La crisi non tocca i videogiochi

Tutti i grandi del settore sono concordi: il Natale 2008 non è stato niente male per il settore videoludico. Alla faccia della recessione. I videogame piacciono a tutti: a grandi, a piccini e a scrittori in fuga

Non sembrano risentire della recessione economica, i videogiochi. I dati di vendita appena rilasciati da Microsoft parlano del Natale più ricco di sempre , con 28 milioni di Xbox 360 acquistate nel mondo. Ed anche tutto il resto dell’industria videoludica continua a crescere, conquistando nuove fette di pubblico e testimonial del tutto inaspettati.

In realtà le statistiche definitive sulle vendite natalizie non saranno disponibili fino al 15 di gennaio, quando NPD rilascerà il proprio report ufficiale. Ma nel frattempo Aaron Greenberg, direttore del product management di Xbox 360, ha voluto offrire ai giornalisti alcune anticipazioni basate sui dati reali già disponibili per alcune aree (ad esempio l’Europa) e sulle proiezioni derivanti dalle vendite di novembre.

I risultati sono importanti. Stando alle stime di Greenberg , nel periodo festivo sarebbero state vendute nel mondo 28 milioni di Xbox 360, contro i 20 milioni di Playstation 3 smerciate nello stesso periodo. Aumentano anche, 3 milioni in più tra novembre e dicembre, le iscrizioni ai servizi Live.

Ma Microsoft non è certo l’unica a sorridere. Nintendo, per esempio, ha venduto a novembre 2008 oltre 2 milioni di Wii nei soli Stati Uniti, e anche in questo caso le previsioni di vendita per il periodo festivo sono estremamente rosee. In molti grandi magazzini le scorte di console inizialmente inviate si sono rivelate insufficienti a soddisfare le richieste. “Dal punto di vista dell’hardware, penso che il vincitore della guerra natalizia sia sicuramente stato Nintendo, mentre Microsoft ha beneficiato soprattutto del taglio di prezzo sull’Xbox realizzato in Settembre”, ha raccontato Colin Sebastian, analista specializzato in videogiochi presso Lazard Capital Markets .

Anche Sony annuncia risultati positivi, seppur con accenti meno entusiastici rispetto ai concorrenti. “Abbiamo avuto un’ottima stagione festiva e abbiamo realizzato una crescita consistente nel corso di tutto l’anno”, ha spiegato Ian Jackson, vice presidente delegato alle vendite di Sony Computer Entertainment America.

A confortare i responsabili della casa nipponica, d’altra parte, ci sono anche i risultati di una recente ricerca Nielsen sui tempi di utilizzo delle varie console, ripresa da The Register . Esaminando la quantità di tempo complessiva passata davanti allo schermo dai videogiocatori, infatti, i ricercatori hanno rilevato che la preferita è ancora la buona vecchia Playstation 2, dinanzi alla quale viene passato il 31,7% dei minuti-gioco complessivi. Xbox 360, la seconda classificata, segue staccata con il 17,2% dei minuti-gioco.

Al di là degli score singoli, tuttavia, i dati appena forniti raccontano soprattutto della tenuta del settore videoludico in tempi di crisi: mentre in altri comparti si licenzia, i videogiochi almeno per ora sembrano continuare a tirare.

Secondo Ron Meiners, community director per l’Hollywood Interactive Group intervistato da Cnet , questo successo è dovuto a due fattori combinati. “Da una parte c’è il fatto che durante le crisi le persone si rifugiano nel divertimento – spiega – È accaduto con il cinema negli anni 30, quando le persone si distraevano dai loro guai guardando i grandi musical dell’epoca, ed accade oggi con i videogiochi”. E poi, chiosa l’analista, c’è la dimensione di interattività garantita dai giochi: “a differenza dei film, i videogame non sono solo passivi, ma garantiscono un elevato livello di coinvolgimento, ciò che li rende ancor più apprezzabili”.

E la popolarità dei sistemi di gaming potrebbe crescere ulteriormente in futuro. Sono molte ormai le ricerche che attestano il successo dei videogiochi tra donne e senior, è curioso osservare che uno scrittore come Salman Rushdie abbia sovente ingannato il tempo giocando. Mentre, tra annunci e smentite incrociate , i giganti del settore ampliano sempre più il range delle proprie proposte, offrendo ai consumatori pacchetti in grado di coniugare gioco, networking, collaborazione lavorativa a distanza.

Giovanni Arata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carlo S. scrive:
    uso improprio
    Non ho letto tutti i post... Quindi non so se ripeto quando già dettoLa cosa che mi preoccupa di più, oltre all'uso eventuale indiscriminato e improprio, è l'utilizzo da parte di altri della falla creata dal trojan. Spesso chi prende un trojan non viene attaccato dallo stesso che te l'ha inviato, ma i "craker" che girano in rete vedono che sei "infetto" (hai porte aperte o cose simili) e sfruttano la vunnerabilità creata dal trojan per scoprire le tue password il numero del banking on line che hai digitato la mattina ecc... Semplificando un trojan di stato potrebbe permettere sia alla polizia che ad un malintenzionato di violare la tua privacy!!!! Inoltre computer affetti dai trojan possono essere usati a loro volta come veicolo di diffusione di virus o altri trojan....SECONDO ME è UNA COSA PERICOLOSA
  • utrhhcnw scrive:
    Victory!!!
    VictoryA computer on every desk and in every home, running Microsoft software. This is the mission statement of Microsoft itself; it is the definition of the conditions under which Microsoft itself can declare overall victory."E ora sappiamo anche che uso se ne fa.....
    • utrhhcnw scrive:
      Re: Victory!!!
      per completezza...Working behind the scenes to orchestrate independent praise of our technology, and damnation of the enemys, is a key evangelism function during the Slog. Independent analysts report should be issued, praising your technology and damning the competitors (or ignoring them). Independent consultants should write columns and articles, give conference presentations and moderate stacked panels, all on our behalf (and setting them up as experts in the new technology, available for just $200/hour). Independent academic sources should be cultivated and quoted (and research money granted). Independent courseware providers should start profiting from their early involvement in our technology. Every possible source of leverage should be sought and turned to our advantage.pdf MICROSOFT qui: http://tinyurl.com/7pldmobuona lettura...
  • Andrea Guerrieri scrive:
    Vero ma..
    Si, interessante, vero, a patto che il proXXXXX abbia conXXXXX le autorizzazione a fare questo, e che tutti i programmi vengano avviati con privilegi di amministratore. Il kernel NT ha tanta di quella sicurezza (eccetto fisiologici bug), che purtroppo l'utente "w l'open source" non conosce, perchè abituato a parlare per sentito dire. Il mio sistema è inviolabile, basta solo un po' di cultura, il 95% della API è documentato, ed è chiaro che considerando che il target è l'utente che si prende il PC al mediaworld, e quando ficca la sua fotocamera vuole che compaiano per magia le foto, il sistema deve essere "gentile" e nn può stressare con 150mila password o sistemi di sciurezza.
    • pabloski scrive:
      Re: Vero ma..
      bah veramente la sicurezza parte dal livello Win32 in giùl'API NT è la cosa più obbrobriosa che abbia mai visto...tant'è che il supersicuro Vista offre la funziona zwCreateThread che bypassa completamente IL e UACah già, sono io che avevo capito male, già perchè Sinofsky ha tenuto a precisare che UAC e IL non costituiscono un "new boundary" in termini di sicurezza e che quindi eventuali falle in questi due sistemi non vanno etichettate come falle di sicurezzache vuol dire? che UAC rompe le balle solo se le azioni avvengono tramite GUI e tramite le funzioni documentate dell'API win32, ma più giù, nel cuore di Windows, si annidano funzioni in grado di bypassare qualunque tipo di muro di sicurezza, ops volevo dire strumento di avviso e richiesta di elevazione dei privilegi
      • aaaaa scrive:
        Re: Vero ma..
        http://punto-informatico.it/1586762/PI/News/speciale-sicurezza-windows-vista.aspxbasta leggere l'articolo (e capirne un po) per avere un paio di idee "strane" ;)
        ma più giù,
        nel cuore di Windows, si annidano funzioni in
        grado di bypassare qualunque tipo di muro di
        sicurezza, ops volevo dire strumento di avviso e
        richiesta di elevazione dei
        privilegi
        • aaaaa scrive:
          Re: Vero ma..
          - Scritto da: aaaaa
          http://punto-informatico.it/1586762/PI/News/specia

