La nuova ADSL all'italiana

Con la nuova delibera dell'Autorità tornano al centro le ADSL senza voce e il canone aggiuntivo. E si aprono spazi nuovi, mentre si disegna il vero lancio di ADSL 2 plus. Per i provider una mezza vittoria. Per gli utenti?

Roma – Arriva la delibera tanto attesa e comincia la battaglia per la nuova ADSL italiana. Le prossime settimane saranno decisive per definire come saranno le offerte dei prossimi anni, in termini di prezzi, velocità, modalità di acquisto .

Non sorprende quindi che l’Agcom (Autorità Garante delle comunicazioni) ci abbia messo due mesi per pubblicare la delibera, dopo che il testo era già stato approvato e il cuore delle novità era già di pubblico dominio . Il tema è infatti delicato, muove grandi interessi e ha già conosciuto la furia delle polemiche . Alla fine, rispetto alle anticipazioni , la delibera contiene novità che i provider considerano “una mezza vittoria”, come dice a Punto Informatico Stefano Quintarelli, presidente di AIIP, l’associazione dei principali provider italiani. È stato soprattutto AIIP a fare battaglia perché il testo provvisorio della delibera venisse modificato in modo da lasciare più spazio ai concorrenti nel mercato dell’ADSL che verrà. “Alla fine, vedendo la delibera, abbiamo ottenuto importanti risultati e siamo soddisfatti per l’attenzione che ha dato Agcom alle nostre richieste”, aggiunge Quintarelli.

Una delle novità che si apprendono ora riguarda le ADSL senza voce (“naked”), cioè quelle attivate a utenti che non hanno una linea voce Telecom.

Nella delibera si dice che il canone aggiuntivo, applicato agli operatori (il quale poi impatterà in qualche misura sulle offerte agli utenti), dovrà essere calcolato da Telecom a partire dal canone delle linee voce residenziali (14,57 euro al mese). Nel testo provvisorio invece si leggeva che il canone aggiuntivo doveva essere calcolato a partire dal canone della linea base tout court. Il punto è che le aziende pagano canone doppio rispetto alle famiglie. Di conseguenza Telecom Italia aveva chiesto un canone aggiuntivo doppio se la linea naked è affari e ha pure già mandato le fatture ai provider per le ADSL senza voce. In certi casi si arriva a 460 mila euro di fattura, come risulta a Punto Informatico. I provider però in coro hanno respinto le fatture al mittente , dicendo che l’Agcom non si era ancora espressa a riguardo.

Adesso l’ha fatto, con la delibera che almeno in parte sconvolgerà i piani di Telecom perché abolisce il canone differenziato per le linee affari. Altri punti restano però oscuri. La delibera non dice a quanto ammonterà il canone aggiuntivo , ma soltanto che dovrà essere calcolato a partire dal canone residenziale meno “i costi non pertinenti al servizio di accesso quali i costi di commercializzazione dell’offerta (es. marketing, pubblicità e rete di vendita), i costi di gestione del cliente (es. costi di fatturazione e assistenza clienti) ed i costi delle infrastrutture di rete non utilizzate”.

Il punto è che Agcom non ha ancora modo di sapere a quanto ammontino questi costi da scorporare. Lo saprà soltanto dopo avere approvato la contabilità che Telecom Italia, proprio in seguito a questa delibera, sarà tenuta a presentare. Fino ad allora, come calcolare quindi il canone aggiuntivo delle ADSL naked? Telecom Italia chiede 10,73 euro al mese , che al momento potrebbe essere un prezzo che rispetta la normativa. Nella nuova delibera c’è scritto infatti che, in questa fase di transizione prima dell’arrivo (forse fra tre mesi) della nuova offerta all’ingrosso Telecom chiamata Bitstream , i costi agli operatori dovranno essere scontati di almeno il 30 per cento rispetto a quelli rivolti da Telecom agli utenti. Il 30 per cento di sconto sui 14,57 euro al mese del canone base portano infatti a un prezzo vicino ai 10,73 euro chiesti da Telecom. La delibera lascia però in sospeso un’altra questione. Telecom ha fatturato ai provider i canoni aggiuntivi calcolandoli a partire da luglio. Ma è legittimo? A Punto Informatico risulta che Agcom potrebbe opporsi e chiedere a Telecom di calcolare i canoni aggiuntivi solo a partire da gennaio 2006. È un campo di battaglia che si apre, dopo questa delibera, e non è il solo. C’è una brutta notizia per i provider: nella delibera è stato inserito un limite (prima non comunicato al pubblico) alla possibilità che i provider avranno, con la nuova offerta Bitstream, di accedere in modo diretto agli apparati in centrale Dslam di Telecom Italia (con i quali si fornisce l’ADSL agli utenti). Accedendo al Dslam, gli operatori potranno per la prima volta dare sfogo alla propria fantasia nel creare le offerte, senza più dipendere dai listini Telecom. È premessa perché gli utenti abbiano una maggiore varietà di offerte, con bande garantite e di upload più generose rispetto a quelle avute finora. Fino ad oggi tutto questo è stato possibile solo nelle zone raggiunte da unbundling di qualche operatore.

Ebbene, nella delibera c’è scritto che Telecom Italia fornirà l’accesso al Dslam “limitatamente ai siti in cui non sono attualmente disponibili i servizi di accesso disaggregato (unbundling, Ndr.)” . Cioè se in quella centrale Telecom c’è l’unbundling di uno o più operatori, i provider non hanno diritto ad accedere al Dslam .

È una clausola pensata per difendere l’unbundling e gli investimenti fatti dagli operatori alternativi in infrastrutture. Stando così le norme, nelle centrali già raggiunte da unbundling sarà solo con l’unbundling (completo o shared acess) che gli operatori potranno modulare i propri tagli ADSL in autonomia da Telecom.

Ci sono poi però due novità che sono una buona notizia per i provider, rispetto a quanto era scritto nel testo provvisorio della delibera. La prima (articolo otto, comma quarto e seguenti) è che Telecom dovrà permettere ai provider di dimensionare a loro piacimento le linee ADSL , cioè di stabilire quanti utenti devono essere posti a condividere la stessa quota di banda.

Non è una banalità: è proprio a causa delle regole imposte a monte da Telecom sul dimensionamento della banda che le ADSL a 4 Megabit si sono rivelate in molti casi un bidone , come denunciato da migliaia di utenti . Con l’arrivo della nuova offerta all’ingrosso, le cose cambieranno, perché le norme vietano (a quanto pare) a Telecom di stabilire a priori quanta banda i provider devono assegnare a ciascun utente.

L’altra novità è altrettanto importante: la delibera afferma che Telecom dovrà fornire accesso alla propria rete “indipendentemente dalla tecnologia impiegata (ATM o IP)” (articolo 3, comma 2). Si sa che Telecom sta cambiando la propria rete , abbracciando l’ADSL 2 Plus e sostituendo l’ATM con il full IP. Forte di questo, lancerà il 9 marzo un’ADSL a 20 Mbps; e nel 2007 una a 50 Mbps. La delibera, scrivendo “indipendentemente dalla tecnologia impiegata”, permetterà ai provider di giovarsi delle nuove reti IP di Telecom Italia. E quindi di lanciare offerte ADSL 2 Plus .

Non solo: “Adesso chiederemo l’accesso all’ingrosso all’IP Tv di Telecom”, dice Quintarelli. La Tv su IP è infatti sviluppata a braccetto con la nuova tecnologia full IP impiantata nella rete Telecom. Sarà su questi fronti, la Tv, l’ADSL 2 Plus e quella naked, che provider e Telecom si scontreranno nei prossimi mesi, all’ombra della delibera appena pubblicata.

