Londra sdogana il VoIP

Il Garante TLC britannico assegna un prefisso ai servizi telefonici alternativi a quelli tradizionali, servizi che sfruttano Internet. Gli utenti possono acquisire un numero VoIP trasportabile. Scossone alla telefonia tradizionale


Londra – Avanzano sul mercato con servizi innovativi e tariffe ridotte, promettono ed offrono telefonia a tutto campo con quel sapore in più dato dal fatto che corre su Internet: sono i provider di servizi Voice-over-IP (VoIP) che anche nel Regno Unito vanno spopolando e che ora hanno un loro prefisso .

A deciderlo è stato l’ Office of Communications – Ofcom che ha dichiarato di voler creare il quadro normativo per lo sviluppo del VoIP in modo tale che gli utenti possano prenderne tutti i vantaggi senza però dover avere a che fare con aziende che non hanno regole precise di tutela e doveri nei confronti dei consumatori .

Quello di Ofcom è un balzo in avanti: agli utenti che vorranno affidarsi ad un operatore VoIP diviene ora possibile abbandonare i vecchi prefissi telefonici ed abbracciare il nuovo prefisso , 056, che d’ora in poi caratterizzerà i servizi alternativi.

Per gli utenti rimane comunque possibile conservare il vecchio numero anche nell’affidarsi ad un servizio VoIP: questo consentirà agli utenti di essere ancora “geograficamente” localizzabili con il prefisso tradizionale adattato al VoIP. Quelli che sceglieranno la nuova numerazione 056, invece, avranno numeri che non sono assegnati su base geografica.

La comodità del numero VoIP trasportabile sta infatti nella possibilità di utilizzarlo per effettuare e ricevere chiamate indipendentemente da dove ci si trova: un’opzione richiesta in misura sempre maggiore e non soltanto dal mondo dei professionisti e delle aziende. La presenza di broad band in misura sempre maggiore, poi, non fa che favorire la diffusione del VoIP e la possibilità di utilizzarlo pienamente anche lontano da casa o dall’ufficio.

La creazione del prefisso è dunque solo il primo passo di una serie di adeguamenti che coinvolgeranno gli operatori del VoIP, sebbene Ofcom abbia specificato che per consentire a questo settore di decollare, e dunque di offrire tutti i benefici che può portare ai cittadini, è necessario che le eventuali regole siano poche e chiare . Mentre Ofcom intende impedire che gli utenti VoIP finiscano preda di compagnie telefoniche senza scrupoli, l’Autorità garante vuole anche “stare alla finestra”, così ha dichiarato, in modo da consentire agli operatori del settore di mettere a punto le migliori offerte.

Ofcom ha anche deciso di aprire una consultazione pubblica sul ruolo degli operatori VoIP perché vi sono alcuni importanti punti da chiarire. Oggi, per esempio, un carrier tradizionale deve aderire ad una serie di standard, come quello di garantire funzionalità anche in caso di disastro e di consentire sempre le chiamate di emergenza. Due aspetti che possono costare caro agli operatori alternativi. I provider da parte loro, plaudendo all’atteggiamento “soft” di Ofcom, fanno notare che, perché il VoIP funzioni, è comunque necessaria l’esistenza di una linea telefonica attiva e che dunque agli operatori del settore non dovrebbe essere richiesto quanto previsto per quelli tradizionali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fai il login o Registrati scrive:
    www.Mp3festa.com
    Attivo e funzionante...inoltre costa meno di un'euro un album intero !!
  • rumenta scrive:
    Poscritto del 16/07/05
    caro luke, come hai potuto vedere la legge è MOLTO cambiata :Dcomplimenti, anche tu sei entrato di diritto nella grande casa dei creduloni senza speranza (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Re: 2 euro e in Peru' 4 euro
    Torno da poco da un viaggio in Peru' e li' il prezzo di un cd aquistato in un negozio musicale e' di 4 euro (ultimo sting)
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi può comprare cosa?
    - Scritto da: Anonimo
    Reato gravissimo.
    Bruciali finche' sei ancora in tempo, e
    pentiti!
    Flagellati ogni sera prima di coricarti, e
    indossa il cilicio.Visto che si tratta di dati digitali indosserei il silicio...Giuseppe
  • Anonimo scrive:
    Essendo musica mp3 prezzo onestissimo...
    Tralasciando quello che fa' o non fa' questo sito russo si puo' dire che questo o poco piu' dovrebbe essere il prezzo per la musica digitale mp3 senza scatola e materiale cartaceo..
  • Anonimo scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE M
    - Scritto da: rumenta

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: rumenta





    - Scritto da: Anonimo







    - Scritto da: rumenta









    speriamo che facciano
    tutti

    quella



    fine.....







    Scusa ma non comprendo chi

    è che



    dovrebbe fare la "stessa
    fine".

    Vorresti



    percaso gli unici politici

    ragionevoli


    in



    materia di copyright come
    Stanca e


    Cortiana



    appesi per i piedi?





    non esistono politici
    "ragionevoli",


    è una contraddizione di
    termini.





    inoltre, con quel tutti, io
    intendevo

    non


    solo i politici ma anche i
    burocrati e


    boiardi di stato, che hanno

    "alleggerito"


    l'Italia di tanti soldi e


    opportunità.





    un bel repulisti, insomma..... ma
    di


    lampioni ce ne sono tanti 8)










    Peraltro, l'hai letto
    l'articolo?

    Dice


    cose



    estremamente sensate,
    è in

    linea


    con



    quanto desideriamo noi utenti
    e


    rispecchia



    cio' che ha annunciato il
    senatore


    Cortiana



    un paio di mesi fa.





    io ODIO i proclami trionfalistici
    che


    fanno questi loschi figuri,
    soprattutto

    in


    clima elettorale.....





    Certo, le modifiche non



    sono arrivate per fine luglio
    come

    nella



    migliore delle ipotesi, ma
    bisogna



    continuare a premere
    perchè

    sono



    ancora possibilissime.





    certo, certo..... oh.....
    perdiana.....

    non


    ci posso credere!!!! un asino che

    vola!!!!!!





    se c'è una cosa che ti
    invidio


    è l'ottimismo e la fiducia
    che

    hai


    nei confronti dei politici.... non
    tutti


    magari..... ecco, vorrei essere
    come te,


    fiducioso in un radioso avvenire
    che si


    profila all'orizzonte....


    peccato che poi sono andato a
    vedermi la


    definizione di orizzonte: linea

    immaginaria


    che si allontana mano a mano che
    ci si


    avvicina :D





    sono comunque pronto a offrirti
    una cena


    semmai queste cose fossero
    realizzate,

    senza


    però rinunciare alle mie

    convinzioni


    in materia di politici ;)



    Non so perchè ma sento odore di

    anarchia....

    e senti proprio bene.


    ....tutti i politici e burocrati a casa
    e

    ognuno fa quello che gli pare??

    ettepareva se non arrivava un c(BIIIIIP) a
    parlare di Anarchia a sproposito.....
    non sai cosa dire e allora tiri in ballo
    l'Anarchia.... ma se NON sai cosa sia, non
    parlarne.... anzi, leggiti un pò di
    Bakunin, così capisci che Anarchia
    NON è assenza di regole....

    o vai tu a

    dettare legge visto che credi di essere

    meglio degli altri!!

    mai detto niente del genere.... che succede,
    oltre alla cultura politica ti manca pure la
    cultura di base, cioè il saper
    leggere??
    o magari sai leggere... ma solo quel che ti
    conviene ;)
    ma LOL.... forse ho capito.... ti brucia
    esserti fatto fregare da questi contapalle
    strapagati che scaldano sedie in
    parlamento!!
    beh, ti capisco, disilludersi su qualcosa
    è sempre molto brutto, ma non per
    questo devi prendertela con me :Drumenta, sei ganzo!!!!anche il tuo nick :D
  • rumenta scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE M
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: rumenta



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: rumenta







    speriamo che facciano tutti
    quella


    fine.....





    Scusa ma non comprendo chi
    è che


    dovrebbe fare la "stessa fine".
    Vorresti


    percaso gli unici politici
    ragionevoli

    in


    materia di copyright come Stanca e

    Cortiana


    appesi per i piedi?



    non esistono politici "ragionevoli",

    è una contraddizione di termini.



    inoltre, con quel tutti, io intendevo
    non

    solo i politici ma anche i burocrati e

    boiardi di stato, che hanno
    "alleggerito"

    l'Italia di tanti soldi e

    opportunità.



    un bel repulisti, insomma..... ma di

    lampioni ce ne sono tanti 8)







    Peraltro, l'hai letto l'articolo?
    Dice

    cose


    estremamente sensate, è in
    linea

    con


    quanto desideriamo noi utenti e

    rispecchia


    cio' che ha annunciato il senatore

    Cortiana


    un paio di mesi fa.



    io ODIO i proclami trionfalistici che

    fanno questi loschi figuri, soprattutto
    in

    clima elettorale.....



    Certo, le modifiche non


    sono arrivate per fine luglio come
    nella


    migliore delle ipotesi, ma bisogna


    continuare a premere perchè
    sono


    ancora possibilissime.



    certo, certo..... oh..... perdiana.....
    non

    ci posso credere!!!! un asino che
    vola!!!!!!



    se c'è una cosa che ti invidio

    è l'ottimismo e la fiducia che
    hai

    nei confronti dei politici.... non tutti

    magari..... ecco, vorrei essere come te,

    fiducioso in un radioso avvenire che si

    profila all'orizzonte....

    peccato che poi sono andato a vedermi la

    definizione di orizzonte: linea
    immaginaria

    che si allontana mano a mano che ci si

    avvicina :D



    sono comunque pronto a offrirti una cena

    semmai queste cose fossero realizzate,
    senza

    però rinunciare alle mie
    convinzioni

    in materia di politici ;)

    Non so perchè ma sento odore di
    anarchia....e senti proprio bene.
    ....tutti i politici e burocrati a casa e
    ognuno fa quello che gli pare?? ettepareva se non arrivava un c(BIIIIIP) a parlare di Anarchia a sproposito.....non sai cosa dire e allora tiri in ballo l'Anarchia.... ma se NON sai cosa sia, non parlarne.... anzi, leggiti un pò di Bakunin, così capisci che Anarchia NON è assenza di regole....o vai tu a
    dettare legge visto che credi di essere
    meglio degli altri!!mai detto niente del genere.... che succede, oltre alla cultura politica ti manca pure la cultura di base, cioè il saper leggere??o magari sai leggere... ma solo quel che ti conviene ;)ma LOL.... forse ho capito.... ti brucia esserti fatto fregare da questi contapalle strapagati che scaldano sedie in parlamento!!beh, ti capisco, disilludersi su qualcosa è sempre molto brutto, ma non per questo devi prendertela con me :D
  • Anonimo scrive:
    Re: fate tutti come ME!
    - Scritto da: Anonimo
    E chi te lo da l'indirizzo ?chiami le pagine gialle e c'è la simpatica signorina che ti aiuta :Do cerchi qualche fans club
  • Anonimo scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE M
    - Scritto da: rumenta

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: rumenta





    speriamo che facciano tutti quella

    fine.....



    Scusa ma non comprendo chi è che

    dovrebbe fare la "stessa fine". Vorresti

    percaso gli unici politici ragionevoli
    in

    materia di copyright come Stanca e
    Cortiana

    appesi per i piedi?

    non esistono politici "ragionevoli",
    è una contraddizione di termini.

    inoltre, con quel tutti, io intendevo non
    solo i politici ma anche i burocrati e
    boiardi di stato, che hanno "alleggerito"
    l'Italia di tanti soldi e
    opportunità.

    un bel repulisti, insomma..... ma di
    lampioni ce ne sono tanti 8)




    Peraltro, l'hai letto l'articolo? Dice
    cose

    estremamente sensate, è in linea
    con

    quanto desideriamo noi utenti e
    rispecchia

    cio' che ha annunciato il senatore
    Cortiana

    un paio di mesi fa.

    io ODIO i proclami trionfalistici che
    fanno questi loschi figuri, soprattutto in
    clima elettorale.....

    Certo, le modifiche non

    sono arrivate per fine luglio come nella

    migliore delle ipotesi, ma bisogna

    continuare a premere perchè sono

    ancora possibilissime.

    certo, certo..... oh..... perdiana..... non
    ci posso credere!!!! un asino che vola!!!!!!

    se c'è una cosa che ti invidio
    è l'ottimismo e la fiducia che hai
    nei confronti dei politici.... non tutti
    magari..... ecco, vorrei essere come te,
    fiducioso in un radioso avvenire che si
    profila all'orizzonte....
    peccato che poi sono andato a vedermi la
    definizione di orizzonte: linea immaginaria
    che si allontana mano a mano che ci si
    avvicina :D

