Kindle, Amazon vende in perdita

Più di cinque dollari e quasi dieci: sono le differenze tra prezzo di costo e prezzo di vendita del nuovo e-reader e del nuovo tablet di Amazon. Che spera di guadagnare in altri modi

Roma – Uno studio pubblicato in esclusiva su Mainstreet conferma le interpretazioni di molti sulle strategie economiche di Amazon: “svendere” l’hardware per incentivare l’acquisto di servizi e contenuti. Sotto osservazione è il lettore Kindle che è stato presentato insieme al Kindle Fire, ma che, a differenza della famiglia tablet, è stato reso disponibile subito sul mercato . Caratteristica peculiare è il prezzo imbattibile: 79 dollari. La sua produzione, però, costerebbe ad Amazon 84,25 dollari (escludendo, peraltro, costi aggiuntivi come le tasse di licenza e i costi di spedizione): 5 dollari e 25 centesimi in più del prezzo di vendita.

Da una parte questa scelta di “andare in perdita”, almeno nel momento di lancio, è parzialmente spiegata con l’ormai noto argomento dell’incentivo al consumo: Amazon rende ipercompetitivi i propri prodotti “materiali” per poter aumentare la vendita di quelli “immateriali” (libri, film, riviste). Dall’altra parte è necessario sottolineare, però, che questa versione a basso costo del nuovo e-reader è sovvenzionata dalla pubblicità, mostrata a mezzo screensaver. Nel caso i consigli per gli acquisti non siano desiderati, il consumatore dovrà optare per l’altra versione dello stesso Kindle: senza pubblicità ma con un prezzo più alto.

La società di analisi che ha elaborato questi dati, iSuppli, aveva sviluppato la stessa analisi dei costi sull’altro nuovo nato in casa Amazon, il tablet Kindle Fire. Secondo questo studio il tablet, il cui prezzo di vendita annunciato è fissato a 199 dollari, ha in realtà un costo di produzione di 210 dollari, il che significa una perdita di 10 dollari. Questo comporta il vantaggio di una concorrenza spietata nei confronti degli altri tablet e soprattutto di iPad (il cui modello base è in vendita a più del doppio, 499 dollari), nonostante tra i due ci siano delle differenze: ad esempio niente connessione 3G (per il momento solo WiFi) e niente fotocamera.

D’altra parte questa scelta comporta anche rischiare, per Amazon, di veder scendere i propri margini sotto lo 0 per cento. La semplice vendita di contenuti digitali potrebbe, dunque, non essere sufficiente a giustificare una perdita di 10 dollari per tablet. Gli analisti di iSuppli ipotizzano che la strategia di Amazon sia di far entrare il grosso dei guadagni attraverso la vendita di tutti quei prodotti che non hanno nulla a che fare con i tablet o i computer, ogni bene “fisico” disponibile negli store di Amazon. Gli analisti descrivono Kindle Fire come una sorta di punto vendita digitale portatile, che può far aumentare la propensione all’acquisto dei prodotti venduti dalla stessa Amazon.

Qualunque sia la strategia economica dietro il lancio di Kindle Fire, comunque, sembra proprio che stia funzionando: per il tablet, che sarà in vendita solo dai prossimi giorni, già si contano 5 milioni di ordinazioni .

Elsa Pili

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Guybrush scrive:
    Chi veramente "ruba" al cinema...
    http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/11/13/news/il_re_dell_intrattenimento_un_videogame_modern_warfare_soprassa_guerre_stellari-24862630/?ref=HRERO-1ROTFLMAOEccoli qua i "ladri".Eh si.Nell'articolo si legge che ha realizzato solo nelle prime 24 ore di distribuzione, più di Avatar. Un prodotto qualitativamente ben realizzato (imho con una trama disegnata con l'accetta, ma sui gusti non si discute) e distribuito in modo da favorire chi possiede la licenza d'uso a scapito degli altri.Certo, non è tutto oro quel che luccica e i costi di gestione del gioco sono assai più elevati di un film che, una volta pubblicato, continua ad incassare fino a 70 anni dopo la morte dell'ultimo co-autore (95 per gli usa).Pero' se si vuole che il gioco continui a macinare profitti:1) Deve essere continuamente aggiornato2) Deve offrire un servizio di qualità agli utentiinsomma significa che chi lo ha realizzato (ovvero il publisher e la folta schiera di persone impiegate) deve continuare a lavorare.Altro che canzonette.GT
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
      E nonostante produrre e mantenere un gioco di sucXXXXX costi + della realizzazione di un film, incassano e guadagnano molto bene, nonostante i videogiochi siano + piratati di musica e cinema messi assieme.Evidentemente la pirateria esiste, ma non turba il mercato + di tanto.
      • Guybrush scrive:
        Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella
        E nonostante produrre e mantenere un gioco di[...]
        Evidentemente la pirateria esiste, ma non turba
        il mercato + di
        tanto.Nel bene e nel male la pirateria stimola il mercato.Da un lato i prodotti originali sono sempre più appetibili grazie ai servizi a valore aggiunto offerti, dall'altro aumentano i lucchetti e le azioni di lobby.GT
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
          - Scritto da: Guybrush
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella

          E nonostante produrre e mantenere un gioco di
          [...]

          Evidentemente la pirateria esiste, ma non turba

          il mercato + di

          tanto.

          Nel bene e nel male la pirateria stimola il
          mercato.Chiunque abbia fatto uno studio sul fenomeno lo conferma.
          Da un lato i prodotti originali sono sempre più
          appetibili grazie ai servizi a valore aggiunto
          offerti,ottimo, è così che deve andare.
          dall'altro aumentano i lucchetti e le
          azioni di
          lobby.Questo è discutibile, dato che i lucchetti sono a danno esclusivo degli utenti "probi". E' una pratica che andrà a diminuire.
          • frk scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...


            Nel bene e nel male la pirateria stimola il

            mercato.

            Chiunque abbia fatto uno studio sul fenomeno lo
            conferma.Non stimola il mercato... rende ancora più noti i marchi di sucXXXXX ampliando la distribuzione dei loro prodotti, tutto a discapito di chi produce giochi free e porodotti low-cost.Dopotutto che motivo c'è di giocare con un gioco gratuito e magari open-source, se ho a disposizione Call Of Duty gratis?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            - Scritto da: frk


            Nel bene e nel male la pirateria
            stimola
            il


            mercato.



            Chiunque abbia fatto uno studio sul fenomeno
            lo

            conferma.

            Non stimola il mercato... rende ancora più noti i
            marchi di sucXXXXX ampliando la distribuzione dei
            loro prodotti, tutto a discapito di chi produce
            giochi free e porodotti
            low-cost.+ uno è "famoso" + lo piratano.+ uno è "famoso" + guadagna.Ergo la pirateria non fa perdere soldi a chi viene piratato.Questo a smentire chi piagnucola.

            Dopotutto che motivo c'è di giocare con un gioco
            gratuito e magari open-source, se ho a
            disposizione Call Of Duty
            gratis?Nessuno però si stupisce se Justin Beaber viene ascoltato + di band nostrane di qualità infinitamente superiore che magari distribuisce gratis il suo lavoro.Prima ci dite che la c.d. pirateria diminuisce gli introiti di chi viene piratato. Quando venite smentiti, vi lamentate che ci perde chi non viene piratato.Insomma chi ci perde?D'altronde se la cultura del videogioco si diffonde (a gratis per colpa della pirateria), è un bene o un male per le piccole produzioni?
          • frk scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            E' inutile arrampicarsi sugli specchi... è un dato di fatto che la pirateria favorisce i grandi e danneggia i piccoli. Esattamente l'opposto di quello che vorreste voi piratoni.Microsoft e Office ti dice nulla?
          • MeMedesimo scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            Ah ora ricordo chi era FRK... Il piccolo sviluppatore che diceva che la pirateria danneggiava tutto il mondo dei videogiochi e ora (visti gli inconfutabili numeri) dici che danneggia solo i piccoli... Vallo a dire ai piccoli che hanno creato giochi come Minecraft, Terraria o Braid (tanto per fare nomi random), piccoli che ora navigano nell'oro.Levami una curiosità: questa volta ci dirai quale videogioco/chi hai sviluppato tu così possiamo dare noi un giudizio di quanto la pirateria ti danneggi realmente o ti tirerai indietro per l'ennesima volta?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            - Scritto da: frk
            E' inutile arrampicarsi sugli specchi...Pertanto, smettila, no?Non ti fa fare gran belle figure.
            è un
            dato di fatto che la pirateria favorisce i grandi
            e danneggia i piccoli.E lo puoi dimostrare con un qualche dato scientificamente rilevato?O ti dobbiamo credere così, perchè sei simpatico?
            Esattamente l'opposto di
            quello che vorreste voi
            piratoni."VOI" piratoni lo vai a dire a qualche tuo congiunto.Moderati, non è insultando che dimostrerai di avere ragione.Inoltre cosa vogliano o non vogliano gli altri non sono affari tuoi.

            Microsoft e Office ti dice nulla?Li stessi prodotti che se io chiedo di non vendermi coattivamente mi volete costringere ad acquistare?
          • frk scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Microsoft e Office ti dice nulla?

            Li stessi prodotti che se io chiedo di non
            vendermi coattivamente mi volete costringere ad
            acquistare?Io non ti costringuo ad acquistare un bel nulla, infatti io uso OpenOffice perchè non ho intenzione di spendere centinaia di Euro per una suite di cui uso si e no il 10% delle fuznioni.Ma tutti sanno usare solo MS Office e non vogliono sentir parlare di installare Open Office perche tanto "vanno sul forum" e se lo scaricano gratis!
          • Allibito scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: frk



            Nel bene e nel male la pirateria

            stimola

            il



            mercato.





            Chiunque abbia fatto uno studio sul
            fenomeno

            lo


            conferma.



            Non stimola il mercato... rende ancora più
            noti
            i

            marchi di sucXXXXX ampliando la
            distribuzione
            dei

            loro prodotti, tutto a discapito di chi
            produce

            giochi free e porodotti

            low-cost.

            + uno è "famoso" + lo piratano.
            + uno è "famoso" + guadagna.
            Ergo la pirateria non fa perdere soldi a chi
            viene
            piratato.
            Questo a smentire chi piagnucola.




            Dopotutto che motivo c'è di giocare con un
            gioco

            gratuito e magari open-source, se ho a

            disposizione Call Of Duty

            gratis?

            Nessuno però si stupisce se Justin Beaber viene
            ascoltato + di band nostrane di qualità
            infinitamente superiore che magari distribuisce
            gratis il suo
            lavoro.

            Prima ci dite che la c.d. pirateria diminuisce
            gli introiti di chi viene piratato. Quando venite
            smentiti, vi lamentate che ci perde chi non viene
            piratato.
            Insomma chi ci perde?

            D'altronde se la cultura del videogioco si
            diffonde (a gratis per colpa della pirateria), è
            un bene o un male per le piccole
            produzioni?Non arrovellarti il cervello in discorsi contorti, la pirateria fa danni a tutti i settori ed è evidente a tutti. Non c'è bisogno di farsi conoscere regalando opere, chi vorrà farlo è padrone di essere libero, ma deve sempre essere una scelta e come vedi, non sono molti gli autori che decidono in quel senso, se fosse come dici tu lo farebbero tutti.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...

            Non stimola il mercato... rende ancora più noti i
            marchi di sucXXXXX ampliando la distribuzione dei
            loro prodotti, tutto a discapito di chi produce
            giochi free e porodotti
            low-cost.

            Dopotutto che motivo c'è di giocare con un gioco
            gratuito e magari open-source, se ho a
            disposizione Call Of Duty
            gratis?Tu produci giochi free ed open source.... o software proprietario (anche se a basso prezzo)?Lo sai che i giochi (e i film, e la musica) non sono intercambiabili: se voglio il prodotto x, non accetto un prodotto y simile.
          • frk scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...

            Tu produci giochi free ed open source.... o
            software proprietario (anche se a basso
            prezzo)?

            Lo sai che i giochi (e i film, e la musica) non
            sono intercambiabili: se voglio il prodotto x,
            non accetto un prodotto y
            simile.Ma questo non è vero. Nel mondo dei beni fisici funziona esattamente così... non mi posso permettere la ferrari, mi compro la punto... non mi posso permettere l'iphone mi faccio android... non mi posso permettere il flat 56" me ne compro uno da 28"Quindi voglio comprare Call of Duty che costa 59,99 (sparo li una cifra) e non ho i soldi (o chi mi deve pagare il gioco non vuole spenderli) magari per questa volta trovo qualcosa free o a costo ridotto.. e alla fine mi ci diverto pure.Ciò non toglie che se voglio call of duty lo compro lo stesso alla fine, ma magari è l'unico gioco ad alto prezzo che compro nel corso dell'anno. Il resto dell'anno risparmio.
          • krane scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            - Scritto da: frk

            Tu produci giochi free ed open source.... o

            software proprietario (anche se a basso

            prezzo)?



            Lo sai che i giochi (e i film, e la musica)
            non

            sono intercambiabili: se voglio il prodotto
            x,

            non accetto un prodotto y

            simile.

            Ma questo non è vero. Nel mondo dei beni fisici
            funziona esattamente così... non mi posso
            permettere la ferrari, mi compro la punto... non
            mi posso permettere l'iphone mi faccio android...
            non mi posso permettere il flat 56" me ne compro
            uno da
            28"

            Quindi voglio comprare Call of Duty che costa
            59,99 (sparo li una cifra) e non ho i soldi (o
            chi mi deve pagare il gioco non vuole spenderli)
            magari per questa volta trovo qualcosa free o a
            costo ridotto.. e alla fine mi ci diverto
            pure.

            Ciò non toglie che se voglio call of duty lo
            compro lo stesso alla fine, ma magari è l'unico
            gioco ad alto prezzo che compro nel corso
            dell'anno. Il resto dell'anno risparmio.Potresti sempre comprarlo usato da qualcuno che non lo usa piu', come per la ferrari se proprio ti piacesse...A no, peccato e' vietato dalla licenza !
          • frk scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            - Scritto da: krane

            Potresti sempre comprarlo usato da qualcuno che
            non lo usa piu', come per la ferrari se proprio
            ti
            piacesse...

            A no, peccato e' vietato dalla licenza !Non sono ben informato su questi limiti di licenza (non esistono i negozi di giochi usati??) ma in tal caso sono d'accordo con te. La proprietà della licenza dovrebbe essere trasferibile, fermo restando che non deve essere un trucco per poter sfruttare lo stesso prodotto due volte contemporaneamente.
          • krane scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            - Scritto da: frk
            - Scritto da: krane



            Potresti sempre comprarlo usato da qualcuno
            che

            non lo usa piu', come per la ferrari se
            proprio

            ti

            piacesse...



            A no, peccato e' vietato dalla licenza !

            Non sono ben informato su questi limiti di
            licenza (non esistono i negozi di giochi usati??)
            ma in tal caso sono d'accordo con te. La
            proprietà della licenza dovrebbe essere
            trasferibile, fermo restando che non deve essere
            un trucco per poter sfruttare lo stesso prodotto
            due volte contemporaneamente.I giochi usati si trovano ma secondo la licenza sono illegali. E' un trucco del produttore si.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
            - Scritto da: frk

            Tu produci giochi free ed open source.... o

            software proprietario (anche se a basso

            prezzo)?



            Lo sai che i giochi (e i film, e la musica)
            non

            sono intercambiabili: se voglio il prodotto
            x,

            non accetto un prodotto y

            simile.

            Ma questo non è vero. Nel mondo dei beni fisici
            funziona esattamente così... non mi posso
            permettere la ferrari, mi compro la punto... non
            mi posso permettere l'iphone mi faccio android...
            non mi posso permettere il flat 56" me ne compro
            uno da
            28"Ma i software non sono beni fisici, quindi il tuo esempio non regge. E noi non siamo disposti a fare finta che siano beni fisici per reggerti il gioco.Quando vai al cinema, dici forse "quel film mi piacerebbe, ma costa troppo... guardo quell'altro che non c'entra nulla, non mi interessa, ma costa meno"?

            Quindi voglio comprare Call of Duty che costa
            59,99 (sparo li una cifra) e non ho i soldi (o
            chi mi deve pagare il gioco non vuole spenderli)
            magari per questa volta trovo qualcosa free o a
            costo ridotto.. e alla fine mi ci diverto
            pure.No; se volevo giocare a call of duty non mi interessa un gioco diverso. Se vuoi che io giochi al gioco fatto da te, vedi di fare un bel gioco (o di farlo open, così se no mi piace lo modifico e ci aggiungo quello che voglio).Torno a chiederti: tu sviluppi giochi free?
      • Allibito scrive:
        Re: Chi veramente "ruba" al cinema...
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella
        E nonostante produrre e mantenere un gioco di
        sucXXXXX costi + della realizzazione di un film,
        incassano e guadagnano molto bene, nonostante i
        videogiochi siano + piratati di musica e cinema
        messi
        assieme.

        Evidentemente la pirateria esiste, ma non turba
        il mercato + di
        tanto.No, infatti la combattono per noia, non perchè faccia danni incalcolabili...
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    I guadagni "milionari"
    <i
    Quanto costa questo giocattolo? </i
    <b
    Tra laffitto del server americano e la manutenzione che gestiamo in Italia sono necessarie ogni anno almeno cinquemila euro allanno, rende noto Tex Willer. E chi paga? Circa duemila euro riusciamo a recuperarle dai banner, da qualche sponsor e dalle <u
    pochissime </u
    donazioni. <u
    Il resto lo paghiamo noi. Ci autotassiamo: 250 euro a testa per i quattro amministratori di Italiashare e 20 euro per i collaboratori. </u
    </b
    http://www.primaonline.it/2011/10/20/97037/internet-tex-willer-il-cow-boy-che-guida-italiashare/
    • GDinV scrive:
      Re: I guadagni "milionari"
      La mia personalissima opinione, è che guadagnasse molto, ma molto di più di 5000 euro AL MESE e non poche migliaai all'anno come dice. 300k utenti unici al giorno sono tantissimi. Chi ne capisce di banner e pubblicità sa quanto guadagna un sito così grande.
      • Rayden scrive:
        Re: I guadagni "milionari"
        - Scritto da: GDinV
        La mia personalissima opinione, è che guadagnasse

        Chi ne capisce di banner e pubblicità sa quanto
        guadagna un sito così
        grande.
        molto, ma molto di più di 5000 euro AL MESE e non
        poche migliaai all'anno come dice. 300k utenti
        unici al giorno sono tantissimi.
        Cinque siti...Tempo fa ebbe l'idea, poi respinta anche questa dagli utenti, di scorporare Italianshare in più parti per argomento. E semplicemente perchè contava così di farci più soldi...
    • Rayden scrive:
      Re: I guadagni "milionari"
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      <i
      Quanto costa questo giocattolo?
      </i



      <b
      Tra laffitto del server americano e
      la manutenzione che gestiamo in Italia sono
      necessarie ogni anno almeno cinquemila euro
      allanno, rende noto Tex Willer. E chi paga?
      Circa duemila euro riusciamo a recuperarle dai
      banner, da qualche sponsor e dalle <u

      pochissime </u
      donazioni. <u
      Il
      resto lo paghiamo noi. Ci autotassiamo: 250 euro
      a testa per i quattro amministratori di
      Italiashare e 20 euro per i collaboratori.
      </u
      </b



      http://www.primaonline.it/2011/10/20/97037/interneQuesto è quello che dice lui comunque... (rotfl)Nessun altro sito aveva le quantità abnormi di pubblicità di ItalianShare e lo spam via mail. E contemporaneamente era sempre a piangere miseria e a chidere soldi e donazioni...Oltretutto Tex era uno che minacciava gli utenti che non cliccavano sui banner o dicevano di aver messo filtri sul browser per non avere pubblicità, di esclusione. E spammava personalmente anche via PM.Tempo fa ebbe anche l'idea, poi mai applicata perchè alcuni si opposero apertamente, di mettere i link a pagamento perché i soldi non gli bastavano mai...Mai visto da nessun alatra parte e in nessun altro sito un personaggio tanto squallido e ipocrita. Mi dispiace per il sito e per gli utenti ma sicuramente non per lui.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: I guadagni "milionari"
        - Scritto da: Rayden
        Nessun altro sito aveva le quantità abnormi di
        pubblicità di ItalianShare e lo spam via mail.Per questo 2000 euro l'anno è una cifra credibile. Altrimenti non lo sarebbe. La pubblicità che paga abbastanza (per modo di dire perché parliamo comunque di pochi centesimi) è quella pay per click, dove gli utenti devono cliccarci sopra se no gli inserzionisti non pagano. E non consideri nemmeno il fatto che molti usano adblocker vari e quindi i banner non li visualizzi (neanche quelli payperview che pagano a visualizzazione e non a click) di conseguenza il sito non vede un centesimo.Un buon payperview dà 0,0002 a visualizzazione. No, il numero di zeri non è sbagliato, sono 2 DECIMILLESIMI di euro: cioè per ogni 100 visualizzazioni sono 2 centesimi di euro. Per arrivare a 2 euro devi avere DIECIMILA visualizzazioni e tutte di utenti diversi (il banner considera l'ip di provenienza, una volta visualizzato con quell'ip, quell'ip è bruciato per le prossime 24/48 ore a seconda del banner, quindi le visualizzazioni successive non incassano soldi) tutte di utenti diversi senza adblocker.I payperclick (dove l'utente deve cliccare perché il sito faccia soldi) possono arrivare a pagare in alcuni casi 50 centesimi a click (ma più spesso parliamo di cifre tra i 2 e i 20 centesimi a click) sempre secondo lo stesso criterio.
        E
        contemporaneamente era sempre a piangere miseria
        e a chidere soldi e
        donazioni...Se le cifre sono quelle che dice, è ovvio che piangesse miseria: a fine anno aveva un passivo del 150%. Cioè riceveva 2 e spendeva 5.
        Oltretutto Tex era uno che minacciava gli utenti
        che non cliccavano sui banner o dicevano di aver
        messo filtri sul browser per non avere
        pubblicità, di esclusione. E spammava
        personalmente anche via PM.Non conosco il sito, tuttavia, se fosse come dici, com'è che tutta quella gente ci rimaneva sopra?
        Tempo fa ebbe anche l'idea, poi mai applicata
        perchè alcuni si opposero apertamente, di mettere
        i link a pagamento perché i soldi non gli
        bastavano mai...Sarebbe un suicidio, come se poi fosse l'unico ad avere qualcosa. Dovrebbe sapere bene che nel momento in cui qualcosa è a disposizione non puoi impedire che circoli liberamente. Succede in tutti i settori. Comunque non era un sito di prerelease, non più di mille altri: quelli di sicuro non hanno tutti questi utenti e soprattutto non sono mai così visibili, in genere non vengono neanche indicizzati su Google. Ma il mondo delle prerelease in Italia praticamente non esiste più. All'estero però...
        • Rayden scrive:
          Re: I guadagni "milionari"
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          Non conosco il sito, tuttavia, se fosse come
          dici, com'è che tutta quella gente ci rimaneva
          sopra?Perchè la gran parte degli utenti semplicemente se ne fregava delle sue sparate, del suo spam e delle sue minacce vuote da bullo informatico e andava avanti per la propria strada.Aggiungi che il sito era ben fatto, era multiprotocollo e aveva quantità di link non indifferenti.Aggiungi anche che c'era una percentuale di fan e di uTonti molto superiore che da altri parti, tale che quando lui chiedeva soldi e piangeva miseria, cosa che faceva di continuo, donavano dicendo che erano felici di farlo, neanche avesse inventato lui internet e il p2p...Se ho un giudizio critico è perchè io certe cose le ho viste e le ho lette personalmente, non una volta o due, ma più e più volte. Mai visto altrove un altro personaggio tanto fasullo e ipocrita nel mondo p2p. Quindi ripeto: mi dispiace per il sito ben fatto e per gli utenti che non meritano conseguenze per la sua manifesta incapacità, ma lui era un furbetto di bassa lega e spero gli diano il massimo della pena.
        • urrr... scrive:
          Re: I guadagni "milionari"
          MAh... per hobby gestisco un piccolo sito che ha circa 500 visite al giorno, e con la pubblicità arrivo a quasi 500 euro all'anno.Certo pochissimo ma se confrontiamo 500 visite al giorno contro le 300.000 dire che riuscisse a guadagnare solo 2000 euro all'anno mi sembra davver MOLTO POCO...In sostanza guadagna 4 volte tanto il mio sitarello avendo il 60.000% di visite in più ogni giorno? mah... mi risulta difficile crederlo...
        • frk scrive:
          Re: I guadagni "milionari"
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: Rayden
          Un buon payperview dà 0,0002 a visualizzazione.
          No, il numero di zeri non è sbagliato, sono 2
          DECIMILLESIMI di euro: cioè per ogni 100
          visualizzazioni sono 2 centesimi di euro. Per
          arrivare a 2 euro devi avere DIECIMILA
          visualizzazioni e tutte di utenti diversi (il
          banner considera l'ip di provenienza, una volta
          visualizzato con quell'ip, quell'ip è bruciato
          per le prossime 24/48 ore a seconda del banner,
          quindi le visualizzazioni successive non
          incassano soldi) tutte di utenti diversi senza
          adblocker.Secondo me invece con questi numeri (300.000 visitatori unici giorno) faceva un sacco di soldi... riporti la mia esperienza diretta con AdMob (per chi non lo sapesse è un circuito di pubblicazione banner su siti e app mobile).Io ho 100.000 pageview mese (si badi bene: MESE) e guadagno mediamente $200 al mese.Se uno ha 300.000 pageview al giorno (e 300.000 utenti unici giorno ne fanno molte di più di pageview), il conto è presto fatto: $200 x 3 x 30 = $18.000 / mese!!!
          • frk scrive:
            Re: I guadagni "milionari"
            - Scritto da: frk
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Rayden

            Un buon payperview dà 0,0002 a
            visualizzazione.

            No, il numero di zeri non è sbagliato, sono 2

            DECIMILLESIMI di euro: cioè per ogni 100

            visualizzazioni sono 2 centesimi di euro. Per

            arrivare a 2 euro devi avere DIECIMILA

            visualizzazioni e tutte di utenti diversi (il

            banner considera l'ip di provenienza, una
            volta

            visualizzato con quell'ip, quell'ip è
            bruciato

            per le prossime 24/48 ore a seconda del
            banner,

            quindi le visualizzazioni successive non

            incassano soldi) tutte di utenti diversi
            senza

            adblocker.

            Secondo me invece con questi numeri (300.000
            visitatori unici giorno) faceva un sacco di
            soldi... riporti la mia esperienza diretta con
            AdMob (per chi non lo sapesse è un circuito di
            pubblicazione banner su siti e app
            mobile).

            Io ho 100.000 pageview mese (si badi bene: MESE)
            e guadagno mediamente $200 al
            mese (pay per click).
            Se uno ha 300.000 pageview al giorno (e 300.000
            utenti unici giorno ne fanno molte di più di
            pageview), il conto è presto fatto: $200 x 3 x 30
            = $18.000 /
            mese!!!
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: I guadagni "milionari"
            - Scritto da: frk
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Rayden

            Un buon payperview dà 0,0002 a
            visualizzazione.

            No, il numero di zeri non è sbagliato, sono 2

            DECIMILLESIMI di euro: cioè per ogni 100

            visualizzazioni sono 2 centesimi di euro. Per

            arrivare a 2 euro devi avere DIECIMILA

            visualizzazioni e tutte di utenti diversi (il

            banner considera l'ip di provenienza, una
            volta

            visualizzato con quell'ip, quell'ip è
            bruciato

            per le prossime 24/48 ore a seconda del
            banner,

            quindi le visualizzazioni successive non

            incassano soldi) tutte di utenti diversi
            senza

            adblocker.

            Secondo me invece con questi numeri (300.000
            visitatori unici giorno) faceva un sacco di
            soldi... riporti la mia esperienza diretta con
            AdMob (per chi non lo sapesse è un circuito di
            pubblicazione banner su siti e app
            mobile).

            Io ho 100.000 pageview mese (si badi bene: MESE)
            e guadagno mediamente $200 al
            mese.
            Se uno ha 300.000 pageview al giorno (e 300.000
            utenti unici giorno ne fanno molte di più di
            pageview), il conto è presto fatto: $200 x 3 x 30
            = $18.000 /
            mese!!!Bella questa matematica fantasiosa.
          • frk scrive:
            Re: I guadagni "milionari"


            = $18.000 /

            mese!!!

            Bella questa matematica fantasiosa.Argomentare no?Se io ho 3.000 pageview al giorno e guadagno $200 al mese, perchè chi ne fa 300.000 non dovrebbe guadagnarne $20.000 ?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: I guadagni "milionari"
            - Scritto da: frk


            = $18.000 /


            mese!!!



            Bella questa matematica fantasiosa.

            Argomentare no?

            Se io ho 3.000 pageview al giorno e guadagno $200
            al mese, perchè chi ne fa 300.000 non dovrebbe
            guadagnarne $20.000
            ?Non è quello che hai scritto prima.
          • frk scrive:
            Re: I guadagni "milionari"
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: frk



            = $18.000 /



            mese!!!





            Bella questa matematica fantasiosa.



            Argomentare no?



            Se io ho 3.000 pageview al giorno e guadagno
            $200

            al mese, perchè chi ne fa 300.000 non
            dovrebbe

            guadagnarne $20.000

            ?

            Non è quello che hai scritto prima.Come no.. adesso ho solo arrotondato un po' le cifre:Avevo scritto questo:
            Se uno ha 300.000 pageview al giorno (e 300.000
            utenti unici giorno ne fanno molte di più di
            pageview), il conto è presto fatto: $200 x 3 x 30
            = $18.000 /
            mese!!!$200 è quanto faccio io.. con 100.000 pageview... lui ne fa tre volte tante (300.000) e 30 volte al mese (beato lui!) quindi 200 x 3 x 30
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: I guadagni "milionari"
            Avevo letto male io
  • Damiano Nicastro scrive:
    scomparsa di un conto corrente dalla ban
    San Paolo IMI ha nascosto alla Magistratura di Ragusa il c/c 10/645629 di Campo Innocenza Maria.Può la Banca San Paolo IMI non riportare il conto corrente n. 10/645629 a seguito degli accertamenti bancari disposti dal Magistrato di Ragusa?La Guardia di Finanza di Torino ha comunicato a San Paolo IMI la richiesta di accertamenti bancari disposta dal Magistrato il 06-04-2004 con cui chiede natura ed estremi di qualsiasi rapporto entro giorni dieci, ma San Paolo IMI non riporta il c/c n. 10/645629. Campo Innocenza ha lottato negli ultimi otto anni con denunce alla Magistratura, esposti ai vari Ministri e Banca dItalia. Il Ministro Giulio Tremonti e Intesa San Paolo non hanno mai risposto alle gravissime accuse di Innocenza Maria, mai.Confido e spero nelloperato della Magistratura.CONTO CORRENTE SCOMPARE DALLA BANCA.wmv - YouTube www.youtube.com/watch?v=2QIg1BY6Cdc 17 ott 2011 - 3 min - Caricato da AAAAAAAAA3170Questo è l'appello di Campo Innocenza alla banca San Paolo IMI, dopo avere visto ... In memoria di Campo ...
  • nome e cognome scrive:
    denunciare la guardia di finanza
    non conosco il sito in questione ma se e' vero che era solo un repository di link penso che la guardia di finanza e quindi il giudice abbia commesso un gravissimo illecito, casi del genere vengono trattati spesso dalla EFF americana e vengono sempre vinti nonostante la loro legislazione sia piu' stringente della nostra . E' diverso per attivita' di condivisione, p2p o a server centrale ma non mi pare sia questo il caso, in caso di streaming l'illecito e' dell'host che conserva il file non certo di chi lo linka o chi fa streaming, e' come denunciare un utente per essersi sintonizzato su un canale tv dove trasmettevano un film per cui non sono pagati i diritti. E' sempre possibile che un giudice pazzo condanni per un link ed e' gia' sucXXXXX ma non mi sento di poter parlare di stato di diritto in questo caso
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: denunciare la guardia di finanza
      - Scritto da: nome e cognome
      non conosco il sito in questione ma se e' vero
      che era solo un repository di link penso che la
      guardia di finanza e quindi il giudice abbia
      commesso un gravissimo illecito, casi del genere
      vengono trattati spesso dalla EFF americana e
      vengono sempre vinti nonostante la loro <i
      http://punto-informatico.it/2278754/PI/News/torrentspy-crolla-deve-110-milioni-dollari-danni.aspx- Sta facendo il giro della Rete la notizia della sentenza con cui il giudice distrettuale Judge Florence-Marie Cooper ha condannato il motore di ricerca TorrentSpy a corrispondere, a titolo di risarcimento per aver volontariamente contribuito all'infrazione del copyright, ben 110 milioni di dollari all'industria cinematografica rappresentata da MPAA. </i
      http://punto-informatico.it/1727117/PI/News/usa-condannato-al-carcere-link-bittorrent.aspx <i
      il 23enne Grant Stanley, condannato in questi giorni da un tribunale americano per aver messo in piedi e gestito un sito di link. Si tratta della prima condanna in assoluto negli States per il gestore di un sito dedicato agli utenti BitTorrent, una sentenza che prevede cinque mesi di carcere, altrettanti di arresti domiciliari, tre anni di libertà vigilata con acXXXXX condizionato ad Internet e 3mila dollari di multa.Della condanna informa il Ministero della Giustizia americano: Grant avrebbe ammesso di aver gestito, in associazione con altri, il sito EliteTorrents.org e di aver violato il Family Entertainment Copyright Act. </i
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: denunciare la guardia di finanza
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: nome e cognome

        non conosco il sito in questione ma se e'
        vero

        che era solo un repository di link penso che
        la

        guardia di finanza e quindi il giudice abbia

        commesso un gravissimo illecito, casi del
        genere

        vengono trattati spesso dalla EFF americana e

        vengono sempre vinti nonostante la loro
        <i

        http://punto-informatico.it/2278754/PI/News/torren
        - Sta facendo il giro della Rete la notizia della
        sentenza con cui il giudice distrettuale Judge
        Florence-Marie Cooper ha condannato il motore di
        ricerca TorrentSpy a corrispondere, a titolo di
        risarcimento per aver volontariamente contribuito
        all'infrazione del copyright, ben 110 milioni di
        dollari all'industria cinematografica
        rappresentata da
        MPAA.
        </i


        http://punto-informatico.it/1727117/PI/News/usa-co
        <i

        il 23enne Grant Stanley, condannato in questi
        giorni da un tribunale americano per aver messo
        in piedi e gestito un sito di link. Si tratta
        della prima condanna in assoluto negli States per
        il gestore di un sito dedicato agli utenti
        BitTorrent, una sentenza che prevede cinque mesi
        di carcere, altrettanti di arresti domiciliari,
        tre anni di libertà vigilata con acXXXXX
        condizionato ad Internet e 3mila dollari di
        multa.

