La RIAA distribuisce mp3 gratis

Attacco di ignoti cracker al sito dell'associazione dei discografici americani, per un giorno centro di diffusione di musica pirata. Condito da una nota in cui RIAA si scusa per le crociate legali contro il file-sharing


Roma – Una curiosissima nota è apparsa nelle scorse ore sul sito della RIAA, l’associazione dei discografici americana in prima linea da anni nella repressione della pirateria musicale sulla rete nonché fautrice della più imponente crociata legale contro i sistemi di file-sharing.

Sulla pagina http://www.riaa.org/storymain.htm sono apparse alcune righe intitolate: “RIAA contro la condivisione di musica? Non più”. A seguire, mentre scriviamo, si legge che la RIAA ha deciso di consentire lo scaricamento di alcuni album direttamente dal proprio sito. Una decisione nata dalla constatazione che le cause legali intraprese contro il file-sharing stanno solo ottenendo l’effetto contrario a quello sperato.

“La RIAA – continua la nota – intende scusarsi per la maniera pesante con cui è stato chiuso il sito cinese Live4Ever e vuole offrire i brani che seguono come dimostrazione di buona volontà. Naturalmente la lista è relativamente breve ma siate pazienti, pensiamo di aggiungere 300 brani nella prossima settimana. Nei prossimi mesi intendiamo mettere a disposizione anche film prima del rilascio ufficiale. Se ciò che cerchi non è nella lista prova Kazaa Lite”.

A seguire, una 15ina di file mp3 da scaricare, sebbene il download sia progressivamente divenuto sempre più difficile a causa del progressivo rallentamento del sito, culminato nella serata di ieri nella sua irraggiungibilità dovuta a due possibili ragioni.

La prima ascrivibile ad una scelta della RIAA che, vista la situazione, può aver deciso di porre off-line il sito; la seconda ad un carico eccessivo sulla banda disponibile al sito, dovuto alla rapida diffusione che in rete ha avuto la notizia di quello che appare a tutti gli effetti un clamoroso atto di “defacement”, ovvero di sostituzione di una pagina del sito web della RIAA con altri contenuti.

Al defacement si aggiunge però un’operazione di hacking che ha consentito agli ignoti autori di depositare i brani in una directory dei server della RIAA, denominata ironicamente “Napster”, e metterli poi a disposizione sul sito.

Va detto, infine, che solo pochi giorni fa il sito della RIAA era stato già attaccato e la home page sostituita con link a notizie dai titoli curiosi, come “La pirateria può far bene all’industria musicale”. In quel caso ci sono volute molte ore alla RIAA per riportare in linea il proprio sito “ripulito”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    mah...
    Alla faccia della liberta' di parola....
  • Anonimo scrive:
    www.scarabicchi.it - un sito denuncia
    Aumentano sempre di piu i "siti denuncia" vedi www.scarabicchi.it che anche se non è totalmente finito denuncia attivita illecite da parte di Telecom Italia Imps Inail ecc.La domanda che mi pongo è questa: chi ha il coraggio di denunciare rischia il sequestro del sito???
  • Anonimo scrive:
    Ma avete visto il sorgente???
    Se date un occhio al sorgente della pagina che ha messo la polizia postale potere ridere un po'.Oltre alle schifezze tipiche che piazza M$ office e frontpage compare un url: =)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma avete visto il sorgente???
      - Scritto da: uno fissato
      Se date un occhio al sorgente della pagina
      che ha messo la polizia postale potere
      ridere un po'.
      Oltre alle schifezze tipiche che piazza M$
      office e frontpage compare un url:

      Probabilmente la Pol.Post. non trovava più la pagina sul proprio computer e l'ha ripresa da quel sito dove l'aveva installata in precedenza.Se vai a controllare infatti la trovi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma avete visto il sorgente???
        Semplicemente, anche il sito "ilsesso24ore.it" è stato sequestrato. Non mi pare ci sia nulla di male riciclare qualcosa di già fatto in precedenza... anzi, di solito è indice di furbizia
  • Anonimo scrive:
    Politici e magistrati corrotti
    Sono la norma in Italia. Merde viventi che lucrano sui nostri bisogni e problemi, e cha badano bene a integrarsi con un sistema politico mafioso e clientelare.E pensare che molti di questi scadenti esseri umani hanno il coraggio di alzarsi e parlare a noi, A NOI, di onestà e pulizia morale, adducendo se stessi a fulgidi esempi di correttezza morale.....E poi si lamentano se il popolo cerca di truffare lo stato......Che coraggio, visto l' esempio che danno.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Politici e magistrati corrotti

      Politici e magistrati corrottisi, tu prova a dire che ci sono dei magistrati corrotti, vedrai che ti danno del fascista e di uno che vuole limitare le loro libertà. grazie sx!
      • Anonimo scrive:
        Re: Politici e magistrati corrotti
        - Scritto da: Vertigo

