Laboratorio Anticontraffazione Microsoft

Si chiama così il Lab che Microsoft mette gratuitamente a disposizione dell'utente finale. L'azienda vuole analizzare al microscopio, si legge in una nota, se il prodotto è contraffatto. In cambio dà l'originale


Roma – Chiunque sospetti d’aver acquistato un programma Microsoft contraffatto potrà contare sul supporto del Laboratorio Anticontraffazione Microsoft. Se il prodotto risulterà effettivamente contraffatto, il rivenditore o l’utente riceverà in cambio un prodotto originale.

Si presenta così il “PID service” (Product IDentification Service), una iniziativa lanciata da Microsoft e finalizzata – si legge in una nota – “a riconoscere i prodotti software contraffatti con tecnologie tanto sofisticate da ingannare anche l’occhio più smaliziato”.

Il servizio, già testato nel corso dell’ultimo anno sul canale di vendita, è ora a disposizione gratuitamente degli utenti di software Microsoft, a tutti coloro “che hanno dubbi sull’originalità dei pacchetti software acquistati. Chi sospetta di essere in possesso di un prodotto contraffatto da oggi può inviare la copia in oggetto a Microsoft Italia per una perizia tecnica a cura degli esperti del Laboratorio Anticontraffazione Microsoft”.

Secondo l’azienda, quando programmi contraffatti vengono prodotti negli impianti clandestini può essere necessario analizzarli avvalendosi di particolari strumenti come luci ultraviolette e microscopi. “Inoltre – continua la nota – gli esperti esaminano attentamente i minuscoli graffi o segni che caratterizzano come un’impronta digitale tutte le copie prodotte da un certo impianto, confrontando esemplari di provenienza sospetta con copie rinvenute in precedenti sequestri di materiale illegale. Con questa approfondita analisi è quindi possibile avere una visione più completa del canale di produzione e distribuzione dei prodotti contraffatti”.

Il PID service è disponibile online qui e al numero verde 800876816 dove è anche possibile segnalare casi di pirateria.

Se l’esame del materiale inviato confermerà la contraffazione del prodotto, Microsoft si impegna a sostituire gratuitamente il pacchetto contraffatto con una copia originale del medesimo prodotto; diversamente, restituirà il prodotto originale al mittente. “In ogni caso – assicura l’azienda – il mittente verrà contattato nel giro di pochi giorni ed informato del responso degli esperti”.
Le spese di spedizione sono a carico di Microsoft.

Le condizioni richieste per usufruire del servizio sono che i prodotti:
– siano stati acquistati negli ultimi 6 mesi
– vengano inviati completi di ogni componente: confezione, licenza (se presente in formato cartaceo), CD-ROM, etichetta COA (se non ancora applicata al PC) per i sistemi operativi in versione OEM
– siano corredati di una fotocopia leggibile di regolare fattura/scontrino di acquisto
– siano accompagnati dal modulo PID Service compilato.

“La contraffazione – ha dichiarato Maria Paola Germano, Direttore Antipiracy di Microsoft Italia – è un aspetto in rapida crescita, nell’inquietante panorama della pirateria informatica internazionale”. “PID service – ha concluso – è un’iniziativa con cui intendiamo rafforzare i rapporti di fiducia reciproca fra l’azienda, i rivenditori e i consumatori onesti offrendo, con la sostituzione, un piccolo “premio simbolico” a tutti coloro che mostrano di credere e adoperarsi per la diffusione di una cultura del rispetto del diritto d’autore”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Link al sito
    Mi permetto di farvi notare che non avete dato il link al sito di OMA.Eccolo qua:http://www.openmobilealliance.org/
Chiudi i commenti