Le email anonime? Identificabili

Ricercatori canadesi sostengono di aver messo a punto un algoritmo in grado di identificare con notevole accuratezza gli autori delle email (presunte) anonime. Una tecnologia ideale per facilitare il lavoro agli avvocati

Roma – Un team di ricerca della Concordia University ha messo a punto una nuova tecnica per l’identificazione degli autori di email anonime, potenzialmente in grado di fornire risultati a prova di aule di tribunale. L’obiettivo degli autori dello studio – pubblicato su Digital Investigation – è fornire uno strumento innovativo per combattere i cyber-criminali che si nascondono dietro la posta di provenienza ignota .

Benjamin Fung, professore della Concordia University, esperto di data mining e co-autore dello studio, spiega infatti che “nel corso degli ultimi anni si è visto un aumento allarmante nel numero di cyber-crimini inerenti le email anonime”, messaggi di posta indesiderata che possono “condurre minacce o pornografia infantile, facilitare la comunicazione tra i criminali o trasportare virus”.

Spesso un semplice indirizzo IP non basta a smascherare il vero responsabile di una campagna di spam o altro crimine telematico, e la nuova tecnologia di Fung e colleghi può aiutare le indagini identificando e raccogliendo delle vere e proprie “impronte digitali” univoche ricorrenti in una gran massa di messaggi di posta elettronica.

La tecnologia sviluppata nell’università canadese individua le caratteristiche univoche di ogni email – un errore di grammatica particolare, l’uso esclusivo del minuscolo e via elencando – le confronta con il resto della posta da analizzare ed è in grado di riconoscerne l’autore con un’accuratezza compresa tra l’80% e il 90%.

Per stabilire la qualità dell’algoritmo di identificazione, Fung e colleghi lo hanno testato su una raccolta di oltre 200mila email spedite da 158 dipendenti della defunta Enron Corporation . Analizzando 10 email scritte da 10 soggetti diversi, i ricercatori hanno appunto identificato gli autori reali con le percentuali di accuratezza succitate.

