La sveglia a detonazione

C'è chi inspiegabilmente preferisce essere svegliat* con un bacio, altri con un caffé ma secondo certi produttori giapponesi c'è anche chi vuole essere svegliat* con una sfida: l'allarme della sveglia a detonazione suona fino a quando la vittim

C’è chi inspiegabilmente preferisce essere svegliat* con un bacio, altri con un caffé ma secondo certi produttori giapponesi c’è anche chi vuole essere svegliat* con una sfida: l’allarme della sveglia a detonazione suona fino a quando la vittima l’utente non separa le connessioni elettriche nell’ordine invocato dai led , attivati casualmente dal cervellino elettronico che si cela nell’apparecchio.
L’idea è che per bloccare l’allarme detonazione si debba essere sufficientemente svegli e che, dunque, una volta bloccato si sia svegli del tutto.

Un coso che fa il paio con la sveglia volante , dagli stessi produttori, quella che quando si tenta di azzittire prende e vola via.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mariottide scrive:
    e io pago....
    sarebbe stato meglio dare soldi agli studenti disagiati....
  • snem scrive:
    Sperperare i fondi pubblici
    Con i problemi che ha la mia università (strutture, laboratori, aule studio, una biblioteca che faciliti gli studenti, attività di tutoraggio/orientamento per gli studenti che passano più tempo ad organizzarsi il corso che a studiare, il problema dell'alloggio per i fuori sede, le borse di studio misere, i ricercatori con contratto da fame), mi sembra il solito sperpero di fondi pubblici (3,1 milioni di euro??? per un sito e i portatili?) a favore di pochi e ad alimentare clientele, nonchè inutile.Ma è il mio modesto parere...
  • Anonimo scrive:
    A pensar male...
    Gia', la mano amica. Quella del politico che fa avere 3,1 milioni per un sito e qualche portatile (quanti?). Quel sito vale circa 0,1 milioni (a stare larghi, ma tanto e' stato realizzato da studenti a costo zero suppongo).Diciamo che forniscono 1000 portatili? a 500 euro l'uno sono 0,5 milioni.Rimangono 2,5 milioni provenienti dalla regione Campania e dall'Europa (ah, per chi non lo sapesse entrambi sono soldi nostri!).Che fine fanno questi soldi?E' comunque molto carina l'idea, purtroppo pero' come al solito siamo in Italia.
  • Buio scrive:
    La mano amica
    Il progetto serve SOLO per prendere i soldi dalla comunità europea, che altrimenti non sarebbero MAI arrivati.Certo come la morte che durerà giusto il tempo di accorgersene.Scommettiamo? :-)
  • MisterEmme scrive:
    Federica ???
    Ah ah really a cool name :)
Chiudi i commenti