Alessandro Longo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • JPaOMSfG scrive:
    Re: Torna alla notizia
    jddpdho
  • sod scrive:
    per evitare lo smart filter
    Cercando su internet ho trovato questo che sembra funzionare a meraviglia, li scrivo tutti e due perchè non ho ben capito la differenzahttp://www.httptunneling.org http://www.httptunnelling.comSicuramente più veloce che inserire ogni volta l'ip nel broswer...
  • mister scrive:
    pagliacci governanti
    Non è che aboliscono il gioco, hanno riempito di slot dappertutto, gli italiani spendono metà dello stipendio in lotterie varie ...i furbastri bannano i siti esteri.... questo è un provvedimento da ex Unione Sovietica.
  • Anonimo scrive:
    Ecco come è stato realizzato il blocco
    Il blocco è stato realizzato a livello di dns inserendo nei dns dei provider italiani una zona che faccia puntare i siti incriminati ad un indirizzo ip preciso. Quindi, per bypassare il problema è sufficiente (in teoria) utilizzare server dns esteri. :D
  • Anonimo scrive:
    Basta usare un proxy pubblico
    Ovvero, il legislatore è decisamente un ignorante in materia d'informatica. Per aggirare restrizioni di questo tipo basta usare un proxy. Ad esempio, si possono trovare proxy pubblici in siti come questo:http://tools.rosinstrument.com/proxy/Poi basta impostare il proxy nel browser per ai siti bloccati, anche se ad una velocità più bassa. Magari bisogna anche fare qualche tentativo per trovarne uno che risponde e non troppo lentamente.In conclusione, ma questi ci sono o ci fanno?
  • Anonimo scrive:
    Facile !!!
    Basta utilizzare dei dns esteri...3 secondi e si naviga su TUTTI i siti bannatiPensavo meglio (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    I siti sono comunque raggiungibili
    I filtri sono facilmente aggirabili come è scritto qui: http://sviluppatori.splinder.com/post/7262530
  • Anonimo scrive:
    Re: E i soldi?
    e che cazzo ci aspetti a prelevarki. Fallo subito entro mezzanotte
  • Anonimo scrive:
    9 --
    oggi hanno detto che stanotte a mezzanotte bloccano tutti i casinò e i bookmaker. Stato di merda e testa di cazzo chi a fatto questa legge. Ma che cazzo stanno facendo le associazioni dei consumatori. Se la stanno minando? E incostituzionale questa legge del cazzo. Dite la vostra.
  • Anonimo scrive:
    Derisi da tutto il mondo!
    Italia: la barzelletta mondiale.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' uguale, tanto è vietato fare pubb
    - Scritto da: Anonimo
    La GDF sta chiudendo tutti i siti italiani che[...]
    La verità è che si stanno già attrezzando ....
    toglieranno i filtri IP da una parte, ma
    ammazzeranno i siti web dall'altra facendo
    sequestri a mazzetta.Volevi scrivere "a manetta", ma dato che riguardava la GdF ti è scappato il lapsus freudiano, eh? :D :D :D :p :p :p @^ @^ @^ (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    ECCO L'ELENCO
    Per chi è interessato vi mando il link ad un file contenente le regole di snort per bloccare i siti di cui si parla nell'articolo:http://www.snortattack.net/files/info/download/rules/italian-law/snortattack-italian-law.rulesaloha
  • Anonimo scrive:
    Re: COSA DOBBIAMO FARE PER EVITARE IL PE

    non capisco a cosa ti rifersici: l'elenco dei
    siti bloccati è stato reso noto, il loro blocco
    non è stato immediato, ed è comunque sempre
    possibile visionare il loro contenuto utilizzando
    un qualsiasi proxy extra-italianoIgnori il decreto legislativo che obbliga i provider a censurare anche i siti Pedofili e la lista dei siti Pedofili bloccata non sarà RESA PUBBLICA:Trovi ulteriori riferimenti all'articolo di oggi di PI riguardo alle dichiarazioni di ALCEI:http://punto-informatico.it/p.asp?i=57913&r=PI
    ehilà, checchè tu ne dica, siamo ben lontani da
    questo;
    se fai riferimento a qualcosa di preciso dimmi di
    che si tratta, mentre se il tuo è un discorso "in
    generale" sei decisamente fuoristrada (tant'è che
    siamo qui che ne discutiamo e le informazioni sul
    caso specifico sono accessibili a chiunque)Accessibili a chiunque? A chiunque abbia una connettività internet, a chiunque usi questa connettività internet per fare delle ricerche, quanti sono in italia a clikkare su google: Segreti di stato, Stragi di stato ?Tu per esempio dai dimostrazione di non averlo mai fatto. Informati trovi ancora materiale residente su siti esteri "NON ANCORA" bloccato.Ecco perchè molti cittadini non si fidano dello stato. Perchè lo stato troppo spesso ha degenerato in tirannie e oppressioni verso i propri cittadini. Trovi ancora riferimento nei numerosi episodi "Segretati" dallo stato.
    a parte 'ste menate di luoghi comuni, tralasci
    forse il dettaglio che non esisti solo tu e loro
    (i controllori) ma in uno stato di diritto quale
    siamo (più o meno acciaccato) le figure in gioco
    sono tante e non è facile per eventuali
    "controllori" farla completamente in barba
    all'opinione pubblicaCerto l'opinione pubblica è guardare il grande fratello mentre piano piano l'italia implementa un censura "dittatoriale" su internet, è praticamente IMPOSSIBILE per la popolazione organizzarsi e mobilitarsi senza andare CONTRO LA LEGGE, tramite Volantinaggio, Dichiarazioni Pubbliche in piazza, manifestazioni, Giornalismo, Radio Indipendenti, Tv Di quartiere, Wifi, e ora stanno regolamentando internet...Hanno spezzettato la comunicazione, rendendo cosi' impossibile INFORMARE IN MODO COMPATTO tutta la popolazione.Se qualche barlume di democrazia ha funzionato lo dobbiamo grazie ad internet, che ha permesso le informazioni di circolare fuori dal controllo autoritario.Ciao saluti e ricorda le parole chiavi per la ricerca, PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI.
  • Rododendro scrive:
    strano paese...
    Strano paese quello nel quale, per ottenere il ripristino di una liberta' violata per mere questioni economiche, occorre sperare che insorgano altre mere questioni economiche, in opposizione alle prime.Povera Italia.
  • AnyFile scrive:
    Ipocrisia Italiana
    esattamente come per il lotto un centinaio di anni fa.E' talemnte pericolso da essere proibito, ma diventa automaticamente lecito ed addirittura da pubblicizzare e da invogliare la gente a giocarci non appena parte degli introiti vanno allo stato.
  • Anonimo scrive:
    Re: CentroSinistra (?) e scommesse
    http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=6817&forum=4http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=6806&forum=4
  • Anonimo scrive:
    Re: E' uguale, tanto è vietato fare pubb
    Un esempio di questi siti che "stanno chiudendo"?
    • Anonimo scrive:
      Re: E' uguale, tanto è vietato fare pubb
      - Scritto da: Anonimo
      Un esempio di questi siti che "stanno chiudendo"?Li vedrai presto ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: E' uguale, tanto è vietato fare pubb
        Avevo chiesto esempi dei siti italiani che starebbe chiudendo la GdF, non la lista dei siti che verranno oscurati :p
  • Anonimo scrive:
    www.nierle.de, www.play.com e affini
    A quando il filtraggio dei loro ip su richiesta della SIAE?Le SCOMMESSE sono aperte (a meno che i Monopoli di Stato non obblighino il t-1000 a x-are questo post) :D .
    • macman scrive:
      Re: www.nierle.de, www.play.com e affini
      Bello Nierle. Ma ne hai altri simili di questi link. Tipo per hd e componenti per pc e altro?
  • Anonimo scrive:
    ma quale blocco degli IP ...
    Non è possibile gestire un blocco degli IP.In Cina per far questo sono diventati prima comunisti. :-)- in finanziaria si parla di siti, non di IP- un sito può avere più di un IP (quindi la lista sarebbe ancora piu' lunga)- un IP può servire più servizi (anche quelli buoni)- un IP è di "proprietà" dell'ISP non della società di giochi (diversamente dal nome del dominio)- gestire una lista lunga e dinamica di IP da oscurare sui router non è poi cosi' banale, banale, banale ...- eccetera, eccetera, eccetera ...CiaoTarcisio, isio, isio ...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma quale blocco degli IP ...
      Intanto l'hanno fatto, il sito di pplive e' rimasto bloccato a livello routing per qualche giorno fino all'annullamento del sequestro di Coolstreaming e Calciolibero.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma quale blocco degli IP ...
        usa un proxy server in un altro paese e puoi navigare senza filtri (cerca su un motore di ricerca e poi inserisci i parametri sul tuo browser all'occorrenza)ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: ma quale blocco degli IP ...
        però son tornati indietro sulla decisione perchè non era la strada giusta.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma quale blocco degli IP ...