          basta leggere l'articolo (e capirne un po) per
          avere un paio di idee "strane"
          ;)visto che sono buono cito dall'articoloSul fronte dei servizi, un'altra innovazione di Vista rispetto a Windows XP è Session 0 Isolation. Per fare un esempio, se un servizio crea un'interfaccia utente, come una finestra di dialogo, in Session 0, l'utente non potrà vederla perché non ha acXXXXX a quella session.Va osservato che le operazioni di ricerca e rimozione degli spyware possono essere eseguite da Windows Defender anche se l'utente non ha privilegi di amministratore"Un routing compartment ? sottolinea Malusardi - è la combinazione di un insieme di interfacce con una sessione di logon dotata di una propria tabella di routing. Un computer può avere diversi routing compartment, ciascuno isolato dagli altri. Ogni interfaccia può ovviamente appartenere a un unico compartimento. Attualmente quando un utente è connesso a Internet e a una VPN attraverso la stessa interfaccia è possibile, in alcune situazioni, che il traffico proveniente da Internet sia inoltrato sulla rete aziendale. I compartimenti di routing in Windows Vista evitano questa situazione usando tabelle di routing separate". RICAPITOLANDO:- SESSIONI SEPARATE E NON VISIBILI- PROGRAMMI CHE POSSONO ACCEDERE A DIRITTI DI AMMINISTRAZIONE (MA NON E UNA NOVITA SI PUO FAR PARTIRE UN PROGRAMMA CON PRIVILEGI DI AMMINISTRATORE DA UN ACCOUNT LIMITATO TRANQUILLAMENTE ANCHE SU XP)- ROUTING COMPARTIMENT (GIUSTO PERCHE LE DIVERSE SESSIONI NON SI MISCHINO INSIEME)ps. quando l'hard disk lampeggia senza ragione apparente anche se vi sentite un po paranoici riavviate il computer ;)