Nel valutare la possibile utilità della nuova tecnica di identificazione, Fung cita espressamente le aule di tribunale come scenario ideale per il suo impiego: “Affinché le prove siano ammissibili – spiega il ricercatore – gli investigatori devono spiegare il modo in cui sono arrivati alle loro conclusioni. Il nostro metodo permette di fare esattamente questo”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabiola_2011 scrive:
    ci sono avvocati e avvocati
    post rimosso-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 marzo 2011 21.55-----------------------------------------------------------
    • Asd scrive:
      Re: ci sono avvocati e avvocati
      Non per difendere scorza, ma te da avvocato ti metti dire che lo hanno pagato? Che gli hanno ordinato di scrivere un articolo?Puoi portare qualche prova per favore? Perché non sta bene accusare le persone...
    • Asd scrive:
      Re: ci sono avvocati e avvocati
      Dimenticavo, il vostro ordine professionale cosa penserebbe di questo suo scritto?Si è data la pena di verificare il fatto che Scorza sia un avvocato di nome e non di fatto???
      • Fabiola_2011 scrive:
        Re: ci sono avvocati e avvocati
        Sinceramente siamo pieni di avvocati di nome e non di fatto, avvocati che sono normalmente abilitati e spendono il titolo ma nella vita fanno esclusivamente o prevalentemente altro per questa o quella ragione di convenienza. Il mio pensiero parte dall'esperienza di avvocatessa, se lavori full time non hai neanche il tempo di leggere gli articoli, figurati di scriverli con tanto di particolari e tempestiva ricerca. Magari se hai qualche amico avvocato potrai avere conferma di quanto ho scritto..... però con questo non voglio offendere nessuno, se sono libera di dire quello che penso, penso che Scorza abbia davvero del tempo libero per scrivere assiduamente articoli. Chi lavora nel campo può trarre le sue conclusioni.Pagato o meno anche questo è un mio pensiero ma resta un dettaglio, PI è una testata e si presume che chi scrive venga remunerato. In una testata vi è pure un caporedattore o un soggetto che coordina le notizie e gli articoli e li assegna. Lui scrive assiduamente se non esclusivamente per le questioni di diritto informatico, se vuoi farne una questione di onore che lo faccia gratis falla pure, ma una testata non è una onlus.Se dopo che gli hanno fatto un salasso sulla faziosità dell'articolo continui a buttarla sul deontologico devo pensare che dietro il tuo nick ci sia qualcuno che l'abbia presa sul personale la cosa :-)
        • Asd scrive:
          Re: ci sono avvocati e avvocati
          Addirittura adesso io sarei Scorza sotto mentite spoglie!Ma dai su! Non ti sfiora il dubbio che Scorza magari ha finito di fare la gavetta e adesso in tribunale va per le cause più importanti, dedicandosi nel mentre all'insegnamento o alla divulgazione?Se uno è bravo magari emerge. O Coppi, tanto per citare uno conosciuto, si occupa ancora di cause per abigeato o contravvenzioni???A questo punto seguendo il tuo ragionamento potrei trovare nelle tue parole un po' astiose una rosicata nei confronti di Scorza perché lui ha tempo per scrivere articoli e te fai le fiamme in tribunale...Poi scusami ma da come hai scritto tu sembra che Scorza fosse stato pagato non in quanto giornalista per il lavoro svolto, ma pagato per scrivere cose di interesse per qualcuno.Io temo che tu non conosca affatto Scorza ma se vuoi conoscere meglio il suo cv dai un occhio qui http://www.guidoscorza.it/?Page_id=403 poi se ci dici dove trovare il tuo possiamo anche confrontarli, sono sicuro che sei un ottimo avvocato anche te...
          • Asd scrive:
            Re: ci sono avvocati e avvocati
            Ops, il link Del profilo non va, è http://www.guidoscorza.it/?page_id=403
          • Fabiola_2011 scrive:
            Re: ci sono avvocati e avvocati
            - Scritto da: Asd
            Addirittura adesso io sarei Scorza sotto mentite
            spoglie!questo lo dici tu.
            Ma dai su!
            Non ti sfiora il dubbio che Scorza magari ha
            finito di fare la gavetta e adesso in tribunale
            va per le cause più importanti, dedicandosi nel
            mentre all'insegnamento o alla
            divulgazione?Io infatti ho parlato di persone che dopo aver acquisito il titolo fanno prevalentemente o esclusivamente altro. Ad ogni modo sai qual è il punto?Uno che mastica diritto delle nuove tecnologie non solo da un punto di vista dottrinale ma anche strettamente forense si sarebbe risparmiato l'al lupo al lupo che l'articolo in questione rappresenta. Se tra le nuove tecnologie ci metti i contenziosi con le telecoumunicazioni sai bene che da circa 10 anni la pratica scorretta che telecom ora per prima rende trasparente contrattualizzandola la fanno gli altri operatori. Si tratta di un punto che dalle associazioni dei consumatori viene contestato da sempre e è spesso alla base di iniziative giudiziarie. A mio parere una notizia del genere andrebbe vista al contrario in positivo....Poi, se le cause che tratta scorza sono di altro genere, l'articolo resta secondo il mio pensiero più una gaffe editoriale e non faziosità come l'hanno evidenziata altri utenti.
            Se uno è bravo magari emerge. O Coppi, tanto per
            citare uno conosciuto, si occupa ancora di cause
            per abigeato o
            contravvenzioni???beh insomma, nel paese del bunga bunga mi risparmierei la tua massima meritocratica. Anche se su questo punto preciso di non alludere assolutamente a scorza, dico solo la mia.
            A questo punto seguendo il tuo ragionamento
            potrei trovare nelle tue parole un po' astiose
            una rosicata nei confronti di Scorza perché lui
            ha tempo per scrivere articoli e te fai le fiamme
            in
            tribunale...ecco, hai buttato la questione sul personale, il che mi fa riflettere su chi sia seduto dietro la tua tastiera... Il mio primo commento era una puntializzazione scaturita dalla infelice affermazione di geppo12:'Comuqnue non mi stupisco più di nulla. Mi risulta che il sig Scorza fa l'avvocato, mestiere che tra le proprie competenze annovera quella di difendere a spada tratta i delinquenti.'se da un articolo fazioso devi trarre la conclusione che noi avvocati siamo solo prodelinquenti allora no, col cavolo. Non fare di tutta l'erba un fascio.
            Poi scusami ma da come hai scritto tu sembra che
            Scorza fosse stato pagato non in quanto
            giornalista per il lavoro svolto, ma pagato per
            scrivere cose di interesse per
            qualcuno.anche questo lo dici tu e la tua malizia prevenuta.
            Io temo che tu non conosca affatto Scorza ma se
            vuoi conoscere meglio il suo cv dai un occhio qui
            http://www.guidoscorza.it/?Page_id=403 poi se
            ci dici dove trovare il tuo possiamo anche
            confrontarli, sono sicuro che sei un ottimo
            avvocato anche
            te...inizia con il tuo così capiamo che origine ha la tua posizione difensiva verso scorza no? :-)Se questo è lo spazio commenti non capisco perchè si debba additare chi non è in sintonia con l'autore di un articolo come 'rosicone' o altro che avete scritto anche per chi ha postato il proprio dissenso più sopra. A questo punto mettete un filtro e approvate solo chi lusinga.Fabiola-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 marzo 2011 18.34----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 marzo 2011 18.35-----------------------------------------------------------
          • Asd scrive:
            Re: ci sono avvocati e avvocati
            Quando si comincia a commentare frase per frase il trolleggiamento è in agguato, cmq mi adeguo quel tanto che basta:questo lo dici tu.Allora non fare illazioni, non sa bene buttare frasi qua e laIo infatti ho parlato di persone che dopo aver acquisito il titolo fanno prevalentemente o esclusivamente altro. Ma questo non è il caso, a meno che non mi dimostri che Scorza faccia prevalentemente o esclusivamente altro, se mi dimostri che scorza in vita sua ha discusso solo 4 cause in croce ti dirò che hai ragione da vendere, ma in ogni caso anche il parere di Scorza va rispettato o confutato con argomenti stringenti, perché almeno dal suo cv lo si può ritenere un esperto in materiaAd ogni modo sai qual è il punto?Uno che mastica diritto delle nuove tecnologie non solo da un punto di vista dottrinale ma anche strettamente forense si sarebbe risparmiato l'al lupo al lupo che l'articolo in questione rappresenta. Se tra le nuove tecnologie ci metti i contenziosi con le telecoumunicazioni sai bene che da circa 10 anni la pratica scorretta che telecom ora per prima rende trasparente contrattualizzandola la fanno gli altri operatori. Si tratta di un punto che dalle associazioni dei consumatori viene contestato da sempre e è spesso alla base di iniziative giudiziarie. A mio parere una notizia del genere andrebbe vista al contrario in positivo....In questo ad esempio io ho idee diverse sia da Scorza che dalle tue, ma non per questo ne faccio una questione di titoli o di numero di processi seguti, si può dissentire senza salire su un pulpito o accanto al pulpito dove sta ScorzaPoi, se le cause che tratta scorza sono di altro genere, l'articolo resta secondo il mio pensiero più una gaffe editoriale e non faziosità come l'hanno evidenziata altri utenti.Quindi adesso il nodo gordiano è sul tipo di cause che tratta Scorza? Civile, penale, cosa?beh insomma, nel paese del bunga bunga mi risparmierei la tua massima meritocratica. Anche se su questo punto preciso di non alludere assolutamente a scorza, dico solo la mia.Meritocrazia? Io parlavo di evoluzione nella professione, o un luminare in trapianti leva anche le appendiciti di routine?ecco, hai buttato la questione sul personale, il che mi fa riflettere su chi sia seduto dietro la tua tastiera... Il mio primo commento era una puntializzazione scaturita dalla infelice affermazione di geppo12:Sul personale ci sei andata te, dicendo che te sei titolata a confutare scorza perché te fai le cause e lui no, ma il tono delle tue parole mi sembrava un po risentito. È una mio opinione fallace come quella di tutti, ma la riporto lo stessose da un articolo fazioso devi trarre la conclusione che noi avvocati siamo solo prodelinquenti allora no, col cavolo. Non fare di tutta l'erba un fascio.Io non faccio di nessuna erba un fascio, so perfettamente che voi non siete pro delinquenti, mi fai così arretrato?anche questo lo dici tu e la tua malizia prevenuta.È ovvio che lo dico io, è una mia opinione, la sto esponendo e tutti la possono confutare, ma la malizia prevenuta la puoi anche risparmiare, altrimenti dimostrami in cosa sono prevenutoinizia con il tuo così capiamo che origine ha la tua posizione difensiva verso scorza no? io sono solo un lettore di PI che passava di qua, non devo esibire i miei titoli per esprimere un parere.Te i tuoi li hai invece usati come parte del tuo commento, li hai tirati in ballo te parlando di " ci sono avvocati e avvocati" ed ora io chiedo ok mostraceli i tuoi titoli così valutiamo che di voi due è più preparato. Se non ti fossi paragonata a Scorza, che dimostri di non conoscere troppo, lungi da me lidea di chiedere chi sei cosa fai e quanto sei brava. Se questo è lo spazio commenti non capisco perché si debba additare chi non è in sintonia con l'autore di un articolo come 'rosicone' o altro che avete scritto anche per chi ha postato il proprio dissenso più sopra.Io non addito nessuno, la mia è unopinione MIA e basta, da come scrivi a me sembra questo, ma la mia opinione è come la come la tua, ne più importante ne meno,io scrivo e argomento, chi legge poi si fa unulteriore opinione su noi due, magari pensando che io sono un demente totale e te hai ragione da vendere.Mi sono permesso di commentare solo perché conosco il lavoro divulgativo di scorza, lo leggo spesso con piacere, molte volte non condivido quello che dice, ma mai mi sarei permesso di criticarlo per i suoi meriti o demeriti, al limite se non sono daccordo entro nel merito della questione.Se tu ad esempio invece di dire(semplifico) Scorza non ha mai fatto cause, non sa di cosa parla, ed in tribunale uno così inesperto di pratica forense lo rovinano, mentre a menon mi capita perché mi facciio il mazzo fulltime, avessi detto Scorza dice XXXXXXX perché normalmente in un proXXXXX la legge tal dei tali, il codice del consumo al punto X, il comma 4 del regolamento Y dicono che eccetera eccetera avresti fatto un figurone, invece, sempre secondo il mio modesto parere,sei arrivata facendo una premessa sulla tua presunta (perché non conosco nulla di te) migliore capacità forense per avvalorare le tue tesi. A questo punto mettete un filtro e approvate solo chi lusinga.Mettete chi? Io non centro niente con PI, con Scorza o con altri, parlo per me, non difendo Scorza perché lo conosco personalmente ne perché mi divido con lui una birra la sera.Mi spiace di essermi dilungato troppo, ormai rasento il flame, chiedo scusa a tutti
          • Fabiola_2011 scrive:
            Re: ci sono avvocati e avvocati
            Vedi Asd io leggo una certa malizia prevenuta nelle tue affermazioni.Soprattutto quando dici sulle mie frasi 'semplifico' e ti fai cattivo interprete dei miei pensieri, come hai già fatto sul discorso del compenso per chi collabora con una testata, quasi fosse un disonore percepirlo.Semplifichi male e lo fai dal primo momento che ho scritto, prendendo il mio primo post sarcastico e pungente come scontro personale tra me e scorza. Per questo, e non me la bevo che sei di passaggio, ti sei in qualche modo sentito tirato in ballo quando ho espresso il mio pensiero.Persino un troll (non sto dicendo che lo sei, è un esempio, non malignare di nuovo!) non si prenderebbe la briga di rispondere riga per riga per un qualcosa che non lo tocca da vicino... dovresti rileggere i tuoi interventi. Tu non sei scorza ma non sei nemmeno un utente qualsiasi. :)Tornando al merito del topic, io ho voluto sollevare un distiguo, e capiscilo una volta per tutte, un DISTINGUO, sulla base dell'infelice sillogismo di geppo12:'chi scrive un articolo del genere su telecom è avvocato quindi gli avvocati sono prodelinquenti'per precisare che ci sono avvocati e avvocati. Avvocati che fanno esclusivamente o PREVALENTEMENTE una cosa, in questo caso articoli e divulgazione come quello in questione e altri che nel mentre sono a sbattersi FULL TIME in studio e che proprio per questo non hanno neanche il tempo di fare la cosa che fanno i primi e che a maggior ragione non devono rispondere degli effetti e delle critiche che i primi ricevono o di quello che questi combinano!L'autore dell'articolo in questione poteva anche non essere scorza, avrei scritto la stessa cosa. Ho già precisato che non volevo offendere nessuno, ma esprimere SOLO il mio pensiero risentito su una generalizzazione che non accetto assolutamente.Viceversa se geppo12 non avesse scritto quello che ha scritto avrei taciuto!Leggo il nome di scorza un giorno su un sito, un giorno su un altro, un giorno è in un convegno, un giorno esce un suo libro. Se hai tempo per fare tutto questo allora o hai il dono dell'ubiquità o dedichi il tuo tempo eslcusivamente o prevalentemente a queste cose perchè lo ritieni più conveniente o perchè, come sostieni tu, sei realizzato e te lo puoi permettere. Io non ci vedo nulla di male in questo, tu invece perchè l'hai presa per una cosa offensiva???Osserva Asd: l'affermazione'Non ti sfiora il dubbio che Scorza magari ha finito di fare la gavetta e adesso in tribunale va per le cause più importanti, dedicandosi nel mentre all'insegnamento o alla divulgazione?'viene della tua tastiera, vedi che lo ammetti anche te che la sua attività potrebbe differire in qualche modo da quella full time degli altri avvocati? Sei malizioso nel momento in cui tiri in ballo i curriculum e parli di titoli ecc. e fai una differenziazione basata sul confronto personale,come se avessi dato a scorza della cippa ignorante e raccomandata. Etichetta mai data e che non mi permetterei di dargli mai.Io non ho attaccato il suo curriculum ma sono strafiera del mio, come sono strafiera delle mie idee e ho espresso il distinguo sulla base del tempo che necessariamente devi togliere all'attività forense in senso stretto se vuoi fare anche l'articolista o divulgatore. Col rischio poi di fartene uscite editoriali come questa.Chi esercita 24hx7 e si divide tra udienze, ricevimento clienti, studio delle problematiche, redazioni atti (specialmente quelli urgenti)ecc. ha indubbiamente un'impostazione professionale poliedrica rispetto a chi svolge attività dottrinale. E' un dato di fatto.Tant'è verò che le vicende che possono presentarsi nella quotidianità hanno quella varietà che spessissimo neanche nei testi di dottrinatrovi. Questo costituisce una DIFFERENZA tra avvocati e avvocati. Tu invece l'hai buttata maliziosamente su un'invettiva diretta contro scorza e i suoi titoli. Non conoscendo Scorza mi sono astenuta dal dargli dell'impreparato o incompetente e per un solo articolo non l'avrei mai dato.Rileggi i miei posts, l'ho forse scritto? E non semplificare occhio... sii pignolo... dove è scritto espressamente?Ho espresso il mio parere sulla base della MIA esperienza e di un fatto alquanto notorio tra gli avvocati.Cosa vuoi che ti provi? questo? E perchè? Ho dato del ladro a qualcuno? Dico la mia e parlo per esperienza, se vuoi la prova VAI DA ALTRI AVVOCATI E CHIEDI. Non ho scritto che scorza è scarso, che non è avvocato o che vive rapinando le vecchiette, ho scritto che per me non sa del fenomeno della limitazione di banda perchè ha fatto un articolo SPEDITO contro Telecom gridando al lupo al lupo.Secondo te se uno sa bene di una pratica del genere avrebbe scritto allo stesso modo l'articolo?E a che pro sentiamo? Per autolesionismo professionale?Ultima cosa, hai parlato di quello che fa scorza come naturale evoluzione della professione, e su questo mi deludi intellettualmente in quanto probabilmente qualifichi il mondo in base ai titoli accumulati. Che non è cosa sbagliata, ma è un ragionamento a mio parere gretto perchè le persone fanno anche scelte di vita diverse. Faccio un esempio: se uno dopo la laurea decide di iniziare a lavorare, mentre l'altro si dedica alla carriera universitaria non puoi mettere in croce il primo perchè ha scelto di vivere così e tappargli la bocca se il secondo dice cose sbagliate.Se uno decide di fare il medico generico e non è d'accordo con quello che dice un primario non gli si può dire che rosica. Questa è VERA grettezza mentale. La gente fa anche delle scelte di vita e le fa per tanti e diversi motivi.Secondo il tuo modo di pensare chi siede in Parlamento merita di sputare anche in faccia alla gente e chi lavora alla posta deve solo tacere e venerarlo? E se una postina sognava sin da bambina di fare la postina? E' una fallita e deve subire offese dal suo direttore che è presumibilmente più titolato di lei?E il lettore medio (e commentatore) di PI è laureato a Oxford o può essere anche il giornalaio sotto casa? Se è il giornalaio sotto casa o il pizzaiolo all'angolo e non è d'accordo con un redattore deve cacciare il suo CVitae altrimenti deve tacere?
  • gianpiero ruiu scrive:
    commento
    Vorrei fare questa considerazione:Se io mi prendo un server per farci un sito(in housing),decido anche la banda con cui il mio server sara collegato in rete.La quantità di banda la decido in base a quanti navigatori penso ariveranno al mio sito.Se decido di farmi un collegamento adsl decido la banda in base a quanto scarico dalla rete.Telecom vende la banda che serve sia per i server e sia per l'adsl.Lo fa con offerte proprie o vendendo banda ai provider.Quindi dovrebbe vendere tot banda unicamente se puo passare nella propria infrastrutura di rete tot dati .Questo perchè tot banda corrisponderà quasi sempre a una determinata quantità di tot traffico.E come se la compagnia eletrica, facendo molti alacci,ma non avendo la produzione di corrente per i nuovi clienti, la togliesse o la riducesse quando c'è troppo consumo.Lancio un apello affinchè non ci facciamo XXXXXXX.Se compriamo un servizio lo dobbiamo avere.
  • Drago Berto scrive:
    Pagamento bollette a discrezione
    Basterà pagare a discrezione:Allo scopo di garantire l'integrità del proprio conto in banca e il diritto da parte della dell'utente di accedere ai servizi di connettività ad internet anche nelle fasce orarie in cui il traffico dati è particolarmente elevato, nel rispetto del principio di parità delle parti e ove necessario, si riserva la facoltà di pagare le bollette in maniera soggettivamente determinata dalla piacevolezza della navigazione.
  • rover scrive:
    Problema risolto !!!!!!
    In seguito a ristrutturazione ai vertici, sapete chi è, dopo Bernabè, come n.2 di Telecom Italia?Quello che vestito da Napoleone vinse la battaglia di Waterloo.Andate indietro di pochi anni con la memoria.....e pensate a un nome: Luca Luciani.Siamo a cavallo...di un ronzino!
  • fred scrive:
    Lista delle centrali limitate
    La limitazione partiva 11 giorni fa ma la lista e' vuota; che non abbiano ancora comiciato o e' la pagina a non ricevere aggiornamenti?il link:http://assistenzatecnica.telecomitalia.it/at/portals/assistenzatecnica.portal?_nfpb=true&_windowLabel=InformazioniPortlet&_pageLabel=InformazioniBook&nodeId=/AT_REPOSITORY/130002
  • geppo12 scrive:
    Re: Per la redazione - Così no!
    La libertà tanto invocata in questi luoghi mi impone di rimanere. Strano che la libertà vada invocata quando fa comodo e dimenticata quando è scomoda.Giuseppe
  • sxs scrive:
    La bocca della verita'
    Ma basta cacchiate!Io ho tutti i diritti di usare sempre a pallala mai adsl, loro hanno il dovere di offrire contratticon indicata una banda garantita (salvo guasti ovviamente)e far pagare in proporzione. Punto e basta!Ma preferiscono scrivere balle!!!Scrivano: "flat 56K" invece che millemilamegabytealsecondo,e ammettano che non sono in grado di far di meglioe che invece di investire nelle infrastrutturese li mettono in tasca!!!
    • SenzaPB scrive:
      Re: La bocca della verita'
      In realtà tu hai il dovere di leggere il contratto che firmi e poi hai il diritto di rivalerti se il servizio offerto non rispecchia quanto pattuito.
      • Rover scrive:
        Re: La bocca della verita'
        Se il livello di comprendonio è lo stesso che si evince dai molti commenti su PI, fanno bene a non leggere. Tanto non capirebbero, e quindi risparmiano tempo.Comunque credo che la soluzione Telecom sia la più trasparente, anche se non sarebbe male che AGCOM dicesse la sua, e al contempo sollecitasse Telecom a migliorare la rete.Ma AGCOM è composta da amici e amici degli amici, che non sono troppo amici della clientela.
    • Forse_si scrive:
      Re: La bocca della verita'
      Infatti io avrei lasciato un bel ADSL 640k, che era la banda di tanti anni fa e che è rimasta uguale.Poi avrei aggiunto la clausola "o maggiore" a seconda del posto in cui ti trovi.Ma se vedi una ADSL "Telecom 640k+" ed una "20 Mega" di FastWeb, quale delle due scegli avendone la possibilit?Il mondo è fatto così, il marketing ha la sua importanza.
  • darksenderl scrive:
    Mi vien da ridere
    Mi vien da ridere la sveglia della Telecom e finita sulla testa di tutti i suoi abbonati,come si era discusso anni fà mancanza di banda quindi la impossibilità persino come un colosso (ex monopolio Telecom)di garantire performance di adsl dignitose... gli tocca fare marcia indietro,anzi aggiungere una clausola che (legalizza) l'abbassamento della frequenza a piacimento della (telecom) senza specificare neanche da che ora a che ora si potrà avere un amarcord di cosa voleva dire (ADSL SENZA LIMITI!!!!)e cosa volevate? Senza investimenti di ampiamento nada Adsl(senza limiti)e il caso di dire (Welcome to Paradise) a chi si abbonerà da domani in poi.:-)
    • Rover scrive:
      Re: Mi vien da ridere
      Sul fatto che la rete non sia un fenomeno velocistico è noto e siamo tutti d'accordo, penso.Che senza limiti NON significhi quello che pensi tu, ma senza limiti di ore in contrapposizione all'altro tipo di genere di contratto che è appunto di tipo a consumo è altrettanto noto.
      • Mat scrive:
        Re: Mi vien da ridere
        Scusa rover, ma dove sta scritto che senza limiti vuol dire senza limiti di tempo?Non potrebbe essere senza limiti di velocità, di banda, di orario, di destinazione?Perché va bene la tua o la loro interpretazione e non la mia o quella di un altro?Se è senza limiti di tempo che scrivessero così nella pubblicità e ovunque, così uno non la compra.In un contratto non esistono sottintesi e secondo me manco gli asterischi ci vorrebbero, basterebbe che la definizione breve fosse esattamente uguale alla descrizione reale del bene o servizio e niente sotterfugi ne font piccoli.Se scrivi "senza limiti" in carattere arial 12, bene, ci devi aggiungere "di tempo" subito attaccato e sempre in arial 12 se non maggiorePsMuuuuuuuuu
      • AMEN scrive:
        Re: Mi vien da ridere
        - Scritto da: Rover
        Che senza limiti NON significhi quello che pensi
        tu, ma senza limiti di ore in contrapposizione
        all'altro tipo di genere di contratto che è
        appunto di tipo a consumo è altrettanto
        noto.Noto a chi? NON è specificato.
  • Nome e cognome scrive:
    Trasparenza lodevole
    La politica di Network Management di Telecom Italia è *veramente* limitata a singole località e solo alle ore di maggior traffico, e lelenco delle centrali interessate è ben visibile a tutti.Una bella differenza rispetto agli operatori alternativi che, dopo aver usato le medesime parole, hanno introdotto filtri 24/7 sullintero territorio italiano.
    • Mat scrive:
      Re: Trasparenza lodevole
      Veramente?Veramente come?Mi citi una legge o un regolamento dove sta scritto?Altrimenti io mi metto a rapinare banche e poi se mi arresteranno dirò che io sono veramente innocente!E polizia, giudici e tutti gli altri mi crederanno sulla parola, lasciandomi andare alle Bahamas a godermi la mia meritata pensione.Ma per cortesia, su, siate seri...
      • Gnomo e cognomo scrive:
        Re: Trasparenza lodevole
        te chai grossa crisi
        • Mat scrive:
          Re: Trasparenza lodevole
          Mi scusi maestro Quelo, non l'avevo vista!;-)Mi firma un foglio di carta dove dichiara che da oggi accetta un mio versamento di 1 euro al mese? Io mi impegno solo a fare un versamento di un euro al mese al mese, però lei si impegna in modo che io possa decidere a mio gusto se cambiare il segno e l'importo dell'operazione, ovvero mi da facoltà a di fare un prelievo di una qualsiasi cifra quando mi pare.Vediamo se così è più facile da comprendere un contatto con clausole che permettono di variare i termini dell'accordo a piacere di una sola parte...
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Trasparenza lodevole
        Ti guardi la pagina delle centrali interessate... è vuota.
        • Mat scrive:
          Re: Trasparenza lodevole
          Ma sei de coccio?Ma se domani la levano la pagina te che fai?Non sono obbligati a metterla, la possono far sparire o metterci le ricette del budino.Non ha nessun valore legale se cambiano idea, capisci?Te potrai solo rescindere il contratto e basta, ma se mai vorrai Internet passerai nolente o volente per loro, visto che quasi tutta la rete in Italia è loro...È tanto difficile il concetto da capire? È difficile capire che il contratto consente a loro di cambiare quello che ti vendono ma non permette a te di cambiare il prezzo a cui lo acquisti?Se mi dici ok a me sta bene, perfetto, sono opinioni e scelte personali rispettabilissime, ma non mi dire che sono bravi perché ti dicono mettono in una paginetta e sono trasparenti, sono trasparenti che gli altri, te lo hanno scritto nel contratto che fanno come gli pare!Tutti lo possono fare a termini di contatto, se decidono da domani basta YouTube, beh fine dei giochi, puoi solo decidere di disdire.E se tutti fanno cartello ti attacchi e basta!È bello poter cambiare le regole in corsa, vero?
        • Pitagora scrive:
          Re: Trasparenza lodevole
          - Scritto da: Nome e cognome
          Ti guardi la pagina delle centrali interessate...
          è
          vuota.Questo perché non stanno filtrando...
      • Rover scrive:
        Re: Trasparenza lodevole
        Tu sei i famoso bue che dà del cornuto all'asino.Ciauzz
  • echoesp1 scrive:
    Meccanismo ben più complesso
    Ovviamente ci sono sostenitori e non di questo modello di gestione della banda, e si intuisce da subito che la questione non è così "bianca o nera".In realtà il fornitore di accessi in quanto tale non si dovrebbe curare dei contenuti, cioè del modo in cui gli utenti che pagano il servizio utilizzano la banda. Poi però noi utenti firmiamo un contratto dove le clausole permettono all'ISP di fare ciò che sta succedendo (e ricordo che siamo noi a sottoscriverlo di nostra spontanea volontà).Senza far polemica mi sento di segnalare qualche approfondimento sulla neutralità della rete, e dei vari modelli che potrebbero "migliorare" la situazione sia per i fornitori che per gli utilizzatori:https://secure.wikimedia.org/wikipedia/it/wiki/Neutralit%C3%A0_della_Retehttp://blog.neutralaccess.net/2011/01/nan-a-ciascuno-il-suo-ruolo/
  • Frank scrive:
    Domanda
    E' già attivo questo meccanismo? Da qualche giorno noto una connessione altalenante...
    • Confermator e scrive:
      Re: Domanda
      Si, ci sono problemi ultimamente, ma non ho capito se sono specifici di Telecom Italia oppure più generalizzati.Personalmente ho riscontrato, sia al casa che al lavoro (in momenti diversi) gli stessi sintomi: non assenza di connettività, ma lentezza esasperante che impedisce il corretto caricamento delle pagine (in pratica funziona solo Google (solo il motore di ricerca) o pagine equivalentemente "leggere"), molte pagine rimangono bianche, di altre si carica solo la testata.Poi passa.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Domanda
      Potenzialmente sì, ma in realtà i filtri non sono ancora stati attivati su nessuna centrale.
  • MikDic scrive:
    Beh in parte ho hanno tutti i torti :
    Ovvio che primi di di tutto deve aumentare la banda vera disponibile per tutti. Però d'altra parte ci sono zone (che come la mia) che nei pomeriggi tutti i ragazzini (e non solo) con muli, torrenti etc a palla, e per me che sono lontano dalla centrale la bansa si assottiglia hce ho difficolta an he solo a navigare (o fare teleassistenza ) Quindi corretto che chi vuole scaricare è meglio che lo faccia in momenti notturini piuttosto che intasare chi con internet ci lavora....Ps gli altri gestori questo lo hanno SEMPRE fatto perche cosi a parita di banda gestiscono molti piu contratti.
    • mah scrive:
      Re: Beh in parte ho hanno tutti i torti :