      - in finanziaria si parla di siti, non di IP
      - un sito può avere più di un IP (quindi la lista
      sarebbe ancora piu' lunga)
      - un IP può servire più servizi (anche quelli
      buoni)Se utilizzi server sicuri un ip diventa esclusivo per quel cliente
      - un IP è di "proprietà" dell'ISP non della
      società di giochi (diversamente dal nome del
      dominio)Che te lo rivende, ma tu pensi che sti siti li mettano su Aruba ?
      - gestire una lista lunga e dinamica di IP da
      oscurare sui router non è poi cosi' banale,
      banale, banale ...Ok, ok, lasciamo perdere...Gli "esperti" di Internet escono fuori dappertutto ma quando li contatto non per ciarlare ma per farli fare un lavoro vero allora coda fra la gambe e via a casuccia.Bha!!!
  • Anonimo scrive:
    a parte qui, del diritto d'autore chi si
    chi se ne sta interessando personalmente, nella vita di tutti i giorni, come lotta quotidiana?informarsi, leggere, vedere dove sono le basi, la storia e come fare a cambiare tutto?
    • Anonimo scrive:
      Re: a parte qui, del diritto d'autore ch
      Da parecchi anni seguo queste vicende ormai, dedicandoci un paio d'ore al giorno (ok, guardo pocchissima tv) ;nonostante ambia imparato un sacco di cose quella del wto a cui si appellano proprio non la sapevo.
  • Anonimo scrive:
    E' un ricatto dello stato italiano
    Oggi i siti di scommesse, domani, chissà, i siti di informazione, intrattenimento e magari i motori di ricerca: "Pagate se volete far si che i contenuti da voi pubblicati possano essere accessibili anche dall'italia".No comment.
  • opazz scrive:
    E chi se ne frega di 20 Mega...
    Sbagliato forum, scusate!==================================Modificato dall'autore il 21/02/2006 9.42.15
  • Anonimo scrive:
    Re: Sentenza WTO
    gli usa non possono ma qua da noi siamo in europae magari le leggi sono differenti
    • Anonimo scrive:
      Re: Sentenza WTO
      Il WTO è la World Trade Organization, l'organizzazione mondiale per il commercio. Una delle organizzazioni internazionali più potenti al mondo. Regola e controlla i commerci internazionali secondo i dettami del libero mercato. Lotta contro i protezionismi e gli interventi statali che limitino la concorrenza.Fino ad ora ha agito piuttosto a senso unico (forzare i paesi in via di sviluppo a togliere dazi doganali chiudendo un occhio sulle nuove misure protezioniste degli USA) ma in alcuni casi ha colpito anche gli USA (ad esempio proprio nella sentenza citata).In effetti l'appellarsi al WTO in questo caso sarebbe una strada che ritengo percorribile.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Sentenza WTO
        - Scritto da: Anonimo
        Il WTO è la World Trade Organization,
        l'organizzazione mondiale per il commercio. Una
        delle organizzazioni internazionali più potenti
        al mondo. Regola e controlla i commerci
        internazionali secondo i dettami del libero
        mercato. Lotta contro i protezionismi e gli
        interventi statali che limitino la concorrenza.Una organizzazione che detta legge su come debbano comportarsi gli stati e i popoli dovrebbe avere un minimo di legittimazione democratica....Se lottasse davvero per il bene dei popoli allora avrebbe da tempo imposto alla Cina di NON operare commercialmente in regime di dumping, allo stato Cinese di NON sovvenzionare pesantemente le industrie nazionali... queste 2 cosette solo per fare unesmpio. Non credo che, almeno dal punto di vista delle genti, dei popoli e delle nazioni, il WTO abbia particolari pregi.
        Fino ad ora ha agito piuttosto a senso unico
        (forzare i paesi in via di sviluppo a togliere
        dazi doganali chiudendo un occhio sulle nuove
        misure protezioniste degli USA) ma in alcuni casi
        ha colpito anche gli USA (ad esempio proprio
        nella sentenza citata).
        In effetti l'appellarsi al WTO in questo caso
        sarebbe una strada che ritengo percorribile.Io lascerei perdere il WTO, appellarsi a questa organizzazione che non si sa bene di chi faccia gli interessi (sappiamo pero di chi NON li fa) la legittimerebbe in modo assolutamente indebito.Ci sono altri modi, usiamo quelli e rafforziamoli il piu possibile==================================Modificato dall'autore il 21/02/2006 22.06.45
  • Anonimo scrive:
    Politici buffoni
    Incapaci di capire la tecnologia, gretti, meschini, e sopratutto DELINQUENTI .Altro che stipendio: a pulire I CESSI come primo atto .....
    • Anonimo scrive:
      Re: Politici buffoni
      - Scritto da: Anonimo
      Incapaci di capire la tecnologia, gretti,
      meschini, e sopratutto DELINQUENTI .Forse non sanno cosa sia un router, ma certo che le implicazioni politiche di un sistema di comunicazione globale, le capiscono eccome.Ecco perche' spingono, legge dopo legge, per un maggiore controllo.Tutti vogliono il controllo di internet per un motivo o per l'altro, militari, compagnie private, associazioni, stati, media, utenti, tutti alzano la voce, ma a giocare un grosso ruolo in questa battaglia adesso sono arrivati i politici, soprattutto quelli di paesi paranoici/liberticidi/fobici come come Cina, ma anche Australia, Italia, Vietnam e diversi paesi arabi. I politici hanno una cosa che nessuno ha, il loro potere legislativo.E quindi il giocattolo internet alla lunga sara' amministrato come vogliono loro, non come vuoi tu. E saranno pagati con le tue tasse per questo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Politici buffoni
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        Incapaci di capire la tecnologia, gretti,