          ma più giù,

          nel cuore di Windows, si annidano funzioni in

          grado di bypassare qualunque tipo di muro di

          sicurezza, ops volevo dire strumento di avviso e

          richiesta di elevazione dei

          privilegi
  • tux scrive:
    V for Vendetta
    Buona sera, Londra. Prima di tutto vi prego di scusarmi per questa interruzione. Come molti di voi io apprezzo il benessere della routine quotidiana, la sicurezza di ciò che è familiare, la tranquillità della ripetizione. Ne godo quanto chiunque altro. Ma nello spirito della commemorazione, affinché gli eventi importanti del passato, generalmente associati alla morte di qualcuno o al termine di una lotta atroce e cruenta vengano celebrati con una bella festa, ho pensato che avremmo potuto dare risalto a questo 5 novembre, un giorno ahimè sprofondato nell'oblio, sottraendo un po' di tempo alla vita quotidiana, per sederci e fare due chiacchiere. Alcuni vorranno toglierci la parola, sospetto che in questo momento stiano strillando ordini al telefono e che presto arriveranno gli uomini armati. Perché? Perché, mentre il manganello può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato, e per coloro che vorranno ascoltare, all'affermazione della verità. E la verità è che c'è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese. Crudeltà e ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì dove una volta c'era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete censori e sistemi di sorveglianza, che vi costringono ad accondiscendere a ciò. Com'è accaduto? Di chi è la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole.. non c'è che da guardarsi allo specchio. Io so perché l'avete fatto. So che avevate paura. E chi non ne avrebbe avuta? Guerre, terrore, malattie. C'era una quantità enorme di problemi, una macchinazione diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a privarvi del vostro buon senso. La paura si è impadronita di voi, ed il Caos mentale ha fatto sì che vi rivolgeste all'attuale Alto Cancelliere, Adam Sutler. Vi ha promesso ordine e pace in cambio del vostro silenzioso, obbediente consenso. Ieri sera ho cercato di porre fine a questo silenzio. Ieri sera io ho distrutto il vecchio Bailey, per ricordare a questo paese quello che ha dimenticato. Più di quattrocento anni fa, un grande cittadino ha voluto imprimere per sempre nella nostra memoria il 5 novembre. La sua speranza, quella di ricordare al mondo che l'equità, la giustizia, la libertà sono più che parole: sono prospettive. Quindi, se non avete visto niente, se i crimini di questo governo vi rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare inosservato il 5 novembre. Ma se vedete ciò che vedo io, se la pensate come la penso io, e se siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di mettervi al mio fianco, ad un anno da questa notte, fuori dai cancelli del Parlamento, e insieme offriremo loro un 5 novembre che non verrà mai più dimenticato. (V)
    • MegaJock scrive:
      Re: V for Vendetta
      TLDR.
    • vac scrive:
      Re: V for Vendetta
      Se non sbaglio in principio questo films era stato censurato...- Scritto da: tux
      Buona sera, Londra. Prima di tutto vi prego di
      scusarmi per questa interruzione. Come molti di
      voi io apprezzo il benessere della routine
      quotidiana, la sicurezza di ciò che è familiare,
      la tranquillità della ripetizione. Ne godo quanto
      chiunque altro. Ma nello spirito della
      commemorazione, affinché gli eventi importanti
      del passato, generalmente associati alla morte di
      qualcuno o al termine di una lotta atroce e
      cruenta vengano celebrati con una bella festa, ho
      pensato che avremmo potuto dare risalto a questo
      5 novembre, un giorno ahimè sprofondato
      nell'oblio, sottraendo un po' di tempo alla vita
      quotidiana, per sederci e fare due chiacchiere.
      Alcuni vorranno toglierci la parola, sospetto che
      in questo momento stiano strillando ordini al
      telefono e che presto arriveranno gli uomini
      armati. Perché? Perché, mentre il manganello può
      sostituire il dialogo, le parole non perderanno
      mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per
      giungere al significato, e per coloro che
      vorranno ascoltare, all'affermazione della
      verità. E la verità è che c'è qualcosa di
      terribilmente marcio in questo paese. Crudeltà e
      ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì
      dove una volta c'era la libertà di obiettare, di
      pensare, di parlare nel modo ritenuto più
      opportuno, lì ora avete censori e sistemi di
      sorveglianza, che vi costringono ad
      accondiscendere a ciò. Com'è accaduto? Di chi è
      la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più
      responsabili di altri che dovranno rispondere di
      tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità,
      se cercate il colpevole.. non c'è che da
      guardarsi allo specchio. Io so perché l'avete
      fatto. So che avevate paura. E chi non ne avrebbe
      avuta? Guerre, terrore, malattie. C'era una
      quantità enorme di problemi, una macchinazione
      diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a
      privarvi del vostro buon senso. La paura si è
      impadronita di voi, ed il Caos mentale ha fatto
      sì che vi rivolgeste all'attuale Alto
      Cancelliere, Adam Sutler. Vi ha promesso ordine e
      pace in cambio del vostro silenzioso, obbediente
      consenso. Ieri sera ho cercato di porre fine a
      questo silenzio. Ieri sera io ho distrutto il
      vecchio Bailey, per ricordare a questo paese
      quello che ha dimenticato. Più di quattrocento
      anni fa, un grande cittadino ha voluto imprimere
      per sempre nella nostra memoria il 5 novembre. La
      sua speranza, quella di ricordare al mondo che
      l'equità, la giustizia, la libertà sono più che
      parole: sono prospettive. Quindi, se non avete
      visto niente, se i crimini di questo governo vi
      rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare
      inosservato il 5 novembre. Ma se vedete ciò che
      vedo io, se la pensate come la penso io, e se
      siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di
      mettervi al mio fianco, ad un anno da questa
      notte, fuori dai cancelli del Parlamento, e
      insieme offriremo loro un 5 novembre che non
      verrà mai più dimenticato.
      (V)
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: V for Vendetta
      V per Vendetta, ovverosia uno dei film più pompati e sopravvalutati della storia del cinema....
  • Di ME scrive:
    Re: E come lo installano?
    Io uso Linux e non sono un delinquente, hai rotto le P. smettila di offedere! Delinquente sarai te, anzi sicuramente sarai un dipendente di Microsoft.
  • Linux inside scrive:
    TUTTI SU LINUX
    Tutti su linux (anche se non mi piace particolarmente) e risolviamo il problema. W la libertà
    • Dovellas scrive:
      Re: TUTTI SU LINUX
      Si si andateci tutti su Linux, tanto ci andate solamente perchè avete qualcosa da nascondere, un utente Windows che si rispetti non ha alcun problema ad usare Windows spiato.
      • Di ME scrive:
        Re: TUTTI SU LINUX
        Io uso Linux e non ho cmq niente da nascondere, lo uso semplicemente perche' e' piu' bello, piu' veloce e stabile di quel XXXXX di windows.
        • Dovellas scrive:
          Re: TUTTI SU LINUX
          Però su Linux non puoi essere spiato, perchè con i maledetti sorgenti opensource se c'è qualcosa di strano che non ti convince la vedi e puoi rimuoverla, questo è un male, perchè si fa ostruzionismo verso lo Stato e le forze dell'ordine che hanno tutto il diritto di spiare i nostri computer per proteggerci da terroristi e pedofili, questo è possibile solo con Windows, lo dico io che solo la gente onesta usa Windows, quelli che hanno qualcosa da nascondere usano altro.
          • CCC scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            - Scritto da: Dovellas
            Però su Linux non puoi essere spiato, perchè con
            i maledetti sorgenti opensource se c'è qualcosa
            di strano che non ti convince la vedi e puoi
            rimuoverla, questo è un male, perchè si fa
            ostruzionismo verso lo Stato e le forze
            dell'ordine che hanno tutto il diritto di spiare
            i nostri computer per proteggerci da terroristi e
            pedofili, questo è possibile solo con Windows, lo
            dico io che solo la gente onesta usa Windows,
            quelli che hanno qualcosa da nascondere usano
            altro.ahahaaa dovellas (il clone): sei un mito!ciao
          • Dovellas scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            e tu sei un linaro.
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            Senti sfigato, io uso il PC con Linux per fare cose normalissime, perche' Linux va piu' veloce di Windows, perche' e' piu' stabile di Windows e' piu' bello con KDE4 anche di Vista e perche' non devo spendere soldi in licenze di antivirus e altre XXXXXXX e non devo star a perdere tempo a fare scansioni a riavviare a rediarmi perche' windows non riesce a far girare 3 cose alla volta decentemente e per un sacco di altri motivi.Windows non lo uso perche' e' un vomito di sistema disoperativo e non perche' ho qualcosa da nascondere.Poi aggiungoche il controllo del popolo e' prerogativa delle dittature, imamgiando che tu da come parli sei un ragazzino che non capisce niente, che magari si vanta pure di essere fascista. Sei solo un poverino, non hai capito niente, tu ti meriti di essere spiato controllato e un giorno anche di essere internato in un lagher in attesa di essere cremato vivo perche' il dittatore di turno ha deciso che hai qualcosa che non va bene assieme ad altri milioni di testine di C uguali a te, ma purtroppo questo fine che ti auguro non si concilia con le aspettative di vita di molte altre persone piu' intelligenti di te, quindi vedi di andarti a nasceondere e di vergognarti di quanto sei deficente per piacere.
          • Treepwood scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            AHAHAHAHHInfatti tutti i crack, keygen e warex vari vengono fatti per aiutare SOLO la gente onesta che usa windows.Sei proprio un cojote
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            Gia' io gli unici programmi closed che uso su Linux sono eagle versione freeware, google heart che e' anche lui freeware e skype.Chissa lui quanta roba crakkata ha su. Tanto io windowssiani sono convinti che Windows e' meglio perche' su Liunx non hai photoshop (che si puo' far girare con wine)... Poi li vedi su windows, con photoshop crakkato usato mica seriamente, per fare copia incolla di 2 foto e togliere gli occhi rossi.. roba che anche i programmi open per Linux fanno da decenni... ma loro sono convinti che usare un programma professionale all'1% delle sue possibilita' sia sempre meglio che usare un programma free/open al 3%, per fare le stesse cose... pensa che io uso gimp da 5/6 anni per fare quelle piccole cosine abbastanza normali di ritocco delle foto prese con la digitale e sono convinti di non conoscerne tutte le funzioni, figuriamoci di un photoshop che me ne potrei fare...Adesso saltera' su il troll di turno a dire che i professionisti... i professionisti sono una minoranza dell'utenza globale punto.
          • Treepwood scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            Concordo pienamente.Ciò non toglie che photoshop sia uno splendido programma, adobe non è ostile con linux, ha perfino sviluppato adobe air per linux e penso che in futuro svilupperà una versione nativa per il pinguino del suo fotoritocco.Il problema è che una licenza photoshop può costare anche più di 1500 euro, chissà quanti utenti windows onesti utilizzano photoshop originale.... forse meno dello 0,001%.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            Premesso che hai ragione, pero' trovami un vero virus per Linux, non un proof of concept o uno script idiota con dentro "rm -f".Un virus che lo prendi da un sito, indifferentemente dal browser/versione che usi o ricevendo una mail. Non esistono, e' inutile e non esistono non perche' Linux e' poco diffuso come credono, ma perche' Linux e' troppo diversificato a si aggorna troppo in fretta perche' sia possibile creare davvero un virus che possa colpire una fetta significante di utenti.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            parli e non dici niente.il concetto è semplice e innegabile: se hai i sorgenti puoi vedere che fa, se non li hai no.il resto è fuffa
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            cvd... hai parlato senza dire nulla...dammi un link a questa brillante spiegazione se non hai voglia di ripeterti...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            Il problema e' che la gente pensa che qualunque sconosciuto capace possa modificare il codice di Linux e far si' che poi il programma compilato con la sorpresa circoli. Non e' cosi' i gruppi di sviluppo sono appunto gruppi organizzati, chi fa parte del gruppo ufficiale e' chi ci mette il sudore e ci lavora davvero, dubito che uno che ha solo intenzione di infilare una backdoor accetti o abbia tempo o voglia di stare mesi e mesi a scrive codice per portare avanti un progetto che non riguarda il suo scopo, poi le patch o le cose scritte dagli "occasionali" sono sempre supervisionate dal gruppo che sviluppa ufficialmente, quindi se un' "occasionale" scrive un pezzo di codice con una backdoor sara' scoperto, inolte c'e' da tenere presente che i gruppi che sviluppano ufficialmente spesso sono formati sia da persone pagate dalle varia distro, di varie nazionalita' diverse, sia da attivisti locali... se si prende il progetto KDE per esempio si hanno gruppi pagati in diverse nazioni + singoli volontari un po' da ogni parte del mondo... se uno remasse contro difficilmente la passerebbe liscia, infondo i comodi della nazioni X potrebbero essere scomodi alla nazione Y, quindi programmattori della nazione Y potrebbero rimuovere il codice cattivo fatto dai programmatori della nazione X accusandoli poi' pubblicamente o facendoli radiare dallo sviluppo del progetto e cosi' via, quindi anche chi e' paranoico e pensa solo ai complotti ha la sua risposta, poi aggiungiamo anche che tutti i singoli pacchetti sono compilati e pacchattizzati dai gruppi interni che mantengono ogni distribuzione (tutte di nazionalita' diversa tra loro), il che e' plausibile che anche qui avvengano controlli.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX

            E poi, sempre con sta storia che una backdoor si
            individua con uno sguardo al codice
            sorgente.E' proprio questo il punto... non è UNO sguardo... sono mille sguardi... c'è tutta una comunità dietro.Anche ammesso che qualche bug scappi (come è normale che sia.. non son certo qua a dire che gnu/linux sia senza bug) preferisco avere installato codice controllabile e controllato piuttosto che installare robe che in effetti non posso sapere che fanno.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            è proprio il contrario.. io ho detto che i bug è normale che ci siano... ma se i sorgenti non venissero controllati non salterebbero fuori i bug... il fatto che trovino bug dimostra proprio che i sorgenti li controllano
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • pabloski scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Se fosse come dici non ci sarebbero mai stati bug
            nella implementazione https (o qualsiasi altro
            protocollo di sicurezza) di
            Linux.link? :Dno perchè questa l'hai sparata proprio grossa
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • pabloski scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            si ma https non è linux....faccio notare che https è un protocollo os independent, implementato anche su windows server e quindi si presenta anche lì la stessa fallaa proposito qual'è questo bug?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • ... scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            Era ssh non https.. la bravura sta nello scrivere qualcosa che esegue l'operazione prevista da tutti ma che associato ad altre piccole modifiche da altre parti ti dia un acXXXXX secondario. Penso pure io che sia possibile farlo.. ma non ne avrebbero bisogno, skype e altri closed source su una macchina linux possono già dare un acXXXXX senza possibilità di controllo preventivo.
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            1000 sguardi e' riduttivo, io parlerei di centinaia di migliaia, anche perche' il nostro amico qui ci accusa che poi noi il codice non lo guardiamo, si io non lo guardo perche' tanto non so programmare, ma se progetti come il kernel, KDE, gnome e altri, che non sono certo piccoli progetti, vanno avanti vuol dire che cmq sopra ci sono centinaia di migliai di programmatori a lavorare. Tra parentesi KDE4 e' stato quasi interamente riscritto, le porzioni del 3 rimaste sono una piccola parte, e un progetto come KDE4 ha impegnato tanti progammatori se non di piu' di quelli che sono stati impegnati a scrivere Vista... contiamo che KDE4 e partito quasi da 0 sVista e' solo una mano di vernice + tanti controlli DRM sopra XP.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            primo: roba del 2006, bella e risolta. Secondo: nessuno ha mai detto che Linux e' senza bug. Terzo ssh non e' un servizio tipico di computer desktop, chi lo configura solitamente lo fa su un server e chi configura un server e' coscente di quello che fa.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            degli altri non mi frega niente, io non dico che linux e' senza bug, dico che ne ha molti meno e rimane molto piu' verificabile la sua sanita' rispetto quella dei so closed.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • pabloski scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            si ma il punto è che dovrebbero ricattarne un bel pò....non so se hai idea di quali sono i numeri ma si parla di un minimo di qualche cinquantina di persone per le società e distribuzioni minuscole, fino a varie migliaia per società come Novell e Redhatsenza contare i vari smanettoni, esperti di sicurezza, ecc.... che amano ficcare il naso nel codicedecisamente una cosa così non passerebbe inosservate....pensa che una backdoor in Wordpress ( che ha si e non qualche decina di sviluppatori ) durò 2 giorni, dopo di che fu scoperta ed eliminatal'unico modo di introdurre backdoor in Linux sarebbe per legge, ma a quel punto non credo che Stallman e la EFF starebbero zitti
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            sarebbe ulteriore conferma al tuo discorso se si capisse qual'è il tuo discorso...in BSD han trovato due bug quindi l'NSA può infiltrare trojan quando vuole?ammettiamo pure che l'NSA sia onnipotente e possa mettere trojan dove vuole... quindi? meglio windows dove una volta messi non si possono neanche scovare?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            i migliaia di occhi garantiscono un livello maggiore di sicurezza rispetto a qualcosa di closed, i bug sono bug e non sono messi li apposta (se no avrebbero tenuto segreto che ssh aveva un bug invece di sbandierarlo ai 4 venti) e li si conosce e c'e' gente che poi li cerca e li corregge, su windows invece hai backdoor messe apposta che nessuno conosce e nessuno mai conoscera', che mai nessuno chiudera'.Tra parentesi BSD ha una comunita' piccola, un supporto hardware inesistente e' cosi' controllato perche' quei pochi che ci lavorano sopra ci diventano paranoici sulla questione di sicurezza, invece su Linux si ha il buon senso di capire che un SO sicuro che non ha driver e' cmq un SO inutilizzabile e quindi si passa maggior tempo a sviluppare supporti driver magari.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            mi hai convinto... mi sa che l'NSA si è comprata tutti gli sviluppatori di tutte le distribuzioni linux più tutti gli sviluppatori di programmi gnu...passo a windows che è più sicuro! lì il codice lo fa direttamente l'NSA.. meno bug...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • ... scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            non avrà capito nulla ma fra le due soluzioni è sempre meglio open, quantomeno se un giorno ti viene un dubbio puoi andare a controllare, cheers ;)
          • ... scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            p.s. ovviamente "meglio" non significa migliore qualità del codice, né che quella soluzione debba essere usata da tutti x_x
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • pabloski scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            e infatti era stato uno degli sviluppatori ad inserire la backdoor, con la differenza che in Wordpress l'hanno trovato in 2 giorni, in linux al massimo in una settimana, in windows la trovi dopo 7 anni e solo perchè qualche trojan russo la sta sfruttando per diffondersipure nella Chiesa cattolica ci sono le mele marce, la differenza tra closed e open è che nel primo caso è quasi impossibile trovarle, nel secondo è facilissimo
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            Ascolta un pezzo di codice e' un pezzo di codice, non e' che i programmatori dell'NSA sono magici e fanno l'incantesimo che quando qualcuno arriva sul codice della loro backdoor a chi lo osserva gli si rompe il monitor del computer sai?Se la backdoor di un "programmatore qualunque" come lo hai definito tu, che magari e' un brevissimo programmatore, magari anche piu' bravo di quelli dell'NSA per quello che ne so io e' stata trovata in 2 giorni anche una ipotetica backdoor scritta da uno pagato da NSA sara' trovata in 2 giorni. Un pezzo di codice e' sempre un pezzo di codice e non e' che esista una regola che dimosta che i programmatori NSA siano piu' bravi ne che sia possibile nascondere qualcosa oltre una certa misura.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
          • Di ME scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            backdoor camuffata da bug, ripeto se sono state trovate quelle fatte dai tizi indipendenti possono essere trovate anche quelle scritte da quello dell'nsa, e' questo che non vuoi capire tu.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TUTTI SU LINUX
            contenuto non disponibile
      • ilPestifero scrive:
        Re: TUTTI SU LINUX
        Ancora con questa storia del "qualcosa da nascondere".Probabilmente siete una setta di lobotomizzati o almeno di poco acculturati che senza ragione alcuna e soprattutto senza cognizione non sanno distinguere un diritto (quello alla privacy e alla segretezza delle comunicazioni) da una remota eventualità di commettere un qualsivoglia crimine.
      • vrms scrive:
        Re: TUTTI SU LINUX
        - Scritto da: Dovellas
        Si si andateci tutti su Linux, tanto ci andate
        solamente perchè avete qualcosa da nascondere, un
        utente Windows che si rispetti non ha alcun
        problema ad usare Windows
        spiato.Raramente s'é visto un commento più idiota e servile al potere di questo.
    • aaaaa scrive:
      Re: TUTTI SU LINUX
      la verita e che un sistema linux configurato male e facile da "bucare" quanto un sistema windowsc'e sempre un mix tra sicurezza e usabilita e in fondo basta riguardarsi il primo mission impossibile per capire che nemmeno un computer staccato dalla rete e sicuroper cui l'unico modo e tenere i dati "ritenuti importanti" "a mente" (certo sembra che al giorno d'oggi anche questa ultima frontiera non sia completamente sicura visti gli ultimi sviluppi nel campo ed e vero anche che la memoria nel tempo peggiora ma questo e quanto)alla fine basta solo essere piu furbo del solito csi di turno cosi banale la vita in fondo ;)ps. se tu combatti qualcuno questo qualcuno combattera contro di te per cui basta essere realistici, capire su che pianeta si vive e scegliersi (con intelligenza) avversari alla propria portata cioe trovarsi una donna bella raffinata e perversa e vivere felici e questa (forse) l'unica liberta che abbiamo ancora ;)- Scritto da: Linux inside
      Tutti su linux (anche se non mi piace
      particolarmente) e risolviamo il problema. W la
      libertà
  • k3N0 scrive:
    Ma allora perchè...
    Se tutto ciò è vero mi chiedo:I Super esperti di sicurezza di che sicurezza si occupano?Tutti i XXXXXX che si leggono in rete: truffe, pedoXXXXXschifezze varie, a altro; perchè avvengono e rimangono impuniti?
    • ndr scrive:
      Re: Ma allora perchè...
      Forse perchè "non è vero" e Orwell ha coltivato una innata paranoia insita nella nostra natura...?La gazzella annusa l'aria indipendentemente dal fatto che il leone ci sia o meno.Benvenga che le persone si allarmino, anche se alle volte mi sembra proprio per il bisogno di vedere un male assoluto sopra di noi...spesso il fatalismo aiuta a sopire ed evitare conflitti personali ed interiori più difficili da affrontare.
