft (JUMP) con cui spera di aiutare gli sviluppatori Java a transitare, con il minimo sforzo, verso l’infrastruttura.NET.

A detta di Microsoft, JUMP consentirà il porting di applicazioni in Java verso la piattaforma.NET senza violare l’accordo legale concordato con Sun: secondo la casa di Redmond, infatti, gli strumenti software che faranno parte di JUMP non contengono codice di proprietà di Sun, limitandosi a tradurre il linguaggio Java in uno dei corrispondenti linguaggi previsti da.NET.

JUMP sarà costituito da tre tool principali e si rivolgerà in particolare agli utenti “orfani” di Visual J++, un prodotto di cui Microsoft ha già annunciato da tempo la chiusura dello sviluppo. Di questi tre tool uno si occuperà della conversione delle attuali classi Java in file nativi per.NET; uno permetterà agli utenti di Visual Studio.NET di utilizzare la sintassi del linguaggio Java per sviluppare direttamente applicazioni per la piattaforma.NET; l’ultimo consentirà la conversione assistita di codice Java nel corrispondente codice C#, un linguaggio ancora in beta testing considerato lo “Java-killer” di Microsoft.


Sun ha accolto la notizia con una quasi indifferenza ben simulata. Scott McNealy, boss dell’azienda, ha detto che “Microsoft non ha capito Java”, perché “vuole togliere a Java il multipiattaforma”. Il vice presidente di Sun, Rich Green, ha dichiarato: “E’ assolutamente comprensibile. Loro stanno ancora tentando di muovere gli sviluppatori non solo verso.NET, ma via da Java”. Sempre Green si è però detto fiducioso che l’accordo legale firmato con Microsoft sarà sufficiente a garantire che questa non “scavalchi” Java.

Secondo il parere di diversi analisti, Microsoft sta rischiando molto: non è affatto scontato, nonostante tutto il suo “potere”, che i milioni di sviluppatori Java intendano fare questa sorta di “salto nel buio” verso una piattaforma ancora tutta da capire e tuttora in via di sviluppo.

Mitchell Skinner, di OsOpinion, giustifica l’azzardo di Microsoft con l’ipotesi che l’infrastruttura.NET rappresenti per il colosso l’opportunità di continuare a controllare il mercato del software anche nel caso in cui l’azienda dovesse essere divisa in due: da una parte le applicazioni, dall’altra i sistemi operativi.

Far accettare alla grande comunità di sviluppatori Java e Visual Basic il passaggio a C#, non sarà dunque cosa facile. Tutti sanno quanti anni e quanta fatica richieda portare alla maturità un nuovo linguaggio, e se Java ha avuto il grosso vantaggio di essere lo strumento giusto al momento giusto, si potrà dire altrettanto di C#?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Lo scambio file non morira' mai
    Questo essere virus di un hacker di Albaania. Nome di virus e' "Virus manuale".Noi di Albaania non essere molto tecnologico. Quindi chiedo che tu cancellare tutti i file di tuo computer e poi mandare questa mail ad altri persone che tu conosci.GrazieHacker di Albaania.
  • Anonimo scrive:
    ATTENZIONE: Gnutella2 potrebbe essere una farsa !
    Gnutella2 potrebbe essere una farsa.Fino ad ora quelli di GnutellaWorld non hanno fatto altro che rilasciare dichiarazioni alla stampa e registrare una manciata di domini web.Fino ad ora hanno prodotto ZERO line di codice / documentazione di eventuali protocolli.Tutti gli sviluppatori Gnutella (i produttori di BearShare, LimeWire, Toadnode) sono abbastanza scettici della cosa vedono GnutellaWorld come dei "venditori di fumo".Vedasi l'articolo sul sito di Gnutella.it con relativi riferimenti ai posting degli sviluppatori Gnutella.http://www.gnutella.it/gnutellatwo.php3saluti,Benno Senonerhttp://www.gnutella.it
  • Anonimo scrive:
    sveglia regà !
    ancora con napster, gnutella, brufoli.... ma ancora non siete passati all'audiognome ? il meglio di tutti ?? svegliatevi cribbio...sti cavoli di napster a pagamento ormai non lo uso da mesi... audiognome rules
    • Anonimo scrive:
      Re: sveglia regà !
      - Scritto da: charbonnier
      ancora con napster, gnutella, brufoli.... ma
      ancora non siete passati all'audiognome ? il
      meglio di tutti ?? svegliatevi cribbio...sti
      cavoli di napster a pagamento ormai non lo
      uso da mesi... audiognome rulesMa l' audiognome sta in giardino con gli altri nani e Biancaneve?E usando GNutella vengono i brufoli?E se i Cd li rubo direttamente non si fa prima, che c'è anche la copertina colorata?
    • Anonimo scrive:
      Re: sveglia regà !:PER CHARBONNIER
      audiognome rulesCOSA E' AUDIOGNOME RULES? C'e UN SITO?SPARI QUESTE COSE E NON SPIEGHI NEANCHE COSA E'..NON TUTTI SANNO DI COSA SI TRATTA..FACCI SAPERE E TI RAMMENDO CHE NAPSTE E' A PAGAMENTO DA LUGLIO E NON ORA..BYE..- Scritto da: charbonnier
      ancora con napster, gnutella, brufoli.... ma
      ancora non siete passati all'audiognome ? il
      meglio di tutti ?? svegliatevi cribbio...sti
      cavoli di napster a pagamento ormai non lo
      uso da mesi... audiognome rules
  • Anonimo scrive:
    Mi sfugge una cosa......
    .... se la musica e il cinema saranno completamente gratis, chi lavorerà per produrli, visto che non fruteranno una lira? Possiamo sperare in contributi statali a fondo perduto per finanziare amichette canterine di ministri vari (come già succede) o magari finalmente si tornerà alla purezza dell'arte?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sfugge una cosa......

