Kerberos ora è vulnerabile

Alcune delle più diffuse implementazioni del ben noto standard per l'autenticazione contengono una grave vulnerabilità che potrebbe mettere a serio rischio la sicurezza di reti e server. Ecco di che si tratta


Roma – Kerberos, la nota e diffusissima tecnologia di autenticazione adottata da numerosi sistemi operativi e prodotti per la sicurezza, contiene una grave vulnerabilità che potrebbe consentire ad un aggressore di guadagnare i privilegi di amministratore su di un sistema remoto.

Il centro governativo americano CERT ha pubblicato un avviso di sicurezza in cui si spiega che la falla consiste in un buffer overflow nel demone di amministrazione delle versioni 4 e 5 di Kerberos, inclusa la distribuzione krb5-1.2.6.

Il CERT sostiene che è già stato trovato un modo per sfruttare la vulnerabilità e lo stesso Massachusetts Institute of Technology (MIT), l’università che ha creato questo standard di sicurezza, ha avvertito che un exploit sta già circolando per la Rete. Il CERT avverte pertanto tutti coloro che utilizzano prodotti basati su Kerberos di verificare immediatamente la loro eventuale vulnerabilità: al momento pare che l’implementazione di Microsoft dello standard Kerberos sia immune al problema.

In questo bollettino il MIT fornisce alcuni suggerimenti su come correggere la falla.

Il team Computer Incident Advisory Capability (CIAC) del Dipartimento per l’Energia ha sottolineato la gravità del problema spiegando come un potenziale aggressore non abbia bisogno di identificarsi su di un server per l’autenticazione per portare l’attacco: in seguito alla natura della vulnerabilità, un cracker potrebbe infatti eseguire del codice a sua scelta su di un key distribution center (KDC) ed in seguito compromettere un database Kerberos.

Kerberos fu sviluppato nella metà degli anni ’80 come parte del progetto Athena del MIT sotto la guida di Steve Miller e Clifford Neuman. Attualmente è arrivato alla versione 5 e rimane un punto fermo nel settore.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Nanotech : E' un pericolo?
    Vi consiglio questa lettura :http://www.tmcrew.org/eco/nanotecnologia/billjoy.htm sui possibili sviluppi della nanotech....non sarei cosi' ottimista, visto che oggi comandano solo i soldi delle multinazionali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nanotech : E' un pericolo?
      Cheppalle ste associazioni luddiste!sempre pronte a cercare qualche nuova tecnologia per dargli contro e continuare a propserare sulle spalle dei creduloni e degli ingenui che pensano che questa gente creda in quello che fa.Vabbé però se non altro si riciclano, sono ecologici. E pensare che ora usano internet (che insieme ai pc è stato uno dei loro bersagli preferiti in passato) per proliferare...Ma un lavoro serio no?
  • Anonimo scrive:
    Non capisco a che serve
    Qualcuno me lo spiega? Che ci fanno con tutta quella robina in cosi' poco spazio? Non costa molto di piu'?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non capisco a che serve
      in realta' non costa molto di piu'...in quanto l' unico costo maggiore e' la ricerca che viene poi ammortizzata sulla produzione dei chip, e se ne produci tanti il costo non sale.i vantaggi sono notevoli... piu' piccoli sono i circuiti maggiore e' il fattore di integrazione che permette di avere processori piu' potenti anche dove lo spazio e' limitato...:)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non capisco a che serve