    sono comunque pronto a offrirti una cena
    semmai queste cose fossero realizzate, senza
    però rinunciare alle mie convinzioni
    in materia di politici ;)Non so perchè ma sento odore di anarchia........tutti i politici e burocrati a casa e ognuno fa quello che gli pare?? o vai tu a dettare legge visto che credi di essere meglio degli altri!!
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Ok..ma qui si dice chiaramente che chi
    detiene i diritti non ha autorizzato questo
    "gestore del copyright" russo ne quindi
    tantomeno questo fantomatico negozio
    online....tutto qua!!! Per il resto siamo
    tutti d'accordo!!Il problema è che non esiste possibilità di essere autorizzati a vendere all'estero: per vendere in Italia o paghi la SIAE,o paghi la SIAE.
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    Ok..ma qui si dice chiaramente che chi detiene i diritti non ha autorizzato questo "gestore del copyright" russo ne quindi tantomeno questo fantomatico negozio online....tutto qua!!! Per il resto siamo tutti d'accordo!!
  • Anonimo scrive:
    E allora?
    Non me ne frega niente, io non pago neanche il mezzo dollaro. Che facciano i soldi con i concerti dal vivo, invece di rubare alla gente. Ciao :D
  • Anonimo scrive:
    Ok il prezzo e' giusto!!
    Si piu' o meno tutti peseranna a quella famosa trasmissione....No nulla di tutto questo.La mia semplice opinione e' che effettivamente il prezzo mi pare piu' che giusto. Considerando la quantita' di persone che potrebbere prelevare e pagare il o i brani ..... ne verrebbe fuori un bel gruzzolo ... alla faccia delle major e SIAE.La mia convinzione e' che se si vuole abbattere la pirateria si devono fare de prezzi che la pirateria non puo' sostenere, perche' chi vende , fa e crea musica si deve mettere in testa che io consumatore PRIMA mi compro da mangiare, POI compro di che vestire, dopo pago le tasse allo stato/comune e se mi restano soldi mi concedo un po di relax..... ergo io per campare non ho bisogno dei loro prodotti (musicali o film) loro invece per campare hanno bisogno di me !
  • XavierX scrive:
    Re: 2 euro
    Sicuramente la polizia e l'amministrazione russa hanno altri problemi di maggior importanza rispetto alla pirateria, ma dalle informazioni in mio possesso ripeto che si tratta di un'attività del tutto legale.Con i miei occhi ho visto decine di negozi a S.Pietroburgo dove i cd musicali costano tutti 2 euro.Quando ho spiegato ad una ragazza del posto che noi paghiamo 16-22 e ad album non ci credeva...
  • Anonimo scrive:
    Re: russia
    Anche io vado spesso in Russia. Quei CD sono illegali. Si trova tutta la discografia di un artista in un solo CD, come mp3 a 128 bit...Invece gli album originali si trovano a prezzi di 10-15 dollari.
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Ok..il punto sta...tu non puoi vendere
    ciò che non è tuo!! O meglio
    tu non puoi vendere se il detentore dei
    diritti di ciò che vendi non te lo
    consente...il fulcro è "Sto sito
    è autorizzato dai detentori dei
    diritti a vendere (major e artisti)??" Se la
    risposta è si, allora ci sono poche
    balle e la Siae & Co. non devono rompere i
    maroniTaglio lì perchè il resto del post non mi interessa: non funziona così(ed è quello che contesto io),non basta pagare i detentori del copyright,devi anche pagare chi gestisce il copyright su quel determinato territorio.Vuoi vendere musica online anche all'Italia?Bene,paghi le major(e di conseguenza gli artisti)e anche la SIAE del posto.Non mi interessa il caso dei Russi,perchè si è già capito che questi servizi non funzionano worldwide(come i negozi online che intendono spedire in tutto il mondo),ma devono essere attivati in tutto il mondo(ripeto: anche iTunes funziona così e infatti gli italiani non possono ancora scaricare niente da iTunes: bisogna aspettare che attivino il servizio anche da noi).L'unica spiegazione che trovo è quella del controllo dei prezzi, che passa attraverso il pagamento ai detentori che gestiscono i diritti in loco,in modo che NESSUNO possa comprare da servizi che non siano quelli per il suo Paese(addio concorrenza e libero mercato).
  • Anonimo scrive:
    Re: 2 euro
    sono illegali, come lo sono a Taiwan o nei supermercati del falso di Hong Kong, anche per le leggi locali. Li trovi solo perchè le azioni della polizia sono sporadiche ma non significa che sono legali
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    Ok..il punto sta...tu non puoi vendere ciò che non è tuo!! O meglio tu non puoi vendere se il detentore dei diritti di ciò che vendi non te lo consente...il fulcro è "Sto sito è autorizzato dai detentori dei diritti a vendere (major e artisti)??" Se la risposta è si, allora ci sono poche balle e la Siae & Co. non devono rompere i maroni....se la risposta è no, allora la situazione è chiara!Dall'articolo risulta che:Diverse fonti del settore e delle major hanno confermato a Punto Informatico che da parte dei detentori dei diritti sono già partite iniziative legali con cui si intende portare il sito alla chiusura e chiedere i danniInoltreQuel sito - spiega infatti a PI un dirigente del settore - non è mai stato autorizzato da nessuno, sopravvive per la solita inerzia della autorità. Non è nulla di paragonabile a piattaforme legali. È un sito pirata di download, la ROMS non ha nessun licenza e quindi ciò che questi affermano non ha nessun valore.Quindi non vedo cosa ci sia di strano....è come se domani tiro su un sito e metto in vendita i miei mp3 in tutto il mondo.....la sola differenza è che io chiudo in 2 ore e poi vado in galera, in Russia se ne sbattono!!Quindi perchè devo pagare un branco di furboni??? Se proprio devo pagare preferisco avere in mano il mio AAC con tanto di DRM (fanculo a lui) da sbattere in faccia al primo finanziere che apre la bocca!!!O no?? Forza, via agli insulti!!
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Ah già....tu si che sai tutto!!
    Scusa!! Perdonami!! Continua pure a
    scaricare mp3 a pagamento dalla Russia
    legali o no, a me non mi frega una mazza!!!Il punto è che non puoi scaricare mp3 a pagamento da nessun sito che non si attivo anche per l'Italia.Perchè deve essere ovvio questo meccanismo?Non vedo nessuna ovvietà logica o nessuna illegalità evidente.
  • paperinox scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Alle volpi che non han capito il paragone
    della maria oltreconfine...ma tu sei troppo avanti..... scusa se non riusciamo a starti dietro nei tuoi arditi paragoni, e ce li devi spiegare 8)dico che se gli
    mp3 che scaricate dai siti russi sono
    illegali qua in Italia (e da altre parti)
    anche se l'avete comprati in negozio o
    chissadove....restano sempre illegali!!!!certo, e per quelli al massimo ti becchi una denuncia per incauto acquisto, che non ha mai fatto finire in galera nessuno.....
    E poi devo pagare un mp3 per averlo
    illegale....a sto punto lo scarico dal p2p
    direttamente senza pagare...e rischi di beccarti fino a 4 anni di gabbio......se pago
    vorrò qualcosa di più o no??cosa, oltre a quello per cui hai pagato?
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    Ah già....tu si che sai tutto!! Scusa!! Perdonami!! Continua pure a scaricare mp3 a pagamento dalla Russia legali o no, a me non mi frega una mazza!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    E' quel "legalmente" che non convince....
    Tutti sanno come il mercato russo sia
    particolare...soprattutto per la sua
    "legalità" internazionale...quanti
    server con contenuti illegali (cracks etc.
    etc.) risiedono in russia??quante majors aprono sedi alle isole cayman o cose simili per la loro "legalita' internazionale" ?
    Allora se in russia nessuno fa niente,
    oppure c'è un buco nella legislazione
    è un problema russo....lo aprirei
    anch'io un sito del genere se nessuno me lo
    chiudesse (pur sapendo che è
    illegale)Perche' illegale? Per chi illegale?
    Ma il fatto è che questi vendono mp3
    al mondo quando non possono farlo
    perchè non hanno il diritto di
    farlo....Lo dici te che questi non hanno il diritto di farlo?Te chi sei per dirlo?
    è vietato condividere gli
    mp3 (addirittura anche quelli che magari
    abbiamo acquistato) figuriamoci venderli
    senza averne la licenza....Che ne sai te se la licenza ce l'hanno oppure no?
    sono tutti soldi
    puliti che vanno nelle tasche dei
    sovietici!!! Il muro di berlino e' caduto da un pezzo. Non c'e' piu' nessun "sovietico" in russia.
    Per avere una cosa che è
    illegale!!!Arridaje! Tu hai un complesso di persecuzione: vedi illegalita' dappertutto.
    Poi sul fatto che la musica è cultura
    e debba essere fruibile da tutti è un
    altro discorso....quel sito per me è
    una truffa vera e propria!!!!Vai un po' a leggerti la definizione di "truffa" sia sullo zingarelli 2004 che sul codice penale italiano.Hai le idee parecchio confuse.
  • Anonimo scrive:
    ah ah ah ah
    ...si verranno chiusi e da chi ??? dalla guardia di finanza italiana ??? ma quando maiiiiiiiii in russia non c'e una legge che regola questo tipo di cose ...
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    E' quel "legalmente" che non convince....Tutti sanno come il mercato russo sia particolare...soprattutto per la sua "legalità" internazionale...quanti server con contenuti illegali (cracks etc. etc.) risiedono in russia??Allora se in russia nessuno fa niente, oppure c'è un buco nella legislazione è un problema russo....lo aprirei anch'io un sito del genere se nessuno me lo chiudesse (pur sapendo che è illegale)Ma il fatto è che questi vendono mp3 al mondo quando non possono farlo perchè non hanno il diritto di farlo....è vietato condividere gli mp3 (addirittura anche quelli che magari abbiamo acquistato) figuriamoci venderli senza averne la licenza....sono tutti soldi puliti che vanno nelle tasche dei sovietici!!! Per avere una cosa che è illegale!!!Poi sul fatto che la musica è cultura e debba essere fruibile da tutti è un altro discorso....quel sito per me è una truffa vera e propria!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Alle volpi che non han capito il paragone
    della maria oltreconfine...dico che se gli
    mp3 che scaricate dai siti russi sono
    illegali qua in Italia (e da altre parti)
    anche se l'avete comprati in negozio o
    chissadove....restano sempre illegali!!!!
    E poi devo pagare un mp3 per averlo
    illegale....a sto punto lo scarico dal p2p
    direttamente senza pagare...se pago
    vorrò qualcosa di più o no??E' il presupposto che è sbagliato: la droga è sensato vietarla(poi si può discutere sulla legalizzazione,ma non è il caso di farlo qui),la musica no.La musica online diventa illegale perchè si è stabilito che si deve per forza pagare chi detiene i diritti su quel determinato territorio(e non mi riferisco solo a quel sito russo,perchè anche iTunes e gli altri servizi devono essere attivati appositamente per l'Italia per poter essere usati dagli italiani).Non mi sembra così ovvio che il sistema debba funzionare così: comprando musica distribuita legalmente sul web io dovrei essere a posto con tutti perchè l'autore l'ho sicuramente pagato(e quindi non si capisce da cosa nascano le lamentele se non dal fatto che enti come la SIAE vogliono la loro fetta di guadagni PER FORZA).L'unica differenza con l'acquisto fisico di un cd consiste nel fatto che non possono impedirti di comprare un cd all'estero,perchè altrimenti nessuno mi toglie dalla testa che lo avrebbero già fatto.D'altronde il tutto va ad inquadrarsi in una politica che prevede blocchi territoriali per dvd e giochi per console(ovviamente per poter controllare i prezzi e tenerli artificialmente alti; il bello è che i blocchi sono legalmente inesistenti,perchè non c'è nessuna legge che li imponga o che vieti di rimuoverli),per cui non mi stupisco,basta che nessuno pretenda che io consideri bassezze del genere al pari di leggi sacrosante e che è impensabile correggere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Eppure ....
    Quanta ignoranza....ciò che è legale in Russia non è automatico che lo sia qua! Se ti scarichi l'mp3 dal sito russo, paghi e sei contento, in realtà stai facendo la solita cosa illegale che usando winmx o altro e in più stai rimpinguendo le tasche a quei cari russi che "probabilmente" non hanno nemmeno una cippa da pagare per licenze a nessuno (manco gli artisti)....è come se domani mi mettessi a far scaricare i miei mp3 a pagamento dal Mozambico che li manco sanno cos'è l'mp3....se non hai la licenza e quindi diritti non puoi vendere!!! E chi te la da la licenza?? Le major!!! se le major dicono che il sito russo è illegale...allora lo sapranno!!! Io me ne infischio...se devo scaricare illegalmente continuo col vecchio metodo!Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    Alle volpi che non han capito il paragone della maria oltreconfine...dico che se gli mp3 che scaricate dai siti russi sono illegali qua in Italia (e da altre parti) anche se l'avete comprati in negozio o chissadove....restano sempre illegali!!!!E poi devo pagare un mp3 per averlo illegale....a sto punto lo scarico dal p2p direttamente senza pagare...se pago vorrò qualcosa di più o no??
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    Alle volpi che non han capito il paragone della maria oltreconfine...dico che se gli mp3 che scaricate dai siti russi sono illegali qua in Italia (e da altre parti) anche se l'avete comprati in negozio o chissadove....restano sempre illegali!!!!E poi devo pagare un mp3 per averlo illegale....a sto punto lo scarico dal p2p direttamente senza pagare...se pago vorrò qualcosa di più o no??
  • Anonimo scrive:
    Re: LA TASSA SIAE L'ABBIAMO GIà PAGATA

    www.siae.it/utilizzaopere.asp?link_page=Music

    Riporto:

    Le nuove norme si basano sugli stessi
    principi della precedente Legge 5 febbraio
    1992, n. 93 , che aveva introdotto per la
    prima volta in Italia il compenso per la
    “copia privata”, e cioè:

    Etc, etc... è tutto nel link.

    Che poi nella pratica tu abbia ragione,
    siamo d'accordo...Sì,infatti non voleva essere una correzione,quanto una spiegazione di quanto sia assurda ed ipocrita questa "tassa".
  • Anonimo scrive:
    Re: LA TASSA SIAE L'ABBIAMO GIà PAGATA
    - Scritto da: Anonimo
    E' proprio una tassa per la pirateria e non
    ufficiosamente: serve a rifondere i
    detentori dei diritti per i mancati introiti
    dovuti alla pirateria.
    Una tassa sulla copia personale non avrebbe
    senso(è un diritto del
    consumatore,che lo può esercitare a
    meno che non infraga delle protezioni
    eventualmente presenti ed anche la SIAE ha
    sempre sostenuto la liceità della
    copia personale).http://www.siae.it/utilizzaopere.asp?link_page=MusicaMFV_CopiaPrivataNormativa.htm&open_menu=yesRiporto: Le nuove norme si basano sugli stessi principi della precedente Legge 5 febbraio 1992, n. 93 , che aveva introdotto per la prima volta in Italia il compenso per la ?copia privata?, e cioè: Etc, etc... è tutto nel link.Che poi nella pratica tu abbia ragione, siamo d'accordo...
  • Anonimo scrive:
    Re: LA TASSA SIAE L'ABBIAMO GIà PAGATA
    - Scritto da: Akaal
    Non è così, la tassa è
    per l'equo compenso per la copia
    privata, ovvero una copia di backup di
    un tuo cd/dvd... non di una copia di cui non
    possiedi l'originale.

    Almeno, questo ufficialmente, ufficiosamente
    è chiaramente una tassa sulla
    "pirateria". Ma questo Mazza&Co non lo
    ammetteranno mai.E' proprio una tassa per la pirateria e non ufficiosamente: serve a rifondere i detentori dei diritti per i mancati introiti dovuti alla pirateria.Una tassa sulla copia personale non avrebbe senso(è un diritto del consumatore,che lo può esercitare a meno che non infraga delle protezioni eventualmente presenti ed anche la SIAE ha sempre sostenuto la liceità della copia personale).
  • Anonimo scrive:
    Re: 2 euro
    Hai per caso il link della notizia?Mazza ha definito la ROMS (che pare sia la RIAA russa) una società senza voce in capitolo per la gestione delle royalty dei cataloghi delle major.Cmq se è legale al 100% allora basta trovare un'importatore.
  • Anonimo scrive:
    Re: russia
    Intendi legalmente in un negozio di dischi?!?Allora basta ordinare i cd dalla russia.Sotto un certo numero di pezzi non c'è neanche da pagare le tasse di importazione.Sapevo di gente che li ordinava dall'america, dove cmq un cd lo pagava sui 13milalire quando qui costavano già 35. Cambio sfavorevole dell'epoca incluso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Prezzi MsnMusic vs Amazon.com
    concordo pienamente. Non avevo capito pensassi agli U.S.A...:$
  • Kremmerz scrive:
    Re: Prezzi MsnMusic vs Amazon.com
    Non ho fatto il calcolo pensando a noi, ma solo agli americani....per loro il trasporto è gratuito sopra i 25$, oltretutto c'è una sezione "club" in cui molti prezzi si abbassano ulteriormente.Certo, per noi è sicuramente più conveniente scaricare piuttosto che comprare in un negozio...ma non si possono fare dei paragoni tra l'Italia e l'America o altri paesi in quanto a competitività sui prezzi della musica (o se vuoi, di certa musica....quella largamente distribuita).L'Italia semplicemente non si considera...non fa testo.Esiste comunque play.com...sito inglese, le spese di spedizione non si pagano. E, viste le differenze, opterei nettamente per il cd...anche qui ci sono grandi sorprese: guarda un pò il prezzo di Bowie!Sting "Sacred Love" 15,99?http://www.play.com/play247.asp?page=title&r=CD&title=138557 David Bowie "Reality" 7,99?http://www.play.com/play247.asp?page=title&r=CD&title=147338&p=34&c=&g=48 Per David Sylvian ho sbagliato con il link di Amazon.com....pare che costi 19,99$ contro i 20,99? di Play...Sylvian, quanto mi costi! Lìunico dato positivo è che tutti i distributori italiani avranno quel che si meritano. Non appena chi non usa il p2p scoprirà questi siti saranno cavoli amari per chi vende praticamente tutto tra i 18-21?...e quando i megastore chiuderanno la colpa sarà solo del p2p!==================================Modificato dall'autore il 07/09/2004 21.29.38
  • Anonimo scrive:
    Re: LA TASSA SIAE L'ABBIAMO GIà PAGATA
    - Scritto da: Anonimo
    quando masterizzerete il cd ricordatevi che
    nel costo del supporto c'è già
    la tassa siae per cui siete in regola, l'han
    voluta loro no? :|Non è così, la tassa è per l'equo compenso per la copia privata , ovvero una copia di backup di un tuo cd/dvd... non di una copia di cui non possiedi l'originale.Almeno, questo ufficialmente, ufficiosamente è chiaramente una tassa sulla "pirateria". Ma questo Mazza&Co non lo ammetteranno mai.
    per cui, per quel che mi riguarda i russi
    sono ok...Eh, ma allora io potrei dire che il marocchino sotto casa per me è ok ;) però quello che penso io conta meno di zero.Dal canto mio continuo a pensare che se devi pagare, anche se davvero poco, per avere un buon servizio ma rimanere nell'illegalità allora non ne vale la pena... era meglio la vecchia maniera ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: LO SAPEVO!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Una suoneria ne costa 2





    ALK



    Per me quello è LADROCINIO!!!
    Per me quello è circonvenzione di
    incapace, anche se a pensarci bene uno che
    paga 2 euro per una suoneria si merita
    almeno la circoncisione di incapace!!!E' appena passata adesso la pubblicita' in TV e ci ho fatto proprio caso a quella scritta in piccolo piccolo che scorre veloce in alto sullo schermo con contrasto tale da renderla indistinguibile da altri ghirigori.Cita testualmente: "il costo del servizio' e' di 3 euro, traffico WAP escluso".
  • Anonimo scrive:
    Re: Crisi dei discografici è tutto un bl
    - Scritto da: Anonimo
    Crisi dei discografici e pirateria online:
    è tutto un bluff?

    Secondo un autorevole sito di informazione
    anglofono, la legislazione resitrittiva per
    chi "ruba" musica online sarebbe
    ingiustificata. Almeno, se la spinta
    è data dal fatto che il "furto" sta
    devastando le aziende discografiche.

    www.macitynet.it/macity/aA18924/index.shtml hanno già detto che senza il p2p avrebbero guadagnato ancora di più :D
  • paperinox scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Quasi quasi domani mi faccio un giro in
    Svizzera, mi compro qualche etto di maria e
    torno in Italia....che dite si può??
    Eppure i negozi sono legali
    là.....che discorsi....ma LOL :Dgià che ci sei portami anche un paio di HK MP5, 24 caricatori e 10.000 cartucce cal. 9..... anche i negozi di questa roba sono legali là.....a proposito, l'hai guardato bene il mio avatar??forse da quello puoi capire che sono un antiproibizionista convinto, e che il tuo concetto di "illegalità" me lo fumo nel chilum :D
  • Anonimo scrive:
    Crisi dei discografici è tutto un bluff?
    Crisi dei discografici e pirateria online: è tutto un bluff?Secondo un autorevole sito di informazione anglofono, la legislazione resitrittiva per chi "ruba" musica online sarebbe ingiustificata. Almeno, se la spinta è data dal fatto che il "furto" sta devastando le aziende discografiche. http://www.macitynet.it/macity/aA18924/index.shtml
  • rumenta scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE M
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: rumenta



    speriamo che facciano tutti quella
    fine.....

    Scusa ma non comprendo chi è che
    dovrebbe fare la "stessa fine". Vorresti
    percaso gli unici politici ragionevoli in
    materia di copyright come Stanca e Cortiana
    appesi per i piedi? non esistono politici "ragionevoli", è una contraddizione di termini.inoltre, con quel tutti, io intendevo non solo i politici ma anche i burocrati e boiardi di stato, che hanno "alleggerito" l'Italia di tanti soldi e opportunità.un bel repulisti, insomma..... ma di lampioni ce ne sono tanti 8)

    Peraltro, l'hai letto l'articolo? Dice cose
    estremamente sensate, è in linea con
    quanto desideriamo noi utenti e rispecchia
    cio' che ha annunciato il senatore Cortiana
    un paio di mesi fa.io ODIO i proclami trionfalistici che fanno questi loschi figuri, soprattutto in clima elettorale..... Certo, le modifiche non
    sono arrivate per fine luglio come nella
    migliore delle ipotesi, ma bisogna
    continuare a premere perchè sono
    ancora possibilissime.certo, certo..... oh..... perdiana..... non ci posso credere!!!! un asino che vola!!!!!!se c'è una cosa che ti invidio è l'ottimismo e la fiducia che hai nei confronti dei politici.... non tutti magari..... ecco, vorrei essere come te, fiducioso in un radioso avvenire che si profila all'orizzonte....peccato che poi sono andato a vedermi la definizione di orizzonte: linea immaginaria che si allontana mano a mano che ci si avvicina :Dsono comunque pronto a offrirti una cena semmai queste cose fossero realizzate, senza però rinunciare alle mie convinzioni in materia di politici ;)
  • Anonimo scrive:
    LA TASSA SIAE L'ABBIAMO GIà PAGATA
    quando masterizzerete il cd ricordatevi che nel costo del supporto c'è già la tassa siae per cui siete in regola, l'han voluta loro no? :|per cui, per quel che mi riguarda i russi sono ok...
  • Anonimo scrive:
    Re: LO SAPEVO!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Una suoneria ne costa 2

    ALKpirla chi paga quei due :Dmai presa una suoneria, ho sempre quella di default e vivo felice...
  • rumenta scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE M
    - Scritto da: Anonimo
    dalla tua risposta non mi dai l'impressione
    che tu abbia letto il documento, cmq urbani
    secondo me ha fatto bene.
    Chi si lamenta di non poter rubare
    più pubblicamente ha perso ogni
    contatto e coscienza con la realtàanche il capo tuo e di urbani allora, dato che pubblicamente ha incitato a non pagare le tasse ;)e a dirla tutta l'aveva perso già quando ha promesso 1.000.000 di posti di lavoro.... ma LOL :De tutti gli italiani, con la testa riempita di cag.... stile grande fratello, isole e calcio a crederci.....