      Quindi corretto che chi vuole scaricare è meglio
      che lo faccia in momenti notturini piuttosto che
      intasare chi con internet ci
      lavora....Qui si parla di contratti "casalinghi"... sei tu che intasi il P2P con applicazioni per guadagnarti la pagnotta. Se hai la necessità di lavorare da casa dovresti orientarti verso un'offerta business; certamente non avresti problemi a scaricarti l'IVA, vero?
      • firebat792 scrive:
        Re: Beh in parte ho hanno tutti i torti :
        Purtroppo non sempre le linee business risolvono il problema. Qui dove lavoro abbiamo una di quelle ma le prestazioni degradano regolarmente nel pomeriggio, presumibilmente proprio a causa della gente che scarica a manetta. Qui però la questione è un'altra: per anni Telecom & c. hanno spinto le ADSL flat con messaggi tipo "scarica velocemente film e musica dal web! 24 ore su 24! Senza limiti!" ben sapendo:1- che connessioni flat casalinghe si vendono soprattutto per il P2P e simili;2- che l'infrastruttura di rete era in molte località obsoleta/fatiscente/non in grado di supportare al meglio certi volumi di traffico e soprattutto certi numeri di connessioni contemporanee. Ora che sono alle strette invece di reinvestire almeno parte degli utili in un doveroso upgrade della rete si riservano il diritto di bloccare arbitrariamente il tipo di traffico che più gli aggrada. Il fatto è particolarmente grave nel caso di Telecom, che purtroppo ha ancora la proprietà della rete.
    • sxs scrive:
      Re: Beh in parte ho hanno tutti i torti :

      Quindi corretto che chi vuole scaricare è meglio
      che lo faccia in momenti notturini piuttosto che
      intasare chi con internet ci
      lavora....Ma neanche per niente!!!E' il fornitore di connettivita' che deve bilanciareil carico! Se a te risulta la banda esaurita il disservizionon e' imputabile agli altri utenti!Ma dico, cosa ci vuole per capire una cosa cosi' semplice!!Vi stanno facendo fessi!
      • Gasogen scrive:
        Re: Beh in parte ho hanno tutti i torti :
        Vendita di un bene limitato come illimitato, qualcuno lo chiama overbooking, qualcun altro azzarda chiamandola truffa.Fai la tua scelta.
  • Biblet 4 ever scrive:
    Per la redazione - Così no!
    Ma quando tutti gli altri operatori hanno limitato la banda che avete fatto/detto?Solo ora che Telecom si decide, per altro in maniera ben più trasparente di altri operatori, a filtrare il traffico, cominciare a scriverne?Non vi sembra un po' fazioso?
    • culiOS scrive:
      Re: Per la redazione - Così no!
      - Scritto da: Biblet 4 ever
      Ma quando tutti gli altri operatori hanno
      limitato la banda che avete
      fatto/detto?

