L'emoticon in un casco

Chiunque utilizzi la posta elettronica o un client di instant messaging deve far fronte, prima o poi, ad un elemento primario della comunicazione via web: le emoticon , dette più comunemente faccine . Le faccine aiutano a far comprendere lo sta

Chiunque utilizzi la posta elettronica o un client di instant messaging deve far fronte, prima o poi, ad un elemento primario della comunicazione via web: le emoticon , dette più comunemente faccine . Le faccine aiutano a far comprendere lo stato d’animo dietro alla parola scritta. Ma come far(l)e quando non si ha un pc a portata di mano? Con Mask of Emotion il problema è facilmente risolvibile.

Questo casco reagisce agli stimoli esterni accendendo numerosi led che compongono la faccina corrispondente. Se si porta una mano verso un occhio, mimando il gesto di asciugare una lacrima, il device assume le sembianze di un volto triste e piagnucoloso. Tremendo? Triste? Efficace? Decadente? Qualunque sia il giudizio, non lo si vedrà presto in giro: è un prototipo sviluppato dalla Facoltà di design dell’Università di Hongik, in Corea. Toccherà sopravvivere in qualche modo fino a quando non verrà commercializzato 😀

[via TechEBlog ]

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ciko scrive:
    CLICCATE I LINK
    ma senza poi scaricare nulla...cosi' pagheranno il costo per click senza guadagnarci nulla...MI RACCOMANDO, USCITE DALLA PAGINA SUBITO PERO'...
    • Davide Impegnato scrive:
      Re: CLICCATE I LINK
      Per far cosa? per far guadagnare google, che ha accettato di mettere in giro quei link? ma per favore!
  • OkNotizie scrive:
    Il sistema OkNotizie
    http://consigli-suggerimenti-tips-oknotizie.blogspot.com/2008/06/oknotizie-ecco-come-fottere-il-sistema.html
  • Mark scrive:
    Quindi Adobe EMEA prende atto?
    Mi aspettavo che Adobe EMEA intervenisse nelle sedi opportune per tutelare il suo buon nome...Lo farà? Oppure gli fa comunque comodo che l'inserzione gratuita resti così?
  • OMG scrive:
    Ma chi ci casca?
    C'é ancora gente che ci casca chiamando l'899? Dopo ANNI di vicende e casi di truffe riguardanti l'899 ancora qualcuno che tiene gli occhi serrati? Scusatemi... ma se sono così poco intelligenti da non averlo capito fino ad ora, forse è meglio staccare la spina del telefono perché l'899 non è l'unico pericolo
  • unaDuraLezione scrive:
    quando non conosco il sito ufficiale ...
    contenuto non disponibile
    • tanto scrive:
      Re: quando non conosco il sito ufficiale ...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      quando non conosco il sito ufficiale di un
      prodotto, vado sulla
      wikipedia.wikipedia? ROFL. Chiunque può modificare le pagine di wikipedia quindi è tutt'altro che affidabile!
  • Gabriele Rosati scrive:
    Sale in zucca
    Ci vuole sempre sale in zucca quando si naviga, ma il vero problema è la conoscenza. A mio avviso molti navigano senza sapere esattamente cosa fanno e quando cercano su Google un software che qualcuno gli ha detto di installare cliccano ovviamente sui link in maggiore evidenza.Spero che Google non voglia lavarsene le mani e provveda al più presto.
  • eheheh scrive:
    italian.eazel.com
    e questo sito, altra schifezzahttp://italian.eazel.com/
  • eheheh scrive:
    italian.eazel.com
    e questi sono regolari?http://italian.eazel.comScariche verificate libere al 100% da virus e spyware
  • MrVain scrive:
    Punto Informatico ha paura di Google?
    Veramente strano che nell'intestazione dell'articolo si parli di Acrobat, ma in realtà lo scandalo è di Google che ospita link a pagamento truffaldini....Davvero singolare che si sia chiesto un parere ad Adobe, ma a Google nessuno ha chiesto spiegazioni....Certo la notizia è stata pubblicata, ma stranamente molto, molto in basso....La vogliamo chiamare paura?
    • MrVain scrive:
      Re: Punto Informatico ha paura di Google?
      Ma la cosa più divertente è che proprio in fondo all'articolo e subito prima dei commenti spesso compare proprio la pubblicità google con proprio quei link che invitano allo scaricamento di Acrobat Reader, quindi anche Punto-Informatico ospita come pubblicità questi link.... queste sì che sono le meraviglie dell'informatica moderna....
      • MrVain scrive:
        Re: Punto Informatico ha paura di Google?
        Ops, vedo che l'inserzione della pubblicità di Google sotto l'articolo è stata prontamente tolta, ma tranquilli, mi sono ricordato di fare uno screenshot così tutti possono verificare quello che ho scritto, non si sa mai.....http://i16.photobucket.com/albums/b27/MrVain/puntoinformatico.jpgCiao ciao...
    • Gabriele Rosati scrive:
      Re: Punto Informatico ha paura di Google?
      A me pare che da anni Google dica sempre che non è responsabile delle inserzioni. Salvo poi modificare qualche policy quando qualcuno gli fa notare che si è giunti a livelli intollerabili. Penso che l'idea qui è che sia Adobe che debba dire qualcosa a Google...
      • Ricky scrive:
        Re: Punto Informatico ha paura di Google?
        Maligni...certo e' che dar fastidio "al" motore di ricerca potrebbe essere controproducente per un sito... :)Dobbiamo quindi temere google?
      • unoduetre scrive:
        Re: Punto Informatico ha paura di Google?
        - Scritto da: Gabriele Rosati
        A me pare che da anni Google dica sempre che non
        è responsabile delle inserzioni. Salvo poi
        modificare qualche policy quando qualcuno gli fa
        notare che si è giunti a livelli intollerabili.
        Penso che l'idea qui è che sia Adobe che debba
        dire qualcosa a
        Google...io credo che google dovrebbe controllare quello che pubblicizza visto che sembra di essere in totale anarchia del tipo "finchè paghi puoi fare tutto"... non si addice ad una società che ha in mano molto potere decisionale su cosa l'utenza deve e non deve visitare
    • moretti ennio scrive:
      Re: Punto Informatico ha paura di Google?
      - Scritto da: MrVain
      Davvero singolare che si sia chiesto un parere ad
      Adobe, ma a Google nessuno ha chiesto
      spiegazioni....Di fronte al piu' forte o a chi paga un banner, molti voltano la testa dall'altra parte. Evidentemente vale anche per PI.
  • MrVain scrive:
    Re: Altri software
    Anche per software a pagamento come Virtual Dj che viene promesso gratuitamente salvo chiedere di ottenere la password tramite 899....Google cosa fai?Non sarebbe l'ora di togliere di torno questi annunci?In questo caso Google è molto peggio di M$.
  • antonio scrive:
    Anche per Java
    http://www.javaruntime.info/eshttp://www.java-runtime.info/it/Che schifo...
    • spiega scrive:
      Re: Anche per Java
      - Scritto da: antonio