    ps: grazie per lo spot al duce! w il ducequesta non l'ho capita, ma senz'altro è perchè sei troppo avanti :D
  • Anonimo scrive:
    Artisti coraggiosi
    Cominciamo a fare un elenco e sosteniamoli......oltre a Elio e le Storie Tese, che per 30 Euro all'anno ti fanno scaricare tutti i loro gioielli, segnalerei anche http://www.sanandapromotion.com/ , dove Terence Trent D'Arby propone un modo interessante di ascoltare la sua musica...altri?
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    I discorsi sul supporto fisico sono diversi:
    puoi comprare in Russia un CD e portarlo in
    Italia, puoi comprare on-line da un sito
    russo un CD e fartelo spedire. Ma dimentichi
    un piccolo particolare: il CD che compri
    arrivano dal mercato legale russo, mentre i
    files che scarichi non sono stati licenziati
    dalle affiliate delle majors russe....
    bimbo.
    L'altro quote... non c'è neanche da
    rispondere. I clienti hanno sempre ragione
    se acquistano legalmente, non se acquistano
    da chi sta vendendo qualcosa che non
    è suo.E qui casca l'asino: dal punto di vista giuridico è possibile sapere una volta per tutte cosa diamine si compra,si o no?Non è accettabile che si viaggi sempre sulla linea del vago per poter interpretare ogni caso a proprio vantaggio.Nel caso del cd conta il supporto fisico?Benissimo,allora il cd è mio e con lui il suo contenuto e quindi ne posso fare quello che voglio(ergo le licenze sono carta straccia).Non compro il supporto fisico ma la licenza?Allora non ci sono differenze tra comprare un cd in Russia e scaricare da un sito che vende legalmente in Russia,perchè quello che si compra rimane la licenza d'ascolto e d'uso; oltre a questo,ci deve essere un servizio che fornisca copie sostitutive a chi abbia danneggiato la propria(ho comprato il contenuto,non il supporto,quindi è mio diritto avere una copia del contenuto se il contenitore,che non è mio,si danneggia).A me pare invece che la definizione di quello che viene acquistato vari a seconda dei casi e sempre(sarà il fato)a vantaggio dei produttori(nel caso della musica online è lampante la volontà di impedire che si possano scavalcare gli intermediari nazionali: è un pizzo che volenti o nolenti ci vogliono far pagare,perchè qualcuno mi deve venire a spiegare cosa cambia per l'artista se gli compro il cd ad Honk Hong,in Sud Africa o online da una qualunque parte del mondo,visto che i soldi gli arrivano comunque).E' semplicemente inaccettabile.
  • Anonimo scrive:
    Re: LO SAPEVO!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Una suoneria ne costa 2



    ALK

    Per me quello è LADROCINIO!!!Per me quello è circonvenzione di incapace, anche se a pensarci bene uno che paga 2 euro per una suoneria si merita almeno la circoncisione di incapace!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE M
    - Scritto da: Anonimo
    dalla tua risposta non mi dai l'impressione
    che tu abbia letto il documento, cmq urbani
    secondo me ha fatto bene.
    Chi si lamenta di non poter rubare
    più pubblicamente ha perso ogni
    contatto e coscienza con la realtàSi, le leggi andrebbero fatte rispettare sempre e a tutti!Ordine e disciplina ci vuole.
    ps: grazie per lo spot al duce! w il duceEcco, ad esempio questa è apologia di fascismo, credo sia da galera...
  • Anonimo scrive:
    Re: ma...
    Non scarico dalla rete, ma nello stesso tempo, saranno 10 forse 11 anni che non compro piu' un cd !Forse diro' un'idiozia ma a mio avviso un compact non dovrebbe superare i 7 Euro di costo !!!!!Idem per quanto riguarda il cinema, l'ultimo film che ho visto, è stato La maledizione della prima luna !Prima di quello erano circa tre anni che non mi recavo piu' in una sala cinematografica !!!Capirai con quei capolavori poi che fanno:-(A mio avviso (per quanto concerne il cinema), non è la pirateria che lo affossa, ma la mancanza di idee e soprattutto di attori bravi, in Italia gli attori e attrici degni di tale nome, si possono contare sulle dita di UNA mano
  • Anonimo scrive:
    Re: Open Source Music is the way to go
    - Scritto da: Anonimo
    Per quanto possa dar fastidio essere
    d'accordo con le major, credo anch'io che
    chi fa una versione rap di "Stairway to
    Heaven" dovrebbe essere punito con il
    carcere.Se è per questo la versione rap di Tom's Diner di S.Vega era meglio dell'originale, per stessa ammissione di Suzanne.Comunque capisco il gusto per la battuta, a volte non so trattenermi neanch'io... OT: C'è una sequenza memorabile in un film stupido (Wayne's World) di un negozio di chitarre che aveva esposto un cartello "No dogs allowed - No Stairway to Heaven", che come sai è la prima cosa che provano tutti i ragazzini quando vanno a comprare la loro prima fender... se ti capita guardaloMorale: non credo se ne avrebbero a male neanche i Led Zeppelin, non tutti gli artisti hanno 4 neuroni...(The tendency for all aspiring guitar players to learn to play the introduction to the song was spoofed in the 1992 Mike Myers movie Wayne's World when a "No Stairway to Heaven" regulation is enforced at a music store visited by the title character.)
  • Kremmerz scrive:
    Prezzi MsnMusic vs Amazon.com
    Adoro fare queste cose?ho trovato addirittura un album che costa di più su Msn che in cd tramite amazon.com, robe da scompisciarsi! C?è inoltre da dire che gli artisti su cui si risparmia di più sono quelli un po? più di nicchia. Non li ho riportati ma faccio qualche esempio. Se per Sting e Madonna il divario non è poi molto, provate a prendere un Nick Cave, un Bill Frisell o un David Wilcox?allora il rapporto è circa sui 13-15 per un cd e 8,99-9,99 per il download?ma come? E? gente che vende molto ma molto meno di Madonna!!! Perché un disco di Bill Frisell, l?ultimo per giunta, lo scarico con 9$ e per David Bowie devo sborsarne 12,87? Mi pare che il lupo cambi il pelo ma non il vizio?.e poi chi è quel gran C******ne che per risparmiare (per modo di dire perché un supporto vergine, la corrente, l?usura del masterizzatore, il pc costano?.per giunta non si ha nemmeno il libretto del cd, e non è poco?.dimenticavo, forse il C******ne del nuovo millennio se lo stampa il libretto, giusto perché il colore di una stampante costa poco e dura proprio tanto!) 2$ si scarica il cd invece di comperarlo?Fate un po? voi comunque:Sting ?Sacred Love?Amazon.com 11,99$http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/B0000C23DP/qid=1094571976/sr=8-1/ref=pd_ka_1/104-4401852-4315123?v=glance&s=music&n=507846Msn Music 9,90$http://beta.music.msn.com/album/?album=10608211David Bowie ?Reality?Amazon.com 14,99$http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000AR8NK/qid=1094572114/sr=ka-2/ref=pd_ka_2/104-4401852-4315123Msn Music 12,87$http://beta.music.msn.com/album/?album=10610637David Sylvian ?Blemish?Amazon.com 7,98$http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/B00005QDH2/qid=1094572497/sr=1-3/ref=sr_1_3/104-4401852-4315123?v=glance&s=music#product-detailsMsnMusic 8,91$http://beta.music.msn.com/album/?album=10509433
  • XavierX scrive:
    2 euro
    Eccovi il costo di un cd musicale LEGALE per le leggi russe a San Pietroburgo.Poco più per i film in DVD ed i videogiochi. Per non parlare delle raccolte in mp3 (discografia completa dei Nirvana+Foo Fighters+Street 75 a 2,5 eu) e dei cd con i DivX.
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Il paragone a Cartucce.it si potrebbe
    riportare alla musica nei seguenti termini:
    - posso comprare un CD a 5 euro che contiene
    le cover di brani di proprietà di
    altre case discografiche? Legalmente si,
    esattamente come tutti possono vendere
    suonerie monofoniche e polifoniche senza
    dare una lira alla relativa discografica, ma
    pagando i diritti d'autore alla siae.
    Invece il paragone per il sito russo sarebbe:
    - posso comprare da cartucce.it a 1 euro le
    cartucce originali? Legalmente no,
    perchè chi vende sta vendendo un
    prodotto non suo e il prezzo che pratica
    è conseguenza dell'appropriazione
    illecita avventua a monte.Si, ma io che cosa ne so?Io vedo un sito online che vende MP3 invece del CD ad un prezzo interessante.Io vedo un altro sito online che vende inchiostro invece delle cartucce ad un prezzo interessante.Mica spetta a me valutare se la cosa e' lecita oppure no.Tuttalpiu' mi preoccupero' di valutare se quell'inchiostro puo' danneggiare la mia stampante, cosi' come mi preoccupo di valutare se quell'MP3 puo' danneggiare il mio lettore.Se tu ritieni che quelli non possano vendere l'inchiostro perche' tu detieni i diritti sulle cartucce, sara' un tuo problema impedirglielo utilizzando i mezzi legali a tua disposizione.Non te la puoi certo prendere con me.
  • soulista scrive:
    Fate voi...
    http://www.macitynet.it/macity/aA18924/index.shtml
  • Anonimo scrive:
    Re: ma... vorrei far notare una cosa
    che i film quando passano in tv vengono censurati anche in maniera molto pesante.Vedi "L'esorcista versione integrale", "American Pie 2" e "Kiss of the dragon" su italia 1Kill Moige
  • Anonimo scrive:
    russia
    I russia si può comprare l'intera discografia di un artista a 1 dollaro, per lavoro ci vado spesso.
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    O forse il Signor Mazza parla direttamente a nome di chi tali diritti li detiene in Italia e che fa capo ad una struttura internazionale che applica standard internazionali sulle licenze dei diritti del proprio catalogo in OGNI paese, Russia inclusa. Su giovani... scendiamo dal pero.
  • Anonimo scrive:
    Re: Elio e le Storie Tese
    interessante... ma però:gli mp3 scaricabili per gli iscritti sono di buona qualità o i soliti miseri 128 kbit/s?
  • Anonimo scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE M
    - Scritto da: rumenta

    speriamo che facciano tutti quella fine.....Scusa ma non comprendo chi è che dovrebbe fare la "stessa fine". Vorresti percaso gli unici politici ragionevoli in materia di copyright come Stanca e Cortiana appesi per i piedi? Peraltro, l'hai letto l'articolo? Dice cose estremamente sensate, è in linea con quanto desideriamo noi utenti e rispecchia cio' che ha annunciato il senatore Cortiana un paio di mesi fa. Certo, le modifiche non sono arrivate per fine luglio come nella migliore delle ipotesi, ma bisogna continuare a premere perchè sono ancora possibilissime.Luke
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    certificato di diritto d'autore e facendogli
    una multa in caso di mancanza dei suddetti.
    quest'obbligo ricade sui rivenditori, non sui privati.
    Loro NON possono vendere nenache in Russia,
    perché NON detengonoi diritti per
    quello che vendono. questo saranno i giudici locali a deciderlo, non i sentito dire dal Sig. Mazza della FIMI.
  • DKDIB scrive:
    Re: [OT] che paese di m....
    Anonimo wrote:
    Il figlio di piero angela fa i documentari
    Il figlio di giuliacci fa le previsioni del tempo
    ... speriamo che il figlio di urbani non si metta in politicaAh perke', Urbani farebbe politica? o_ONo guarda: e' molto piu' probabile ke passi le sue brave 8 ore disteso davanti alla porta dell'ufficio principle di qualke lobby.
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    Il paragone a Cartucce.it si potrebbe riportare alla musica nei seguenti termini:- posso comprare un CD a 5 euro che contiene le cover di brani di proprietà di altre case discografiche? Legalmente si, esattamente come tutti possono vendere suonerie monofoniche e polifoniche senza dare una lira alla relativa discografica, ma pagando i diritti d'autore alla siae. Invece il paragone per il sito russo sarebbe:- posso comprare da cartucce.it a 1 euro le cartucce originali? Legalmente no, perchè chi vende sta vendendo un prodotto non suo e il prezzo che pratica è conseguenza dell'appropriazione illecita avventua a monte.
  • DKDIB scrive:
    Re: però erano funzionali
    Anonimo wrote:
    Non pretendo che tutti siano informati, ma i commenti più
    tronfi e spocchiosi di solito arrivano da chi dimostra la
    minore conoscenza di informazioni corrette.Mi sa ke sei tu a non capire quel e leggi...... ^^''Come funzionano le licenze lo capirebbe pure un lobotomizzato, quindi e' inutile tirarsela tanto.Il problema sta' invece nel sistema stesso delle licenze e (specialmente) della distrubuzione, il quale andrebbe notevolmente semplificato (o meglio "snellitto", se non ti metti a scrivere ke se siamo troppo stupidi per capirlo e' un problema nostro :'().
  • DKDIB scrive:
    Re: però erano funzionali
    Anonimo wrote:
    Le srutture sono nate perche' servivano [...]E ki se ne frega di com'era la situaizone quando nacquero._Ora_ sono inutili e si traducono solamente in costi inutili, pertanto andrebbero soppresse.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi può comprare cosa?
    - Scritto da: lorenzaccio
    Ne sto leggendo di cotte e di crude sulla
    possibilità o meno di comprare nel
    sito russo, e mi viene un atroce dubbio di
    coscienza: ho comprato due o tre libri
    (introvabili in italia) su Amazon. Ho
    commesso reato?
    Haimè !!Reato gravissimo.Bruciali finche' sei ancora in tempo, e pentiti!Flagellati ogni sera prima di coricarti, e indossa il cilicio.
  • lorenzaccio scrive:
    Chi può comprare cosa?
    Ne sto leggendo di cotte e di crude sulla possibilità o meno di comprare nel sito russo, e mi viene un atroce dubbio di coscienza: ho comprato due o tre libri (introvabili in italia) su Amazon. Ho commesso reato?Haimè !!dalla mia cella di penitentelorenzaccio
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Voglio proprio vedere come tu possa

    legalmente impedire a un italiano di

    comprare all'estero...




    Chiedendogli ricevuta di pagaento che
    attesti cosa ha EFFETTIVAMENTE comprato,
    certificato di diritto d'autore e facendogli
    una multa in caso di mancanza dei suddetti.

    Alla quarta multa mi sa che l'ho
    dissuaso..... ;)


    Voi "Veramente" pensate che sulla ricevuta
    della carta di credito di quel sito russo ci
    sia il riferimento alla musica acquistata?
    O' signur........ :|

    Loro NON possono vendere nenache in Russia,
    perché NON detengonoi diritti per
    quello che vendono.

    Sono né più né meno
    legali del marocco sotto casa!!!!!!!!!E questo naturalmente perche' lo stai dicendo tu!Tu chi sei?Da quale pulpito stai predicando?Porta documentazione di quello che stai dicendo, altrimenti le tue parole valgono esattamente come una flatulenza anale causata da un piatto di fagioli (e hanno lo stesso profumo).
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi mi sà rispondere??
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    3 I Dvd sono film che ho comprato ,
    copiato

    per avere il backup e rivenduti s terzi.

    Se li rivendi a terzi non penso tu possa
    tenerti il back up... altrimenti nei negozi
    si venderebbe una sola copia di ogni CD o
    DVD e poi se la passerebbero tutti di mano
    in mano, tenendosi il back up.

    Al massimo puoi dire che tutti i tuoi CD e
    DVD sono stati inghiottiti da un micro buco
    nero che ha attraversato la tua abitazione
    prima di ritrovare la sua strada per lo
    spazio.
    In fondo i back'up servono proprio per poter
    continuare a possedere il prodotto nel caso
    l'originale vada perduto o distrutto.Senza tirare in ballo il buco nero, e' sufficiente dire che il disco originale si e' rigato e non si leggeva piu', e meno male che avevi fatto il backup...Certo, una cosa del genere e' piu' credibile se tu hai anche qualche CD originale tra le decine di migliaia di princo masterizzati...Pero' puoi sempre dire che gli originali stanno in un luogo sicuro e tu usi le copie per prudenza.Poi se proprio insistono per voler visionare questi originali, allora ti conviene inventare qualche balla per guadagnare tempo, per esempio che stanno in una cassetta di sicurezza nel caveau di qualche banca svizzera (con quel che costano!).
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi mi sà rispondere??
    - Scritto da: Anonimo



    Siccome nessuno puo' denunciare un
    furto di

    MP3, nessuno puo' accusarti di niente.

    Tu dichiari che li hai scaricati dal
    sito

    russo, che li hai regolarmente pagati.

    Sta a loro dimostrare il contrario.



    Il reato sta nel mettere in
    condivisione non

    nello scaricare da un sito che vende.

    Tanto piu' che quel sito vende, e
    quindi tu

    hai pagato, e quindi non sussiste piu'
    lo

    "scopo di profitto" della legge urbani.

    Quindi se mitrovano 3000 mp3 200 divx 40 dvd
    io dico che:

    -1 Gli mp3 li ho pagati da siti che vendono
    Mp3.

    -2 I divx sono videoregistrazioni da
    satellite che ho scaricato sul Pc in
    digitale.

    3 I Dvd sono film che ho comprato , copiato
    per avere il backup e rivenduti s terzi.

    Giusto???Direi di si.A meno che tu non preferisca ammettere che la loro provenienza e' illecita e patteggiare la pena.Nega tutto, anche l'evidenza.Poi ci sara' Bruno Vespa che fara' una trasmissione col plastico di casa tua...L'hanno voluta mettere sul penale? Adesso ne subiranno le conseguenze.Nel penale le cose funzionano in modo che senza una confessione o senza prove certe, per reati da niente assolvono.Solo quando ti metti a fare il tiro a segno contro le studentesse da una finestra dell'universita', sono costretti a condannarti al minimo della pena, sempre che tu neghi tutto.
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Voglio proprio vedere come tu possa
    legalmente impedire a un italiano di
    comprare all'estero...
    Chiedendogli ricevuta di pagaento che attesti cosa ha EFFETTIVAMENTE comprato, certificato di diritto d'autore e facendogli una multa in caso di mancanza dei suddetti.Alla quarta multa mi sa che l'ho dissuaso..... ;)Voi "Veramente" pensate che sulla ricevuta della carta di credito di quel sito russo ci sia il riferimento alla musica acquistata? O' signur........ :|Loro NON possono vendere nenache in Russia, perché NON detengonoi diritti per quello che vendono. Sono né più né meno legali del marocco sotto casa!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Maledetti ladri
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Se tutta la brava gente che si diverte a

    pontificare l'open source musicale si

    rendesse conto di quanto sia ingiusto

    togliere profitti agli artisti. Farebbe

    meglio a tacere. Andate a lvorare

    A chi sarebbe rivolto quell' "andate a
    lavorare"?
    Agli artisti o ai discografici?Stavo pensando esattamente le stessa cosa!:-D
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi mi sà rispondere??
    - Scritto da: Anonimo
    3 I Dvd sono film che ho comprato , copiato
    per avere il backup e rivenduti s terzi.Se li rivendi a terzi non penso tu possa tenerti il back up... altrimenti nei negozi si venderebbe una sola copia di ogni CD o DVD e poi se la passerebbero tutti di mano in mano, tenendosi il back up.Al massimo puoi dire che tutti i tuoi CD e DVD sono stati inghiottiti da un micro buco nero che ha attraversato la tua abitazione prima di ritrovare la sua strada per lo spazio.In fondo i back'up servono proprio per poter continuare a possedere il prodotto nel caso l'originale vada perduto o distrutto.
  • Anonimo scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE M
    dalla tua risposta non mi dai l'impressione che tu abbia letto il documento, cmq urbani secondo me ha fatto bene.Chi si lamenta di non poter rubare più pubblicamente ha perso ogni contatto e coscienza con la realtàps: grazie per lo spot al duce! w il duce
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo


    -



    Bimbo: io vedo un negozio, entro,
    scelgo,

    compro, pago, esco.