      Solo ora che Telecom si decide, per altro in
      maniera ben più trasparente di altri operatori, a
      filtrare il traffico, cominciare a
      scriverne?

      Non vi sembra un po' fazioso?Probabilmente usano tutti Telecom...
      • Mat scrive:
        Re: Per la redazione - Così no!
        Non si tratta di essere faziosi secondo me, la cosa che è preoccupante è che è Telecom a cominciare a fare una cosa del genere.Finché lo fa un provider minore che per essere competitivo ha prezzi bassi e rivende molto più di quanto gli consentirebbe la banda acquistata (da Telecom peraltro) basta che io la sappia prima, magari non mi serve il p2p ed ho pochi soldi.Ma se lo fa Telecom io mi preoccupo perché forse è un indizio che le reti sono a tappo e non vogliono spendere un euro per rimodernare, altro che NGN.E Telecom ha migliaia di chilometri di fibra posata e spenta, soprattutto in dorsali, solo che finché qualcuno, tipo lo stato cioè noi, non gli finanzia l'ammodernamento non farà nessuna miglioria.Intanto ci tiene belli digitalmente divisi, senza alta velocità, tanto quando sarà indispensabile lo stato i soldino li tirerà fuori.
        • Francesco scrive:
          Re: Per la redazione - Così no!
          Mat una curiosità: su tutto il tema investimenti/digital divide/innovazione non ti aspetti nulla o non chiedi nulla agli altri operatori?Sono società che macinano miliardi di utili, sarebbe ora che facessero qualcosa, non credi?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            Quanti fanboy Telecom ci sono qui che la giustificano in tutti i modi possibili?Faccio notare che su pi si parlava degli isp concorrenti a Telecom che limitavano la banda senza dire niente!
          • Basco scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            - Scritto da: Sgabbio
            Quanti fanboy Telecom ci sono qui che la
            giustificano in tutti i modi
            possibili?

            Faccio notare che su pi si parlava degli isp
            concorrenti a Telecom che limitavano la banda
            senza dire
            niente!Secondo te fare un ragionamento e dare ragione a Telecom significa essere fanboy?Ti ricordo che sei un fanboy dei vari pd-idv... per cui dare del fanboy ad altri è forse un po' ipocrita. No?Qui Telecom limita le risorse per garantirle a tutti, così come fanno da tempo tutti gli altri operatori.C'è una differenza: Telecom pubblica un documento, indicando modalità, orari e cosa sarà filtrato (ad esempio non il voip). Questa è trasparenza, mi chiedo dove sia stata la trasparenza di Vodafone, Wind e gli altri.
          • delfi5 scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            Non avete capito una cippa. Il problema è elementare. Il fatto che Telecom Italia, sia costretta ad attuare una tale politica di gestione della banda, deve far suonare un capannello d'allarme per interrogarsi sulla qualità e bontà delle nostre reti TCL del nostro vecchio, grande ISP.
          • geppo12 scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            oppure forse è pieno di gente che usa una risorsa preziosa in modo improprioGiuseppe
          • delfi5 scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            In che senso improprio? Perché limitare la libertà di qualcuno?
          • geppo12 scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            perchè nessuno ti ammazza anche se ti detesta, perchè per la pacifica convivenza risulta necessario limitare le libertà individuali. Purtroppo pare che questo concetto nella Rete non attecchiscaGiuseppe
          • AMEN scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            - Scritto da: geppo12
            oppure forse è pieno di gente che usa una risorsa
            preziosa in modo
            improprioIo partecipo a molti progetti di calcolo distribuito e faccio download/upload di grandi quantità di dati. Limito, ovviamente, la banda di chi legge il Corriere della Sera. E' uso improprio il mio? Chi lo stabilisce?
          • iRoby scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            Sparisci, moralista da 4 soldi
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            - Scritto da: geppo12
            oppure forse è pieno di gente che usa una risorsa
            preziosa in modo
            improprio

            GiuseppeMeno male che ci sei tu a distribuire patenti di "proprietà d'uso" delle risorse.
          • geppo12 scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            Fino a che qui ci sarà gente che difende il P2P a spada tratta, sarà solo una guerra di religione. La verità è molti di quelli che scivono su questo sito amano scaricare a gratis, considerano un sopruso dittatoriale il fatto che ci siano leggi che limitino il P2P e qualunque misura tecnica e/o legislativa atta a limitare questo fenomeno. Lo stesso network shaping, nonostante gli esempi, a mio avviso ridicoli del sig Scorza, andrebbe ad incidere molto di più sul P2P che sul voip e/o su visioni youtube Con questi presupposti la gente come me che segue le regole anche se non le condivide perchè crede nel sistema verrà sempre masse all'angolo, da gente che, in puro spirito, italico contesta ogni cosa che da fastidio con motivazioni risibiliGiuseppe
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            - Scritto da: geppo12
            Fino a che qui ci sarà gente che difende il P2P a
            spada tratta, sarà solo una guerra di religione.
            Io credo il contrario, e cioè che finchè qualcuno penserà che i propri convincimenti siano la Verità assoluta ed indiscutibile e che chi non concorda sia in qualche modo qualcuno che scientemente sbaglia per pura convenienza, in altri termini sia "malvagio", non si assisterà ad altro che al muro contro muro.

            La verità è molti di quelli che scivono su questo
            sito amano scaricare a gratis,la Verità è che se tu continui a metterla sul personale non potrai ricevere altre risposte che pernacchie.
            Con questi presupposti la gente come me che segue
            le regole anche se non le condivide perchè crede
            nel sistema verrà sempre masse all'angolo, da
            gente che, in puro spirito, italico contesta ogni
            cosa che da fastidio con motivazioni
            risibiliIl fatto che tu non sappia controbbattere con argomenti convincenti non vuol dire che i malvagi italici abbiano motivazioni ridicole.Il vero problema è che tu le ragioni degli altri manco le ascolti, perchè preferisci credere che tu sei quello corretto, saggio e savio, e tutti gli altri una manica di "XXXXXXX". Il problema pero' è tutto il tuo che così non ti dai la possibilità di evolvere.
          • geppo12 scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            Potresti avere ragione se si parlasse di cose legali. Ma visto che il P2P è, fino a prova contraria illegale io sono contro.Forse sarò rigido, ma se ci sono delle regole penso che non bisogna violarle. Se qualcuno fa queste regole un motivo ci sarà.Se segui le regole il mercato evolve in maniera corretta (esempio servizi come Netflix negli stati uniti) se le regole non si seguono l'evoluzione è caotica e disordinata dove chi deve investire non investe perchè visto che non si sono paletti per nuovi servizi rigidamente disciplinati, ma c'è il far west.Circa il fatto che la metto sul personale hai ragione. Sono molto arrabbiato con gente come il sig. Scorza che al posto di illuminare le persone verso una migliore comprensione della rete scrivano articoli, a mio modesto parere pieni di cosciente disinfomrazione.Vorrei farti notare quello già detto da altri.1) telecom è una delle poche a non bloccare il VOIP: vero perchè io con Alice faccio telefonate in SIP tramite wi-fi con il mio nokia
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            - Scritto da: geppo12
            Potresti avere ragione Che io ho ragione diamolo pure per scontato. :P
            se si parlasse di cose
            legali. Ma visto che il P2P è, fino a prova
            contraria illegale io sono
            contro.Che il P2p sia illegale lo dici tu, il P2P in quanto tale non è illegale nemmeno per un ca..niente è il P2P di materiale coperto da copyright ad essere illegale, ma Telecom ha detto che lo filtrerà tutto, mica solo quello che a te non piace, a torto o a ragione.

            Forse sarò rigido, ma se ci sono delle regole
            penso che non bisogna violarle. Se qualcuno fa
            queste regole un motivo ci
            sarà.
            Questo è un atteggiamento da suddito, ed è esattamento quello che contesto, al di là di P2p, legge e copyright.Il fatto che ci siano delle regole e che finchè ci sono regole vadano rispettate è una cosa, il fatto che siano giuste e che se esistono allora c'è qualche saggio sapiente che le ha messe là è tutto un altro paio di gloriose maniche.Un cittadino, un consumatore, un uomo puo' contestare, puo' non ritenere giusto, puo', e talvolta DEVE, opporsi.Oppure non è + un uomo, è una pecora.A proposito di regole che vanno rispettate: se mi vendi una rete a x euro al mese "senza limiti" è "senza limiti", non che poi i limiti li metti dopo e ad canis penem pure, perchè in quel caso a violare le regole sei tu telecom per prima.Ed è esattamente quello che contesta, IMHO GIUSTAMENTE, Scorza.
            Se segui le regole il mercato evolve in maniera
            corretta Dipende dalle regole, come sono fatte, qual'è il loro scopo, e a chi giovano.
            (esempio servizi come Netflix negli
            stati uniti)La pirateria l'hanno inventata negli stati uniti e lì fiorisce rigogliosamente come in ogni altro angolo della terra.La differenza è che lì ci sono anche tante altre cose che permettono lo sviluppo di mercati nuovi, auspicabili e vantaggiosi per i consumatori.Se vuoi ne parliamo, ma rischiamo di andare fuori tema e di fare parecchio tardi.
            se le regole non si seguono
            l'evoluzione è caotica e disordinata E' lo spirito della rete decentralizzata d'altronde.E mi pare che negli ultimi 10 anni abbia fatto furore.

            Circa il fatto che la metto sul personale hai
            ragione. Il che ti mette automaticamente dalla parte del torto, non rendendo onore alle buone ragioni che potresti anche avere.
            Sono molto arrabbiato con gente come il
            sig. Scorza che al posto di illuminare le persone
            verso una migliore comprensione della rete
            scrivano articoli, a mio modesto parere pieni di
            cosciente
            disinfomrazione.Putroppo continui a impostare la questione nei termini "io ho ragione e il mio modo di inquadrare i fatti è l'unico corretto e opportuno, chi non concorda o è in malafede oppure è stato intortato da chi è in malafede".Io e moltissimi altri qui dentro non abbiamo bisogno che ci illumini nè l'ottimo Scorza, nè l'imbufalito geppo. E scusa tanto la presunzione.Ascoltiamo i punti di vista di tutti magari per ampliare i nostri e ti consiglierei di fare altrettanto.Ti diro' di +, se ti calmi ne giova pure la salute.

            Vorrei farti notare quello già detto da altri.

            1) telecom è una delle poche a non bloccare il
            VOIP: vero perchè io con Alice faccio telefonate
            in SIP tramite wi-fi con il mio
            nokia

          • Pitagora scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!

            Quando un consumatore si mette dalla parte di un
            fornitore di servizio che limita i suoi diritti
            non c'è altra spiegazione oltre il
            masochismo.Forse perché non sei capace TU di trovare spiegazioni.A volte si limitano le libertà individuali, per garantire diritti universali.Tu non sei libero di tirare una bottiglia contro la mia finestra, perché io ho il diritto che resti integra, essendo mia.Quanto alla FIAT, scegliere di non firmare avrebbe portato alla perdita del posto di lavoro.Se hai famiglia, tra perdere il posto di lavoro e accettare minori privilegi, dovresti ben capire cosa scegliere. Ma forse non sei un padre di famiglia.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            - Scritto da: Pitagora

            Quando un consumatore si mette dalla parte di un

            fornitore di servizio che limita i suoi diritti

            non c'è altra spiegazione oltre il

            masochismo.
            Forse perché non sei capace TU di trovare
            spiegazioni.Oppure + semplicemente tu non hai abbastanza caratere da amettere il tuo pronismo.Ma tale resa, anche se ci giri intorno.

