La trimestrale di Samsung è debole di smartphone

I conti sono in perfetta forma, ma la crescita non è quella sperata. Colpa della concorrenza serrata in tutti i settori, che strizzano i margini

Roma – All’ultima occasione per fare un bilancio dell’anno appena trascorso, Samsung non riesce a superarsi: è sempre l’azienda che vende più smartphone, ma con margini incaloi. E che per la prima volta in due anni segna una crescita calante in un trimestre finanziario. L’azienda coreana non è andata in rosso e ha anche praticamente rispettato le aspettative: tuttavia rispetto all’anno precedente ha segnato un meno 6 per cento, per un risultato operativo totale di 7,7 miliardi di dollari.

A tirar giù i numeri di Samsung sicuramente hanno contribuito anche i 745 milioni di dollari offerti ai suoi 270mila dipendenti come bonus per commemorare i 20 anni dall’esordio della strategia manageriale di Lee Kun-hee, il presidente che ha rivoluzionato l’azienda.

Nonostante Samsung sia il maggiore produttore di smartphone al mondo e le sue vendite siano in aumento, destinate secondo Counterpoint Technology Market Research a crescere nel 2014 del 20 per cento fino a quasi 400 milioni di unità vendute, negli ultimi tre mesi ha registrato un leggero calo rispetto al periodo precedente, imboccando quello che sembra l’inizio di un trend negativo per quanto riguarda i guadagni del settore mobile da cui non potrà uscire nell’immediato futuro: a dirlo è Robert Yi, uno dei dirigenti di Samsung, secondo cui sarà una sfida migliorare i guadagni di questo settore nel prossimo trimestre.

Questo perché la crescita delle vendite riguarda e riguarderà soprattutto Africa, Europa dell’Est ed India: mercati in cui i prezzi medi dei dispositivi sono notevolmente più bassi e la concorrenza tanta. Inoltre, un altro fattore ad influenzare i profitti di Samsung, secondo alcuni osservatori , è il successo di iPhone che toglie fette di mercato di fascia alta.

Se ciò non bastasse a decifrare una trimestrale in calo rispetto all’anno scorso, anche la divisione che comprende la vendita di televisori ed elettrodomestici ha registrato un rallentamento.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Vero scrive:
    se si consegnerà...
    se si consegnerà probabilmente verrà suic.... ehmm., si suiciderà in prigione non prima di aver cambiato sesso.Edward, rimani in russia và!Passerai la vecchiaia lontano da casa, ma vefrai, ti abituerai alla vodka ed alle biondine russe !!
  • Leguleio scrive:
    Re: Mah..


    Nessuno


    e' martire per


    vocazione.

    Ma no, qualcuno, pochi, ci sono. È una

    qualità ereditaria in genere inutile, e
    quindi

    sempre più in regresso per via
    dell'evoluzione

    darwininana.

    mah.
    Ci sono centinaia di migliaia di persone negli
    USA che conoscono quei segreti. Non così tante, togli almeno uno zero alla cifra.E un conto è conoscerli, un conto è avere la possibilità di copiarli e di fornirli in toto a un quotidiano, come ha fatto Snowden.
    E' assurdo
    pensare che nemmeno una si sarebbe mai fatto
    scrupoli di coscienza tanto da scoperchiare il
    calderone e rovesciarne per terra il contenuto
    maleodorante.Questo ovviamente non lo so. Parto dal presupposto che se uno è interessato a lavorare per la NSA, ma anche per la CIA, è totalmente d'accordo con le tecniche di spionaggio adottate, anzi, la selezione per poter essere ammessi consiste proprio in questo.
    Negli USA protestanti ci tengono molto di più ai
    principi etici / morali, che nel nostro Paese di
    devoti servi cinicofessi
    chemm'e'freg'amme'.Non sono tutti protestanti.E anche difendere il proprio Paese è un dovere civico che rientra nella morale.

    Son d'accordo con te che Snowden non ha
    questa

    qualità. Ha fatto bene a sollevare il
    coperchio

    dal verminaio, ma i suoi veri scopi mi
    paiono
    a

    tutt'oggi poco

    chiari.

    altro sciocco vizio nazionale: la dietrologggia...Tu dici?Un personaggio che dice che è favorevole allo spionaggio, ma poi lo denuncia con tanto di prove trafugate all'NSA, qualche dubbio sulle sue reali posizioni ideologiche lo pone. E Snowden ha detto proprio così.
    • Nicolas sgabbio scrive:
      Re: Mah..

      Tu dici?
      Un personaggio che dice che è favorevole allo
      spionaggio, ma poi lo denuncia con tanto di prove
      trafugate all'NSA, qualche dubbio sulle sue reali
      posizioni ideologiche lo pone. E Snowden ha detto
      proprio
      così.Falso. http://www.zdnet.com/snowden-speaks-out-three-key-takeaways-7000025518/Punto 3.I distinguo sono TUTTO.
      • Leguleio scrive:
        Re: Mah..


