Longhorn rimpiazzerà WinXP nel 2005

Microsoft svela le date previste di uscita delle varie release di Longhorn, il suo prossimo sistema operativo desktop


New Orleans (USA) – Fra i molteplici argomenti di cui ha discusso Microsoft durante la Windows Hardware Engineering Conference (WinHEC) c’era anche Longhorn , l’ormai noto nome in codice della prossima versione desktop di Windows.

Will Poole, senior vice president della divisione Windows Client di Microsoft, ha rivelato stime di uscita meno ottimistiche di quelle teorizzate inizialmente: la prima versione beta di Longhorn non uscirà prima del 2004, mentre la versione finale dovrebbe arrivare nel 2005. Alcuni ritengono la data di rilascio ufficiale persino troppo ottimistica per lo stadio di sviluppo in cui si trova attualmente il successore di Windows XP: lo stesso Poole ammette che “la strada verso Longhorn è più corta di quello che può apparire, ma c’è ancora tanto lavoro da fare”.

Poole ha poi confermato che prima dell’uscita sul mercato di Longhorn non verrà rilasciata alcuna altra release di Windows: come si ricorderà, infatti, in passato alcune voci sostenevano che Microsoft stesse lavorando ad una ipotetica Windows XP Second Edition. Così non sarà: l’attuale edizione di Windows XP verrà aggiornata unicamente attraverso il periodico rilascio dei service pack e avrà il compito di traghettare gli utenti desktop fino alla data di rilascio di Longhorn.

Microsoft ha tuttavia pianificato il rilascio di nuove major release di Windows XP nella versione per Tablet PC e PC Media Center: queste verranno commercializzate sul canale OEM con il nome di Windows XP Media Center Edition Version 2, attesa per la fine del 2003, e di Windows XP Tablet PC Version 2, attesa invece per il 2004.

“L’impegno dell’azienda e quello di tutte le persone che lavorano all’interno delle divisioni Windows Client e Platform sono tutte focalizzate su Longhorn”, ha affermato Poole. “Quando Longhorn uscirà creerà una grande ondata di entusiasmo nell’industria”, aggiungendo poi che questo sistema operativo “cambierà il modo in cui gli utenti business e consumer utilizzeranno i PC”.

La roadmap di Longhorn parla del rilascio di una prima pre-beta a ottobre, in occasione della Professional Developers Conference (PDC), e di due beta durante il 2004. Nel 2005 dovrebbe poi essere la volta della prima versione RTM e, infine, della commercializzazione vera e propria.

Alcune versioni alpha di Longhorn sono già state rilasciate, nei mesi passati, ad un stretta cerchia di sviluppatori: alcune di queste sono tuttavia sfuggite al controllo di Microsoft finendo su Internet e fornendo la fonte per alcune anticipazioni su quello che sarà il futuro successore di Windows XP.

Il rilascio di Longhorn sarà anche occasione per il varo, come riportato pochi giorni fa , di una nuova evoluzione del PC, nome in codice Athens, firmata da Microsoft e HP.