        in realta' non costa molto di piu'...questo e' da dimostrare
        in quanto l' unico costo maggiore e' la
        ricerca che viene poi ammortizzata sulla
        produzione dei chip, e se ne produci tanti
        il costo non sale.c'e' anche il costo della produzione, sono due costi.. e per produrne tanti devi farli richiedere da tutti
        i vantaggi sono notevoli... piu' piccoli
        sono i circuiti maggiore e' il fattore di
        integrazione che permette di avere
        processori piu' potenti anche dove lo spazio
        e' limitato...
        :)hal 9000 ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Non capisco a che serve
          dal punto di vista tecnologico i costi maggiori sono quelli della ricerca, quelli di produzione sono trascurabili (di solito) di questo fatto te ne accorgi ogni volta che esce un nuovo microprocessore... appena uscito costa carissimo (per ammortizzare la ricerca) dopo un po' quasi te lo regalano (a costi ammortizzati):)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non capisco a che serve
      Anzitutto pensa alla comodità... un PC in un orologio, ad esempio.Poi pensa che più si va nel microscopico più è possibile aumentare la frequenza di lavoro (= velocità spaventose) e più diminuiscono i consumi di corrente elettrica (magari prima o poi basterà un piccolo pannello solare per alimentare un computer molto potente.Quindi serve.... eccome se serve.Ciao :)
  • Anonimo scrive:
    Il futuro è nano
    Per ora si punta a costruirli piccoli, poi gli si dara' loro la possibilita' di interagire l'uno con l'altro, poi assumeranno una intelligenza collettiva. E' tutto gia' scritto. E non sono scritture sacre.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro è nano
      - Scritto da: Predicatore
      Per ora si punta a costruirli piccoli, poi
      gli si dara' loro la possibilita' di
      interagire l'uno con l'altro, poi
      assumeranno una intelligenza collettiva. E'
      tutto gia' scritto. E non sono scritture
      sacre.ba, mi sembra strano che possano diventare intelligenti, dopotutto li crea l'uomo che molto intelligente non è!
      • Anonimo scrive:
        Re: Il futuro è nano
        Io non credo che se le macchine divenissero intelligenti ci distruggerebbero: anzi loro essendo consapevoli di chi le a create, perchè ed anche che se dovessero morire i loro pensieri andrebbero persi, senza inutili congetture su inferno paradiso che portano solo al male.
  • Anonimo scrive:
    Alien Tech
    Tutta tecnologia aliena. Gli si limitano a costruire e usare.
  • Anonimo scrive:
    Spaventoso!!!!!!
    Desidererei vivere 300 anni solo per vedere a che punto arriverà il progresso e la conoscenza umana!
    • Anonimo scrive:
      Re: Spaventoso!!!!!!
      - Scritto da: Franco Bembo
      Desidererei vivere 300 anni solo per vedere
      a che punto arriverà il progresso e la
      conoscenza umana!al punto che fra trecento anni non si sara' ancora trovata una cura per il raffredddore e un metodo per evitare le code all'ufficio postale (e sulle automobili volanti ci sara' ancora il tergicristallo)abbi pazienza!
      • Anonimo scrive:
        Re: Spaventoso!!!!!!
        - Scritto da: Larry
        - Scritto da: Franco Bembo

        Desidererei vivere 300 anni solo per
        vedere

        a che punto arriverà il progresso e la

        conoscenza umana!

        al punto che fra trecento anni non si sara'
        ancora trovata una cura per il raffredddore
        e un metodo per evitare le code all'ufficio
        postale (e sulle automobili volanti ci
        sara' ancora il tergicristallo)

        abbi pazienza!io questa del raffreddore non l'ho mai capita.. quando mi viene mi spruzzo uno spray nel naso e m passa all'istante... cioè ovvio non mi passa il raffreddore.. però il sintomo del naso chiuso sparisce.per quanto riguarda le code alle poste qualcosa (anzi molto) si può fare già oggi con internet e sempre di più si potrò fare nei prossimi anni.Per i tergicristalli ho sentito di vetri che non si bagnano, non si sporcano, etc,etc etc ti basta ? :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Spaventoso!!!!!!

        al punto che fra trecento anni non si sara'
        ancora trovata una cura per il raffredddoreNo, la troveranno. La terranno nascosta ai più e agli altri pochi costerà tantissimo.
        e un metodo per evitare le code all'ufficio
        postale (e sulle automobili volanti ciAll'ufficio postale potrai mandarci l'apposito addetto che verrà pagato profumatamente.
        sara' ancora il tergicristallo)
        abbi pazienza!Pagando abbastanza riuscirai ad ottenere che non piova quando devi usare l'auto.Troppo pessimista ? :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Spaventoso!!!!!!
      - Scritto da: Franco Bembo
      Desidererei vivere 300 anni solo per vedere
      a che punto arriverà il progresso e la
      conoscenza umana!Progresso?
Chiudi i commenti