        Tu dici?

        Un personaggio che dice che è favorevole allo

        spionaggio, ma poi lo denuncia con tanto di
        prove

        trafugate all'NSA, qualche dubbio sulle sue
        reali

        posizioni ideologiche lo pone. E Snowden ha
        detto

        proprio

        così.
        Falso.
        http://www.zdnet.com/snowden-speaks-out-three-key-
        Punto 3.
        I distinguo sono TUTTO.Meglio la trascrizione originale completa, non credi?http://www.freesnowden.is/asksnowden/" <I
        @RagBagUSA #AskSnowden what (in your opinion) is the appropriate extent of US national security apparatus? Surely some spying is needed? </I
        Not all spying is bad. The biggest problem we face right now is the new technique of indiscriminate mass surveillance, where governments are seizing billions and billions and billions of innocents communication every single day."Lo spionaggio non è sempre cattivo, dice.Lo spionaggio "buono" è quello contro i cattivi, par di capire. Solo che si capisce che sono cattivi solo dopo avere spiato almeno un migliaio di innocenti, o di buoni, se si preferisce l'espressione, fra cui il cattivo si mischia sempre. :
        • Snail Owden scrive:
          Re: Mah..
          - Scritto da: Leguleio
          Solo che si capisce che sono cattivi
          solo dopo avere spiato almeno un migliaio
          di innocenti, o di buoni, se si preferisce
          l'espressione, fra cui il cattivo si mischia
          sempre. :Il "cattivo" lo si riconosce quando fa la sua "cattiveria" - non c'è alcun bisogno di spiare milioni di "buoni" per stanare potenziali cattivi.
          • Leguleio scrive:
            Re: Mah..


            Solo che si capisce che sono cattivi

            solo dopo avere spiato almeno un migliaio

            di innocenti, o di buoni, se si preferisce

            l'espressione, fra cui il cattivo si mischia

            sempre. :

            Il "cattivo" lo si riconosce quando fa la sua
            "cattiveria" - non c'è alcun bisogno di spiare
            milioni di "buoni" per stanare potenziali
            cattivi.Le strutture antiterrorismo non la pensano così. Vogliono poter agire d'anticipo. :I cittadini, o almeno la maggior parte, la pensano come te. Ma su strutture come NSA o CIA hanno un controllo pressoché nullo.
          • krane scrive:
            Re: Mah..
            - Scritto da: Leguleio


            Solo che si capisce che sono cattivi


            solo dopo avere spiato almeno un
            migliaio


            di innocenti, o di buoni, se si
            preferisce


            l'espressione, fra cui il cattivo si
            mischia


            sempre. :



            Il "cattivo" lo si riconosce quando fa la sua

            "cattiveria" - non c'è alcun bisogno di
            spiare

            milioni di "buoni" per stanare potenziali

            cattivi.

            Le strutture antiterrorismo non la pensano così.
            Vogliono poter agire d'anticipo.
            :Se non fosse tutta una scusa per fare spionaggio industriale...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Mah..
            contenuto non disponibile
    • Qualcuno scrive:
      Re: Mah..

      Questo ovviamente non lo so. Parto dal
      presupposto che se uno è interessato a lavorare
      per la NSA, ma anche per la CIA, è totalmente
      d'accordo con le tecniche di spionaggio adottate,
      anzi, la selezione per poter essere ammessi
      consiste proprio in
      questo.Forse ti sfugge il concetto di "wistleblower": qualcuno che denuncia comportamenti illegali dentro l'azienda per la quale lavora. Sottolineo _illegali_.
      • Leguleio scrive:
        Re: Mah..


        Questo ovviamente non lo so. Parto dal

        presupposto che se uno è interessato a lavorare

        per la NSA, ma anche per la CIA, è totalmente

        d'accordo con le tecniche di spionaggio
        adottate,

        anzi, la selezione per poter essere ammessi

        consiste proprio in

        questo.

        Forse ti sfugge il concetto di "wistleblower":Che qui, nel discorso che stiamo facendo, non c'entra proprio nulla.
        qualcuno che denuncia comportamenti illegali
        dentro l'azienda per la quale lavora. Sottolineo
        _illegali_.Se sono davvero illegali, lo deciderà un giorno la Corte Suprema Usa. Per ora ci sono diverse pronunce, ma nessuna sentenza definitiva.L'Usa Patriot act è una brutta bestia. È facile dire che è incostituzionale secondo la loro Costituzione finché non lo si è letto per intero.Per l'intanto, lavorare per un'agenzia assimilata all'esercito, malgrado Snowden non fosse un militare né la NSA sia una struttura militare in senso stretto, e spifferare le informazioni, ha un nome preciso: si chiama tradimento. Funziona così, e non solo negli Usa.
    • Funz scrive:
      Re: Mah..
      - Scritto da: Leguleio


      Nessuno



      e' martire per



      vocazione.