In occasione del WinHEC Microsoft ha poi pubblicato una serie di documenti tecnici su Longhorn che descrivono alcuni aspetti dell’architettura di questo sistema operativo, fra cui il nuovo sottosistema grafico , che permette la creazione di interfacce ed effetti grafici più complessi, il nuovo modello dei driver audio , che offre funzionalità audio di base in alternativa ai driver forniti da terze parti, e il supporto ai lettori multimediali portatili .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    è un furto
    50 ? per 25 ore ??? ma siamo pazzi; ma se un abbonamento ne costa 70 al mese e puoi restare collegato sempre...!
    • Anonimo scrive:
      Re: è un furto
      in effetti un abbonamento always on può costare anche di meno... però ti vincola per un anno e non puoi staccarti quando vuoi...se qualcuno naviga poco, magari solo la sera per 30 min, potrebbe trovare l'offerta anche conveniente...in effetti ci sto pensando anche perchè mi permette di provare l'adsl senza vincoli e senza contratti.Mi stacco quando voglio
  • keiske scrive:
    Un vantaggio ci sarebbe...
    ...se per errore si scarica un dialer di quelli dei siti porno o suonerie si spende di meno :DPeccato che avendo un modem Adsl non si collegherebbe.keiske ^_^
  • Anonimo scrive:
    SatADSL = abuso di terminologia
    ADSL: AsymmetricDigital SubscriberLine
    • Anonimo scrive:
      Re: SatADSL = abuso di terminologia
      Scusa, senza offesa, ma mi sembra proprio che tu non sappia di cosa stai parlando. Scommetto che un servizio satellitare non l'hai mai usato. Anche perché semmai è molto più forte nel download che nella navigazione (che comunque risente della latenza), io regolarmente ottengo dai 220 ai 300 kbs, che non mi sembra proprio velocità modem. Tra l'altro l'SMTP è un protocollo di invio non di ricezione (al massimo sarà il POP3, che peraltro funziona benissimo).-Zoroastro-
  • Anonimo scrive:
    Ricaricabile è uguale a:
    1- pagare in anticipo un servizio. Per il singolo è poco, per Telecom sono centinaia di milioni solo di interessi.2- pagare di più credendo di spendere meno solo perchè si paga un pò alla volta.3- avere la menata di dover effettuare il ricarico contro una bolletta comodamente domiciliata sul conto corrente4- restare senza servizio quando più ti serve perchè la sfiga ci vede benissimo!Si applica anche ai cellulari... con l'aggiunta che con i cellulari ricaricabili hai "il prelievo" su ogni ricarica mentre esistono dei contratti a canone zero!Signori: questo è il marketing!Non pretendo di dire il vero ma vorrei che rifletteste!Un felice sottoscrittore di una ADSL 100% flat (traffico illimitato incluso e 24h su 24 di connessione) e di un contratto per telefono mobile senza canone!
  • Anonimo scrive:
    ...e Tiscalisat invece?
    Qualcuno ne sa niente?Viene pubblicizzato come satellitare BI-direzionale, quindi esente dai problemi di collegamento telefonico (56k, linea occupata etc).Funziona o no?ciaoPa'
    • Anonimo scrive:
      Re: ...e Tiscalisat invece?
      Funziona ma costa molto e, come tutti i servizi satellitari, ha grosse latenze di funzionamento date dalla distanza dei satalliti
  • Anonimo scrive:
    buttarsi sulle flat gprs?
    ci sono dle offerte per il gprs flat a circa 15 20 euro al mesene poi la comodita di portarsi dietro il pc..e collegarsi da dove si vuole..
  • Anonimo scrive:
    Qui non tornano delle cose........
    Scusatema forse non ho capito.Com' è possibile pagare per collegarsi a tariffe dei provider normali?Com'è possibile che non possa avere la linea libera?Insomma perche la chiamano adsl?Perche la loro proposta risponde alla domanda dei poveri utenti che non hanno copertura terrestre adsl?Insomma io noto delle cose davvero ignobili e vergognose,se poi penso che il gasparri c ha messo lo zampino......Bah,scusate ma a me sembra una cosa per niente seria!
  • Anonimo scrive:
    ADSL?
    ADSL è comunque unas truffa
  • Anonimo scrive:
    Alice Sat II