      .... se la musica e il cinema saranno
      completamente gratis, chi lavorerà per
      produrli, visto che non fruteranno una lira?
      Possiamo sperare in contributi statali a
      fondo perduto per finanziare amichette
      canterine di ministri vari (come già
      succede) o magari finalmente si tornerà alla
      purezza dell'arte?Non credo molto al tutto gratis, perchè sono sempre stato dell'opinione che nulla sia veramente gratis... Questo per dirti che non son pienamente d'accordo con lo scambio totalmente gratuito di musica (o film), a meno che questo non dia una smossa alle major che si stanno mangiando soldi e soldi da chiunque (dagli artisti e da chi li segue).Il vero guadagno della musica sta nelle esecuzioni live (dai concerti alle serate in discoteca), dove già SIAE si mangia parecchio, ma almeno c'è un buon compenso diretto all/agli artista/i. (cosa simile per il cinema, escludendo le produzioni per tv e vhs)...Non dico che la musica (o il cinema) "da casa" debbano diventare gratuiti, anzi, ma avere prezzi più ragionevoli di quelli che hanno ora...Saluti...
  • Anonimo scrive:
    E beeweeb?
    Scusate la mia ignoranza, c'è qualcuno che puòspiegarmi se gnutella è simile a beeweeb?Grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: E beeweeb?
      - Scritto da: gb
      Scusate la mia ignoranza, c'è qualcuno che
      può
      spiegarmi se gnutella è simile a beeweeb?
      Grazie.trovi un po' di info qui www.gnutella.it
    • Anonimo scrive:
      Re: E beeweeb?
      - Scritto da: gb
      Scusate la mia ignoranza, c'è qualcuno che
      può
      spiegarmi se gnutella è simile a beeweeb?Non c'entra *assolutamente* niente :o) e' un sistema di file-sharing, cioe' di condivisione di file (ognuno che si connette al sistema ha la possibilita' di prlevare dai PC degli altri utenti cio' che essi mettono a disposizione, ma nel contempo anche lui deve mettere a disposizione qualcosa). e' invece semplicemente un "drive remoto", una sorta di grande hard disk al quale ti colleghi via internet e sul quale puoi archiviare cio' che vuoi.ciaonopa
      • Anonimo scrive:
        Re: E beeweeb?
        quanto ci mettiamo a fare un programmino che trasforma biueb o come si chiama in un coso per lasciare musica e prenderla da un'altra parte.sara' sempre piu' cosi',- Scritto da: nopa
        - Scritto da: gb

        Scusate la mia ignoranza, c'è qualcuno che

        può

        spiegarmi se gnutella è simile a beeweeb?

        Non c'entra *assolutamente* niente :o)
        e' un sistema di file-sharing,
        cioe' di condivisione di file (ognuno che si
        connette al sistema ha la possibilita' di
        prlevare dai PC degli altri utenti cio' che
        essi mettono a disposizione, ma nel contempo
        anche lui deve mettere a disposizione
        qualcosa).
        e' invece semplicemente un "drive
        remoto", una sorta di grande hard disk al
        quale ti colleghi via internet e sul quale
        puoi archiviare cio' che vuoi.

        ciao

        nopa
  • Anonimo scrive:
    E vai!
    In bocca al lupo anche a Gnutella!!PonZ
Chiudi i commenti