        Della condanna informa il Ministero della
        Giustizia americano: Grant avrebbe ammesso di
        aver gestito, in associazione con altri, il sito
        EliteTorrents.org e di aver violato il Family
        Entertainment Copyright Act.

        </i
        <b
        "La vendita di copie pirata favorisce il mercato degli originali" <i
        "In ogni caso, invertendo l'argomentazione giuridica, è concepibile che un cliente, dopo aver sentito o visto la copia pirata, possa decidere di acquistare gli originali ... in modo che la vendita di copie pirata, lungi dal nuocere, favorisca il mercato delle riproduzioni originali". </i
        </b
        Chi lo ha scritto? Un esponente del Partito Pirata? Un arruffapopolo, dedito a sbornie di demagogia? ( http://www.socialmediamarketing.it/i-nostri-infiltrati-in-agcom-riflessioni-semiserie-sulla-delibera-agcom-in-materia-di-diritto-dautore/ )No, è stato messo nero su bianco in una sentenza ( http://es.scribd.com/doc/69721113/Sentencia-Penal-criterios-indemnizacion-140-LPI ) pronunciata da un giudice spagnolo all'esito di un procedimento penale che vedeva come imputati dei venditori di cd/dvd "pirata".La sentenza evoca alla mente un precedente italiano ( http://www.antiarte.it/eugius/sentenza_anticopyright.htm ) del 2001 (la nota "sentenza anticopyright" dell'allora giudice, Gennaro Francione) in cui era possibile leggere <i
        "Anche sul campo della concreta offensività <b
        la New economy ha dimostrato come addirittura la diffusione gratuita delle opere artistiche acceleri paradossalmente la vendita anche degli altri prodotti smistati nei canali ufficiali, e se ciò vale nello spazio virtuale di Internet deve valere anche nello spazio materiale con vendita massiccia di prodotti-copia che alimentano l'immagine e la vendita dello stesso prodotto smistato in via "legale". </b
        </i
        Nella sentenza spagnola, in particolare, si è negato qualsivoglia risarcimento sulla base del presupposto dell'assenza del danno. L' acquisto del materiale pirata sarebbe, infatti, espressione inequivocabile della volontà di non acquistare il prodotto originale <i
        ( "i clienti di musica e film pirata, quando effettuano l'acquisto, esternano la loro decisione di non voler acquistare musica e film originali, cosicchè non vi è alcuna perdita. Detto in altre parole, questi acquirenti o comprano al prezzo basso del supporto pirata o non comprano affatto") </i
        .http://scialdone.blogspot.com/2011/11/la-vendita-di-copie-pirata-favorisce-il.html
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: denunciare la guardia di finanza
          Non c'entra niente con quanto detto. Mi hai fatto sprecare 10 secondi di tempo. Stasera quando sarai nel letto spero che non dormirai per il senso di colpa.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: denunciare la guardia di finanza
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Non c'entra niente con quanto detto.Ah già, dimenticavo che non puoi arrivarci... vi sopravvaluto sempre...
    • krane scrive:
      Re: denunciare la guardia di finanza
      - Scritto da: nome e cognome
      non conosco il sito in questione ma se e' vero
      che era solo un repository di link penso che la
      guardia di finanza e quindi il giudice abbia
      commesso un gravissimo illecito, casi del genere
      vengono trattati spesso dalla EFF americana e
      vengono sempre vinti nonostante la loro
      legislazione sia piu' stringente della nostra .
      E' diverso per attivita' di condivisione, p2p o a
      server centrale ma non mi pare sia questo il
      caso, in caso di streaming l'illecito e'
      dell'host che conserva il file non certo di chi
      lo linka o chi fa streaming, e' come denunciare
      un utente per essersi sintonizzato su un canale
      tv dove trasmettevano un film per cui non sono
      pagati i diritti.

      E' sempre possibile che un giudice pazzo condanni
      per un link ed e' gia' sucXXXXX ma non mi sento
      di poter parlare di stato di diritto in questo
      casoSecondo la legislazione italiana del: "due pesi e due misure" la sentenza e' perfettamente corretta, cosi' come corretta sarebbe stata se foss stata opposta.
    • Allibito scrive:
      Re: denunciare la guardia di finanza
      - Scritto da: nome e cognome
      non conosco il sito in questione ma se e' vero
      che era solo un repository di link penso che la
      guardia di finanza e quindi il giudice abbia
      commesso un gravissimo illecito, casi del genere
      vengono trattati spesso dalla EFF americana e
      vengono sempre vinti nonostante la loro
      legislazione sia piu' stringente della nostra .
      E' diverso per attivita' di condivisione, p2p o a
      server centrale ma non mi pare sia questo il
      caso, in caso di streaming l'illecito e'
      dell'host che conserva il file non certo di chi
      lo linka o chi fa streaming, e' come denunciare
      un utente per essersi sintonizzato su un canale
      tv dove trasmettevano un film per cui non sono
      pagati i diritti.

      E' sempre possibile che un giudice pazzo condanni
      per un link ed e' gia' sucXXXXX ma non mi sento
      di poter parlare di stato di diritto in questo
      casoStai scherzando immagino... questo è da galera e buttare via la chiave, altro che innocenti link, tra i vari reati si è anche venduto l'anagrafica di 300.000 utenti senza il preventivo consenso. In un forum in cui si usa troppo spesso la parola privacy come scudo per fare quello che si vuole, ora che è violentemente violata, passa inosservata? Bizzarro, non trovi?Importante operazione messa a segno dalla Guardia di Finanza di Agropoli grazie alla quale è finito in carcere P.G., quarantanovenne originario di Napoli e residente ad Agropoli (Sa), conosciuto sulla Rete come Tex Willer. Loperazione giunge al termine delle indagini scaturite dal sequestro - nel mese di novembre 2011 - di 5 siti del network Italianshare, tra i più diffusi in Italia, con 300.000 mila utenti iscritti, 550.000 accessi mensili e 31.402 opere coperte da copyright illecitamente poste in condivisione. Il network era composto dai siti web: www.Italianshare.net; musicshare.italiannetwork.net; filmshare.italiannetwork.net; uwp.italiannetwork.net; e www.italiansexy.net. Le indagini condotte dalla Gdf hanno permesso di far emergere, secondo na nota della Gdf «che Tex Willer, nel corso del 2011, aveva venduto a diverse imprese del settore pubblicitario il database di utenti iscritti ai siti pirata, mettendo a disposizione i dati forniti in sede di registrazione, lemail e gli indirizzi Ip dei 300.000 utilizzatori del network illegale, senza aver preventivamente acquisito il loro consenso. In base agli accordi intercorsi, tali dati sensibili sono stati ceduti per consentire linvio agli utenti di comunicazioni, test e banner pubblicitari da parte di 6 imprese acquirenti, permettendo a Tex Willer di incassare 37.000 Euro. Inoltre, le indagini finalizzate allidentificazione della cittadina extra-comunitaria formalmente intestataria degli spazi sui server di una società di Las Vegas su cui erano ospitati i siti appartenenti al network, hanno permesso di far emergere che Tex Willer si è servito nel corso degli anni dei dati anagrafici e dei documenti di numerose persone ignare per creare documenti falsi e identità fittizie utilizzate per lattivazione di carte di credito e prepagate, utilizzate per incassare i proventi dellattività illecita, nonché per loccultamento della titolarità del network pirata Italianshare».Fapav plaude al lavoro svolto dalla Guardia di Finanza di Agropoli: «E opportuno proseguire sulla strada intrapresa», sottolinea il segretario geenrale Federico Bagnoli Rossi, «per contrastare il fenomeno della pirateria, dietro al quale, come dimostra il caso Italianshare, si celano ingenti proventi illeciti. Le cifre riportate dalla Guardia di Finanza di Agropoli sono allarmanti ed è importante che la società civile inizi a rendersi conto della reale entità della pirateria e del danno che causa alleconomia del nostro Paese». «L'indagine sui flussi finanziari legati alla pirateria da parte della Guardia di Finanza, i risvolti sul commercio dei dati personali dei net-citizen che utilizzavano il sito, devono far riflettere sulla reale portata di questo fenomeno. Ci auguriamo ora una seria indagine anche contro le società che hanno comprato spazi pubblicitari sul sito, finanziando un'attività illegale di questo livello» ha invece commentato Enzo Mazza, presidente di Fimi.
      • krane scrive:
        Re: denunciare la guardia di finanza
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: nome e cognome
        Stai scherzando immagino... questo è da galera e
        buttare via la chiave, altro che innocenti link,
        tra i vari reati si è anche venduto l'anagrafica
        di 300.000 utenti senza il preventivo consenso.
        In un forum in cui si usa troppo spesso la parola
        privacy come scudo per fare quello che si vuole,
        ora che è violentemente violata, passa
        inosservata? Bizzarro, non trovi?Piu' che da galera lui e' da istituto di igene mentale chi va su questi siti e lascia i dati veri (cylon)
  • eleirbag scrive:
    300.000 Voti
    + tutti quelli degli altri network, circuiti, comunity, ecc.In un momento in cui la politica è a dir poco impopolaree ancora di più lo sarà dopo che il nuovo/i governo/ivarerà "leggi da fame".Beh forse è la volta buona per chi li catalizzerà rali voti di avere la possibilità di varare una seria riforma del Copyrightin Italia.
  • Fecce scrive:
    Ora ne studia una nuova...
    Da buon napoletano starà già studiando altri metodi per XXXXXXX il prossimo. A Tex Willer del P2P non fregava nulla, ma di tutti gli uTonti che visitavano i forum, scaricavano, generando clic (quindi guadagno) e magari donavano anche al miserabile che spammava nelle loro caselle di posta elettronica, questo sì! Uno modo come un altro per guadagnare alle spalle degli ignari e degli sprovveduti.
    • Rayden scrive:
      Re: Ora ne studia una nuova...
      Infatti è esattamente così:http://i.imgur.com/bqupU.jpgBalle su balle su balle... L'unica cosa che davvero ha sempre saputo fare è chiedere soldi. Se c'è qualcuno che ci ha guadagnato nel mondo p2p quello è lui.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Ora ne studia una nuova...
        - Scritto da: Rayden
        Infatti è esattamente così:

        http://i.imgur.com/bqupU.jpg

        Balle su balle su balle... L'unica cosa che
        davvero ha sempre saputo fare è chiedere soldi.
        Se c'è qualcuno che ci ha guadagnato nel mondo
        p2p quello è lui.Il suo problema è non aver spostato il server in Russia prima. Comunque è stato fesso credendo di essere furbo, le idee di base per nascondersi erano buone ma il modo con cui le ha tentate di applicare è stato pessimo, e infatti l'hanno beccato.
  • ThEnOra scrive:
    Who's next?
    Accetto scommesse!
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Who's next?
      - Scritto da: ThEnOra
      Accetto scommesse!www.videotecheforum.itHanno i link alle locandine, cos'è, quello non è materiale protetto da copyright?
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Who's next?
      - Scritto da: ThEnOra
      Accetto scommesse!Google? Youtube? :D
  • Ah non lo so scrive:
    Utenti
    Chi ha contribuito a postare del materiale da utente,rischia qualcosa?
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Utenti
      - Scritto da: Ah non lo so
      Chi ha contribuito a postare del materiale da
      utente,rischia
      qualcosa?Ora che la guardia di finanzia ha fatto le se visite e che la notizia è pubblica dubito che vadano anche da altri. In genere si cerca di colpire gli elementi principali e basta.
      • Rayden scrive:
        Re: Utenti
        Non si sa, è vero che in genere si colpiscono gli amministratori del sito in questi casi, ma non è detto. Adesso hanno il database con i dati degli utenti e le chiavi del sito. Ci vorrà tempo per analizzare il materiale e sono sempre in tempo per prendersela con altri.Gira voce che Tex abbia ceduto volontariamente le chiavi e i dati degli utenti nel tentativo di scagionarsi e collaborare per alleggerire la sua posizione...
        • Rayden scrive:
          Re: Utenti
          C' da aggiungere che conoscendo lo squallore del personaggio sarebbe perfettamente nel suo stile...
          • lul scrive:
            Re: Utenti
            - Scritto da: Rayden
            C' da aggiungere che conoscendo lo squallore del
            personaggio sarebbe perfettamente nel suo
            stile...ci sta da aggiungere anche che avranno i loro bei XXXXXX per provare tutte le accuse su una singola persona, immagina tu farlo per gli utenti di minore interesse
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Utenti
          - Scritto da: Rayden
          Non si sa, è vero che in genere si colpiscono gli
          amministratori del sito in questi casi, ma non è
          detto. Adesso hanno il database con i dati degli
          utenti e le chiavi del sito. Ci vorrà tempo per
          analizzare il materiale e sono sempre in tempo
          per prendersela con
          altri.
          Gira voce che Tex abbia ceduto volontariamente le
          chiavi e i dati degli utenti nel tentativo di
          scagionarsi e collaborare per alleggerire la sua
          posizione...Sì ma anche col database in genere colpiscono chi amministra il sito o chi condivide quantità enormi di materiali. Chi gestisce paga anche per gli altri perché è la forza organizzatrice, la mente di tutto.
        • user_ scrive:
          Re: Utenti
          e chi era solamente registrato al sito (NON IO EH!!!!!) cosa rischia?
          • user_ scrive:
            Re: Utenti
            cioè chi era registrato e magari non ha mai postato o ha postato poche volte senza incollare link, cioè senza contribuire al diffondersi di materiale cosa rischia?
          • user_ scrive:
            Re: Utenti
            appunto mi chiedo se sia un reato anche solo essersi registrati al sito per magari vedere solo qualche link altrimenti se non sei registrato sono oscurati ecco.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Utenti
            - Scritto da: user_
            appunto mi chiedo se sia un reato anche solo
            essersi registrati al sitoNo perché non possono dimostrare nulla
    • ThEnOra scrive:
      Re: Utenti
      Naaa, chi ha postato no... tuttavia potrebbero fare un lavoro certosino e andare dietro ai moderatori ed ai heavy-uploaders, che in IS mica mancano!
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Non legete i commenti
    Sì esatto...http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=29041&view=findpost&p=654119Non legete <i
    (con una g, ma del resto l'ignoranza regna sovrana in quel forum) </i
    i commenti altrimenti vi girano le b....... <i
    (parola di 8 lettere iniziante per b, BUCCHINE è di otto lettere...) </i
    -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 novembre 2011 05.18-----------------------------------------------------------
  • Robot Rock scrive:
    Better than piracy :D
    Check out il lato oscuro della telefonia. http://www.searcheeze.com/it/p/Tsubai/robot-rock-everything-you-need-to-know-on-android-daily Everything you need to know on Android. Daily.
  • Giulioweb scrive:
    Italian Share
    Ma se il mondo del cinema guadagnasse di meno, se vivessero meno nei lussi, e i film, le cassette, i dvd, li facessero pagare un prezo "onesto", addio pirateria, addio file sharing. Ma si sà i ricchi vogliono essere sempre più ricchi, e il popolo se l'ha da prendere nel c.... E allora si continuerà a scaricare, in barba a tutte le polemiche che possono nascere. La GDF può bloccare tutto quello che vuole, ma certi siti rinasceranno sempre, come la resistenza popolare di un popolo oppresso da un'ingiustizia sociale....ci volete scommettere?
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Italian Share
      - Scritto da: Giulioweb
      Ma se il mondo del cinema guadagnasse di meno, se
      vivessero meno nei lussi, e i film, le cassette,
      i dvd, li facessero pagare un prezo "onesto",
      addio pirateria, addio file sharing. Gratis è un prezzo che non puoi battere caro mio.
      Ma si sà i
      ricchi vogliono essere sempre più ricchi, e il
      popolo se l'ha da prendere nel c.... A parte che nel mondo del cinema, specie in Italia, non è affatto vero che sono tutti ricchi, anzi.Ma quelli che ce la fanno sono semplicemente degli imprenditori di se stessi che hanno avuto sucXXXXX. Sai quanti non ce la fanno? Si chiama rischio di impresa, mica sono dei deputati che hanno avuto il posto grazie a dei favori. La tua è invidia.
      E allora si
      continuerà a scaricare, in barba a tutte le
      polemiche che possono nascere. La GDF può
      bloccare tutto quello che vuole, ma certi siti
      rinasceranno sempre, come la resistenza popolare
      di un popolo oppresso da un'ingiustizia
      sociale....ci volete
      scommettere?Sì combatti per queste XXXXXXX e intanto il paese va in bancarotta perché la gente si preoccupa del filesharing, della squadra che va male in campionato, del grande fratello.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Italian Share
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        Sì combatti per queste XXXXXXX e intanto il paese
        va in bancarotta perché la gente si preoccupa del
        filesharing, della squadra che va male in
        campionato, del grande fratello.Il nostro cervello è multitasking, se il tuo non lo è sei rimasto a Windows 3.1
        • dio in terra scrive:
          Re: Italian Share
          TU SEI L'ESPRESSIONE PEGGIORE DEL GENERE UMANO = IL XXXXXXXX - VAI A SCARICARE E STATENE ZITTO - ALMENO NON FAI BRUTTE FIGURE
    • mavaff scrive:
      Re: Italian Share
      ecco perche' berlusconi vi ha governato per 17 anni, senti questo come giustifica la pirateria, embe' e' chiaro e' tutta colpa del lusso di deniro & c. , come avevamo fatto a non pensarci. magari sara' pure colpa del lusso in cui viveva il proprietario dei siti?
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Italian Share
        - Scritto da: mavaff
        magari sara' pure colpa del lusso in cui viveva
        il proprietario dei siti?XXXXX, viveva nel lusso e non poteva permettersi un hosting a Panama...
  • topo gigio scrive:
    rubare...
    Ed ancora o nn vi vuole entrare in testa o proprio fate finta di non capire: scaricare un brano o film o altro non è come rubare lo ha detto pure la cassazione ma a voi questo termine rubare quanto vi piace usarlo ed abusarne......
    • ThEnOra scrive:
      Re: rubare...
      ...completa il pensiero. Non è rubare, ma...(....).... ???
      • bubba scrive:
        Re: rubare...
        - Scritto da: ThEnOra
        ...completa il pensiero. Non è rubare,
        ma...(....)....
        ???ma e' scaricare. e' semplice.Tantopiu' che e' OT con l'articolo e rispetto al provvedimento contro Italianshare, visto che loro non 'scaricavano = rubavano(?)' alcunche'..
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: rubare...
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: ThEnOra

          ...completa il pensiero. Non è rubare,

          ma...(....)....

          ???
          ma e' scaricare. e' semplice.
          Tantopiu' che e' OT con l'articolo e rispetto al
          provvedimento contro Italianshare, visto che loro
          non 'scaricavano = rubavano(?)'
          alcunche'..Negli anni qui su punto informatico abbiamo letto più volte di siti italiani pieni di link bittorrent che venivano sequestrati. Hai mai sentito di una loro riapertura e del fatto che il magistrato si fosse sbagliato?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: rubare...
            edit-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 novembre 2011 02.53-----------------------------------------------------------
          • Joe Tornado scrive:
            Re: rubare...
            Non che io ricordi. Succede perchè si aprono procedimenti penali che durano un'eternità. Però, mentre c'è un certo interesse a far rimbalzare sui media la notizia di retate di pericolosi pirati, si preferisce non pubblicizzare le conclusioni dei procedimenti: se su cento, tra indulti e quant'altro, se ne condanna uno, quanti soldi ha buttato lo Stato per le indagini, l'istruttoria ed il proXXXXX ?
          • bubba scrive:
            Re: rubare...
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: ThEnOra


            ...completa il pensiero. Non è rubare,


            ma...(....)....


            ???

            ma e' scaricare. e' semplice.

            Tantopiu' che e' OT con l'articolo e
            rispetto
            al

            provvedimento contro Italianshare, visto che
            loro

            non 'scaricavano = rubavano(?)'

            alcunche'..

            Negli anni qui su punto informatico abbiamo letto
            più volte di siti italiani pieni di link
            bittorrent che venivano sequestrati. Hai mai
            sentito di una loro riapertura e del fatto che il
            magistrato si fosse
            sbagliato?Di (ri)apertura molte volte (anche se sopratutto le cose che abbiamo letto qui su P.I. sono non sequestri ma inibizioni di siti esteri, il cui blocco viene bypassato in genere il gg stesso)... un esempio fresco e' Linkstreaming.com sequestrato in toto appena 1 anno fa.. e gia' riaperto.sul fatto che "il magistrato si fosse sbagliato" ovviamente molto meno.. stante che i magistrati "non sbagliano mai", specie se coadiuvati da leggi dementi, abnormi, contraddittorie, con procedimenti che durano ANNI e che servono per ingrassare avvocati (cose che scrivevo in un altro post)... cmq probabilmente ce ne sono ,ma dovrei cercare per bene
          • bubba scrive:
            Re: rubare...
            ah tra gli altri (ri)aperti recenti citerei anche crazyproject.org , sequestrato a settembre e riaperto in http://crazyproject-reloaded.com/ ..ma poi chissa' quanti ce ne sono... magari un gg o l'altro faccio una ricerca :)E' che non sono per niente addentro alle 'community di interscambio' se no sicuramente te ne potrei sciorinare un grosso elenco... perche' spesso i supporter, se muore un FQDN, si spostano banalmente su un altro... tranne probabilmente il tizio jellato al quale viene sequestrato il compIuter e il maus
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: rubare...
            - Scritto da: bubba
            ah tra gli altri (ri)aperti recenti citerei anche
            crazyproject.org , sequestrato a settembre e
            riaperto in http://crazyproject-reloaded.com/Crazyproject era stato chiuso, questo è un altro dominio e quindi un altro sito.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: rubare...
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: bubba


            - Scritto da: ThEnOra



            ...completa il pensiero. Non è
            rubare,



            ma...(....)....



            ???


            ma e' scaricare. e' semplice.


            Tantopiu' che e' OT con l'articolo e

            rispetto

            al


            provvedimento contro Italianshare,
            visto
            che

            loro


            non 'scaricavano = rubavano(?)'


            alcunche'..



            Negli anni qui su punto informatico abbiamo
            letto

            più volte di siti italiani pieni di link

            bittorrent che venivano sequestrati. Hai mai

            sentito di una loro riapertura e del fatto
            che
            il

            magistrato si fosse

            sbagliato?
            Di (ri)apertura molte volte (anche se sopratutto
            le cose che abbiamo letto qui su P.I. sono non
            sequestri ma inibizioni di siti esteri, il cui
            blocco viene bypassato in genere il gg stesso)...
            un esempio fresco e' Linkstreaming.com
            sequestrato in toto appena 1 anno fa.. e gia'
            riaperto.
            L'ho aperto ora, mi sembra sia aperto, ma vuoto.
          • bubba scrive:
            Re: rubare...
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: bubba



            - Scritto da: ThEnOra




            ...completa il pensiero. Non è

            rubare,




            ma...(....)....




            ???



            ma e' scaricare. e' semplice.



            Tantopiu' che e' OT con l'articolo
            e


            rispetto


            al



            provvedimento contro Italianshare,

            visto

            che


            loro



            non 'scaricavano = rubavano(?)'



            alcunche'..





            Negli anni qui su punto informatico
            abbiamo

            letto


            più volte di siti italiani pieni di link


            bittorrent che venivano sequestrati.
            Hai
            mai


            sentito di una loro riapertura e del
            fatto

            che

            il


            magistrato si fosse


            sbagliato?

            Di (ri)apertura molte volte (anche se
            sopratutto

            le cose che abbiamo letto qui su P.I. sono
            non

            sequestri ma inibizioni di siti esteri, il
            cui

            blocco viene bypassato in genere il gg
            stesso)...

            un esempio fresco e' Linkstreaming.com

            sequestrato in toto appena 1 anno fa.. e gia'

            riaperto.



            L'ho aperto ora, mi sembra sia aperto, ma vuoto.speriamo che alla gdf e affini siano tutti "fiscali" e "precisi" come te. :)
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: rubare...
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: bubba


            - Scritto da: Dottor Stranamore



            - Scritto da: bubba




            - Scritto da: ThEnOra





            ...completa il pensiero.
            Non
            è


            rubare,





            ma...(....)....





            ???




            ma e' scaricare. e' semplice.




            Tantopiu' che e' OT con
            l'articolo

            e



            rispetto



            al




            provvedimento contro
            Italianshare,


            visto


            che



            loro




            non 'scaricavano =
            rubavano(?)'




            alcunche'..







            Negli anni qui su punto informatico

            abbiamo


            letto



            più volte di siti italiani pieni
            di
            link



            bittorrent che venivano
            sequestrati.

            Hai

            mai



            sentito di una loro riapertura e
            del

            fatto


            che


            il



            magistrato si fosse



            sbagliato?


            Di (ri)apertura molte volte (anche se

            sopratutto


            le cose che abbiamo letto qui su P.I.
            sono

            non


            sequestri ma inibizioni di siti esteri,
            il

            cui


            blocco viene bypassato in genere il gg

            stesso)...


            un esempio fresco e' Linkstreaming.com


            sequestrato in toto appena 1 anno fa..
            e
            gia'


            riaperto.






            L'ho aperto ora, mi sembra sia aperto, ma
            vuoto.
            speriamo che alla gdf e affini siano tutti
            "fiscali" e "precisi" come te.
            :)Se lo apro mi porta qui: http://www.nata100.net/ e ad ogni voce c'è scritto Nessun post. Più di 10 secondi non ci perdo visto che non ho niente da guadagnarci e non mi interessa usufruire di quei siti.
          • Funz scrive:
            Re: rubare...
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Negli anni qui su punto informatico abbiamo letto
            più volte di siti italiani pieni di link
            bittorrent che venivano sequestrati. Hai mai
            sentito di una loro riapertura e del fatto che il
            magistrato si fosse
            sbagliato?ddgalaxy?era stato chiuso, poi riaperto con sempre "dd" nel nome.Comunque chiuso un sito, ne spuntano due.
      • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
        Re: rubare...

        completa il pensiero. Non è rubare, ma......duplicare.Bravo, vedi che ci sei arrivato pure tu? (rotfl) <b
        ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
        P-)
        • ThEnOra scrive:
          Re: rubare...
          Dunque, se quella duplicazione non è autorizzata? Cosa stai commettendo?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: rubare...
            - Scritto da: ThEnOra
            Dunque, se quella duplicazione non è autorizzata?
            Cosa stai commettendo?Autorizzata da chi? In genere chi immette il file in rete è uno che ha PAGATO il materiale quindi è stato autorizzato dal momento in cui l'altro ha preso i soldi. L'acquisto è la sua autorizzazione.Per inciso, se compro online un libro e non mi piace ho sette giorni per restituirlo (e un libro si può fotocopiare o scansionare o trascrivere a mano...). Posso anche prenderlo in prestito (GRATIS) in biblioteca. Perché per software, dischi e film non vale lo stesso discorso? Il libro non è opera dell'ingegno e gli altri sì? Parlate tanto di cultura, bene la cultura è quella dei libri, quando dischi film e software funzioneranno come i libri (quindi avrò il diritto di reXXXXX e avrò il diritto di prendere in prestito gratuitamente) allora ne riparleremo. Fino ad allora, questi diritti ce li prendiamo da soli, anche violando le VOSTRE (non certo nostre) leggi, se necessario.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: rubare...
        - Scritto da: ThEnOra
        ...completa il pensiero. Non è rubare,
        ma...(....)....
        ???[yt]IeTybKL1pM4[/yt]Devo tradurtela o la capisci da solo?
    • ruppolo scrive:
      Re: rubare...
      - Scritto da: topo gigio
      Ed ancora o nn vi vuole entrare in testa o
      proprio fate finta di non capire: scaricare un
      brano o film o altro non è come rubare lo ha
      detto pure la cassazione ma a voi questo termine
      rubare quanto vi piace usarlo ed
      abusarne......È a te che non entra in testa che stai rubando il lavoro del prossimo.
      • Un lettore scrive:
        Re: rubare...

        È a te che non entra in testa che stai
        rubando il lavoro del
        prossimo.Quindi se io sono senza lavoro e mi scarico un film il mese dopo ricevo lo stipendio dell'attore protagonista? ;)Pensa a quello che scrivi e a come lo scrivi! ;p
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: rubare...
        Non sta rubando proprio nulla. Il lavoro non si può rubare.Al massimo, sta licenziando qualcuno (in genere, se io decido che non ho più bisogno del tuo lavoro, e quindi non ti voglio più pagare, si dice che ti sto licenziando, non che ti sto derubando).
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: rubare...
        - Scritto da: ruppolo
        È a te che non entra in testa che stai
        rubando il lavoro del
        prossimo.Il lavoro del prossimo consiste nel premere "START" su un replicatore di CD?
      • lul scrive:
        Re: rubare...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: topo gigio

        Ed ancora o nn vi vuole entrare in testa o

        proprio fate finta di non capire: scaricare
        un

        brano o film o altro non è come rubare lo ha

        detto pure la cassazione ma a voi questo
        termine

        rubare quanto vi piace usarlo ed

        abusarne......