    Copio e incollo da un newsgroup poichè mi sembra un buon riassunto:Semmai dovesse partire una simile bestemmia tecnologica, Alice Sat(http://www.alicesat.it, che attualmente rimanda ad Alice terrestre, oppurehttp://www.netsystem.com, visto che sono loro in pratica a vendere ilservizio) non avrà nulla a che fare con l'ADSL che conosciamo.Cercherò di elencare i presunti vantaggi e la caterva di svantaggidell'offerta.VANTAGGI-- Disponibilità geografica immediata: basta una parabolica da 90cm puntataa 19,2° Est (satelliti Astra) e si è online.SVANTAGGI-- Antenna parabolica. Chi ha già un impianto satellitare non dovrà farealtro che spendere circa ? 30,00 per passare a un dual-feed. Chi, invece,dovrà cominciare da zero, dovrà comprare una parabolica ed un LNB digitale.Costo complessivo: ? 45,00. Se dovete chiamare l'antennista, aggiungetealtri ? 50,00.-- Scheda PCI di ricezione satellitare. La scheda è PCI e funzionerà solo supersonal computer che monteranno sistemi operativi Windows. Dimenticate dicollegarvi ad Internet se avete Unix, Linux o sistemi operativi"alternativi". È altresì impossibile utilizzare questa scheda con i computerMacintosh, in quanto le due tecnologie sono incompatibili tra loro.-- Linea telefonica analogica. Chi vi chiamerà, troverà sempre occupatoquando siete collegati. Durante il collegamento, i dati dovranno essereinviati attraverso il modem analogico 56K.- Linea ISDN. Completamente inutile perché l'invio dei dati è analogico a56K. L'unico vantaggio è che se occupate il canale A o B, l'altro rimarràlibero per ricevere chiamate.- Entrambe le linee telefoniche. Si pagheranno i minuti per il collegamento,quindi più tempo si sta collegati più la bolletta diventerà salata. Ancoranon si è capito se il numero da chiamare è gestito dalla Telecom oppure è unnumero 70x gestito in comune da tutti gli operatori. Nel primo caso, chi haun contratto con una società concorrente, non potrà collegarsi a meno chenon ridiventi cliente Telecom o chiami con il prefisso 1033.-- Tempi di latenza. Il tempo che passa tra la richiesta dei dati e la lororicezione sarà molto alto a causa della distanza del satellite e perciò saràmolto difficile, se non addirittura impossibile, utilizzare programmi p2p(kazaa, winmx, e-mule...), di chat (yahoo messenger, msn messenger,netmeeting...) e di gaming online. In pratica, quando si stabilisce ilcollegamento, ci si andrà a connettere con un server di NetSystem che, unavolta acquisite le informazioni desiderate, le invierà direttamente alsatellite. Questo passaggio provoca una certa perdita di tempo. Quando ilsatellite avrà ricevuto i dati, li ritrasmetterà a terra, facendo perderealtro tempo. Tutto ciò si traduce in un tempo di attesa che varia da 1 a 2secondi (con i modem analogici i tempi di attesa media sono circa 200 msec,se non di meno) che per molti server Internet equivale a una disconnessioneo comunque a un collegamento "difficoltoso" e quindi è probabile che se nonsi viene scollegati dal server, la comunicazione avverrà comunque moltolentamente.-- Banda di ricezione. Si tratta della più grande chimera telematica, perchéla banda di ricezione (nelle due versioni ufficiose da 300K e 640K) è undato puramente indicativo. NetSystem affitta una determinata capacità dibanda sul satellite che viene distribuita tra i clienti collegati. Siccomela banda disponibile sarà sempre la stessa, più gente si collega meno bandasarà disponibile (banda disponibile / utenti collegati = banda effettiva). Èpresumibile che la qualità del collegamento decada mano a mano che aumentinoi clienti.-- Banda di trasmissione. Con un collegamento V.90 = 3,7 Kbyte/sec. Con uncollegamento V.92 = 6,2 Kbyte/sec. ISDN a singolo canale = 8 Kbyte/sec. ISDNa doppio canale (ammesso che sia possibile) = 16 Kbyte/sec. Per il calcolonon si sono considerati i protocolli di compressione e di recupero errore.Da ciò ne deriva che se dovete inviare un grosso file, vi ci vorrà comunqueun bel po' di tempo.