Legge di Moore, 50 anni posson bastare?

Il celebre enunciato di Gordon Moore compie il suo primo mezzo secolo, un traguardo storico che secondo molti - a cominciare da Moore stesso - non vedrà i 60 anni. O forse i 600 anni. Chiediamo al grafene

Roma – Domenica 19 aprile ha segnato il cinquantesimo anniversario della legge di Moore , un traguardo storico che Intel opportunamente sottolinea dando voce a quello stesso Gordon Moore autore del famoso enunciato e co-fondatore del maggior produttore di chip per computer al mondo.

Inizialmente pubblicata nella rivista specializzata Electronics di McGraw-Hill e in seguito rimodellata dal suo stesso autore, quella che divenne una “legge” senza il volere del suo ideatore (e con lo zampino del professore del Caltech, Carver Mead, creatore della tecnologia VLSI) ha fin qui sancito il raddoppio dei transistor contenuti in un processore ogni due anni circa, con conseguenti vantaggi progressivi sul fronte delle prestazioni, l’evoluzione dei processi produttivi e il risparmio sui costi di produzione e i consumi energetici.

La capacità della legge di Moore di continuare a essere un enunciato rilevante a 50 anni dalla publicazione evidenzia la pragmatica capacità visionaria di Gordon Moore e degli altri “padri” della moderna elettronica al silicio, anche se l’evoluzione tecnologica è oggi per certi versi sempre più “ostile” alla perdurante validità dell’enunciato.

I transistor di una CPU (soprattutto per quanto riguarda i brand Core di Intel) continuano a raddoppiare ogni due anni, per esempio, ma la corsa ai Megahertz si è arrestata da tempo e gli ingegneri si sono piuttosto concentrati sull’ottimizzazione delle funzionalità e della logica dei transistor, l’introduzione di nuovi paradigmi produttivi come la configurazione tri-gate in tre dimensioni e ovviamente il ricorso all’implementazione di processori multi-core con l’esecuzione contemporanea in hardware di un numero sempre maggiore di thread .