        È a te che non entra in testa che stai
        rubando il lavoro del
        prossimo.e chi sarebbe questo prossimo?
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: rubare...

      scaricare un brano o film o altro non è come rubarehttp://www.penale.it/page.asp?IDPag=24 <b
      Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 13 novembre 2003 (dep. 29 gennaio 2004), n. 3449 (2110/2003) </b
      ...non configurabilità del reato di furto dei files mediante duplicazione (o copiatura)...http://www.penale.it/page.asp?IDPag=903 <b
      Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 26 ottobre 2010 (dep. 21 dicembre 2010), n. 44840 </b
      ...è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura...http://laws.findlaw.com/us/473/207.html <b
      Supreme Court of the United States, Dowling vs. United States, 473 U.S. 207 (1985) </b
      ...interference with copyright does not easily equate with theft...http://www.torrentfreak.com/piracy-is-not-theft-111104 <b
      Piracy is NOT Theft: Problems of a Nonsense Metaphor </b
      [yt]IeTybKL1pM4[/yt]P-)
  • un altro qualsiasi scrive:
    Re: per i €....
    ti do' quasi ragione , l'auto la escluderei ma 300 al mese in tasca facilmente gli restano e deve pagare per questa evasione . oltre tutto le scuse dei costi sono balle assurde
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Re: per i €....
    - Scritto da: JackBahuer
    è tutt'altra storia.
    Tra donazioni, e sponsorizzazioni il nostrano TEX
    si sarà fatto senz'altro un auto nuova ......Davvero? Com'è che ha guadagnato tanti soldi da comprarci l'auto nuova e non per comprarsi i server in un paradiso fiscale?
  • eleirbag scrive:
    Sito down, non direi ?
    Uhmm, è strano pero;Il server risulta essere attivo e anche il server WEB risulta operativo.Tra l'altro non vi è nessun redirect ad alcuna altra pagina diavviso di sito sotto sequestro.64.235.52.100Reverse DNS: lasvegas-nv-datacenter.comPer il momento sembrerebbe che l'host sia "volutamente" in statodi stop e non "forzatamente".Dunque credo che le affermazioni di "Tex" siano quantomeno e inparte reali.Vedremo...
    • ThEnOra scrive:
      Re: Sito down, non direi ?
      Prima il sigillo c'era e se TexWiller ha fatto qualcosa, peggio per lui.La sua posizione si aggraverà ulteriormente!Contento lui!?!
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Sito down, non direi ?
        - Scritto da: ThEnOra
        Prima il sigillo c'era e se TexWiller ha fatto
        qualcosa, peggio per lui.
        La sua posizione si aggraverà ulteriormente!
        Contento lui!?!Guarda che "il sigillo" come lo chiami tu non è affatto un sigillo, ma tutt'al più una pagina di cortesia (non diversa dalle 404)
        • ThEnOra scrive:
          Re: Sito down, non direi ?
          Ok, mica sostengo che Tex ha rotto i piombini del sito... quello che dico è che prima l'index.php si vedeva, ora no.Se non è stato Tex, meglio per lui, se si, non vorrei essere al suo posto.Tutto qui.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Sito down, non direi ?
            - Scritto da: ThEnOra
            Ok, mica sostengo che Tex ha rotto i piombini del
            sito... quello che dico è che prima l'index.php
            si vedeva, ora no.E quindi?
            Se non è stato Tex, meglio per lui, se si, non
            vorrei essere al suo posto.Ammesso e non conXXXXX fosse stato lui che reato avrebbe commesso? Ti ricordo ancora una volta che quella pagina non è un sigillo, quindi rimuoverlo o romperlo non è un reato.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Sito down, non direi ?
            1. Mi chiedo come abbia fatto a entrare nuovamente nel server, nel caso le credenziali fossero state cambiate dalla GdF.2. Anche tu non hai tutti i torti. Sarebbe interessante leggere il verbale di sequestro e capire come è stato realizzato.
      • eleirbag scrive:
        Re: Sito down, non direi ?
        E' propio questo il punto, penso chenon abbiano potuto metterlo il sigillose non con "il permesso" dell'interessato.Oh forse "ha dovuto" lasciare aperta unaporticina, perchè il maresciallo Gargiulodelle fiamelle gialle non era riuscito ascaricare tutte le puntante di Lost primadi apporre, o meglio chiedergli di apporre,il redirect! Scusa ma non ho resistito,d'altronde è storia ben conosciuta in Italiadi chi sono i primi "clienti" di questi siti.Comunque a me interessava solo il lato tecnico,dunque aspetto sviluppi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 novembre 2011 09.54-----------------------------------------------------------
  • JackBahuer scrive:
    ammettiamolo
    ma una volta per tutte ammettiamolo che scaricare ,io in primis ( game) ormai questi non più perchè solo quelli on line e lì bisogna "acq"uistarli"ma per un film bdripp,ecc.....spiacente ma conn tutta la crisi che c'e non vado al cinema e tantomeno alla blockbuster(altri ladroni)
  • No Comment scrive:
    No Comment
    non commentate seno su un certo forum* finisce l illusione che si sono fatti* si fa per dire
    • dio in terra scrive:
      Re: No Comment
      Ma per che oddi tanto gli unici che con i film non si sono arrichiti? cavolo loro stanno cercando di restare a galla in un mondo di M , quando i tassisti / camionisti e benzinai fanno sciopero magari gli sei amico ?
      • Joe Tornado scrive:
        Re: No Comment
        Presumo sia odio "di ritorno". A mio parere, se lo meritano tutto, alla luce di come considerano la loro clientela ed ex-clientela.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: No Comment
        - Scritto da: dio in terra
        Ma per che oddi tanto gli unici che con i film
        non si sono arrichiti?Perchè non essendosi arricchiti ce l'hanno a morte con tutti gli altri che invece un mestiere ce lo hanno, come se fosse colpa nostra se hanno aperto una attività non redditizia.
  • dio in terra scrive:
    siete i soliti !
    con la pirateria casalinga ,non ci perdono solo i colossi , ma per primo i picoli da chi stampa dvd e altro a i negozianti che vendo e PAGANO LE TASSE , non fate i finti moralisti per che vi fa comodo scaricare illegalmente , se avete un lavoro sapete benissimo che il mondo gira se tutti pagono , oppure a fine mese non vi danno la busta paga x che la gente ha scaricato il vostro lavoro - oltretutto con i banners e le donazioni si evade il fisco , io se vendo un caffe' a 1 euro ci pago 47 centesimi di tasse !!!!!
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: siete i soliti !
      - Scritto da: dio in terra
      con la pirateria casalinga ,non ci perdono solo i
      colossi , ma per primo i picoli da chi stampa dvd
      e altro a i negozianti che vendo e PAGANO LE
      TASSE Anche il negozietto di alimentari paga le tasse, e quindi? Per mantenere un negozio antiquato e fuori dal tempo, io non dovrei andare a fare la spesa al supermercato spendendo la metà della cifra? Con la crisi che c'è? E i soldi in più per comprarli al negozietto chi me li dà? Tu?
    • krane scrive:
      Re: siete i soliti !
      - Scritto da: dio in terra
      con la pirateria casalinga ,non ci perdono solo i
      colossi , ma per primo i picoli da chi stampa dvd
      e altro a i negozianti che vendo e PAGANO LE
      TASSE , non fate i finti moralisti per che vi fa
      comodo scaricare illegalmente , se avete un
      lavoro sapete benissimo che il mondo gira se
      tutti pagono , oppure a fine mese non vi danno la
      busta paga x che la gente ha scaricato il vostro
      lavoro - oltretutto con i banners e le donazioni
      si evade il fisco , io se vendo un caffe' a 1
      euro ci pago 47 centesimi di tasse !!!!!Cambia lavoro: vendi ghiaccio, poi torna qua a dire le stese cose.
      • dio in terra scrive:
        Re: siete i soliti !
        bravo. certi intelligentoni si trovono solo nascosti dietro la loro tastiera , collega il cervello prima di scrivere ( amesso e conXXXXX che tu lo abbia ) !
        • Sgabbio scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: dio in terra
          bravo. certi intelligentoni si trovono solo
          nascosti dietro la loro tastiera , collega il
          cervello prima di scrivere ( amesso e conXXXXX
          che tu lo abbia )
          !Se non ci arrivi. non è colpa sua.
    • zerobyte scrive:
      Re: siete i soliti !
      - Scritto da: dio in terra
      con la pirateria casalinga ,non ci perdono solo i
      colossi , ma per primo i picoli da chi stampa dvd
      e altroCerto...certo... la EMI & co, vanno da una "piccola" società a chiedere di stampare 60.000 copie di un cd entro 4 giorni... certo...certo....
      a i negozianti che vendo e PAGANO LE
      TASSE Le _TASSE_ vanno pagate su cio' che si "guadagna". Se non c'e' "guadagno" non c'e' tassa da pagare.
      , non fate i finti moralisti per che vi fa
      comodo scaricare illegalmente , 21 per un pezzetto di plastica è invece legale....giusto?
      se avete un
      lavoro sapete benissimo che il mondo gira se
      tutti pagonoCosa c'entra il lavoro con la truffa? Non sono un politico, e per 8 ore di lavoro non percepisco 800 euro.
      , oppure a fine mese non vi danno la
      busta paga x che la gente ha scaricato il vostro
      lavoro Hai ragione... Lady Gaga sta con le pezze al ****, oppure Vasco Rossi ha grossi problemi per arrivare a fine mese... suvvia...
      - oltretutto con i banners e le donazioni
      si evade il fisco , io se vendo un caffe' a 1
      euro ci pago 47 centesimi di tasse
      !!!!!Davvero fai? E allora Google che espone i suoi banner ( spazio adwords ) evade le tasse? O_O!!!!
      • BRinformatica scrive:
        Re: siete i soliti !
        Cosa centra se l'artista non sta con le pezze al XXXX scusa? Io produco un disco e decido di metterlo sul mercato a 50 euro. Se ti sta bene lo compri, se non ti va non lo compri, perché lo rubi? Stesso discorso del panettiere: lui fa il pane buono e lo paghi un po' di più, se non vuoi pagarlo tanto lo compri al supermercato, ma non lo puoi rubare! Al limite se tutti non vogliono pagare tanto un cd di un artista sarà poi lui ad abbassare il prezzo, ma non perché lo scarichi illegalmente, ma semplicemente perché non lo compri.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: BRinformatica
          Cosa centra se l'artista non sta con le pezze al
          XXXX scusa? Io produco un disco e decido di
          metterlo sul mercato a 50 euro. Se ti sta bene lo
          compri,Bene, lo compro, poi quando l'ho comprato è mio. Altrimenti, se tu che me lo vendi continui a pretenderci cosa debba farci e cosa no, ti rispondo con "NON RUBERESTI MAI UN'AUTO".
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Dico, ma stai bene? Ma che esempio è?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            Ok, cominciamo dall'inizio: se io vado in un negozio di dischi e compro un cd o un dvd, a chi appartiene quel disco?Se compro un film, di chi è quel film?Si suppone che sia diventato di mia proprietà.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            il disco si, l'opera contenuta è dell'autore. Se fosse tuo allora saresti proprietario anche degli utili che genera??? MA che dici!!!!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            il disco si, l'opera contenuta è dell'autore.Allora non la pago. Pago solo il disco, visto che mi hai dato solo il disco.Perchè mai vuoi essere pagato per una cosa che resta tua?Se io ti dicessi: ti vendo la ferrari, tu me la paghi, ma resta comunque di mia proprietà, non ti starei forse truffando?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Non è possibile dai....allora lo fai apposta. Tu sei proprietario della Ferrari ma non dell'opera, ovvero del marchio, della progettazione. Ma il tuo esempio è sbagliato, la macchina non la puoi duplicare o rippare. Quindi cambia esempio.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Non è possibile dai....allora lo fai apposta. Tu
            sei proprietario della Ferrari ma non dell'opera,
            ovvero del marchio, della progettazione. Ma il
            tuo esempio è sbagliato, la macchina non la puoi
            duplicare o rippare. Quindi cambia
            esempio.Benissimo: se io ti dicessi: ti vendo il pane, tu me la paghi, ma resta comunque di mia proprietà, non ti starei forse truffando?(ho citato il pane perchè è un esempio che avevi fatto tu: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3333322&m=3334388#p3334388 )
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Non puoi fare l'esempio posto in questo modo! La notizia da cui è partita la discussione verte sul fatto che io scarico senza pagare! Qui molti difendono il fatto che io sono in diritto di scaricare senza pagare....poi che il discorso sia andato in altra direzione è un altro discorso.....
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Non puoi fare l'esempio posto in questo modo!Ho preso l'esempio fatto da te. Io ritiro il mio esempio se tu ritiri il tuo.
            La
            notizia da cui è partita la discussione verte sul
            fatto che io scarico senza pagare! Qui molti
            difendono il fatto che io sono in diritto di
            scaricare senza pagare....Esatto: non sto prendendo il file con la forza. Chi l'ha uppato me lo sta dando volontariamente.
            poi che il discorso sia
            andato in altra direzione è un altro
            discorso.....Sei qui da poco? Si vede che è la prima volta che affronti questa discussione...
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            sono qui da poco ma mi pare che chi è qui da molto ha le idee poco chiare....cosa significa che se tu scarichi non lo hai fatto con la forza ma perché qualcuno ti ha passato il file? Dico, ma scherzi o cosa? Se io rubo in banca e loro sanno le matricole delle banconote, poi la polizia trova in casa tua quei soldi, sai che fine fai? Non hai partecipato materialmente al colpo e non te li sei presi con la forza perché te li ha passati il complice, ma fai una brutta fine....
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            sono qui da poco ma mi pare che chi è qui da
            molto ha le idee poco chiare....cosa significa
            che se tu scarichi non lo hai fatto con la forza
            ma perché qualcuno ti ha passato il file?Allora, se il tuo vicino di casa compra un cd, poi lo ascolta, poi lo fa ascoltare anche a te e ti dice "se vuoi te lo copio"... ti sarà capitato, no?
            Dico,
            ma scherzi o cosa? Se io rubo in banca e loro
            sanno le matricole delle banconote, poi la
            polizia trova in casa tua quei soldi, sai che
            fine fai?Il tuo esempio è sbagliato, le banconote non le puoi rippare. Quindi cambia esempio.(citazione)
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Che possa essere capitato è una cosa, che sia legale farlo NO! Qui si discute di quello....o te lo sei dimenticato?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Che possa essere capitato è una cosa, che sia
            legale farlo NO!La copia per uso personale è lecita.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Ricordo, nel caso in cui sia sfuggito, che l'articolo parla di diffusione illegale di materiale.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            Tale diffusione illegale è commessa da chi ha uppato il file, infatti. E paradossalmente, lui è l'unico che ha pagato qualcosa per comprarlo.... e tu vai a punire proprio lui.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Che possa essere capitato è una cosa, che sia
            legale farlo NO! Qui si discute di quello....o te
            lo sei dimenticato?E' legale anche avere un conflitto di interessi grosso come una gigante rossa, non vuol dire che sia giusto.E' legale anche avere uno stalliere mafioso, non vuol dire che sia giusto.E' legale anche promettere un milione di posti di lavoro e non mantenere la promessa, non vuol dire che sia giusto.E' legale anche fondare un partito insieme a persone invischiate con Cosa Nostra, non vuol dire che sia giusto.E' legale anche detenere tanti canali televisivi illegalmente e controllare gli altri epurando i personaggi scomodi, non vuol dire che sia giusto.E' legale anche perseguitare un benefattore dell'umanità che altro non vuol fare se non permettere a tutti l'acXXXXX a tutta l'arte e tutta la cultura senza alcuna distinzione tra il poveraccio che fatica ad arrivare a fine mese e il multimiliardario... ma non vuol dire che sia giusto.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Evidentemente ho colpito nel segno e in assenza di argomentazioni serie si generalizza tirando in ballo Berlusconi....che peccato....notte...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Evidentemente ho colpito nel segno e in assenza
            di argomentazioni serie si generalizza tirando in
            ballo Berlusconi....che
            peccato....notte...La verità fa male... Peccato per te che la legge Urbani, la legge AGCOM e tutte le altre XXXXXXXte le abbia fatte uno che è il proprietario di Mediaset, RTI e Medusa... che non sono produttori di sanitari ma che guadagnano col copyright. E quindi si tratta di leggi ad personam esattamente come la legge Gasparri o la ex Cirielli.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Se io rubo in banca e loro
            sanno le matricole delle banconote, poi la
            polizia trova in casa tua quei soldi, sai che
            fine fai?Pessimo esempio: le banconote rubate sono perfettamente lecite, non essendo false. Quindi posso pure tenere banconote i cui numeri di matricola sono segnalati come banconote rubate, ma finché non dimostri che sono io l'autore del furto, non puoi farmi proprio un bel niente. Il discorso dei numeri di matricola vale solo per le banconote false.
            Non hai partecipato materialmente al
            colpo e non te li sei presi con la forza perché
            te li ha passati il complice, ma fai una brutta
            fine....Hai un articolo, un proXXXXX, una sentenza che lo dimostra? Perché a me risulta esattamente il contrario, sai com'è si chiama presunzione di innocenza. Un conto è che hai un video in cui si vede il tizio darmi quei soldi, un altro prendertela con me solo perché ho quelle banconote. Ripeto, non essendo soldi falsi, la detenzione è assolutamente legittima. Sta a te dimostrare che ne sono venuto in possesso illegalmente. Auguri.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            evidentemente non sei molto informato e soprattutto trovati un bravo avvocato. Nel penale c'è una piccola differenza rispetto a quello che dici tu... se ti beccano con quei soldi sta a te dimostrare la provenienza....spiace...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            evidentemente non sei molto informato e
            soprattutto trovati un bravo avvocato. Nel penale
            c'è una piccola differenza rispetto a quello che
            dici tu... se ti beccano con quei soldi sta a te
            dimostrare la
            provenienza....spiace...Ti ho chiesto una fonte di quanto dici, e non l'hai data.[img]http://img543.imageshack.us/img543/5307/lucowinsfatality.png[/img]
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            evidentemente non sei molto informato e
            soprattutto trovati un bravo avvocato. Nel penale
            c'è una piccola differenza rispetto a quello che
            dici tu... se ti beccano con quei soldi sta a te
            dimostrare la
            provenienza....spiace...Non è nè come dici tu nè come dice lui.Se una cosa la ruba tizio, il ladro e tizio, non caio.Se caio è in possesso di una cosa rubata, tutt'al + è passibile per il reato di ricettazione, ed allora dovrà dimostrare la sua buona fede.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: BRinformatica

            evidentemente non sei molto informato e

            soprattutto trovati un bravo avvocato. Nel
            penale

            c'è una piccola differenza rispetto a quello
            che

            dici tu... se ti beccano con quei soldi sta
            a
            te

            dimostrare la

            provenienza....spiace...

            Non è nè come dici tu nè come dice lui.

            Se una cosa la ruba tizio, il ladro e tizio, non
            caio.
            Se caio è in possesso di una cosa rubata, tutt'al
            + è passibile per il reato di ricettazione, ed
            allora dovrà dimostrare la sua buona
            fede.Ma è ovvio che sia così: se uno fa una rapina in banca e poi usa quei soldi andando da Mediaworld per comprare un televisore, di cosa si può imputare Mediaworld o il loro commesso? Questo dimostra tutta l'ignoranza di chi non sa assolutamente di cosa sta parlando...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: BRinformatica


            evidentemente non sei molto informato e


            soprattutto trovati un bravo avvocato.
            Nel

            penale


            c'è una piccola differenza rispetto a
            quello

            che


            dici tu... se ti beccano con quei soldi
            sta

            a

            te


            dimostrare la


            provenienza....spiace...



            Non è nè come dici tu nè come dice lui.



            Se una cosa la ruba tizio, il ladro e tizio,
            non

            caio.

            Se caio è in possesso di una cosa rubata,
            tutt'al

            + è passibile per il reato di ricettazione,
            ed

            allora dovrà dimostrare la sua buona

            fede.

            Ma è ovvio che sia così: se uno fa una rapina in
            banca e poi usa quei soldi andando da Mediaworld
            per comprare un televisore, di cosa si può
            imputare Mediaworld o il loro commesso? Questo
            dimostra tutta l'ignoranza di chi non sa
            assolutamente di cosa sta
            parlando...Non è che non lo sanno, è che sono presi dal sacro fuoco del giustizialismo a tutti i costi.Poi vabbè ci sono i bottegai che stanno sempre dalla parte di quelli coi soldi, perchè sognano di essere loro quelli coi soldi.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Non puoi fare l'esempio posto in questo modo! La
            notizia da cui è partita la discussione verte sul
            fatto che io scarico senza pagare!E chi dovresti pagare e perché, scusa?Hai detto tu che nei negozi non vendono la musica (perché se la vendessero sarebbe di chi la compra che ne potrebbe fare quello che vuole).Hai detto che vendono il supporto fisico, ma se il file lo scarico il supporto ce lo metto io, perché dovrei pagare qualcuno?
            Qui molti
            difendono il fatto che io sono in diritto di
            scaricare senza pagare....Esatto, tu sei in diritto di scaricare senza pagare. Sono loro che non sono più in diritto di pretendere soldi per qualcosa che hanno già venduto: continuare a volere soldi per la stessa cosa già venduta si chiama TRUFFA e chi lo fa TRUFFATORE, LADRO o PARASSITA.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Mio Dio...non ci credo....lascio perdere....mi arrendo....hai vinto tu.....povera Italia....e poi ci lamentiamo dei politici? Sapendo chi li ha eletti....
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Mio Dio...non ci credo....lascio perdere....mi
            arrendo....hai vinto tu.....povera Italia....e
            poi ci lamentiamo dei politici? Sapendo chi li ha
            eletti....Già finiti gli argomenti? Sei durato poco...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            È appena arrivato, dagli tempo...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !

            Mio Dio...non ci credo....lascio perdere....mi
            arrendo....hai vinto tu.....Come vedi, il tuo punto di vista è sempre meno giustificabile. Ma mi fa piacere vedere che cominci a rendertene conto.
            povera Italia....Sinceramente, io non vorrei mai vivere in un posto dominato dal copyright. La sua progressiva distruzione rende l'italia (e il mondo) un posto migliore, a mio parere.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Non è possibile dai....allora lo fai apposta. Tu
            sei proprietario della Ferrari ma non dell'opera,
            ovvero del marchio, della progettazione. Ma il
            tuo esempio è sbagliato, la macchina non la puoi
            duplicare o rippare.La posso fotografare, la posso noleggiare, la posso prestare, la posso regalare, la posso utilizzare in modo collettivo. Questo col cd non posso farlo.
            Quindi cambia esempio.Chi è che se ne esce con NON RUBERESTI MAI UN'AUTO? Cos'è, ti stanno bene gli esempi coi beni materiali solo se si parla del furto (che tra l'altro è a danno dell'acquirente, o della sua assicurazione, e non certo del produttore) e non se si parla dei diritti che si acquisiscono quando si comprano i beni materiali?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            io non l'ho detto, quindi non so di che parli....
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            io non l'ho detto, quindi non so di che parli....[yt]CGNsSR5Mzpk[/yt]
          • Girolamo scrive:
            Re: siete i soliti !
            Aaaaaaaaaa ahhaaaaaaaaaa ecco chi vi inculca queste fesserie... un comico!! :D La battuta finale però non mi fa ridere. Se il cd contiene porcherie, non lo compro, ciò non toglie a chi lo vende il diritto di commercializzarlo e metterlo sul mercato al prezzo che vuole e non dà il diritto a chi non vuole pagarlo, di scaricarlo senza pagare
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            Infatti non sei tu a darmi la possibilità di scaricarlo; è colui che l'ha messo sul sito.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            il disco si, l'opera contenuta è dell'autore.Allora il disco non mi serve: il disco (vuoto) ce lo metto io. Quindi stai tentando di vendermi una cosa inutile.
            Se fosse tuo allora saresti proprietario anche degli
            utili che genera???Posso farci quel che mi pare esattamente come quando compro un'auto posso prestarla gratuitamente o a pagamento a chi mi pare.
            MA che dici!!!!Tu che dici!! Prima parli di furto dicendo "non ruberesti mai un'auto" e poi non accetti che gli oggetti che si RUBANO si possono COMPRARE e diventano DI PROPRIETA' DELL'ACQUIRENTE.Gli oggetti che non si comprano, non si possono neanche rubare, a meno che non entro nell'hard disk di Ramazzotti e dopo aver scaricato la sua canzone ne cancello dal suo HD l'unica copia esistente. Solo in quel caso puoi parlare di furto, perché Ramazzotti poi dovrà registrarla daccapo.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Bah, hai le idee decisamente confuse.....ti manca qualche concetto di copyright...se un giorno ti troverai dall'altra parte e vedrai la gente scaricare senza pagre il tuo brano ti incazzerai, te lo dico io....soprattutto quando a fine trimestre hai le tasse da pagare....
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            Lo sai, vero, che Luco è già dall'altra parte, ed ha composto parecchi brani?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Bah, hai le idee decisamente confuse.....ti manca
            qualche concetto di copyright...se un giorno ti
            troverai dall'altra parte e vedrai la gente
            scaricare senza pagre il tuo brano ti incazzerai,
            te lo dico io....soprattutto quando a fine
            trimestre hai le tasse da
            pagare....Quale altra parte? IO SCRIVO MUSICA SU COMMISSIONE. Sei un poeta, un paroliere? Mi paghi 120 euro, ti dò lo spartito, e da quel momento chiunque (io, te e chiunque altro) ne può fare quello che vuole.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Quale altra parte? IO SCRIVO MUSICA SU
            COMMISSIONE. Sei un poeta, un paroliere? Mi paghi
            120 euro, ti dò lo spartito, e da quel momento
            chiunque (io, te e chiunque altro) ne può fare
            quello che
            vuole.Quello che non ti entra in zucca è che come vedi tu puoi farlo, perché vuoi imporre ad altri autori di fare come te? Se non ti piace il loro modo di licenziare la musica non ti dovrebbe interessare nemmeno il loro prodotto.Se voi che date la musica in CC foste così bravi la gente non si porrebbe neanche il problema di scaricare. Il fatto è che la maggior parte della musica sotto Creative Commons non è un granché. In genere è prodotta da gente che non otterrebbe mai un contratto con una casa discografica e allora preferisce dare tutto gratis sperando di farsi conoscere.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !

            Se non ti piace il loro
            modo di licenziare la musica non ti dovrebbe
            interessare nemmeno il loro
            prodotto.Il prodotto che loro vendono, infatti, è la licenza, e quella non mi interessa. Io scarico solo la musica, non la licenza.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: siete i soliti !
            Ti attacchi a questa parola "rubare", quando lo sai benissimo che nel duplicare in rete un file coperto da copyright stai violando un diritto del detentore, un diritto protetto dalla legge.Non ti piace che ti venda un CD con cui poi non puoi fare quello che vuoi? Se non ti piace una legge cerchi di cambiarla alla luce del sole con un movimento politico e ne discuti in pubblico, potresti scoprire di avere torto. Non è scrivendo messaggi ripetitivi sui forum che passi dalla parte della ragione.Altrimenti ognuno fa il cavolo che vuole e rispetta le leggi che gli piacciono. Ci credo poi che abbiamo certa a dirigere il paese.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Ti attacchi a questa parola "rubare", quando lo
            sai benissimo che nel duplicare in rete un file
            coperto da copyright stai violando un diritto del
            detentore, un diritto protetto dalla legge.Certo protetto da una legge <b
            ad personam </b
            (fatta dal padrone di Mediaset, Mediaset vende sanitari o mangia col copyright? ah beh...) che ha quindi lo stesso valore della ex Cirielli o della legge Gasparri
            Non ti piace che ti venda un CD con cui poi non
            puoi fare quello che vuoi?Non è che non mi piace, non può farlo e basta, non senza che gli firmo un contratto di accettazione DUE VOLTE (essendo una clausola vessatoria, ossia fortemente limitativa dei miei diritti sul bene acquistato). Se qualcuno mi VENDE qualcosa, sono IO a decidere cosa farci. In cambio lui ha avuto i miei soldi, su cui non ho posto condizioni d'uso. Altrimenti, se lui può decidere cosa posso fare di ciò che mi ha VENDUTO, io posso decidere cosa può fare dei soldi che gli ho dato. Può comprare solo supposte di glicerina e farmaci contro il cancro. Qualunque altro utilizzo di quei soldi sta violando le mie disposizioni, e da quel momento non può avere più nulla a pretendere perché è stato il primo a non rispettare quanto ho imposto.
            Se non ti piace una legge cerchi di cambiarla
            alla luce del sole con un movimento politico e ne
            discuti in pubblico, potresti scoprire di avere
            torto. Secondo te non lo avrei fatto se potevo? Non è possibile proporre referendum su leggi di rilevanza penale. Dal punto di vista politico sto già appoggiando il Partito Pirata e chiunque volesse appoggiarne le relative richieste (ma la mia idea è che il PP deve battersi da solo, dei partiti tradizionali non mi fido)
            Non è scrivendo messaggi ripetitivi sui
            forum che passi dalla parte della ragione.Lo stesso discorso vale per te...
            Altrimenti ognuno fa il cavolo che vuole e
            rispetta le leggi che gli piacciono.La persona che ha fatto fare la legge Urbani è un ottimo esempio di questa filosofia: "faccio il cavolo che mi pare, rispetto le leggi che mi piacciono, se poi quei magistrati comunisti mi danno fastidio io cambio o annullo la legge per cancellarmi il reato". Lo insegna lui, che è quello che ha fatto fare la legge Urbani: quindi saprà ben lui se è giusto o meno seguire le leggi che non piacciono... visto che la legge Urbani a lui è piaciuta molto, non stiamo facendo altro che ricambiare con la stessa identica moneta.Tanto il nostro scopo è politico, e quindi esattamente come nel caso di Marco Pannella, in caso lo scopo dichiarato (e vedi da quanto lo sto dicendo...) sia politico, è possibile violare qualunque legge. L'ha detto la Corte di Cassazione in merito alla cessione gratuita di cannabis.
            Ci credo poi che abbiamo certa a dirigere il paese.Già, gente con le mani in pasta nel copyright che si fa leggi per colpire il popolo di internet. Il fatto che siano leggi ad personam non ti sfiora neanche, neh?
        • zerobyte scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: BRinformatica
          Cosa centra se l'artista non sta con le pezze al
          XXXX scusa?C'entra. Se tu componi una musica ( e per comporla hai richiesto contributi statali ), quello che componi è DELLO STATO e non tuo.Non puoi neppure "vantare" il diritto "ECONOMICO" su tale opera perche' l'hai composta con una sovvenzione statale.
          Io produco un disco e decido di
          metterlo sul mercato a 50 euro. Se ti sta bene lo
          compri, se non ti va non lo compri, perché lo
          rubi? L'analogia "rippare" = "rubare" non ha senso e pertanto tutto il tuo paragone non ha senso di esistere.
          Stesso discorso del panettiere: lui fa il
          pane buono e lo paghi un po' di più, se non vuoi
          pagarlo tanto lo compri al supermercatoProprio per il discorso di sopra, nessuno "sottrae" all'artista il brano( e quindi l'artista non ne resta senza ).Se proprio vuoi fare un'analogia, si potrebbe farlo in questo modo :Dal panettiere X il pane è buono e costa 2 euro al Kg.Il panettiere Y lo faceva meno buono e costava meno.Poi il panettiere Y decide di "copiare" la ricetta del panettiere X e sebbene il risultato non è esattamente lo stesso ( in termini di gusto ), il panettiere Y continua a far pagare il proprio prodotto meno.Ora che si fa...metteresti in galera il panettiere Y?La logica delle case discografiche e delle aziende internazionali è proprio questa. BREVETTARE qualsiasi cosa ( pure il cibo ) ed un giorno,se non poniamo un FERMO DEFINITIVO a tale insulso sistema, dovremo pagare un obolo per poter cucinare un piatto di pasta con la salsa.
          • un altro qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: zerobyte
            - Scritto da: BRinformatica

            Cosa centra se l'artista non sta con le
            pezze
            al

            XXXX scusa?

            C'entra. Se tu componi una musica ( e per
            comporla hai richiesto contributi statali ),
            quello che componi è DELLO STATO e non
            tuo.
            Non puoi neppure "vantare" il diritto "ECONOMICO"
            su tale opera perche' l'hai composta con una
            sovvenzione
            statale.



            Io produco un disco e decido di

            metterlo sul mercato a 50 euro. Se ti sta
            bene
            lo

            compri, se non ti va non lo compri, perché lo

            rubi?
            ---- non e' del tutto coretto non e' l'artista che crea il prezzo , l'artista grava solo del 10% mi pare tutto il resto sono tutta giostrina da fare girare
            L'analogia "rippare" = "rubare" non ha senso e
            pertanto tutto

            il tuo paragone non ha senso di esistere.


            Stesso discorso del panettiere: lui fa il

            pane buono e lo paghi un po' di più, se non
            vuoi

            pagarlo tanto lo compri al supermercato-------su questo non ci piove
            Proprio per il discorso di sopra, nessuno
            "sottrae" all'artista il
            brano
            ( e quindi l'artista non ne resta senza ).

            Se proprio vuoi fare un'analogia, si potrebbe
            farlo in questo modo
            :
            Dal panettiere X il pane è buono e costa 2 euro
            al
            Kg.
            Il panettiere Y lo faceva meno buono e costava
            meno.
            Poi il panettiere Y decide di "copiare" la
            ricetta del panettiere X e sebbene il risultato
            non è esattamente lo stesso ( in termini di gusto
            ), il panettiere Y continua a far pagare il
            proprio prodotto
            meno.
            Ora che si fa...metteresti in galera il
            panettiere
            Y?-------- sbagliato tutto , la differanza fa i 2 pannetieri e che quello buono costa di piu x che usa farina migliore e piu costosa , oltretutto se ha 3 dippendenti anche questi 3 fanno alzare il prezzo finale

            La logica delle case discografiche e delle
            aziende internazionali è proprio questa.
            BREVETTARE qualsiasi cosa ( pure il cibo ) ed un
            giorno,
            se non poniamo un FERMO DEFINITIVO a tale insulso
            sistema, dovremo pagare un obolo per poter
            cucinare un piatto di pasta con la
            salsa.----------sono frasi di beppe grillo , le case sono degli strozzini , questo e vero ma non e' tutto per causa loro , a l'estero costa meno i film per che tutta la filiera ha costi piu bassi
          • zerobyte scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: un altro qualsiasi

            La logica delle case discografiche e delle

            aziende internazionali è proprio questa.