-- NetSystem. Già nella bufera per alcune pubblicità ambigue e disservizilamentati dai consumatori, in più di un'occasione è stata "bacchettata"dall'authority. Ci sono stati molti casi in cui i clienti si sono ritrovaticon un servizio non rispondente a quanto dichiarato sul contratto. Questasocietà si è quindi guadagnata una brutta nomea già quando aveva un numerodi clienti decisamente ridotto rispetto a quanto potrebbe averne facendocomunella con Telecom Italia.-- NON È ADSL. La tecnologia utilizzata dall'adsl è completamente diversa daciò che offrirà Telecom/NetSystem. Un collegamento ADSL è digitale (l'inviodei dati con Alice Sat è analogico), si basa su un unico mezzo ditrasmissione (*solo* la linea telefonica; il satellite non c'entra) edutilizza una ricetrasmissione asimmetrica (invio ad una velocità e ricevo adun'altra velocità) e non asincrona (pochi msec per inviare e parecchi primadi ricevere).Nonostante queste piccolezze, Telecom ci proverà lo stesso e lanceràl'offerta, perché è sicura che abboccheranno un buon numero di imbecilliche, pur pagando fior di soldi ed avendo un servizio peggiore di un 56K (piùveloce, ma molto limitato), saranno convinti di essere "tecnologici" perchési collegano ad Internet col satellite. Così tutte le città non copertedalla vera ADSL, si attaccheranno perché adesso c'è l'adsl satellitare (eallora perché non l'hanno usata da subito?).
    • Anonimo scrive:
      Re: Alice Sat II
      siamo in balia di una telecom sempre piu' "FURBA" e noi....SEMPRE PIU' FESSI!!! :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Alice Sat II
      Allora un paio di informazioni, per chiarezza, da parte di qualcuno che il collegamento satellitare lo conosce bene (ho Netsystem ormai da più di 2 anni) e l'ha esaminato in lungo e in largo con pro e contro:
      SVANTAGGI
      -- Antenna parabolica. Chi ha già un.........Tutto vero
      scheda è PCI e funzionerà solo su
      personal computer che monteranno sistemi
      operativi Windows. Dimenticate di
      collegarvi ad Internet se avete Unix, Linux
      o sistemi operativi....In realtà semplicemente, Technisat, che produce la scheda Skystar2 (il famoso SAT modem PCI) non ha sviluppato i driver per Linux, esistono comunque in giro per la rete numerosi driver che funzionano perfettamente con questa scheda DVB/IP e le varie distribuzioni. Per il Mac effettivamente, sembra che nessuno abbia mai sviluppato nulla, la scheda comunque è una scheda PCI standard visualizzabile a livello OS come una normale scheda ethernet (lo stesso dicasi per la versione USB).
      -- Linea telefonica analogica. Chi vi
      chiamerà, troverà sempre occupato
      quando siete collegati. Durante il
      collegamento, i dati dovranno essere
      inviati attraverso il modem analogico 56K.
      Linea ISDN. Completamente inutile perché
      l'invio dei dati è analogico a
      56K. L'unico vantaggio è che se occupate il
      canale A o B, l'altro rimarrà
      libero per ricevere chiamate.L'upload dei dati è indipendente dal canale di uplink, il che vuol dire semplicemente che sarà possibile usare l'ISDN come l'analogico (per assurdo è possibile anche usare una connessione ADSL per l'upstream dei dati). L'unica limitazione è la velocità di download (limitata in base al contratto), non quella di upload.
      - Entrambe le linee telefoniche. Si......Di questo purtroppo non so nulla. Temo che lo scopriremo solo quando ci sarà qualcosa di ufficiale (per ora si tratta solo di boatos).
      -- Tempi di latenza. Il tempo che passa tra
      la richiesta dei dati e la loro
      ricezione sarà molto alto a causa della
      distanza del satellite e perciò sarà
      molto difficile, se non addirittura
      impossibile, utilizzare programmi p2p
      (kazaa, winmx, e-mule...), di chat (yahoo
      messenger, msn messenger,