    Non sono io quello che deve stabilire
    se il

    negozio ha la licenza, se la roba che
    vende

    e' regolare, etc etc...





    Hai mai sentito parlare di incauto acquisto,
    ragazzo ?

    Se qualcuno ti vende un Testarossa a 5000
    euro, non è che magari pensi che
    potrebbe essere rubato, vero?

    Dai su....Mai sentito parlare di "cartucce.it", bimbo?Se qualcuno ti vende una boccetta di inchiostro per 1 euro invece della cartuccia originale per 20 euro, non e' che tu magari pensi che potrebbe essere rubato, vero?Dai su...
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati

    Svizzera, mi compro qualche etto di maria e
    torno in Italia....che dite si può??
    Eppure i negozi sono legali
    là.....che discorsi.... ..e che razza di paragoni.. tu la musica te la fumi o la ascolti?
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    I discorsi sul supporto fisico sono diversi:
    puoi comprare in Russia un CD e portarlo in
    Italia, puoi comprare on-line da un sito
    russo un CD e fartelo spedire. Ma dimentichi
    un piccolo particolare: il CD che compri
    arrivano dal mercato legale russo, mentre i
    files che scarichi non sono stati licenziati
    dalle affiliate delle majors russe....
    bimbo. Bimbo, guarda un po' in questa pagina in basso a destra, lo vedi quel link cartucce.it ?Ecco, quello vende per pochi centesimi inchiostro per cartucce.Se invece vai sui siti delle varie Canon, HP, Lexmark, troverai scritto che si devono solo installare CARTUCCE ORIGINALI, altrimenti scoppia la stampante.Poi fai una differenza tra il prezzo delle cartucce originali e quelle che vende cartucce.it.Io che cosa devo fare? Devo supporre che cartucce.it non ha la licenza per vendere quello che vende?Non sono problemi miei.Una cartuccia originale costa 20 euro, invece cartucce.it vende inchiostro sfuso per pochi centesimi.Meditate, gente, meditate.
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    -

    Bimbo: io vedo un negozio, entro, scelgo,
    compro, pago, esco.
    Non sono io quello che deve stabilire se il
    negozio ha la licenza, se la roba che vende
    e' regolare, etc etc...

    Hai mai sentito parlare di incauto acquisto, ragazzo ?Se qualcuno ti vende un Testarossa a 5000 euro, non è che magari pensi che potrebbe essere rubato, vero?Dai su....Lunga vita!Wasp
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    Quasi quasi domani mi faccio un giro in Svizzera, mi compro qualche etto di maria e torno in Italia....che dite si può?? Eppure i negozi sono legali là.....che discorsi....
  • Anonimo scrive:
    [OT] che paese di m....
    Il figlio di piero angela fa i documentariIl figlio di giuliacci fa le previsioni del tempo... speriamo che il figlio di urbani non si metta in politica
  • Anonimo scrive:
    Re: Se io fossi un cantante...
    se fossi una cariola andrei in giro su una ruota
  • Anonimo scrive:
    [OT] Please do NOT feed the TROLL
  • Anonimo scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE MESI"
    quel che ho letto mi pare ragionevole alla fine...
  • Anonimo scrive:
    evvai moderatore ;)
    cassa pure i miei commenti....cos'è, una politica per invitare tutti i lettori a rispondere ai troll??così mi regolo di conseguenza e non avverto più nessuno.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi mi sà rispondere??


    Siccome nessuno puo' denunciare un furto di
    MP3, nessuno puo' accusarti di niente.
    Tu dichiari che li hai scaricati dal sito
    russo, che li hai regolarmente pagati.
    Sta a loro dimostrare il contrario.

    Il reato sta nel mettere in condivisione non
    nello scaricare da un sito che vende.
    Tanto piu' che quel sito vende, e quindi tu
    hai pagato, e quindi non sussiste piu' lo
    "scopo di profitto" della legge urbani.Quindi se mitrovano 3000 mp3 200 divx 40 dvd io dico che:-1 Gli mp3 li ho pagati da siti che vendono Mp3.-2 I divx sono videoregistrazioni da satellite che ho scaricato sul Pc in digitale.3 I Dvd sono film che ho comprato , copiato per avere il backup e rivenduti s terzi.Giusto???
  • Anonimo scrive:
    Re: Open Source Music is the way to go

    Per quanto possa dar fastidio essere
    d'accordo con le major, credo anch'io che
    chi fa una versione rap di "Stairway to
    Heaven" dovrebbe essere punito con il
    carcere. E Franck Zappa dove lo mettiamo?
  • Anonimo scrive:
    Re: e la tutela ?


    Esatto genio, dal costo basso. Potresti
    renderti colpevole di ricettazione
    muahahaah anche di qui?penavo che dopo la risposta di mazza sta stronzata fosse scomparsa ormai
  • Anonimo scrive:
    OS: Artisti furbi o Informatici fessi ?
    - Scritto da: Anonimo
    Se tutta la brava gente che si diverte a
    pontificare l'open source musicale si
    rendesse conto di quanto sia ingiusto
    togliere profitti agli artisti. Farebbe
    meglio a tacere. Andate a lvorarePremesso che ho il massimo rispetto della sua opinione anche se IMHO espressa con troppa enfasi, e sono davvero interessato a una sua eventuale risposta:... mi potrebbe spiegare per cortesia perché la filosofia open source dovrebbe andare bene (anche) al nostro governo per quanto riguarda il software (per esempio) della pubblica amministrazione, e dovrebbe essere invece punita se applicata al campo musicale?se "toglie profitti agli artisti", non ci dovrebbe essere in corso una rivolta di informatici, ai quali allo stesso modo verrebbero "tolti profitti" ?sono furbi gli artisti, sono fessi gli informatici, o cosa?Open Source Music is the way to go -http://www.spectator-online.com/vnews/display.v/ART/2004/01/15/400780c9b331c
  • Anonimo scrive:
    Re: Non gli do un'euro
    - Scritto da: Anonimo
    capisca il Mazza e le varie (ass)ociazioni
    non spenderò MAI
    60-70-80c per un mp3
    itunes?
    addio ?Su iTMS non c'è neanche un mp3.....
    se proprio lo voglio un cd lo compro da
    amazonVai di mulo.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Non gli do un'euro
    - Scritto da: Anonimo
    capisca il Mazza e le varie (ass)ociazioni
    non spenderò MAI
    60-70-80c per un mp3
    itunes?
    addio
    se proprio lo voglio un cd lo compro da
    amazonma nemmeno, da rocco marocco lo compro ;)
  • paperinox scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Puoi comprare tutto quello che vuoi di

    illegale e dichiarare che non sapevi che

    fosse illegale, legalmente ignorare che
    un

    determinato comportamento sia un reato

    può essere solo un'attenuante.

    questo (comprare da un sito russo, se
    è illegale) è un illecito non
    un reato, ponderiamo i terminiguarda che per certe persone anche solo respirare senza pagare una qualche tassa è reato..... quindi è inutile che gli spieghi certe differenze ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Puoi comprare tutto quello che vuoi di
    illegale e dichiarare che non sapevi che
    fosse illegale, legalmente ignorare che un
    determinato comportamento sia un reato
    può essere solo un'attenuante.questo (comprare da un sito russo, se è illegale) è un illecito non un reato, ponderiamo i termini
  • Anonimo scrive:
    Re: Maledetti ladri
    - Scritto da: Anonimo
    Se tutta la brava gente che si diverte a
    pontificare l'open source musicale si
    rendesse conto di quanto sia ingiusto
    togliere profitti agli artisti. Farebbe
    meglio a tacere. Andate a lvorarePremesso che ho il massimo rispetto della sua opinione anche se espressa con troppa enfasi, e sono davvero interessato a una sua eventuale risposta:mi potrebbe spiegare per cortesia perché la filosofia open source dovrebbe andrebbe bene al nostro governo per quanto riguarda il software della pubblica amministrazione, e dovrebbe essere punita se applicata al campo musicale?se "toglie profitti agli artisti", non ci dovrebbe essere in corso una rivolta di programmatori, ai quali allo stesso modo verrebbero "tolti profitti" ?sono furbi gli artisti, sono fessi i programmatori, o cosa?
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    Puoi comprare tutto quello che vuoi di illegale e dichiarare che non sapevi che fosse illegale, legalmente ignorare che un determinato comportamento sia un reato può essere solo un'attenuante.Mi sembra che si stiano facendo degli esercizi di retorica per nascondere un fatto molto semplice: siete disposti a commettere un atto che sapete essere illecito pur di risparmiare, giustificando il tutto o con falsi atteggiamenti da struzzo oppure (peggio ancora) spacciandosi per paladini di non ben chiare libertà
  • Anonimo scrive:
    Re: Maledetti ladri
    - Scritto da: Anonimo
    Se tutta la brava gente che si diverte a
    pontificare l'open source musicale si
    rendesse conto di quanto sia ingiusto
    togliere profitti agli artisti. Farebbe
    meglio a tacere. Andate a lvorareMa vai a lavorare te invece di cazzeggiare al pc!Ma chi sei Piotta????
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo
    dipende quanti amici hai...Dipende da QUALI amici hai
  • Anonimo scrive:
    Re: Open Source Music is the way to go

    In practical terms, say you liked part of
    Led Zepplin?s ?Stairway to Heaven,? but you
    wanted to change a beat here or a couple of
    words there. Perhaps you want to sample part
    of the song for a mix that you?re trying to
    make and the intro would be great looped in
    the background with a rap beat. According to
    the RIAA, that?s an extreme ?no-no? and you
    should go to jail.Per quanto possa dar fastidio essere d'accordo con le major, credo anch'io che chi fa una versione rap di "Stairway to Heaven" dovrebbe essere punito con il carcere.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma...

    Tantomeno scarico
    film, c'è la televisione,
    aspetterò un annetto per vedermi (con
    grande probabilità) il film in tv,
    non muoio se non vado subito al cinema a
    vedere l'ultima film di pinco pallino (io
    amo il cinema, ma quando è caro
    è caro.. in ogni caso acquisto ogni
    tanto dvd on line, in proporzione, spesso
    conviene prendere un dvd che andare al
    cinema), per quanto riguarda la musica ci
    sono le radio, non posso scegliere la
    canzone da ascoltare, ma almeno ascolto
    musica, dj, pubblicità, insomma
    c'è tutto :D (farei a meno della
    pubblicità ma non si può...).
    Hai scritto molte cose intelligenti, che in gran parte condivido. Però come la mettiamo quando ciò che ti piace, che vorresti riascoltare, o rivedere, non passa più per radio o per televisione? Quando non conviene più, non solo non passa più per radio o televisione, ma addirittura i CD/DVD vengono ritirati dal mercato!!! E allora? L'unica soluzione sembrerebbe: compriamo subito e alle condizioni che ci impongono perchè tra un po' non lo potremo più fare. E se qualcuno per sbaglio ha una copia di quello che ci piacerebbe ascoltare o vedere... beh... servirebbe solo a lui viste le splendide leggi che ci ritroviamo. Perchè qualcuno deve avere il potere di controllare "una parte della cultura" come la musica? Perchè alla fine dei conti è questo il problema.
  • Anonimo scrive:
    Re: Maledetti ladri
    - Scritto da: Anonimo
    Se tutta la brava gente che si diverte a
    pontificare l'open source musicale si
    rendesse conto di quanto sia ingiusto
    togliere profitti agli artisti. Farebbe
    meglio a tacere. Andate a lvorareTogliere i profitti agli artisti? ma quando mai, proprio questi ultimi stanno in una botte di ferro, intendo i big, chi vorrebbe fare l'artista sta messo male, poiche' se non lo sai i big sono anche nel cda di $associazione_a_delinquere_legalizzataperche' gli artisti non si curano da soli dei loro interessi? Tu per caso mandi un tuo procuratore a cercarti lavoro? se si, mi sa che il lavoro non ti serve, visto che tale tizio lo devi pagare, ma guarda caso io pago i tizi che cercano lavoro agli artisti,Chi e' che ruba? Se il sito russo e' legale in russia, si acquistera' dal sito russo finche le leggi del commercio me lo permettono poi se e' illegale in russia, ci pensino le autorita' russe, io di quale reato potrei macchiarmi acquistando da loro?
  • Anonimo scrive:
    Re: Open Source Music !
    quindi secondo lei tutti coloro che sposano la filosofia Open Source sono pirati (e magari anche comunisti)?gradirei molto un suo pensiero/opinione/sproloquio in proposito, grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: Maledetti ladri
    - Scritto da: Anonimo
    Se tutta la brava gente che si diverte a
    pontificare l'open source musicale si
    rendesse conto di quanto sia ingiusto
    togliere profitti agli artisti. Farebbe
    meglio a tacere. Andate a lvorareA chi sarebbe rivolto quell' "andate a lavorare"?Agli artisti o ai discografici?
  • Anonimo scrive:
    Re: Quello che vuole la clientela.
    Prova ad andare a Mosca, poi vedi se le cose costano 10 volte meno che in Italia... :s
  • Anonimo scrive:
    [OT] Please do NOT feed the TROLL
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    L'altro quote... non c'è neanche da
    rispondere. I clienti hanno sempre ragione
    se acquistano legalmente, non se acquistano
    da chi sta vendendo qualcosa che non
    è suo.Bimbo: io vedo un negozio, entro, scelgo, compro, pago, esco.Non sono io quello che deve stabilire se il negozio ha la licenza, se la roba che vende e' regolare, etc etc...Al massimo posso notare la differenza che passa tra un negozio con vetrina e registratore di cassa all'interno e un extracomunitario che vende gingilli sul marciapiede e non rilascia lo scontrino, e in quel caso magari mi pongo degli interrogativi.Ma per quanto riguarda il commercio online, come faccio a stabilire che RossoAlice vende musica in modo regolare e il russo no?Io quello che vedo e' che entrambi vendono.E il secondo vende il prodotto con una qualita' migliore ad un prezzo inferiore.
  • Anonimo scrive:
    Maledetti ladri
    Se tutta la brava gente che si diverte a pontificare l'open source musicale si rendesse conto di quanto sia ingiusto togliere profitti agli artisti. Farebbe meglio a tacere. Andate a lvorare
  • avvelenato scrive:
    Re: però erano funzionali
    - Scritto da: Anonimo
    Leggo spesso i commenti agli articoli
    dedicati alla mercato della musica digitale
    e al di là delle opinioni, tutte
    più o meno condivisibili, la cosa che
    mi colpisce di più è la totale
    mancanza di conoscenza dei meccanismi delle
    licenze di distribuzione da parte di alcuni.
    Non pretendo che tutti siano informati, ma i
    commenti più tronfi e spocchiosi di
    solito arrivano da chi dimostra la minore
    conoscenza di informazioni corrette.

    Nessun sito russo può legalmente
    vendere in Italia alcun file contenente
    tracce provenienti dai cataloghi delle
    majors perchè non ha firmato nessun
    accordo di licenza di distribuzione sul
    territorio italiano dei cataloghi locali e
    internazionali, i cui detentori ESCUSIVI in
    Italia sono le rispettive società
    locali che fanno capo alle cosidette
    "majors". Così è da un punto
    di vista legale. Se poi volete mettere in
    dubbio che le majors abbiano il diritto di
    essere proprietarie dei loro cataloghi,
    questo è un altro discorso.

    io parlavo di un'altra cosa, ed è altrettanto avvillente scoprire che la frustrazione e la rabbia nelle persone porta ad oscurarne il senso logico e la capacità di comprensione.Cmq quel che dicevo era che: l'ergonomia dei siti russi, apparentemente, era molto migliore di iTunes.Ora, perché iTunes, con introiti di 1dollaro a canzone, mette a disposizione brani rippati a 128kbps AAC, e il negozio di cui sopra, che ok non avrà spese di licenza, ma non credo avrà nemmeno un decimo degli introiti di iTunes, può permettersi un sistema nel quale i brani vengono encodati in tempo reale al bitrate preferito partendo da un file lossy, e volendo si può acquistare il lossy stesso?al di là della sterile questione dei drm (che secondo me andrebbero proibiti per legge): perché i siti russi consentivano la scelta del formato di compressione, e iTunes o similari no?vabbé per iTunes è facile capirlo, se pensiamo al rapporto simbiotico con iPod... ma per gli altri negozi?a questo tu, che non sei ignorante quanto me dei "meccanismi delle licenze di distribuzione da parte di alcuni", dovresti rispondermi, possibile che iTunes non abbia i fottutissimi soldi per potersi gestire una server farm nella quale effettuare l'encoding in tempo reale dei brani scelti?
    • DKDIB scrive:
      Re: però erano funzionali
      Avvelenato wrote:
      [...] è altrettanto avvillente scoprire che la frustrazione e la
      rabbia nelle persone porta ad oscurarne il senso logico e la
      capacità di comprensione.Ah ecco: non era solo una mia impressione. ^__^___Avvelenato also wrote:
      [...] l'ergonomia dei siti russi, apparentemente, era molto
      migliore di iTunes.Lo e' di sicuro: anke l'assenza di DRM e' un vantaggio non da poco in termini di portabilita'.Avvelenato also wrote:
      [...] partendo da un file lossy, e volendo si può acquistare il
      lossy stesso?Semmai quello lossless! ;)Avvelenato also wrote:
      [...] perché i siti russi consentivano la scelta del formato di
      compressione, e iTunes o similari no?Perke' ki usufruisce di prodotti cosi' fortemente brandizzati se ne frega della qualita'.Con un target del genere, per Apple (o ki per li') fare un sistema efficace come quello russo non porterebbe alcun ritorno economico.
  • rumenta scrive:
    Re: "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE M
    - Scritto da: Anonimo
    il Ministro Lucio Stanca sul decreto

    www.puntocomonline.it/pdf/2.pdf sì, sembra quel tale che finì appeso a testa in giù in piazzale loreto.... sai, quello che proclamò:" Spezzeremo le reni alla Grecia"....speriamo che facciano tutti quella fine.....
  • Anonimo scrive:
    Re: e la tutela ?
    - Scritto da: samu
    come faccio a capire che questi siti sono
    illegali ?
    solamente dal fatto che hanno costi troppo
    bassi ? oppure dal fatto che non ci sono
    meccanismi allucinanti di protezione ?Esatto genio, dal costo basso. Potresti renderti colpevole di ricettazioneGhost in the shell è una merda
  • Anonimo scrive:
    Re: Open Source Music !
    - Scritto da: Anonimo
    Anche per la musica dovrebbe valere lo
    stesso concetto che si sta affermando per il
    software: Open Source.