      Ma no, qualcuno, pochi, ci sono. È
      una


      qualità ereditaria in genere inutile, e

      quindi


      sempre più in regresso per via

      dell'evoluzione


      darwininana.



      mah.

      Ci sono centinaia di migliaia di persone
      negli

      USA che conoscono quei segreti.

      Non così tante, togli almeno uno zero alla cifra.tu non hai la minima idea, come al solito.Se metti insieme tutte le persone che hanno una qualche security clearance, negli USA superano i 5 milioni.Fonte? Vattela a cercare.
      E un conto è conoscerli, un conto è avere la
      possibilità di copiarli e di fornirli in toto a
      un quotidiano, come ha fatto
      Snowden.Quando vieni a conoscenza di comportamenti del tuo governo, che sono in tutto e per tutto criminali e incostituzionali (e in questo caso lo sono eccome), denunciare è un dovere civile.

      E' assurdo

      pensare che nemmeno una si sarebbe mai fatto

      scrupoli di coscienza tanto da scoperchiare
      il

      calderone e rovesciarne per terra il
      contenuto

      maleodorante.

      Questo ovviamente non lo so. Parto dal
      presupposto che se uno è interessato a lavorare
      per la NSA, ma anche per la CIA, è totalmente
      d'accordo con le tecniche di spionaggio adottate,
      anzi, la selezione per poter essere ammessi
      consiste proprio in
      questo.magari come job presentation non c'era "spionaggio indiscriminato a tutti i cittadini e i politici e le aziende sia USA che stranieri"

      Negli USA protestanti ci tengono molto di
      più
      ai

      principi etici / morali, che nel nostro
      Paese
      di

      devoti servi cinicofessi

      chemm'e'freg'amme'.

      Non sono tutti protestanti.
      E anche difendere il proprio Paese è un dovere
      civico che rientra nella
      morale.Gli USA hanno negato i diritti fondamentali su cui si basa tutto il loro sistema democratico.Difendere il Paese vuol dire mettere fine a tutto ciò.Ma per te qualunque abuso il potere compia, è sempre giustificato.

      altro sciocco vizio nazionale: la
      dietrologggia...

      Tu dici?
      Un personaggio che dice che è favorevole allo
      spionaggio, ma poi lo denuncia con tanto di prove
      trafugate all'NSA, qualche dubbio sulle sue reali
      posizioni ideologiche lo pone. E Snowden ha detto
      proprio
      così.non far finta di non sapere la differenza tra "spionaggio", fatto ai danni di potenze straniere ostili, e la intercettazione sistematica ai danni dei propri cittadini e dei propri amici e alleati?E poi: chi se ne sbatte delle ideologie e delle motivazioni di Snowden?Le sue azioni parlano da sole.
      • Leguleio scrive:
        Re: Mah..



        Ci sono centinaia di migliaia di persone

        negli


        USA che conoscono quei segreti.



        Non così tante, togli almeno uno zero alla
        cifra.

        tu non hai la minima idea, come al solito.
        Se metti insieme tutte le persone che hanno una
        qualche security clearance, negli USA superano i
        5
        milioni.
        Fonte? Vattela a cercare.Convincerai anche i sassi: "È così perché lo dico io. Vuoi una conferma? Vattela a cercare!".No comment!
        Quando vieni a conoscenza di comportamenti del
        tuo governo, che sono in tutto e per tutto
        criminali e incostituzionali (e in questo caso lo
        sono eccome), denunciare è un dovere
        civile.Probabilmente sì: però denunciare ad un giudice Usa, oppure ad un'alta autorità politica Usa. Denunciare ad un quotidiano britannico, mentre si è già in fuga per Hong Kong, va un pochino oltre il dovere civico, secondo me. Vediamo gli sviluppi dell'accusa del DoJ, in ogni caso. Non ci sono precedenti uguali.

        Questo ovviamente non lo so. Parto dal

        presupposto che se uno è interessato a
        lavorare

        per la NSA, ma anche per la CIA, è totalmente

        d'accordo con le tecniche di spionaggio
        adottate,

        anzi, la selezione per poter essere ammessi

        consiste proprio in

        questo.
        magari come job presentation non c'era
        "spionaggio indiscriminato a tutti i cittadini e
        i politici e le aziende sia USA che
        stranieri"A volte queste cose sono sottintese...La carriera di Snowden con la CIA è iniziata nel 2007. Davvero si è accorto solo nel 2013 dell'ampiezza della sorveglianza di questi apparati? In alternativa, ha avuto una crisi di coscienza: ma una crisi di coscienza avvenuta dopo 6 anni?