        meschini, e sopratutto DELINQUENTI ..
        E quindi il giocattolo internet alla lunga sara'
        amministrato come vogliono loro, non come vuoi
        tu. E saranno pagati con le tue tasse per questo.Questo è ancora da vedersi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Politici buffoni
          Il tutto è una questione di 'quantità' non di qualità.Mi spiego meglio, per quante leggi liberticide e censorie possano fare ci sarà sempre uno sparuto gruppo di persone (Avanguardie? Illuminati?) che riusciranno con mezzi tecnologici a scavalcarle. Il problema è che ogni legge liberticida e censoria riduce di molto il numero di persone capaci di farlo.Sul blocco degli IP, ad esempio, quanti sanno configurare un proxy? Quanti si prenderanno la briga di imparare a farlo? E soprattutto: quanti si porranno anche soltanto il problema?In un paese di appassionati del GF, dei programmi spazzatura della De Filippi e 'consorte', direi che non abbiamo molte chances...La frase scritta non ricordo più da chi "Papa', tu dov'eri quando hanno tolto la libertà da Internet" si sta facendo tristemente profetica.Se vincerà (come spero) la coalizione del centro sinistra alle prossime elezioni dovremo un po' tutti cominciare a farci sentire, a tutti i livelli! Andare a parlare con i segretari di sezione, con i parlamentari, dialogare e spiegare loro le nostre ragioni. Con l'aiuto di Cortiana e qualche altro parlamentare particolarmente illuminato potremmo anche riuscire a fare qualcosa di buono. Sempre che i soldi di Sky, Mediaset, Sony, Emi, etc.. non arrivino prima di noi.Se dovesse rivincere il centro destra... beh... potremmo sempre emigrare no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Politici buffoni
            - Scritto da: Anonimo
            Il tutto è una questione di 'quantità' non di
            qualità.

            Mi spiego meglio, per quante leggi liberticide e
            censorie possano fare ci sarà sempre uno sparuto
            gruppo di persone (Avanguardie? Illuminati?) che
            riusciranno con mezzi tecnologici a scavalcarle.
            Il problema è che ogni legge liberticida e
            censoria riduce di molto il numero di persone
            capaci di farlo.

            Sul blocco degli IP, ad esempio, quanti sanno
            configurare un proxy?Anche se tutti sapessero configurare un proxy, la legge vieterebbe il gioco d'azzardo via internet, tagliando la testa al toro e il reindirizzamento via proxy a certi siti.Sei lo fai, sei perseguibile. Che ti pare come prosepettiva?Quindi non e' questione solo di italiani fanatici di GF ma anche di politici che hanno tutti gli strumenti legali per amministrare come gli pare e sanno usarli. E li sanno usare da ben prima del ventennio.Ancora le norme non si sono affinate abbastanza come per altri strumenti di comunicazione, per cui un proxy e' ignorato dalle leggi, ma a poco a poco, sia per gli italiani colti che per quelli ottenebrati, internet sara' regolamentata pesantemente dallo stato.Se non ci credi, guarda la storia di tutte le invenzioni e gli esempi dei paesi che censurano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Politici buffoni
            - Scritto da: Anonimo
            La frase scritta non ricordo più da chi "Papa',
            tu dov'eri quando hanno tolto la libertà da
            Internet" si sta facendo tristemente profetica.E' una domanda che non verrà mai posta: la generazione che verrà non avrà conosciuto altro. Noi non chiediamo ai nostri genitori dov'erano quando hanno tolto la libertà di tenere un cavallo in casa.In ogni caso la risposta é pronta: "Lavoravo per garantirti un futuro. Cos'altro potevo fare?"Cosa fai quando lo Stato é contro di te? Quando ogni partito ha la stessa identica visione? Quando sopra il tuo stesso governo ci sono organismi sovrannazionali che il tuo voto non può nemmeno toccare?Niente. Ringrazi il cielo che non si vive in eterno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Politici buffoni
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            La frase scritta non ricordo più da chi "Papa',

            tu dov'eri quando hanno tolto la libertà da

            Internet" si sta facendo tristemente profetica.

            E' una domanda che non verrà mai posta: la
            generazione che verrà non avrà conosciuto altro.
            Noi non chiediamo ai nostri genitori dov'erano
            quando hanno tolto la libertà di tenere un
            cavallo in casa.

            In ogni caso la risposta é pronta: "Lavoravo per
            garantirti un futuro. Cos'altro potevo fare?"

            Cosa fai quando lo Stato é contro di te? Quando
            ogni partito ha la stessa identica visione?
            Quando sopra il tuo stesso governo ci sono
            organismi sovrannazionali che il tuo voto non può
            nemmeno toccare?

            Niente. Ringrazi il cielo che non si vive in
            eterno.Adesso ti copio il messaggio e lo stampo.Poi una cornice bella la trovo di certo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Politici buffoni
            - Scritto da: Anonimo
            La frase scritta non ricordo più da chi "Papa',
            tu dov'eri quando hanno tolto la libertà da
            Internet" si sta facendo tristemente profetica."I worry about my child and the Internet all the time, even though she's too young to have logged on yet. Here's what I worry about. I worry that 10 or 15 years from now, she will come to me and say 'Daddy, where were you when they took freedom of the press away from the Internet?'"("Sono costantemente preoccupato da mia figlia e Internet, anche se è ancora troppo giovane per connettersi. Questo è ciò di cui mi preoccupo. Mi preoccupo che tra 10 o 15 anni, lei venga da me e dica 'Papà, dov'eri quando portato via la libertà di stampa da Internet?'")-- Mike Godwin, Electronic Frontier Foundation
            Se vincerà (come spero) la coalizione del centro
            sinistra alle prossime elezioni dovremo un po'
            tutti cominciare a farci sentire, a tutti i
            livelli!Certo, come se Prodi e Fassino non fossero i primi ad essere invischiati negli interessi corporativi (leggi "I Globalizzatori": http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=7 ) ma bisogna davvero essere ingenui e avere gli occhi foderati di prosciutto per credere davvero che da un lato ci siano i cattivi e dall'altro i buoni...
          • Anonimo scrive:
            Re: Politici buffoni
            - Scritto da: Anonimo
            Il tutto è una questione di 'quantità' non di
            qualità.

            Mi spiego meglio, per quante leggi liberticide e
            censorie possano fare ci sarà sempre uno sparuto
            gruppo di persone (Avanguardie? Illuminati?) che
            riusciranno con mezzi tecnologici a scavalcarle.
            Il problema è che ogni legge liberticida e
            censoria riduce di molto il numero di persone
            capaci di farlo.

            Sul blocco degli IP, ad esempio, quanti sanno
            configurare un proxy? Quanti si prenderanno la
            briga di imparare a farlo? E soprattutto: quanti
            si porranno anche soltanto il problema?

            In un paese di appassionati del GF, dei programmi
            spazzatura della De Filippi e 'consorte', direi
            che non abbiamo molte chances...

            La frase scritta non ricordo più da chi "Papa',
            tu dov'eri quando hanno tolto la libertà da
            Internet" si sta facendo tristemente profetica.

            Se vincerà (come spero) la coalizione del centro
            sinistra alle prossime elezioni dovremo un po'
            tutti cominciare a farci sentire, a tutti i
            livelli! Andare a parlare con i segretari di
            sezione, con i parlamentari, dialogare e spiegare
            loro le nostre ragioni. Con l'aiuto di Cortiana e
            qualche altro parlamentare particolarmente
            illuminato potremmo anche riuscire a fare
            qualcosa di buono. Sempre che i soldi di Sky,
            Mediaset, Sony, Emi, etc.. non arrivino prima di
            noi.