    Inoltre: Se voglio pagare un'artista per la
    sua musica voglio che i soldi vadano a
    lui/lei per la maggior parte, e non ai vari
    avvoltoi che ci stanno in mezzo, e
    soprattutto voglio pagare l'artista, non i
    sui pronipoti per i 70/90 anni a venire.

    E' MOLTO peggio di Microsoft: per lo meno
    non devo pagare i diritti ai figli di GatesAnche tu, fra tanti giri di parole, si capisce che altro non sei se non un altro pirata
    per i prossimi 90 anni, ogni volta che
    lancio Windows (sempre ammesso che lanci
    Windows).
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi mi sà rispondere??
    - Scritto da: Anonimo
    Ma se arriva la GDF in my house e trova 3000
    mp3 e io gli dico che li ho scaricati dal
    sito russo.....pagando come glielo
    dimostro... che mi danno la ricevuta?Scusa, ma il computer che hai sul tavolo come glielo dimostri che e' tuo e che non l'hai rubato?E come gli dimostri che la camicia che indossi e' la tua?E le scarpe?Tu dichiari che sono tuoi e basta.Il furto e' tale solo se c'e' una denuncia di furto da parte di qualcuno a cui e' stato rubato un computer, una camicia, un paio di scarpe, la cui descrizione corrisponde a quelle che hai tu, e in quel caso cominciano le indagini.Siccome nessuno puo' denunciare un furto di MP3, nessuno puo' accusarti di niente.Tu dichiari che li hai scaricati dal sito russo, che li hai regolarmente pagati.Sta a loro dimostrare il contrario.Il reato sta nel mettere in condivisione non nello scaricare da un sito che vende.Tanto piu' che quel sito vende, e quindi tu hai pagato, e quindi non sussiste piu' lo "scopo di profitto" della legge urbani.
  • Anonimo scrive:
    "RADDRIZZEREMO LEGGE URBANI IN DUE MESI"
    il Ministro Lucio Stanca sul decretohttp://www.puntocomonline.it/pdf/2.pdf
  • Anonimo scrive:
    Re: LO SAPEVO!!!!!!
    Se hai un cellulare polifonico scaricati un qualsiasi midi, poi basta convertirlo da general midi a polyphonic midi e te lo piazzi sul cellulare.... io con il mio 7610 ho decine di suonerie (molto più originali) e non ne ho pagata nemmeno una ;)(tra l'altro se hai un amico tastierista o te la cavi un pò con la musica, puoi farti da solo anche le melodie!)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma soprattutto...
    - Scritto da: Anonimo
    ...chi è l'idiota che spende soldi
    (qualsiasi cifra) per comprare dei file ?Non hai mai acquistato un software shareware ?Scarichi il software e poi paghi per avere il numero di registrazione. Ma tu forse conosci solo astalavista....Giggi
  • Anonimo scrive:
    Re: LO SAPEVO!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Una suoneria ne costa 2



    ALK

    Per me quello è LADROCINIO!!!
    Se dovessero campare con i miei soldi
    morirebbero di FAME perchè non le
    scaricherò MAI!!!!
    E poi se cerchi su internet ne trovi TANTE e
    GRATIS!!!!8)Più volte ho cercato delle suonerie gratis, ma forse cerco male, potresti mettere un link? Grazie mille!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi mi sà rispondere??
    - Scritto da: Anonimo
    Ma se arriva la GDF in my house e trova 3000
    mp3 e io gli dico che li ho scaricati dal
    sito russo.....pagando come glielo
    dimostro... che mi danno la ricevuta?
    paga con paypal, cosi' ti rimane il record
  • Anonimo scrive:
    Chi mi sà rispondere??
    Ma se arriva la GDF in my house e trova 3000 mp3 e io gli dico che li ho scaricati dal sito russo.....pagando come glielo dimostro... che mi danno la ricevuta?
  • Anonimo scrive:
    Re: Eppure ....
    nel 2030 la musica la ascolterai da un chip impiantato sottopelle e collegato direttamente con la tua corteccia cerebrale, in grado di fornire anche pseudo-allucinazioni visive (le orecchie non serviranno praticamente più)(già me lo vedo il figlio di urbani foraggiato dai produttori di cuffie stereo, per rendere illegali gli impianti)
  • Akiro scrive:
    Re: Elio e le Storie Tese
    tra l'altro, alle ex-fave 2 mesi di iscrizioni sono aggratisse!8-
  • Anonimo scrive:
    Re: Eppure ....
    - Scritto da: Anonimo
    Ah si?
    Allora per quanto mi riguarda fino al 2030
    so dove acquistare i miei brani in mp3.. La
    SIAE deve fallire!!! Voglio vedere mazza col
    sacco pieno di cd masterizzati da vendere in
    compagnia di urbani in piazza di spagna..
    Finche' cio' non accadra' non daro' piu' una
    cent a ogni cosa che porta il timbro di quei
    ladri caxxoni.
    No, è meglio verderli a chiedere l'elemosina in piazza di spagna e la gente che li riconosce e gli sputa in faccia per il loro schifoso operato e poi a dormire sotto i ponti e combattere con i barboni che li cacciano via!!!!:@:@:@

    - Scritto da: Anonimo

    Premi consegnati da associazioni di

    consumatori olandesi e tedeschi,
    interviste

    rilasciate dai titolari del sito in cui

    dichiarano di essere in regola con le
    leggi

    russe, server regolarmento registrato e

    operante in Russia, attivi dal 2001
    senza

    problemi....

    Probabile che stiano usando un vuoto

    legislativo.

    Considerando i tempi è probabile
    che

    nel 2030 saranno chiusi....
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    I discorsi sul supporto fisico sono diversi:
    puoi comprare in Russia un CD e portarlo in
    Italia, puoi comprare on-line da un sito
    russo un CD e fartelo spedire. Ma dimentichi
    un piccolo particolare: il CD che compri
    arrivano dal mercato legale russo,ok bimbo allora ora mi farò spedire un paio di dvd con diciamo...4000 mp3 che sono legali in russia e visto che li compro li e poi me li fo spedire...
  • Anonimo scrive:
    A mazzetta gli brucia il cul0
    che c'e' un sito che puo mandare in rovina lui, la siae e anche urbani di conseguenza.. ovviamente si attacca a dire che e' tutto illegale... tra un po ci comunichera' l'ora per andare al bagno a defecare e non commettere reato. Secondo me mazza-mazzetta e tutta la banda sono solo dei pagliacci e non provino a dire cosa e' legale e cosa non lo e'.. si limiti a vendere dischi a deficenti.Non fatevi abbindolare e se dovete spendere per scaricare un mp3 fate come me, paypal e poi acquistate nel sito russo!Continuiamo lo sciopero degli acquisti dei prodotti marchiati siae!!!Vedrete che prima o poi saranno in ginocchio.. io aspetto quel giorno.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma...
    Sono daccordissimo con te, infatti, anche io da diverso tempo non compro più CD musicali, se ne approfittano in maniera decisamente vergognosa.Per quanto riguarda il cinema, raramente ci vado, e quando lo faccio cerco di sfruttare il giorno della settimana in cui si paga meno, il biglietto al multisala dove vado costa intorno agli 8 Euro .. che non è certo poco... In alternativa preferisco aspettare un annetto, a volte meno, e vedermi il film in tv o noleggiato. Come se non bastasse... una volta seduto comodamente in sala di proiezione al cinema , sei costretto a sorbirti un lavaggio del cervello con mezzora di pubblicità prima dell'inizio del film e in più .. Dulcis in fundo ... Non manca il messaggio "intimidatorio" sulla pirateria che sinceramente indispone non poco, più che altro per il modo in cui è promulgato...
  • Anonimo scrive:
    Re: Eppure ....
    Ah si?Allora per quanto mi riguarda fino al 2030 so dove acquistare i miei brani in mp3.. La SIAE deve fallire!!! Voglio vedere mazza col sacco pieno di cd masterizzati da vendere in compagnia di urbani in piazza di spagna..Finche' cio' non accadra' non daro' piu' una cent a ogni cosa che porta il timbro di quei ladri caxxoni.- Scritto da: Anonimo
    Premi consegnati da associazioni di
    consumatori olandesi e tedeschi, interviste
    rilasciate dai titolari del sito in cui
    dichiarano di essere in regola con le leggi
    russe, server regolarmento registrato e
    operante in Russia, attivi dal 2001 senza
    problemi....
    Probabile che stiano usando un vuoto
    legislativo.
    Considerando i tempi è probabile che
    nel 2030 saranno chiusi....
  • Anonimo scrive:
    Re: fate tutti come ME!
    E chi te lo da l'indirizzo ?
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati

    Nessun sito russo può legalmente
    vendere in Italia alcun file contenente
    tracce provenienti dai cataloghi delle
    majors perchè non ha firmato nessun
    accordo di licenza di distribuzione sul
    territorio italiano dei cataloghi locali e
    internazionali,bimbo e se quel cd lo compro in russia e poi lo porto a' ca'?.e se lo compro su un negozio online che me lo spediscono?
    • Anonimo scrive:
      Re: .. .per viaggiare informati
      I discorsi sul supporto fisico sono diversi: puoi comprare in Russia un CD e portarlo in Italia, puoi comprare on-line da un sito russo un CD e fartelo spedire. Ma dimentichi un piccolo particolare: il CD che compri arrivano dal mercato legale russo, mentre i files che scarichi non sono stati licenziati dalle affiliate delle majors russe.... bimbo. L'altro quote... non c'è neanche da rispondere. I clienti hanno sempre ragione se acquistano legalmente, non se acquistano da chi sta vendendo qualcosa che non è suo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi l'ha detto?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma chi l'ha detto?elmaza :D
  • Anonimo scrive:
    Re: .. .per viaggiare informati
    - Scritto da: Anonimo
    Nessun sito russo può legalmente
    vendere in Italia alcun file contenente
    tracce provenienti dai cataloghi delle
    majors perchè non ha firmato nessun
    accordo di licenza di distribuzione sul
    territorio italiano dei cataloghi locali e
    internazionaliTu sei un po' antiquato e pensi sempre al concetto di bottega.Qui non c'e' nessun sito russo che vende in italia.Ci sono solo utenti italiani che vanno ad acquistare in russia.Quel sito puo' vendere in russia?Per quanto mi riguarda, si.Lui vende, io compro. Si chiama commercio. E' un concetto che sta alla base dell'evoluzione degli ultimi 5000 anni della razza umana.Se poi quello che il sito vende, non lo puo' vendere, e' un problema che intercorre tra le major e il sito.Gli utenti non c'entrano.Gli utenti sono clienti.I clienti vanno sempre tutelati.I clienti hanno sempre ragione.
  • 3p scrive:
    Re: fate tutti come ME!
    - Scritto da: Anonimo
    Io scarico gli album con programmi P2P e se
    mi piace quello che scarico mando via posta
    in busta chiusa 5 euro all'artista o band
    che ha fatto l'album.

    Alla faccia della SIAE!!!!


    Fate tutti così e vedrete che anche
    gli artisti cominceranno a ben vedere i
    sistemi P2P.Già fatta una cosa simile! Sottoforma di birra (era un gruppo similpunk tedesco) :)
  • Anonimo scrive:
    fate tutti come ME!
    Io scarico gli album con programmi P2P e se mi piace quello che scarico mando via posta in busta chiusa 5 euro all'artista o band che ha fatto l'album.Alla faccia della SIAE!!!!Fate tutti così e vedrete che anche gli artisti cominceranno a ben vedere i sistemi P2P.
  • Anonimo scrive:
    .. .per viaggiare informati
    Leggo spesso i commenti agli articoli dedicati alla mercato della musica digitale e al di là delle opinioni, tutte più o meno condivisibili, la cosa che mi colpisce di più è la totale mancanza di conoscenza dei meccanismi delle licenze di distribuzione da parte di alcuni. Non pretendo che tutti siano informati, ma i commenti più tronfi e spocchiosi di solito arrivano da chi dimostra la minore conoscenza di informazioni corrette. Nessun sito russo può legalmente vendere in Italia alcun file contenente tracce provenienti dai cataloghi delle majors perchè non ha firmato nessun accordo di licenza di distribuzione sul territorio italiano dei cataloghi locali e internazionali, i cui detentori ESCUSIVI in Italia sono le rispettive società locali che fanno capo alle cosidette "majors". Così è da un punto di vista legale. Se poi volete mettere in dubbio che le majors abbiano il diritto di essere proprietarie dei loro cataloghi, questo è un altro discorso.
    • Anonimo scrive:
      Re: .. .per viaggiare informati
      - Scritto da: Anonimo

      Nessun sito russo può legalmente
      vendere in Italia alcun file contenente
      tracce provenienti dai cataloghi delle
      majors perchè non ha firmato nessun
      accordo di licenza di distribuzione sulAllora, vediamo di dire come stanno le cose. Stai dando valore di legge a meri accordi commerciali fra produttori e distributori e pretendi che questo costringa dei cittadini a stranieri a comprare musica esclusivamente sul suolo della propria nazione. Voglio proprio vedere come tu possa legalmente impedire a un italiano di comprare all'estero...
  • Anonimo scrive:
    Re: Chissà cosa è legale???
    eppure in una intervista in un noto programma televisivo, il proprietario di un negozio di cd si lamentava proprio di questo: dell'impossibilità di vendere cd con il marchio SIAE non integro, non in perfetto stato o di cd di importazione (che ovviamente ne sono sprovvisti), pena una bella denuncia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà cosa è legale???
      - Scritto da: Anonimo
      eppure in una intervista in un noto
      programma televisivo, il proprietario di un
      negozio di cd si lamentava proprio di
      questo: dell'impossibilità di vendere
      cd con il marchio SIAE non integro, non in
      perfetto stato o di cd di importazione (che
      ovviamente ne sono sprovvisti), pena una
      bella denuncia.Infatti è vero,ma si tratta di un'altra cosa.Non si possono vendere in Italia cd vuoti senza bollino,ma si possono tranquillamente comprare all'estero.
  • Anonimo scrive:
    Open Source Music is the way to go
    Tratto da:http://www.spectator-online.com/vnews/display.v/ART/2004/01/15/400780c9b331cFitehouse fights RIAA; says open source music is the way to goby Kyle FordJanuary 15, 2004With the Recording Industry Association of America raising its strident voice above all American music like a school teacher over an unruly class, many musicians have taken to passing notes.One such group of musicians Fitehouse sent nearly 21,000 postcards to 1,750 contacts in the press and independent radio. The Spectator obviously was on the list. The first postcard was amusing, addressed to myself, instead of the A&E Editor, I wasn?t sure what to do with it. After about the fifth card I went to the band?s Web site ? www.fitehouse.com, but I still wasn?t sure what to do about these people mailing postcards.Finally, upon returning from winter break there?s the last postcard ? the 12th in the series -- bundled next to a manila envelope containing the foursome?s final press release and a sample CD.While the music is fairly good, the more interesting thing about the group is their take on the Digital Music Copyright Act. In the press release, Fitehouse included the Fitehouse General Public Music License, Version 1.0, December 2003, which basically aims to make music an ?open source? form of intellectual property. The license is designed to ?return music to its rightful place in the evolution of human communication and creative expression.?They believe that the recording industry?s ?strict enforcement and expansion of rights has in fact been to stunt musical development and expression, by limiting individuals? ability to freely exchange musical ideas and to build upon the creative works of others.?According to Devon Thurtle, Seattle University law school graduate student and KSUB programming director, what this means is that the RIAA wants to keep music the same way it was originally laid out when it was first recorded and any and all parts related to the music will not be touched.In practical terms, say you liked part of Led Zepplin?s ?Stairway to Heaven,? but you wanted to change a beat here or a couple of words there. Perhaps you want to sample part of the song for a mix that you?re trying to make and the intro would be great looped in the background with a rap beat. According to the RIAA, that?s an extreme ?no-no? and you should go to jail. But Fitehouse wants musicians to be able to play with music and make it better--help it evolve.Of course Fitehouse isn?t totally altruistic, they?d still like to be paid for their original efforts. They recognize that people can and will charge for services rendered, but people who use the GPML are required to grant the same rights to people they pass on their music to.?I think it?s a great idea,? said David Byrd, chemistry sophomore. ?I think the premise of moving ideas can only be a good thing. A lot of great composers took pieces of music from other composers and changed it to suit their style, Mozart for one.?So Fitehouse is fighting the RIAA on a legal basis as well as on a musical front.While the RIAA?s proximity to the dark force is debatable, there are certainly a number of people willing to hasten its downfall.Look up ?RIAA? on Google and nearly 2 million hits pop up, most of them anti-RIAA sites telling people how not to get sued. ?The RIAA is as close to the Gestapo as a company can get,? said Byrd, ?I believe they lose a very minute amount of money.??It?s so hard to try and litigate file sharing,? Byrd added. ?No matter what they try and do in terms of laws, there will always be people who will try and circumvent them. Why not go with it and make file sharing more accessible??Sites like Boycott RIAA at www.boycott-riaa.com, and the Electronic Frontier Foundation at www.eff.org, tell people about the evilness of the RIAA.Then there are the self-help sites, the ones that tell people how to stop the RIAA; www.stopriaalawsuits.com is one. It gives four easy rules to stop RIAA from suing people. First, don?t buy music from the five major record labels. Second, tell your friends and family and city why buying major label music and unethical. Third, support individual families being sued. And fourth, support independent musicians and record labels.Many of these sites also link to yet more sites espousing the unethical practices of the RIAA and to independent musicians and record labels.
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo
    La cosa assurda è che se qualcuno
    scarica musica da questi siti, arricchendo
    la mafia russa, rischia una sanzione
    amministrativaE io che ne so di dove vanno a finire i soldi, se quelli dicevano che avevano i permessi io sono in buonafede.Adesso che lo so efviterò di farlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: La cosa assurda
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      La cosa assurda è che se qualcuno

      scarica musica da questi siti,
      arricchendo

      la mafia russa, rischia una sanzione

      amministrativa

      E io che ne so di dove vanno a finire i
      soldi, se quelli dicevano che avevano i
      permessi io sono in buonafede.
      Adesso che lo so efviterò di farlo.Be' allora chi ci assicura che i soldi che vanno anche ai siti che non sono russi non vadano alla mafia????? Perchè tutti quei siti con dialer non sono mica solo russi, chi ci assicura che non ci sia anche qualcosa dalle nostre parti che vada a finire alla mafia italiana?????
  • Anonimo scrive:
    Open Source Music !
    Anche per la musica dovrebbe valere lo stesso concetto che si sta affermando per il software: Open Source.Inoltre: Se voglio pagare un'artista per la sua musica voglio che i soldi vadano a lui/lei per la maggior parte, e non ai vari avvoltoi che ci stanno in mezzo, e soprattutto voglio pagare l'artista, non i sui pronipoti per i 70/90 anni a venire.E' MOLTO peggio di Microsoft: per lo meno non devo pagare i diritti ai figli di Gates per i prossimi 90 anni, ogni volta che lancio Windows (sempre ammesso che lanci Windows).
  • Anonimo scrive:
    dei russi non me ne importa nulla
    legali o meno che siano 'sti siti russi, vi consiglio caldamente di provare l'ultima versione di ANTS P2P, che funziona sicuramente meglio di MUTE. Davvero interessante.....
  • 3p scrive:
    Re: però erano funzionali

    Certo un artista con alle spalle
    un'indipendente sfonda solo se è un
    genio, perchè la pubblicità se
    la sogna!Se un'artista con alle spalle un'indipendente sfonda è anche perché se lo merita ;)Chissà Britney Spears (es.) senza la macchina del marketing che le sta dietro dove sarebbe arrivata. E pensa a quanto denaro la sua pubbilicità ha potenzialmente tolto ad artisti veri.E' questo il modo musicale che vogliamo?
    • Anonimo scrive:
      Re: però erano funzionali
      - Scritto da: 3p


      Certo un artista con alle spalle

      un'indipendente sfonda solo se è
      un

      genio, perchè la
      pubblicità se

      la sogna!

