La nuova Xbox è già craccata

Membri della comunità hacker hanno annunciato di aver superato anche il nuovo sistema di protezione inserito da Microsoft nelle nuove Xbox. Il progetto Xbox Linux è salvo, come anche i produttori di mod-chip


Roma – Sembrano destinati a fallire ancora una volta gli sforzi con cui Microsoft ha cercato di rendere più difficile la vita a hacker e cracker che vogliono mettere le mani dentro Xbox, la console videoludica che l’azienda promuove e vende in tutto il mondo.

A poche settimane di distanza dalla conferma , da parte del big di Redmond, dell’introduzione sul mercato di una seconda generazione di Xbox integrante un nuovo sistema di sicurezza, un produttore di mod-chip e un hacker della comunità dell’Xbox Linux Team – conosciuto come Numbnut – hanno annunciato di essere riusciti, ognuno per suo conto, a superare con successo i nuovi meccanismi di protezione.

Sabato Numbnut ha proclamato di aver craccato le nuove routine di protezione di Xbox (a cui gli hacker si riferiscono con il numero di versione 1.1 o, talvolta, 2.0) ed essere riuscito a “far girare del codice BIOS arbitrario in un normale modchip da 256 Kbyte”, e questo senza la necessità di utilizzare hardware aggiuntivo.

“In breve – afferma Numbnut – in meno di una settimana siamo stati capaci di riportare alla normalità le nuove box e renderle nuovamente in grado di interoperare con Linux”.

Secondo alcuni esperti, le modifiche al sistema di protezione di Xbox non hanno interessato l’hardware della console ma soltanto alcuni algoritmi crittografici e di controllo.

Come riferisce lo stesso Numbnut, il suo team è stato battuto sul tempo – anche se di un solo giorno – dal produttore di mod-chip Xecuter , che ha confermato di aver sviluppato un nuovo kernel per il suo mod-chip in grado di funzionare alla perfezione sia con le vecchie che con le nuove Xbox.

Oltre ai produttori di mod-chip potranno dunque tornare al loro lavoro abituale anche gli sviluppatori impegnati nell’ Xbox Linux Project che, proprio pochi giorni fa, hanno rilasciato la prima distribuzione completa di Xbox Linux basata sulla recente Mandrake 9.

La nuova distribuzione consiste in un CD d’installazione da 350 MB e, secondo quanto dichiarano gli hacker di Xbox Linux, è al 100% compatibile con la Mandrake 9: tutti i pacchetti software addizionali della distribuzione ufficiale possono infatti essere installati direttamente dai CD originali o dal sito Web di Mandrake Linux.

A questo punto non tutti si aspettano da Microsoft una nuova reazione “tecnologica” agli assalti informatici a Xbox.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Copiare i film?Tecnicamente e eticamente sbagliato
    Hei la mania della copia a tutti i costi ci ha contagiato negativamente.Tecnicamente il film copiato è una ciofeca rispetto all'originale, non vale la pena nemmeno di sprecare 1000 lire per la custodia del CD che lo deve contenere.Eticamente è sbagliato: il DVD è un prodotto completo, è piu' di un film, è un'esperienza, è giusto comprare il DVD a chi ha investito soldi e denaro per realizzare un film.Lo stesso vale per la musica?Quasi, accetto di pagare 30 euro per un DVD che mi puo' intrattenere 10 ore (film in italiano, film in inglese, poi con spiegazione del regista, poi contunuti speciali) ma pagarne 20 per un prodotto che dura 45 minuti è troppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Copiare i cd
      guarda che se compro un cd mi intrattiene perpiu' di 45 minuti, almeno che tu non compriCD "usa e getta".Penso che sia giusto comprare CD originali,non penso che sia giusto pagarli 20 euro o piu'per garantire che all'autore vengano versato ilgiusto compenso di 2/3 euro.A quel punto troverei piu' giusto copiarmi il cde versare direttamente i 2/3 euro all'autoreper "legalizzarlo" !!!
    • Anonimo scrive:
      bah.. DVD...
      Mah... andare al cinema non costa più di 10 euro, preferisco vedere tre volte un film in sala che comprarmi un DVD...Più che altro perchè in DVD si trovano praticamente solo grosse produzione di cassetta, che già sono una palla per conto loro, figuriamoci i "contenuti speciali"... E' sempre la stessa minestra mescolata e riscaldata più volte... chi me lo fa fare di spendere 30 euro per film genralmente insulsi, impacchettati con un po' di intervistine, giochini e documentarini, con il "grande bonus" della multilingua... in generale fa sempre molto piacere poter vedere un film in in lingua originale, ma di godermi la recitazione originale di Will Smith o Gwyneth Paltrow non ne sento proprio il bisogno...Diverso sarebbe se si trovassero in DVD delle edizioni critiche di classici cinematografici, che potrebbero sfruttare tutto quello spazio per inserire contributi interessanti e non fuffa, e che avrebbero anche un vero valore d'archivio (ditemi la verità, ma ci tenete davvero a conservarvi in casa su un supporto incorruttibile "C'è posta per te?")...Un dvd di un film di Truffaut o Welles, con versione in lingua originale, scene tagliate, sceneggiatura in pdf, locandine e materiale d'archivio me lo comprerei anche a 50/60 euro; il DVD di Nine Months, anche se costasse come un caffè... preferirei prendere un caffè in più! :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: bah.. DVD...