      Che schifo...vuoi sapere la mia teoria? I produttori di antivirus si comprano in maniera anonima dei domini e poi ci mettono su nuovi virus e nuove minaccie, in modo che gli utenti siano obbligati a comprare gli antivirus.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Anche per Java
        contenuto non disponibile
        • tanto scrive:
          Re: Anche per Java
          - Scritto da: unaDuraLezione
          1) I prodotti che scarichi in quei siti sono
          esattamente gli stessi binari presenti sui siti
          ufficiali.beata ignoranza la tua. 95KB per acrobat reader? 88KB per open office?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Anche per Java
            contenuto non disponibile
          • tanto scrive:
            Re: Anche per Java
            - Scritto da: unaDuraLezione
            io non li ho scaricati,e allora TACI!
            ma chi l'ha fatto (almeno
            nel caso di winodws media player) mi ha detto che
            sono uguali bit per
            bit.
            Poi tutto può essere.http://adobecrobat.info/it/install_Adobe%20Reader_.exe (88KB)se per te è uguale, sei messo maluccio!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Anche per Java
            contenuto non disponibile
          • tanto scrive:
            Re: Anche per Java
            - Scritto da: unaDuraLezione
            1) ho riportato quanto mi è stato riferitoevita di parlare "per sentito dire"... Ti risparmieresti figuracce come queste.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Anche per Java
            contenuto non disponibile
          • Marietto scrive:
            Re: Anche per Java
            io lo ho aperto con PE Explore e mi sembra che il file che ti fanno scaricare sia solo il donwloader che ti chiede di inserire il codice datoti dall'899 per poi farti scaricare il setup vero di adobe.poi magari mi sbaglio, faccio tutt'altro, ma basta pco per controllare,
          • Featureman scrive:
            Re: Anche per Java
            - Scritto da: unaDuraLezione
            io non li ho scaricati, ma chi l'ha fatto (almeno
            nel caso di winodws media player) mi ha detto che
            sono uguali bit per
            bit.
            Poi tutto può essere.ma chi te l'ha detto, tuo cuggino?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Anche per Java
            contenuto non disponibile
  • ilMostro scrive:
    whois who
    ecco parte del whois del dominio sopracitato... mah...$ whois adobecrobat.infoDomain ID:D18982550-LRMSDomain Name:ADOBECROBAT.INFOCreated On:11-Jul-2007 12:44:34 UTCLast Updated On:24-May-2008 19:10:59 UTCExpiration Date:11-Jul-2009 12:44:34 UTCSponsoring Registrar:GoDaddy.com Inc. (R171-LRMS)Status:CLIENT DELETE PROHIBITEDStatus:CLIENT RENEW PROHIBITEDStatus:CLIENT TRANSFER PROHIBITEDStatus:CLIENT UPDATE PROHIBITEDRegistrant ID:GODA-034775609Registrant Name:Jr pRegistrant Organization:Registrant Street1:Nueva direccionRegistrant Street2:Registrant Street3:Registrant City:PanamaRegistrant State/Province:Registrant Postal Code:43536Registrant Country:PARegistrant Phone:+507.6022746723Registrant Phone Ext.:Registrant FAX:Registrant FAX Ext.:Registrant Email:jrp2110@gmail.com
    • Boh Lla scrive:
      Re: whois who
      La società panamense alla quale fanno riferimento le condizioni di utilizzo, la Netlink Investments, risulta essere stata aperta il 30/08/2006 e chiusa (desuelta) il 27/04/2007. Fonte: registro pubblico di Panama
  • Davide Impegnato scrive:
    Lo stesso per openoffice
    Lo stesso vale per openoffice, viene questa pubblicità:OpenOffice.orgScarica l'Ultima VersioneOpenOffice.org in Italianowww.new-office.orgChe poi è la stessa azienda spagnola che fa 'ste min***chiate. A quando la galera per questa gente?
