Le 3 migliori app per imparare l'inglese (2022)

Le 3 migliori app per imparare l'inglese (2022)

L'Italia è al 26esimo posto su 35 Paesi europei nella conoscenza dell'inglese: oggi ti consigliamo 3 app per impararlo senza sforzi.
L'Italia è al 26esimo posto su 35 Paesi europei nella conoscenza dell'inglese: oggi ti consigliamo 3 app per impararlo senza sforzi.

L’inglese è diventato ormai una sorta di lingua universale. Non solo moltissimi termini italiani sono stati sostituiti, ma quando si viaggia all’estero la gran parte dei cartelli e del personale di strutture ricettive e ristoranti parlano inglese. Tuttavia, secondo uno studio di TrueNumbers, l’Italia è al 26esimo posto su 35 Paesi europei nella conoscenza di questa lingua e solo il 19,7% dei giovani dipl0mati lo parla in modo fluente. In questo articolo ti parleremo delle 3 migliori applicazioni che puoi integrare nella tua routine quotidiana per imparare a tuo ritmo una delle lingue più parlare al mondo.

Mondly

1. Mondly (premiata come “App of the Year” e “Best of 2019)

Possiamo definire Mondly come una sorta di “insegnante tascabile” semplice, intuitivo e smart. È in grado di inserirsi senza problemi all’interno di qualsiasi routine per ottimizzare al massimo l’apprendimento delle lingue. Ma ciò che lo contraddistingue è il metodo applicato, che si distacca dalle classiche tecniche di memorizzazione a favore di lezioni pratiche e interattive, seguite da insegnanti madrelingua che si concentrano principalmente su argomenti pratici, conversazioni di vita reale, suggerimenti e feedback istantanei sulla pronuncia.

Al prezzo promozionale di 89,99 euro (anziché 1999,99) otterrai l’accesso a vita a 41 diversi corsi di lingua, centinaia di lezioni e l’interessante funzionalità Mondly AR che permette di apprendere sfruttando tutti i vantaggi della Realtà Aumentata. L’offerta al 95% di sconto è a tempo limitato: puoi accedervi direttamente cliccando questo link.

Babbel

2. Babbel

Babbel offre corsi di inglese per ogni livello, disponibili sia per desktop che per dispositivi mobili. Le lezioni durano in media venti minuti e includono un bel mix tra esercizi di conversazione (più riconoscimento vocale automatico), esercizi di grammatica e memorizzazione di nuove frasi, attraverso il metodo delle “flashcard”.

È indicata soprattutto per gli studenti, in particolare coloro che devono apprendere nuove regole grammaticali per esercitarsi, e per coloro che vogliono semplicemente intraprendere un percorso di apprendimento di una nuova lingua. Babbel offre un modello di pagamento ad abbonamento mensile, trimestrale, semestrale o annuale.

LingoDeer

3. LingoDeer

I corsi di LingoDeer sono progettati per portare gli utenti da un livello di inglese principiante a intermedio. A differenza delle altre applicazioni, LingoDeer tende a enfatizzare l’apprendimento di nuove parole all’interno di un contesto anziché tramite semplice ripetizione, in modo tale che la grammatica possa essere compresa più facilmente.

Le lezioni sono brevi e organizzate con una serie di attività, quiz e sfide facilmente risolvibili per testare il proprio livello. Il suo programma di apprendimento è più rigoroso rispetto alla concorrenza: puoi testare le sue funzionalità con la prima unità del corso di inglese, accessibile gratuitamente. In alternativa è disponibile un abbonamento mensile, trimestrale, annuale oppure acquisto una tantum con accesso a vita.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 30 set 2022
Link copiato negli appunti