      Se un'artista con alle spalle
      un'indipendente sfonda è anche
      perché se lo merita ;)
      Chissà Britney Spears (es.) senza la
      macchina del marketing che le sta dietro
      dove sarebbe arrivata. E pensa a quanto
      denaro la sua pubbilicità ha
      potenzialmente tolto ad artisti veri.
      E' questo il modo musicale che vogliamo?Britney Spears indipendente?Magari era costretta ad arrotondare col porno, avrebbe fatto almeno una cosa utile e decente e conquistato la fama meritatamente ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: "sitozzo" ?
    ma che persona sensibile che sei!
  • sathia scrive:
    Re: Elio e le Storie Tese
    che grandi :)io il cd brulé ce l'ho, però non sapevo di 'sta cosa del sito.adesso vado a iscrivermi e faccio un bel rm Elio e le* dalla cartella mp3.poi a casa scarico con comodo :)
  • Anonimo scrive:
    Elio e le Storie Tese
    Avete visto il loro sito?Chiunque si puo' iscrivere al loro club per 30 euro l'anno ed e' libero di scaricare dal web tutta la loro discografia in MP3 e tutti i loro video in AVI.Ed inoltre col CD Brule' stanno dimostrando che la gente e' disposta a fare la fila per acquistare i CD.Stanno combattendo la pirateria a modo loro, con la insignificante differenza, rispetto ai metodi coercitivi e polizieschi di chi minaccia mazza...te, che loro ci riescono.Tutti i fan di Elio & C. si stanno iscrivendo li'.Io stesso ho tolto dalla condivisione P2P tutti i brani di Elio, sostituendoli con la comunicazione che non e' piu' necessario condividerli, visto che sono diventati liberi.
  • Anonimo scrive:
    Re: peccato
    Io ho trovato un cd di Orff a 9euro in cui si sentiva il pubblico che starnutiva...Comunque quei cd costano poco anche perché ipoteticamente non esiste nessuno che può richiedere i diritti del brano (essendo spesso morti da secoli).In verità non so quanto guadagnano i concertisti in quei casi.Esiste la classica moderna, ma nessuno la compra quindi costa poco.
  • Anonimo scrive:
    Quello che vuole la clientela.
    Sara' anche che questa cosa del sito russo sia poco pulita, ma questo lo dicono loro.Che cosa ne sappiamo noi dei prezzi del mercato russo?Quello che qua costa 100 la' costa 10 ed e' pure caro per loro.Io, fino a che non e' stata chiarita la faccenda, ritengo che la cosa sia perfettamente regolare e che Mazza & C. si lamentano come si lamenterebbe qualunque bottegaio fruttarolo nei confronti di chi si mette a regalare pomodori proprio davanti al loro negozietto.In ogni caso quello che questi russi vendono e' proprio quello che vuole la clientela: ampia scelta di brani musicali, ad un prezzo adeguato sia alle tasche di chi compra, sia al tenore di vita che dovrebbe avere l'artista.Ed inoltre questi brani sono liberi da vincoli e costrizioni: costano poco perche' sono solo musica. Il cliente non e' costretto a comprarsi pure il lucchetto (senza la chiave).
  • Anonimo scrive:
    Re: e la tutela ?
    concordo con te al 100% (e non solo per il tuo logo Ghost in the shell rules)
  • Anonimo scrive:
    Eppure ....
    Premi consegnati da associazioni di consumatori olandesi e tedeschi, interviste rilasciate dai titolari del sito in cui dichiarano di essere in regola con le leggi russe, server regolarmento registrato e operante in Russia, attivi dal 2001 senza problemi....Probabile che stiano usando un vuoto legislativo.Considerando i tempi è probabile che nel 2030 saranno chiusi....
  • Anonimo scrive:
    Re: però erano funzionali
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: avvelenato

    non so se avete visto bene quei siti,
    io non

    molto, ma quel poco che ho visto mi

    sembrava, al di là del prezzo,

    l'utopia per quanto riguarda l'acquisto
    di

    musica on-line.





    scelta del formato;

    prezzo proporzionale alla
    qualità;

    disponibilità del loseless;

    bello, molto bello






    mentre su itunes e similari continuano a

    farci credere che il futuro sarà

    quello di comprare a 99centesimi brani

    ipercompressi e snaturatissimi.


    Vero, ma lo sai che itunes e' ancora in
    rimessa?





    mi domando: ma perché questi siti

    "illegali" riescono a fare ciò
    che un

    sito con tante risorse come iTunes non

    riesce?


    Perche' vendono roba altrui senza pagarla.
    Sono dei ricettaori alla fine della
    fiera.....



    mi domando: ma anziché difendere
    i

    privilegi di una casta capace solo di
    vivere

    erodendo i guadagni agli artisti,

    intermediando l'inintermediabile, non si

    creassero delle strutture
    economiche-sociali

    in grado di rendere gli artisti capaci
    di

    disporre delle proprie opere?

    Le srutture sono nate perche' servivano,
    evidentemente, se anche tu avesssi lavorato
    in camo musicale tee ne renderesti conto da
    solo.






    mi domando: ma hanno capito che per

    abbassare i prezzi come vogliono gli
    utenti

    ????


    (non a 15?/cd) è necessario
    rivedere

    totalmente il sistema di distribuzione,
    e

    probabilmente anche "tagliare qualche

    testa"?

    Non so se lo sai , ma le teste le hanno gia'
    tagliate in abbondanza, il vero problema
    sono i costi...


    ....di mantenimento di villoni con megapiscine a Beverly Hills, Ferrari cabrio, amanti & acquisto di coca......Ma VA'!!!!!!

    temo di sì, altrimenti non

    sbraiterebbero tanto.

    Vedo che quando non aumentano gli stipendi
    la gente sciopera... Forse perchè non arriva alla fine del mese con 500-600 euro se va bene, altro che vita da NABABBI!!!!
    Perche' chi campa nel
    settore della musica dovrebbe prenderlo in
    c... senza dire nulla?Stai sicuro che LORO non prendono niente, ma i loro fan!!!!
  • samu scrive:
    e la tutela ?
    come faccio a capire che questi siti sono illegali ? solamente dal fatto che hanno costi troppo bassi ? oppure dal fatto che non ci sono meccanismi allucinanti di protezione ?
  • Anonimo scrive:
    Re: peccato


    peccato, volevo comprare qualche brano di

    Chaikovski eseguito dall'orchestra di Mosca,

    ma chi sa quanto pretendono le major.
    Se posti solo per fare il figo, hai proprio
    sbagliato.
    Se vai in un qualsiasi negozio di musica e
    schivi i "cofanetti antologia" di classica,
    quelli coi box in mogano e via scazzando, i
    brani che cerchi si trovano nei cd da 9,90 e
    14,90.mi spiace ma sei tu ad andare fuori tazza: lui citava bene, l'orchestra di Mosca sa eseguire Chaikovski come si deve, le registrazioni di cui parli tu sono spesso esecuzioni che lasciano a deisderare sul piano aristico.I cd dei cantanti possono non presentare differenze qualitative, ma le incisioni di orchestre differente in generale sono molto importante. Ovviamente non vuol dire che esistano solo i Beliner, ma l'orchestra di stato di mosca è una grande orchestra e e esegue gli aritsti russi come poche.
    Per altro, hai sbagliato a scrivere. Si
    chiamava Pytor Ilyich Tchaikovsky.:| (troll) :|A dire il vero, signor so tutto io, il nome si scrive in caratteri cirillici e la sua traslitterazione in caratteri latini non è un assoluto: il primo CD che mi è capitato a tiro recita Petr Il'ic Ciaikovskij.
  • Anonimo scrive:
    HTTP://ZYX.DE
    Questi almeno non sono ladri, vendono CD a 11,99 euro !!Saluti
  • Anonimo scrive:
    Non gli do un'euro
    capisca il Mazza e le varie (ass)ociazioni non spenderò MAI 60-70-80c per un mp3itunes?addio se proprio lo voglio un cd lo compro da amazon
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma soprattutto...
    "Dei file"... illegali dovresti aggiungere.
  • Anonimo scrive:
    Re: peccato
    Da 9.90 a 14.90?Questo sì che è un prezzo onesto per rendere la cultura accessibile a tutti.Grazie
  • Anonimo scrive:
    ma...
    non conoscevo questo sito, mi viene voglia di registrarmi e di comprare qualcosina... se però è illegale :/. Questi si che sono prezzi (fino a /30 centesimi d'euro a brano li pagherei comunque volentieri), ma 1 euro (99 eurocent......), sono assurdi per poter scaricare un file senza avere copertina, libretto, ne nulla! e poi i costi dei cd per renderlo ascoltabile su un lettore cd (ebbravva la tassa siae sui supporti...)...Purtroppo abbiamo tanti problemi per poter avere la musica a costi bassi, la siae e le major.; sulla prima non mi esprimo.. potrei diventare offensivo, ma tanto si sa... è diretta da la...ri..Riguardo alle major credo che la migliore mossa sia non comprare cd e nemmeno scaricarli (se no come fanno ora, accusano il p2p del crollo di mercato); non comprando e non scaricando, non vendono e non possono addurre scuse (e se le addurrano saranno tremendamente banalissime e da ridicoli) e saranno caz....cci loro quando a fine anno tireranno i bilanci e vedranno "vendite -80%); scaricando musica non si fa che fare i loro giochi in un certo senso...per quanto mi riguarda fino a quando non scenderanno i prezzi dei cd (non più delle vecchie 20/25mila lire), non acquisterò. Cosi come ho deciso di non andare più al cinema 7/8/9/10 euro per un film? LADRI, chiunque decide i prezzi è un LADRO. Tantomeno scarico film, c'è la televisione, aspetterò un annetto per vedermi (con grande probabilità) il film in tv, non muoio se non vado subito al cinema a vedere l'ultima film di pinco pallino (io amo il cinema, ma quando è caro è caro.. in ogni caso acquisto ogni tanto dvd on line, in proporzione, spesso conviene prendere un dvd che andare al cinema), per quanto riguarda la musica ci sono le radio, non posso scegliere la canzone da ascoltare, ma almeno ascolto musica, dj, pubblicità, insomma c'è tutto :D (farei a meno della pubblicità ma non si può...).Scaricare è sbagliato in termini "legali", ma lo è ancora di più se come giustificazione si dice "costa troppo"; la cultura è di tutti e deve essere accessibile a tutti (a tutt'oggi come milioni di persone sono un sostenitore e sviluppatore di progetti open source, ma non per questo non uso o disdegno sistemi proprietari), ma nessuno ci obbliga ne a comprare l'ultimo cd di (sparo a caso) vasco rossi, ne tantomeno di andare al cinema a vedere il III episodio di star wars... non è scaricando che si abbasserrano i prezzi della cultura multimediale, ma è solo non comprando e non scaricando che si potrà dare un segno netto; se poi ad un certo punto, dopo lunghi periodi di non acquisto e non p2p (che dimostreranno il non "interesse" all'acquisto di musica/cinema), saranno fattacci delle major e di quel povero ente ridicolissimo chiamato siae, di cui mi vien da ridere al solo pensare da chi è composta l'assemblea dei soci.... siae, un nome un fatto, e come disse qualcuno "Speriamo In Assurde Entrate"...
  • Anonimo scrive:
    Re: LO SAPEVO!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Una suoneria ne costa 2

    ALKPer me quello è LADROCINIO!!!Se dovessero campare con i miei soldi morirebbero di FAME perchè non le scaricherò MAI!!!!E poi se cerchi su internet ne trovi TANTE e GRATIS!!!!8)
  • Anonimo scrive:
    Re: Se io fossi un cantante...
    il sistema delle offerte è utopico, anche se è bello come idea. L'artista potrebbe vendere direttamente le sue canzoni via internet bypassando le case discografiche. E'anche una questione di immagine: ormai la gente ne ha le palle piene delle case discografiche, della siae ecc. Un po'come succede con la Microsoft.. Sono odiati dai più e sempre al centro di polemiche. Dovrebbero farsi da parte, perchè invece gli artisti sono amati dalla gente, dai fans..
  • Anonimo scrive:
    Re: LO SAPEVO!!!!!!
    Una suoneria ne costa 2ALK
  • Anonimo scrive:
    Se io fossi un cantante...
    io distribuirei gratis le mie canzoni su internet (ma accetterei donazioni ;) ) e farei pagare per i concertiALK
  • gerry scrive:
    Re: però erano funzionali
    - Scritto da: Anonimo
    Le srutture sono nate perche' servivano,
    evidentemente, se anche tu avesssi lavorato
    in camo musicale tee ne renderesti conto da
    solo.Hai fatto bene ad usare il passato. Sicuri che adesso servano ancora?
    Vedo che quando non aumentano gli stipendi
    la gente sciopera... Perche' chi campa nel
    settore della musica dovrebbe prenderlo in
    c... senza dire nulla?Gli scioperi non servono a niente se la baracca sta fallendo :)Se la tecnologia o i tempi che cambiano rendono certi lavoratori superflui o sovrabbondanti è inutile cercare di salvare il modello di business per legge.$compagnia_col_tricolore_sulle_ali docet!
  • Anonimo scrive:
    Re: hahaahahahahahahha
  • Anonimo scrive:
    Ma chi l'ha detto?
    Ma chi l'ha detto? Ci sono fior di forum in USA che dibattono sull'argomento e la maggior parte di essi propende per la legalità del business. Secondo me le prese di posizione in questo momento sono solo dettate da interessi di parte o da difese di corporazioni o da interessi economici nel gestire gli stessi siti.Aspetterei dunque che i tribunali si pronuncino in tal senso.
  • Anonimo scrive:
    peccato
    peccato, volevo comprare qualche brano di Chaikovski eseguito dall'orchestra di Mosca, ma chi sa quanto pretendono le major.
  • Anonimo scrive:
    Re: "sitozzo" ?
    :D:D:D sitozzo!!! forse chi scrive intendeva dire che si tratta di una specie di sito, forse perchè non è legale... bah.. :D
  • Anonimo scrive:
    Ma soprattutto...
    ...chi è l'idiota che spende soldi (qualsiasi cifra) per comprare dei file ?
  • Anonimo scrive:
    Re: ma perchè, il prezzo è basso?
    la penso come te.L'altro giorno in un negozio di dischi mi sarei preso 3o4 album. Però uscire e spendere 80euro....non se ne parlava proprio, quindi non ho preso niente.Risultato = piuttosto di spendere 80euro, non ascolto quello che avrei ascoltato.....stop.
  • Anonimo scrive:
    LO SAPEVO!!!!!!
    Tanto per quelle stupide major che continuano a spendere "inutilmente" soldi in "assurde" protezioni e tentativi di repressione della pirateria e che non VOGLIONO ASSOLUTAMENTE abbassare i prezzi, il prezzo di un mp3 dev'essere di 1 euro che è TROPPO!!!!!Che continuino così, mentre la gente si scarica tutto gratis piuttosto che dare 1 euro a loro!Se i prezzi fossero di 0,1 cent sarebbero in tanti ad acquistare, ma chi TROPPO VUOLE.......
  • Anonimo scrive:
    Re: hahaahahahahahahha

    La differenza è tra mancato guadagno
    e ricettazione. posso capire il "mancato guadagno" tutelato dalle varie leggi sull'abuso d'autore, ma la ricettazione? duplicare e rubare sono 2 cose totalmente diverse.duplicare = moltiplicarerubare = sottrarrela matematica non è un'opinione
  • Anonimo scrive:
    Re: però erano funzionali

    Vedo che quando non aumentano gli stipendi
    la gente sciopera... Perche' chi campa nel
    settore della musica dovrebbe prenderlo in
    c... senza dire nulla?perchè per la lege boumol (o come diavolo si scrive) i loro guadagni negli ultimi anni sono cresciuti a suficienza
  • Anonimo scrive:
    ma perchè, il prezzo è basso?
    mille lire per il semplice contenuto di un elleppì, senza supporto (che devo masterizzare e sul quale pago la tan..tassa siae), senza le spese di distribuzione, senza guadagni intermedi è un prezzo basso?bah, sarà che da una ventina d'anni uso solo la radio
  • Anonimo scrive:
    Re: 0,05 $ altro che 0,5 Euro
    - Scritto da: Anonimo
    "Mp3 russi a mezz'euro? Mp3 illegali"

