L'email svizzera a prova di NSA

L'email svizzera a prova di NSA

Galeotto fu il CERN per la nascita di un nuovo servizio di posta elettronica, talmente sicura da essere a prova di NSA. Nel mentre in Germania il governo annuncia: basta aziende che spifferano informazioni agli USA
Galeotto fu il CERN per la nascita di un nuovo servizio di posta elettronica, talmente sicura da essere a prova di NSA. Nel mentre in Germania il governo annuncia: basta aziende che spifferano informazioni agli USA

Tanto tuonò il Datagate che piovvero email a prova di intercettazioni: un nuovo trend nel campo delle tecnologie sicure che ora accoglie l’ultimo arrivato, ProtonMail . Attualmente in stato di beta aperta al pubblico, ProtonMail è un servizio di posta elettronica che promette comunicazioni “a prova di NSA” e per giunta gratuite, almeno per il momento.

Il servizio nasce dall’iniziativa di studenti del MIT e dell’Università di Harvard incontratisi al CERN di Ginevra, e alla base della garanzia di sicurezza di ProtonMail c’è il fatto che la società è stata creata in Svizzera dove è in vigore una delle protezioni della privacy più robusta al mondo.

Non dovesse bastare la legge sulla carta, e con l’intelligence statunitense non basta di certo, ProtonMail fa uso di un meccanismo di cifratura end-to-end che impedisce anche alla stessa società svizzera di accedere ai messaggi dei propri utenti. Prevista inoltre una funzionalità di “auto-distruzione” delle email simile a SnapChat, augurabilmente in grado di funzionare davvero e diversamente da quanto succede con la discussa app di sexting per gadget mobile.

In Svizzera nascono startup per le comunicazioni sicure a prova di NSA, mentre in Germania il governo fa sapere di non voler più lavorare con aziende private incapaci di inibire l’accesso ai dati da parte dell’agenzia USA. La questione è complessa e nasce dall’arresto, nel 2012, del cittadino tedesco Khaled el-Masri da parte degli Stati Uniti, arresto in cui è risultata essere coinvolta la sussidiaria locale della società statunitense Computer Services Corporation (CSC).

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 mag 2014
Link copiato negli appunti