            BREVETTARE qualsiasi cosa ( pure il cibo ) ed un

            giorno,

            se non poniamo un FERMO DEFINITIVO a tale
            insulso

            sistema, dovremo pagare un obolo per poter

            cucinare un piatto di pasta con la

            salsa.
            ----------sono frasi di beppe grillo , le case
            sono degli strozzini , questo e vero ma non e'
            tutto per causa loro , a l'estero costa meno i
            film per che tutta la filiera ha costi piu
            bassiNon sono fasi di Beppe Grillo. Articolo della settimana scorsa di Repubblica.it, molte aziende del settore alimentare stanno cominciando a "brevettare" i cibi. In un futuro prossimo ci sarà l'azienda che ti dirà che non puoi cucinare un pomodoro se non paghi prima un obolo a loro.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Tu stai delirando....
          • zerobyte scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Tu stai delirando....Certo. Aspetta qualche mesetto e vedrai come i governi toglieranno il giocattolino alle major e agli artisti.Il delirio è veder gente stonata guadagnare in pochi mesi piu' di Mozart+Vivaldi+Chopin in tutta la loro vita. ( o che i pronipoti di Walt Disney devono percepire soldi per un film che ha fatto il loro bisnonno )
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: BRinformatica
          Cosa centra se l'artista non sta con le pezze al
          XXXX scusa? Io produco un disco e decido di
          metterlo sul mercato a 50 euro. Se ti sta bene lo
          compri, se non ti va non lo compri, perché lo
          rubi?Non lo rubo. Ne faccio una copia. Controlla pure, se non mi credi: il tuo disco è ancora lì dove l'hai lasciato. Nessuno te l'ha toccato.Come fai a dire che ti hanno derubato se la refurtiva è ancora in mano tua?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Spero tu stia scherzando, un conto è rippare per averne una tua copia, un conto è rippare e distribuire ad altri lo stesso prodotto.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            La questione è: se ho comprato il disco, si suppone che ora sia mio. E se è mio, posso farne ciò che voglio (quindi, anche distribuire il rip ad altri).A chi appartiene il disco che ho comprato?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Ma lo fai apposta o cosa? Io spero davvero che tu stia scherzando....ma che centra il supporto fisico con l'opera? Allora te la taglio giù fine così ti è più facile: tu sei Vasco Rossi ok? Vediamola dal suo punto di vista. Per mesi, mesi e mesi stai in studio di registrazione, con la band, i tecnici, etc....supponiamo che questi mesi, mesi e mesi ti costano 100000 euro (forse sono stato troppo basso, ma partiamo da questa cifra). Completi il tuo singolo, l'etichetta inizia a stamparlo, con ulteriori costi. Quella che sta per andare sul mercato non sarà solo un supporto di plastica, ma la cosiddetta opera d'autore (con tanto di copyright, assolutamente legittimo). Bene, un mese dopo scopri che la maggior parte dei tuoi fans hanno scaricato il tuo pezzo (ogni 100 copie del singolo, 95 sono pirata e 5 sono originali). Morale della favola, per quel singolo hai incassato 100000 euro e le spese di produzione dell'etichetta discografica. Cosa fai? A te la risposta.P.s. La risposta "ne ha incassati molti di più quindi se io lo copio non c'è problema" non mi pare molto coerente
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Ma lo fai apposta o cosa? Io spero davvero che tu
            stia scherzando....ma che centra il supporto
            fisico con l'opera?C'entra che, se mi vendi solo il supporto fisico, io lo compro non da te, ma al supermercato: un cd-r costa meno di un euro.
            Allora te la taglio giù fine
            così ti è più facile: tu sei Vasco Rossi ok?
            Vediamola dal suo punto di vista. Per mesi, mesi
            e mesi stai in studio di registrazione, con la
            band, i tecnici, etc....supponiamo che questi
            mesi, mesi e mesi ti costano 100000 euro (forse
            sono stato troppo basso, ma partiamo da questa
            cifra).Ok, mettiamo che il prezzo sia quello. Si suppone che, se voglio guadagnarci, io debba venderlo a un prezzo più alto.
            Completi il tuo singolo, l'etichetta
            inizia a stamparlo, con ulteriori costi. Stamparlo non mi serve: con internet è possibile distribuirlo molto più in fretta e con meno spese.
            Quella
            che sta per andare sul mercato non sarà solo un
            supporto di plastica, ma la cosiddetta opera
            d'autore (con tanto di copyright, assolutamente
            legittimo). Bene, un mese dopo scopri che la
            maggior parte dei tuoi fans hanno scaricato il
            tuo pezzo (ogni 100 copie del singolo, 95 sono
            pirata e 5 sono originali).Per scaricare il mio pezzo, dovevano avere a disposizione qualcuno che avesse il file originale. Quindi, questo significa che io avevo già venduto il brano a qualcuno, e mi avevano già pagato. Se nessuno avesse ancora comprato il brano, l'unica copia in tutto il mondo sarebbe stata la mia, e se io non l'avevo messa online, nessuno avrebbe potuto scaricarla.
            Morale della favola,
            per quel singolo hai incassato 100000 euro e le
            spese di produzione dell'etichetta discografica.Qui non mi è chiaro... per caso volevi dire "hai speso 100000 euro?"Perchè se ho incassato 100000 euro, sono rientrato di tutto, sono stato pagato, e quindi sono soddisfatto.
            Cosa fai? A te la
            risposta.

            P.s. La risposta "ne ha incassati molti di più
            quindi se io lo copio non c'è problema" non mi
            pare molto
            coerentePerchè no?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Evidentemente ti mancano dei fondamenti di contabilità. Apri una partita iva e poi vediamo se alla fine dell'anno, dopo aver speso 100000 euro e ne incassi 1000000 mi dici la stessa cosa, ovvero "se sono rientrato sono contento". Non ne hai azzeccata una nel tuo botta e risposta. Lo sa anche mio nonno che se tu hai pagato la canzone e il tuo file non lo dai a nessuno non ci saranno in giro altre copie, buongiorno! La notizia verte sul fatto di chi va a scaricare senza pagare.....o ti sei perso qualche puntata?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Evidentemente ti mancano dei fondamenti di
            contabilità. Apri una partita iva e poi vediamo
            se alla fine dell'anno, dopo aver speso 100000
            euro e ne incassi 1000000 mi dici la stessa cosa,
            ovvero "se sono rientrato sono contento".Se, come hai scritto tu, ho speso centomila euro e ho incassato un milione di euro, sono decisamente contento.Se invece hai sbagliato il numero di zeri, sei tu ad avere problemi di contabilità
            Non ne
            hai azzeccata una nel tuo botta e risposta. Lo sa
            anche mio nonno che se tu hai pagato la canzone e
            il tuo file non lo dai a nessuno non ci saranno
            in giro altre copie, buongiorno! La notizia verte
            sul fatto di chi va a scaricare senza
            pagare.....o ti sei perso qualche
            puntata?Per scaricare occorre che ci sia una copia scaricabile.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            errato....ho messo uno zero in più
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            Immaginavo.... e poi hai il coraggio di dire che sarei io quello a cui mancano i fondamenti di contabilità?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            hai mai sbagliato a digitare sulla tastiera professore? XXXXXXX, peggio dei bambini dell'asilo.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            Ti posso dare un consiglio amichevole?Non sei partito molto bene: queste discussioni vanno avanti da anni, qui... e sono state fatte (e smontate) ogni genere di obiezioni. I tuoi argomenti sono già stati discussi (e smontati) tante volte. Per ora ci sono io... ma nei prossimi giorni ti salteranno addosso anche gli altri, e partirà un bel flame.Visto che tu hai probabilmente una attività commerciale, non so se ti conviene sfoggiarne il nome in un thread pieno di flames (metti che, tra anni, qualcuno cerchi la tua attività con google e capiti su questo thread).Io, se fossi in te, cambierei nick e metterei qualcosa di meno riconoscibile. Poi, vedi tu.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            La chiamerei intimidazione. Ho scritto cose reali e argomenti assolutamente nella legalità. Molti qui invece vogliono scaricare senza pagare o pagare ed essere i proprietari intellettuali. Comunque ascolterò il tuo suggerimento, ma solo perché mi sono accorto che il confronto qui non è possibile.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            La chiamerei intimidazione.Perchè? Io ho solo detto che i tuoi discorsi potrebbero non essere una pubblicità buona per te. Molti, qui, usano un nick.Se hai scambiato questo per intimidazione, ti chiedo scusa; non era mia intenzione.
            Ho scritto cose reali
            e argomenti assolutamente nella legalità.Ma hai dimostrato una certa superficialità, che potrebbe non deporre a favore della tua preparazione.
            Molti
            qui invece vogliono scaricare senza pagare o
            pagare ed essere i proprietari intellettuali.In genere, quando compri una cosa ne diventi proprietario.
            Comunque ascolterò il tuo suggerimento, ma solo
            perché mi sono accorto che il confronto qui non è
            possibile.Qui è proprio uno dei pochi posti dove è possibile il confronto; su altri forum, uno di noi due sarebbe già stato bannato (a seconda dell'idea dominante dei moderatori, potrei essere bannato io, o tu, o entrambi).
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            La chiamerei intimidazione.(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)Lui ti fa un favore e tu lo accusi di intimidazione...
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            allora, ripartiamo da capo: il punto iniziale era relativo al fatto che la pirateria, ovvero il mettere il brano in internet non è legale. Fin qui d'accordo? (che poi faccia comodo ai più è un altro discorso). Successivamente si è discusso se una volta acquistato il brano è mio o dell'artista. Risposta: è dell'artista (vedi legge sulla proprietà intellettuale, nel campo automobilistico e affini si parla di copyright o brevetto in altri campi ancora, ovvero tu compri ma il proprietario dell'idea è il produttore/inventore). Alla fine il punto della discussione verte sui costi. Prima ho fatto un semplice passaggio in cui dicevo: se io artista in un anno sostengo 100.000 euro di costi per produrre un brano, ovviamente mi aspetto un minimo incasso del doppio, per fare così devo incassare sul venduto. Quindi non esiste che qualcuno paga e qualcuno no. Se tu lo hai pagato, sei il proprietario del supporto e di quel file (e su questo non ti dico di no) ma non sei padrone di metterlo in internet per poi farlo copiare dagli altri.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            allora, ripartiamo da capo: il punto iniziale era
            relativo al fatto che la pirateria, ovvero il
            mettere il brano in internet non è legale. Fin
            qui d'accordo?In italia, è così. Non è detto, però, che chi ha messo il brano online sia in italia.
            (che poi faccia comodo ai più è un
            altro discorso). Successivamente si è discusso se
            una volta acquistato il brano è mio o
            dell'artista. Risposta: è dell'artistaOk, allora non lo devo pagare. Se non me lo vendi, io non te lo pago. Chiaro, no?
            (vedi
            legge sulla proprietà intellettuale, nel campo
            automobilistico e affini si parla di copyright o
            brevetto in altri campi ancora, ovvero tu compri
            ma il proprietario dell'idea è il
            produttore/inventore). Alla fine il punto della
            discussione verte sui costi. Prima ho fatto un
            semplice passaggio in cui dicevo: se io artista
            in un anno sostengo 100.000 euro di costi per
            produrre un brano, ovviamente mi aspetto un
            minimo incasso del doppioBenissimo: allora vendi il brano a 200.000.Puoi sempre provarci.Se lo vendi a 1 euro, sei tu che hai scelto di venderlo sottocosto, non io che ti sto derubando. E se vendi sottocosto, non ti stupire se ci rimetti.
            , per fare così devo
            incassare sul venduto. Quindi non esiste che
            qualcuno paga e qualcuno no.Infatti: se il brano che hai realizzato è uno solo, lo vendi una sola volta, e ti paga uno solo. Non puoi venderlo due volte; quando mai si è sentita una cosa del genere?
            Se tu lo hai pagato,
            sei il proprietario del supporto e di quel file
            (e su questo non ti dico di no) ma non sei
            padrone di metterlo in internet per poi farlo
            copiare dagli
            altri.Se sono il proprietario di quel file, ne sono il padrone. Per definizione.Se a te non va bene, non venderlo.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Non ho parole...mi fermo qui perché non so che altro dirti....sembra che vivi su Marte...bye!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !

            Non ho parole...mi fermo qui perché non so che
            altro dirti....L'ho notato.
            sembra che vivi su Marte...bye!A giudicare da quanti la pensano come me (e lo dimostrano con le azioni), credo che sia tu ad essere rimasto un po' indietro.Comunque, queste discussioni sono il pane quotidiano qui; tu sei appena arrivato, ti serve un po' di allenamento se vuoi partecipare ancora.Ciao, Raf!
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Evidentemente siete dipendenti e non titolari di partita iva. Infatti molti di voi scrivono proprio durante l'orario di lavoro, alla faccia di quelli che si ritengono i migliori. Spero che vi becchi il capo, ma tanto avrete da ridire anche in quel caso e soprattutto vorrete dimostrare che in realtà voi avete ragione e il capo no.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Evidentemente siete dipendenti e non titolari di
            partita iva.Ma anche no.
            Infatti molti di voi scrivono
            proprio durante l'orario di lavoro, alla faccia
            di quelli che si ritengono i migliori.Certo, nel cuore della notte sarebbe orario di lavoro?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Evidentemente siete dipendenti e non titolari di
            partita iva. Infatti molti di voi scrivono
            proprio durante l'orario di lavoro, alla faccia
            di quelli che si ritengono i migliori.E da questo desumi che sono dipendenti? Il fatto che scrivano durante le normali ore di lavoro di un dipendente (che poi mica è detto siano quelle, potrebbero fare i turni) dovrebbe portarti a credere, in mancanza di elementi contrari, che NON sono dipendenti.Comincio a capire perché ragioni in modo esattamente contrario al resto del mondo...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Non ho parole...mi fermo qui perché non so che
            altro dirti....sembra che vivi su
            Marte...bye!Domanda: presumendo che il tuo sia un negozio di informatica, mi spieghi se quando vengo da te ad acquistare un computer tu possa impormi cosa debba farci? Sì/no e perché sì o perché no.
          • Girolamo scrive:
            Re: siete i soliti !
            NO! se a te non va bene, non comprarlo, io venditore sono libero di mettere in vendita quello che voglio! E tu compratore sei libero di ignorare ciò che vendo.Questa tua ultima frase distrugge interamente tutte le idiozie che dite, altro che smontare ipotesi, con me non dureresti mezz'ora in un confronto dal vivo, le vostre difese sono infantili e giocate con le parole, pensando di essere SOLO voi consumatori al centro del mondo.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: Girolamo
            NO! se a te non va bene, non comprarlo, io
            venditore sono libero di mettere in vendita
            quello che voglio! E tu compratore sei libero di
            ignorare ciò che
            vendo.Infatti tu vendi una licenza. E io la ignoro, e mi scarico il file senza di essa, visto che non mi serve.La tua copia e la tua licenza te le lascio.

            Questa tua ultima frase distrugge interamente
            tutte le idiozie che dite, altro che smontare
            ipotesi, con me non dureresti mezz'ora in un
            confronto dal vivoVediamo quanto duri tu.... scommetto poco.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: Girolamo
            NO! se a te non va bene, non comprarlo, io
            venditore sono libero di mettere in vendita
            quello che voglio!Tu venditore cosa vendi?1) vendi un supporto: il supporto me lo posso comprare da un'altra parte e lo pago molto meno che comprandolo da te; in più, posso riempirlo con quello che mi pare, mentre tu non solo pretendi più soldi, ma non mi dai neanche questa possibilità2) vendi una musica/un film/un software: allora io ho tutto il diritto di farci quel cavolo che mi pare, perché me l'hai venduto ed è mio, tu in cambio di avermi ceduto questo diritto ti sei preso i miei soldi, su cui io non avevo posto condizioni d'uso3) vendi una copia della tua musica/film/software: quindi non ti dispiacerà se ti pago queste copie con soldi fotocopiati...4) vendi una licenza: quindi qualcosa di inutile e dannoso, oltre che paraXXXX infatti nella tua licenza scrivi "se il mio software ti crea perdite di dati io non sono responsabile": cioè non solo vuoi i miei soldi per un VIRUS (questa è infatti la definizione dei software che possono provocare perdite di dati) ma non posso neanche farti causa se il tuo VIRUS mi cancella qualcosa. Bene quindi il minimo che possa aspettarti in cambio è una licenza sui soldi che ti dò: puoi usare questi soldi solo per comprare supposte di glicerina e farmaci contro il cancro. Qualunque altro utilizzo sta violando la mia licenza d'uso di quei soldi e ciò comporta che non puoi più avanzare alcuna pretesa di rispetto della tua licenza d'uso, licenza d'uso che io non ho mai firmato (ed essendo un contratto con clausole vessatorie devi avere una copia con la mia firma DUE VOLTE perché tu possa dire che io l'abbia accettato). Se pensi che la licenza d'uso possa valere "una volta aperta la confezione" o "una volta installato il programma" ti dico chiaro e tondo: vai sul sito di Sky o di Fastweb o di Enel e sottoscrivi un contratto online, poi NON STAMPARE E NON FIRMARE IL CONTRATTO e vedi che succede, se ti attivano il servizio e ti chiedono pagamento tu non paghi, poi vedi quante risate si farà il giudice quando loro gli diranno che devi pagarli senza uno straccio di firma tua in mano... quindi, caro mio, i contratti vanno firmati altrimenti non sono validi, e io la tua licenza non l'ho mai firmata... quindi non è valido. Quindi vale il codice civile e tu mi hai venduto un software come il fornaio mi vende il pane: e come il fornaio non può impedirmi l'uso che faccio del pane, tu non puoi impedirmi l'uso che faccio del software.[img]http://img543.imageshack.us/img543/5307/lucowinsfatality.png[/img]
          • Funz scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Alla fine il punto della
            discussione verte sui costi. Prima ho fatto un
            semplice passaggio in cui dicevo: se io artista
            in un anno sostengo 100.000 euro di costi per
            produrre un brano, ovviamente mi aspetto un
            minimo incasso del doppio, per fare così devo
            incassare sul venduto. Ma te l'ha prescritto il dottore di produrre un brano spendendo centomila euro? Ed è una legge divina che tu debba per forza guadagnarci su? Non è che pretendi un po' troppo?Faresti meglio ad andarlo a suonare nella metropolitana, che non ti costa niente e ci raccatti qualche spicciolo esentasse :p
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Non me lo ha prescritto il dottore, se tu lavori gratis spendo anche meno (a parte che ho detto che 100000 euro erano un esempio). Non è una legge divina che debbo guadagnarci, è la vita. O mangio l'aria? Ma perché se altri guadagnano non va bene e se sono io invece sì? Ho paura che chi commenta qua dentro sia il classico dipendende che trova la pappa pronta e lo stipendio a fine mese e non ha mai provato a rischiare del suo. Troppo comoda criticare in questo modo.Chi ha deciso di rischiare il proprio (vedi un artista) è giusto che guadagni su un suo lavoro. Cosa vuoi, mettere un tetto al guadagno di un artista? I concerti gratis? Che lui prenda una busta paga come dipendente? Io non ho parole!
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Non me lo ha prescritto il dottore, se tu lavori
            gratis spendo anche meno (a parte che ho detto
            che 100000 euro erano un esempio). Non è una
            legge divina che debbo guadagnarci, è la vita. O
            mangio l'aria?A me interessa quello che mangi tu esattamente quanto a te interessa quanto mangio io. Cioè niente.
            Ma perché se altri guadagnano non
            va bene e se sono io invece sì?A me va benissimo se tu guadagni, sempre che tu ci riesca in base a quello che fai.Se quello che fai non ti porta guadagno cambia attività. Esattamente come faccio io.
            Ho paura che chi
            commenta qua dentro sia il classico dipendende
            che trova la pappa pronta e lo stipendio a fine
            mese e non ha mai provato a rischiare del suo.Per tua norma e regola chi prende lo stipendio non lo prende come regalo o obolo, lavora per un mese intero e in cambio gli danno uno stipendio.E sta pur certo, è economia di base, che se a uno gli dai 100 lire di stipendio, significa che per te il lavoro che ha svolto vale almeno 500.
            Chi ha deciso di rischiare il proprio (vedi un
            artista) è giusto che guadagni su un suo lavoro.No, non è giusto.Lo dice la parola stessa "rischiare". Il "rischio" non prevede nessuna certa remunerazione. Può andarti bene e renderti molto o andarti male e non renderti nulla. Questo è il rischio. E tu lo hai accettato.
            Cosa vuoi, mettere un tetto al guadagno di un
            artista? I concerti gratis? Che lui prenda una
            busta paga come dipendente?Niente di tutto questo.Diciamo solo che se non guadagna a me non vengono i lacrimoni agli occhi.Se guadagna tanto beato lui e complimenti vivissimi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 novembre 2011 12.45-----------------------------------------------------------
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            L'ultima frase ha decisamente aperto gli occhi ai più che seguono questa discussione, ovvero che hai le idee un po' confuse. Ora siccome io sono un titolare di partita iva torno al lavoro, se tu sei un dipendente puoi restare qui a discutere, tanto il tuo capo ti paga comunque. Se anche tu invece hai una partita iva, odio che a breve ci sono le scadenze che sicuramente conosci, quindi è meglio tornare a produrre. Bye.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            L'ultima frase ha decisamente aperto gli occhi ai
            più che seguono questa discussione, ovvero che
            hai le idee un po' confuse. Direi che ho esposto la mia opinione in maniera + che chiara.Diciamo che non ti piace quello che dico perchè sai che è vero.
          • Funz scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Non me lo ha prescritto il dottore, se tu lavori
            gratis spendo anche meno (a parte che ho detto
            che 100000 euro erano un esempio). Non è una
            legge divina che debbo guadagnarci, è la vita. O
            mangio l'aria? Ma perché se altri guadagnano non
            va bene e se sono io invece sì? Ho paura che chi
            commenta qua dentro sia il classico dipendende
            che trova la pappa pronta e lo stipendio a fine
            mese e non ha mai provato a rischiare del suo.
            Troppo comoda criticare in questo
            modo.Non capisco perché noialtri dovremmo sentirci responsabili perché tu possa campare. Se riesci a campare col tuo lavoro d'artista bene, altrimenti crepa pure.Noi lavoriamo e veniamo pagati per il nostro lavoro una volta, non ai nostri eredi per settant'anni dopo la nostra morte.
            Chi ha deciso di rischiare il proprio (vedi un
            artista) è giusto che guadagni su un suo lavoro.
            Cosa vuoi, mettere un tetto al guadagno di un
            artista? I concerti gratis? Che lui prenda una
            busta paga come dipendente? Io non ho
            parole!Non voglio niente, solo che la smettiate di pretendere e basta. Rischi del tuo? Bene, ca**i tuoi, se fallisci non venire a piangere da noi.Già ci sono tasse imposte a tutti che vanno a foraggiare la SIAE, noi siamo stufi di dover subire pure la vostra arroganza. Per quello che me ne importa, potete andare anche a zappare i campi e potete tenervi la vostra "arte". Ce ne faremo una ragione.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            E' proprio qui l'errore che si compie, chi rischia del suo può andar bene come male. Se mi va bene me ne prendo anche i vantaggi (una canzone di sucXXXXX, per esempio, oppure un software, o altro). quindi, se sono bravo, il mio prodotto piace e vende continuo a guadagnare sulla mia idea, se va male, appunto, pace. Il dipendente che invece non vuole rischiare, lo sceglie lui di accontentarsi del suo stipendio, quindi anche se la sua azienda continua a vendere, lui resta con il suo stipendio. Ma da qui a dire che uno che ha rischiato di suo debba poi smettere di campare su una sua idea mi sembra alquanto ridicolo.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Ma lo fai apposta o cosa? Io spero davvero che tu
            stia scherzando....ma che centra il supporto
            fisico con l'opera? Allora te la taglio giù fine
            così ti è più facile: tu sei Vasco Rossi ok?
            Vediamola dal suo punto di vista. Per mesi, mesi
            e mesi stai in studio di registrazione, con la
            band, i tecnici, etc....supponiamo che questi
            mesi, mesi e mesi ti costano 100000 euro (forse
            sono stato troppo basso, ma partiamo da questa
            cifra). Completi il tuo singolo, l'etichetta
            inizia a stamparlo, con ulteriori costi. Quella
            che sta per andare sul mercato non sarà solo un
            supporto di plastica, ma la cosiddetta opera
            d'autore (con tanto di copyright, assolutamente
            legittimo). Bene, un mese dopo scopri che la
            maggior parte dei tuoi fans hanno scaricato il
            tuo pezzo (ogni 100 copie del singolo, 95 sono
            pirata e 5 sono originali). Morale della favola,
            per quel singolo hai incassato 100000 euro e le
            spese di produzione dell'etichetta discografica.
            Cosa fai? A te la risposta.La registrazione in studio altro non è che una PROMOZIONE del concerto dal vivo.PROMOZIONE, vuol dire PUBBLICITA'. Quella roba che ti arriva in casella... virtuale o reale. Si chiama pubblicità. Tu la paghi la pubblicità? Io no. E perché dovrei farlo? Se mi piace e posso permettermelo, vado al concerto. Se non mi piace o non posso permettermelo, non ci vado. E questa è libertà.Ah, e comunque se il signor Vasco Rossi spende 100.000 euro per registrare un suo brano, ha dei pessimi collaboratori. Se spende addirittura di più, è meglio se gli dà 100.000 calci nel sedere.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Oltre che non capire gli esempi, non conosci i costi di un lavoro. mi auguro che tu sia dipendente, altrimenti bye bye attività.
          • frk scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Oltre che non capire gli esempi, non conosci i
            costi di un lavoro. mi auguro che tu sia
            dipendente, altrimenti bye bye
            attività.Guarda che sono ragazzini che si divertono a contestare tutto.. stai sprecando fiato. Si tratta di gente che passa la vita a riempire hard disk di roba che ha scaricato e che non ascolterà/guarderà neanche.Con loro è come parlare con un muro... hanno questo concetto folle che tu (artista) devi vendere la tua musica ad un prezzo fisso una tantum, come se vendi una scopa, e poi chi la compra ci fa quello che vuole. Non li smuovi...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: frk
            Guarda che sono ragazzini che si divertono a
            contestare tutto.. stai sprecando fiato.Mi fa piacere che alle soglie dei 35 anni mi chiami ancora ragazzino, vuol dire che il cervello non m'è ancora andato in aceto come a voi dinosauri.
            Si
            tratta di gente che passa la vita a riempire hard
            disk di roba che ha scaricato e che non
            ascolterà/guarderà neanche.Con questi chiari di luna meglio accumulare il più possibile.
            Con loro è come parlare con un muro...No, quello era il reality "Il gabinetto", il mio reality è "Il grand'angolo".
            hanno
            questo concetto folle che tu (artista) devi
            vendere la tua musica ad un prezzo fisso una
            tantum, come se vendi una scopa,Esattamente. Io faccio così: perché Vasco Rossi non deve fare come me?
            e poi chi la compra ci fa quello che vuole.Con la scopa è esattamente così. E il venditore di scope se solo prova ad impedirmelo vedrà quanto il suo corpo sia in grado di contenere la sua merce...
            Non li smuovi...No non ci smuoviamo perché abbiamo ragione noi, indipendentemente da quante leggi <b
            AD PERSONAM </b
            vi fate fare.
          • pippo75 scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: uno qualsiasi
            La questione è: se ho comprato il disco, si
            suppone che ora sia mio. E se è mio, posso farne
            ciò che voglio (quindi, anche distribuire il rip
            ad
            altri).

            A chi appartiene il disco che ho comprato?il disco a te, il contenuto no.Con le supposizioni ci fai i coriandoli. La legge vieta la copia.Il giorno in cui la copia sarà lecita avrai ragione.Se lo fai tra amici in genere nessuno si lamenta, se lo fai in scala nazionale, qualcuno potrebbe farti pervenire il conto.Poi si può dire, bello, brutto, cattivo, ....... e tutto quello che vuoi.Se parli di materiale libero, invece sei incentivato a copiare e diffonderlo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 novembre 2011 14.17-----------------------------------------------------------
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: pippo75
            il disco a te, il contenuto no.Se non vendi il contenuto e vendi il disco, il disco me lo compro da solo. Tu sei disposto a vendere il contenuto, sì o no? Se sì, stabilisci un prezzo e se è equo e di mercato lo compro e poi ci faccio quello che mi pare. Se no, allora non rompere i XXXXXXXX perché stai tentando di vendere un cerchio di plastica a un costo infinitamente più alto dei cerchi di plastica che compro io e che posso riempire con quello che mi pare (invece il tuo non posso riempirlo, quindi è pure inutile ai miei scopi).
            Con le supposizioni ci fai i coriandoli. La legge
            vieta la copia.La legge è una legge ad personam fatta dal proprietario di aziende che mangiano col copyright
            Il giorno in cui la copia sarà lecita avrai
            ragione.La legge e la ragione non vanno sempre a braccetto, in tanti paesi esiste la pena di morte ma non vuol dire che abbiano ragione. I partigiani violavano le leggi fasciste ma non vuol dire che non avessero ragione e infatti giustamente li acclamiamo come eroi.Quindi col cavolo che legale = giusto. Soprattutto se la legge va contro la volontà della stragrande maggioranza della popolazione mondiale, solo allo scopo di difendere uno status quo di pochi medioevali che non vogliono adeguarsi ai tempi. Se ci fosse una legge che dice che farsi il ghiaccio in casa è illegale tu diresti sempre che è giusto?
            Se lo fai tra amici in genere nessuno si lamenta,
            se lo fai in scala nazionale, qualcuno potrebbe
            farti pervenire il conto.Ottimo, facciano pure, così si ingolfa il sistema ancora di più. Poi qualcuno si lamenta che la giustizia ha poche risorse: sfido io, se invece di prendere spacciatori, mafiosi e assassini vanno a cercare quelli che scaricano film e musica su internet. Sai quanto costa un'intercettazione? Sai quanto dura un proXXXXX e quanti soldi PUBBLICI si buttano per questo? Soldi derivanti dalle nostre tasse? Secondo te è giusto buttare tutti i soldi per fare intercettazioni a tappeto su tutti gli utenti di internet che usano peer to peer o che si collegano a megavideo?
            Poi si può dire, bello, brutto, cattivo, .......
            e tutto quello che vuoi.Una legge che va contro ciò che la popolazione fa DA SEMPRE è semplicemente inutile, e il fatto che quella legge l'abbia fatta chi ne riceve un danno diretto dal comportamento della popolazione la rende una legge ad personam quindi illegale e incostituzionale.VIOLARE quella legge è un DOVERE di ogni buon cittadino (lo dice persino chi quella legge l'ha fatta fare...) esattamente come è stato un dovere degli eroi partigiani combattere il fascismo anche imbracciando le armi e anche violando coprifuochi ed altre XXXXXXXte partorite da quella mente avariata di Alfredo Rocco.
            Se parli di materiale libero, invece sei
            incentivato a copiare e diffonderlo.Il materiale non libero non deve esistere, è una contraddizione in termini. Vuoi mantenere il controllo sul tuo programma? Tienilo chiuso in un cassetto. Se lo PUBBLICHI non puoi più decidere chi possa accedervi e chi no, e chi vi accede può fare quello che vuole, che tu lo voglia o no, indipendentemente da cosa dirà la legge. Poi che fai, rinchiudi tutti gli italiani? Ci processi tutti? Ci tieni proprio alla guerra civile?
          • pippo75 scrive:
            Re: siete i soliti !


            Il materiale non libero non deve esistere, è una
            contraddizione in termini. solo un punto. sono le persone che lo vogliono. Informati e lo scoprirai.- pubblichi una mia frase o mi paghi o ti denuncio.- pubblichi una mia foto, paga.- fai il mio nome, privacy.- hai l'archivio di foto della parrocchia, se ci sono senza permesso ti denuncio.- prendi spunto dal mio disegno, ti denuncio.- hai un idea simile alla mia, soldi e paga.- ho usato una foto fatta da te, mi denunci perchè dovevo chiederti il permesso.- compaio in una foto in mezzo a 100 persone, paghi.- mai fatto foto ad una cerimonia pubblica, in genere nessuno dice niente altrimenti meglio cambiare mestiere, ma quando becchi il pignolo.La gente fa questo, non in un futuro ma nel mondo corrente, prova ad informarti. Quindi il diritto d'autore rimane.Quando quello sparirà avrai ragione
          • Girolamo scrive:
            Re: siete i soliti !
            Quello che non entra in testa è: Lo compri a determinate CONDIZIONI, _CONDIZIONI!_ cioè di non duplicarlo e condividerlo. Se non ti stanno bene le condizioni, NON lo compri.E' un acquisto vincolato, bene o male, giusto o sbagliato è così e tu devi rispettare questo.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: Girolamo
            Quello che non entra in testa è: Lo compri a
            determinate CONDIZIONI, _CONDIZIONI!_ cioè di non
            duplicarlo e condividerlo.