      netmeeting...) e di gaming online. In.........Non è proprio così. La latenza è sicuramente più alta di quella di un normale modem analogico, ma si aggira comunque tra i 500 ed i 700 msec. (c'è da fare una tara di circa 380/400 msec. per la ritrasmissione satellitare),comunque molto influisce il provider terrestre che si decide di utilizzare (io ho avuto risultati molto differenti con pop diversi, anche appartenenti allo stesso provider, si spera che Telecom garantirà un buon collegamento sulla sua rete telefonica).I programmi di chat funzionano perfettamente (non sono 400 msec. in più ad inibire la comunicazione), quello che non funziona (ma anche qui dipende dal client) è il file transfer (ad es. Yahoo messenger funziona, msn messenger no). Idem dicasi per la videocomunicazione (naturalmente la banda di trasmissione sarà quella del nostro collegamento di uplink, il che non ci darà grandi vantaggi, rispetto al normale 56k, comunque Netmeeting non funziona, Yahoo Messenger sì).Per quel che riguarda il p2p io uso Kazaalite da tempo con Netsystem e, soprattutto negli ultimi tempi mi funziona benissimo (10/15 kBs su singolo file, non sempre naturalmente, ma come tutti voi spero saprete, nel p2p le variabili da considerare sono tantissime), per e-mule/e-donkey c'è il problema del lowID che ti viene assegnato che, al momento, non è aggirabile, ma dipende da come è stato sviluppato il client.Per il gaming on line, effettivamente la connessione satellitare non porta alcun vantaggio, anzi.
      -- Banda di ricezione. Si tratta della più
      grande chimera telematica, perché
      la banda di ricezione (nelle due versioni
      ufficiose da 300K e 640K) è un
      dato puramente indicativo. NetSystem affitta......Probabilmente, essendoci di mezzo un gigante come Telecom, sarà possibile aumentare la banda disponibile satellitare (ovvero il numero di transponder) al crescere dell'utenza (almeno io ci spero), comunque devo dire che, oggi come oggi, non posso dichiararmi insoddisfatto (35/35 KBs in download single thread), anche se in passato mi hanno fatto tribolare.
      -- Banda di trasmissione. Con un......Come sopra
      -- NetSystem. Già nella bufera per alcune.......In realtà, se si va a cercare, come ho fatto io, i dati delle cause, Netsystem ha avuto 2 cause per pubblicità ingannevole, una vinta ed una persa. Comunque si tratta, sinceramente, di questioni abbastanza di "lana caprina".Non ricordo il link, ma se cercate su web troverete tutti i dati.
      -- NON È ADSL. La tecnologia utilizzata
      dall'adsl è completamente diversa da
      ciò che offrirà Telecom/NetSystem. Un
      collegamento ADSL è digitale (l'invio
      dei dati con Alice Sat è analogico)questo, come ho spiegato sopra non è vero, il collegamento può essere digitale sia in upstream che in downstream (ad es. con un canale ISDN).
      , si basa
      su un unico mezzo di
      trasmissione (*solo* la linea telefonica; il
      satellite non c'entra) ed
      utilizza una ricetrasmissione asimmetrica
      (invio ad una velocità e ricevo ad
      un'altra velocità) e non asincrona (pochi
      msec per inviare e parecchi prima
      di ricevere).Anche questo non è del tutto vero, anche Netsystem è una trasmissione asimmetrica secondo questa definizione (una banda, tipicamente minore in upstream ed una, maggiore in downstream).Essendo il tcp/ip un circuito virtuale, in realtà quello che devi considerare è l'RTT (round trip time) ovvero il tempo che ci mette un dato tra trasmissione e ricezione (come dicevo mediamente dai 500 ai 700/800 msec.). C'è da considerare comunque la dimensione della finestra di ricezione tcp, che se aumentata, permette nello stesso tempo di scaricare molti più dati, il che, equilibra in parte lo svantaggio dell'alta latenza.
      Nonostante queste piccolezze, Telecom ci
      proverà lo stesso e lancerà......Come ho già specificato in altri post sull'ADSL e su Fastweb, purtroppo c'è una gran parte del territorio che non economico coprire per questi servizi, io comunque sono ben contento di avere l'alternativa del satellite che mi permette di liberarmi dalle catene del mio povero modem analogico, certo, non dico che sia la tecnologia migliore possibile (come ho scritto ci sono pro e contro), ma vi assicuro che quando, per qualche motivo, sono costretto ad usare la normale linea PSTN ormai mi viene il magone....Ciao-Zoroastro-
    • Anonimo scrive:
      Re: Alice Sat II