La legge di Moore cesserà di essere valida da qui a 10 anni , preconizza oggi lo stesso Gordon Moore, anche se non tutti sono d’accordo con l’opinione del visionario fondatore di Intel: la discussione su come far avanzare la tecnologia dei transistor a dispetto dei limiti fisici del silicio è sempre più viva , c’è chi sposta il termine ultimo dell’evoluzione del computing a 600 anni da adesso e chi invece guarda agli stati quantistici , alla spintronica magari associata all’adozione del grafene al posto del silicio, per continuare la tradizione avviata da Moore e da Intel 50 anni or sono.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • .... scrive:
    ehehehe
    Pubblicita? adblocktracciamento? ghosteryrefresh ogni 5 minuti? blocco del refresh automatico nella configurazione del browsera te la nuova mossa, PI!
  • eheheh scrive:
    Ma AMD ha mai fatto profitti?
    Ma AMD ha mai fatto profitti in vita sua?e come fa ad andare avanti inanellando sempre o quasi perdite?
    • ces scrive:
      Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
      Purtroppo negli ultimi anni, soprattutto nel settore cpu, ha sfornato prodotti deludenti e distanti anni luce da quelli Intel. Le ultime cpu decenti sono state quelle Phenom II che a suo tempo erano già considerate parecchio sotto le aspettative, i proXXXXXri FX sono stati un flop totale ed hanno rovinato un brand che per AMD era storico; le APU sono un ottimo prodotto ma su un mercato in crisi come quello dei notebook. Se non avesse acquisito Ati adesso starebbero messi molto peggio, ma anche da quel punto di vista negli ultimi anni si è vista poca innovazione (non che Nvidia abbia sfoderato niente di meglio).
      • user_ scrive:
        Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
        - Scritto da: ces
        Purtroppo negli ultimi anni, soprattutto nel
        settore cpu, ha sfornato prodotti deludenti e
        distanti anni luce da quelli Intel. Le ultime cpu
        decenti sono state quelle Phenom II che a suo
        tempo erano già considerate parecchio sotto le
        aspettative, i proXXXXXri FX sono stati un flop
        totale ed hanno rovinato un brand che per AMD era
        storico; le APU sono un ottimo prodotto ma su un
        mercato in crisi come quello dei notebook. Se non
        avesse acquisito Ati adesso starebbero messi
        molto peggio, ma anche da quel punto di vista
        negli ultimi anni si è vista poca innovazione
        (non che Nvidia abbia sfoderato niente di
        meglio).io infatti ho cpu phenom 2 x2 550 dal 2009, apu su notebook , evito fx e prossima cpu per pc fisso è i5-4590 o simile broadwell 14nm..
      • bradipao scrive:
        Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
        - Scritto da: ces
        Purtroppo negli ultimi anni, soprattutto nel
        settore cpu, ha sfornato prodotti deludenti e
        distanti anni luce da quelli Intel. Le ultime cpu
        decenti sono state quelle Phenom II che a suo
        tempo erano già considerate parecchio sotto le
        aspettative, i proXXXXXri FX sono stati un flop
        totale ed hanno rovinato un brand che per AMD era
        storico; le APU sono un ottimo prodotto ma su un
        mercato in crisi come quello dei notebook. Se non
        avesse acquisito Ati adesso starebbero messi
        molto peggio, ma anche da quel punto di vista
        negli ultimi anni si è vista poca innovazione
        (non che Nvidia abbia sfoderato niente di meglio).Concordo su tutto, aggiungo che negli ultimi due anni è stata a galla soprattutto per il colpaccio delle APU sulle console.Il problema è che la corazzata Intel ha retto bene il flop completo di un'architettura (la netburst del primo P4). Mentre AMD non era abbastanza grande e solida.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
          per il p4, ha retto bene, perchè dava mazzette per non mettere in evidenza le soluzioni AMD dell'epoca, che rano superiori al p4, fu pure pesantemente multata per questo.
          • James Kirk scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            Si, l'Athlon64 era superiore al P4 sotto tutti i punti di vista.Purtroppo non sono riusiti a star dietro alla reazione di Intel con i Core e gli i5/6/7.Le ragioni sono molteplici ma hanno tutte a che fare con un Management ed una Board obsoleta. Tra queste la principale è stata voler tenere ed investire a tutti i costi nelle Fab, cosa che ha sottratto fondi allo sviluppo dei prodotti, che infatti sono sempre arrivati tardi ed indietro rispetto ad Intel.Comunque la storia è troppo complessa da spiegare in un forum; va da se che l'unico modo che avrebbe AMD per risorgere sarebbe di finire in mano ad un compratore danaroso (si vociferavano Samsung e Qualcomm), e l'azione a 2,5$ potrebbe facilitare l'acquisto, ma pare la cosa sia complessa per via delle licenze X86 le cui clausole non sono di pubblico dominio.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            La soluzione e per forza farsi comprare da qualcuno che ha interesse solo del mobile ?Mah....
          • James Kirk scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            Il motivo principale per Qualcomm è il mercato server dove AMD sta sviluppando una propria linea di chip su base ARM. Qualcomm (come altri) sta facendo lo stesso, ma l'esperienza di AMD potrebbe tornare comoda.A livello mobile, invece, sono il know how ed i brevetti di ATI che potrebbero fare comodo.Quanto a Samsung gli mancano solo CPU x86 e GPU per poter avere tutta la filiera PC in casa visto che RAM, SSD, Flash e LCD li ha già.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 aprile 2015 18.15-----------------------------------------------------------
          • Sugo sughi scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            è infatti una ipotesi plausibile sulla carta anche se potrebbero esserci ostacoli di altra natura a frenare l'entusiasmo.Non so come sia messa adesso ma AMD è stata per un pezzo un fornitore strategico del DoD.
          • bradipao scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            - Scritto da: James Kirk
            Il motivo principale per Qualcomm è il mercato
            server dove AMD sta sviluppando una propria linea
            di chip su base ARM.E' notizia di questi giorni che AMD ha definitivamente chiuso l'esperienza SeaMicro (quella dei server ARM).
            Quanto a Samsung gli mancano solo CPU x86 e GPU
            per poter avere tutta la filiera PC in casa visto
            che RAM, SSD, Flash e LCD li ha già.Temo (dico "temo") che la licenza x86 di AMD non sia licenziabile a terzi e probabilmente non trasferibile in caso di acquisizioni.
          • Fai il login o Registrati scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            - Scritto da: bradipao
            - Scritto da: James Kirk

            Il motivo principale per Qualcomm è il mercato

            server dove AMD sta sviluppando una propria
            linea

            di chip su base ARM.