    • Dovellas scrive:
      Re: Ma allora perchè...
      Le forze dell'ordine hann tutto il diritto di spiare i nostri pc Windows, altrimenti la lotta contro il terrorismo le truffe la pedofilia come la fai? Invece di venire qui a lamentarti se hai qualcosa da nascondere usa Linux, Windows è un sistema solo per gente onesta.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2009 14.34-----------------------------------------------------------
      • . . scrive:
        Re: Ma allora perchè...
        Ma la smetti di dire XXXXXXX, sei proprio un trollone di infima categoria, quando inizierai a XXXXXXX (facciamo SE inizierai)la smetterai....
      • vac scrive:
        Re: Ma allora perchè...
        Se le forze dell'ordine possono entrare nel mio PC quando vogliono chi mi garantisce che non lo facciano anche i male intenzionati?Appena Passato a Linux.
  • Antony scrive:
    E come lo installano?
    Tra i vari Sistemi Operativi, tra le varie protezioni che esistono in Hardware e Software, tra dati/partizioni criptati e protocolli proprietari, come farebbe QUALCUNO (Forze dell'Ordine) ad installare questo Trojan/Malware/Backdoor (o come si vuol chiamare) sui nostri computer?Io non eseguo nemmeno i PDF inviati dagli amici, dato che mi pare strano che un amico usi PDF o simili :DCapisco bucare la rete WiFi, ma poi deve entrare nel PC, sapere DOVE mettere il file ed eseguirlo...ecchisono? :p
    • ciccio pasticcio scrive:
      Re: E come lo installano?
      forse fanno in tempo a installarlo direttamente in windows seven...
    • pabloski scrive:
      Re: E come lo installano?
      molto probabile che le famose falle di Windows siano in realtà delle backdoorperlomeno alcune le sono ed è documentato da un'inchiesta senatoriale del Congresso USAc'è poco da fare, MS deve sottostare alla volontà della NSA e la NSA ha un ventaglio di agenzie spionistiche associate, tra cui l'MI 5 inglese
      • . . scrive:
        Re: E come lo installano?
        link perfavore quando le si sparano così grosse!
        • pabloski scrive:
          Re: E come lo installano?
          http://www.heise.de/tp/r4/artikel/5/5263/1.htmlguarda che sono cose di pubblico dominio, non crediate voi winari che la gente dimentichi tanto facilmente ....
        • mestesso scrive:
          Re: E come lo installano?
          A me sarebbe parso strano il contrario
    • rem scrive:
      Re: E come lo installano?
      Purtroppo per installarti un trojan o peggio non occorre molta tecnica,basta sinceramente un sito esca,una foto all'interno di una mail o pochi altri accorgimenti che aprano la strada ad un download no autorizzato,considera che le forze dell'ordine quali organismo di uno stato,hanno la tranquilla facolta' di rivolgersi alla casa produttrice di un sistema operativo,vedi microsoft e di richiedere una lista delle eventuali backdoor fruibili per interventi particolari,grazie al patriot act e altre amnita' legislative speciali,varate per la nostra presunta sicurezza,la casa produttrice e' obbligata a fornire dettagli.L'installazione di un rootkit,o di semplici trojan,da pochi kbites che logicamente l'antivirus non rileva,non essendo i dati passiblili di signature,non e' un impresa,semmai un atto purtroppo semplice se si usano S.O. microsoft,ma no perche' questi siano semplicemente poco sicuri,ma perche' la casa produttrice e' attivamente collegata ai governi per finalita'di politica economica e quindi collabora senza problemi
      • pabloski scrive:
        Re: E come lo installano?
        aggiungerei che i capoccioni dei servizi hanno i sorgenti dei vari Windows e company e quindi è molto molto probabile che abbiano una bella lista di vulnerabilità ( o backdoor??? ) che permettono l'esecuzione di codice da remoto
        • Dovellas scrive:
          Re: E come lo installano?
          Emmmmmm...... ma io non vedo il problema, se sei un brutto ceffo, ed usi il computer per affari illeciti, usa Linux, se sei una persona onesta che non ha nulla da nascondere usa Windows che te frega se vieni spiato o meno, non so cosa avete da nascondere voi linari.
        • Dovellas scrive:
          Re: E come lo installano?
          Meglio così, male non fare paura non avere, sei tutto questa voglia di privacy e sicurezza rimani su Linux e non rompere, Windows è per gente onesta.
          • gabriella giudici scrive:
            Re: E come lo installano?
            per onesta intendi d'accordo con chi comanda, conforme al sentire comune e in linea con ogni vulgata tv?
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: E come lo installano?
        contenuto non disponibile
    • CCC scrive:
      Re: E come lo installano?
      - Scritto da: Antony
      Tra i vari Sistemi Operativi, tra le varie
      protezioni che esistono in Hardware e Software,
      tra dati/partizioni criptati e protocolli
      proprietari, come farebbe QUALCUNO (Forze
      dell'Ordine) ad installare questo
      Trojan/Malware/Backdoor (o come si vuol chiamare)
      sui nostri
      computer?nei sistemi operativi windows microsoft sono GIA' "INSTALLATE" delle "funzionalità" che permettono a "chi di dovere" di accedere remotamente al sistema...qualche esempio (e di materiale al riguardo se ne trova tanto altro): http://www.heise.de/tp/r4/artikel/5/5263/1.htmlhttp://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2007/01/08/AR2007010801352.htmlhttp://kromeblog.kromeboy.net/archivio/microsoft-collabora-con-lnsa-per-la-security-di-vista/forse (ma dico forse) si può risolvere qualcosa criptando ogni dato (sui dischi, via email, ecc...) ma pochissimissimi lo fanno... inoltre la cosa può (sempre forse) essere utile solo se anche tutti coloro con cui siamo in contatto fanno la stessa cosa.... difficile...ciao
  • anonimo scrive:
    minority report
    "...proporzionata al crimine che si ritiene covi nella sua mente."senza parole....
  • Pippo Condriaco scrive:
    e ... funziona !
    "... sarebbe possibile per le forze dell'ordine britanniche fin dal 1994 e sarebbe già stato esercitato; ... "Visto quello che è sucXXXXX a luglio del 2005, il sistema probabilmente funziona.
  • 3my78 scrive:
    In Italia...
    Quando non c'era la tecnologia a supporto in Italia i dossier li tenevano i Carabinieri. Ora in Inghilterra esce questo bubbone... C'era da immaginarselo dai, come c'è da immaginare cje sia da tutte le parti così.http://3my78.blogspot.com/
    • Undertaker scrive:
      Re: In Italia...
      - Scritto da: 3my78
      Quando non c'era la tecnologia a supporto in
      Italia i dossier li tenevano i Carabinieri....e l'Ovra, che lavorava fianco a fianco con i carabinieri, ovvero una polizia militare di chiaro stampo fascista
      • pabloski scrive:
        Re: In Italia...
        di che ti lamenti, pensa che dopo 60 anni siamo ancora legati al Codice Rocco ( alias Codice di Procedura Penale ) e Rocco era un fascista mica un partigianol'Italia di facciata è una democrazia, ma in realtà è rimasta un regime di stampo fascista
  • Ricky scrive:
    non mi sento sicuro...
    Se la polizia pensa di poter fare quello che vuole "per alti fini" si sbaglia.QUALI alti fini potrebbero mai essere considerati giusti da chi subisce una simile violenza?La liberta' e' sacra, la gente e' disposta a sacrificare qualche cosa in sicurezza pur di poter vivere libera su questo martoriato pianeta.La polizia , come altre forze dell'ordine costituito, fanno capo allo STATO che a sua volta e' SUBORDINATO ai cittadini perche', anche se sempre piu' spesso i politici se ne scordano,sono LORO i SOVRANI, non i "dipendenti" che lavorano per loro.Le cose si sono ribaltate, i cittadini non sono piu' i sovrani ma coloroche subiscono le decisioni ALTRUI, decisioni sempre meno inclini a favorire il popolo e sempre piu' vicine ai desideri dei potenti.Il CONTROLLO completo e' una pazzia prima ancora che una utopia.Gia' oggi si parla di macchinari capaci di leggere dentro la mente, capaci di estrapolare pensieri e ricordi.Quanto ci puo' volere,senza un controllo efficace ed ETICO, per arrivare al punto in cui ogni singolo essere umano (tranne ALCUNI...) sia completamente sotto controllo?Quando vedremo i chip sottocutanei di controllo "per il TUO BENE" impiantati direttamente in culla?Secondo il teorema del "non c'e' limite al PEGGIO" quello che sto' scrivendo non e' una pazzia ma uno scenario possibile e per alcuni,ci potete anche scommettere, desiderabile.Il solo fatto che questo accada nella piu' totale oscurita', che i cittadini non ne siano informati e che la cosa paia NORRMALE, mi rabbrividisce.Con lo spauracchio del terrorismo si stanno violando diritti come se niente fosse...e le cose non stanno certo migliorando, anzi...Se poi aggiungiamo i rootkit infilati nei pc all'insaputa di tutti da parte di PRIVATI che (vedi sony) non ravvisavano alcun "problema" sul loro operato...e bhe...lo scenario e' davvero preoccupante.
  • Alessandro scrive:
    Millenovecentottantaquattro
    Invece della telecamera nascosta nel mega schermo TV installato in tutte le stanze la via per il controllo totale da parte di uno stato fascista e reazionario mascherato da 'buon padre' passa per internet ed i PC. Controlla quelli e controllerai una parte sempre maggiore dei pensieri delle persone.Lo scopo finale dei terroristi è sempre stato questo: toglierci le libertà personali, gli aspetti democratici e liberali dei nostri stati. Scopo condiviso in toto dai nostri governanti.Purtroppo la maggioranza delle persone è così stupida e suggestionabile da temere maggiormente di morire in qualche attentato (meno probabile che essere colpiti da un meteorite) piuttosto che di perdere ogni libertà di pensare e agire.
    • Ivan! scrive:
      Re: Millenovecentottantaquattro
      - Scritto da: Alessandro
      Invece della telecamera nascosta nel mega schermo
      TV installato in tutte le stanze la via per il
      controllo totale da parte di uno stato fascista e
      reazionario mascherato da 'buon padre' passa per
      internet ed i PC. Controlla quelli e controllerai
      una parte sempre maggiore dei pensieri delle
      persone.