            Se non ti stanno bene le condizioni, NON lo
            compri.Benissimo: non lo compro, allora... e lo scarico. Va bene? Sulla pagina di download non c'era nessuna delle condizioni citate, quindi non le ho violate.
          • Girolamo scrive:
            Re: siete i soliti !
            Eccolo! lo scarichi per eludere le mie condizioni, eluse a sua volta da chi lo ha condiviso (comprato ma senza rispettare le condizioni) IPOCRISIA allo stato puro.Ora, chi lo ha condiviso ha violato la legge, il server che lo ospita vieta la legge, chi lo linka direttamente invitando gli utenti a scaricare vieta la legge ( è ancora da definire, ma in linea generale l'interpretazione è questa e dipende dalla gravità del fatto).Se mi chiedi dov'è lo spacciatore di film, musica, XXXXXXX, o film pedo, ed io te lo indico, è in base alla gravità del fatto che si decide ( i giudici ) se sei colpevole o meno.ItalianShare aveva milioni di link, ti pare casuale?Tu cittadino invece,che scarichi il file, eticamente commetti un reato, legalmente anche ma non verrai mai preso.Da qui, TU giustifichi questi atti e pretendi che siano legali ed accettati da tutti.Dici che dato che gli autori guadagnano bene, che diano tutto gratis. Pretendi che non vengano stampati i CD/DVD fregandotene di chi non sa usare il PC o vuole ascoltarlo in macchina o ha un vecchio stereo.Egoismo, ipocrisia, infantilismo, ignoranza.Penso il discorso sia chiuso, con gli anni vedremo se le cose cambieranno in peggio o in meglio in base alle leggi, alle tecnologie ed i mercati.Resta i lfatto che comunque è l'Italia ad avere lo scettro degli ipocriti nei paesi occidentali, negli USA/UK, Francia, Germania, Paesi del nord la pirateria è minima.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: Girolamo
            Eccolo! lo scarichi per eludere le mie
            condizioniIo con te non ho avuto nessun contatto. Perciò tu a me non puoi mettere condizioni.
            , eluse a sua volta da chi lo ha
            condiviso (comprato ma senza rispettare le
            condizioni)Fai la multa a lui, allora... punirai l'unico che ti aveva pagato.
            Ora, chi lo ha condiviso ha violato la leggeHa violato le tue condizioni, al massimo. Comunque, visto che in tutto questo meccanismo lui è l'unico che ti ha pagato, se lo togli di mezzo, non ti rimarrà nessun cliente.
            , il
            server che lo ospita <b
            vieta </b
            la leggeCioè, il server ha fatto una legge che proibisce un'altra legge? Ma ti rileggi, almeno?
            , chi lo linka
            direttamente invitando gli utenti a scaricare
            <b
            vieta </b
            la leggeDi nuovo... errare è umano, perseverare è diabolico.
            Tu cittadino invece,che scarichi il file,
            eticamente commetti un reato, legalmente anche ma
            non verrai mai
            preso.Eticamente commetto un'opera meritoria: contribuisco al collasso del copyright.
            Da qui, TU giustifichi questi atti e pretendi che
            siano legali ed accettati da
            tutti.
            Dici che dato che gli autori guadagnano bene, che
            diano tutto gratis.No: io dico che se non guadagni, smettila di rompere le scatole e vai a fare un lavoro diverso.
            Pretendi che non vengano
            stampati i CD/DVD fregandotene di chi non sa
            usare il PC o vuole ascoltarlo in macchina o ha
            un vecchio
            stereo.E quelli che hanno un giradischi a manovella, come fanno? E quelli che hanno il proiettore per pellicole in celluloide? E chi ha solo il VHS? O il Betamax? C'è forse qualcuno che ha il DOVERE di produrre per formati obsoleti? E ritieni forse che dovremmo essere noi a pagare per la conversione in questi formati, solo perchè tu sei troppo pigro per cambiare lo stereo?
            Egoismo, ipocrisia, infantilismo, ignoranza.
            Penso il discorso sia chiuso, con gli anni
            vedremo se le cose cambieranno in peggio o in
            meglio in base alle leggi, alle tecnologie ed i
            mercati.Chiudi già? Non sei durato niente. E dicevi che sarei stato io quello che non durava, in un confronto con te?
            Resta i lfatto che comunque è l'Italia ad avere
            lo scettro degli ipocriti nei paesi occidentali,
            negli USA/UK, Francia, Germania, Paesi del nord
            la pirateria è
            minima.Non direi proprio. Guarda quanti film piratati arrivano dagli USA.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: Girolamo
            Quello che non entra in testa è: Lo compri a
            determinate CONDIZIONI, _CONDIZIONI!_ cioè di non
            duplicarlo e condividerlo.Queste condizioni se non sono firmate due volte (una per accettazione, un'altra perché sono clausole che limitano i diritti di una delle parti) non valgono un fico secco.
            E' un acquisto vincolato, bene o male, giusto o
            sbagliato è così e tu devi rispettare
            questo.Gli acquisti vincolati sono regolati da contratti e i contratti devono essere firmati da ambo le parti. Significa in parole povere, tu puoi scrivere pure che io che compro sono devo usare il tuo software solo in cima alla Torre di Pisa, ma se io non ho firmato, non puoi impormelo in alcun modo. Solo se hai la mia firma in mano, allora non vieni certo ad impormelo, ma mi fai causa e un giudice terzo decide se devo stare in cima alla Torre di Pisa o no. Senza la mia firma, il tuo contratto non vale niente.Altrimenti, se per te i contratti non firmati valgono come quelli firmati, dimmelo: ho qui un contratto senza la tua firma in cui sta scritto che mi hai fatto dono di tutti i tuoi averi perché vuoi ritirarti a vita meditativa nel Tibet.
        • Funz scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: BRinformatica
          Cosa centra se l'artista non sta con le pezze al
          XXXX scusa? Io produco un disco e decido di
          metterlo sul mercato a 50 euro. Se ti sta bene lo
          compri, se non ti va non lo compri, perché lo
          rubi? Stesso discorso del panettiere: lui fa il
          pane buono e lo paghi un po' di più, se non vuoi
          pagarlo tanto lo compri al supermercato, ma non
          lo puoi rubare! Al limite se tutti non vogliono
          pagare tanto un cd di un artista sarà poi lui ad
          abbassare il prezzo, ma non perché lo scarichi
          illegalmente, ma semplicemente perché non lo
          compri.Se tu sei un artista (e facciamo finta che tutto il guano commerciale che ci spalano in faccia sia arte), il tuo lavoro va a incrementare il patrimonio comune dell'umanità. Non stiamo parlando di patate o di bulloni, ma di cose che devono sopravvivere per sempre.Quindi il tuo lavoro non ti appartiene più, una volta che l'hai pubblicato. E' giusto che ci guadagni il giusto per un tempo limitato, ma passati 5-10 anni la tua opera è giusto che sia considerata di pubblico dominio.Autori e editori invece cercano di prolungare lo sfruttamento commerciale oltre ogni decenza. Risultato: tutti piratano tutto a partire dal giorno 0, e spesso anche dal D<0. Non ci verserò una lacrima, né un cent.Altro che "non comprare se non te lo puoi permettere".
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Il fatto che tu dica che dopo un po' il lavoro non mi appartiene più lo dici tu, è una tua opinione che rispetto ma non condivido. Una qualsiasi invenzione, non solo musicale, è frutto di una persona e come tale è giusto che ne abbia tutti i vantaggi in futuro. Chi non muove un dito o non si impegna resta nel suo piccolo, chi si da da fare invece ha diritto ad averne tutti i guadagni che gli spettano, non puoi essere tu a togliermi questo diritto, scaricando abusivamente la mia opera senza pagarla.
          • Funz scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Il fatto che tu dica che dopo un po' il lavoro
            non mi appartiene più lo dici tu, è una tua
            opinione che rispetto ma non condivido. UnaE' come dovrebbero essere le cose, e purtroppo non sono, perché l'industria si è indebitamente appropriata della produzione della cultura, e guai a chi gli tocca la pagnotta.
            qualsiasi invenzione, non solo musicale, è frutto
            di una persona e come tale è giusto che ne abbia
            tutti i vantaggi in futuro. Chi non muove un dito
            o non si impegna resta nel suo piccolo, chi si da
            da fare invece ha diritto ad averne tutti i
            guadagni che gli spettano, non puoi essere tu a
            togliermi questo diritto, scaricando abusivamente
            la mia opera senza
            pagarla.Non hai nessun diritto solo per il fatto che crei qualcosa. Se vendi, bene, se nessuno compra cambia pure mestiere. Se poi crei qualcosa di valido è giusto che resti a disposizione della società, e non chiuso nel cassetto di qualche editore perché non più redditizio.Quanto alla pirateria è un altro discorso, io sto criticando apertamente la mercificazione della cultura.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Il fatto che tu dica che dopo un po' il lavoro
            non mi appartiene più lo dici tuNo, lo dici tu nel momento in cui lo vendi. Se lo vendi non è più tuo, chiaro?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Una domanda: se io ti vendo una ferrari, non vuol dire che il brevetto di quell'auto è tuo. E' tuo il prodotto, ma questo non significa che tu possa produrla e darla ad altri. Idem per la musica (o film, o software, o altro). Se tu la acquisti la paghi e quel file è tuo, ma non significa che tu acquisisci il diritto di duplicare il file e darlo a chi ti pare.
      • dio in terra scrive:
        Re: siete i soliti !
        - Scritto da: zerobyte
        - Scritto da: dio in terra

        con la pirateria casalinga ,non ci perdono
        solo
        i

        colossi , ma per primo i picoli da chi
        stampa
        dvd

        e altro

        Certo...certo... la EMI & co, vanno da una
        "piccola" società a chiedere di stampare 60.000
        copie di un cd entro 4 giorni...
        certo...certo....--------------- ma di cosa parli ? un dvd costa meno di 2 euro , tutto il resto non e' mica guadagno del protagonista . dai fate 2 conti - stampa , grafica , imballo , stockaggio , trasporto , consegna , espositione mettici un ricarico minimo di 30% a ogni pasaggio dato che ogni persona che prende sto dvd deve viverci


        a i negozianti che vendo e PAGANO LE

        TASSE

        Le _TASSE_ vanno pagate su cio' che si
        "guadagna". Se non c'e' "guadagno" non c'e' tassa
        da
        pagare. ------ Studi di settore , mai sentiti , paghi anche se non guadagni, dimmi tu x che qualsiasi idiota puo' mettere un banner e farci anche 10 e non pagare come qualsiasi forma di guadagno


        , non fate i finti moralisti per che vi fa

        comodo scaricare illegalmente ,

        21 per un pezzetto di plastica è invece
        legale....giusto? ------------certo il pezzetto di plastica non lo hai costruito tu - metti che mediaworld guadagna 3 euro su sto pezzo di plastica ,il gossita pure , l'importatore anche , il corriere che lo porta in giro sto pezzo di plastica secondo te il pieno come lo paga ? pensa che il latte costa 0.5 al litro ma poi prima di arrivare al supermercato va alle stelle ...........


        se avete un

        lavoro sapete benissimo che il mondo gira se

        tutti pagono

        Cosa c'entra il lavoro con la truffa? Non sono un
        politico, e per 8 ore di lavoro non percepisco
        800 euro.-----------------cosa c'entra la politica ? il carico fiscale di un negoziante in italia e quasi il 50% se acqisti un prodotto a 1 euro e lo rivendi a 2 ci rimetti , 50cent di tasse , il restante ti deve bastare per afitto / spese luce gas telefono , poi ci devi vivere


        , oppure a fine mese non vi danno la

        busta paga x che la gente ha scaricato il
        vostro

        lavoro

        Hai ragione... Lady Gaga sta con le pezze al
        ****, oppure Vasco Rossi ha grossi problemi per
        arrivare a fine mese...
        suvvia...----------- troppo facile dire lei e ricca dunque rubo le sue opere , chi sei tu il robin hood di te stesso



        - oltretutto con i banners e le donazioni

        si evade il fisco , io se vendo un caffe' a 1

        euro ci pago 47 centesimi di tasse

        !!!!!

        Davvero fai? E allora Google che espone i suoi
        banner ( spazio adwords ) evade le tasse?
        O_O!!!!infatti google le tasse le paga O_O!!!!
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: siete i soliti !

          ma di cosa parli ? un dvd costa
          meno di 2 euroE allora perchè non lo vendi a quel prezzo?
          , tutto il resto non e' mica
          guadagno del protagonista . dai fate 2 conti -
          stampa , grafica , imballo , stockaggio ,
          trasporto , consegna , espositione mettici un
          ricarico minimo di 30% a ogni pasaggio dato che
          ogni persona che prende sto dvd deve viverciTutti questi servizi non mi interessano. Ne faccio a meno e non li pago. A me interessa solo il file, e quindi scarico solo quello.





          a i negozianti che vendo e PAGANO LE


          TASSE



          Le _TASSE_ vanno pagate su cio' che si

          "guadagna". Se non c'e' "guadagno" non c'e'
          tassa

          da

          pagare.
          ------ Studi di settore , mai sentiti , paghi
          anche se non guadagni, dimmi tu x che qualsiasi
          idiota puo' mettere un banner e farci anche 10 e
          non pagare come qualsiasi forma di guadagno





          , non fate i finti moralisti per che vi fa


          comodo scaricare illegalmente ,



          21 per un pezzetto di plastica è invece

          legale....giusto?
          ------------certo il pezzetto di plastica non lo
          hai costruito tu - metti che mediaworld guadagna
          3 euro su sto pezzo di plastica ,il gossita pure
          , l'importatore anche , il corriere che lo porta
          in giro sto pezzo di plastica secondo te il pieno
          come lo paga ? pensa che il latte costa 0.5 al
          litro ma poi prima di arrivare al supermercato va
          alle stelle
          ...........




          se avete un


          lavoro sapete benissimo che il mondo gira
          se


          tutti pagono



          Cosa c'entra il lavoro con la truffa? Non sono
          un

          politico, e per 8 ore di lavoro non percepisco

          800 euro.
          -----------------cosa c'entra la politica ? il
          carico fiscale di un negoziante in italia e quasi
          il 50% se acqisti un prodotto a 1 euro e lo
          rivendi a 2 ci rimetti , 50cent di tasse , il
          restante ti deve bastare per afitto / spese luce
          gas telefono , poi ci devi vivere





          , oppure a fine mese non vi danno la


          busta paga x che la gente ha scaricato il

          vostro


          lavoro



          Hai ragione... Lady Gaga sta con le pezze al

          ****, oppure Vasco Rossi ha grossi problemi per

          arrivare a fine mese...

          suvvia...
          ----------- troppo facile dire lei e ricca dunque
          rubo le sue opere , chi sei tu il robin hood di
          te stesso







          - oltretutto con i banners e le donazioni


          si evade il fisco , io se vendo un caffe'
          a
          1


          euro ci pago 47 centesimi di tasse


          !!!!!



          Davvero fai? E allora Google che espone i suoi

          banner ( spazio adwords ) evade le tasse?

          O_O!!!!
          infatti google le tasse le paga O_O!!!!
        • BRinformatica scrive:
          Re: siete i soliti !
          Una osservazione sugli studi di settore (visto che ho la partita iva e mi riguarda personalmente): gli studi mi impongono un fatturato minimo e congruo. Se non lavoro e non guadagno devo pagare (meno ma pago) e dieci minuti dopo arrivano le fiamme gialle a vedere cosa combino e come faccio a sopravvivere. Non vi consiglio di aver a che fare con gli studi di settore, se siete dipendenti questo è un pensiero in meno.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Una osservazione sugli studi di settore (visto
            che ho la partita iva e mi riguarda
            personalmente): gli studi mi impongono un
            fatturato minimo e congruo. Se non lavoro e non
            guadagno devo pagare (meno ma pago) e dieci
            minuti dopo arrivano le fiamme gialle a vedere
            cosa combino e come faccio a sopravvivere. E di che hai paura se sei onesto?Certo è che se guadagni meno di quanto indica lo studio di settore è meglio se chiudi.Ad ogni modo sono affari tuoi, tu hai assunto il rischio di impresa, se ti va bene ci guadagni, se ti va male chiudi.Non vedo perchè dovrei preoccuparmi degli affaracci tuoi quando vanno male, visto che quando vanno bene a me non dai un centesimo.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Vedo che tu invece di aziende e partite iva non ne capisci molto, se io dichiaro meno dello studio di settore non vuol dire che per forza non lavoro bene, posso essere stato male un mese, posso essermi rotto una gamba oppure la strada del mio negozio ha avuto dei lavori creando problemi di acXXXXX al pubblico. Qualsiasi motivo sia, all'agenzia delle entrate non interessa. (chiesto e verificato!). Altra cosa, sei il tuo capo è tirchio e non ti da un centesimo se la ditta lavora bene non è un problema mio.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Vedo che tu invece di aziende e partite iva non
            ne capisci molto,a differenza di quello che ti piace credere si, ne capisco abbastanza.
            se io dichiaro meno dello
            studio di settore non vuol dire che per forza non
            lavoro bene,nessuno ha detto che non lavori bene.
            posso essere stato male un mese,
            posso essermi rotto una gamba oppure la strada
            del mio negozio ha avuto dei lavori creando
            problemi di acXXXXX al pubblico. Qualsiasi motivo
            sia, all'agenzia delle entrate non interessa.E non interessa nemmeno a me.Se guadagni meno di quello che dovresti chiudi.E' così che funziona l'impresa.
            (chiesto e verificato!). Altra cosa, sei il tuo
            capo è tirchio e non ti da un centesimo se la
            ditta lavora bene non è un problema
            mio.E certo, andiamo sul personale quando non abbiamo argomenti.Ad ogni modo, l'impresa se ne assume il rischio, se va bene guadagna, se va male perde.Se non volete accettare questo rischio, non fate impresa.E' semplice.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Qui non c'è nulla di personale, ne mancanza di argomenti. Li ho esposti in modo chiaro, se hai qualche difficoltà a comprendere quanto ho spiegato non so che farci.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Qui non c'è nulla di personale,Non è la prima volta che ti dimentichi cosa scrivi.Questo lo hai scritto tu: "sei il tuo capo è tirchio e non ti da un centesimo".
            ne mancanza di
            argomenti.Io ti ho fatto una obiezione specifica e tu hai risposto che ti faceva male un piede.Sarebbero argomenti?
            Li ho esposti in modo chiaroè chiarissimo che non ne hai.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Allora lo fai apposta, dai....dillo così ci facciamo tutti una bella risata. L'esempio (si, era un esempio, ma tu ribalti come vuoi a tuo favore) del capo tirchio si riferiva ad un argomento che TU hai portato, ma è inutile che qui ricominciamo da capo....basta rileggere....mi spieghi invece l'esempio del piede che mi fa male?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Allora lo fai apposta, dai....dillo così ci
            facciamo tutti una bella risata. L'esempio (si,
            era un esempio, ma tu ribalti come vuoi a tuo
            favore) del capo tirchio si riferiva ad un
            argomento che TU hai portato, ma è inutile che
            qui ricominciamo da capo....basta rileggere....mi
            spieghi invece l'esempio del piede che mi fa
            male?Questo lo hai scritto tu "posso essermi rotto una gamba ".Ecco spiegato.Riassumendo senza perderci in chiacchiere semra che voi "imprenditori" pretendiate qualcosa sempre e comunque, indipendentemente da come vada l'economia. Io dico che questo modo di ragionare non è imprenditoriale.Un imprenditore vero sa che c'è il rischio di impresa, lo accetta quando le cose vanno bene e sa di doverlo accettare pure quando vanno male.Altrimenti che rischio è?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Il ragionamento è semplice. Io rischio. Se va bene pretendo riscuotere il profitto generato da quel prodotto ed è sacrosanto. Se ci perdo giustamente sono affari miei. Il dipendente accetta di esserlo e di percepire poco ma sicuro al mese.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Il ragionamento è semplice. Io rischio. Se va
            bene pretendo riscuotere il profitto generato da
            quel prodotto ed è sacrosanto. Se ci perdo
            giustamente sono affari miei. Il dipendente
            accetta di esserlo e di percepire poco ma sicuro
            al
            mese.Allora siamo d'accordo.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Veramente non ho mai sostenuto altre ipotesi. Quindi è implicito anche il motivo in cui se rischio e sono bravo ad averne tutti i vantaggi di una eventuale vendita a mio favore. Quindi, se sono bravo, produco qualcosa che piace e vendo, perché altri possono prendere questo mio prodotto che piace e duplicarlo a favore di quelli che non lo pagano?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Veramente non ho mai sostenuto altre ipotesi.Hai sostenuto che l'artista aveva diritto al guadagno.Il diritto non ce l'ha.
            Quindi è implicito anche il motivo in cui se
            rischio e sono bravo ad averne tutti i vantaggi
            di una eventuale vendita a mio favore.E ma se la gente soldi non te ne vuole dare non te ne vuole dare.C'è poco da fare.
            Quindi, se
            sono bravo, produco qualcosa che piace e vendo,Ah be se vendi va tutto bene, di che ti lamenti?
            perché altri possono prendere questo mio prodotto
            che piace e duplicarlo a favore di quelli che non
            lo
            pagano?Perchè c'è una fetta di consumatori/clienti che non reputa di pagarti.Quelli sono soldi che non vedrà mai, perchè accanirsi contro questa gente?Tu che ci rimetti?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: BRinformatica

            Veramente non ho mai sostenuto altre ipotesi.

            Hai sostenuto che l'artista aveva diritto al
            guadagno.
            Il diritto non ce l'ha.Parlavo di ipotesi sul lavoro di imprenditore.


            Quindi è implicito anche il motivo in cui se

            rischio e sono bravo ad averne tutti i
            vantaggi

            di una eventuale vendita a mio favore.

            E ma se la gente soldi non te ne vuole dare non
            te ne vuole
            dare.
            C'è poco da fare.Se la gente non vuole darmi i soldi non è un problema, però allora non si prende il mio prodotto. Io non vado dal panettiere a prendere il pane e poi gli dico che non mi va di pagarlo.


            Quindi, se

            sono bravo, produco qualcosa che piace e
            vendo,

            Ah be se vendi va tutto bene, di che ti lamenti?Se vendo e tu compri mi paghi, che storie sono queste?


            perché altri possono prendere questo mio
            prodotto

            che piace e duplicarlo a favore di quelli
            che
            non

            lo

            pagano?

            Perchè c'è una fetta di consumatori/clienti che
            non reputa di
            pagarti.E allora non prende il mio prodotto, altrimenti si parla di furto, semplice.
            Quelli sono soldi che non vedrà mai, perchè
            accanirsi contro questa
            gente?
            Tu che ci rimetti?Torno a ripetere, se chi vende e si vede portar via il prodotto senza essere pagato ti pare corretto? Solo perché tu non sei dall'altra parte, altrimenti voglio vedere come reagisci.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: BRinformatica


            Veramente non ho mai sostenuto altre
            ipotesi.



            Hai sostenuto che l'artista aveva diritto al

            guadagno.

            Il diritto non ce l'ha.

            Parlavo di ipotesi sul lavoro di imprenditore.




            Quindi è implicito anche il motivo in
            cui
            se


            rischio e sono bravo ad averne tutti i

            vantaggi


            di una eventuale vendita a mio favore.



            E ma se la gente soldi non te ne vuole dare
            non

            te ne vuole

            dare.

            C'è poco da fare.

            Se la gente non vuole darmi i soldi non è un
            problema, però allora non si prende il mio
            prodotto. Io non vado dal panettiere a prendere
            il pane e poi gli dico che non mi va di
            pagarlo.Sai bene che c'è una bella differenza tra beni materiali e immateriali.Duplicabli a costo zero e non duplicabili.




            Quindi, se


            sono bravo, produco qualcosa che piace e

            vendo,



            Ah be se vendi va tutto bene, di che ti
            lamenti?

            Se vendo e tu compri mi paghi, che storie sono
            queste?Se compro pago, ci mancherebbe.Ma se NON compro, non pago.




            perché altri possono prendere questo mio

            prodotto


            che piace e duplicarlo a favore di
            quelli

            che

            non


            lo


            pagano?



            Perchè c'è una fetta di consumatori/clienti
            che

            non reputa di

            pagarti.

            E allora non prende il mio prodotto, altrimenti
            si parla di furto,
            semplice.Furto di un bene immateriale?Dai su.


            Quelli sono soldi che non vedrà mai, perchè

            accanirsi contro questa

            gente?

            Tu che ci rimetti?

            Torno a ripetere, se chi vende e si vede portar
            via il prodotto senza essere pagato ti pare
            corretto? Nessuno porta via niente a nessuno.
            Solo perché tu non sei dall'altra
            parte, altrimenti voglio vedere come
            reagisci.Se io produco arte, vendere o non vendere non mi interessa. Mi interessa la diffusione.Se produco prodotti invece voglio vendere. Ma non posso vendere a chi non vuole acquistare.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Ma perché ti punti su un concetto sbagliato? Cosa vuol dire "se è un bene immateriale allora faccio quello che voglio?" Dico, ma scherziamo? ti ripeto la domanda: tu produci un disco e la tua etichetta lo mette in commercio a 1 euro. Il primo arriva e lo compra, poi ti accorgi che più nessuno lo acquista perché se lo passano tra di loro sottobanco. Totale tuo guadagno 50 centesimi, il resto dei tuoi costi te li pigli tu sulle spalle. Per quanto campi? Ma soprattutto : non ti inXXXXX se gli altri si prendono un tuo prodotto senza pagare il tuo lavoro? Se mi dici che ti va bene così deduco che tu non hai la partita iva.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Ma perché ti punti su un concetto sbagliato? Cosa
            vuol dire "se è un bene immateriale allora faccio
            quello che voglio?" Dico, ma scherziamo?
            Mai detto che ne faccio quello che voglio.Non posso prendere una tua canzone, film o programma e dire che l'ho fatto io.Ti dirò di +, non posso nemmeno usare una cosa tua per farci i soldi.Ma se me la prendo e ne godo, a te che te ne frega?
            ti ripeto la domanda: tu produci un disco e la
            tua etichetta lo mette in commercio a 1 euro. Il
            primo arriva e lo compra, poi ti accorgi che più
            nessuno lo acquista perché se lo passano tra di
            loro sottobanco. Totale tuo guadagno 50
            centesimi, il resto dei tuoi costi te li pigli tu
            sulle spalle. Per quanto campi?Se mi ostino a fare canzoni che nessuno vuole comprare non campo molto.Ma se vedo che la gente non compra i miei dischi, non mi resta altra scelta che fare un altro lavoro.
            Ma soprattutto
            : non ti inXXXXX se gli altri si prendono un tuo
            prodotto senza pagare il tuo lavoro?Dipende che si intende per "prendere".Se io faccio un panino, e tu lo prendi senza pagare mi inXXXXX, perchè non avendolo + non lo posso + vendere a chi lo vuole comprare.Se io faccio un panino, tu ne fai una foto e te ne vai, a me non me ne frega niente se ti sazi con quella. Tanto i miei clienti sono sempre quelli.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Va bene, ho capito che abbiamo due concetti diversi di lavoro. Mi viene da sorridere quando leggo certe affermazioni e capisco che il mondo è bello perché è vario. Questa impossibilità di trovarci sul concetto di bene materiale e immateriale fa si che la discussione continui all'infinito. Per fortuna ci sono le leggi che da arbitro imparziale (non sempre ma spessi sì) regolano due punti di vista diversi, come in un incidente dove entrambi vogliamo avere ragione e la polizia decide (giusto o sbagliato a seconda dei punti di vista) chi ha ragione. Mi viene da pensare allora, seguendo il tuo ragionamento: perché quando vai al cinema paghi? Non dovresti solo pagare il locale? Perché pagare il cinema visto che loro hanno venduto il prodotto? Eppure lì pagano tutti e chi non paga sta fuori e non gode del prodotto.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Va bene, ho capito che abbiamo due concetti
            diversi di lavoro. Mi viene da sorridere quando
            leggo certe affermazioni e capisco che il mondo è
            bello perché è vario. Questa impossibilità di
            trovarci sul concetto di bene materiale e
            immateriale fa si che la discussione continui
            all'infinito. Per fortuna ci sono le leggi che da
            arbitro imparziale (non sempre ma spessi sì)
            regolano due punti di vista diversi, come in un
            incidente dove entrambi vogliamo avere ragione e
            la polizia decide (giusto o sbagliato a seconda
            dei punti di vista) chi ha ragione.dipende chi fa le leggi.

            Mi viene da pensare allora, seguendo il tuo
            ragionamento: perché quando vai al cinema paghi?Perchè mi offrono un servizio.La poltorncina, lo schermo, l'operatore che mette la pizza e compagnia cantante.
            Non dovresti solo pagare il locale?Io a loro do i soldi, mica ad altri.
            Perché pagare
            il cinema visto che loro hanno venduto il
            prodotto?Perchè non compro il prodotto, compro il servizio.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Sbagliato il tuo discorso. In pieno!Tu al cinema paghi il servizio e il film. E infatti si parla di incasso in relazione agli spettatori. Quindi come paghi una quota al cinema (che ti da la sala, la poltrona, lo schermo e il film) idem quando compri un cd che paghi alla casa discografica in cui paghi il supporto, la distribuzione, chi lo ha trasportato, chi lo ha prodotto e il cantante.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Sbagliato il tuo discorso. In pieno!

            Tu al cinema paghi il servizio e il film.No no io pago alla casa della sala e pago il servizio.Poi giustamente, e ribadisco giustamente, la sala gira parte dell'introito alla siae, quindi al film, in quanto questa sta fecendo un business grazie a quell'opera.E io l'avevo gia scritto che il diritto d'autore è salvo fino a quel punto.Cioè se tu fai i soldi con la mia opera è giusto che mi paghi qualcosa.Ma se tu la mia opera la guardi/ascolti e basta, io non ti posso chiedere nulla.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            La canzone che tu acquisti non la paghi al cantante, ma alla casa discografica, così come quando guardi un film, non paghi Scamarcio e soci. Difficile da capire?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            La canzone che tu acquisti non la paghi al
            cantante, ma alla casa discografica, così come
            quando guardi un film, non paghi Scamarcio e
            soci. Difficile da
            capire?Ma perchè svicoli ogni volta che ti dimostro che hai torto?
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Mi pare il contrario a leggere i tuoi post.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Mi pare il contrario a leggere i tuoi post.Il problema è allora che non leggi i tuoi.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Va bene. ciao.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Una domanda: che lavoro fai? Giusto per capire....
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Una domanda: che lavoro fai? Giusto per capire....L'attore.bwahahahahahahahahahahahNo scherzi a parte, lo sviluppatore software.Qualche volta come consulente freelance, qualche volta come dipendente a tempo. come capita.Della mia opera di ingegno io ci campo, ma mi pagano una volta sola, non ogni volta che guardano il mio programma.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Quindi tu permetti a chi ha comprato il tuo programma di copiarlo ad altri mille? E tu ti accontenti di quello che ti ha dato il primo? Complimenti, spero per te che vendi ad alto prezzo altrimenti tra breve sei nella schiera di quelli disoccupati.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Quindi tu permetti a chi ha comprato il tuo
            programma di copiarlo ad altri mille? Beh chi ha cacciato soldi per una soluzione, non la distribuisce tanto volentieri in giro, no?
            E tu ti
            accontenti di quello che ti ha dato il primo?Viene pattuito all'inizio, come è prassi tra galanutomini.
            Complimenti, spero per te che vendi ad alto
            prezzo Ci campo meglio di tanti altri.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            bene, fa piacere.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Veramente non ho mai sostenuto altre ipotesi.
            Quindi è implicito anche il motivo in cui se
            rischio e sono bravo ad averne tutti i vantaggi
            di una eventuale vendita a mio favore. Quindi, se
            sono bravo, produco qualcosa che piace e vendo,
            perché altri possono prendere questo mio prodotto
            che piace e duplicarlo a favore di quelli che non
            lo
            pagano?Perchè il prodotto che duplicano non è quello che vendi.Tu vendi infatti una licenza d'uso, non un software. E la licenza che vendi non ci piace.Quindi, parafrasando il tuo ragionamento... non sei stato bravo, hai prodotto qualcosa che non è piaciuto, e adesso non lo vendi. Eri disposto ad assumerti il rischio.... bene, assumitelo.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            La confusione regna sovrana...ma cosa stai dicendo? Io ti vendo un prodotto insieme alla licenza d'uso, non solo quest'ultima.....fuma meno cose strane su.....
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            La confusione regna sovrana...ma cosa stai
            dicendo? Io ti vendo un prodotto insieme alla
            licenza d'uso, non solo quest'ultima.....Se mi hai venduto il prodotto, tale prodotto per definizione è diventato di mia esclusiva proprietà, e la licenza non si applica più.Se tu sostieni che il prodotto appartiene ancora a te, è chiaro che non me l'hai venduto, e mi hai venduto solo la licenza. In tal caso, però... stai vendendo una merce che non piace.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Peccato che la realtà non funziona così....è solo una tua utopia che non trova riscontro. Domanda: dipendente o titolare di partita iva?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !

            Peccato che la realtà non funziona così....Funziona così, invece.... nonostante tu ed altri cerchiate di impedirlo.
            Domanda:
            dipendente o titolare di partita
            iva?Risposta: ma a te che te ne frega? Ti ho forse chiesto che lavoro fai tu? Anzi, ti avevo suggerito di non dirlo, quindi di certo non lo dirò io.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Hai paura di qualcosa? Io mi sono esposto dicendo chi sono e cosa faccio perché ho portato delle argomentazioni chiare e semplici. Evidentemente sei un dipendente e in un certo ragionamento puramente commerciale e di gestione non riesci ad entrarci....pace...forse è per questo che abbiamo due visioni diverse. Ma non essere troppo convinto quando affermi "Funziona così, invece.... nonostante tu ed altri cerchiate di impedirlo."
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            - Scritto da: BRinformatica
            Hai paura di qualcosa? Io mi sono esposto dicendo
            chi sono e cosa faccio perché ho portato delle
            argomentazioni chiare e semplici.E tirandoti addosso un bel po' di pubblicità negativa. Contento tu...
            Evidentemente
            sei un dipendente e in un certo ragionamento
            puramente commerciale e di gestione non riesci ad
            entrarci....pace...forse è per questo che abbiamo
            due visioni diverse. Ma non essere troppo
            convinto quando affermi "Funziona così,
            invece.... nonostante tu ed altri cerchiate di
            impedirlo."Ne sono convinto vedendo le lamentele (e le chiusure) di chi cerca di campare con il modello che proponi tu.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            Benissimo: hai perso.
          • BRinformatica scrive:
            Re: siete i soliti !
            Se ne sei convinto....ti ho risposto così per chiudere questo botta e risposta infinito...non essere convinto di aver ragione in modo assoluto....tu sei convinto di una cosa, io di un'altra e propongo di chiudere qui....
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: siete i soliti !
            Per me va anche bene.... spero di averti dato qualche spunto di riflessione. E se non è così, pazienza... almeno è stato divertente discutere.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: dio in terra
          - Scritto da: zerobyte

          - Scritto da: dio in terra


          con la pirateria casalinga ,non ci perdono

          solo

          i


          colossi , ma per primo i picoli da chi

          stampa

          dvd


          e altro



          Certo...certo... la EMI & co, vanno da una

          "piccola" società a chiedere di stampare 60.000

          copie di un cd entro 4 giorni...

          certo...certo....
          --------------- ma di cosa parli ? un dvd costa
          meno di 2 euro , tutto il resto non e' mica
          guadagno del protagonista . dai fate 2 conti -
          stampa , grafica , imballo , stockaggio ,
          trasporto , consegna , espositione mettici un
          ricarico minimo di 30% a ogni pasaggio dato che
          ogni persona che prende sto dvd deve viverci
          Tutta roba inutile, indipendentemente dala pirateria.I contenuti digitali di fatto non si distribuiscono + così e sarà sempre meno.Che facciamo chiudiamo la rete solo perchè un sacco di gente fa un lavoro che non serve + a niente?




          a i negozianti che vendo e PAGANO LE


          TASSE



          Le _TASSE_ vanno pagate su cio' che si

          "guadagna". Se non c'e' "guadagno" non c'e'
          tassa

          da

          pagare.
          ------ Studi di settore , mai sentiti , paghi
          anche se non guadagni,Falso, paghi di meno e vieni ispezionato.Se tutto è a posto non c'è problema.D'altronde, se guadagnate meno di quello che dovreste, chiudete!
          dimmi tu x che qualsiasi
          idiota puo' mettere un banner e farci anche 10 e
          non pagare come qualsiasi forma di guadagno
          Perchè fa un business migliore del tuo. Le tasse le deve pagare, ma se i banner rendono + della tua bottega, da noialtri cosa vuoi?Fatti pure tu un sito coi banner, se sei capace.




          , non fate i finti moralisti per che vi fa


          comodo scaricare illegalmente ,



          21 per un pezzetto di plastica è invece

          legale....giusto?
          ------------certo il pezzetto di plastica non lo
          hai costruito tu - metti che mediaworld guadagna
          3 euro su sto pezzo di plastica ,il gossita pure
          , l'importatore anche , il corriere che lo porta
          in giro sto pezzo di plastica secondo te il pieno
          come lo paga ?Insomma, secondo te deve mangiare un sacco di gente, per cose che non servono, e le devo pagare io.




          se avete un


          lavoro sapete benissimo che il mondo gira
          se


          tutti pagono



          Cosa c'entra il lavoro con la truffa? Non sono
          un

          politico, e per 8 ore di lavoro non percepisco

          800 euro.
          -----------------cosa c'entra la politica ? il
          carico fiscale di un negoziante in italia e quasi
          il 50%Non fate la solita piangina, voi bottegai, le tasse le paghiamo tutti, e lo sanno pure i sassi che ne pagano di + i poveracci con il sostituto di imposta.Meno hai e + paghi, così funziona in questo paese. Quelli che si lagnano però so sempre esercenti e professionisti, quelli che per pigliare la stessa pensione che prenderò io pagano DI MENO!!!Ma almeno state zitti...
          ----------- troppo facile dire lei e ricca dunque
          rubo le sue opere , chi sei tu il robin hood di
          te stesso
          No no io non rubo niente. Non mi viene un cent in tasca ad ascoltare o meno il cd di lady gaga.






          - oltretutto con i banners e le donazioni


          si evade il fisco , io se vendo un caffe'
          a
          1


          euro ci pago 47 centesimi di tasse


          !!!!!



          Davvero fai? E allora Google che espone i suoi

          banner ( spazio adwords ) evade le tasse?

          O_O!!!!
          infatti google le tasse le paga O_O!!!!Se io metto un banner ci guadagno 100 lire e ci pago le tasse, a te che te ne frega?Cos'è, te rode?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: siete i soliti !

      con la pirateria casalinga ,non ci perdono solo i
      colossi , ma per primo i picoli da chi stampa dvd
      e altroOvvio: non c'è più bisogno di stampare i dvd, quindi nessuno ti paga più per farlo.
      a i negozianti che vendo e PAGANO LE
      TASSE , non fate i finti moralisti per che vi fa
      comodo scaricare illegalmente , se avete un
      lavoro sapete benissimo che il mondo gira se
      tutti pagono , oppure a fine mese non vi danno la
      busta paga x che la gente ha scaricato il vostro
      lavoroSe la gente potesse scaricare il mio lavoro, io non avrei bisogno di farlo. E quindi non lo farei.
    • bubba scrive:
      Re: siete i soliti !
      - Scritto da: dio in terra
      con la pirateria casalinga ,non ci perdono solo i
      colossi , ma per primo i picoli da chi stampa dvd
      e altro i "picoli" che stampano dvd dovrebbero strappare i pochi peli rimasti a Bondi, che ha istituito la "tassa dell'equo compenso" sulle memorie di massa... altro che la cosiddetta pirateria casalinga..
      • dio in terra scrive:
        Re: siete i soliti !
        Nel milanese c'e una ditta che stampava i dvd con 50 dipendenti , che ha chiuso , sono tutti senza lavoro .. secondo te' e giusto ?ti auguro di restare senza lavoro poi vediamo come la pensi
        • zerobyte scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: dio in terra
          Nel milanese c'e una ditta che stampava i dvd con
          50 dipendenti , che ha chiuso , sono tutti senza
          lavoro .. secondo te' e giusto
          ?
          ti auguro di restare senza lavoro poi vediamo
          come la
          pensiSe la tecnologia cambia e con essa cambiano le opportunità di lavoro, vuoi che manteniamo le aziende aperte per "solidarietà"?Quella piccola azienda ha chiuso perchè il mercato dei DVD è obsoleto. Sai quante società di giochi per Amiga han "chiuso" perchè ormai fuori mercato? Suvvia...
        • Sgabbio scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: dio in terra
          Nel milanese c'e una ditta che stampava i dvd con
          50 dipendenti , che ha chiuso , sono tutti senza
          lavoro .. secondo te' e giusto
          ?
          ti auguro di restare senza lavoro poi vediamo
          come la
          pensiEhh si, colpa della pirateria che ha chiuso, non delle aziende che spostano tutto in paesi dove il costo del lavoro e infinitamente minore.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: dio in terra
          Nel milanese c'e una ditta che stampava i dvd con
          50 dipendenti , che ha chiuso , sono tutti senza
          lavoro .. secondo te' e giusto ?Perché non si è ribellata quando la SIAE ha imposto il pizzo per i bollini e poi il pizzo sui supporti vergini? Cos'è, quello le stava bene?Chi dà da mangiare alle mafie finisce male, lo sapevi?Storia vera:In questa strada c'erano diversi negozi di alimentari, i prezzi non erano alti ma in relazione ai supermercati erano cari.Da qualche anno, sempre in questa strada, si è aperto un supermercato.Di quei negozi, uno è rimasto aperto specializzandosi nei prodotti "biologici", dagli altri non ci va più nessuno se non pochi clienti abituali e sono prossimi alla chiusura.Secondo te è giusto?Indipendentemente da quale fosse la tua risposta, così gira il mondo oggi, si chiama globalizzazione. Una globalizzazione che ha fatto comodo a te, all'industria, alle major e alla SIAE. E sei un ipocrita, perché ora che quella stessa globalizzazione comincia a far comodo ai consumatori non ti sta più bene.La sai la verità? Il cliente che si sente spremuto come un limone, farà <b
          di tutto </b
          per sfuggire alla tua presa. E non c'è NULLA che tu possa fare per impedirglielo, perché, qualora non lo sapessi, è chi ha i soldi a decidere il destino di chi deve riceverli. E se i clienti delusi per il tuo comportamento dispotico decidono in massa che tu non devi più lavorare, tu non lavorerai.Qualora non avessi capito, TU che vendi SEI NOSTRO DIPENDENTE, quindi noi ritenendoti superfluo ti abbiamo licenziato e pure con giusta causa. Puoi continuare a stare aperto togliendo spazio e posto a chi potrebbe essere più utile di te, ma stai sicuro che ogni giorno in più che rimarrai aperto sarai sempre più in perdita. A quel punto sarai sommerso dai debiti. Indovina che succede: che se non avrai chiuso tu per conto tuo, arriverà l'ufficiale giudiziario a chiudere te in mezzo a quattro muri.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: siete i soliti !
          - Scritto da: dio in terra
          Nel milanese c'e una ditta che stampava i dvd con
          50 dipendenti , che ha chiuso , sono tutti senza
          lavoro .. secondo te' e giusto
          ?Giustissimo.Chi dovrebbe pagare per quei dvd, se nessuno li vuole?
  • Il problema.. . scrive:
    Il problema...
    Il problema forse non vi è chiaro, hanno pizzicato uno che lucrava con banner pubblicitari, clic generati dall'utenza, clic generati dai siti di hosting su cui venivano caricati i file (ogni utente che scaricava generava un piccolo guadagno) e infine la cosa più schifosa chiedeva all'utenza donazioni sulla sua PostePay. Questa si chiama evasione fiscale.Punto! Di questo deve rispondere. Il resto sono le solite chiacchere da salotto.
    • panda rossa scrive:
      Re: Il problema...
      - Scritto da: Il problema.. .
      ...e infine la cosa
      più schifosa chiedeva all'utenza donazioni sulla
      sua PostePay. Questa si chiama evasione
      fiscale.Punto!Dove sarebbe l'evasione fiscale?Hai guardato la sua dichiarazione dei redditi per caso?

      Di questo deve rispondere. Il resto sono le
      solite chiacchere da
      salotto.
      • JackBahuer scrive:
        Re: Il problema...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Il problema.. .

        ...e infine la cosa

        più schifosa chiedeva all'utenza donazioni
        sulla

        sua PostePay. Questa si chiama evasione

        fiscale.Punto!

        Dove sarebbe l'evasione fiscale?
        Hai guardato la sua dichiarazione dei redditi per
        caso?






        Di questo deve rispondere. Il resto sono le

        solite chiacchere da

        salotto.e come mai i soldi di PP (altro ladrone) tramite PRESTANOME? solo questa parola la dice tutta.Mi sà che il ns.Tex non usufruirà più dell'uso del pc per un bel pezzo...
        • zerobyte scrive:
          Re: Il problema...
          - Scritto da: JackBahuer

          e come mai i soldi di PP (altro ladrone) tramite
          PRESTANOME? solo questa parola la dice
          tutta.

          Mi sà che il ns.Tex non usufruirà più dell'uso
          del pc per un bel
          pezzo...Se credi a tutto ciò che ti raccontano, non preoccuparti hai ancora 1 anno di vita (la fine del mondo è vicina) e babbo natale quest'anno ti farà un grande regalo perchè l'anno prossimo sarà in ferie.
          • JackBahuer scrive:
            Re: Il problema...
            io dovrei credere a tutto quello che dicono?Povero XXXXXXXX ,stò quì in casa a farmi per le seghe per un infame come tè.Purtroppo il mondo di XXXXX in cui vivo lo conosco sin troppo bene.!!!!!!!Spaccio per vivere. non sto' comodo al picci'come tèTU sì n'omm e merd' e quel TEX ,si! s'e XXXXXXX i soldi alla faccia dei fessi. Oppure anche questo è falso.sorry ma ti sei trovato nel mio giorno NO!
          • zerobyte scrive:
            Re: Il problema...
            - Scritto da: JackBahuer
            io dovrei credere a tutto quello che dicono?Da quanto hai scritto... SI
            Povero XXXXXXXX ,stò quì in casa a farmi per le
            seghe per un infame come
            tè.Hai studiato ad Oxford sicuramente...
            Purtroppo il mondo di XXXXX in cui vivo lo
            conosco sin troppo bene.!!!!!!!Spaccio per
            vivere. non sto' comodo al picci'come
            tèE vieni a far la morale a Tex? :D

            TU sì n'omm e merd' e quel TEX ,si! s'e
            XXXXXXX i soldi alla faccia dei fessi. Oppure
            anche questo è
            falso.Tu spacci e io sono un uomo di XXXXX? :DSicuro di spacciarla la roba? Perche' mi sa che sei (stra)fatto...
            sorry ma ti sei trovato nel mio giorno NO!Non ti preoccupare, capita a tutti
          • JackBahuer scrive:
            Re: Il problema...
            VAFFAMOCCA A CHEDDA SCASSATA D' MAMMA'T FIGGH D' ROTTA ANGUL.SI NU XXXXXXTUR OMME E XXXXX,p.S puoi chiederelo a quello XXXXXXX di tua madre /sorella o fidanzxzata( ma dubito che nu cess' e chigghion la tenga cmq...)che me lo stanno prendendo in bocca per 1 dose
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Il problema...
            Ti si è inceppato il distributore automatico ?
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Il problema...
      - Scritto da: Il problema.. .
      Il problema forse non vi è chiaro, hanno
      pizzicato uno che lucrava con banner
      pubblicitari,Cavolo LUCRAVA... Perché la EMI, la WARNER, la BMG eccetera non si fanno il loro bel sito che dà la musica e i film gratis LUCRANDO COI BANNER PUBBLICITARI e smettono di mettere le mani nelle tasche (ormai vuote) degli utenti? Rispondi a QUESTA di domanda, prima di sparare cavolate.
      • Girolamo scrive:
        Re: Il problema...
        Perchè con la pubblicità non riuscirebbero a rientrare nei costi del film/software. Un film odierno che non sia monnezza costa milioni di euro in computer grafica e coinvolge nel lavoro decine / centinaia di persone, ed il modello di business pubblicitario riesce a tenere in piedi solo Google che ha il monopolio della ricerca, pubblicità tralaltro pagata da coloro che hanno il vecchio modello di business "a vendita" ( e che se non ci fossero, coloro che pagano per fare pubblicità non basterebbero per tutti ).Dite un MARE di idiozie, siete bambocci che non vogliono pagare niente, e non sanno niente di imprenditoria e di come gira il mondo, vi difendete dietro all' IPOCRISIA di dare agli altri gratis perchè poverini non possono comprare. Conosco almeno 100 persone PIENE DI SOLDI che scaricano TUTTO da siti internet come quello dell'articolo (chiuso GIUSTAMENTE), e che quando non trovano online il film, il programma, la musica etc.. o non riescono a craccarlo, COMPRANO come alternativa, bestemmiando perchè "spendono i soldi" e perchè non l'hanno trovato su internèt, poi pagano 50 euro per stare 3 ore in discoteca e non 50 euro per videogames capolavori creati da centinaia di ingegneri ed anni di lavoro di persone normali.Siete ipocriti, infantili, e ridicoli, tutti voi che siete contro il copyright. La legge andrebbe modificata, i prezzi abbassati in alcuni casi, ma è IMPOSSIBILE pretendere di non pagare per qualcosa che è a pagamento e fa girare letteralmente il mondo.Chi non ha i soldi non compra, o paga 2 euro un film dov'è il problema. Con due euro ci compri a stento un pacchetto di gomme oggi, il problema è che SE ESISTE GRATIS, NON LO PAGO. Fine, è chiaro a tutti.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Il problema...

          Perchè con la pubblicità non riuscirebbero a
          rientrare nei costi del film/software. Un film
          odierno che non sia monnezza costa milioni di
          euro in computer grafica e coinvolge nel lavoro
          decine / centinaia di persone, ed il modello di
          business pubblicitario riesce a tenere in piedi
          solo Google che ha il monopolio della ricerca,Ci basta.
          pubblicità tralaltro pagata da coloro che hanno
          il vecchio modello di business "a vendita" ( e
          che se non ci fossero, coloro che pagano per fare
          pubblicità non basterebbero per tutti
          ).Coloro che hanno il modello di business a vendita vendono beni materiali. E, per quelli, la vendita va benissimo, visto che non sono replicabili a costo zero.

          Dite un MARE di idiozie, siete bambocci che non
          vogliono pagare niente, e non sanno niente di
          imprenditoria e di come gira il mondo, vi
          difendete dietro all' IPOCRISIA di dare agli
          altri gratis perchè poverini non possono
          comprare.Tu con cosa ti difendi? Con gli insulti?
          Conosco almeno 100 persone PIENE DI SOLDI che
          scaricano TUTTO da siti internet come quello
          dell'articoloE fanno tanto bene. Il fatto che abbiano soldi non vuol dire che devono regalarli a chi glieli chiede senza dare nulla in cambio.
          (chiuso GIUSTAMENTE), e che quando
          non trovano online il film, il programma, la
          musica etc.. o non riescono a craccarlo, COMPRANO
          come alternativa, bestemmiando perchè "spendono i
          soldi" e perchè non l'hanno trovato su internèt,Non hanno cercato abbastanza. Ma non ti preoccupare, gli insegneremo noi a cercare meglio.
          poi pagano 50 euro per stare 3 ore in discoteca Lì ottengono un servizio, che non può essere duplicato a costo zero.
          e non 50 euro per videogames capolavori creati da
          centinaia di ingegneri ed anni di lavoro di
          persone
          normali.Non spendono 50 euro per una <b
          copia </b
          di un videogames, perchè possono farsela da soli, e quindi non ha senso pagare qualcuno che la realizzi al posto loro.

          Siete ipocriti, infantili, e ridicoli, tutti voi
          che siete contro il copyright. La legge andrebbe
          modificata, i prezzi abbassati in alcuni casi,L'unica modifica possibile è l'eliminazione.
          ma
          è IMPOSSIBILE pretendere di non pagare per
          qualcosa che è a pagamento e fa girare
          letteralmente il
          mondo.Non fa girare il mondo. Fa solo girare sè stesso... ed è arrivato il momento di fermarlo.
          Chi non ha i soldi non compraInfatti non compra: scarica.
          Con due euro ci compri a stento un pacchetto di
          gomme oggi, il problema è che SE ESISTE GRATIS,
          NON LO PAGO. Fine, è chiaro a
          tutti.Ovvio. E una COPIA esiste sempre gratis. Quindi... o crei un originale nuovo apposta per me, o non hai motivo di essere pagato.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Il problema...
          - Scritto da: Girolamo
          Perchè con la pubblicità non riuscirebbero a
          rientrare nei costi del film/software. Un film
          odierno che non sia monnezza costa milioni di
          euro in computer graficaUn film odierno recupera al cinema nella prima settimana di programmazione.Se è monnezza recupera nelle prime due settimane.Se fa schifo nel primo mese.Se fa meno che schifo, c'è comunque un fondo statale che risarcisce, quindi i film italiani non vanno mai in perdita e quelli stranieri che arrivano fino da noi hanno già abbondantemente recuperato in patria tutti i costi (compresi quelli di doppiaggio e adattamento per l'estero).
          e coinvolge nel lavoro
          decine / centinaia di persone, ed il modello di
          business pubblicitario riesce a tenere in piedi
          solo Google che ha il monopolio della ricerca,
          pubblicità tralaltro pagata da coloro che hanno
          il vecchio modello di business "a vendita" ( e
          che se non ci fossero, coloro che pagano per fare
          pubblicità non basterebbero per tutti ).Sì infatti Facebook sta con le pezze al XXXX... Twitter lo stesso...
          Dite un MARE di idiozie, siete bambocci che non
          vogliono pagare niente,Mi fa piacere essere bamboccio a quasi 35 anni
          e non sanno niente di
          imprenditoria Ne so più io di tutti gli ultimi 10 ministri dell'economia.
          e di come gira il mondo, vi
          difendete dietro all' IPOCRISIA di dare agli
          altri gratis perchè poverini non possono
          comprare.Io dò agli altri gratis, perché gli altri non danno a me gratis?
          Conosco almeno 100 persone PIENE DI SOLDI che
          scaricano TUTTO da siti internet come quello
          dell'articolo (chiuso GIUSTAMENTE), e che quando
          non trovano online il film, il programma, la
          musica etc.. o non riescono a craccarlo, COMPRANO
          come alternativa, bestemmiando perchè "spendono i
          soldi" e perchè non l'hanno trovato su internèt,Fanno male. Io se non c'è su internet aspetto. Al massimo decidiamo di comprare in gruppo e poi facciamo le copie.
          poi pagano 50 euro per stare 3 ore in discotecaQuindi ogni volta che i tuoi amici vanno in discoteca per 3 ore di tunz tunz tunz, danno 5 euro (il 10% dell'incasso incluse consumazioni) alla SIAE, che li ridirigerà non alla musica da discoteca, ma alla musica da ballo liscio. Lo sapevi, vero?
          e
          non 50 euro per videogames capolavori creati da
          centinaia di ingegneri ed anni di lavoro di
          persone normali.Ognuno spende i propri soldi come meglio crede.
          Siete ipocriti, infantili, e ridicoli, tutti voi
          che siete contro il copyright. La legge andrebbe
          modificata, i prezzi abbassati in alcuni casi, ma
          è IMPOSSIBILE pretendere di non pagare per
          qualcosa che è a pagamento e fa girare
          letteralmente il mondo.Fa girare COSA? (rotfl) L'industria dei contenuti è in crisi e lo sarebbe anche senza la pirateria perché è una delle prime cose che viene messa da parte quando la gente non ha soldi oltre tutti gli altri interessi.
          Chi non ha i soldi non compra, o paga 2 euro un
          film dov'è il problema.Bene facciamo i prezzi in base al reddito. Io sono d'accordo, sai. Chi ha reddito basso però non deve pagare un euro e deve avere lo stesso diritto di accedere ad arte e cultura (perché dite che quello sono) di uno con i soldi che pagherà più degli altri, anche per lui.E' uno dei tre sistemi fattibili per dare tutto alle stesse condizioni: in base a quanto guadagni, paghi una cifra diversa.In alternativa si può fare una tassazione flat: paghi fisso un tot al mese e hai acXXXXX a tutto quello che ti pare, legalmente. Quel tot può essere 20 euro, può essere 200 euro e può essere 2000 euro. Ma deve essere proporzionato al reddito (o alla pensione) e i redditi più bassi devono averlo gratuitamente.Il terzo sistema, ovviamente, è non prevedere nessuna tassa e tenere tutto gratuitamente comunque. Che è quello che preferirei ma sono disposto a discutere se si preferisce uno degli altri due.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Il problema...
      dove caricava i file ?
    • stefano sense scrive:
      Re: Il problema...
      dichiarazione fiscale ? magari pirateria se consideri che ogni azienda che ti fà esporre banner pretende regolare fattura (se è estera puoi autofatturare). Le donazioni non sono tassate.
      • Osvy scrive:
        Re: Il problema...
        - Scritto da: stefano sense
        dichiarazione fiscale ? magari pirateria se
        consideri che ogni azienda che ti fà esporre
        banner pretende regolare fattura (se è estera
        puoi autofatturare). Le donazioni non sono
        tassate.Sicuro sicuro?... sai cosa si intende per "donazione"? (codice civile)
    • ruppolo scrive:
      Re: Il problema...
      - Scritto da: Il problema.. .
      Questa si chiama evasione
      fiscale.Punto!Invece evadere l'IVA che tipo di evasione è?
      • lul scrive:
        Re: Il problema...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Il problema.. .

        Questa si chiama evasione

        fiscale.Punto!

        Invece evadere l'IVA che tipo di evasione è?la perla di ignoranza giornaliera made in ruppolo
  • Christian scrive:
    LEGGERE!!!!!
    Per prima cosa vorrei ribadire,come ha detto Tex Willer,che sul server di Italiannetwork non c'è nulla di illecito e che quindi non può essere perseguito penalmente. Chi è in difetto con la legge non è ITN ma i server su cui sono i file(x es: Megaupload, Fileserve e i tracker torrent) quindi se si volesse "ripulire" il web si dovrebbero oscurare quei server e non i quelli di Tex... E ci preciso a dire una cosa, nessuno ci ha guadagnato una lira in tutto questo, anzi...
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: LEGGERE!!!!!
      - Scritto da: Christian
      Per prima cosa vorrei ribadire,come ha detto Tex
      Willer,che sul server di Italiannetwork non c'è
      nulla di illecito e che quindi non può essere
      perseguito penalmente. Chi è in difetto con la
      legge non è ITN ma i server su cui sono i file(x
      es: Megaupload, Fileserve e i tracker torrent)
      quindi se si volesse "ripulire" il web si
      dovrebbero oscurare quei server e non i quelli di
      Tex... E ci preciso a dire una cosa, nessuno ci
      ha guadagnato una lira in tutto questo,
      anzi...Personalmente non avevo il benché minimo dubbio su ogni carattere del tuo messaggio.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: LEGGERE!!!!!
      - Scritto da: Christian
      Per prima cosa vorrei ribadire,come ha detto Tex
      Willer,che sul server di Italiannetwork non c'è
      nulla di illecito e che quindi non può essere
      perseguito penalmente. Chi è in difetto con la
      legge non è ITN ma i server su cui sono i file(x
      es: Megaupload, Fileserve e i tracker torrent)
      quindi se si volesse "ripulire" il web si
      dovrebbero oscurare quei server e non i quelli di
      Tex... E ci preciso a dire una cosa, nessuno ci
      ha guadagnato una lira in tutto questo,
      anzi...Uno è innocente finché non c'è una sentenza definitiva. Però sai quella è la sua campana, ci sarà anche quella del sostituto procuratore immagino.
      • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
        Re: LEGGERE!!!!!
        Finchè quei rediduati del passato che per anni hanno monopolizzato la diffusione della Cultura (ad esempio facendo sparire dalla circolazione libri, musica, film, ecc. su cui non riuscivano a lucrarci abbastanza) continueranno a raccontare <b
        ridicole str0nzate </b
        come <i
        copia=furto </i
        , <i
        download=mancata vendita </i
        , <i
        link=file </i
        , c'è sempre il rischio che qualcuno possa magari prendere degli abbagli. <b
        ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
        P-)
      • Christian scrive:
        Re: LEGGERE!!!!!

        Uno è innocente finché non c'è una sentenza definitiva. Però sai quella è
        la sua campana, ci sarà anche quella del sostituto procuratore immagino.Nessuno di noi si sente colpevole, dato che non abbiamo fatto niente di male, anzi, abbiamo aiutato chi non era in grado di acqistare questi beni a farlo per altre vie.
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: LEGGERE!!!!!
          - Scritto da: Christian
          Nessuno di noi si sente colpevole, dato che non
          abbiamo fatto niente di male, anzi, Bene speriamo che sia così per voi.
          abbiamo
          aiutato chi non era in grado di acqistare questi
          beni a farlo per altre
          vie.Questo può voler dire tutto e niente. Chiunque può dire che quello che fa aiuta la gente, dipende se sta violando la legge o no.
          • krane scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Christian

            Nessuno di noi si sente colpevole, dato che
            non

            abbiamo fatto niente di male, anzi,

            Bene speriamo che sia così per voi.


            abbiamo

            aiutato chi non era in grado di acqistare
            questi

            beni a farlo per altre

            vie.

            Questo può voler dire tutto e niente. Chiunque
            può dire che quello che fa aiuta la gente,
            dipende se sta violando la legge o
            no.Infatti: pensa a tutti quei criminali che hanno aiutato i negher a ribellarsi contro la schiavitu' nonostante la legge.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            - Scritto da: krane
            Infatti: pensa a tutti quei criminali che hanno
            aiutato i negher a ribellarsi contro la
            schiavitu' nonostante la
            legge.Certo come se siano due cose comparabili, ti manca il paragone col nazismo e il festival delle banalità si può dire chiuso.
          • panda rossa scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: krane

            Infatti: pensa a tutti quei criminali che
            hanno

            aiutato i negher a ribellarsi contro la

            schiavitu' nonostante la

            legge.

            Certo come se siano due cose comparabili, Sono due cose comparabili: c'era una legge che diceva qualcosa e il popolo si e' mosso per farla cambiare.
            ti
            manca il paragone col nazismo e il festival delle
            banalità si può dire
            chiuso.E anche questa volta Godwin ha avuto ragione.
          • ThEnOra scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            Tutti a "muoversi" contro la legge sul diritto d'autore ma nulla per cambiare sta legge elettorale di m3rd4!Beh, direi che le priorità son chiare: meglio film e musica aggratis, e chi se ne frega di chi ci governa!
          • nessuno scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            ci sono quasi 400mila firme raccolte per una nuova legge elettorale raccolte solamente grazie ad una campagna informativa fatta su intenert quindi prima di sparare frasi a caso sulla banalità di chi frequenta internet farebbe meglio ad informarsi prima
          • krane scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            - Scritto da: nessuno
            ci sono quasi 400mila firme raccolte per una
            nuova legge elettorale raccolte solamente grazie
            ad una campagna informativa fatta su intenert
            quindi prima di sparare frasi a caso sulla
            banalità di chi frequenta internet farebbe meglio
            ad informarsi primaSaranno insieme a quelle di parlamento pulito, contro la tav, per la legalizzazione, ecc...
          • zerobyte scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: krane

            Infatti: pensa a tutti quei criminali che
            hanno

            aiutato i negher a ribellarsi contro la

            schiavitu' nonostante la

            legge.

            Certo come se siano due cose comparabili, ti
            manca il paragone col nazismo e il festival delle
            banalità si può dire
            chiuso.Hai ragione... ogni click su quel link era una mancata vendita.Ne sono convintissimo.Domani con questo sensazionale colpo alla cosca internettiana risolveremo il debito pubblico e lo spread tra BTP e BUND si abbasserà di altri 300 punti.-.-Certo che 'sti strimpellatori per guadagnare 0.0001c a cd venduto ne fanno di caciara eh....
          • frk scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            Mai sentito parlare del reato di favoreggiamento?
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            - Scritto da: frk
            Mai sentito parlare del reato di favoreggiamento?Certo e perché lo dici a me? Queste valutazioni alla fine le farà la magistratura.
          • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!

            Chiunque può dire che quello che fa
            aiuta la gente, dipende se sta violando
            la legge o no.Premesso che un link non viola la legge dato che il link <b
            NON </b
            è il file (come la parola <i
            omicidio </i
            non è un omicidio), rimane il fatto che le leggi sono semplicemente la formalizzazione di patti sociali. La gente considera il <b
            libero scambio della Cultura </b
            come qualcosa di giusto e quindi, per quanto possano frignare le major, la legge si adatterà al volere della gente.E' solo questione di tempo. Ormai il vaso di pandora, su cui gli oligopolisti della Cultura hanno poggiato per anni le loro grasse terga, è ormai scoperchiato e nessuno potrà richiuderlo.P-)
          • topo gigio scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            E poi scusami se mi permetto:di solito chi uppa ste cose nella rete,il piu delle volte se le è comprate e se anche la legge dice che è reato(solo perche lo hanno fatto diventare un reato con la complicita di governanti compiacenti ai quali magari hanno pure pagato le compagne elettorali...)io parto dall'assunto che una volta,che io mi sono comprato una cosa,diventa di mia proprieta' e ci faccio quello che voglio(se mi compro una macchina è di mia proprieta e nn certo che ne so della fiat che me la ha venduta...e nn venite fuori con la str.... della licenza d'uso....)Inoltre mi pare che finalmente studi di settore(autonomi e nn commisionati dalle major stanno dimostrando quello che si dice da anni che la pirateria nn solo nn ha niente a che vedere con il calo delle vendite,ma anzi di solito il "piratone" di turno è quello che compra di piu di tutti....Ma poi reato di favoreggiamento:ma quando scrivete le cose un po di cognizione di quello che scrivete,il favoreggiamento in termini legali a tt altro significato.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: LEGGERE!!!!!
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Questo può voler dire tutto e niente. Chiunque
            può dire che quello che fa aiuta la gente,
            dipende se sta violando la legge o
            no.RETE4 ha violato la legge per ANNI eppure ha continuato impunita a trasmettere, poi il proprietario si è cambiato la legge da solo...
  • uuujjjkkk scrive:
    è una follia

    più di 130mila utenti, con 31mila opere linkate in barba alle attuali
    leggi sulla tutela del diritto d'autore.le leggi sul diritto d'autore (in Italia) vietano la condivisione di contenuti protetti dal suddetto, senza il consenso del detentore dei diritti; linkare (in qualunque modo (link http, link a file torrent, ecc..) significa condividere un link, NON il contenuto cui punta il link.
  • Uto Uti scrive:
    E Kit Carson?
    Ma ormai qui mi sono diventati tutti dei piccoli Krugman in erba, eh? Tutti a sproloquiare -senza saperne un XXXXX- di sviluppo, occupazione, ecc.Sbaglierò ma credo che nessuno ci abbia rimesso un centesimo, né tantomeno il posto di lavoro, per colpa di "Tex Willer"...
    • Sgabbio scrive:
      Re: E Kit Carson?
      considerando quanto fattura l'intrattenimento, non direi che italianshare abbia fatto i famosi danni apocalittici, che le major da un decennio afferma.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: E Kit Carson?
      - Scritto da: Uto Uti
      -senza
      saperne un XXXXX- di sviluppo, occupazione,Dalla tua dialettica invece viene fuori il grande economista. Non dici niente a parte che gli altri non sanno un XXXXX.
    • Un lettore scrive:
      Re: E Kit Carson?