            A volte si limitano le libertà individuali, per
            garantire diritti
            universali.Io non parlavo di "libertà" (un termine che potenti e servi hanno distorto fino a svuotarlo di significato) ma di "diritti", quando comprenderai la differenza potrai interloquire con me.

            Tu non sei libero di tirare una bottigliaQuello infatti non è un mio diritto.Non c'entra nulla.
            Quanto alla FIAT, scegliere di non firmare
            avrebbe portato alla perdita del posto di
            lavoro.Firmare cedendo a un ricatto vero e proprio non è la stessa cosa di "sostenere" una certa politica del lavoro e una certa concezione dei rapporti tra datore di lavoro e lavoratore.Uno per sopravvivere puo' anche essere costretto a cedere, ma non è la stessa cosa di essere "cornuti e contenti".La prossima volta che decidi di rispondermi, ammesso che tu ne abbia il coraggio e la capacità, controlla prima bene di aver capito cosa sostengo.
            Se hai famiglia, tra perdere il posto di lavoro e
            accettare minori privilegiChi pensa che il diritto alla sicurezza, o alla umanità del lavoro sia un "privilegio", è uno che non merita nè sicurezza, nè rispetto e fanno bene a toglierglieli.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 marzo 2011 11.43-----------------------------------------------------------
          • nome e cognome scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            - Scritto da: Pitagora

            Quando un consumatore si mette dalla parte di un

            fornitore di servizio che limita i suoi diritti

            non c'è altra spiegazione oltre il

            masochismo.
            Forse perché non sei capace TU di trovare
            spiegazioni.
            A volte si limitano le libertà individuali, per
            garantire diritti universali.Non e' questo il caso.
            Tu non sei libero di tirare una bottiglia contro
            la mia finestra, perché io ho il diritto che
            resti integra, essendo mia.Ti causano un danno infatti.
            Quanto alla FIAT, scegliere di non firmare
            avrebbe portato alla perdita del posto di
            lavoro.
            Se hai famiglia, tra perdere il posto di lavoro e
            accettare minori privilegi, dovresti ben capire
            cosa scegliere. Ma forse non sei un padre di
            famiglia.Peccato che cosi' di diritto perso in diritto perso prepari una vita da schiavo per i tuoi figli quando tocchera' a loro.
          • AMEN scrive:
            Re: Per la redazione - Così no!
            - Scritto da: Francesco
            Mat una curiosità: su tutto il tema
            investimenti/digital divide/innovazione non ti
            aspetti nulla o non chiedi nulla agli altri
            operatori?
            Dio mio, ma tu esisti sul serio?Non sei un troll, vero???
        • geppo12 scrive:
          Re: Per la redazione - Così no!
          Magari i soldini li investe ( o li dovrebbe investore) per portare la rete dove non c'è al posto di permettere che tutti possano scaricare a piacimento senza limiti.Giuseppe
    • AMEN scrive:
      Re: Per la redazione - Così no!
      - Scritto da: Biblet 4 ever
      Ma quando tutti gli altri operatori hanno
      limitato la banda che avete
      fatto/detto?
      http://punto-informatico.it/1083897/Telefonia/News/tiscali-impone-limiti-all-adsl.aspxhttp://punto-informatico.it/2706187/PI/News/vodafone-limitera-voip-p2p.aspxhttp://punto-informatico.it/2530615/PI/News/prima-multa-sulla-vicenda-dei-filtri-antip2p.aspxDevo continuare??
  • Marcello I. scrive:
    Esagerazioni!
    L'articolo è esagerato; 1) il sensa limiti usualmente si riferisce ai limiti temporali; internet senza limiti (flat) in contrapposizione a internet a consumo; 2) la limitazione riguarderebbe piu che altro servizi non fondamentali quali p2p o file-sharing e comunque nelle ore di punta al fine di garantire una maggiore efficienza alla rete e a tutti gli utenti; non si parla di restrizioni varie nelle ore notturne, per le quali i servizi funzionerebbero a pieno regime.Pubblicità ingannevoli etc etc, ma che stiamo a dire??? Ritengo, salvo prova contraria, che le misure sono intelligenti e secondo buonsenso e nell'interesse di tutti gli utenti.
    • Anonym ous scrive:
      Re: Esagerazioni!
      chissa perchè dove abito io sembra che sia sempre "ora di punta"...
    • oil scrive:
      Re: Esagerazioni!
      uè marcè, dimmi secondo il tuo buon senso tu chi sei per determinare che il p2p è un servizio "non fondamentale", che vuol dire?e il voip, pure quello?
      • Biblet 4 ever scrive:
        Re: Esagerazioni!
        - Scritto da: oil
        uè marcè, dimmi secondo il tuo buon senso tu chi
        sei per determinare che il p2p è un servizio "non
        fondamentale", che vuol
        dire?
        e il voip, pure quello?Telecom è l'unica che non blocca il voip...
      • Francesco scrive:
        Re: Esagerazioni!
        ovviamente il VOIP non c'entra nulla... basterebbe leggerehttp://punto-informatico.it/3099812/PI/News/telecom-italia-nessun-limite-voip.aspx
        • Mat scrive:
          Re: Esagerazioni!
          Due piccole note alle vostre osservazioni:Senza limiti è senza limiti e basta, non c'è scritto usualmente quando fanno le pubblicità e scrivono i contratti, in legge le parole hanno un significato ben preciso, altrimenti siccome io usualmente non voglio pagare la benzina o il ristorante me ne vado tranquillo, tanto è sottinteso. Se non è senza limiti non puoi usare queste due parole, mi sembra lapalissiano.Per quanto riguarda il VoIP: oggi dicono che non lo fanno, bene. Ma a me chi me lo garantisce? Sta scritto in un contratto? No, quindi quando vogliono, leggi quando il VoIP sarà tanto diffuso da congestionare le reti, limiteranno anche quello.Poi cosa si intende per VoIP? Skype lo considerano VoIP? O intendono il SIP o h323? E xmpp?Io pretendo che quando compro una cosa sia e rimanga esattamente quello che mi hanno descritto e che ho scelto di comprare perché descritto in quel modo, altrimenti io domani decido che dove sta scritto 500 euro io intendevo 5,00
          • Francesco scrive:
            Re: Esagerazioni!
            Mat ne fai una questione di nomenclatura o di sostanza?Cerchiamo di parlare di cose serie, se anche questo fosse un problema Telecom cambierebbe il nome domani e il problema di fondo non verrebbe risolto.Per il VOIP la situazione è chiara: nessun protocollo viene toccato.Una domanda: ti rendi conto che il VOIP in centrali sature è inutilizzabile perché pochi utenti prendono tutte le risorse disponibili?Certo l'ideale sarebbe spingere sugli investimenti, ma parliamo di questo piuttosto che immaginare scenari apocalittici che non aggiungono nulla alla discussione. Come l'intero articolo che francamente rasenta il ridicolo.L'approccio legale alla tecnologia è di per se fallimentare e questo articolo lo dimostra in pieno.
          • Mat scrive:
            Re: Esagerazioni!
            Approccio legale alla tecnologia?Ma perché la legge non esiste?A me pare che quando vanno a vantaggio dei venditori/fornitori le clausole di un contratto le fanno valere sempre!O te quando compri un'auto perché è uno strumento tecnologico anch'essa firmi il contratto senza leggere? Perché il contratto te lo fanno firmare sai, altrimenti niente auto.Non parlo di nomenclature, parlo di cose serissime come contratti e leggi, che sono quello che ci siamo dati per regolarci nella vita di tutti i giorni, fosse anche baratto le regole servono sempre. Per quanto riguarda il VoIP già l'ho scritto: chi gli vieta di cambiare idea al provider di turno visto che già lo ha fatto una volta? Da contratto nessuno e il contratto è l'unica cosa a cui lui si atterrà scrupolosamente.Poi se vogliamo far finta di non capire beh è inutile continuare qualsiasi discussione.A me sembra molto chiaro che se compro un servizio lo scelgo e lo pago perché mi è stato detto che era in un certo modo, fine della discussione.Vorrei vedere te comprare un auto rossa che però nel tempo cambia colore e diventa fucsia o rosa a pallini gialli e quando giustamente andrai a reclamare dal venditore lui ti dirà: guardi nel contatto, al punto 345 sezione q, quarantesimo capoverso c'è scritto in arial 4 che possiamo cambiarle colore come vogliamo.Il commercio funziona che se tu mi descrivi un bene io lo compro in base alla descrizione.Mai nessuno comprerebbe un tv al plasma sapendo che ci può vedere tutte le partite di calcio, salvo poi non poter vedere la Roma perché l'azienda che lo costruisce diventa proprietà di un laziale dopo 2 mesi.
          • AMEN scrive:
            Re: Esagerazioni!
            - Scritto da: Francesco

            Certo l'ideale sarebbe spingere sugli
            investimenti, ma parliamo di questo E infatti Telecom NON ne parla....
  • morocarlo scrive:
    sempre meglio...
    mi accontenterei per lo meno di avere i miei 7 mega ogni tanto, quelli che mi hanno venduto e spacciato per tali senza mai avvisarmi che la mia linea supportava al massimo i 640k...E avanti con un altra truffa!
  • ab ba scrive:
    CCE
    intanto direi di valutare se viene rispettato l'art. 70, comma 4, del CCE...
  • kiber scrive:
    e la novità?
    come detto da altri non è una grossa novità il fatto di limitare la banda nelle ore d'intenso traffico.Io mi sono sempre chiesto una cosa, possibile che non ci sia un modo per comunicare all'utente che in quel momento la 'centralina' a cui è collegato è sottoposta a limitazione??
  • Forse_si scrive:
    Cosa potrebbe cambiare
    Io non ho dato molta importanza alla cosa perchè dalle mie parti, pur pagando un canone per una 7 megabit da quasi 4 anni, vado nel migliore dei casi a 150-200 kilobit. E' sempre meglio dei 22 kilobit su linea analogica, provato sempre sul mio allaccio, ma comunque in pratica sono già penalizzato e discriminato.Scaricare? Non ci penso nemmeno, già devo usare dei tools come AdBlock e altro per evitare di aspettare minuti per l'apertura delle pagine!Però come già accennato da qualcuno, tutti gli operatori applicano questo tipo di filtro. C'è chi lo dice apertamente, chi fa finta di nulla e chi ci prova. Ma per un banalissimo motivo: le linee sono sempre le stesse da anni, a parte qualche piccolo ammodernamento nelle grandi città. Gli utenti aumentano in continuazione perchè continuano a costruire interi quartieri in periferia, ed ovviamente la rete non riesce ad assorbire quel traffico di dati.E basta fare due conti per capire che la banda sta diventando preziosa: numero di utenti moltiplicato per velocità teoriche. E' impossibile che Telecom o qualsiasi altra società abbia una tale portata di rete.Quindi ci si accontenta, si dice che la banda non è garantita, ecc... Bisognerebbe invece pagare il canone in base alla qualità di servizio offerto.La soluzione?Altrettanto semplice: le centrali vanno potenziate, i miniDSLAM vanno tolti e sostituiti (buttati) in favore di apparati più moderni ed in grado di supportare carichi maggiori.Ma ci vuole tempo, risorse, capacità, investimenti, oltre ad una classe politica che sappia almeno usare un computer.Come detto è solo teoria, in Italia siamo troppo arretrati per riuscirsi.Oppure no?
  • Francesco scrive:
    articolo imbarazzante
    Credo che informarsi quando si trattano questi temi sia fondamentale. Altrimenti si rischia solo di creare un pò di rumore (se non di spararla semplicemente grossa) per cercare di acquisire un pò di Reputation dalla "pancia" delle rete.Sul voip.http://punto-informatico.it/3099812/PI/News/telecom-italia-nessun-limite-voip.aspxSulla net neutrality.http://blog.quintarelli.it/blog/2011/03/ti-risponde.htmlSu chi comprerebbe una macchina a quali condizioni.http://assistenzatecnica.telecomitalia.it/at/portals/assistenzatecnica.portal;atsessionid=1QHxNvTY8wzrW0STN43tLv6n12cS6lkwKJX94FLbC2f4cLwd44g1!-1594605334?_nfpb=true&_windowLabel=InformazioniPortlet&_pageLabel=InformazioniPage&nodeId=/AT_REPOSITORY/130002Stante quanto sopra si può tranquillamente affrontare il tema e criticare Telecom Italia. Ma se lo si fa partendo da presupposti sbagliati si rischia semplicemente di non aggiungere niente a quanto già detto e scritto.
    • Sgabbio scrive:
      Re: articolo imbarazzante
      non credo.
    • geppo12 scrive:
      Re: articolo imbarazzante
      Bella risposta (migliore della mia) al sig Scorza che, in evidente malafede, cerca fare dell'ottima disinformazione.Giuseppe Monteleone
      • Sgabbio scrive:
        Re: articolo imbarazzante
        Videotechino diffamatore!
        • geppo12 scrive:
          Re: articolo imbarazzante
          parla chi evidentemente scarica a gratis... infrangendo la legge.magari in italia ci fossero servizi tipo Netflix.... Ma sappiamo che in Italia la storia è un'altra: si va di mulo e tanti salutiL'esempio di telepiù è eloquente: quando si poteva tutti avevano la tessera clonata. Ora la gente compra sky non perchè è cosa buona e giusta, ma semplicemente perchè NDS è difficile da craccare e la polizia usa i suoi potrei contro chi ci prova. Purtroppo non si può fare altrimenti contro chi scarica perchè gente come il sig Scorza cerca di diffondere l'idea che tutto sommato scricare illegalmente non è poi una cosa tanto brutta e se il gestore cerca di ottimizzare la rete il cattivo è il gestore e non chi scarica.Comunque francesco gli risposto egregiamente con poche parole ottimi fatti.Giuseppe
          • bubba scrive:
            Re: articolo imbarazzante