            Se dovesse rivincere il centro destra... beh...
            potremmo sempre emigrare no?Ma per favore ! Perchè infatti è la destra che ha un regime in Cina. Putin è la destra, Cuba è la destra.
        • Anonimo scrive:
          Re: Politici buffoni
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo





          - Scritto da: Anonimo


          Incapaci di capire la tecnologia, gretti,


          meschini, e sopratutto DELINQUENTI .

          .

          E quindi il giocattolo internet alla lunga sara'

          amministrato come vogliono loro, non come vuoi

          tu. E saranno pagati con le tue tasse per
          questo.

          Questo è ancora da vedersi.Ancora, si.Ma guarda la stampa italiana.Ti pare poco regolamentata? E le frequenze radio? I CB? Le televisioni? Sai che in Italia non e' legare assembrarsi e usare un altoparlante?Saiprai che distribuire informazione in Italia e' severamente reglamentato.Credi davvero che non si arrivi ad un rapido controllo anche di Internet? Credi di fermare i politici con un voto ogni 5 anni o uno scioperetto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Politici buffoni
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            - Scritto da: Anonimo



            Incapaci di capire la tecnologia, gretti,



            meschini, e sopratutto DELINQUENTI .



            .


            E quindi il giocattolo internet alla lunga
            sara'


            amministrato come vogliono loro, non come vuoi


            tu. E saranno pagati con le tue tasse per

            questo.



            Questo è ancora da vedersi.

            Ancora, si.
            Ma guarda la stampa italiana.
            Ti pare poco regolamentata? E le frequenze radio?
            I CB? Le televisioni? Sai che in Italia non e'
            legare assembrarsi e usare un altoparlante?
            Saiprai che distribuire informazione in Italia e'
            severamente reglamentato.
            Credi davvero che non si arrivi ad un rapido
            controllo anche di Internet?
            Credi di fermare i politici con un voto ogni 5
            anni o uno scioperetto?I politici?? E chi li cag...?Io intendevo dire un altra cosa, è cioè che possono mattere tuttue le censure e la barriere che vogliono, ma il modo di aggirarle ci sarà sempre.
  • Anonimo scrive:
    Vietato varare norme a favore di imprese
    Questa situazione, a mio avviso, è anche riconducibile nel settore degli aiuti alle imprese; nella fattispecie aiuti ai bookmaker italiani (prettamente di stato o cmq strettamente relazionati) che vengono palesemente aiutati da questa norma, non dovendo più fronteggiare la concorrenza dei bookmaker esteri che possono offrire anche quote migliori (non essendo strettamente legati alle imposizioni dell' AAMS su ciò che concerne le quote).Tutto ciò, se non erro, è illegale a livello europeo perchè riconducibile a norme, provvedimenti, finanziamenti o quant'altro atti ad agevolare aziende nazionali pubbliche o private.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Vietato varare norme a favore di imp
      Il conflitto d'interessi di Berlusconi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Vietato varare norme a favore di imp
        Bla bla bla bla bla Berlusconi.Bla bla bla bla bla bla Tony Blair.Bla bla bla bla bla bla George Bush.Lo scopo del mio post era tutt'altro che ricevere commenti di questo genere, indi, chi riesce a parlare solo in questo modo, è pregato di astenersi.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Art. 28 CE: libera circolazione merci e
    Spesso gli Italiani, burocrazia ( ma non più tanto ), ed enti vari, pensando di essere il centro del mondo decidono questo e quello.Spesso si dimenticano di un articolo ben presente da anni, il 28 CE sulla libera circolazione merci e servizi!Ricordate quando non si potevano oscurare i vetri? due, tre anni fa retromarcia del ministero Motorizzazione che in funzione dell'armonizzazione europea ed in virtù dell'art. 28 Ce deliberò e precisò che da quel momento si poteva, e così via in altri settori.Peccato che spesso ministri ed enti che poco hanno a che fare con l'estero o con servizi di monopolio ne sabbiano qualcosa: per fortuna che da fuori Italia sanno benissimo come debbano andare le cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc
      - Scritto da: Anonimo
      Ricordate quando non si potevano oscurare i
      vetri? due, tre anni fa retromarcia del ministero
      Motorizzazione che in funzione
      dell'armonizzazione europea ed in virtù dell'art.
      28 Ce deliberò e precisò che da quel momento si
      poteva, e così via in altri settori.Se ti riferisci ai parabrezza delle auto guarda che non si può neanche ora e giustamente per problemi di ordine pubblico: autista non riconoscibile dalle forze dell'ordine, potresti stare caricando un arma in prossimità di un punto sensibile o passaggio di un'autorità, etc...Come la tendenza degli ultimi anni ad usare display collegati all'autoradio o altro visibili dall'autista, che guarda quel monitor e non vede il ragazzino che gli attraversa la stradaIllegali e oltremodo idioti
      • Anonimo scrive:
        Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc

        Come la tendenza degli ultimi anni ad usare
        display collegati all'autoradio o altro visibili
        dall'autista, che guarda quel monitor e non vede
        il ragazzino che gli attraversa la strada
        Illegali e oltremodo idiotiPerchè se fosse un vecchio o un signore di mezza età sarebbe meno grave?
      • Anonimo scrive:
        Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc
        E BASTA CON SICUREZZA ANTITERRORISMO E BAMBINI CA%%O!!!!!secondo me tu non dovresti uscire di casa perchè potresti aggredire qualcuno.. e nemmeno andare in macchina perkè magari appena non ti vede nessuno metti uno sotto...e magari non dovresti nemmeno andare al ristorante perchè potresti mettere del veleno nei bicchieri...sai cosa puoi fare peròl?vai al cesso e resti li così non dai noia a nessuno e..tiri fuori le tue idee!i ministri non li hanno?ah.. ma ok loro non sono criminali , i cittadini molto porobabilmente sì
        Se ti riferisci ai parabrezza delle auto guarda
        che non si può neanche ora e giustamente per
        problemi di ordine pubblico: autista non
        riconoscibile dalle forze dell'ordine, potresti
        stare caricando un arma in prossimità di un punto
        sensibile o passaggio di un'autorità, etc...che c'entra lo sai solo tu..la libertà di farlo ci dovrebbe essere, con relativa RESPONSABILITA'
        Come la tendenza degli ultimi anni ad usare
        display collegati all'autoradio o altro visibili
        dall'autista, che guarda quel monitor e non vede
        il ragazzino che gli attraversa la strada
        Illegali e oltremodo idioti
      • Anonimo scrive:
        Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Ricordate quando non si potevano oscurare i

        vetri? due, tre anni fa retromarcia del
        ministero

        Motorizzazione che in funzione

        dell'armonizzazione europea ed in virtù
        dell'art.

        28 Ce deliberò e precisò che da quel momento si

        poteva, e così via in altri settori.

        Se ti riferisci ai parabrezza delle auto guarda
        che non si può neanche ora e giustamente per
        problemi di ordine pubblicoSORPRESONA PER TE!!!!I vetri scuri sono in uso in moltissimi paesi e non vi e' nessun problema di ordine pubblico, i bambini e le autorita' di passaggio continuano a sopravvivere, e' mistero come sia possibile, vero?Dai non berti a broccate tutte le paranoie dello stato.Vabbe' che siamo sudditi di una nazione che non si fida dei suoi cittadini, ma farsi anche carico delle argomentazioni liberticide, mi pare proprio autolesionista.
        • Anonimo scrive:
          Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Ricordate quando non si potevano oscurare i


          vetri? due, tre anni fa retromarcia del

          ministero


          Motorizzazione che in funzione


          dell'armonizzazione europea ed in virtù

          dell'art.