    Il titolo è alquanto errato.
    infatti se avessi letto l'articolo avresti visto che intendono un cd a mezzo euro :) (certo il titolo poteva essere migliore)
  • Anonimo scrive:
    Che dire, Mazza...
    http://popolodellarete.it/showthread.php?s=6b7419c3c70e5c0d5ca9a4e864a72c73&t=293&pp=15La parte piu' interessante:-------------------------------------------------------Enzo Mazza Enzo Mazza non è collegatoAssociazione FIMI Data registrazione: 26-06-2004Messaggi: 53 Enzo Mazza ha disabilitato la reputazioneBaseinoltre, vista la "location" del sito farei molta attenzione all'utilizzo di carte di credito, ecc.------------------------------------------------------- Massimo Massimo non è collegatoMatricola Data registrazione: 19-07-2004Messaggi: 25 Massimo is on a distinguished roadBasebuongiorno Dott. Mazza ho visto il suo "led" accesso, allora approfitto..noi la sentenza l'abbiamo trovata (o meglio un chiaro e rapido commento) ... lei xò un peletto ha "piegato" la verità a suo uso.ahi ahi ahi, insomma nn è lealeCITO24.06.2004Doppia incriminazione per chi acquista supporti magnetici contraffatti allo scopo di venderliLa Cassazione individua un?ipotesi di concorso tra reato di detenzione finalizzata alla vendita di supporti magnetici e reato di ricettazioneLa Corte di Cassazione, con sentenza n° 23855 del 25 maggio 2004, si è nuovamente pronunciata sulla questione della configurabilità del concorso tra il reato di ricettazione, previsto all?art. 648 c.p., e il reato di detenzione finalizzata alla vendita di supporti magnetici (nel caso di specie, videocassette) contraffatti, di cui all?art. 171-ter della legge 633/1941.In proposito, i giudici di legittimità hanno stabilito che se una persona acquista supporti magnetici contraffatti per commerciarli - realizzando quindi la condotta prevista dall?art. 171-ter - gli si può contestare anche il reato di ricettazione.Secondo la Cassazione, questo reato non può, invece, essere contestato qualora l?acquisto sia effettuato esclusivamente per uso personale. In questo caso la condotta del trasgressore integra l?illecito amministrativo previsto dall?art 174-ter della legge 633/1941------------------------------------------------------- Enzo Mazza Enzo Mazza non è collegatoAssociazione FIMI Data registrazione: 26-06-2004Messaggi: 53 Enzo Mazza ha disabilitato la reputazioneBaseinfatti ho scritto "si potrebbe", perchè nessuno può escludere che la simpatica signora presa a Fiumicino non rivendesse i cd falsi alle sua amiche mentre si trovavano per un te a raccontarsi le ultime vacanze a Taiwan.------------------------------------------------------- Massimo Massimo non è collegatoMatricola Data registrazione: 19-07-2004Messaggi: 25 Massimo is on a distinguished roadBaseci mancherebbe Dott. mazza, sul suo "si potrebbe", discutendo e nn essendo a conoscenza della sentenza da lei citata, avevo supposto che volesse dire ciò che è chiaro dalla sentenza e che ha appena ribadito.Purtroppo, vorrà convenire, ciò che manca è sempre la semplicità.La cosa importante è che, grazie a lei e alla sua prima risposta semplice e chiara, sappiamo che quella "acquisizione" ( che sia poi dalla bancarella dei tarocchi o dal sito attraverso un download non ha importanza) fatta dall'utente è da art 174-ter, ovvero illecito amministrativo.Se poi l'utente organizza dei tea party allora e anzitutto, sta facendo una cosa diversa dalla semplice acquisizione. Quindi, a seconda del suo fare, ci si riferisce all'art 171-ter con la conseguente possibile, ricettazione.
  • Anonimo scrive:
    "sitozzo" ?
    Leggo con piacere gli articoli di questo quotidiano che mi permette di rimanere aggiornato, ma ultimamente sto facendo caso che il lessico utilizzato mi pare fuori luogo.In un articolo leggevo la parola "programmillo" in luogo di "programma", oggi invece leggo la parola "sitozzo" in luogo di "sito".Credo che questo lessico sia utilizzato in buona fede ma ritengo legittimo pormi il dubbio di chi sia scrivere gli articoli per questo quotidiano ( Adriano Celentano? ), e se oltre la creazione di questi "neologismi" un po' personali, ciò non accada anche per le notizie.Grazie
  • Anonimo scrive:
    0,05 $ altro che 0,5 Euro
    "Mp3 russi a mezz'euro? Mp3 illegali"Il titolo è alquanto errato.0,05 $ per brano sono 5 cent$ che per approssimazione possiamo pure assimilre a soli 5 cent di Euro cioè 10 volte di meno.
  • Anonimo scrive:
    Re: hahaahahahahahahha
    Mhh, mi sa che non sia una questione di prezzo in termini assoluti, quanto piuttosto un "a chi vanno i soldi alla fine, pochi o tanti che siano".Diciamola tutta: una casa discografica compra i diritti di un cantante da lei prodotto. E lo paga un fisso (più eventuali percentuali, ma varia molto da contratto a contratto). Poi se la casa è brava vende tanto (o meglio, se il cantante non è un brocco...), se no vende poco. La sua è un'impresa commerciale, che in base a quello fa utili o perdite.Quindi se una ditta compra i diritti dal cantante e poi vende i pezzi a 0,05 euro l'uno o giù di li, ma riesce a venderne abbastanza per ripagare le spese buon per lei, se no affari suoi. In vero la sua abilità sta anche nel negoziare i diritti a prezzi ragionevoli.Per contro se una ditta vende pezzi di cui non ha i diritti ovvio che qlsiasi prezzo maggiore di zero è redditizio, anche se i pezzi venduti non son poi tanti.Qui non si parla di lucro cessante per i detentori dei diritti, ma di lucro vero e proprio per i gestori dei siti.La differenza è tra mancato guadagno e ricettazione. Anche se con la nuova norma in materia di diritto d'autore (Urbani) le due fattispecie si avvicinano moltissimo, ricadendo entrambe nel penale. Cioè si è introdotta una sorta di ricettazione gratuita. Poi cosa sia più grave sta al senso di ognuno capirlo. Il legislatore mette tutti in accordo (o disaccordo, dipende...) con la legge, che deve essere uguale per tutti, che piaccia o no.
  • Anonimo scrive:
    Re: hahaahahahahahahha
  • avvelenato scrive:
    Re: hahaahahahahahahha
  • Anonimo scrive:
    Re: Polizia russa
    - Scritto da: bompa5
    Non dimentichiamo che la siae sta tentando
    di introdurre un balzello per il noleggio
    dei libri in biblioteca...Non è la SIAE, è una decisione della UE, ovvero Unione Eurabica. :D
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: avvelenato

    - Scritto da: Anonimo


    dipende quanti amici hai...



    in questo mondo non esistono amici, solo

    contatti.

    Credo che tu abbi afinalmente messso un
    punto fermo alle discussioni.

    Niente amici, solo contatti.

    Questi quindi hanno molti contatti, io credo
    di avere sicuramente piu' amici di loro....La paggina webbe di MIO cuggino ha i link più bbelli della paggina webbe di TUO cuggino.In più, io ce l'ho profumato!Il link, e che hai capito?
  • Anonimo scrive:
    Re: hahaahahahahahahha
  • Anonimo scrive:
    Re: hahaahahahahahahha
  • Anonimo scrive:
    Re: hahaahahahahahahha
  • Anonimo scrive:
    Re: hahaahahahahahahha
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo
    Esistono altri casi del genere nel mondo ?No, l'Italia è l'unica
  • Anonimo scrive:
    Re: hahaahahahahahahha
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo
    Francia e Gb sicuro.di sicuro no
  • Anonimo scrive:
    hahaahahahahahahha
    scommetto che se il prezzo è più elevato non sarebbe stato illegale hahaahhaahahahahahah fte ridere
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    Francia e Gb sicuro.
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    Questi quindi hanno molti contatti, io
    credo

    di avere sicuramente piu' amici di
    loro....

    credi....Povero illuso.Qualunque di questi tuoi presunti "amici" che guadagnasse 1 euro con la musica ti volteebbe subito le spalle... quelli che lo fanno e' perche' non se li caga nessuno...
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo

    Questi quindi hanno molti contatti, io credo
    di avere sicuramente piu' amici di loro....credi....
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: avvelenato
    - Scritto da: Anonimo

    dipende quanti amici hai...

    in questo mondo non esistono amici, solo
    contatti. Credo che tu abbi afinalmente messso un punto fermo alle discussioni.Niente amici, solo contatti.Questi quindi hanno molti contatti, io credo di avere sicuramente piu' amici di loro....
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo


    Esistono altri casi del genere nel mondo ?Assolutamente no.Solo in Italia.Geniale.
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    dipende quanti amici hai...



    di sicuro più di te...

    Questo non lo saprai mai...non preoccuparti che si capisce
  • avvelenato scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo
    dipende quanti amici hai...in questo mondo non esistono amici, solo contatti. 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo
    La cosa assurda è che se qualcuno
    scarica musica da questi siti, arricchendo
    la mafia russa, rischia una sanzione
    amministrativa , se scambia musica con gli
    amici va in galera.
    Geniale.Esistono altri casi del genere nel mondo ?
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    dipende quanti amici hai...

    di sicuro più di te...Questo non lo saprai mai...
  • avvelenato scrive:
    Re: Strano
    - Scritto da: Anonimo
    Quei siti sono on line da tre anni..
    Con i controlli che ci sono in Russia un
    sito lo chiudono in due secondi ....
    Strano, molto strano.afaik in russia c'è molto poco rigore per il rispetto della legalità (purché non si vada a toccare la ehm.. democrazia...ehm...)
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    - Scritto da: Anonimo
    dipende quanti amici hai...di sicuro più di te...
  • Anonimo scrive:
    Re: però erano funzionali
    - Scritto da: Anonimo
    [...]

    (non a 15?/cd) è necessario
    rivedere

    totalmente il sistema di distribuzione,
    e

    probabilmente anche "tagliare qualche

    testa"?

    Non so se lo sai , ma le teste le hanno gia'
    tagliate in abbondanza, il vero problema
    sono i costi...




    temo di sì, altrimenti non

    sbraiterebbero tanto.

    Vedo che quando non aumentano gli stipendi
    la gente sciopera... Perche' chi campa nel
    settore della musica dovrebbe prenderlo in
    c... senza dire nulla?Chi è necessario al mondo della musica, per quel che mi riguarda, dovrebbe avere l'aumento, ma tutti quelli che gravano senza produrre alcunché di utile, se ne vadano sotto i ponti, a cominciare dalla SIAE.
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa assurda
    dipende quanti amici hai...
  • Anonimo scrive:
    La cosa assurda
    La cosa assurda è che se qualcuno scarica musica da questi siti, arricchendo la mafia russa, rischia una sanzione amministrativa , se scambia musica con gli amici va in galera.Geniale.
  • Anonimo scrive:
    Re: Strano
    - Scritto da: Anonimo
    Quei siti sono on line da tre anni..
    Con i controlli che ci sono in Russia un
    sito lo chiudono in due secondi ....
    Strano, molto strano.Evidentemente qualcuno nel "partito" ci guadagnava bene...Di fronte al "grano" la dignita' la danno via tutti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Strano
      - Scritto da: Anonimo

      Evidentemente qualcuno nel "partito" ci
      guadagnava bene...


      Di fronte al "grano" la dignita' la danno
      via tutti...considerando che sono ancora on line qualcuno ci guadagna ancora, e chissà per quanto...
  • Anonimo scrive:
    Strano
    Quei siti sono on line da tre anni..Con i controlli che ci sono in Russia un sito lo chiudono in due secondi ....Strano, molto strano.
  • Anonimo scrive:
    Re: però erano funzionali
    Si vabbè, abbiamo tutti ragione però..................cacchio oramai se entri in un supermercato qualsiasi i DVD/CD te li tirano dietro.Per non parlare di ciò che trovi in edicola.Direi che le opportunità ci sono... basta saperle aspettare.Se non sono disposto a pagare ora una cifra esorbitante per il DVD/CD appena uscito ( cosa che tra l'altro a me interessa poco) allora non devo far altro che aspettare un annetto ( a volte meno ) e me lo posso comperare in edicola o al supermercato a prezzo ribassato ( a volte meno della metà).Il resto sono inutili polemiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: però erano funzionali
      - Scritto da: Anonimo
      Si vabbè, abbiamo tutti ragione
      però..................
      cacchio oramai se entri in un supermercato
      qualsiasi i DVD/CD te li tirano dietro.neanche quelli vergini :D
      Per non parlare di ciò che trovi in
      edicola.tipo quelli di panorama, film di vari anni fa a un totale di 10 ??
      allora non devo far altro che aspettare un
      annetto ( a volte meno ) e me lo posso
      comperare in edicola o al supermercato a
      prezzo ribassato ( a volte meno della
      metà).harry popper è uscito da un bel po'...io l'ho sempre visti a prezzi un po' esosi...ma i bimbi chiedono comunque...i cd dei metallica sono usciti da una ventina d'anni (i migliori) ma il prezzo normale è sempre esorbitante (poi certo ogni tanto trovi "l'offerta" a 9.90 ?, ma quante volte ci devi andare per trovare il cd che vuoi? il prezzo non è solo quello che dai al commesso, ma anche lo sforzo [economico oltre che pscologico, ma a noi interessa il primo, che fai per andare]...se per trovare l'offerta ci devo andare 5 volte lo sforzo economico inizia a essere consistente, soprattutto se abiti fuori città)
      • Anonimo scrive:
        Re: però erano funzionali

        i cd dei metallica sono usciti da una
        ventina d'anni (i migliori) ma il prezzo
        normale è sempre esorbitante (poi
        certo ogni tanto trovi "l'offerta" a 9.90 €,
        ma quante volte ci devi andare per trovare
        il cd che vuoi? il prezzo non è solo
        quello che dai al commesso, ma anche lo
        sforzo [economico oltre che pscologico, ma a
        noi interessa il primo, che fai per
        andare]...se per trovare l'offerta ci devo
        andare 5 volte lo sforzo economico inizia a
        essere consistente, soprattutto se abiti
        fuori città)Un esempio che calza a pennello per me: ho acquistato tutti i cd vecchi dei metallica giusto 3-4 anni fa.Sono riuscito a prendere 2 in offerta(e niente sconti a metà prezzo: giusto uno sconto del 25%),gli altri li ho dovuti pagare tutti al prezzo pieno dei cd di 3-4 anni fa(come se per quei cd le spese di produzione aumentassero con passare del tempo).Tutt'ora mi capita spesso di buttare un occhio sul prezzo dei suddetti cd: 20 euro ovviamente e non ho mai visto nessuna offerta(non escludo che ne abbiano fatte,ma se ne hanno fatte devono essere state iniziative estemporanee).Di offerte clamorose di cd e dvd nei supermercati non se ne vedono assolutamente tante(quelle che ci sono vengono fatte in genere per cose vecchissime e che non interessano praticamente a nessuno).
    • Anonimo scrive:
      Re: però erano funzionali
      - Scritto da: Anonimo
      Si vabbè, abbiamo tutti ragione
      però..................
      cacchio oramai se entri in un supermercato
      qualsiasi i DVD/CD te li tirano dietro.
      Per non parlare di ciò che trovi in
      edicola.
      Direi che le opportunità ci sono...
      basta saperle aspettare.
      Se non sono disposto a pagare ora una cifra
      esorbitante per il DVD/CD appena uscito (
      cosa che tra l'altro a me interessa poco)
      allora non devo far altro che aspettare un
      annetto ( a volte meno ) e me lo posso
      comperare in edicola o al supermercato a
      prezzo ribassato ( a volte meno della
      metà).

      Il resto sono inutili polemiche.Cosa ti tirano dietro i cd o dvd invenduti perchè sono delle porcherie o sono vecchi di anni??? E non sempre!!!!Oppure ora ti vendono in edicola delle compilation-spazzatura a 7 euro con custodia di cartone o trasparente simil-marokko!!!Ma va' va' va'.......!!!!!!!
    • DKDIB scrive:
      Re: però erano funzionali
      Anonimo wrote:
      cacchio oramai se entri in un supermercato qualsiasi i
      DVD/CD te li tirano dietro.Eh certo: ki non vorrebbe l'ultima hit con Nonna Papera ed i Tre Porcellini, oppure un cartone tarocco di Mondo Home Entertainment (ocio ke magari si sciolgono pure quelli come i diski di Love Hina......).
  • Anonimo scrive:
    BISOGNA PUNIRLI DURAMENTE
    Voglio dire...è tutto gratis perchè confondere con i siti a pagamento??Arrestiamo tutti i gestori di siti con musica a pagamento cosi che la gente scarichi la roba solo ed esclusivamente aggratisseeeeein galera pure rossoalice via!AGGRATISEEEEEEEEEEEEEE
  • Anonimo scrive:
    maiuscole e minuscole
    - Scritto da: Anonimo
    Ovviamente è legale soltanto
    ciò che si compra in italia
    (volontariamente minuscolo) pagando il pizzo
    a SIAE, FIMI, Stato, s-partiti, ecc........Ma come? italia minuscolo e siae e fimi tutti maiuscoli?
    • Anonimo scrive:
      Re: maiuscole e minuscole
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      Ovviamente è legale soltanto

      ciò che si compra in italia

      (volontariamente minuscolo) pagando il
      pizzo

      a SIAE, FIMI, Stato, s-partiti,
      ecc........