            Comunque francesco gli risposto egregiamente con
            poche parole ottimi
            fatti.

            Giuseppeuna bella tristezza di argomenti invece direi.Controrispondendo con poche parole (e quindi senza sviscerare nulla) io direia) "scusa oste, quanto e' buono il tuo vino?". l'oste e' telecom of courseb) le telco OGNI anno vengono condannate per pubblicita' ingannevole
  • maurizio mura scrive:
    telecom adsl
    ma infatti il problema non si pone.Io adesso ho telecom non aspetto nemmeno un secondo e faro' il contratto con altro gestore che senza fare pubblicita' mi firmera' un contratto serio con banda minima garantita.Se tutti gli utenti telecom faranno altrettanto finalmente potremmo vincere una grande battaglia contro tutte queste vessazioni
    • Sgabbio scrive:
      Re: telecom adsl
      non è possibile per tutti, anche perchè gli ISP che fanno contratti seri in italia non raggiungono tutta italia e sopratutto in certe zone non ci sono tutti gli operatori che lavorano qua da noi....
    • gdoc scrive:
      Re: telecom adsl
      L'infrastruttura italiana non é adeguata, tant'é.Ho cambiato e da Telecom sono passato ad altro operatore. Altro che P2P o file sharing, la mia 7 mega verso le 20:00 va a 500byte/sec (si, byte!) e non riesco nemmeno a leggere una email.Da novembre che traffico fra operatori e reclami e mi hanno prospettato la risoluzione al 31 maggio, perché secondo loro la colpa è di Telecom che deve aggiornare gli apparati (operazione in cui Telecom non ha alcun interesse a investire, tanto guadagna lo stesso).Tutto questo per dire che finché esiste il monopolio, o per lo meno non venga introdotta una legge che preveda penali SERIE sui contratti in caso di inadempienza o disservizio, anche temporaneo (altro che Nemesys) le cose non miglioreranno mai e le notizie come questa che ci troviamo a commentare non sono altro che le solite azioni da politica dei tagli, adottate per arginare l'inarginabile, ovvero lo squallore di una situazione da terzo mondo.(Io non navigo 24/7, ma un'oretta la sera, non posso certo aspettare le 3 di notte per leggere PI!).Che amarezza...
      • Francesco scrive:
        Re: telecom adsl
        Semplicemente il tuo operatore non sta affittando abbastanza banda e lo farà solo da Maggio. Invece di ammettere una propria carenza dice che è colpa di Telecom e tu... purtroppo ci ha creduto.
      • alberto scia scrive:
        Re: telecom adsl
        Hai teletu per caso??
        • Mettius scrive:
          Re: telecom adsl
          Sono passato da poco a TELETU e le prestazioni dell'ADSL (nonostante le loro promesse) sono drasticamente peggiorate nelle ore serali.Dopo cena mi godevo un po' di youtube o di rai-replay: adesso è diventato impossibile. L'adsl funziona solo da mezzanotte in avanti.
    • picard12 scrive:
      Re: telecom adsl
      da fare in massa... io da anni non considero telecom e vivo benissimo.
      • nome e cognome 2.0 scrive:
        Re: telecom adsl
        - Scritto da: picard12
        da fare in massa... io da anni non considero
        telecom e vivo
        benissimo.infatti fai benissimo io e dal 2004 che non ho piu telecom ( come non ho nessun altro operatore su doppino "antiquato" telefonico..)e mi son trovato bene con un WISP ( che so che non passa per nessun caso per telecoma)
        • gdoc scrive:
          Re: telecom adsl
          Non è che ci ho creduto.Hanno riscontrato due serie di problemi, verificati con tecnici telecom della mia zona che conosco: un'attenuazione di segnale dovuto alla distanza dalla centrale (vero perché ho dei rumori a livelli che mesi fa non avevo, quindi qualcosa è sucXXXXX sulla linea) e inoltre, da novembre c'è il vp saturo, ergo poca banda per tutti finché Telecom non sistema.Sono in Tiscali che in altre parti d'Italia ho visto andare senza problemi davvero, per questo sto concedendo loro un po' di fiducia (fino a maggio però).Per tornare a quanto volevo dire però, se ci fossero leggi davvero a tutela di noi utenti (tipo penali fino all'azzeramento del canone mensile per disservizio), il mio operatore non si permetterebbe di "svivacchiare" e il pepe_al_XXXX di Telecom glielo metterebbe di corsa facendoli sbrigare a loro volta...
  • Piero Manzu scrive:
    Un po fazioso
    Mi sembra un po' fazioso visto che tutti gli operatori in Italia limitano da tempo la banda.
    • geppo12 scrive:
      Re: Un po fazioso
      Decisamente fazioso.Il sig scorza non smentisce mai la sua malafede. Sappaimo bene chi consuma la banda e dopo averli giustificati dicendo che il P2P non è reato, si vuole fare in modo che chi lascia il PC attaccato notte e giorno per scaricare illegalmente film ecc. infici la connettivita dei poveretti che devono scaricare le sempre più voluminose patch di windows....L' articolo sarebbe sensato in un paese civile, ma in italia dove tutti da sempre cercano il trucchetto per XXXXXXX il prossimo è evidentemente fuori luogo.Comuqnue non mi stupisco più di nulla. Mi risulta che il sig Scorza fa l'avvocato, mestiere che tra le proprie competenze annovera quella di difendere a spada tratta i delinquenti.Giuseppe Monteleone
      • Sgabbio scrive:
        Re: Un po fazioso
        Videotecari RAGE!!!!!!Ho detto tutto....Forse qualcuno non si rende conto che telecom ha il monopolio, tutte le infrastrutture e i concorrenti pagano in affito la banda che gli da telecom ?Ma sopratutto non si rendono contro che telcom sta spingendo il cubevision e quindi sta cercando di tagliar banda a XXXXX per altri servizi ?
        • Picchiatell o scrive:
          Re: Un po fazioso
          - Scritto da: Sgabbio
          Videotecari RAGE!!!!!!

          Ho detto tutto....

          Forse qualcuno non si rende conto che telecom ha
          il monopolio, tutte le infrastrutture e i
          concorrenti pagano in affito la banda che gli da
          telecom
          ?

          Ma sopratutto non si rendono contro che telcom
          sta spingendo il cubevision e quindi sta cercando
          di tagliar banda a XXXXX per altri servizi
          ?giusto, difatto ti vendono una ferrari che va a 50km/h non perche' lo impone la legge ma perche' loro vogliono cosi'.di fatto la banda si dimezza anche solo scaricando pacth di windows....donnine XXXXXnti all'opera mi sa.....
        • Paolo Brini scrive:
          Re: Un po fazioso
          Se geppo12 è titolare di una videoteca mi stupirei parecchio della sua presa di posizione, che sarebbe giustificabile solo con un profondo desiderio di autolesionismo. Se il livello dei videonoleggiatori fosse questo, sarebbe fin troppo facile capire perché la categoria è in difficoltà, ma mi rifiuto di crederci.Mi risulta che diverse analisi, credo anche condivise dai videonoleggiatori, indichino che il futuro eventuale delle videoteche abbia un'elevata probabilità di dover ricorrere al noleggio online, pena la fine delle attività. A questo punto sarebbe follia pure sostenere i filtri contro il p2p, perché il noleggio online di video di media o alta risoluzione audio e video con un sistema client/server che non si affidasse al p2p raggiungerebbe costi astronomici, probabilmente proibitivi per la già economicamente provata categoria dei noleggiatori. Costi che appunto sarebbero banalmente evitabili grazie al p2p (che peraltro, colgo l'occasione di sottolineare, è ormai adottato anche da grandi multinazionali per la distribuzione ottimale di contenuti pesanti).In questa situazione i filtri anti-p2p non possono che essere visti in un'ottica che favorisce, con pratiche anticoncorrenziali, le grandi aziende a scapito delle piccole e medie imprese, incluse le videoteche.Il p2p è una tecnologia straordinaria che anche le piccole imprese hanno tutto il diritto di sfruttare. Questo diritto richiede un'affermazione forte di un acXXXXX ad Internet neutrale e non discriminatorio né contro i contenuti né contro le applicazioni e i protocolli. Nel momento in cui le telcos dovessero iniziare sistematicamente a discriminare, magari con integrazione verticale con la fornitura di contenuti tramite accordi esclusivi o acquisizioni di fornitori di contenuti stessi, provocherebbero il collasso delle piccole imprese come le videoteche.Tanto per fare un esempio terra-terra che è molto esplicativo, distribuire 22 TB a 6500 client, un carico che presumo normale per un consorzio di alcune decine di piccole videoteche in un arco di 24 ore (diciamo l'equivalente di 2000 film BluRay noleggiati), richiederebbe 4 giorni e 22 server con linee da 1 Gbit/s: del tutto improponibile per un noleggio in tempo reale. Lo stessa quantità di dati potrebbe essere invece distribuita con soli 3 server seed-box da 1 Gbit/s in appena 4 ore, con un risparmio straordinario non solo in termini di server, ma anche di banda erogata. Parliamo nell'arco di un anno di risparmi quantificabili nell'ordine di grandezza di 10^5 EUR (centinaia di migliaia di euro).Si veda anche: https://docs.google.com/Doc?docid=0AV5y4tBZ4FWwZGR0N2JudDdfMmN4Y3o1d2d2&hl=enSaluti,Paolo- Scritto da: Sgabbio
          Videotecari RAGE!!!!!!

          Ho detto tutto....

          Forse qualcuno non si rende conto che telecom ha
          il monopolio, tutte le infrastrutture e i
          concorrenti pagano in affito la banda che gli da
          telecom
          ?