        Un dvd di un film di Truffaut o Welles, con
        versione in lingua originale, scene
        tagliate, sceneggiatura in pdf, locandine e
        materiale d'archivio me lo comprerei anche a
        50/60 euro; il DVD di Nine Months, anche se
        costasse come un caffè... preferirei
        prendere un caffè in più! :-)De gustibus ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Copiare i film?Tecnicamente e eticamente sbagliato
      - Scritto da: iL lordo
      Hei la mania della copia a tutti i costi ci
      ha contagiato negativamente. Se lo vedi come un contagio... Per me è una necessità. Per la passione che coltivo non posso certo permettermi 50000 lire a DVD anche se pieno di extra (di cui non mi frega proprio niente).
      Tecnicamente il film copiato è una ciofeca
      rispetto all'originale, non vale la pena
      nemmeno di sprecare 1000 lire per la
      custodia del CD che lo deve contenere. Questa te la potevi risparmiare, non sai neanche di cosa stai parlando. Una copia di un DVD a SVCD è praticamente indistinguibile (ovviamente se fatta bene) dato che entrambi i formati sfruttano l'MPEG-2 e la sostanziale differenza è nell'audio che nel SVCD è un misero stereo 2.0 (ma quanti DVD hanno un audio così o dolby 5.1 mal registrati).
      Eticamente è sbagliato: il DVD è un prodotto
      completo, è piu' di un film, è
      un'esperienza, è giusto comprare il DVD a
      chi ha investito soldi e denaro per
      realizzare un film. Giusto ma perchè le Majors vogliono persuire gli stessi errori commessi con la musica; 50-60000 lire o l'equivalente in ? non sono giustificati dai contenuti, che spesso anche per gli amanti degli extra son o esigui (un trailers, quattro notizie in croce e le lingue; tu guardi il film in tedesco o con i sottotitoli in croato o in arabo?)
      Lo stesso vale per la musica?
      Quasi, accetto di pagare 30 euro per un DVD
      che mi puo' intrattenere 10 ore (film in
      italiano, film in inglese, poi con
      spiegazione del regista, poi contunuti
      speciali) ma pagarne 20 per un prodotto che
      dura 45 minuti è troppo.
      E' troppo comunque; è i risultati si vedono.
  • Anonimo scrive:
    Ma se nessuno paga per il film...
    ... volete che qualcun sganci pilla per un pollo che si è lasciato beccare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se nessuno paga per il film...
      - Scritto da: Hard
      ... volete che qualcun sganci pilla per un
      pollo che si è lasciato beccare?Io si... Il film non l'ho scaricato perchè l'ho visto al cinema (inbucandomi sensa pagare il biglietto) e non mi è nemmeno piaciuto ma se ci fosse una campagna grossa per asistere questo divulgatore clandestino e se sapessi che lui non ci ha guadagnato dalla vicenda io contribuirei.
  • Anonimo scrive:
    Organizziamo una colletta...
    Se ogni persona che ha scaricato il film mettesse tipo 2-3 euro, chissà se gli sipotrebbe dare una mano consistente ad uscire...
    • Anonimo scrive:
      Re: Organizziamo una colletta...
      Io invece i 2-3 euro preferirei darli a George Lucas, per compragli il film, visto che e' lui l'autore...- Scritto da: Max Murdock
      Se ogni persona che ha scaricato il film
      mettesse tipo 2-3 euro, chissà se gli
      sipotrebbe dare una mano consistente ad
      uscire...
      • Anonimo scrive:
        Re: Organizziamo una colletta...
        Perchè invece la metà nonli dai a me?Io di certo non li spreco in lusso!Mi servono per sopravvivere (me e la mia famiglia)
        • Anonimo scrive:
          Re: Organizziamo una colletta...
          - Scritto da: poveraccio w PC
          Perchè invece la metà nonli dai a me?
          Io di certo non li spreco in lusso!

          Mi servono per sopravvivere (me e la mia
          famiglia)+ che altro gli diamo i soldi, esce e poi se viene condannato (e cosi' sara') ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Organizziamo una colletta...
          - Scritto da: poveraccio w PC
          Mi servono per sopravvivere (me e la mia
          famiglia)Azz, non hai da mangiare ma hai da collegarti a internet? potenza della telematica ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Organizziamo una colletta...
          allora vai a lavorare, e non cazzeggiare coi divx..
Chiudi i commenti