          28 Ce deliberò e precisò che da quel momento
          si


          poteva, e così via in altri settori.



          Se ti riferisci ai parabrezza delle auto guarda

          che non si può neanche ora e giustamente per

          problemi di ordine pubblico

          SORPRESONA PER TE!!!!

          I vetri scuri sono in uso in moltissimi paesi e
          non vi e' nessun problema di ordine pubblico, i
          bambini e le autorita' di passaggio continuano a
          sopravvivere, e' mistero come sia possibile,
          vero?

          Dai non berti a broccate tutte le paranoie dello
          stato.
          Vabbe' che siamo sudditi di una nazione che non
          si fida dei suoi cittadini, ma farsi anche carico
          delle argomentazioni liberticide, mi pare proprio
          autolesionista.

          Quoto, negli altri paesi non hanno di queste paranoie. In Italia ormai sono più le cose che non si possono fare rispetto a quelle permesse.
      • ryoga scrive:
        Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo
        Se ti riferisci ai parabrezza delle auto guarda
        che non si può neanche ora e giustamente per
        problemi di ordine pubblico: autista non
        riconoscibile dalle forze dell'ordine, potresti
        stare caricando un arma in prossimità di un punto
        sensibile o passaggio di un'autorità, etc...Invece di eliminare la vendita di armi, lo Stato che fa? Ti vieta di andare in giro con vetri scuri.... MA LOL!E tu dici pure "giustamente" MA LOLNon so chi tra i due ( tu o lo Stato ), avete una visione distorta del mondo.Attento... non camminare...potresti rischiare di far estinguere le formiche....impara a volare ( basso )
        Come la tendenza degli ultimi anni ad usare
        display collegati all'autoradio o altro visibili
        dall'autista, che guarda quel monitor e non vede
        il ragazzino che gli attraversa la strada
        Illegali e oltremodo idiotiillegali? uhm...dove? quando?idioti? uhm.. dove? quando?Se tu pensi che quegli aggeggi siano idioti ( al massimo l'idiota è colui che lo usa irresponsabilmente e non un oggetto ), allora io posso pensare che pure l'autoradio è un oggetto del diavolo che non ti fa sentire il rumore esterno e quindi ti permette di avere una minore abilità nel percepire i pericoli?Suvvia torniamo alle macchine a pedali....altrimenti l'alta velocità ci ammazza tutti! :'( :'( :'( :'( (ma da dove sei uscito? )
        • Anonimo scrive:
          Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc
          - Scritto da: ryoga
          (ma da dove sei uscito? )Mica e' uscito.
          • Anonimo scrive:
            Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc
            behh, di testa è uscito di sicuro!!!!!P.S.: lucine colorate illegali?? e tutti quei bei navigatori satellitari con cartine a colori che vengono installati sulle macchine attuali? com'è che sono regolarmente omologati e commercializzati se è illegale? Sì, sì, secondo me è proprio uscito!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc

            Sì, sì, secondo me è proprio uscito!!!!!No, è andato a tagliarsi l'uccello così non rischia di beccarsi l'influenza aviaria e in più non può commettere reati sessuali! :D Questo si che è un vero cittadino modello mica voi comunisti :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Art. 28 CE: libera circolazione merc
        - Scritto da: Anonimo

        Se ti riferisci ai parabrezza delle auto guarda
        che non si può neanche ora e giustamente per
        problemi di ordine pubblico: autista non
        riconoscibile dalle forze dell'ordine, potresti
        stare caricando un arma in prossimità di un punto
        sensibile o passaggio di un'autorità, etc...
        immagino che tu viva in una casa con pareti di vetro, perchè è ovvio che in garage potresti sintetizzare gas nervino, arricchire uranio in cantina e la sera, quando non c'è niente di decente in tv, potresti appostarti sul davanzale della finestra della tua camera da letto, e imbracciando un fucile di precisione potresti abbattere gli incauti passanti che transitano in strada....
  • Anonimo scrive:
    Una vittoria della rete: Cortiana
    Visto che PI non ha dato la notizia nemmeno tra quelle brevi, qualcuno deve pur farlo: Cortiana è stato reinserito dalla segreteria dei Verdi in una posizione finalmente eleggibile (nr. 2 collegio Lombardia 3, dopo Pecoraro Scanio). Qui altri particolari:http://chartitalia.blogspot.com/2006/02/una-mezza-vittoria-della-rete.htmlMi sembra una bella vittoria della mobilitazione in rete di questi giorni, e la migliore dimostrazione che, se la comunità della rete si da' un minimo di organizzazione, riesce a far sentire la sua voce.Decisamente mi sembra più produttivo sostenere chi si batte per evitare le nefandezze che si stanno perpetrando in rete piuttosto che stare solo a lamentarsi di IP bloccati, retate della polizia postale, e dell'urbani di turno: mettiamo al loro posto gente competente.O no?
    • mosfet scrive:
      Re: Una vittoria della rete: Cortiana
      Sono daccordo con te.Solo che prendi in sicilia da me nella mia zona se gli dici cosè internet ti dicono, si mangia?purtroppo l'ignoranza da me è una malattia piu' grave del governo Berlusconiano.ciao:'( :'( :'( :'( :'(
    • AlphaC scrive:
      Re: Una vittoria della rete: Cortiana
      - Scritto da: Anonimo
      Visto che PI non ha dato la notizia nemmeno tra
      quelle brevi, qualcuno deve pur farlo: Cortiana è
      stato reinserito dalla segreteria dei Verdi in
      una posizione finalmente eleggibile (nr. 2
      collegio Lombardia 3, dopo Pecoraro Scanio). Qui
      altri particolari:

      http://chartitalia.blogspot.com/2006/02/una-mezza-

      Mi sembra una bella vittoria della mobilitazione
      in rete di questi giorni, e la migliore
      dimostrazione che, se la comunità della rete si
      da' un minimo di organizzazione, riesce a far
      sentire la sua voce.

      Decisamente mi sembra più produttivo sostenere
      chi si batte per evitare le nefandezze che si
      stanno perpetrando in rete piuttosto che stare
      solo a lamentarsi di IP bloccati, retate della
      polizia postale, e dell'urbani di turno: mettiamo
      al loro posto gente competente.
      Mi fa piacere per Cortiana, mi spiace per PI che sempre più spesso perde dei pezzi
      • Anonimo scrive:
        Re: Una vittoria della rete: Cortiana

