Lo smartphone touch-screen è open source

Pronto il primo smartphone basato su OpenMoko, piattaforma mobile aperta basata sul kernel di Linux. Gli sviluppatori possono creare applicazioni per il device utilizzando tool e librerie aperti

Taipei (Taiwan) – Mentre il mercato mainstream dei dispositivi mobili è sempre più dominato dalle piattaforme chiuse e proprietarie – l’ultimo esempio è dato dall’ iPhone di Apple -, la piccola società taiwanese OpenMoko.com ha scelto di andare controcorrente e introdurre Neo 1973 , il capostipite di una famiglia di smartphone basati sulla sua omonima piattaforma open source.

OpenMoko è una piattaforma indipendente dall’hardware che poggia sul kernel di Linux e utilizza un’interfaccia grafica esteticamente molto raffinata . Questo software si basa a sua volta sul progetto OpenEmbedded , un ambiente di sviluppo aperto che fornisce agli sviluppatori tutto il necessario per creare applicazioni mobili. Il fatto che OpenMoko utilizzi gli stessi tool di sviluppo e le stesse librerie di OpenEmbedded, rende questo sistema operativo compatibile con le centinaia di applicazioni già scritte per piattaforme come OpenZaurus, Familiar Linux e Ångström.

Rispetto agli smartphone basati su software e hardware proprietari, quelli che utilizzano OpenMoko includono tutto il necessario per sviluppare applicazioni : i programmatori non solo possono accedere ad una vasta libreria di codice, ma sono anche in grado di sfruttare appieno le potenzialità del sistema e dell’hardware sottostante, senza alcuna restrizione.

Il primo telefono OpenMoko, Neo 1973, ha un display touch-screen VGA da 2,8 pollici che può essere utilizzato con una stilo o con un dito (niente tecnologia multi-touch). Il processore è costituito da un system-on-a-chip di Samsung da 266 MHz , mentre tra gli altri componenti si trovano ricevitore AGPS, Bluetooth 2.0, codec audio e slot MicroSD. Per quel che riguarda la parte telefonia, il dispositivo è compatibile con le reti GSM 2.5G di tutte le nazioni (quad-band).

Neo 1973 può già essere ordinato via Internet al prezzo base di 300 dollari, ma le attuali versioni sono cosiderate delle “developer preview”, dunque sconsigliate agli utenti finali. Il primo telefonino consumer basato su OpenMoko arriverà entro la fine dell’anno e integrerà connettività WiFi, chipset per l’accelerazione grafica 3D e fino a 256 MB di memoria flash integrata.

In questa pagina di YouTube è possibile accedere ad un lungo elenco di video relativi a Neo 1973.