      Lo scopo finale dei terroristi è sempre stato
      questo: toglierci le libertà personali, gli
      aspetti democratici e liberali dei nostri stati.
      Scopo condiviso in toto dai nostri
      governanti.

      Purtroppo la maggioranza delle persone è così
      stupida e suggestionabile da temere maggiormente
      di morire in qualche attentato (meno probabile
      che essere colpiti da un meteorite) piuttosto che
      di perdere ogni libertà di pensare e
      agire.
    • utrhhcnw scrive:
      Re: Millenovecentottantaquattro
      più che di 1984 parlerei di little brother: copioincollo un vecchio commento:------------quote:siamo sempre più vicini a quanto raccontato in questa "fiction novel" (anche se io la chiamerei realismo o quanto meno futuribile). tanto più alla luce di questi fatti....consiglio l'acquisto e la lettura di questo *stupendo* libro:(per quanto stupendo possa essere l'argomento)http://en.wikipedia.org/wiki/Little_Brother_(Cory_...)http://craphound.com/littlebrother/per acquistarlo: http://www.ibs.it/book/9780765319852/doctorow-cory... (solo in inglese per ora)per scaricarlo LIBERAMENTE e GRATUITAMENTE in formato elettronico:http://craphound.com/littlebrother/download/in breve:si svolge negli usa del futuro prossimo, dopo gli attacchi del 2001, dove si vive in uno stato del controllo totale, un gruppo di giovani Hacker ("quelli veri") trova, dopo un arresto e delle accuse ingiuste da parte del DHS, il modo di sovvertire le sorti di molti cittadini. in primis le loro.è un libro realisitico che parla del presente e del futuro prossimo che ci aspetta se andiamo avanti così... una grossa cina e ancora di più.il libro, raccontato in modo molto fluido ed appassionante, usa tecnologie REALI ed ESISTENTI o prossime all'essitenza.leggetelo.------------------/quotequanto meno vi farete un idea di cose che HANNO GIÀ FATTO, e come questa stanno facendo.... e che faranno...lo consiglio sopratutto perché al suo interno i protagonisti adottano tecniche REALI e POSSIBILI per (preferisco dirlo così:) illudersi di essere più sicuri e meno esposti.leggetelo!!!
    • aaaaa scrive:
      Re: Millenovecentottantaquattro

      Lo scopo finale dei terroristi è sempre stato
      questo: toglierci le libertà personali, gli
      aspetti democratici e liberali dei nostri stati.
      Scopo condiviso in toto dai nostri
      governanti.a questo punto non ti sorge un dubbio ????? ;)
  • Enjoy with Us scrive:
    Follia liberticida!
    A questo punto perchè dovrebbe occorrere un mandato di un giudice per perquisirti casa? Che differenza c'è?Il bello è che in Inghilterra ci sarebbe poi un governo di "sinistra" che teoricamente dovrebbe stare più attento ai diritti dei cittadini!Complimenti!
    • XYZ scrive:
      Re: Follia liberticida!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      A questo punto perchè dovrebbe occorrere un
      mandato di un giudice per perquisirti casa? Che
      differenza
      c'è?Quoto. Riprovevole.
      Il bello è che in Inghilterra ci sarebbe poi un
      governo di "sinistra" che teoricamente dovrebbe
      stare più attento ai diritti dei
      cittadini!Questa è l'ennesima ri-conferma che ancora una volta, diversismi politici "sinistrosi" e/o "destrosi" non sono altro che meri stratagemmi di controllo del cittadino.
    • vero ma... scrive:
      Re: Follia liberticida!

      Il bello è che in Inghilterra ci sarebbe poi un
      governo di "sinistra" che teoricamente dovrebbe
      stare più attento ai diritti dei
      cittadini!
      Complimenti!Il partito laburista di sinistra? ROFL
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Follia liberticida!
        - Scritto da: vero ma...

        Il bello è che in Inghilterra ci sarebbe poi un

        governo di "sinistra" che teoricamente dovrebbe

        stare più attento ai diritti dei

        cittadini!

        Complimenti!

        Il partito laburista di sinistra? ROFLAh adesso è di destra? Strana la loro collocazione allora all'interno dell'euro parlamento!
  • Uccio scrive:
    Malware SOLO per sistemi proprietari...
    Con la complicità dei produttori... Del resto, chi sa spiegarmi il PERCHE` dell'esistenza di API in grado di "nascondere" l'esecuzione di programmi o l'impossibilità "reale" di sapere quali e quanti processi sono in esecuzione (o insidiano...) la CPU?Credo che l'unica soluzione sia passare all'Open Source. Probabilmente, anche se l'Utente ne sa poco, ci sarà sempre qualcuno in grado di dire "NON CI STO" e spiattellare quanto di nefasto ci sia dietro il comportamento di qualcuno o nascosto nei meandri piu` bui del codice sorgente.
    • ciccio pasticcio scrive:
      Re: Malware SOLO per sistemi proprietari...
      Quoto alla grande. Il monopolio Microsoft secondo me è stato permesso e favorito proprio per questo.Usare un OS closed è come mangiare un prodotto senza conoscere gli ingredienti... vai te a sapere che fà...
    • pentolino scrive:
      Re: Malware SOLO per sistemi proprietari...
      quoto in pieno! Software libero sempre!
    • PeeBee scrive:
      Re: Malware SOLO per sistemi proprietari...
      - Scritto da: Uccio
      Con la complicità dei produttori... Del resto,
      chi sa spiegarmi il PERCHE` dell'esistenza di API
      in grado di "nascondere" l'esecuzione di
      programmi o l'impossibilità "reale" di sapere
      quali e quanti processi sono in esecuzione (o
      insidiano...) la
      CPU?

      Credo che l'unica soluzione sia passare all'Open
      Source. Probabilmente, anche se l'Utente ne sa
      poco, ci sarà sempre qualcuno in grado di dire
      "NON CI STO" e spiattellare quanto di nefasto ci
      sia dietro il comportamento di qualcuno o
      nascosto nei meandri piu` bui del codice
      sorgente.Sveglia, ragazzo. Secondo te non possono realizzare qualcosa di analogo anche per Open Source ? Guarda che il malware esiste anche per Linux, ma se ne parla di meno perché è meno diffuso di Windows ed è utilizzato da persone più esperte, ma se vogliono qualcosa combinano pure per gli Open Source. Il problema è di principio e va risolto alla radice, anche perché se si mettono, ad esempio, a sniffare le reti WiFi non c'è Open Source che tenga.
      • panda rossa scrive:
        Re: Malware SOLO per sistemi proprietari...
        - Scritto da: PeeBee