        Mi fa piacere per Cortiana, mi spiace per PI che
        sempre più spesso perde dei pezziCaro amico, la tua vena polemica è fuori luogo. La pubblicità elettorale in questo periodo non è permessa, inoltre non tutti desiderano votare questo Cortiana (che secondo me è un Piratone).
        • Anonimo scrive:
          Re: Una vittoria della rete: Cortiana
          Mio Dio! Hai un modo di argomentare davvero folle!Quindi secondo te un parlamentare è un piratone solo perchè sostiene (tra le altre cose) che una legge che prevede il carcere per chi condivide senza scopo di lucro su internet materiale protetto da copyright sia una legge folle?Non ti sembra più sensato dire invece che la moralità di Urbani è stato 'comprata' dalle Major italiane?Secondo te uno come Cortiana (che da parlamentare prende il suo bel stipendione) ha qualche minimo problema ad acquistare qualunque film/cd/videogioco/etc.. sia per lui di qualche minimo interesse?Ritieni davvero che la battaglia di Cortiana sia fatta per interessi personali??Quando il saggio indica la luna lo sciocco guarda il dito.Cortiana ha indicato un grosso problema di libertà e di cultura. Tu ne hai visto soltanto la difesa di qualche pirata. Sciocco? Probabilmente si, e tanto.Ma daltronde voterai FI: non ti si puo' chiedere di più.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una vittoria della rete: Cortiana
            Sì, per l'interesse personale di tenersi il posto e tirare il suo bel stipendio.Una sola voce fuori dal coro non porta a nessuna modifica delle legge, quindi può permettersi di portarla avanti per farsi campagna elettorale perenne.Sinceramente pensavo di votare una bella scheda nulla ma dopo le uscite di Rifondazione e Verdi, piuttosto che vedere loro al governo, voto per davvero!!!La cosa spiacevole è che l'unica cosa che possiamo scegliere è solamente il male minore... sicuramente nessuno dei due shieramenti offre qualcosa di positivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una vittoria della rete: Cortiana
            non so cosa centri il discorso votazioni con questa notizia, è il governo attuale che vuole blocchi su internet perchè in parziale contrasto con gli interessi del premier, la7 e MEDIASET hanno appena firmato contratti per la gestione di scommesse via digitale terrestre e parzialmente per questo il governo ATTUALE ha deciso dei blocchi verso la "concorrenza" con una legge illiberale(parola che illo usa spesso), stesso discorso per i 2 siti sequestrati che altro non facevano che insegnarti ad usare software che permettono di vedere canali "in chiaro" cioè trasmessi liberamente cinesi, che sono stati considerati alla stregua di "pirati" e stanno pensando di implementare dei blocchi verso i server cinesi, quello che voti tu è tuo interesse ma almeno informati prima di farlo visto che berlusconi o il giornale non sono certamente li migliori fonti di informazione
        • Anonimo scrive:
          Re: Una vittoria della rete: Cortiana
          - Scritto da: Anonimo


          Mi fa piacere per Cortiana, mi spiace per PI che

          sempre più spesso perde dei pezzi

          Caro amico, la tua vena polemica è fuori luogo.
          La pubblicità elettorale in questo periodo non è
          permessaNon e' permessa?
          inoltre non tutti desiderano votare
          questo Cortiana (che secondo me è un Piratone).Stai facendo pubblicità elettorale.
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Una vittoria della rete: Cortiana
      - Scritto da: Anonimo
      Visto che PI non ha dato la notizia nemmeno tra
      quelle brevi, qualcuno deve pur farlo: Cortiana è
      stato reinserito dalla segreteria dei Verdi in
      una posizione finalmente eleggibile (nr. 2
      collegio Lombardia 3, dopo Pecoraro Scanio). Qui
      altri particolari:Questa è una ottima notizia, ho letto che il collegio non è facile e che dovrebbero aumentare i voti dei verdi di un 2500 per provincia.Occorrerà convincere diverse persone a votarlo, anzi a votare verdi visto che (mi pare) non si vota più la persona ma il partito.
  • Anonimo scrive:
    Meno male che siamo un europa!
    Visto che spesso si tende a sottolineare solo le cose negative.
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno male che siamo un europa!
      - Scritto da: Anonimo
      Visto che spesso si tende a sottolineare solo le
      cose negative.Confermo in toto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno male che siamo un europa!
      - Scritto da: Anonimo
      Visto che spesso si tende a sottolineare solo le
      cose negative.Per una volta sono d'accordo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Meno male che siamo un europa!
        - Scritto da: Wakko Warner

        - Scritto da: Anonimo

        Visto che spesso si tende a sottolineare solo le

        cose negative.

        Per una volta sono d'accordo.Ma io vi gelo con un onda di pessimismo:vediamo il futuro. La corte eurpea da' ragione alle societa' di scommesse e multa l'Italia e impone di togliere il blocco.Ma nella astrusissima legislazione italiana un abile burocrate trova un cavillo per cui l'Italia deve accogliere la sentenza della corte ma materialmente non puo' adottare interventi che violino una specifica normativa che e' ancora sotto forma di decreto ma si appoggia ad una seconda norma partorita in un giorno di pioggia di gennaio, che e' una normativa fiscale su cui ogni paese ha indipendenza se si salta su di un piede solo e se e' stata deliberata in un certo periodo di tempo, insomma, non se ne fa nulla e i blocchi di fatto restano.E inoltre la multa non viene pagata.Sono pazzo?
        • Anonimo scrive:
          Re: Meno male che siamo un europa!
          - Scritto da: Anonimo


          Ma io vi gelo con un onda di pessimismo:
          vediamo il futuro. La corte eurpea da' ragione
          alle societa' di scommesse e multa l'Italia e
          impone di togliere il blocco.
          Ma nella astrusissima legislazione italiana un
          abile burocrate trova un cavillo per cui l'Italia
          deve accogliere la sentenza della corte ma
          materialmente non puo' adottare interventi che
          violino una specifica normativa che e' ancora
          sotto forma di decreto ma si appoggia ad una
          seconda norma partorita in un giorno di pioggia
          di gennaio, che e' una normativa fiscale su cui
          ogni paese ha indipendenza se si salta su di un
          piede solo e se e' stata deliberata in un certo
          periodo di tempo, insomma, non se ne fa nulla e i
          blocchi di fatto restano.
          E inoltre la multa non viene pagata.

          Sono pazzo?non sei pazzo, tieni però presente che utenti italiani, prima o poi impareranno ad aggirare il meccanismo di blocco degli IP: sono fiducioso, in passato ci sono stati geometri espertissimi di funcard per vedere a sbafo tele+, e falegnami esperti duplicatori di cd e dvd (non me ne vogliano i geometri e i falegnami...)prima o poi l'amico dell'amico dell'amico suggerirà all'utente di turno di impostare un proxy per scavalcare i blocchi dei provider italiani (probabilmente c'è pure un giro qlc programmino che lo fa da solo e in automatico, in base all'url selezionato... ancora non c'è? arriverà...)in qual caso, al burocrate-fiscalista di turno resterà solo da prendere tutti i vari tomi del codice civile e penale, arrotolarli bene bene bene e infilarseli..... su per il naso
          • Anonimo scrive:
            Re: Meno male che siamo un europa!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            Ma io vi gelo con un onda di pessimismo:

            vediamo il futuro. La corte eurpea da' ragione

            alle societa' di scommesse e multa l'Italia e

            impone di togliere il blocco.

            Ma nella astrusissima legislazione italiana un

            abile burocrate trova un cavillo per cui
            l'Italia

            deve accogliere la sentenza della corte ma

            materialmente non puo' adottare interventi che

            violino una specifica normativa che e' ancora

            sotto forma di decreto ma si appoggia ad una

            seconda norma partorita in un giorno di pioggia

            di gennaio, che e' una normativa fiscale su cui

            ogni paese ha indipendenza se si salta su di un

            piede solo e se e' stata deliberata in un certo

            periodo di tempo, insomma, non se ne fa nulla e
            i

            blocchi di fatto restano.

            E inoltre la multa non viene pagata.