Questa stessa settimana anche Motorola ha lanciato uno smartphone Linux-based, il MotoMING , che aveva introdotto sul mercato cinese lo scorso anno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Se volete dischi senza DRM
    Sull'HD DVD l'ACCS è opzionale, e alcune case produttrici hanno deciso di non usarlo.Certo, non è che i dischi con questo DRM si vedano peggio.
  • Categorico scrive:
    Dura minga
    Durerà finché BD lo avranno quattro gatti, ma appena decollerà, bye-bye protezioni fantamegagalattiche...
  • nifft scrive:
    Re: Ma????
    Con un po' di pubblicità e di lavaggio del cervello ti faranno capire che è più bello e più fico avere solo una copia di quel dvd pagato a peso d'oro, e che fare backup di sicurezza è da poveracci sfigati.
    • Riccardo Masciotta scrive:
      Re: Ma????
      Forse hai ragione, "la massa" si farebbe prendere in giro come ha fatto sempre dopotutto.Però io spero che la gente diventi più intelligente con il passare del tempo e capisca che DEVE farsi rispettare.Ma finchè continuerà ad avere più ascolti una puntata di Matrix dove c'è ospite Fabrizio Corona (Primo nome di un coglione del nostro "Star System" a caso) piuttosto che una dove c'è ospite Margherita Hack (Primo nome di persona stimabile a caso) la gente avrà un problema...
  • regynald scrive:
    Re: Ma????
    prenderemo sane manganellate rieducatrici
    • Riccardo Masciotta scrive:
      Re: Ma????
      Dici?Beh le strade son due, o le prendiamo noi o loro.La cosa positiva è che dipende da noi perchè i loro soldi e di conseguenza il loro potere dipendono da noi...
  • anonymous coward scrive:
    Non vanno crackati subito!
    Gli hacker dovrebbero imparare a NON crackare subito questi sistemi DRM. Prima devono attendere che si siano ben bene diffusi per massimizzare il danno ai loro produttori, alle major, e agli utonti "onesti" che continuano a supportare comprando prodotti quella mafia legalizzata.
    • anonymous coward scrive:
      Re: Non vanno crackati subito!
      ... inoltre i DRM "servono" a creare l'odio per il diritto d'autore, la SIAE e le major negli utonti!! Poi quando tutti si saranno incaxxati per bene, e cominceranno a NON comperare per principo, ecco che esce il CRACK!!!! Muahhahahahahahahahahhahahha!!
  • laxamentum scrive:
    Richard ti giochi le stock options?
    Richard se ti giochi le stock options comincierò da subito a studiare il nuovo protocollo e non passerà molto che piangerai comi un agnellino
  • MESCAL. scrive:
    NON ARRIVA AL PANETTONE...
    BD+ mi siedero' in riva ad un fiume e aspettero' di veder passare il tuo cadavere... ne ho visto molti passare: CSS, AACS, piu' tutta la pletora di protezioni per giochiCD. Tu non sarai da meno.
    • Pino Maiuli scrive:
      Re: NON ARRIVA AL PANETTONE...
      ma per piacere...
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: NON ARRIVA AL PANETTONE...
      - Scritto da: MESCAL.
      BD+ mi siedero' in riva ad un fiume e aspettero'
      di veder passare il tuo cadavere... ne ho visto
      molti passare: CSS, AACS, piu' tutta la pletora
      di protezioni per giochiCD. Tu non sarai da
      meno.Profetico, oggi è stata smantellata :D Se hai un po' di numeri da giocare tra 3 mesi mandami un pm, però prima dell'estrazione :D
  • michele serra scrive:
    una manna per gli hacker
    finalmente protezioni ad hoc, questo comportera' crack ad hoc sulle iso di ogni BD , probabilmente vedremo spuntare la sezione apposita su astalavista crack pc, serial pc, crack bdIntellettualmente stimolante, fermo restando che nemmeno sotto tortura affiancherei un masterizzato alla mia collezione di DVD/BD originali
  • rockroll scrive:
    Ah Richard Doherty, ma che stai a di....
    Una catena è forte quanto è forte il suo anello più debole. Ah Richard, vuoi che ti ripeta quali sono gli anelli deboli? Ah Doherty, ma la storia non ti ha insegnato nulla?Ah Ricca...(rdo), lo sai che un buon ladro, se la porta è superblindata, passa dalla finestra?E se per assurdo fosse vero quel che dici, caro Riccardo Dorotei, il tuo prezioso Blue-Ray "inattaccabile" dopo pochi mesi non lo comprerà più nessuno... (così almeno sarai sicuro che nessuno avrà interesse a scardinarlo)..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 luglio 2007 06.09-----------------------------------------------------------
  • anonimo scrive:
    Aperte le scommesse...
    io gli do 20 giorni
  • ... scrive:
    Sì sì sì...
    ...anche il Titanic era inaffondabile poi è stato dimostrato sui progetti che superata una certa inclinazione letteralmente collassava su se stesso...
  • crack scrive:
    10...
    Forse intendeva 10 giorni
    • supernaicol scrive:
      Re: 10...
      no no, intendeva sicuramente proprio 10 anni.La cosa paradossale è che a voler essere pignoli avrà anche ragione: la protezione non verrà rotta, ma probabilmente di qui a qualche giorno/settimana verrà semplicemente aggirata.D'altro canto anche per aacs, l'algoritmo in sé non è stato craccato, si sono semplicemente sfruttate alcune vulnerabilità dei software che utilizzavano quell'algoritmo (scrivevano la chiave direttamente in chiaro sulla ram). Probabilmente quando succederà la stessa cosa con sta nuova protezione questo genio delle nuove tecnologie si affretterà a dire "eeeeehhhhh ma così non vale, l'algoritmo è ancora intatto, d'altra parte il consorzio bd+ non può controllare tutti quelli che costruiscono player hardware o software....".D'altra parte la faccia come il culo è la regola tra quella gente.
Chiudi i commenti