        Non sono tutti protestanti.

        E anche difendere il proprio Paese è un
        dovere

        civico che rientra nella

        morale.
        Gli USA hanno negato i diritti fondamentali su
        cui si basa tutto il loro sistema
        democratico.Quali diritti fondamentali hanno negato? E a chi, di preciso?
        Difendere il Paese vuol dire mettere fine a tutto
        ciò.Se lo dici tu... :DHai dei consigli su come difendere il proprio Paese anche per cinesi e russi, o meglio, per chi lavora nelle loro agenzie di spionaggio? Ti ascolteranno subito.
        Ma per te qualunque abuso il potere compia, è
        sempre
        giustificato.Non stavamo parlando né di abusi di potere né di giustificazioni.Non correre, non saltare al passaggio successivo con questa fretta.


        altro sciocco vizio nazionale: la

        dietrologggia...



        Tu dici?

        Un personaggio che dice che è favorevole allo

        spionaggio, ma poi lo denuncia con tanto di
        prove

        trafugate all'NSA, qualche dubbio sulle sue
        reali

        posizioni ideologiche lo pone. E Snowden ha
        detto

        proprio

        così.

        non far finta di non sapere la differenza tra
        "spionaggio", fatto ai danni di potenze straniere
        ostili, e la intercettazione sistematica ai danni
        dei propri cittadini e dei propri amici e
        alleati?La differenza c'è. Ma non è su questo criterio che assumono persone alla CIA e all'NSA. In un mondo perfetto magari è così. Gli Usa sono ben lungi dall'essere perfetti.
        E poi: chi se ne sbatte delle ideologie e delle
        motivazioni di
        Snowden?
        Le sue azioni parlano da sole.La discussione iniziata da anverone99 parlava di questo aspetto, io commento questo aspetto, se permetti.Se non mi interessasse non sarei intervenuto. E vale anche per te.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Mah..
          Sei sempre il solito dietrologo, tu eri uno di quei pochi che credeva che Assage fosse uno stupratore... :D
          • Leguleio scrive:
            Re: Mah..

            Sei sempre il solito dietrologo, tu eri uno di
            quei pochi che credeva che Assage fosse uno
            stupratore...
            :DCensura!Frittata rivoltata!Luna additata!Pere melate!
  • Dario Decimo scrive:
    La guerra dei 13 anni...
    Forse, si sta dimenticando che c'è una guerra in Afghanistan che dura da circa 13 anni (e che stiamo pagando anche noi con le tasse)?... prima di crocifiggere Snowden, penso che gli USA dovrebbero studiare una via d'uscirta dall'Afghanistan (siccome l'ultima guerra l'hanno vinta con 2 bombe atomiche e poi, finita la WWII le tecnologie nucleari si sono diffuse nel Mondo (non basta vincere una guerra! bispgna pensare anche al giorno dopo...).
  • snowden e vivo e lotta con noi scrive:
    snowden e vivo e lotta con noi
    eccoli qui, gli italiani piccoli piccoli "a me non me ne fotte un XXXXX", "poteva pensarci prima", "affari suoi"... e via sbattendosene i XXXXXXXX.Comunqe sia, per qualunque motivo lo abbia fatto, snowden ha inciso il bubbone dal quale e' uscito lo schifo dell'NSA. Ma voi, italini piccoli piccoli, continuate pure a fregarvene e a giocare a farmville su facebook.In che schifo di paese mi tocca vivere.PS: "e allora vattene": preferirei ve ne andaste voi, cosi la qualita' media di sicuro salirebbe.
  • Toto Riina scrive:
    Re: Mah..
    Ben detto.Chi si fa i XXXXX suoi campa cent'anni.
    • Qualcuno scrive:
      Re: Mah..

      Chi si fa i XXXXX suoi campa cent'anni.Esatto, e l'Italia di oggi è la dimostrazione che questo modo di pensare funziona... O no? ;-)
  • Toto Riina scrive:
    giusto
    Ben detto.Chi si fa i XXXXX suoi campa cent'anni.
  • Kuros scrive:
    Il sistema americano
    Prima ti condannano e poi ti processano.
    • Leguleio scrive:
      Re: Il sistema americano

      Prima ti condannano e poi ti processano.Quello è il sistema italiano. Anzi, in quello italiano non è nemmeno scontato che ti processino, fai a tempo a morire di morte naturale, in certi casi. ;)
  • Etype scrive:
    ...........
    Snowden,meglio che metti radici altrove....
Chiudi i commenti