      Ma come? italia minuscolo e siae e fimi
      tutti maiuscoli?Certo, perchè non mi vergogno di quelli... non si spacciano per associazioni, enti, stati o cose simili di cui dovrei fare parte e di cui dovrei essere orgoglioso.Quelli vanno messi ben in evidenza in maniera da evitarli...
      • Anonimo scrive:
        Re: maiuscole e minuscole
        siae e fimi sono associazioni PRIVATE. non pubbliche.
        • FAM scrive:
          Re: maiuscole e minuscole
          - Scritto da: Anonimo
          siae e fimi sono associazioni PRIVATE. non
          pubbliche.E' questa la cosa bella: un'associazione privata che impone una tassa....."un'associazione privata che impone una tassa"..... e se non paghi ti vengono a dare.......... ma tecnicamente parlando questo è:1) far pagare il pizzo2) siamo tornati al medioevo:'(
          • Anonimo scrive:
            Re: maiuscole e minuscole
            Vedi, sembra una tassa, ma non lo e'...
          • FAM scrive:
            Re: maiuscole e minuscole
            - Scritto da: Anonimo
            Vedi, sembra una tassa, ma non lo e'...Lo devo chiamare "contributo volontario alla bella vita del mazza?":D
          • Anonimo scrive:
            Re: maiuscole e minuscole
            Il mazza (minuscolo) e' pagato per fare gli interessi di una associazione di categoria con i soldi degli associati.pure cofferati (sempre minuscolo) e' pagato per lo stesso motivo, ma non mi sembra che gli iscritti al suo sindacato si lamantino per le somme che percepisce.Anzi, e' stato eletto sindaco nella citta' dove hanno ammazzato Biagi dopo che lui lo aveva dichiarato "traditore"....Due pesi e 2 misure?
          • Anonimo scrive:
            Re: maiuscole e minuscole

            pure cofferati (sempre minuscolo) e' pagato
            per lo stesso motivo, non più, aggiornati
            Anzi, e' stato eletto sindaco nella citta'
            dove hanno ammazzato Biagi dopo che lui lo
            aveva dichiarato "traditore"....
            per me lo era, anche se non rispettarlo per ciò che proponeva non vuol dire non ripettarlo come uomo...ma forse tradittore è peggio di rompicoglioni come qualche exministro e novello coordinatore di un noto partito lo ha chiamato
          • 3p scrive:
            Re: maiuscole e minuscole
            - Scritto da: FAM
            E' questa la cosa bella: un'associazione
            privata che impone una tassa.....

            "un'associazione privata che impone una
            tassa"..... e se non paghi ti vengono a
            dare.....

            ..... ma tecnicamente parlando questo
            è:
            1) far pagare il pizzo
            2) siamo tornati al medioevoAppunto: se vuoi comprare dei CD è appena rientrato in vigore lo jus primae noctis. Devi lasciare la tua fidanzata all'entrata del negozio dove c'è un'apposita cameretta dove lei intratterrà i delegati siae mentre tu acquisterai dei CD legali.Se il delegato siae è gay sono c***i tuoi, invece ;)Per le gogne in piazza ci stimo attrezzando...Felice Mazzatore Ufficio tributi, gabelle e punizioni SiAEvia Peronospera 5, Trepalle (SO)
  • avvelenato scrive:
    però erano funzionali
    non so se avete visto bene quei siti, io non molto, ma quel poco che ho visto mi sembrava, al di là del prezzo, l'utopia per quanto riguarda l'acquisto di musica on-line.scelta del formato;prezzo proporzionale alla qualità;disponibilità del loseless;mentre su itunes e similari continuano a farci credere che il futuro sarà quello di comprare a 99centesimi brani ipercompressi e snaturatissimi.mi domando: ma perché questi siti "illegali" riescono a fare ciò che un sito con tante risorse come iTunes non riesce?mi domando: ma anziché difendere i privilegi di una casta capace solo di vivere erodendo i guadagni agli artisti, intermediando l'inintermediabile, non si creassero delle strutture economiche-sociali in grado di rendere gli artisti capaci di disporre delle proprie opere?mi domando: ma hanno capito che per abbassare i prezzi come vogliono gli utenti (non a 15?/cd) è necessario rivedere totalmente il sistema di distribuzione, e probabilmente anche "tagliare qualche testa"?temo di sì, altrimenti non sbraiterebbero tanto.
    • Anonimo scrive:
      Re: però erano funzionali
      - Scritto da: avvelenato
      non so se avete visto bene quei siti, io non
      molto, ma quel poco che ho visto mi
      sembrava, al di là del prezzo,
      l'utopia per quanto riguarda l'acquisto di
      musica on-line.


      scelta del formato;
      prezzo proporzionale alla qualità;
      disponibilità del loseless;bello, molto bello


      mentre su itunes e similari continuano a
      farci credere che il futuro sarà
      quello di comprare a 99centesimi brani
      ipercompressi e snaturatissimi.
      Vero, ma lo sai che itunes e' ancora in rimessa?


      mi domando: ma perché questi siti
      "illegali" riescono a fare ciò che un
      sito con tante risorse come iTunes non
      riesce?
      Perche' vendono roba altrui senza pagarla. Sono dei ricettaori alla fine della fiera.....

      mi domando: ma anziché difendere i
      privilegi di una casta capace solo di vivere
      erodendo i guadagni agli artisti,
      intermediando l'inintermediabile, non si
      creassero delle strutture economiche-sociali
      in grado di rendere gli artisti capaci di
      disporre delle proprie opere?Le srutture sono nate perche' servivano, evidentemente, se anche tu avesssi lavorato in camo musicale tee ne renderesti conto da solo.


      mi domando: ma hanno capito che per
      abbassare i prezzi come vogliono gli utenti????
      (non a 15?/cd) è necessario rivedere
      totalmente il sistema di distribuzione, e
      probabilmente anche "tagliare qualche
      testa"?Non so se lo sai , ma le teste le hanno gia' tagliate in abbondanza, il vero problema sono i costi...

      temo di sì, altrimenti non
      sbraiterebbero tanto.Vedo che quando non aumentano gli stipendi la gente sciopera... Perche' chi campa nel settore della musica dovrebbe prenderlo in c... senza dire nulla?
      • Anonimo scrive:
        Re: però erano funzionali
        Per quello che penso io il mondo della musica ha bisogno solo dei musicisti. E in tal senso gli unici costi sono quelli derivanti dalle loro aspettative economiche e quelli fisici di distribuzione (telematica, su supporto, trasporto insomma).Poi i costi aumentano perchè si ritiene indispensabile che la musica riceva promozione commerciale. Cioè si presume che se uno non è pubblicizzato non vende. Ma la pubblicità costa.Infine ci sono le varie tasse statali e non che in effetti sono aumentate e zavorrano ulteriormente i costi.Concludendo: la pirateria nuoce al settore, in quanto erode i margini, di fatto svalutando il valore della produzione. Ma sull'altro piatto ci sono costi di produzione che sarebbero arginabili ripensando l'organizzazione aziendale del sistema musica dal commerciale a tutti i costi verso un'ottica user-oriented. Ciò azzererebbe i costi di promozione. Resterebbe l'annoso problema della produzione: in un sistema in cui il return sugli investimenti è scarsamente calcolabile con una qualche certezza, chi si metterebbe più a produrre artisti sconosciuti oppure con basse tirature?Il lavoro per ora è svolto dalle etichette indipendenti. Alcune è vero, non ce la fanno. Ma altre proseguono, sia pur con profitti molto limitati, ovvero non distribuiscono molti utili. Ma pagano il personale. Certo un artista con alle spalle un'indipendente sfonda solo se è un genio, perchè la pubblicità se la sogna!
    • Anonimo scrive:
      Re: però erano funzionali
      Leggo spesso i commenti agli articoli dedicati alla mercato della musica digitale e al di là delle opinioni, tutte più o meno condivisibili, la cosa che mi colpisce di più è la totale mancanza di conoscenza dei meccanismi delle licenze di distribuzione da parte di alcuni. Non pretendo che tutti siano informati, ma i commenti più tronfi e spocchiosi di solito arrivano da chi dimostra la minore conoscenza di informazioni corrette. Nessun sito russo può legalmente vendere in Italia alcun file contenente tracce provenienti dai cataloghi delle majors perchè non ha firmato nessun accordo di licenza di distribuzione sul territorio italiano dei cataloghi locali e internazionali, i cui detentori ESCUSIVI in Italia sono le rispettive società locali che fanno capo alle cosidette "majors". Così è da un punto di vista legale. Se poi volete mettere in dubbio che le majors abbiano il diritto di essere proprietarie dei loro cataloghi, questo è un altro discorso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Polizia russa
    non la polizia, la digos, il che è peggio. al posto del terrorismo son tenuti a tenere 'docchio gli hub di DC ... che paesetto di categoria Z il nostro...
  • Anonimo scrive:
    Si, però...
    - Scritto da: Anonimo
    mamma mia, sempre lui... il marine in prima
    fila.... insopportabile!!!!!!In altre occasioni gli avrei tirato addosso l'arredamento di casa, ma stavolta non mi sento di dargli del tutto torto a Mazza. Il p2p, per quanto sia non lecito, è basato sullo scambio libero, ed è un'altra cosa. Nessuno trae profitti dal p2p.Questi invece affermano di poter vendere legalmente musica mentre invece non possono, quindi si intascano tutto e agli artisti non va nulla, non è molto diverso dal senegalese che te li vende per strada. E' pirateria commerciale.Però il senegalese ti fa simpatia perchè non ha una lira, questi qui un pò meno penso... Tra l'altro quello che aggiunge Mazza, cioè di stare attenti a dare a questi i numeri di carte di credito, non la giudicherei una boutade...
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, però...
      si daccordo quello che dici è giusto, era solo per dire che appena si parla di p2p-copyright-mayor, il signor mazza viene sempre stracitato e lui è sempre "attivo oltre il normale"... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, però...
      - Scritto da: Akaal
      - Scritto da: Anonimo

      mamma mia, sempre lui... il marine in
      prima

      fila.... insopportabile!!!!!!

      In altre occasioni gli avrei tirato addosso
      l'arredamento di casa, ma stavolta non mi
      sento di dargli del tutto torto a Mazza.

      Il p2p, per quanto sia non lecito, è
      basato sullo scambio libero, ed è
      un'altra cosa. Nessuno trae profitti dal
      p2p.

      Questi invece affermano di poter vendere
      legalmente musica mentre invece non possono,
      quindi si intascano tutto e agli artisti non
      va nulla, non è molto diverso dal
      senegalese che te li vende per strada. Se questi sono a posto con la legge russa non vedo perche' dovrebbero rispondere di cio' che fanno ai ladri della siae...
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, però...


      Però il senegalese ti fa simpatia
      perchè non ha una lira, questi qui un
      pò meno penso...
      ma, simpatia relativa se penso alla mafia che ci sta dietro
      Tra l'altro quello che aggiunge Mazza,
      cioè di stare attenti a dare a questi
      i numeri di carte di credito, non la
      giudicherei una boutade...ma a me è sembrata una butanade piuttosto... nessun sito è sicuro neanche quelli pubblicizzati sui loro siti, mi sembra che ormai siamo abbaatanza "corazzati" con carte prepagate da rischiare (in generale, quindi questo vale anche, se non soprattutto, per siti legali) poco
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi e'
    se fosse stato legale allofmp3.com avrei pagato volentieri, anche perchè puoi scaricare alla qualità che vuoi e in che formato vuoi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi e'
      Già. Era la quadratura del cerchio che le major non capiscono: meglio vendere tanto a poco che vendere poco a tanto...Tanto fatto fuori il mercato pirata le vendite non aumentano affatto nella misura delle presunte perdite stimate per causa sua.Inoltre: i file erano senza DRM, ma quando puoi comprare a quel prezzo chi te lo fa più fare di imbarcarti nel p2p e redistribuire i file?!?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi e'
        - Scritto da: Anonimo
        Già. Era la quadratura del cerchio
        che le major non capiscono: meglio vendere
        tanto a poco che vendere poco a tanto...
        Tanto fatto fuori il mercato pirata le
        vendite non aumentano affatto nella misura
        delle presunte perdite stimate per causa
        sua.Questo lo dici tu...
        Inoltre: i file erano senza DRM, ma quando
        puoi comprare a quel prezzo chi te lo fa
        più fare di imbarcarti nel p2p e
        redistribuire i file?!?Ergo, chi te lo fa fare di regalare agli "amici" quello che tu hai pagato seppure poco?
      • 3p scrive:
        Re: Ma chi e'
        - Scritto da: Anonimo
        Già. Era la quadratura del cerchio
        che le major non capiscono: meglio vendere
        tanto a poco che vendere poco a tanto...
        Tanto fatto fuori il mercato pirata le
        vendite non aumentano affatto nella misura
        delle presunte perdite stimate per causa
        sua.
        Inoltre: i file erano senza DRM, ma quando
        puoi comprare a quel prezzo chi te lo fa
        più fare di imbarcarti nel p2p e
        redistribuire i file?!?Anche a me sembra lapalissiano, ma evidentemente...
  • Anonimo scrive:
    Re: Chissà cosa è legale???
    ho letto che la siae ha tentato di rendere illegale l'acquisto di cd online in europa perchè sfuggono alla loro tassa... non so se sia vero o menose è vero, costoro meritano ben altro che il boicottaggio, visto che hanno intenzioni ben direzionate a ledere il consumatore pur di mantenere la loro funzione (ma quale?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà cosa è legale???
      - Scritto da: Anonimo
      ho letto che la siae ha tentato di rendere
      illegale l'acquisto di cd online in europa
      perchè sfuggono alla loro tassa...
      non so se sia vero o meno

      se è vero, costoro meritano ben altro
      che il boicottaggio, visto che hanno
      intenzioni ben direzionate a ledere il
      consumatore pur di mantenere la loro
      funzione (ma quale?)Da quanto ne so io, è illegale l'acquisto di CD privi del bollino SIAE (e ovviamente quelli presi all'esterno non lo hanno)... Da quanto mi è stato raccontato, però, la SIAE, dall'alto della sua bontà, consente di "correggere" questi errori di acquisto comprando a parte i bollini (a caro prezzo) da appiccicare tipo figurine ai bene amati cd di importazione... ma credo sia una cosa riservata solo ai rivenditori.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà cosa è legale???
        L'acquisto di cd in Europa NON PUO' ESSERE ILLEGALE, ne verrebbe meno il principio di libero scambio delle MERCI (inteso con questo termine qualsiasi cosa) che sta alla base degli accordi per la creazione dell'Unione Europea.La SIAE puo' provare tranquillamente a fare quello che vuole, ma se dimostro che ho acquistato un cd in Germania non mi puo' fare niente, perche' tecnicamente ho pagato i diritti d'autore (anche se non a lei) ed il cd, pur privo del contrassegno SIAE, e' stato acquistato rispettando i trattati dell'Unione Europea.Se volessero provarci ci potrebbero essere gli estremi per un'interrogazione alla corte europea, con il conseguente sputtanamento della SIAE stessa.
  • Anonimo scrive:
    Chissà cosa è legale???
    "Ma l'utente italiano può acquistare dai siti russi? Se sul piano tecnico ciò non rappresenta certo un problema, sul piano legale la questione è dibattuta. Da una parte c'è chi, come Enzo Mazza della FIMI, sostiene che la sanzione per un caso del genere è quella prevista per l'acquisto di materiale illegale. Dall'altra c'è chi, tra gli operatori del settore, non nasconde che, al momento, contro l'acquisto da parte di italiani c'è ben poco da fare. "Ovviamente è legale soltanto ciò che si compra in italia (volontariamente minuscolo) pagando il pizzo a SIAE, FIMI, Stato, s-partiti, ecc........ Se vendessero in Germania mp3 a 40cents l'uno sarebbero illegali pure quelli, perchè nel prezzo di acquisto non c'è il sovrapprezzo per pagare il pieno della macchina e la cena al ristorante per il signor mazza.
  • bompa5 scrive:
    Polizia russa
    La polizia russa avrà ben altre gatte da pelare, in questi tristi tempi, che stare dietro alle major, e vorrei ben vedere; Invece noi, paesi civilizzati, abbiamo il bravo ministro Urbani a far valere le ragioni di chi fino ad ora si è riempito le tasche con i nostri soldi e pur di continuare a riempirsele sta calpestando diritti che sembavano acquisiti e fondamentali fino a pochi anni fa e che ora invece sono messi in discussione e cominciano a crollare.Non dimentichiamo che la siae sta tentando di introdurre un balzello per il noleggio dei libri in biblioteca...A tal proposito vi prego di firmare la petizione contro tale tassa sul sapere che viene raccolta qui: http://www.biblioteca.colognomonzese.mi.it/prestitogratuito/index.php?page=formadesioniCiao------------------------------------------------------------------------------------"Ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendolo"Aristotele
  • Anonimo scrive:
    Re: come funziona????
    Tu paghi e ti arrivano gli sbirri insieme a mazza.- Scritto da: Anonimo
    come si paga su mp3search.ru? :$
    • Anonimo scrive:
      Re: come funziona????
      - Scritto da: Anonimo
      Tu paghi e ti arrivano gli sbirri insieme a
      mazza.
      - Scritto da: Anonimo

      come si paga su mp3search.ru? :$Non vieni svegliato dal canto del gallo, bensì da quello del canarino
    • Anonimo scrive:
      Re: come funziona????
      - Scritto da: Anonimo
      Tu paghi e ti arrivano gli sbirri insieme a
      mazza.Passi per gli sbirri, ma mazza è troppo! E' sufficiente a farmi desistere dall'acquisto!
    • Anonimo scrive:
      Re: come funziona????
      - Scritto da: Anonimo
      Tu paghi e ti arrivano gli sbirri insieme a
      mazza.....che si becca tante mazza....te!!!!!
      - Scritto da: Anonimo

      come si paga su mp3search.ru? :$
  • Anonimo scrive:
    come funziona????
    come si paga su mp3search.ru? :$
  • Anonimo scrive:
    LOL MA TANTO E' TUTTO GRATIS!!!
    Che ridere...dicono che è illegale il sito russo che li vende a mezzo dollaro! Ma se è tutto gratis !!!!!!!W il paese dei balocchi e chissenefrega del sito russo!
  • Anonimo scrive:
    Re: basta mazza
    - Scritto da: Anonimo
    mamma mia, sempre lui... il marine in prima
    fila.... insopportabile!!!!!!in effetti, sì...
  • Anonimo scrive:
    basta mazza
    mamma mia, sempre lui... il marine in prima fila.... insopportabile!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    A proposito di ROMS...
    corro a scaricare... :$
  • Anonimo scrive:
    te pareva
    sembrava troppo bello per essere vero... se vuoi la musica devi farti salassare, ormai è certo...se la tengano
  • Anonimo scrive:
    Ma chi e'
    quel somaro che paga pergiunta per avere "roba" illegale? :pW Kazaa ovviamente :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi e'
      - Scritto da: Anonimo
      quel somaro che paga pergiunta per avere
      "roba" illegale? :p

      W Kazaa ovviamente :DW il mulo ;)ALK
  • Anonimo scrive:
    E allora....
    ..vai di mulo ;)
Chiudi i commenti