        Sveglia, ragazzo. Secondo te non possono
        realizzare qualcosa di analogo anche per Open
        Source ? Certo che possono, ma tu avresti gli strumenti per poterlo verificare: il codice e' aperto, puoi leggere i sorgenti.
      • Crononauta scrive:
        Re: Malware SOLO per sistemi proprietari...
        Se anche sniffano la rete wifi non mi entrano certo nel disco, almeno non nelle aree che non ho condiviso liberamente sulla LAN (e non metto certo lì i documenti riservati); a parte che intercettare il traffico è una cosa già fattibile con o senza wifi, basta andare dal provider.Per il resto, malware che s'installa a partire da e-mail malevole, se ne conosce solo su piattaforme proprietarie... se la gente si ostina a usare XXXXX - divertendosi pure a pagarla cara - poi si merita anche quello che le capita.
        • pabloski scrive:
          Re: Malware SOLO per sistemi proprietari...
          lui dimentica un paio di cose.....primo che le reti wifi con cifratura WPA sono effettivamente inviolabili, almeno non in tempi umanamente compatibili....per esempio sono rimasto piacevolmente sorpreso dal metodo usato da Telecom per i suoi router wifi....l'uso di una smartcard su cui è presente una key WPA molto robusta è un ottimo metodo....tant'è che di reti WPA di Telecom crakkate non ce ne sono in giro....semmai lo sniffing viene fatto dall'ISP, ma ovviamente andrebbe a riguardare solo le attività online, non certo l'intero contenuto dell'hard disk
      • pabloski scrive:
        Re: Malware SOLO per sistemi proprietari...
        si può fare tutto, ma la disponibilità dei sorgenti rende possibile l'analisi e quindi lo smascheramento di tali praticheil malware per installarsi ha bisogno di falle e guarda caso i sistemi MS ne sono ricchissimi ( anzi stranamente ricchissimi ), il che fa pensare che alcune falle esistono ad arteun esempio? tutti gli addetti ai lavori sanno come funziona la tecnica del "process injection"....in pratica l'API Win32 permette la creazione di thread remoti all'interno di altri processi ( cosa già di per sè decisamente strana )....qual'è il punto? che io posso avviare un mio programma che apre lo spazio di indirizzamento di, per esempio, IE, lo mette in suspend, inietta il codice e apre un nuovo thread nel proXXXXX IE che eseguirà quel codice.....ok si può pensare ad una dimenticanza....con Vista infatti bisogna avere lo stesso IL del proXXXXX bersaglio....ma, surprise surprise, c'è una funzione dell'API NT non documentata che bypassa l'IL ed è zwCreateThreadper la serie, la NSA ha sempre una via per entrarecapisci il perchè il codice closed è insicuro?
    • Dovellas scrive:
      Re: Malware SOLO per sistemi proprietari...
      Meglio così VIVA IL CLOSED SOURCE.
  • danieleNA scrive:
    complicità
    nessuno se ne sarebbe accorto?I programmi anti-malware non lo rilevano?
    • pabloski scrive:
      Re: complicità
      se è per questo i programmi antimalware non rilevano nemmeno Storm, Poison Ivy, Zeus e Limbofacciamocene una ragione, gli antivirus sono uno specchietto per le allodole e una cash cow per chi li vende
    • utrhhcnw scrive:
      Re: complicità
      figurati se le case di antistiXXXXX non sono d'accordo a farli passare inosservati. e anche se non lo fossero sono sicuro che qualche legge non troppo pubblicizzata li obbligherebbe a fare ciò
    • giiiiiitiii iii scrive:
      Re: complicità
      se indaghi scopri che alcuni vendorr di antimalware sono obbligati dalle autorita' a non "includere" proprio tutto.
  • Alessio R. scrive:
    Fiducia
    Come può un cittadino, alla luce di queste notizie, fidarsi dello stato?Come si può temere che anche lo stato utilizzi degli strumenti precedentemente in mano a coloro che lo stato stesso stato chiama pirati informatici e da cui mette in guardia?
    • ndr scrive:
      Re: Fiducia

      Come si può temere che anche lo stato utilizzi
      degli strumenti precedentemente in mano a coloro
      che lo stato stesso stato chiama pirati
      informatici e da cui mette in
      guardia?I poliziotti hanno le pistole, esattamente come i rapinatori...ma non per questo non mi fido dello stato...Se poi qualcuno le usa in maniera impropria non significa che non siano uno strumento utile/necessario ai più.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Fiducia
        Se permetti un malware di stato è una cosa abberrante che non migliora con giustificazioni varie.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Fiducia
        contenuto non disponibile
        • ndr scrive:
          Re: Fiducia

          Con questo ragionamento, si può passare senza
          problemi alle telecamere obbligatorie,
          controllate da remoto, in tutte le abitazioni
          private, cessi
          conmpresi.
          E poi ai microchip sottocutanei.
          E poi......con il tuo ragionamento allora si può andare al contrario...niente niente controllo su chi possiede cosa, niente registrazioni per il possesso e l'uso di un'arma, di un'auto, di un'abitazione...La verità sta nel mezzo, che poi lo stato voglia leggersi le mie chattate con gli amici all'estero o guardarsi le foto delle mie vacanze si accomodi, ma dubito che lo faccia. E se lo facesse e le usasse per inventarsi accuse a mio carico sarebbe come il poliziotto che spara ed uccide senza motivo (vedi Sandri): non basta per biasimare le migliaia di agenti armati che le usano nella maniera corretta. Semplice opinione mia personale, tra ecXXXXX di controllo ed ecXXXXX di incognite scelgo la prima. Anche perchè non è detto che, qualora sia presente davvero, non lo attivino solo in caso di sospetto (molto più verosimile che il controllo a random o totale, dovete ammetterlo paranoie e idealismi a parte).
      • pabloski scrive:
        Re: Fiducia
        - Scritto da: ndr
        I poliziotti hanno le pistole, esattamente come i
        rapinatori...ma non per questo non mi fido dello
        stato...
        si però i poliziotti non ammazzano la gente per strada senza motivo....qui invece si parla proprio di garantire la possibilità di spiare tutti e senza la necessità di fondati motivi
      • Alessio R. scrive:
        Re: Fiducia
        - Scritto da: ndr
        I poliziotti hanno le pistole, esattamente come i
        rapinatori...ma non per questo non mi fido dello
        stato...

        Se poi qualcuno le usa in maniera impropria non
        significa che non siano uno strumento
        utile/necessario ai
        più.Il problema è che la natura insidiosa del malware permette delle intrusioni senza che il cittadino lo sappia. E' questa la differenza tra un criminale e lo stato: il criminale mi svaligia la casa, lo stato sequestra delle proprietà dietro mandato, con motivazione e modalità dettate da leggi, fornendo spiegazioni e garanzie al cittadino.
    • Dovellas scrive:
      Re: Fiducia
      Un cittadino onesto senza nulla da nascondere usa Windows e si lascia spiare tranquillamente, conosci quel detto: male non fare paura non avere? Da come scrivi si capisce che sei un Linaro, che ha sicuramente qualcosa da nascondere, non capisco perchè tu debba rompere continua ad usare Linux così nessuno minerà alla tua privacy ed i tuoi segreti non verranno scoperti, però lascia vivere le persone oneste, che non hanno nulla da nascondere è per ciò usano Windows.
  • AdessoBasta scrive:
    A raga'ma chevve siete XXXXXti ste feste
    Mamma mia, posso pensare che ormai con notizie così non si sa più che ci sia da commentare. E' troppo e nonstante tutto continua a peggiorare. Ma per lo meno una volta su PI su dieci commenti se ne trovava uno interessante o perlomeno impegnato. Vabbé, speriamo che passata la sbornia delle feste si torni alla sobrietà. Buon Anno a tutti, compresa la Redazione di PI.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: A raga'ma chevve siete XXXXXti ste feste
      - Scritto da: AdessoBasta
      A raga'ma chevve siete XXXXXti ste festeLo zucchero a velo che stava insieme al pandoro. :pTu no? :D
  • Dovellas scrive:
    Speriamo anche in ITALIA.
    Mi auguro che questo trojan circoli anche in Italia, in caso contrario speriamo che venga accettato al più presto, noi utenti Windows non nascondiamo nulla, il nostro pc può essere spiato tranquillamente, solo chi usa Linux ha qualcosa da nascondere è non ha trojan e virus.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2009 00.32-----------------------------------------------------------
    • lllll scrive:
      Re: Speriamo anche in ITALIA.
      vinci uno dei premi: "il primo troll 2009" oppure "nerd sfigato"!scegli tu quale
    • emmeesse scrive:
      Re: Speriamo anche in ITALIA.
      Sublime.
    • Ste scrive:
      Re: Speriamo anche in ITALIA.
      lol troll
    • Tano scrive:
      Re: Speriamo anche in ITALIA.
      A te queste feste hanno fatto male, meglio che andavi a lavorare.Per ciò che mi riguarda, se davvero si arrivasse a tanto, mi ritengo autorizzato a non rispettare più nè la legge e nemmeno le cosiddette istituzioni; infatti per rispettare bisogna anche essere rispettati, ed essere spiati non è proprio come essere rispettati.La libertà viene prima di tutto, se poi voi, in nome di un mondo " civile ", vi fate fare di tutto, bè è un problema vostro, ma mai piegarsi.Saluti a tutti
      • infame scrive:
        Re: Speriamo anche in ITALIA.
        - Scritto da: Tano
        A te queste feste hanno fatto male, meglio che
        andavi a
        lavorare.come fa ad andare a lavorare?è un un bimbominkia di 14 anni!è protetto dalla legge!ROTFL
      • Bastard scrive:
        Re: Speriamo anche in ITALIA.
        - Scritto da: Tano
        Per ciò che mi riguarda, se davvero si arrivasse
        a tanto, mi ritengo autorizzato a non rispettare
        più nè la legge e nemmeno le cosiddette
        istituzioniInvece farai esattamente quello che ti sarà ordinato di fare, altrimenti:[img]http://www.signalone.com.au/SiteMedia/w3svc311/Uploads/Images/b301fb61-6460-4aeb-94b8-bd270ca3c1f5.jpg[/img]e:[img]http://www.interamer.net/ProductImages/ASP56101.jpg[/img]e se proprio non vuoi capire:[img]http://www.finnrappel.fi/Glock17.jpg[/img]Guarda che per lo Stato, uno sfigato un più o in meno non fa differenza, ce ne sono abbastanza che pagano le tasse e se dobbiamo farti a pezzi per mettere in riga gli altri lo facciamo senza problemi. Capisch?Ora torna in riga prima che ci venga in mente di inventarci una scusa per arrestarti.
    • HotEngine scrive:
      Re: Speriamo anche in ITALIA.
      - Scritto da: Dovellas
      Mi auguro che questo trojan circoli anche in
      Italia, in caso contrario speriamo che venga
      accettato al più presto, noi utenti Windows non
      nascondiamo nullaPuoi stare tranquillo. Windows già di suo lo permette.
      • aaaaa scrive:
        Re: Speriamo anche in ITALIA.