            Sono pazzo?

            non sei pazzo, tieni però presente che utenti
            italiani, prima o poi impareranno ad aggirare il
            meccanismo di blocco degli IPChe sia fattibile aggirare la legge sono convinto, che sia legale no.E infatti:
            ci sono stati geometri espertissimi di
            funcard per vedere a sbafo tele+, e falegnami
            esperti duplicatori di cd e dvdMa la loro posizione legale e' di violazione delle norme.Quindi la' dove tecnicamente la legge non arriva, interviene il divieto, che comunque mette il cittadino nella chiara posizione di suddito.
          • Anonimo scrive:
            Re: Meno male che siamo un europa!
            - Scritto da: Anonimo

            Che sia fattibile aggirare la legge sono
            convinto, che sia legale no.
            E infatti:


            ci sono stati geometri espertissimi di

            funcard per vedere a sbafo tele+, e falegnami

            esperti duplicatori di cd e dvd
            fermo la bello mio, l'esempio non è forse calzante da un punto vista strettamente legale (infatti volevo solo rendere l'idea della umana capacità di ingegnarsi) ma forse tu hai un tantino perso di vista il testo di questa legge, che impone ai provider (cioè ai fornitori di connettività ad internet) di bloccare l'accesso a determinati siti, ma non vieta ad alcun utente di accedere comunque a tali siti;
          • Anonimo scrive:
            Re: Meno male che siamo un europa!
            - Scritto da: Anonimo

            blocchi di fatto restano.

            E inoltre la multa non viene pagata.



            Sono pazzo?

            non sei pazzo, tieni però presente che utenti
            italiani, prima o poi impareranno ad aggirare il
            meccanismo di blocco degli IP: sono fiducioso, in
            passato ci sono stati geometri espertissimi di
            funcard per vedere a sbafo tele+, e falegnami
            esperti duplicatori di cd e dvd (non me ne
            vogliano i geometri e i falegnami...)ma non tanto intelligenti da aggiornarsi il sistema operativo / antivirus per evitare che i w0rmz per winxp si diffondessero a macchia d'olio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Meno male che siamo un europa!
            - Scritto da: Anonimo


            ma non tanto intelligenti da aggiornarsi il
            sistema operativo / antivirus per evitare che i
            w0rmz per winxp si diffondessero a macchia
            d'olio.questo è un altro discorso: ho visto gente conoscere le più recondite opzioni di alcohol e nero burning rom, sbigottirsi di fronte all'apertura del blocco note
      • soulista scrive:
        Re: Meno male che siamo un europa!
        - Scritto da: Wakko Warner

        - Scritto da: Anonimo

        Visto che spesso si tende a sottolineare solo le

        cose negative.

        Per una volta sono d'accordo.Mah... quando sono in ballo entrate economiche si passa facilmente dall'essere censori a garantisti... :
  • Anonimo scrive:
    PAGATE LA TANGENTE
    Cha la MAFIA di stato vi riapre gli IP bloccati.CACCIAMOLI ALLA PROX ELEZIONI QUESTI MASNADIERI DEL NANO!
    • Anonimo scrive:
      Re: PAGATE LA TANGENTE
      - Scritto da: Anonimo
      Cha la MAFIA di stato vi riapre gli IP bloccati.

      CACCIAMOLI ALLA PROX ELEZIONI QUESTI MASNADIERI
      DEL NANO! :-o
    • Anonimo scrive:
      Re: PAGATE LA TANGENTE
      - Scritto da: Anonimo
      Cha la MAFIA di stato vi riapre gli IP bloccati.

      CACCIAMOLI ALLA PROX ELEZIONI QUESTI MASNADIERI
      DEL NANO!guarda che mica li ha inventati lui i monopoli di stato
      • Anonimo scrive:
        Re: PAGATE LA TANGENTE
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Cha la MAFIA di stato vi riapre gli IP bloccati.



        CACCIAMOLI ALLA PROX ELEZIONI QUESTI MASNADIERI

        DEL NANO!

        guarda che mica li ha inventati lui i monopoli di
        statoE guarda anche che quando andara' la sinistra al potere, non togliera' i blocchi.
        • Anonimo scrive:
          Re: PAGATE LA TANGENTE
          - Scritto da: Anonimo


          E guarda anche che quando andara' la sinistra al
          potere, non togliera' i blocchi.è probabile, ma forse è il caso che si decida di intervenire (leggi: votare contro) su chi le cose le ha fatte, non su chi le potrebbe fare.... magari chi verrà dopo prima o poi imparerà la lezione (a lasciar correre di sicuro nulla cambia)
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGATE LA TANGENTE
            il nano c'entra per un motivo.....Tremonti e soci sono dichiaratamente antieuropeisti, vorrebbero veder sprofondare l'Europa e tutte le sue istituzioni....più volte Tremonti ha parlato di dazi per bloccare le merci cinesi....la sinistra, invece, con Prodi in testa è estremamente favorevole all'Europa e di sicuro una simile assurda legge non l'avrebbero mai fatta (consapevoli anche delle gravi conseguenze a cui va incontro l'Italia)....bloccare il P2P è facile visto che tutte le major sono d'accordo, bloccare le scommesse (con gli interessi in gioco) finirà per sfasciare l'Italia sotto il peso delle multe UE......purtroppo il governo Berlusconi ha varato una marea di leggi di questo tipo (per esempio quella sul pedoporno) e su questo purtoppo c'è poco da dire.....di certo i Monopoli hanno i lori interessi ma se voi foste al posto di Prodi accontentereste la SNAI rischiando mazzate dall'UE o liberalizzereste il mercato?
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGATE LA TANGENTE

            Tremonti e soci sono dichiaratamente
            antieuropeisti, vorrebbero veder sprofondare
            l'Europa e tutte le sue istituzioni....E poi chi da i contributi allo stato Italiano continuamente deficiatrio? tu?
            più volte Tremonti ha parlato di dazi per
            bloccare le merci cinesi....E' vero e' ingiusto bloccare le merci cinesi e' meglio perdere tutti i diritti acquisiti dai lavoratori e ricominciare a lavorare 24/7 con stipendi da fame, cosi' saremo ancora competitivi.
            la sinistra, invece, con Prodi in testa è
            estremamente favorevole all'Europa e di sicuro
            una simile assurda legge non l'avrebbero mai
            fatta (consapevoli anche delle gravi conseguenze
            a cui va incontro l'Italia)....Tu sai esattamente quello che ha in testa Prodi.
            bloccare il P2P è facile visto che tutte le major
            sono d'accordo, bloccare le scommesse (con gli
            interessi in gioco) finirà per sfasciare l'Italia
            sotto il peso delle multe UE......Probabilmente costano sempre meno di quando perde il governo facendo giocare all'estero.
            purtroppo il governo Berlusconi ha varato una
            marea di leggi di questo tipo (per esempio quella
            sul pedoporno) e su questo purtoppo c'è poco da
            dire.....Si sembra che il berluska si comporti proprio come un direttore d'azienda: primo pararsi il sedere, secondo guadagnare per primi, terzo aiutare gli amici.Forse non sara' cosi' ma e' esattamente quello che traspare dalle leggi caldeggiate dalla sua maggioranza, che sia sbagliato o giusto decidetelo voi.
            di certo i Monopoli hanno i lori interessi ma se
            voi foste al posto di Prodi accontentereste la
            SNAI rischiando mazzate dall'UE o
            liberalizzereste il mercato?Dipende da chi mi fa incassare di piu', gran parte degli introiti arrivando dalla benzina e dal gioco su tutto il resto il "nero" e i guadagni non dichiarati fanno perdere soldi allo stato.
Chiudi i commenti