          Ma sopratutto non si rendono contro che telcom
          sta spingendo il cubevision e quindi sta cercando
          di tagliar banda a XXXXX per altri servizi
          ?
          • Wankel scrive:
            Re: Un po fazioso
            Interessante, grazie per questo punto di vista!
          • reXistenZ scrive:
            Re: Un po fazioso

            Tanto per fare un esempio terra-terra che è molto
            esplicativo, distribuire 22 TB a 6500 client, un
            carico che presumo normale per un consorzio di
            alcune decine di piccole videoteche in un arco di
            24 ore (diciamo l'equivalente di 2000 film BluRay
            noleggiati), richiederebbe 4 giorni e 22 server
            con linee da 1 Gbit/s: del tutto improponibile
            per un noleggio in tempo reale. Lo stessa
            quantità di dati potrebbe essere invece
            distribuita con soli 3 server seed-box da 1
            Gbit/s in appena 4 ore, con un risparmio
            straordinario non solo in termini di server, ma
            anche di banda erogata. Io non ho mai capito perché col p2p si risparmia banda, evidentemente perché non ho mai capito bene il principio di funzionamento del p2p. Non dubito del tuo esempio, ma avresti da segnalare una o più pagine che spieghino la teoria del perché può succedere quello che hai descritto? Grazie.
          • Paolo Brini scrive:
            Re: Un po fazioso

            Io non ho mai capito perché col p2p si risparmia
            banda, evidentemente perché non ho mai capito
            bene il principio di funzionamento del p2p. Non
            dubito del tuo esempio, ma avresti da segnalare
            una o più pagine che spieghino la teoria del
            perché può succedere quello che hai descritto?
            Grazie.Questo articolo e la relativa bibliografia sono un discreto inizio:http://en.wikipedia.org/wiki/Peer-to-peer
          • geppo12 scrive:
            Re: Un po fazioso
            Perdona non ho letto tutto il tuo post: non ho una videoteca e non mi interessa. Mi da fastidio che la gente usa degli esempi fantasiosi per criticare provvedimenti giusti. IN ITALIA TUTTI SCARICANO CON P2P, come tutti avevano la tessera clonata ai tempi di telepiù.Se ci fossero metodi repressivi seri contro il P2P nascerebbero servizi come netflix. Come quando l'NDS ha reso difficile il Crak delle tesserine è nato sky come lo conosciamo oggi.Ci sono persone di mia conoscenza che lasciano il Mulo e/o jDownloader attaccato 24 ore su 24 per scaricare un sacco di film. Questi sono criminali perchè per un'attivita illegale rubano banda a chi la utilizzerebbe meglio.ATTENZIONE: non parlo di chi scarica una canzone che gli piace, guarda un film della durata di 90 minuti ecc. Parlo di gente che sta attaccata 24 ore e ce ne sono!Cominciamo a togliere i Troll dalla rete e poi preoccupiamoci di getire la neutralità della rete. Ma se gente come Scorza e simili difende i Troll a spada tratta allora mi sembra giusto che un gestore faccia un minimo di network shaping. La banda è di tutti e tutti devono poterne usufruire.Giuseppe
          • geppo12 scrive:
            Re: Un po fazioso
            PS in considero il P2p come tecnologia che è a mio avviso è geniale, ma considero suo utilizzo! Inolte ci sono tanti che non usano il mulo ma usano programmi come jdownloader che gestire i download in modo diverso rispetto al mulo.
          • Paolo Brini scrive:
            Re: Un po fazioso
            - Scritto da: geppo12
            Perdona non ho letto tutto il tuo post: non ho
            una videoteca e non mi interessa. Sospettavo in effetti che tu non avessi o gestissi una videoteca, perché quello che auspichi potrebbe essere rovinoso per le videoteche stesse, come spiegavo. Se non hai letto tutto il mio post credo che dovresti farlo perché ritengo che le tue obiezioni siano già lì superate.
            Ci sono persone di mia conoscenza che lasciano il
            Mulo e/o jDownloader attaccato 24 ore su 24 per
            scaricare un sacco di film. Questi sono criminali
            perchè per un'attivita illegale rubano banda a
            chi la utilizzerebbe meglio.Qui rischiamo di entrare in una discussione sterile perché fai delle assunzioni che sono difficilmente condivisibili da un punto di vista tecnico/scientifico e soprattutto economico, in quanto i file sharer sono i migliori finanziatori degli artisti come si evince da questi numerosi studi:http://www.laquadrature.net/wiki/Studies_on_file_sharing_itMi permetto di segnalare alcuni articoli a mio avviso molto importanti: "Pirati informatici: liberatori del sapere o usurpatori di diritti?" comparso sul Corriere della Sera, edizione cartacea, il 6 marzo; e i seguenti:http://torrentfreak.com/do-you-prefer-copyright-or-the-right-to-talk-in-private-110121/http://torrentfreak.com/nothing-new-under-the-copyright-eclipsed-sun-110218/
            Cominciamo a togliere i Troll dalla rete e poi
            preoccupiamoci di getire la neutralità della
            rete. Ma se gente come Scorza e simili difende i
            Troll a spada tratta allora mi sembra giusto che
            un gestore faccia un minimo di network shaping.
            La banda è di tutti e tutti devono poterne
            usufruire.Mi limito a porre alcune domande: i soldi che pagano quelli che definisci Troll sono meno buoni di quelli pagati da coloro che definiresti non-Troll? Perché queste stesse persone non dovrebbero godere dei diritti fondamentali (ti ricordo che è stato sancito, dalla Direttiva 2009/140/CE che dovrà essere implementata anche in Italia entro la fine di maggio, che Internet è strumento ESSENZIALE per l'esercizio di alcuni diritti fondamentali e che l'acXXXXX ad Internet può essere limitato solo a seguito di un equo proXXXXX) e dei diritti dei consumatori?Perché, nella Società dell'Informazione come definita dal Libro Bianco Delors e successivamente formalizzata legalmente in tutte le Direttive in merito della Comunità e dell'Unione Europea, ci sarebbe secondo te la necessità di "togliere dalla Rete" coloro che sono costantemente online, e perché la questione che sollevi della Neutralità della Rete dovrebbe essere subordinata a questa "pulizia" che mi suona piuttosto illegale? Sei sicuro che non stai esonerando i veri responsabili spostando il problema della "carenza di larghezza di banda" su persone che nulla hanno a che vedere con il potenziamento della sgangherata infrastruttura italiana?Saluti,Paolo Brini
          • SenzaPB scrive:
            Re: Un po fazioso
            Ma mica lo bloccano il P2P lo rellentano....Hai fretta di vedertil'ultimo blockbuster? Lo paghi e lo compri..Hai la azienza di aspettare un giorno? lo hai gratis.Parli di diritti ma non penso che il consumismo compulsivo sia una grande conquista..
          • SenzaPB scrive:
            Re: Un po fazioso
            La banda non è un gelato, è più simile ad una rete idrica...E se un sacco di gente tenesse aperti tutti i rubinetti tutto il giorno perchè pagano e 'quindi faccio quello che mi pare..' magari qualche problemino salta fuori poi o no? Certo sarebbero da adeguare gli impianti, però vale la pena spendere un fottio di soldi perchè dei dementi sprecano una risorsa?Poi io non sono contro il P2P....sono critico verso l'utilizzo compulsivo consumistico di tale strumento e contro quelli che scambiano la loro mania collezionista (di mp3 di dvd, di pornazzi, di programmi..) per un diritto.Basterebbe seguire la regola 'scarico solo quello che uso-ascolto-guardo' e saremmo tutti più contenti.
          • Baffo scrive:
            Re: Un po fazioso
            Sicuramente il buon senso sarebbe gradito.Io però resto dell'idea che se vendessero solo connessioni da 2 mega effettivi, nessuno potrebbe "sprecare" più di 2 mega.Se vuoi sprecare, paghi di più.
          • geppo12 scrive:
            Re: Un po fazioso
            questa di baffo è un'ottima idea.. al posto di fare network shaping potrebbero limitare la banda alla fonte. Oppure fare come fa Vodafone che contrattualmente dice fino a xx gigabit vai a 7 mega, passata la soglia vai più piano
          • platone-faust scrive:
            Re: Un po fazioso
            - Scritto da: geppo12
            Ci sono persone di mia conoscenza che lasciano il
            Mulo e/o jDownloader attaccato 24 ore su 24 per
            scaricare un sacco di film. Questi sono criminali
            perchè per un'attivita illegale rubano banda a
            chi la utilizzerebbe
            meglio.l'abbonamento uno lo paga e ci fa quello che vuole, non ruba niente a nessuno, chi ruba è la società che ti fa il contratto per l'adsl, sapendo che che esiste il p2p e l'uso che molti ne fanno, senza darti la giusta copertura.se prendi un aereo per andare a fare un trapianto di cuore che salverà la vita ad una povera bambina e la compagnia fa overbooking lasciandoti a terra con chi te la prendi? Con quello che sta andando in vacanza o con la compagnia aerea?
          • geppo12 scrive:
            Re: Un po fazioso
            io me la prendo con chi va in vacanza, cosi come quando sono in autostrada me la prendo con chi va alla partita mentre io devo andare a lavorare. Tuttavia devo stare zitto perchè sono comportamenti legali. Fino a che non cambia la legge scaricare in P2P opere protette dal diritto d'autore è ancora illegale quindi me la posso prendereGiuseppe
          • iRoby scrive:
            Re: Un po fazioso
            Che chiusura mentale... Quindi se tu vai a lavorare dobbiamo stare tutti a casa?
          • geppo12 scrive:
            Re: Un po fazioso
            ammetto che l'esempio è un po' estremo, il problema è un altro è legittimo che ognuno usi un po di banda anche per divertirsi, ma anche gli altri hanno dei diritti. Io direi che la questione è posta male. Bisogerebbe fare come fanno gli ISP mobili. Tu hai diritto ad un tot di traffico ad alta velocità poi ti strozzo, per dare la possibilità anche ad altriGiuseppe
          • netmaniac scrive:
            Re: Un po fazioso
            Ragionamenti a piede libero...chiaro, si risparmia per l'invio ma non per la ricezione. O meglio, se un client deve scaricare 1GB di dati per vedere un film non è che ne scarichi di meno perchè usa il p2p.I client si mettono d'accordo tra di loro e chi vuole vedere lo stesso film ne condivide i dati. In questo modo è come se il fornitore del servizio avesse molti più server di quanti ne abbia in realtà visto che ogni cliente diventa anche "fornitore dati" per il servizio.Se a 100 clienti servono 1GB a testa per vedersi il film la rete sarà impegnata nel trasferimento di 100GB. Che li trasferisca direttamente dal server o con condivisioni p2p la quantità varia di poco.Quello che varia è il tempo impiegato nella trasmissione. I 100GB vengono trasferiti in meno tempo con il p2p.E qui casca l'asino. Ci vendono una 20M ma non è una 20M perchè se i 100 utenti vogliono usarla contemporaneamente la 20M diventa una 2M se va bene.Continuando con il ragionamento dell'auto è come se tutti volessimo andare nello stesso posto contemporaneamente. Ovviamente le strade si intasano indipendentemente dalle capacità dell'auto. E le strade sono condivise da tutti.Ma è comunque lo stesso principio che ci consente di avere una ADSL a 20 euro al mese. Ne condividiamo i costi e quindi lo possiamo fare.Altrimenti se vuoi essere sicuro di fare i 200 all'ora ti fai fare la tua strada, ma quanto ti costa ? Si tratta quindi solo di un problema commerciale. Dovrebbero dire "io ti vendo una 2M che può andare anche a 20M se non c'è traffico".A questo punto potrebbero limitarti il p2p a 2M e non ci sarebbe nulla di male.Non credo che qualcuno si lamenterebbe se pagasse 5 euro in più al mese ma avesse delle strade che consentano di andare almento all'80 per cento della velocità dell'automobile. Telecom, per favore, facci la terza corsia...
          • c_s scrive:
            Re: Un po fazioso
            - Scritto da: Paolo Brini
            per un noleggio in tempo reale. Lo stessa
            quantità di dati potrebbe essere invece
            distribuita con soli 3 server seed-box da 1
            Gbit/s in appena 4 ore, con un risparmio
            straordinario non solo in termini di server, ma
            anche di banda erogata. Parliamo nell'arco di un
            anno di risparmi quantificabili nell'ordine di
            grandezza di 10^5 EUR (centinaia di migliaia di
            euro).Forse non capisco bene come funzionano le reti p2p ma, a mio avviso, si risparmia perchè si sfrutta la banda degli altri, no?Cioè, tu azienda dai i dati a me (e non solo a me) e questi dati io li girerò ad altri i quali li gireranno ad altri. I dati che vanno da me agli altri non li pago io? Non intaso ugualmente la rete?Ciao.
      • oil scrive:
        Re: Un po fazioso
        ma sai che mi fai un pò pena? anzi no. neanche quella.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Un po fazioso
        Si puo' dissentire da qualcuno senza necessariamente offendere e diffamare.Un utente con questo atteggiamento andrebbe bannato all'istante.
        • geppo12 scrive:
          Re: Un po fazioso
          se mi spieghi dove sto offendendo o diffamando. Dire che uno è in malafede non mi sembra essere offensivo / denigratorio. Forse sono ingorante ed ho inteso male il significato del termine ma quando a mio parere le cose sono giuste anche per i sassi e si vol remare contro allora si è in malafede.Giuseppe
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Un po fazioso
            - Scritto da: geppo12
            se mi spieghi dove sto offendendo o diffamando.
            Dire che uno è in malafede non mi sembra essere
            offensivo / denigratorio. Secondo la lingua italiana, invece, sì.Io posso dire che "geppo12" sia in errore dicendo x e y, quello che non posso dire è che è un venduto in malafede, soprattutto se invece di un nick lo indico con nome e cognome.
      • sxs scrive:
        Re: Un po fazioso
        - Scritto da: geppo12
        Decisamente fazioso.

