Lombardia, certificazione RFID

Sono aperte le preiscrizioni per i voucher formativi 2007/2008

Milano – La Regione Lombardia ha messo a disposizione di tutti i lavoratori operanti nel territorio un buono (voucher) del valore di euro 1400 da spendere per un corso di formazione a scelta del lavoratore cui partecipare nel periodo ottobre 2007 – maggio 2008. Non ci sono limiti al numero di persone della stessa azienda. È prevista una piccola quota allievo, che per i nostri corsi di 90 euro, da versare solo in fase di avvio corso. È prevedibile che i fondi regionali si esauriranno molto presto, date le caratteristiche del bando, che lascia al lavoratore una libertà di scelta senza precedenti.

Al fine di meglio sfruttare l’opportunità fornita dalla Regione Lombardia, CorsiSoftware in collaborazione con CALEARO TLC e CAEN RFID, i due maggiori produttori italiani di apparati Rfid HF ed UHF ha deciso di proporre un percorso della durata di 30 ore atto all’acquisizione di una competenza trasversale nell’ambito Rfid finalizzato alla progettazione di soluzioni, installazione, configurazione, taratura e problem solving di soluzioni Rfid.

“Al termine del percorso formativo – si legge in una nota – verrà rilasciata una certificazione di qualità congiunta che identifica nell’allievo una figura professionale qualificata sulle soluzioni e sugli apparati CAEN e CALEARO. Nell’attesa che sia reso disponibile il catalogo ufficiale e che si aprano le iscrizioni vere e proprie, invitiamo tutti i lavoratori interessati a prendere contatto con noi lasciando i loro recapiti e gli orari in cui sarebbero disposti a frequentare, in modo da essere pronti non appena si apriranno i termini finalizzati all’accettazione del Voucher Formativo”.

La presentazione del corso è disponibile a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • manuela ciureriu scrive:
    messagio
    io volio fare sesso com te
  • maurifan scrive:
    Oggi in Cina, domani qua!
    Oggi in Cina domani qua!Oramai e' questa la tendenza.La privacy e la liberta', piano a piano vanno a farsi fottere, se lasciamo fare.
  • dioniso scrive:
    sessuofobi
    sinceramente tra tutte le news che mi capita di leggere sulla cina questa la trovo la meno preoccupante. forse è preoccupante pensare che una società "privata" (leggi controllata dalla mafia, in cina non esiste l'imprenditoria, le ditte o sono pubbliche o sono della mafia, i committenti occidentali trattano con la mafia cinese per poter aprire le fabbriche facendo finta di non sapere con chi hanno a che fare) sia arrivata all'autocensura preventiva riguardo un argomento che solo alla lontana può sembrare scabroso (in fondo non si tratta nemmeno di immagini, sono solo avatar)cmq sono sessuofobi, almeno quanto lo eravamo noi ai tempi di don camillo....
  • Micchan scrive:
    La cina e' un paese molto triste....
    ...fossi nei giocatori boicotterei quel gioco passando alla concorrenza, cosi' da farlo fallire e allo stesso tempo eludere il controllo soffocante della dittatura comunista, visto che in cina i mmorpg sono una marea.
    • Realista scrive:
      Re: La cina e' un paese molto triste....
      che tristezza... cina=alcatraz, tra un po stabiliranno gli orari ai cinesi per andare a cagare e pisciare...
      • Anonymous scrive:
        Re: La cina e' un paese molto triste....
        - Scritto da: Realista
        che tristezza... cina=alcatraz, tra un po
        stabiliranno gli orari ai cinesi per andare a
        cagare e
        pisciare...Sì, quello sì lo decideranno. Regolamentare, invece, il lavoro, no.E meno male che è comunista.
        • anonimo scrive:
          Re: La cina e' un paese molto triste....
          - Scritto da: Anonymous
          - Scritto da: Realista

          che tristezza... cina=alcatraz, tra un po

          stabiliranno gli orari ai cinesi per andare a

          cagare e

          pisciare...

