Longhorn, l'ultimo Windows a 32 bit?

Così suggerisce Microsoft, che durante l'appena conclusasi conferenza WinHEC ha annunciato che a partire dal prossimo decennio non ci sarà più spazio per le piattaforme a 32 bit
Così suggerisce Microsoft, che durante l'appena conclusasi conferenza WinHEC ha annunciato che a partire dal prossimo decennio non ci sarà più spazio per le piattaforme a 32 bit

Los Angeles (USA) – “Windows Server 2008 sarà l’ultima versione di Windows a 32 bit”, ha proclamato Bill Laing, general manager di Microsoft per Windows Server, in occasione della recente conferenza WinHEC . In altre parole, tutte le prossime major release di Windows, sia client che server, saranno disponibili esclusivamente nella versione x64 (e Itanium per i server).

“Siamo nel bel mezzo di una transizione verso il computing a 64 bit che Microsoft conta di completare dopo il 2008”, ha spiegato Laing. “Tenendo conto dei benefici portati dal computing a 64 bit, già oggi abbiamo prodotti disponibili esclusivamente in questa versione”. Tra i prodotti 64 bit only Laing ha citato Exchange Server 2007, Windows Compute Cluster Server e Windows Server Virtualization.

Che Microsoft stia spingendo i propri utenti verso i 64 bit appare evidente anche dal nome delle edizioni di Windows Server 2008 (ex Longhorn ), dove Microsoft ha fatto piazza pulita di ogni dicitura (“x64” o “64-bit”) che identifichi le versioni a 64 bit.

Laing prevede che Windows Server 2008 sarà il primo sistema operativo di Microsoft le cui versioni a 64 bit supereranno, per diffusione, quelle a 32 bit.

Ma i tempi sono davvero maturi per una transizione di massa verso il software a 64 bit? Diversi analisti sono scettici a tal proposito. Se è vero che oltre il 90% dei processori x86 venduti oggi supporta le istruzioni a 64 bit, è altrettanto vero che sul fronte del software mancano ancora diversi pezzi al completamento del puzzle , tra i quali driver di periferica e applicazioni native. Non è un caso che oggi Windows Vista x64 rappresenti solo una parte marginale delle vendite totali di questo sistema operativo, e che molti produttori di computer, come Dell , preinstallino sui propri sistemi consumer quasi esclusivamente versioni a 32 bit.

A quanto pare anche le nuove incarnazioni di Windows Server attese per il 2008 saranno solo a 64 bit : tra queste Centro , dedicato alle aziende di medie dimensioni, e Cougar , destinato alle piccole imprese. Ciò non toglie che Microsoft dovrà necessariamente continuare a supportare le versioni a 32 bit del proprio sistema operativo, cosa che farà rilasciando service pack e altri tipi di aggiornamento. La prossima grande revisione di Windows Server 2008 sarà l’ R2, attesa per il 2009 .

La terza beta di Windows Server 2008 è stata rilasciata poche settimane fa, e per la prima volta può essere scaricata anche dal grande pubblico.

Un’intervista a Laing su Windows Server 2008 è stata pubblicata su questa pagina del sito di Microsoft.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 05 2007
Link copiato negli appunti