        Il sig scorza non smentisce mai la sua malafede.
        Sappaimo bene chi consuma la banda e dopo averli
        giustificati dicendo che il P2P non è reato, si
        vuole fare in modo che chi lascia il PC attaccato
        notte e giorno per scaricare illegalmente film
        ecc. infici la connettivita dei poveretti che
        devono scaricare le sempre più voluminose patch
        di
        windows....Ma basta cacchiate!Io ho tutti i diritti di usare sempre a pallala mai adsl, loro hanno il dovere di offrire contratticon indicata una banda garantita (salvo guasti ovviamente)e far pagare in proporzione. Punto e basta!E' che vogliono poter scrivere balle!!!Scrivano: "flat 56K" invece che millemilamegabytealsecondo,e ammettano che non sono in grado di far di meglioe che invece di investire nelle infrastrutturese li mettono in tasca!!!
        • geppo12 scrive:
          Re: Un po fazioso
          Non so quanto cosa ammodernare una centrale. Sicuramente lo faranno ma ci vuole tempo. Nel fattempo il network shaping è una risposta corretta. Io ho un contratto con telecom e sono felicissimo di questa scelta...Giuseppe
          • Gasogen scrive:
            Re: Un po fazioso
            - Scritto da: geppo12
            Non so quanto cosa ammodernare una centrale.
            Sicuramente lo faranno ma ci vuole tempo. Nel
            fattempo il network shaping è una risposta
            corretta. Io ho un contratto con telecom e sono
            felicissimo di questa
            scelta...

            GiuseppeSarai felicissimo anche quando il network shaping sarà applicato a Youtube, streaming AppleTV, Facebook e simili?Le dichiarazioni dei capi di Telecom fanno intuire questo, notizia di qualche settimana fa sulla richiesta di pagamento a Google e altri big per l'uso della loro banda.
          • geppo12 scrive:
            Re: Un po fazioso
            Felicissimo e gioiso visto che questi servizi, a differenza di altri, li usono con molta moderazioni!
          • Gasogen scrive:
            Re: Un po fazioso
            - Scritto da: geppo12
            Felicissimo e gioiso visto che questi servizi, a
            differenza di altri, li usono con molta
            moderazioni!Con moltissima moderazione quando guarderai un film, noleggiato, in streaming alla mirabolante velocità di 64 Kbps :DIl P2P è solo una scusa, nelle linee residenziali l'avrebbero potuto limitare dall'inizio assicurando solo le porte per servizi essenziali come HTTP, posta e ftp, inserendo un limite di 1-2 GB/giorno.Ma chi le avrebbe comprate le connessioni da millemila Mb/s allora?Le pubblicità degli operatori ancora oggi recitano scarichi quello che vuoi, vedi ultima di noto operatore rosso "Tizia scarica solo film romantici"...
          • AMEN scrive:
            Re: Un po fazioso
            - Scritto da: geppo12
            Non so quanto cosa ammodernare una centrale.
            Sicuramente lo faranno ma ci vuole tempo. You are on candid camera!!
          • geppo12 scrive:
            Re: Un po fazioso
            non capisto questo commento!Giuseppe
          • AMEN scrive:
            Re: Un po fazioso
            - Scritto da: geppo12
            non capisto questo commento!
            Tu credi che Telecom sia sinceramente interessata a fare investimenti a lungo termine (con uscite immediate e rientri in futuro)??
          • geppo12 scrive:
            Re: Un po fazioso
            certamente visto che in futuro prenderà il posto di sky con la televisone on-demand..Fosse solo per la connettività sarei della tua opinione. Ma i manager telecom stanno già pensando ai servizi da vendere sulla rete ....By the way una cosa che il sig. Scorza non sottolinea è che in un reggime di Neutralità della rete chi vende connettività e chi vende servizi dovrebbero essere aziende rigidamente distinite (magari anche per legge)..... altrimenti si ritorna al paradosso di microsoft che chi fa il sistema operativo fa anche gli applicativi.Giuseppe
          • Funz scrive:
            Re: Un po fazioso
            - Scritto da: geppo12
            Non so quanto cosa ammodernare una centrale.
            Sicuramente lo faranno ma ci vuole tempo. Nel
            fattempo il network shaping è una risposta
            corretta. Io ho un contratto con telecom e sono
            felicissimo di questa
            scelta...sei veramente masochista :D
    • picard12 scrive:
      Re: Un po fazioso
      quelli che lo indicano nel contratto non hanno problemi, chi lo fa invece senza indicarlo è molto scorretto.Io ho un canone con ngi che prevede la banda limitata in alcune fasce orarie, ma il costo è decisamente inferiore alla linea full.Fanno così anche gli altri e in questo, caso, telecom?
    • AranBanjo scrive:
      Re: Un po fazioso
      Non tutti.Ciao :)
  • Red book scrive:
    Si chiama SLA
    Nel contratto di Telecom c'è scritto: "best effort" se quindi il servizio in quel momento non arriva alla banda che noi vorremo c'è poco da recriminare sul contratto.Che questo succeda perché noi abbiamo "abusato" di quel servizio o perché non ce n'è più di banda perché un altro sta abusando della banda "anche" nostra, penso sia molto preferibile accada perché sono io ad avere abusato e "mi becco" il limite piuttosto che subire i limiti imposti dagli abusi degli altri.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Si chiama SLA
      Il problema e che questa misura la fanno perchè nonostante il loro monopolio non hanno investito un XXXXX per migliorarere la rete anzi....poi lo fanno con un doppio fine...cubevision dice qualcosa ? :D
      • Tronchetti Groviera scrive:
        Re: Si chiama SLA
        - Scritto da: Sgabbio
        Il problema e che questa misura la fanno perchè
        nonostante il loro monopolio non hanno investito
        un XXXXX per migliorarere la rete
        anzi....Esatto !!!!!!!!
        • XXX scrive:
          Re: Si chiama SLA
          - Scritto da: Tronchetti GrovieraTronchetti non ha più telecom da anni... ma quanto sei indietro?
          • Rover scrive:
            Re: Si chiama SLA
            Difatti!ma non è di Telefonica?
          • fred scrive:
            Re: Si chiama SLA
            Tronchetti ha lasciato macerie, e sapete che distruggere e' facile e veloce e ricsotruire costa e richiede tempo.ora le macerie che ha lasciato presentano il conto.
    • Baffo scrive:
      Re: Si chiama SLA
      Si però, simpaticamente i contratti hanno un prezzo definito dalla banda massima teorica fornita, il che è una bella XXXXXXXX.Se pago una 7 mega non sto abusando se scarico con torrent a 7 mega, è telecom che non è in grado di gestire la banda.Se mi vuoi limitare i servizi mi abbassi anche il canone, altrimenti esigo di ottenere ciò che pago.Hanno fatto il cosiddetto "overbooking", il problema però è che la gente ora comincia a sfruttare la banda senza pensare che in realtà la capacità di soddisfare la richiesta non esiste minimamente.
      • AranBanjo scrive:
        Re: Si chiama SLA
        Tecnicamente tu paghi per un picco (teorico) e una banda garantita.Infatti quello che realmente incide nel costo di un collegamento è l'MCR.Inoltre la banda è garantita, per ovvi motivi, solo all'interno delle rete dell'operatore.Detto questo, vedremo quanta gente andrà a cambiare operatore.Ciao :)
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Si chiama SLA
      - Scritto da: Red book
      Nel contratto di Telecom c'è scritto: "best
      effort" se quindi il servizio in quel momento non
      arriva alla banda che noi vorremo c'è poco da
      recriminare sul contratto.

      Che questo succeda perché noi abbiamo "abusato"
      di quel servizio o perché non ce n'è più di banda
      perché un altro sta abusando della banda "anche"
      nostra, penso sia molto preferibile accada perché
      sono io ad avere abusato e "mi becco" il limite
      piuttosto che subire i limiti imposti dagli abusi
      degli altri.Suppongo sia altrettanto per te preferibile essere penetrato da un omone palestrato di 2 metri per 100 kg e 25 cm, piuttosto che vederlo fare altrettanto con la tua onorevole moglie o fidanzata o figlia...
    • picard12 scrive:
      Re: Si chiama SLA
      ma che discorsi sono...devo star attento se abuso della mia linea pagata cara????????????????Non è abuso è USO!!!!!!!!mi pare di vivere in un mondo di schiavi, dove nessuno pensa più con la propria testa. tutti a chinare il capo ad ogni vessazione.Se cala la banda devono calare anche le tariffe.
    • Stufatore scrive:
      Re: Si chiama SLA
      Ma di cosa state parlando tu e gli altri che dicono che è "normale"?ATTENZIONE! ATTENZIONE! ATTENZIONE!DI SEGUITO MI ACCINGO A SEMPLIFICARE LA QUESTIONE (che invece è abbastanza complicata tecnicamente) MA LA SOSTANZA E' QUELLA.Un operatore (ad es. Telecom) ha una linea da 100Mb/s, ci mette sopra 1000 utenti (leggi contratti) che pubblicizza come connessioni a 7Mb/s.Ora è chiarissimo che se tutti i 1000 utenti si connettono contemporaneamente dovendosi spartire i 100Mb/s avranno mediamente 100Kb/s.L'operatore si basa sul fatto che non tutti saranno connessi contemporaneamente.Il problema è che l'operatore non è in grado di ripartire equamente i 100Mb/s per tutti gli utenti correntemente connessi (ad es. 10 utenti -
      10Mb/s l'uno, 100 utenti -
      1Mb/s l'uno). Ne è incapace e quindi, non potendo andare di bisturi, va di roncola e taglia a destra e a manca.Però il fatto che tecnicamente non sia capace di fare una cosa del genere è un problema suo, non mio che sono suo utente. Se lo deve risolvere, non scaricarlo su di me.Se Telecom (ma vale anche per gli altri operatori che fanno la stessa cosa) fosse in grado di ripartire la banda uniformemente in base agli utenti collegati, non dovrebbe fare alcun comunicato. Non sta facendo questo, ecco perché c'è un comunicato di cui si discute.
Chiudi i commenti