          Sì, quello sì lo decideranno. Regolamentare,
          invece, il lavoro,
          no.
          E meno male che è comunista.Una delle ultime rivolte in una fabbrica è stata causata da un imprenditore ITALIANO che voleva sottrarsi all'ira della delegazione di suoi dipendenti a cui aveva rifiutato di concedere riposo domenicale (formalmente un diritto)e ha chiamato la polizia.Certo il regime che lascia i dipendenti in ostaggio delle imprese sbaglia, ma gli occidentalissimi commitenti ?Attenti perché la cina è vicina, non guardate a oriente, guardatevi le spalle!
      • nome strakazzo cognome scrive:
        Re: La cina e' un paese molto triste....
        - Scritto da: Realista
        che tristezza... cina=alcatraz, tra un po
        stabiliranno gli orari ai cinesi per andare a
        cagare e
        pisciare...mmm in Ialia non è molto differente eh
        • xxx scrive:
          Re: La cina e' un paese molto triste....
          Non sai quel che dici...
        • Loris Batacchi scrive:
          Re: La cina e' un paese molto triste....
          Sisi, hai proprio ragione, allora fai un piacere a tutti, vai a lavorare in Cina poi ci racconti eh
          • anonimo scrive:
            Re: La cina e' un paese molto triste....
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Sisi, hai proprio ragione, allora fai un piacere
            a tutti, vai a lavorare in Cina poi ci racconti
            eha parte che il focus era sull'identificazione nelle reti ludiche e che come si può vedere dai tentativi di normare le community ed altro in questo campo non siamo messi meglio, fai un favore tu, butta via tutto quello che hai che è stato prodotto in cina affamando i cinesi (e tutti gli stati con condizioni di lavoro simili anche se filooccidentali che però non disturbano nessuno, naturalmente) e ingrassando le aziende occidentali e dando la colpa solo al governo cinese, compra solo roba prodotta in occidente pagando stipendi che consentano uno stile di vita dignitoso, poi dopo aver ricomprato auto, bici, cellulare,pc, moto, tv, vcr,videocamera, orologio,stereo, ipod, scarpe e vestiti, dimmi quanti italiani potrebbero permettersi uno stile di vita dignitoso
    • Wakko Warner scrive:
      Re: La cina e' un paese molto triste....
      - Scritto da: Micchan
      ...fossi nei giocatori boicotterei quel gioco
      passando alla concorrenza, cosi' da farlo fallire
      e allo stesso tempo eludere il controllo
      soffocante della dittatura comunista, visto che
      in cina i mmorpg sono una
      marea.Anche tu ti spacci per femmina nelle chat e i mmorpg online come il sottoscritto eh? :)Che sia tutto per via di quella volta in cui ho incontrato un arrapatissimo funzionario cinese... come si chiamava... hmmm mi pare... HU Jintao credo. Oppure quella volta con ZENG Qinghong.Sono permalosini. Non sai quanto si sono incazzati. Vabbé, pazienza su, il mondo è grande. Ho appena conosciuto un certo George Bush Jr. ha detto di essere americano :)
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: La cina e' un paese molto triste....
        - Scritto da: Wakko Warner
        Vabbé, pazienza su, il mondo è grande.i cinesi direbbero che è glande.
      • Might scrive:
        Re: La cina e' un paese molto triste....
        E poi è solo grazie a SL o altri MMORPG che tanti maschietti hanno scoperto, loro malgrado, quanto è più gioiosa e "facile" la vita delle donne (o almeno di quelle belle...) rispetto al grigiore della nostra! :-)
      • Micchan scrive:
        Re: La cina e' un paese molto triste....
        Per la miseria, si, io uso sempre personaggi femminili, ma mica per far colpo sui maschi (-.-), semplicemente perche' sono realizzati meglio e le armature sono fenomenali (lineage 2 insegna). E poi che diamine, se io voglio identificarmi con quell'avatar perche' non dovrei farlo?
    • prss scrive:
      Re: La cina e' un paese molto triste....
      Bombardiamoli con testate atomiche (prima dovremmo comprarle però..:s)
    • Elf scrive:
      Re: La cina e' un paese molto triste....
      Se tutti i MMORPG imponessero questo divieto ci sarebbero server con SOLI personaggi maschili :P
    • anonimo scrive:
      Re: La cina e' un paese molto triste....
      - Scritto da: Micchan
      ...fossi nei giocatori boicotterei quel gioco
      passando alla concorrenza, cosi' da farlo fallire
      e allo stesso tempo eludere il controllo
      soffocante della dittatura comunista, visto che
      in cina i mmorpg sono una
      marea.Alcuni aspetti da considerare prima del solito "dagli ai cinesi": primo l'identificazione NON E' una disposizione di regime ma un'iniziativa aziendale, secondo hai visto i meccanismi di identificazione che volevano introdurre nei paesi anglofoni nelle community chat e sms in seguito ad appuntamenti che maniaci hanno dato a ragazze adolescenti fingendosi coetanei o coetanee ? erano solo pochi casi su centinaia di migliaia di utenti, ma in questo caso nessuno ha parlato di censura
      • Micchan scrive:
        Re: La cina e' un paese molto triste....
        Siete odiosi quando estremizzate sempre...
        Alcuni aspetti da considerare prima del solito
        "dagli ai cinesi": primo l'identificazione NON E'
        una disposizione di regime ma un'iniziativa
        aziendale, secondo hai visto i meccanismi di
        identificazione che volevano introdurre nei paesi
        anglofoni nelle community chat e sms in seguito
        ad appuntamenti che maniaci hanno dato a ragazze
        adolescenti fingendosi coetanei o coetanee ?
        erano solo pochi casi su centinaia di migliaia di
        utenti, ma in questo caso nessuno ha parlato di
        censura
Chiudi i commenti