    • amedeo scrive:
      Re: Lo stesso per openoffice
      In questi giorni stavo cercando alcuni software (non ricordo quali, ma tutti gratuiti) ed ho scoperto che diverse aziende lucrano offrendo i download solo agli utenti registrati (previa pagamento), agli altri niente o con una finestrella odiosa che obbliga ad attendere alcuni minuti prima di avviare il download.Pratica peraltro gia' di casa per alcuni siti dove sono archiviati i driver (suppongo che tanti lettori di PI sappiano a chi mi riferisco).
    • spiega scrive:
      Re: Lo stesso per openoffice
      - Scritto da: Davide Impegnato
      Che poi è la stessa azienda che fa 'ste
      min***chiate. A quando la galera per questa
      gente?ma non lo avete ancora capito che sono gli stessi produttori antivirus a comprarsi i domini in maniera anonima? SVEGLIAAAOgni tot licenze di antivirus vendute, mettono su in rete siti con nuovi virus in modo da alimentare il mercato degli antivirus
      • dani bio scrive:
        Re: Lo stesso per openoffice
        Buongiorno.In base a cosa asserisci l'ipotesi della diffusione di trojan/virus?Oltre al costringerti in maniera truffaldina ad effettuare una chiamata a valore aggiunto per scaricare un software gratuito (la chiamata all'899), sei certi che al download successivo sia compreso anche l'installazione di virus o trojan?
        • tanto scrive:
          Re: Lo stesso per openoffice
          - Scritto da: dani bio
          In base a cosa asserisci l'ipotesi della
          diffusione di
          trojan/virus?no troja/virus = no antivirus = no guadagi = dead di antivirus
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Lo stesso per openoffice
            contenuto non disponibile
          • tanto scrive:
            Re: Lo stesso per openoffice
            - Scritto da: unaDuraLezione
            sì... e le rapine alle banche le fanno le guardie
            giuratee infatti molti casi di rapine ai furgoni portavalori sono fatte proprio dalle stesse guardie.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Lo stesso per openoffice
            contenuto non disponibile
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Lo stesso per openoffice
            Mmmmhhh.... ma secondo te il bottino è vendere antivirus o i soldi delle licenze dell'antivirus?Detto questo, non credo che chi scrive antivirus metta in giro virus, per il semplice fatto che ce ne sono talmente tanti.... però ti posso assicurare, e voglio vedere chi ha il coraggio di negarlo, che Microsoft non corregge i propri errori deliberatamente, proprio per mantenere vivo il mercato degli antivirus e delle truffe on line.E se poi pensiamo che adesso microsoft vende anche il suo antivirus, tale "one care".... abbiamo il quadro completo di come funzioni il mercato dell'informatica.Virus lasciati deliberatamente funzionare, senza che nessuno corregga gli errori. E c'è qualcuno che, da questa truffa, ha anche il coraggio di dirti non solo che il tuo computer è sicuro, ma ti vende pure l'antivirus.I virus non sono fatti da chi produce antivirus, però chi produce antivirus (Microsoft) lascia che questi funzionino, DELIBERATAMENTE.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Lo stesso per openoffice
            contenuto non disponibile
      • amedeo scrive:
        Re: Lo stesso per openoffice
        Credi davvero che le aziende di antivirus ne abbiano bisogno ? Allora pensi anche che a distruggere le panchine siano i falegnami, a rompere le vetrine siano i vetrai, a bucare le gomme siano i gommisti ?Il mondo e' abbastanza pieno di vandali, malintenzionati e imbecilli senza bisogno che i produttori (come i falegnami, vetrai ecc.) vadano a procurarsi lavoro extra dannggiando appositamente il prossimo.
Chiudi i commenti