      Sbaglierò ma credo che nessuno ci abbia rimesso
      un centesimo, né tantomeno il posto di lavoro,
      per colpa di "Tex
      Willer"...E tu cosa ci hai rimesso?
      • panda rossa scrive:
        Re: E Kit Carson?
        - Scritto da: Un lettore

        Sbaglierò ma credo che nessuno ci abbia
        rimesso

        un centesimo, né tantomeno il posto di
        lavoro,

        per colpa di "Tex

        Willer"...

        E tu cosa ci hai rimesso?Io ho rimesso il pranzo, leggendolo.[img]http://www.nugroundssocal.com/images/puke.jpg[/img]
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    X la redazione
    Una volta tanto avete fatto un articolo equilibrato, mostrando anche la tesi difensiva e non solo quella accusatoria.Fossero sempre così i vostri articoli, sareste un giornale serio...
    • doc allegato velenoso scrive:
      Re: X la redazione
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      Una volta tanto avete fatto un articolo
      equilibrato, mostrando anche la tesi difensiva e
      non solo quella
      accusatoria.
      Fossero sempre così i vostri articoli, sareste un
      giornale
      serio...eh... una botta di cu*o prima o poi capita a tutti!Non vorrai mica escludere Punto Trollatico no? :D
    • ThEnOra scrive:
      Re: X la redazione
      Se la tesi difensiva è che IS era come Google, beh... lassiamo sstare...
  • ruppolo scrive:
    Ottimo
    Ora spero becchino i condivisori e quelli che hanno fatto le donazioni.
    • Fininsvest scrive:
      Re: Ottimo
      e da quando è un reato donare soldi?...
    • Marco scrive:
      Re: Ottimo
      e magari sei il primo che guarda film scaricati.ma dai, falsi perbenisti, la donazione di 500.000 di berlusconi al "povero" imprenditore che girava in lamborghini però andava bene vero?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ottimo
        lui non scarica i film, pensa lui e cosi pirate haters che non rippa nemmeno i suoi DVD per vederli al pc, ma se li ricompra in file :D
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Ottimo
        - Scritto da: Marco
        e magari sei il primo che guarda film scaricati.Notare come controbattete cercando sempre di diffamare chi non la pensa come voi. In base a cosa dici che guardava i film scaricati? Hai prove? Qualche elemento? O parli a vanvera?
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ottimo
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • panda rossa scrive:
          Re: Ottimo
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: Marco

          e magari sei il primo che guarda film
          scaricati.

          Notare come controbattete cercando sempre di
          diffamare chi non la pensa come voi. In base a
          cosa dici che guardava i film scaricati? Hai
          prove? Qualche elemento? O parli a
          vanvera?In base a che cosa lui dice che noi guardiamo film scaricati? Ha prove? Qualche elemento? O parla a vanvera?
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Ottimo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: Marco


            e magari sei il primo che guarda film

            scaricati.



            Notare come controbattete cercando sempre di

            diffamare chi non la pensa come voi. In base
            a

            cosa dici che guardava i film scaricati? Hai

            prove? Qualche elemento? O parli a

            vanvera?


            In base a che cosa lui dice che noi guardiamo
            film scaricati? Ha prove? Qualche elemento? O
            parla a
            vanvera?Dove lo vedi? Ha detto:"spero becchino i condivisori e quelli che hanno fatto le donazioni."A parte questo tu hai scritto in passato che lo fai. Quindi anche se l'avesse detto a te non dovrebbe sorprendere più di tanto.
          • pignolo scrive:
            Re: Ottimo
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            A parte questo tu hai scritto in passato che lo
            fai. Quindi anche se l'avesse detto a te non
            dovrebbe sorprendere più di
            tanto.Accidenti, bisogna stare attenti a quello che si scrive perché qui qualcuno ha la memoria lunga... ;)
        • Ubunto scrive:
          Re: Ottimo
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: Marco

          e magari sei il primo che guarda film
          scaricati.

          Notare come controbattete cercando sempre di
          diffamare chi non la pensa come voi. In base a
          cosa dici che guardava i film scaricati? Hai
          prove? Qualche elemento? O parli a
          vanvera?Secondo te Ruppolo non ha MAI comprato un Floppy, CD, DVD, Penna USB, Scheda SD, Hard Disk, qualsiasi cosa atta all'archiviazione di dati in formato digitale? Bene ti informo che per lo stato italiano, grazie al governo Berlusconi, Ruppolo è considerato uno scarricone: ed infatti paga l'equo compenso alla SIAE.Come per lo scopo di lucro di cui sopra, in cui non conta se si concretizza il lucro o meno nè la sua entità, è indifferente che il Signor Ruppolo abbia o no usufruito tramite quei supporti di materiale "pirata". Per legge è comunque colpevole di copia non autorizzata.
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: Ottimo
      Ti informo che utilizzando Google, Yahoo, Bing, ecc. è possibile ottenere decine di milioni di link a file di quel genere.Su, cosa aspetti, perché non vai a denunciare Google, Yahoo, Bing, ecc.? <b
      ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
      P-)
    • Un lettore scrive:
      Re: Ottimo
      - Scritto da: ruppolo
      Ora spero becchino i condivisori e quelli che
      hanno fatto le
      donazioni.DON'T FEED THE TROLL
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Ottimo
      Brutta cosa l'invidia, eh? A te nessuno ha mani fatto donazioni.
    • ThEnOra scrive:
      Re: Ottimo
      Io preferirei che beccassero i tecnici e i moderatori.Chi ha donato è stato raggirato. Punto.
    • Mac Fanatic scrive:
      Re: Ottimo
      grande! ecco che arriva lo stratega di turno....
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Ottimo
      - Scritto da: ruppolo
      Ora spero becchino i condivisori e quelli che
      hanno fatto le
      donazioni.Dopo sì che il mondo sarà un posto migliore, altrochè! E aspetta che prendano pure tutti gli scariconi brufolosi, e li mandino alla sedia elettrica...
  • Sgabbio scrive:
    banner = Lucro ?
    Dove ci starebbe il lucro con due banner pubblicitari ? (2 per modo di dire), lo sanno tutti che un sito web guadagna una miseria con i banner...
    • frk scrive:
      Re: banner = Lucro ?
      - Scritto da: Sgabbio
      Dove ci starebbe il lucro con due banner
      pubblicitari ? (2 per modo di dire), lo sanno
      tutti che un sito web guadagna una miseria con i
      banner...Se ti danno veramente una miseria allora toglili, così almeno non ti contestano il lucro. Quel poco che hai perso con i banner lo riguadagni 100 volte in avvocati...
      • Sgabbio scrive:
        Re: banner = Lucro ?
        - Scritto da: frk

        Se ti danno veramente una miseria allora toglili,
        così almeno non ti contestano il lucro. Quel poco
        che hai perso con i banner lo riguadagni 100
        volte in
        avvocati...una bella "non risposta", lo sanno tutti quelli che tengono in piedi un siti web, che con i banner si guadagna una miseria, dove sarebbe questi lauti guadagni, sopratutto su un portale che vive di donazioni (quindi non si può parlare nemmeno di lucro...)?
        • frk scrive:
          Re: banner = Lucro ?

          una bella "non risposta", lo sanno tutti quelli
          che tengono in piedi un siti web, che con i
          banner si guadagna una miseria, dove sarebbe
          questi lauti guadagni, sopratutto su un portale
          che vive di donazioni (quindi non si può parlare
          nemmeno di
          lucro...)?Io facevo una costatazione. La legge italiana definisce che il lucro è quando prendi soldi, indipendentemente dal fatto che li usi per le spese correnti o meno. Visto che tutti si lamentano che i banner non fanno guadagnare quasi nulla, ma poi se li beccano gli viene contestato il lucro e pagano 10 volte tanto di avvocati, tanto vale non mettere i banner e così si è anche al sicuro dal'imputazione di "scopo di lucro". Mi pare un'ottima soluzione no?
          • Sgabbio scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            il problema è che uno mette i banner per coprire almeno le spese del hosting, ma basta solo il concetto di "piglio i soldi = Lucro" siamo veramente messi male, la legge è da rifare, altrimenti avremo molte onlus che fanno lucro in italia, visto che quest'ultimo abbondano assai.
          • frk scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: Sgabbio
            il problema è che uno mette i banner per coprire
            almeno le spese del hosting, ma basta solo il
            concetto di "piglio i soldi = Lucro" siamo
            veramente messi male, la legge è da rifare,
            altrimenti avremo molte onlus che fanno lucro in
            italia, visto che quest'ultimo abbondano
            assai.Infatti mi hai preceduto su una cosa che volevo scrivere. Se vuoi incassare "senza fine di lucro" fai una onlus e così sei anche al riparo da questi problemi (fermo restando la trasparenza dei bilanci).Ma perchè questi che tirano su i forum di filesharing non fondano ogni volta una onlus? Sarebbero al riparo da tanti problemi...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: frk
            Infatti mi hai preceduto su una cosa che volevo
            scrivere. Se vuoi incassare "senza fine di lucro"
            fai una onlusInfatti Scambioetico fa così (e infatti non l'hanno mai toccata)
            e così sei anche al riparo da
            questi problemi (fermo restando la trasparenza
            dei bilanci).Cosa che Scambioetico fa, mentre altre "onlus" non fanno affatto...
          • Sgabbio scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            come una certa onlus di bergamo ?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: Sgabbio
            come una certa onlus di bergamo ?Esatto
          • sbrotfl scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: frk

            Infatti mi hai preceduto su una cosa che
            volevo

            scrivere. Se vuoi incassare "senza fine di
            lucro"

            fai una onlus

            Infatti Scambioetico fa così (e infatti non
            l'hanno mai
            toccata)


            e così sei anche al riparo da

            questi problemi (fermo restando la
            trasparenza

            dei bilanci).

            Cosa che Scambioetico fa, mentre altre "onlus"
            non fanno
            affatto...Interessante... non la conoscevo! Grazie!
          • bubba scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: Sgabbio
            il problema è che uno mette i banner per coprire
            almeno le spese del hosting, ma basta solo il
            concetto di "piglio i soldi = Lucro" siamo
            veramente messi male, la legge è da rifare,
            altrimenti avremo molte onlus che fanno lucro in
            italia, visto che quest'ultimo abbondano
            assai.il buon vecchio tex, fa anche questa considerazione interessante: ". La nostra agenzia che si occupa di pubblicità emette, peraltro, regolari fatture, paga le tasse allo Stato. Se il servizio non fosse legale lo Stato percepirebbe lIva da un fatturato illecito?."
          • frk scrive:
            Re: banner = Lucro ?

            ". La nostra agenzia che si occupa di
            pubblicità emette, peraltro, regolari fatture,
            paga le tasse allo Stato. Se il servizio non
            fosse legale lo Stato percepirebbe lIva da un
            fatturato
            illecito?."Che centra, la pubblicità di per se è legale... è il sito che fa un'attività illegale.Se tu apri uno studio odontoiatrico senza essere abilitato e compri conr egolare fattura tutti i macchinari, l'iva i venditori la versano. Ma la tua attività è comunque illegale.
          • bubba scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: frk

            ". La nostra agenzia che si occupa di

            pubblicità emette, peraltro, regolari
            fatture,

            paga le tasse allo Stato. Se il servizio non

            fosse legale lo Stato percepirebbe lIva da
            un

            fatturato

            illecito?."

            Che centra, la pubblicità di per se è legale... è
            il sito che fa un'attività
            illegale.

            Se tu apri uno studio odontoiatrico senza essere
            abilitato e compri conr egolare fattura tutti i
            macchinari, l'iva i venditori la versano. Ma la
            tua attività è comunque
            illegale.c'entra molto. Perche avere un forum con DEI LINK (link anche fossero al design di una bomba atomica) NON E' e non puo essere considerato violazione di alcun copyright... e quindi il reato non c'e', e l'aggravante del lucro (arricchirsi col materiale 'pirata' che non c'e', derivante dai banner ecc) non c'e'. e non c'e' manco la frode fiscale.
          • frk scrive:
            Re: banner = Lucro ?

            c'entra molto. Perche avere un forum con DEI LINK
            (link anche fossero al design di una bomba
            atomica) NON E' e non puo essere considerato
            violazione di alcun copyright... e quindi il
            reato non c'e', e l'aggravante del lucro
            (arricchirsi col materiale 'pirata' che non c'e',
            derivante dai banner ecc) non c'e'. e non c'e'
            manco la frode
            fiscale.beh se la Gdf è intervenuta avrà ipotizzato una qualche forma di reato prevista dal nostro ordinamento. Favoreggiamento ad esempio?Poi starà al giudice valutare se il reato sussiste o meno.
          • Sgabbio scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: frk

            c'entra molto. Perche avere un forum con DEI
            LINK

            (link anche fossero al design di una bomba

            atomica) NON E' e non puo essere considerato

            violazione di alcun copyright... e quindi il

            reato non c'e', e l'aggravante del lucro

            (arricchirsi col materiale 'pirata' che non
            c'e',

            derivante dai banner ecc) non c'e'. e non
            c'e'

            manco la frode

            fiscale.


            beh se la Gdf è intervenuta avrà ipotizzato una
            qualche forma di reato prevista dal nostro
            ordinamento. Favoreggiamento ad
            esempio?

            Poi starà al giudice valutare se il reato
            sussiste o
            meno.favoreggiamento ? Perchè non hanno denunciato google allora? :D
          • frk scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            Forse perchè fanno differenza se solo lo 0.1% dei contenuti sono pirata da un lato, e dall'altro 99,99%?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: frk
            Forse perchè fanno differenza se solo lo 0.1% dei
            contenuti sono pirata da un lato, e dall'altro
            99,99%?Le percentuali sono irrilevanti.[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/2/27/Seven_of_nine.jpg[/img]
          • eleirbag scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            Dunque se ammazzo solo Te e non tutti gli abitantidella tua città non vado in galera, giusto ?Se un negozio vende 99 cd originali e uno copiatonon lo multano ?Se pago il 99% delle tasse non mi chiedono l'1% chemanca ?Non è che stia molto in piedi.Penso le motivazioni siano ben altre che dovutea motivi di percentuali.
          • Magenta scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: eleirbag
            Dunque se ammazzo solo Te e non tutti gli abitanti
            della tua città non vado in galera, giusto ?Inutile espandere il discorso all'omicidio.Le percentuali in questo caso sono irrilevanti, il crimine è il medesimo, il volume influisce sulla condanna. tatuatelo.
          • eleirbag scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            Ma hai almeno letto cosa hai scritto ?Una cosa contraddice l'altra! :s
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: Sgabbio
            altrimenti avremo molte onlus che fanno lucro in
            italia, visto che quest'ultimo abbondano
            assai.Stai scherzando? Non vorrai mica dire che un noto personaggio a capo di una onlus non dice che lavoro fa oltre a gestire quella onlus, fomentando così il dubbio che viva, paga le bollette, si veste, viaggia, mangia proprio con i soldi che la gente versa alla onlus? Non sia mai detto, rischi che quel noto personaggio poi censura questo messaggio perché nessuno deve avere in testa l'idea che il bilancio della sua onlus debba essere trasparente e visibile a tutti sul sito... non sia mai...
          • Sgabbio scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            *questo sito e stato censurato perchè ledeva l'onorabilità del dottor "ho comprato ipad"*
    • ThEnOra scrive:
      Re: banner = Lucro ?
      Lo sanno tutti che... tutti chi... ma anche no... anzi, direi l'opposto.
    • grubbolo scrive:
      Re: banner = Lucro ?
      Alla legge non importa se non riesci a lucrare.Si chiama <b
      scopo </b
      di lucro e non solo lucro.Se non ti piace, proponi di cambiare la legge.Se trovi altri 49999 che la pensano come te, puoi proporne addirittura una ex novo da discutere in parlamento.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: banner = Lucro ?
        - Scritto da: grubbolo
        Se non ti piace, proponi di cambiare la legge.In Italia non si possono fare referendum che abbiano ad oggetto l'abrogazione di norme penali (se no figurati se non l'avremmo già fatto)
        Se trovi altri 49999 che la pensano come te, puoi
        proporne addirittura una ex novo da discutere in
        parlamento.Non esiste il referendum propositivo. Grillo aveva raccolto molte più firme ma le leggi da lui proposte sono rimaste chiuse in un cassetto del Senato...
        • grubbolo scrive:
          Re: banner = Lucro ?
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: grubbolo

          Se non ti piace, proponi di cambiare la
          legge.

          In Italia non si possono fare referendum che
          abbiano ad oggetto l'abrogazione di norme penali
          (se no figurati se non l'avremmo già
          fatto)


          Se trovi altri 49999 che la pensano come te,
          puoi

          proporne addirittura una ex novo da
          discutere
          in

          parlamento.

          Non esiste il referendum propositivo.Manco le basi Arfio! MANCO LE BASIIIIIIIII!http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_iniziativa_popolare
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: grubbolo

            Non esiste il referendum propositivo.

            Manco le basi Arfio! MANCO LE BASIIIIIIIII!
            http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_iniziativa_pManco le basi lo dico io a te!! Ma li leggi i link che mandi? <i
            La legge di iniziativa popolare è un istituto legislativo relativo all'iniziativa legislativa, presente anche in Italia, mediante il quale i cittadini possono, attraverso una raccolta di almeno 50.000 firme, presentare al Parlamento (o a un ente amministrativo locale, come la Regione) un progetto di legge, <b
            affinché questo sia poi <u
            discusso e votato </u
            . </b
            </i
            Le leggi di iniziativa popolare non sono come il referendum propositivo. Il referendum propositivo, esattamente come quello abrogativo, prevede che qualora la votazione passi, il giorno dopo quella proposta è già legge (così come per il referendum abrogativo, il giorno dopo quella legge o quelle parti sottoposte a referendum non sono più in vigore).Questo <b
            SENZA </b
            che il Parlamento debba discutere o votare alcunché.Le leggi di iniziativa popolare invece devono prima essere discusse e approvate dal Parlamento (e infatti per farle arrivare in Parlamento bastano le 50.000 firme, non sono a suffragio universale come lo sono invece i referendum). Lo sa bene Beppe Grillo che ha raccolto ben più delle 50.000 firme necessarie ma le sue leggi di iniziativa popolare stanno ancora a prendere la polvere in un cassetto del Senato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 novembre 2011 19.43-----------------------------------------------------------
          • grubbolo scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            Tu invece dovresti leggere quello che scrivi prima di premere "invia".- Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Le leggi di iniziativa popolare non sono come il
            referendum propositivo.Chi ha parlato di referendum propositivo?Solo tu lo hai fatto.Io ho detto che se raccogli le firme di altri 49999 che la pensano come te, puoi proporre una nuova legge da discutere in Parlamento.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3333322&m=3334564#p3334564SVEGLIA!!!E' in Italiano
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: grubbolo
            Io ho detto che se raccogli le firme di altri
            49999 che la pensano come te, puoi proporre una
            nuova legge da discutere in Parlamento.Che farebbe la fine delle leggi proposte da Beppe Grillo.
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3333322&m=333[yt]ezndVTiOot0[/yt]Da 5:00 in poi
          • grubbolo scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Che farebbe la fine delle leggi proposte da Beppe
            Grillo.nessuno ha detto che sarebbe facile.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: banner = Lucro ?
            - Scritto da: grubbolo
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            Che farebbe la fine delle leggi proposte da
            Beppe

            Grillo.

            nessuno ha detto che sarebbe facile.Se non c'è riuscito lui...
  • Morpheus scrive:
    VERGOGNA!
    VERGOGNA! INVECE DI TUTELARE CHI E' GIA' RICCO TUTELATE CHI ARRANCA GIORNO DOPO GIORNO PROPRIO PER COLPA DI QUESTI STUPIDI CHE CI GUIDANO ALLA ROVINA.VERGOGNA ITALIANO, CHE HAI SCARICATO ALMENO IN VITA TUA UN FILE ILLEGALE E ORA FAI IL PERBENISTA.VERGOGNA FINANZA, CHE SIETE I PRIMI A LAVARVENE LE MANI, OCCUPATEVI DI CHI RUBA (E QUI SI VA ALLE RADICI, NON ALLE FOGLIE), DI CHI PROMETTE E NON DA, NON DI CHI GUADAGNA GIUSTAMENTE.VERGOGNA SIAE, CHE ORA PER ARRICCHIRTI ANCORA DI PIU' TI FARAI PAGARE PER I TRAILER DEI FILM.
    • panda rossa scrive:
      Re: VERGOGNA!
      Avvisaci quando fallirai pure tu, che brindiamo.
    • sbrotfl scrive:
      Re: VERGOGNA!
      - Scritto da: Morpheus
      VERGOGNA! INVECE DI TUTELARE CHI E' GIA' RICCO
      TUTELATE CHI ARRANCA GIORNO DOPO GIORNO PROPRIO
      PER COLPA DI QUESTI STUPIDI CHE CI GUIDANO ALLA
      ROVINA.

      VERGOGNA ITALIANO, CHE HAI SCARICATO ALMENO IN
      VITA TUA UN FILE ILLEGALE E ORA FAI IL
      PERBENISTA.

      VERGOGNA FINANZA, CHE SIETE I PRIMI A LAVARVENE
      LE MANI, OCCUPATEVI DI CHI RUBA (E QUI SI VA ALLE
      RADICI, NON ALLE FOGLIE), DI CHI PROMETTE E NON
      DA, NON DI CHI GUADAGNA
      GIUSTAMENTE.

      VERGOGNA SIAE, CHE ORA PER ARRICCHIRTI ANCORA DI
      PIU' TI FARAI PAGARE PER I TRAILER DEI
      FILM.Non capisco se scherzi o fai sul serio O.o
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: VERGOGNA!
        - Scritto da: sbrotfl
        - Scritto da: Morpheus

        VERGOGNA! INVECE DI TUTELARE CHI E' GIA'
        RICCO

        TUTELATE CHI ARRANCA GIORNO DOPO GIORNO
        PROPRIO

        PER COLPA DI QUESTI STUPIDI CHE CI GUIDANO
        ALLA

        ROVINA.



        VERGOGNA ITALIANO, CHE HAI SCARICATO ALMENO
        IN

        VITA TUA UN FILE ILLEGALE E ORA FAI IL

        PERBENISTA.



        VERGOGNA FINANZA, CHE SIETE I PRIMI A
        LAVARVENE

        LE MANI, OCCUPATEVI DI CHI RUBA (E QUI SI VA
        ALLE

        RADICI, NON ALLE FOGLIE), DI CHI PROMETTE E
        NON

        DA, NON DI CHI GUADAGNA

        GIUSTAMENTE.



        VERGOGNA SIAE, CHE ORA PER ARRICCHIRTI
        ANCORA
        DI

        PIU' TI FARAI PAGARE PER I TRAILER DEI

        FILM.

        Non capisco se scherzi o fai sul serio O.oDev'essere qualche videotecaro scappato dal recinto... Il bello è che ha pure per nick Morpheus, cioè uno che per definizione si ribella alle leggi e al sistema precostituito, quindi non sa nemmeno il significato di quello che sceglie come nick. E' come scegliere nick "V" e dirsi a favore del governo o delle forze dell'ordine...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 novembre 2011 18.07-----------------------------------------------------------
  • Omino Sentenzios o scrive:
    Siamo realistici.
    Abolire il Copyright è ingiusto e controproducente. Se le persone non potranno farsi pagare per i loro prodotti, semplicemente nessuno investirà più nell'industria dell'intrattenimento. Ma d'altronde, l'industria dell'intrattenimento ha bisogno di farsi conoscere tramite mezzi di diffusione gratuita, per continuare ad esistere. Questo vampirismo legato al Copyright è autolesionistico. Quindi io dico "ridimensionare il Copyright". E poi magari pensare a colpire quei pirati che vogliono guadagnare soldi sopra al lavoro degli altri, quello si che è furto. Ma tutto il resto no, anzi è tutta pubblicità gratuita per gli unici che dovrebbero trarre profitto dalla diffusione di quelle opere.
    • panda rossa scrive:
      Re: Siamo realistici.
      - Scritto da: Omino Sentenzios o
      Abolire il Copyright è ingiusto e
      controproducente. Se le persone non potranno
      farsi pagare per i loro prodotti, semplicemente
      nessuno investirà più nell'industria
      dell'intrattenimento.Chi lavora nell'intrattenimento si fa pagare benissimo: c'e' una forma di pagamento che si chiama "biglietto d'ingresso". Ne hai mai sentito parlare?
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Siamo realistici.
        - Scritto da: panda rossa
        Chi lavora nell'intrattenimento si fa pagare
        benissimo: c'e' una forma di pagamento che si
        chiama "biglietto d'ingresso". Ne hai mai sentito
        parlare?Un'ottima idea! Così chi produce ha ricavi solo dai cinema e dai teatri. Ciò si traduce in meno soldi da reinvestire, meno lavoro, meno crescita. Un ottima idea per il paese!Tutto questo per vedere gratis i film scaricati. Un vero affare. Ragioni come la casta che ci sta mandando in rovina. Ognuno pensa solo al suo interesse personale.
        • krane scrive:
          Re: Siamo realistici.
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: panda rossa

          Chi lavora nell'intrattenimento si fa pagare

          benissimo: c'e' una forma di pagamento che si

          chiama "biglietto d'ingresso". Ne hai mai

          sentito parlare?
          Un'ottima idea! Così chi produce ha ricavi solo
          dai cinema e dai teatri. Ciò si traduce in meno
          soldi da reinvestire, meno lavoro, meno crescita.
          Un ottima idea per il paese!
          Tutto questo per vedere gratis i film scaricati.
          Un vero affare.Botteghino di questa settimana:I soliti idioti sbanca il botteghino e si appresta a diventare il "caso" cinematografico dell'anno, proprio come accadde a Benvenuti al Sud e a Checco Zalone 12 mesi fa. Il dato numerico è impressionante: 4.5 milioni di euro con una media per sala stellare.Cosi' a caso parlando dell'italia...http://www.mymovies.it/boxoffice/I film i soldi li fanno nelle prime settimane che io sappia, il resto e' pappa per videoteche e pochi spiccioli per i produttori, ormai spendono di piu' in tasse sui trailer.
          Ragioni come la casta che ci sta mandando in
          rovina. Ognuno pensa solo al suo interesse
          personale.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Siamo realistici.
            Lui e un troll, che pretendi.
          • krane scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: Sgabbio
            Lui e un troll, che pretendi.Se lo smonti con validi argomenti cambia tread :d
          • pignolo scrive:
            Re: Siamo realistici.
            Allora non è un vero troll: un vero troll non demorde. MAI!
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Sgabbio

            Lui e un troll, che pretendi.

            Se lo smonti con validi argomenti cambia tread :dSai che dei messaggi tuoi, di pandarossa, di uno qualsiasi, di sgabbio (e qualcun altro che non ricordo) la maggior parte non li apro proprio? :D Se dovessi leggere e rispondere a tutto quello che scrivete dovrei rinunciare a fare qualunque altra cosa. Mi fa ridere però che state lì a perdere tempo a rispondere in continuazione a tutto pensando che io vi legga e che l'importante sia scrivere per ultimi! È la vostra vittoria di Pirro immagino.
          • krane scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Sgabbio


            Lui e un troll, che pretendi.

            Se lo smonti con validi argomenti cambia
            tread
            :d
            Sai che dei messaggi tuoi, di pandarossa, di uno
            qualsiasi, di sgabbio (e qualcun altro che non
            ricordo) la maggior parte non li apro proprio?
            :D Se dovessi leggere e rispondere a tutto quello
            che scrivete dovrei rinunciare a fare qualunque
            altra cosa.
            Mi fa ridere però che state lì a perdere tempo a
            rispondere in continuazione a tutto pensando che
            io vi legga e che l'importante sia scrivere per
            ultimi! È la vostra vittoria di Pirro
            immagino.In realta' e' solo una tua sensazione quella che siamo li' per rispondere a te, al massimo si segue qualche tread interessante mentre si capzeggia.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Siamo realistici.
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          Un'ottima idea! Così chi produce ha ricavi solo
          dai cinema e dai teatri.Esatto!
          Ciò si traduce in meno
          soldi da reinvestire, meno lavoro, meno crescita.
          Un ottima idea per il paese!Questo lo dici tu. Il fatto che la gente possa accedere alla copia gratuitamente e legalmente si traduce in pubblicità gratuita per lo spettacolo dal vivo (o sul grande schermo, che non è riproducibile a casa: e se pensi che non sia così vallo a dire a chi ha riempito le sale quando hanno ridato Ritorno al Futuro al cinema, dopo che l'avrà visto decine di volte gratis in TV...).
          Tutto questo per vedere gratis i film scaricati.
          Un vero affare.Si chiama investimento. Tu dai qualcosa a me (la possibilità di vedere o ascoltare gratis la tua opera) io se apprezzo dò qualcosa a te (donazioni, gadget, acquisto dei prodotti da te sponsorizzati, venuta al concerto o al teatro). La differenza qual è?1) Che innanzitutto tutti possono accedere alla copia dell'opera e non solo chi può permetterselo2) Che sono gli utenti a decidere chi premiare e chi no, nel margine delle loro singole possibilità3) Che solo gli artisti DAVVERO meritevoli avranno gente che va al concerto o a teatro, mentre gli altri saranno eliminati dal mercato stesso: mancando gli intermediari, gli artisti di qualità bassa o nulla si elimineranno da soli, perché nessuno starà a fare promozione alla bella faccia di uno uscito dal grande fratello, quindi l'unico parametro che la gente potrà usare per decidere se andare o no al concerto o a teatro sarà la QUALITA' DELL'ARTISTA e non più la forza del suo marketing
          Ragioni come la casta che ci sta mandando in
          rovina.Come la casta che ragiona esclusivamente con il profitto? Siamo sulla Terra, non su Ferenginor.
          Ognuno pensa solo al suo interesse personale.La differenza è che noi siamo un popolo, quindi il nostro interesse ha più importanza dell'interesse della casta.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Siamo realistici.

          Un'ottima idea! Così chi produce ha ricavi solo
          dai cinema e dai teatri. Ciò si traduce in meno
          soldi da reinvestire, meno lavoro, meno crescita.Lo scopo del progresso è proprio di <b
          ridurre </b
          il lavoro.Altrimenti... vai ad arare un campo tirando l'aratro a mano. Non puoi usare i trattori, che tolgono lavoro ai braccianti.
      • ruppolo scrive:
        Re: Siamo realistici.
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Omino Sentenzios o

        Abolire il Copyright è ingiusto e

        controproducente. Se le persone non potranno

        farsi pagare per i loro prodotti,
        semplicemente

        nessuno investirà più nell'industria

        dell'intrattenimento.

        Chi lavora nell'intrattenimento si fa pagare
        benissimo: c'e' una forma di pagamento che si
        chiama "biglietto d'ingresso". Ne hai mai sentito
        parlare?Esiste anche il "come entrare senza pagare il biglietto".
        • Sgabbio scrive:
          Re: Siamo realistici.
          - Scritto da: ruppolo

          Esiste anche il "come entrare senza pagare il
          biglietto".Eccolo li con i suoi paragoni errati.
        • panda rossa scrive:
          Re: Siamo realistici.
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Omino Sentenzios o


          Abolire il Copyright è ingiusto e


          controproducente. Se le persone non
          potranno


          farsi pagare per i loro prodotti,

          semplicemente


          nessuno investirà più nell'industria


          dell'intrattenimento.



          Chi lavora nell'intrattenimento si fa pagare

          benissimo: c'e' una forma di pagamento che si

          chiama "biglietto d'ingresso". Ne hai mai
          sentito

          parlare?

          Esiste anche il "come entrare senza pagare il
          biglietto".E scommetto che tu te ne intendi di questa cosa...
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Omino Sentenzios o



            Abolire il Copyright è ingiusto e



            controproducente. Se le persone non

            potranno



            farsi pagare per i loro prodotti,


            semplicemente



            nessuno investirà più
            nell'industria



            dell'intrattenimento.





            Chi lavora nell'intrattenimento si fa
            pagare


            benissimo: c'e' una forma di pagamento
            che
            si


            chiama "biglietto d'ingresso". Ne hai
            mai

            sentito


            parlare?



            Esiste anche il "come entrare senza pagare il

            biglietto".

            E scommetto che tu te ne intendi di questa cosa...In base a cosa dici ciò? Parli a vanvera o hai elementi concreti per poterlo affermare?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            In base a cosa dici ciò? Parli a vanvera o hai
            elementi concreti per poterlo affermare?Ciao Michele, sei ancora sotto i navigli?
          • panda rossa scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: panda rossa

            E scommetto che tu te ne intendi di questa
            cosa...