        Politici e magistrati corrotti

        si, tu prova a dire che ci sono dei
        magistrati corrotti, vedrai che ti danno del
        fascista e di uno che vuole limitare le loro
        libertà. grazie sx!mi sa che fai un pò di confusionechi limita le libertà di solito sono appunto i magistrati e polizia :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Politici e magistrati corrotti
          - Scritto da: fsfg
          mi sa che fai un pò di confusione
          chi limita le libertà di solito sono appunto
          i magistrati e polizia :)
          e neanche a buon mercato polizia e affini costano il 14% del PILin germania e francia il 7%oltre al danno anche la beffa
  • Anonimo scrive:
    con quale provider?
    purtroppo devo ripetermi.....il sito sequestrato era ospitato da un provider italiano? penso proprio di si, al contrario il sequestro sarebbe stato IMPOSSIBILE..la legislazione internet in italia non è affatto chiara, chiunque abbia un sito rischia il sequestro da un momento all'altromi spiegate perchè un webmaster dovrebbe mettere il suo sito su un server di un provider italiano?mi ripeto: con queste leggi chi ci rimette sono solo i provider italiani.....salutialan carter
  • Anonimo scrive:
    Scusate, qualcuno mi può spiegare ...
    ... perchè andando sul sito sequestrato e visualizzando il sorgente html si legge alle prime righe quanto sotto testualmente riportato ed esattamente l'url inserito in tal sorgente? Ministero dell GrazieRed
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate, qualcuno mi può spiegare ...
      forse perchè ilsesso24ore era già stato sequestrato ed era stata inserita una pagina di sequestro simile.quelli che hanno sequestrato il sito brogliomontani hanno aperto il sito ilsesso24ore, hanno salvato la pagina, l'hanno modificata e l'hanno inserita su brogliomontani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate, qualcuno mi può spiegare ...
      certo! :)se vai sul sito http://www.ilsesso24ore.it/ noterai che il sito ha la stessa pagina (Ministero dell 'Interno .. DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA)Hanno fatto un normalissimo "Salva pagina con nome" cambiato 4 scritte e messa online sul sito http://www.brogliomontani.it/saluti!
      • Anonimo scrive:
        Re: Scusate, qualcuno mi può spiegare ...
        Si ma non c'e' solo questa come perla.....provate a cliccare sul link che appare a centro pagina vi rimandera' al sito www.digitalsin.org. Infatti se si da un occhio all'html : http://www.brogliomontani.it Hanno preso la pagina e l'hanno riciclata senza nemmeno controllare.........Un altra operazione di "altissimo" livello tecnico della Polizia Postale........
  • Anonimo scrive:
    vince sempre il potere
    SEMPRE
    • Anonimo scrive:
      Re: vince sempre il potere
      - Scritto da: the powser
      SEMPREnon sono d'accordo.le accuse vanno provate, non puoi scrivere "tizio è un ladro" prima di averlo provato.
      • Anonimo scrive:
        Re: vince sempre il potere
        - Scritto da: Vertigo
        le accuse vanno provate, non puoi scrivere
        "tizio è un ladro" prima di averlo provato.Sei sicuro di quello che dici? Possono fare quello che vogliono .. i POTENTI hanno sempre ilcoltello dalla parte del manico.Siamo noi (i cittadini comuni) a subirne le conseguenze!heil silvio! :-(
    • Anonimo scrive:
      Re: vince sempre il potere
      - Scritto da: the powser
      SEMPREInfatti, se c'e' gente disposta anche a fare carte false per ottenerlo ci sara' un motivo no?
  • Anonimo scrive:
    Copia Cache del sito su Google
    Per chi volesse vedere il sito prima della chiusura...http://www.google.it/search?q=cache:Zm_Hi6ZkHn0C:www.brogliomontani.it/+&hl=it&ie=UTF-8
  • Anonimo scrive:
    Non se ne sentirà più parlare...
    ...ovviamente. Chissà se arriverano anche a chiudere PI per aver dato spazio a questa notizia.Staremo a vedere.Solo la pace e l'amore tra gli uomini annienteranno i potenti della terra.
  • Anonimo scrive:
    Mai andare contro i potenti...
    ...se non lo si e' altrettanto.Non e' certo un principio recente, e come si applica agli altri campi non c'e' motivo per cui non si applichi a Internet.L'incauto curatore del sito e' riuscito a inimicarsi contemporaneamente alcuni magistrati nonche' un senatore, che stanno entrambi nella parte altissima della scala del potere italiana.Sono sinceramente stupito del fatto che il responsabile del sito non sia gia' stato anche arrestato e messo in carcere.A mio parere la vera liberta' di parola non e' mai esistita ne' mai esistera': ci saranno sempre le categorie di intoccabili a cui la legge permette di tappare la bocca ai cittadini comuni, come penso sia successo in questa vicenda.Saluti.Giorgio
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai andare contro i potenti...
      Questa è la constatazione di un fatto:in Italia non esiste la democrazia,ma una oligarchia politica di persone e massonerie segrete atte a parar loro il culo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai andare contro i potenti...
      Non è vero non andare mai contro i potenti perchè quando c'è un ingiustizia bisogna sempre ribellarsi per fare in modo che non accada a altri e per quanto potenti siano le persone contro le quali siamo bisogna sempre ribellarsi però solo se siamo nel giusto,è inutile ribellarsi se siamo in torto noi.
Chiudi i commenti