            E' notizia di questi giorni che AMD ha
            definitivamente chiuso l'esperienza SeaMicro
            (quella dei server
            ARM).Era chiaro fin da subito che sarebbe finita così. Doveva concentrarsi sul proprio Core business anziché avventurarsi in terre sconosciute.E per essere competitivi non aiuta certo licenziare gli ingegneri che progettano le CPU...
          • James Kirk scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            - Scritto da: bradipao

            E' notizia di questi giorni che AMD ha
            definitivamente chiuso l'esperienza SeaMicro
            (quella dei server
            ARM).
            Per Seamicro non so ma per i server ARM mi risulta il contrariohttp://semiaccurate.com/2015/04/21/amds-opteron-a1100-series-to-sell-for-171/
          • rockroll scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            - Scritto da: James Kirk
            Si, l'Athlon64 era superiore al P4 sotto tutti i
            punti di
            vista.
            Purtroppo non sono riusiti a star dietro alla
            reazione di Intel con i Core e gli
            i5/6/7.

            Le ragioni sono molteplici ma hanno tutte a che
            fare con un Management ed una Board obsoleta. Tra
            queste la principale è stata voler tenere ed
            investire a tutti i costi nelle Fab, cosa che ha
            sottratto fondi allo sviluppo dei prodotti, che
            infatti sono sempre arrivati tardi ed indietro
            rispetto ad
            Intel.

            Comunque la storia è troppo complessa da spiegare
            in un forum; va da se che l'unico modo che
            avrebbe AMD per risorgere sarebbe di finire in
            mano ad un compratore danaroso (si vociferavano
            Samsung e Qualcomm), e l'azione a 2,5$ potrebbe
            facilitare l'acquisto, ma pare la cosa sia
            complessa per via delle licenze X86 le cui
            clausole non sono di pubblico
            dominio.Licenze X86? Ma non dovrebbe trattarsi caso mai di licenze X64, che oltretutto erano farina esclusive del sacco AMD?In ogni caso Samsung è il partenr/acquisitore ideale: ha quel che manca ad AMD, e non ha quel che può dare AMD.Caso mai io vedo più ostacoli nell'antitrust ed in ragioni di stato, perchè l'accoppiata Samsung-AMD darebbe troppo potere e sopratutto know-out strategico a Samsung, società estera, rispetto ad Intel, società americana immanicata colla governance...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 aprile 2015 04.44-----------------------------------------------------------
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
          per il p4, ha retto bene, perchè dava mazzette per non mettere in evidenza le soluzioni AMD dell'epoca, che rano superiori al p4, fu pure pesantemente multata per questo.
          • Ma Dai scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            - Scritto da: Sg@bbio
            per il p4, ha retto bene, perchè dava mazzette
            per non mettere in evidenza le soluzioni AMD
            dell'epoca, che rano superiori al p4, fu pure
            pesantemente multata per
            questo.Eh si, inoltre è stata colta in FRAGRANZA di reato per doppiezza di post.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
            Non è colpa mia se il sito in certe occasione non permette di pubblicare il post.
      • .... scrive:
        Re: Ma AMD ha mai fatto profitti?
        - Scritto da: ces
        Purtroppo negli ultimi anni, soprattutto nel
        settore cpu, ha sfornato prodotti deludenti e
        distanti anni luce da quelli Intel. Le ultime cpu
        decenti sono state quelle Phenom II che a suo
        tempo erano già considerate parecchio sotto le
        aspettative, i proXXXXXri FX sono stati un flop
        totale ed hanno rovinato un brand che per AMD era
        storico; le APU sono un ottimo prodotto ma su un
        mercato in crisi come quello dei notebook. Se non
        avesse acquisito Ati adesso starebbero messi
        molto peggio, ma anche da quel punto di vista
        negli ultimi anni si è vista poca innovazione
        (non che Nvidia abbia sfoderato niente di
        meglio).quando ho letto anni fa una intervista di un progettista "della prima ora" fuoriuscito da AMD che con giri di parole (ma nemmeno molti) diceva che "non si possono progettare cpu con tool automatici, se non ci mette mano l'uomo il risultatoe e' -20% di prestazioni e +20% di transistor", allora mi sono detto "qui AMD e' avviata su una brutta china". e infatti...mi tengo stretto il phenom2 come reliquia di AMD e ciao.
Chiudi i commenti