            In base a cosa dici ciò? Parli a vanvera o hai
            elementi concreti per poterlo
            affermare?Che cosa avrei affermato, scusa?
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: panda rossa



            E scommetto che tu te ne intendi di
            questa

            cosa...



            In base a cosa dici ciò? Parli a vanvera o
            hai

            elementi concreti per poterlo

            affermare?

            Che cosa avrei affermato, scusa?Dove avrei scritto la parola "affermato"?Ho detto: "in base a cosa dici ciò?"Dire e parlare non vogliono dire affermare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: panda rossa





            E scommetto che tu te ne intendi di

            questa


            cosa...





            In base a cosa dici ciò? Parli a
            vanvera
            o

            hai


            elementi concreti per poterlo


            affermare?



            Che cosa avrei affermato, scusa?

            Dove avrei scritto la parola "affermato"?
            Ho detto: "in base a cosa dici ciò?"
            Dire e parlare non vogliono dire affermare./PLONK
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Dottor Stranamore



            - Scritto da: panda rossa







            E scommetto che tu te ne
            intendi
            di


            questa



            cosa...







            In base a cosa dici ciò? Parli a

            vanvera

            o


            hai



            elementi concreti per poterlo



            affermare?





            Che cosa avrei affermato, scusa?



            Dove avrei scritto la parola "affermato"?

            Ho detto: "in base a cosa dici ciò?"

            Dire e parlare non vogliono dire affermare.

            /PLONKSì bravo plonka pure tanto sono io che salto il 90% dei tuoi messaggi mentre tu rispondi sempre ai miei."E scommetto che.." vuol dire ipotizzare che uno fa una cosa.E' come se un tizio va dall'altro e dice: "Scommetto che tua moglie fa la XXXXXXXX". Come vedi anche se ipotetica resta una frase che ha toni diffamatori.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: Dottor Stranamore




            - Scritto da: panda rossa









            E scommetto che tu te ne

            intendi

            di



            questa




            cosa...









            In base a cosa dici ciò?
            Parli
            a


            vanvera


            o



            hai




            elementi concreti per poterlo




            affermare?







            Che cosa avrei affermato, scusa?





            Dove avrei scritto la parola
            "affermato"?


            Ho detto: "in base a cosa dici ciò?"


            Dire e parlare non vogliono dire
            affermare.



            /PLONK

            Sì bravo plonka pure tanto sono io che salto il
            90% dei tuoi messaggi mentre tu rispondi sempre
            ai
            miei.

            "E scommetto che.." vuol dire ipotizzare che uno
            fa una
            cosa.
            E' come se un tizio va dall'altro e dice:
            "Scommetto che tua moglie fa la XXXXXXXX". Come
            vedi anche se ipotetica resta una frase che ha
            toni
            diffamatori.Ma smettila di trollare...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Dottor Stranamore



            - Scritto da: panda rossa




            - Scritto da: Dottor Stranamore





            - Scritto da: panda rossa











            E scommetto che tu te
            ne


            intendi


            di




            questa





            cosa...











            In base a cosa dici ciò?

            Parli

            a



            vanvera



            o




            hai





            elementi concreti per
            poterlo





            affermare?









            Che cosa avrei affermato, scusa?







            Dove avrei scritto la parola

            "affermato"?



            Ho detto: "in base a cosa dici ciò?"



            Dire e parlare non vogliono dire

            affermare.





            /PLONK



            Sì bravo plonka pure tanto sono io che salto il

            90% dei tuoi messaggi mentre tu rispondi sempre

            ai

            miei.



            "E scommetto che.." vuol dire ipotizzare che uno

            fa una

            cosa.

            E' come se un tizio va dall'altro e dice:

            "Scommetto che tua moglie fa la XXXXXXXX". Come

            vedi anche se ipotetica resta una frase che ha

            toni

            diffamatori.

            Ma smettila di trollare...E' un videotecaro di XXXXX...
    • Fininsvest scrive:
      Re: Siamo realistici.
      Ti ricordo che in media un film guadagna il doppio del proprio costo la prima settimana di programmazione al cinema.Il cinema non è in crisi perchè la gente scarica, gli incassi sono calati semplicemente perchè nel mondo c'è crisi e la gente spende meno e non solo per film ma anche per il cibo, inoltre i giovani che erano gli assidui frequentatori di cinema ora tendono ad avere altri svaghi come LAN party (altro che cinema li ti ammazzi dal divertimento).Anche gli adulti hanno scoperto gli MMORPG sopratutto quelli FreeToPlay che negli ultimi anni hanno visto il loro fatturato triplicare grazie agli acquisti online di oggetti virtuali...tanto per capirci parlo di giochi come Cabal ONLINE, Shaiya o AirRival che sono stra pieni sopratutto la sera.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Siamo realistici.
      - Scritto da: Omino Sentenzios o
      Abolire il Copyright è ingiusto e
      controproducente. Se le persone non potranno
      farsi pagare per i loro prodotti, semplicemente
      nessuno investirà più nell'industria
      dell'intrattenimento.Pagare i prodotti è giusto. Pagare le <b
      COPIE </b
      dei prodotti (cioè tu scrivi una volta e ricevi 10, 100, 1000, 10.000.000 di volte) è sbagliatissimo ed è QUESTO il modello di business che deve assolutamente crollare.A fomentare questo sistema sono la SIAE, le major e quegli autori definibili come PARASSITI (come altrimenti definire chi pretende di vivere di rendita dopo aver fatto UNA cosa nella vita?).Queste merde vanno eliminate, economicamente e fisicamente, con ogni mezzo possibile, lecito o meno: visto che le leggi se le sono fatte da soli senza prima consultare il parere del POPOLO, le loro leggi valgono un fico secco, quindi la gente deve fottersene del fatto che il re si faccia una legge per dire "è vietato parlare male del re". Anzi, proprio il fatto che ci siano leggi così impopolari, OBBLIGA la gente per DOVERE CIVILE non solo a ignorarle, ma a violarle ripetutamente e deliberatamente. Più o meno come sucXXXXX per tutte le altre leggi ad personam, guardacaso in Italia fatte tutte dal padrone di Medusa/Mediaset.
      Ma d'altronde, l'industria dell'intrattenimento
      ha bisogno di farsi conoscere tramite mezzi di
      diffusione gratuita, per continuare ad esistere.Non deve esistere più alcuna industria. L'ARTISTA ha bisogno di farsi conoscere tramite mezzi di diffusione gratuita e questi si chiamano licenze collettive, social network, portali, siti internet, sistemi peer to peer.
      Questo vampirismo legato al Copyright è
      autolesionistico.

      Quindi io dico "ridimensionare il Copyright". Non basterebbe mai. Stai parlando di gente che di fronte a un dito pretendono di prendersi il braccio.
      E poi magari pensare a colpire quei pirati che
      vogliono guadagnare soldi sopra al lavoro degli
      altri, quello si che è furto.Sempre che quei soldi non siano banner pubblicitari: si lamentano che i pirati guadagnano coi banner, perché non fanno loro un sito legale GRATUITO dove i guadagni agli autori derivano dai banner? Così vediamo se i banner fanno guadagnare o no.
      Ma tutto il resto no, anzi è tutta pubblicità
      gratuita per gli unici che dovrebbero trarre
      profitto dalla diffusione di quelle opere.Vallo a dire alla SIAE che vuole il pizzo pure sui trailer.
      • frk scrive:
        Re: Siamo realistici.

        Pagare i prodotti è giusto. Pagare le <b

        COPIE </b
        dei prodotti (cioè tu scrivi
        una volta e ricevi 10, 100, 1000, 10.000.000 di
        volte) è sbagliatissimo ed è QUESTO il modello di
        business che deve assolutamente
        crollare.Quando tu paghi una copia di un prodotto artistico (Musica, film, software, etc..) tu paghi una "quota procapite" del costo di realizzazione. Altrimenti solo i ricchi mecenati potrebbero permettersi di comprare una canzone da un musicista (che la compone apposta per lui e gli addebita tutto l'importo), riservandosi poi il privilegio di donarla al popolino...Pagare 0,79 centesimi un brano tramite un sistrema online è la cosa più democratica e giusta che si potesse inventare.Il valore di un brano musicale è infatti dato dalla somma di tutti gli acquisti, e quindi un brano di sucXXXXX varrà molti soldi un brano non di sucXXXXX potrebbe valere zero (nessuno lo compra) o pochi spiccioli.A priori tutti i brani valgono zero, poi grazie agli acquisti dei singoli prendono valore.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Siamo realistici.
          - Scritto da: frk
          Quando tu paghi una copia di un prodotto
          artistico (Musica, film, software, etc..) tu
          paghi una "quota procapite" del costo di
          realizzazione.Qua ti volevo.Quindi il costo di realizzazione è spalmato su X copie.E quindi, una volta vendute le X copie, il tutto deve finire nel pubblico dominio.
          Altrimenti solo i ricchi mecenati
          potrebbero permettersi di comprare una canzone da
          un musicista (che la compone apposta per lui e
          gli addebita tutto l'importo), riservandosi poi
          il privilegio di donarla al popolino...Io compongo su commissione, fai un testo e me lo dai e io ti faccio la musica, la mia tariffa per un brano in cui ricevi uno spartito per voce e pianoforte è 120 euro. Non è una cifra così cara che solo i ricchi mecenati possono permettersela.Poi il tutto finisce -ovviamente- sotto licenza CC (quale di preciso la decidiamo insieme).
          Pagare 0,79 centesimi un brano tramite un
          sistrema online è la cosa più democratica e
          giusta che si potesse inventare.
          Il valore di un brano musicale è infatti dato
          dalla somma di tutti gli acquisti, e quindi un
          brano di sucXXXXX varrà molti soldi un brano non
          di sucXXXXX potrebbe valere zero (nessuno lo
          compra) o pochi spiccioli.Il valore del brano va stabilito a priori tra il compositore e il paroliere o tra il compositore e l'interprete. E' la popolarità del brano a generarne il valore economico e questo si traduce in più gente che va al concerto dal vivo (ipotizzando un valore medio e realistico di una persona che va al concerto ogni 40 che ascoltano il brano).
          A priori tutti i brani valgono zero, poi grazie
          agli acquisti dei singoli prendono valore.E' un concetto molto sbagliato e pericoloso:1) con il tuo sistema costringi la gente a comprare a scatola chiusa, o costringi a farti promozione nei media tradizionali e quindi altri soldi che aumentano il debito che gli "acquisti" (che acquisti non sono, perché se tali fossero, potrebbero fare ciò che vogliono di ciò che comprano) devono poi ripagare2) non si premia quindi la bravura dell'artista o la qualità musicale, ma si premia la commercialità, ossia la capacità di "vendere" il maggior numero di copie nel minor tempo possibile3) non è l'artista a decidere e a guadagnare ma sarà in gran parte l'intermediario (la SIAE e la major) che si occupa anche della promozione: questo significa che a priori viene fatta una selezione che non va a vedere la qualità artistica ma altri parametri (vedi punto precedente): ad esempio un artista bravo ma brutto non verrà preso in considerazione, contrariamente ad un artista bello ma incapace (e gli esempi si sprecano)In buona sostanza, l'attuale sistema non premia affatto gli artisti (che è ciò che in linea di principio dovrebbe fare) ma premia SIAE e editori. Cioè l'attuale sistema altro non fa che finanziare sé stesso, ed è il motivo per cui bisogna interrompere la catena (affondare SIAE e editori) e l'unico modo per farlo è violare deliberatamente la legge. Mai detto che non si debba andare ai concerti, ti sfido a trovare un solo messaggio negli oltre 4.000 che ho scritto in cui l'abbia detto. L'artista va premiato, ma non è questo il modo: non solo perché è moralmente sbagliato e inaccettabile, ma perché in questo modo neanche lo premi.All'artista (specialmente se non si chiama Dalla o Paoli o Venditti) rimangono infatti solo le briciole, a fronte di un prezzo enormemente alto (fai l'esempio di un brano su iTunes: quanto mi costerebbe una discografia, a fronte di un sistema come quello che propongo dove potrei giudicare ed apprezzare un artista ascoltando TUTTI i suoi brani e TUTTA l'evoluzione? Magari anche quelli non più ristampati, tipo i B-side di 45 giri scomparsi nel nulla (e anche qui gli esempi si sprecano)?
    • sbrotfl scrive:
      Re: Siamo realistici.
      - Scritto da: Omino Sentenzios o
      Abolire il Copyright è ingiusto e
      controproducente. Se le persone non potranno
      farsi pagare per i loro prodotti, semplicemente
      nessuno investirà più nell'industria
      dell'intrattenimento.


      Ma d'altronde, l'industria dell'intrattenimento
      ha bisogno di farsi conoscere tramite mezzi di
      diffusione gratuita, per continuare ad esistere.
      L'industria dell'intrattenimento non ha senso di esistere... se fai musica lo fai perchè ti piace... non perchè devi guadagnarci!Lo so che non tutti la pensano cosi'... ma l'arte non è un lavoro! Io se suono lo faccio per piacere... per i soldi mi basta magari rientrare nelle spese di amplificazione ma anche li'... sono io che ho vouto comprarla... quindi se rientro nelle spese bene senno' me ne faro' una ragione.Stssa cosa per i film... se ti piace recitare lo fai snza guadagnare milioni al mese... se lo fai solo per guadagnare... beh...tanti saluti ! nessuno sentirà la tua mancanza
      Questo vampirismo legato al Copyright è
      autolesionistico.

      Quindi io dico "ridimensionare il Copyright".
      E poi magari pensare a colpire quei pirati che
      vogliono guadagnare soldi sopra al lavoro degli
      altri, quello si che è furto.Lavoro? Intendi il computer che copia i cd / dvd?
      Ma tutto il resto no, anzi è tutta pubblicità
      gratuita per gli unici che dovrebbero trarre
      profitto dalla diffusione di quelle
      opere.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Siamo realistici.
        - Scritto da: sbrotfl
        Lo so che non tutti la pensano cosi'... ma l'arte
        non è un lavoro! Io se suono lo faccio per
        piacere... per i soldi mi basta magari rientrare
        nelle spese di amplificazione ma anche li'...
        sono io che ho vouto comprarla... quindi se
        rientro nelle spese bene senno' me ne faro' una
        ragione.No aspe, l'arte <b
        è </b
        un lavoro (non si campa d'aria), il problema è quante volte questo lavoro vada remunerato. Io intendo il mio lavoro come qualunque altro lavoro:Lavoro una volta = Guadagno una voltaNon sto lavorando = Non guadagnoLa vendita di COPIE non è contemplata. Posso anche mettermi a vendere le copie del mio lavoro ma non devo pretenderne l'esclusiva (sono copie, non sono il lavoro) e non devo impedire a nessuno di fare lo stesso. Siccome il costo di lavorazione delle COPIE è ZERO, chiunque sarà in grado di rivendere le copie a ZERO. Posso provare a venderle più care se sono l'unico ad averle ma nel momento in cui ho venduto la prima copia non posso impedire a chi l'ha comprata (perché l'ha comprata ed è quindi sua, e può farne quel che meglio crede) di farne altre copie e rivenderle. Se le rivenderà a un prezzo maggiore del mio non ci guadagnerà nulla. Ma se le rivenderà a un prezzo inferiore, finanche a regalarle (tanto non gli costano nulla, come non costano nulla a me) allora il mio tentativo di vendere altre copie sarà fallito. Io questo concetto l'ho capito, e infatti non vendo copie della mia musica, se non quando me le chiedono esplicitamente (ed in quel caso essendo qualcosa su misura e che ho solo io posso fare il prezzo che voglio). Ma non posso mantenere alcun controllo su dove finiscano queste copie e che uso ne venga fatto. Motivo per cui non mi aspetto mai di venderne più di una decina. Se invece il cd mi è commissionato, cioè non esiste e devo suonarlo io da zero, allora posso pure permettermi di fare un prezzo anche molto più alto di un cd che trovi nei negozi, perché chiaramente in quel prezzo è compreso il mio lavoro (che non è fare copie né venderle, ma suonare).
        Stssa cosa per i film... se ti piace recitare lo
        fai snza guadagnare milioni al mese... se lo fai
        solo per guadagnare... beh...tanti saluti !
        nessuno sentirà la tua mancanzaSe ti piace recitare vai a farlo in un teatro. Dove solo chi ha talento può andare avanti. Gli altri vengono sommersi dai pomodori.
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: Siamo realistici.

      Abolire il Copyright è... l'unica cosa da fare.
      Se le persone non potranno
      farsi pagare per i loro prodottiFree Softwarehttps://www.fsf.orgCreative Commonshttp://www.creativecommons.orgti dice niente?P-)
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Siamo realistici.
      - Scritto da: Omino Sentenzios o
      Abolire il Copyright è ingiusto e
      controproducente. Se le persone non potranno
      farsi pagare per i loro prodotti, semplicemente
      nessuno investirà più nell'industria
      dell'intrattenimento.Lo scopo è proprio quello. Eliminare l'industria dei contenuti, ed arrivare ai contenuti liberi e modificabili.I contenuti non devono essere prodotti industrialmente; non si può arrivare alla mcDonald della cultura.Oppure vuoi un mondo in cui perfino le fiabe per bambini sono prodotti disney, invece di essere racconti tramandati da una generazione a un'altra?
    • SCF IS EVIL scrive:
      Re: Siamo realistici.
      - Scritto da: Omino Sentenzios o
      Abolire il Copyright è ingiusto e
      controproducente. Se le persone non potranno
      farsi pagare per i loro prodotti, semplicemente
      nessuno investirà più nell'industria
      dell'intrattenimento.Nel 1800 ti avrei dato ragione. Adesso sono stati introdotti nuovi modelli di business, attraverso i quali l'industria dell'intrattenimento & co. potrebbe guadagnare addirittura molto di più, ma gli attuali dirigenti hanno il prosciutto sugli occhi e non intendono cambiare a costo di danneggiare seriamente prima loro stessi.Ad esempio: la SIAI pretende 1.800 da chi pubblica i trailer sui siti internet, la maggior parte di loro li toglie immediatamente, con un semplice pretesto si è appena limitato la diffusione di un opera.Meno verranno diffusi, meno gente andrà al cinema o ascolterà la colonna sonora sull'ipod.
      Ma d'altronde, l'industria dell'intrattenimento
      ha bisogno di farsi conoscere tramite mezzi di
      diffusione gratuita, per continuare ad esistere.Ad esistere, ma soprattutto sostenersi.
      Questo vampirismo legato al Copyright è
      autolesionistico.Sbagliato, dovrebbero i "detentori" ringraziare.
      Quindi io dico "ridimensionare il Copyright".
      E poi magari pensare a colpire quei pirati che
      vogliono guadagnare soldi sopra al lavoro degli
      altri, quello si che è furto.Ci deve proprio essere qualcuno al di sopra degli altri? Non è meglio che ci sia di lato: allo stesso livello? Inizia uno e gli altri modificano, migliorano, mixano, ecc.
      Ma tutto il resto no, anzi è tutta pubblicità
      gratuita per gli unici che dovrebbero trarre
      profitto dalla diffusione di quelle
      opere.Perchè dovrebbe guadagnarci solo uno quando possono guadagnarci tutti?
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Siamo realistici.
      - Scritto da: Omino Sentenzios o
      Abolire il Copyright è ingiusto e
      controproducente. Se le persone non potranno
      farsi pagare per i loro prodotti, semplicemente
      nessuno investirà più nell'industria
      dell'intrattenimento.


      Ma d'altronde, l'industria dell'intrattenimento
      ha bisogno di farsi conoscere tramite mezzi di
      diffusione gratuita, per continuare ad esistere.


      Questo vampirismo legato al Copyright è
      autolesionistico.

      Quindi io dico "ridimensionare il Copyright".
      E poi magari pensare a colpire quei pirati che
      vogliono guadagnare soldi sopra al lavoro degli
      altri, quello si che è furto.

      Ma tutto il resto no, anzi è tutta pubblicità
      gratuita per gli unici che dovrebbero trarre
      profitto dalla diffusione di quelle
      opere.Oh, finalmente un discorso costruttivo! Secondo me, inoltre, il web dovrebbe autoregolamentarsi in modo da non scambiare materiale più recente di 5-10 anni (alcuni siti, italiani e stranieri lo fanno già), in modo da arrecare il minimo danno (a parte Elvis e i Beatles e pochi altri non ci sono molti artisti che riescono a vendere i loro album in quantità ragionevoli anche dopo molti anni dalla loro prima uscita). Vaglielo a spiegare a chi vuole tutto e subito...
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Siamo realistici.
        - Scritto da: Mela avvelenata
        Oh, finalmente un discorso costruttivo! Secondo
        me, inoltre, il web dovrebbe autoregolamentarsiNon esiste autoregolamentazione sul web.Internet, non solo il web, è un luogo dove vige l'anarchia. E' stata costruita apposta così in modo da non prevedere alcun interruttore per spegnere internet.L'unico modo per fermare qualcosa è commettere azioni illegali (hackeraggi) o immorali (censura, oscuramento) ed entrambi i sistemi non fanno altro che nascondere sotto il tappeto le voci scomode (proprio perché è tecnicamente impossibile fermare internet: se anche venisse meno la net neutrality nulla impedirebbe ad un consorzio di utenti di farsi una rete propria, magari in wifi).
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: Siamo realistici.
          Mi sono forse espresso un pò male: con "web" intendevo le persone che si collegano ogni giorno, sia quelle che scaricano, sia quelle che condividono. Sono certo che se ci si sforzasse un pò si potrebbe raggiungere un traguardo più che ragionevole, ovvero evitare che il materiale più recente giri per la rete o per il P2P, spesso anche prima dell'uscita ufficiale. Mi rendo conto che forse chiedo troppo al genere umano...
          • lurker scrive:
            Re: Siamo realistici.
            Ricorda un po' l'idea di scambio etico (TNT Village per chi conosce) che se non ricordo male fissa il limite a 18 mesi.E' una strada praticabile a mio parere. Ovviamente riguarda la limitazione nel tempo del copyright ed effettivamente, ora come ora, a mio parere è eccessivo.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: lurker
            Ricorda un po' l'idea di scambio etico (TNT
            Village per chi conosce) che se non ricordo male
            fissa il limite a 18
            mesi.

            E' una strada praticabile a mio parere.
            Ovviamente riguarda la limitazione nel tempo del
            copyright ed effettivamente, ora come ora, a mio
            parere è
            eccessivo.Infatti quello che avevo in mente era proprio il modello di TNT VIllage, esteso però a TUTTO il web! Tra parentesi esiste praticamente solo un altro sito in tutto il mondo che adotta politiche ancora più strette, tutti gli altri invece non si fanno molti problemi...
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Siamo realistici.
            Una volta anche molti siti abandonware avevano regole molto strette ... ora seguo la "scena" con meno interesse, non so come si siano evolute le cose.
      • Ubunto scrive:
        Re: Siamo realistici.
        - Scritto da: Mela avvelenata

        Oh, finalmente un discorso costruttivo! Secondo
        me, inoltre, il web dovrebbe autoregolamentarsi
        in modo da non scambiare materiale più recente di
        5-10 anni Se le pretese sui diritti di copia cessassero legalmente dopo 5-10 anni, parlando di distribuzione pirata massiva, questa autoregolamentazione probabilmente si concretizzerebbe da sè.Un sistema corretto sarebbe quello di concedere il diritto di copia esclusiva per 5 anni dall'atto di pubblicazione editoriale dell'opera, quindi prevedere la possibilità di estenderlo per altri 5 dietro il pagamento allo Stato di una ingente somma, proporzionata agli incassi che l'opera ha garantito nei primi 5 anni di distribuzione.In questo modo solo le opere che REALMENTE dopo 5 anni dovessero mantenere un valore "commerciale" andrebbero a 10 anni di protezione legale, e comunque mai per più di 10 anni.Ovviamente questo non accadrà mai, finché le lobby non verranno spazzate via.
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: Siamo realistici.
          VOrrei anche provare a fare l'avvocato del diavolo: ma quanti giovani e giovanissimi sarebbero disposti a non scaricare più l'ultima novità del momento? Insomma, nell'era post-Napster, è ancora possibile tornare indietro di oltre 10 anni, oppure il mercato è completamente cambiato, e così la mentalità delle persone?Insomma, da un lato abbiamo la Siae che pretende di far pagare (salato) anche la musica presente nei trailer cinematografici, oltre ad una tassa sui supporti di registrazione ugualmente iniqua, e dall'altra abbiamo un'offerta di materiale multimediale liberamente accessibile (liberamente non per volontà di autori, produttori e major ovviamente) a costo zero!!
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Siamo realistici.
            E' ciò che scrivo sempre ... da una parte il "popolo", insieme nebuloso di personaggi che, avendo gli strumenti necessari, scarica: da una parte i "dinosauri" insieme meno nebuloso e numericamente inferiore di personaggi intento ad imporre politiche sempre più restrittive di fruizione. Ogni categoria incamminata su una strada che l'allontana dall'altra sempre di più. Sarà mai possibile trovare una soluzione che accontenti parzialmente entrambi ?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo realistici.
            - Scritto da: Mela avvelenata
            VOrrei anche provare a fare l'avvocato del
            diavolo: ma quanti giovani e giovanissimi
            sarebbero disposti a non scaricare più l'ultima
            novità del momento? Insomma, nell'era
            post-Napster, è ancora possibile tornare indietro
            di oltre 10 anni, oppure il mercato è
            completamente cambiato, e così la mentalità delle
            persone?La seconda, anche per via di SIAE e major. Un esempio può essere il sito Davesclassics.com o il sito mame.dk che sono stati attaccati dalle major (Sony e Nintendo in testa) e dai produttori arcade, e questo molti anni prima che uscissero sul mercato cose come il Wii con la Virtual Console. Per non parlare delle cause Sony vs. Bleem, Major vs. DeCSS, eccetera. Se questi per anni non si sono fatti scrupoli nemmeno a protestare per rimuovere un Mario Bros (nota l'assenza del Super) risalente al 1981 perché dovremmo farcene noi oggi e togliere un Mario Galaxy 2 del 2010?Nel momento in cui dall'altra parte hanno voluto tirare la corda e1) combattere ANCHE ciò che non dava fastidio a nessuno2) pretendere il pizzo sui supporti vuoti (ti pago, quindi il minimo è che su quei supporti ci metta le tue opere; tu i miei soldi li hai già avuti con il pizzo quindi non lamentarti e fatteli bastare)3) rompere i XXXXXXXX sui siti di link perché sono incapaci di rimuovere i link alla fonte (troppo scomodo lamentarsi con megavideo, meglio farlo col povero forum/blog)Da quel momento è diventata una guerra senza esclusione di colpi. E se non si fanno scrupoli loro, perché dobbiamo farcene noi? Illegale per illegale tanto vale sharare l'ultimo film uscito al cinema o l'ultimo videogioco, in questo modo almeno ho la certezza che qualcuno smetterà di dare loro soldi (che è l'unica forza che hanno). Nel momento in cui tutti smetteranno di dargli soldi, saranno loro stessi a scoccombere, perché esauriti quelli che hanno messo da parte in questi anni, non potranno più fare pressioni sui governi e dovranno chiudere definitivamente. Questo è diventato da un bel po' di anni il nostro obiettivo, farli chiudere, a cominciare dal capo di Sony fino all'ultimo videotecaro passando per tutte le corporazioni mafiose come SIAE o FIMI.Gli autori andranno avanti a creare come hanno sempre fatto fino all'invenzione del copyright: non è certo il copyright a far sì che gli autori creino, al contrario è un ottimo disincentivo per far sì che alcuni si fossilizzino tanto continuano a prendere soldi per le creazioni precedenti. Per non parlare della becera assurdità secondo cui i figli, i nipoti e i pronipoti devono continuare a vedere soldi.E' un sistema marcio, e noi lo vogliamo distruggere, partendo dalle sue fondamenta. Una volta crollate le fondamenta, il resto crollerà da solo.
    • Funz scrive:
      Re: Siamo realistici.
      - Scritto da: Omino Sentenzios o
      Abolire il Copyright è ingiusto e
      controproducente. Se le persone non potranno
      farsi pagare per i loro prodotti, semplicemente
      nessuno investirà più nell'industria
      dell'intrattenimento."industria dell'intrattenimento" deve sparire. A noi interessa l'arte, non la mer*a commerciale.
  • stefano scrive:
    ma che bravi
    Ma che orgoglio per GDF italiana che obbedisce ad aziende private per tutelarne gli interessi, mi auguro abbiano altrettanto zelo con i grandi evasori che girano in porsche e si dichiarano nullatenenti.
    • di passaggio scrive:
      Re: ma che bravi

      ... mi auguro abbiano altrettanto zelo con i grandi
      evasori che girano in porsche e si dichiarano
      nullatenenti.Non credo. Questi sono tanti, e rappresentano TANTI voti.
  • Findi scrive:
    ma si, ma si....
    siamo in Italia, prima del terzo omicidio non vai in galera figurati cosa succede se linki un film....:-)
    • The_GEZ scrive:
      Re: ma si, ma si....
      Ciao Findi !
      siamo in Italia, prima del terzo omicidio non vai
      in galera figurati cosa succede se linki un
      film....Mah ... guarda ti dirò, proprio prchè siamo in Italia io mi preoccuperei di più per le conseguenze di un link che di un omicidio.Siamo nel paese delle mafie quelle illegali ma soprattutto quelle legali, non è importante quello che fai ma a chi lo fai.
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: ma si, ma si....
      C'è da dire che se accoltelli un ladro che cerca di rapinarti, ti becchi 7 anni di carcere solo per auto-difesa :DL'Italia del paradosso!
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Quando il saggio indica la luna...
    ...Nel nostro server americano non c'è traccia di nessun file in violazione del diritto d'autore. Il nostro server è pulito. Così come è vuoto il server di Google. Noi ci limitiamo a linkare i file perché non li possediamo fisicamente ... Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito.(proverbio cinese) ABOLIRE IL COPYRIGHT P-)
    • Peppino scrive:
      Re: Quando il saggio indica la luna...
      Onore, rispetto e solidarietà a Tex Willer.
    • ruppolo scrive:
      Re: Quando il saggio indica la luna...
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      <i
      ...Nel nostro server americano non c'è traccia
      di nessun file in violazione del diritto
      d'autore. Il nostro server è pulito. Così come è
      vuoto il server di Google. Noi ci limitiamo a
      <b
      linkare </b
      i file perché <b
      non li possediamo
      fisicamente </b
      ... </i


      Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda
      il
      dito.
      (proverbio cinese)

      <b
      ABOLIRE IL COPYRIGHT </b


      P-)Vero, infatti i file non hanno fisicità. Tu continua pure, vedrai che prima o poi ti beccano.Lo sai cosa dice il proverbio (in realtà non lo sai): "Tanto va la gatta al lardo, che ci lascia lo zampino".
      • Sgabbio scrive:
        Re: Quando il saggio indica la luna...
        E il ruppolino, non ha nemmeno un argomentino.
      • Fesion scrive:
        Re: Quando il saggio indica la luna...
        Quindi un link ad un file è uguale al file stesso?
      • bubba scrive:
        Re: Quando il saggio indica la luna...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

        <i
        ...Nel nostro server americano
        non c'è
        traccia

        di nessun file in violazione del diritto

        d'autore. Il nostro server è pulito. Così
        come
        è

        vuoto il server di Google. Noi ci limitiamo a

        <b
        linkare </b
        i file perché
        <b
        non li
        possediamo

        fisicamente </b
        ... </i




        Quando il saggio indica la luna, lo stolto
        guarda

        il

        dito.

        (proverbio cinese)



        <b
        ABOLIRE IL COPYRIGHT </b




        P-)

        Vero, infatti i file non hanno fisicità. Tu
        continua pure, vedrai che prima o poi ti
        beccano.
        Lo sai cosa dice il proverbio (in realtà non lo
        sai): "Tanto va la gatta al lardo, che ci lascia
        lo
        zampino".In realta (lo dice lui stesso), l'hanno gia 'beccato' due volte, ma non gli hanno fatto nulla. E' un metodo che ricorda l'intimidazione mafiosa...
      • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
        Re: Quando il saggio indica la luna...
        mmm, che argomentazioni profonde... (rotfl)Dai, ritenta, sarai più fortunato. <b
        ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
        P-)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Quando il saggio indica la luna...

        Vero, infatti i file non hanno fisicità. Tu
        continua pure, vedrai che prima o poi ti
        beccano.E allora? Che legge avrebbe violato?
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Quando il saggio indica la luna...
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Vero, infatti i file non hanno fisicità. Tu

          continua pure, vedrai che prima o poi ti

          beccano.

          E allora? Che legge avrebbe violato?Non lo sa neanche lui... deve chiedere prima al suo ducetto di fargli un'altra leggina... peccato che non abbia molto tempo (rotfl)
      • Mac Fanatic scrive:
        Re: Quando il saggio indica la luna...
        e come farebbero a "beccarti"?
    • ThEnOra scrive:
      Re: Quando il saggio indica la luna...
      Perchè non finanzi la difesa di TexWiller, anziché scrivere boiate?
Chiudi i commenti