        Mi auguro che questo trojan circoli anche in

        Italia, in caso contrario speriamo che venga

        accettato al più presto, noi utenti Windows non

        nascondiamo nulla

        Puoi stare tranquillo. Windows già di suo lo
        permette.ma una domanda mi sono fattose il trojan e in lingua inglesee la versione di windows quella italianafunzionano insieme ????? ;)
    • lufo88 scrive:
      Re: Speriamo anche in ITALIA.
      Non se sia una trollata oppure uun post altamente ironico :) In ogni caso LOL
    • Di ME scrive:
      Re: Speriamo anche in ITALIA.
      Ma va C. trollazzo, chi ha windows nell'80% dei casi ha il PC pieno di programmi crakkati altro che niente da nascondere, poverini autocad costa tanto! anche office e photoshop oltre ad altre montagne di virus non di stato ma che appestano cmq la rete.
    • cojote scrive:
      Re: Speriamo anche in ITALIA.
      scusa, ma perchè, anche se uno non ha niente da nascondere, devono spiarti? e la privacy???? e se io tengo le cartelle cliniche dei miei pazienti malati, chi li tutela??? e se scrivo in un file quante volte cago al giorno? che diritto hanno gli altri di saperlo? sei malato, ragazzo mio... sei uno di quelli spioni fascisti pronti a fare il delatore mandando gli innoventi in galera.
  • Test scrive:
    Test
    Test
  • Be&O scrive:
    Penso pure da noi...
    Non si dice, ma pure in italia a mio avviso ci stannoi "Trojan di Stato" e se non ci stanno.....ci stannolo stesso.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Penso pure da noi...
      contenuto non disponibile
      • pabloski scrive:
        Re: Penso pure da noi...
        beh i magistrati che indagano sul Tiger Team di Telecom ne hanno trovati parecchi
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Penso pure da noi...
          contenuto non disponibile
          • pabloski scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            link????no dico ma dove sei stato negli ultimi 4-5 anni? sulla luna? ne hanno parlato a suo tempo praticamente tutti i telegiornali, giornali, politici, tuttologi, chef e prostitutecomunque se vuoi i link cerca su google "tiger team telecom"....sono oltre 70.000, c'è solo l'imbarazzo della scelta....
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            contenuto non disponibile
          • pabloski scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            ma infatti il Tiger Team aveva nel suo portfolio l'installazione di trojan sui PC di politici, giornalisti, affaristi, ecc....uscì tutto sui giornali all'epoca e si parlava di un giornalista in particolare che era stato spiato di continuo, PC compreso
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            contenuto non disponibile
          • giuliano tavaroli scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            Tutto vero, documentato e "periziato". Per approfondire vi suggerisco di dilettarvi in questa lettura: "Pronto, chi spia? Da Telecom all'archivio Z"di Gregoretti MarcoBel volumetto che tra l'altro contiene copia degli atti processuali. I XXXXXni venivano installati come falsi inviti per email dall'amministratore della "intranet" del Corriere della Sera e/o Vodafone ad installare un aggiornamento di Outlook. Non lo riporta qualche giornalista per "sentito dire" ma il consulente tecnico d'ufficio che ha periziato i laptop in questione.Ci sono caduti pressoche' tutti.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            contenuto non disponibile
          • giiiiiitiii scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            penso che il testo vada interpretato come "email false - spoof - di un falso amministratore di sistema che non ha nulla a che fare con al polizia - ovverosia senza un mandato del giudice e per scopi di spionaggio industriale e/o politico.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            contenuto non disponibile
          • rem scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: pabloski

            beh i magistrati che indagano sul Tiger Team di

            Telecom ne hanno trovati

            parecchi

            link?Guarda,direi che ne sappiamo parecchio e le forze dell'ordine ancora di piu',evidentemente tu hai dei seri problemi ad accedere alle normali informazioni che viaggiano tramite media consuetudinari e la rete,vai su google video,youtube,o digita sui motori di ricerca e ne trovi quanti ne vuoi di link,oppure fai una fatica che i tuoi due neuroni in croce ti consentono,vai in una biblioteca e chiedi acXXXXX all'archivio delle notizie inerenti la data in questione
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            contenuto non disponibile
          • pabloski scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            l'eseguibile? ma se i russi ne sfornano uno nuovo ogni 20 minuti, figurati i servizi italiani di quanti trojan possono disporrepoi chi ti dice che alcuni dei trojan più famosi non siano Made in Forte Braschi? di sicuro molti di questi trojan ( e lo dicono pure McAfee e soci ) sono Made in Lubiankadavvero credi che quattro ragazzini riescano a tenere in scacco la rete? per non parlare del fatto che questi ragazzini hanno la strana capacità di riuscire a sfruttare senza difficoltà funzioni dell'API non documentate da MSnon so che esperienza hai di reverse engineering, ma ti assicuro che non è banale capire che fa un'entry non documentata dell'API NT
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            contenuto non disponibile
          • giuliano tavaroli scrive:
            Re: Penso pure da noi...
            Se leggi "Pronto, chi spia? Da Telecom all'archivio Z"di Gregoretti Marcotroverai qualche dettaglio anche di natura alquanto tecnica che potra' soddisfare le tue curiosita'.Saluti
      • Wolf01 scrive:
        Re: Penso pure da noi...
        Lol mi sembra di sentire quello del documentario sulla religione che ho visto qualche domenica fa "Spetta alla scienza dimostrare la non esistenza di Dio e, siccome è impossibile dimostrare la non esistenza di Dio, Dio esiste"
    • Madgax scrive:
      Re: Penso pure da noi...
      ma questo s'è preso una bella indigestione durante le feste... ricapitolando, chi ha windows è un santo e non nasconde nulla, chi ha linux ha bisogno di nascondersi perchè delinquente, chi ha mac?Considerando che microsoft copre il 90% del mercato, il 90% degli utenti non ha nulla da nascondere... infatti il nostro mondo non è pieno di guerre, stupratori, vandali, assassini, pedofili... Quindi secondo sto troll... chi ha linux, quindi quel 2% è responsabile dei XXXXXX del mondo... mentre il restante 8% di utenti mac sta guardare... non c'ho parole...
      • pabloski scrive:
        Re: Penso pure da noi...
        non fraintendere....lui è il clone satirico di dovella....praticamente lui dice quello che direbbe dovella
  • lllll scrive:
    gne gne
    primo commento
Chiudi i commenti