      -- NON È ADSL. La tecnologia utilizzata
      dall'adsl è completamente diversa da
      ciò che offrirà Telecom/NetSystem. Un
      collegamento ADSL è digitale (l'invio
      dei dati con Alice Sat è analogico)da quando ADSL è digitale?????ADSL viaggia lungo PSTN, è analogico!!!!!!
      • DPY scrive:
        Re: Alice Sat II
        - Scritto da: Anonimo
        da quando ADSL è digitale?????
        ADSL viaggia lungo PSTN, è analogico!!!!!!Seguendo questo ragionamento, non esistono linee digitali, perché viaggiano tutte usando segnali analogici, non importa se su doppino, cavo coassiale o fibra ottica. Dal mio punto di vista, il gestore fornisce una linea analogica quando gli apparati di modulazione e demodulazione del segnale sono gestiti interamente dal cliente: il gestore porta il cavo e poi i segnali che passano sono problemi solo del cliente. Questo ovviamente non significa che il cliente possa utilizzare qualsiasi apparato, deve comunque immettere segnali compatibili con quelli richiesti dalla rete, tuttavia consente giochi come quello di mettere due modem SHDSL su una linea dedicata a due fili non troppo lunga, ed ottenere un canale a 2mbps bidirezionale.Succede invece che su molte linee il gestore invii direttamente il segnale al modem in sede utente, in tale caso quindi le caratteristiche di velocità, latenza, ecc sono decide unicamente dal gestore, il cliente non può fare nulla, l'apparato di terminazione può anche essere di sua proprietà, ma è il gestore che decide velocità e tipo di trasmissione, il cliente può solo attaccarsi alla 'porta dati' dell'apparato di terminazione. ADSL ricade completamente in questo secondo caso: il cliente non 'vede' il segnale ADSL vero e proprio, vede solo i dati in ingresso e uscita dal modem.
      • Anonimo scrive:
        Re: Alice Sat II
        AsymmetricDigital
  • Anonimo scrive:
    Cose strane !
    Iniziamo dall'affermazione: "sono più della metà degli utenti internet complessivi, che si collegano meno di dieci ore al mese".E questi hanno secondo loro bisogno di una connessione ADSL ? A meno che avere l'ADSL sia diventato uno status-symbol non credo proprio !A questi il 56K gli basta ed avanza !Comunque penso che loro guadagneranno grazie all'effetto "ciliegia", una tira l'altra...!Seconda cosa strana, il prezzo esorbitante !Va bene che di polli in giro ce ne sono tanti (ed infatti tanti hanno stipulato Alice20) però a me semra veramente esagerato.Comunque in Italia il mercato dell'ADSL è veramente caro in un modo pazzesco: in Francia con una cifra inferiore a quella che paga un utente italiano per una connessione a 256 up e 128 down hanno una 640 up !Ed il fornitore è Tiscali !I casi sono due o Telecom impone a Tiscali Italia un costo esagerato oppure sono entrambi marpioni e hanno formato un cartello per spillarci un sacco di soldini....
    • yoggysot scrive:
      Re: Cose strane !
      - Scritto da: Anonimo
      Iniziamo dall'affermazione: "sono più della
      metà degli utenti internet complessivi, che
      si collegano meno di dieci ore al mese".
      E questi hanno secondo loro bisogno di una
      connessione ADSL ? A meno che avere l'ADSL
      sia diventato uno status-symbol non credo
      proprio !
      A questi il 56K gli basta ed avanza !
      Al limite l'ISDN x avere la linea libera.....Ao Alex
  • Akiro scrive:
    è una vergogna.
    potevano farla un pokettina più cara già che c'erano...così non è che vanno in rosso???mi spiace per la telecom.
    • Anonimo scrive:
      Re: è una vergogna.
      - Scritto da: Akiro
      potevano farla un pokettina più cara già che
      c'erano...
      così non è che vanno in rosso???
      mi spiace per la telecom.facile fare i conti in tasca a tutti partendo dal presupposto che se telecom guadagna con la telefonia deve guadagnare anche in tutto quello che fa e non importa se gli investimenti per portare adsl in in giro per l'Italia al momento alla telecom guadagni non ne ha portati?e che magari quando ne porta cambaino le tecnologie e si ricomincia da capo? ISDN insegna, appena uscita sembrava la cosa più bella del mondo dopo un anno e mezzo è stata superate e i soldi investi sonos tati bruciati.Se ti pare caro il servizio non sei obbligato a prenderlo, in fondo nessuno ti obbliga ad avere alice ricaricabile, non credo che 50 euro a telcom portino 50 euro di guadagno puro ma anche se fosse così se tu non vuoi pagre tanto non ti prendi alice ricaricabile
      • Anonimo scrive:
        Re: è una vergogna.
        Siamo proprio caduti in basso!!!Chi non ha ADSL ora si vede offrire una connessione satellitare, che sappiamo tutti, che funziona come vuole lei.... e in piu' ci tocca pagare anche la telefonata!!!Non capisco con quale criterio la telecom faccia simili "offerte" come le chiama lei, ci ha prerso proprio per dei disperati che pure di avere una connessione piu' "veloce" siamo disposti a dissanguarci....Non ho parole....
      • yoggysot scrive:
        Re: è una vergogna.
        - Scritto da: Anonimo

        ISDN
        insegna, appena uscita sembrava la cosa più
        bella del mondo dopo un anno e mezzo è stata
        superate e i soldi investi sonos tati
        bruciati.
        La settimana scorsa Telecom mi ha telefonato per offrirmi isdn e l'operatrice mi ha detto che tra 3-4 anni contano di avere Genova coperta solo con ADSL e ISDN....Ao Alex
      • Anonimo scrive:
        Re: è una vergogna.
        - Scritto da: Anonimo...investimenti per portare adsl in in
        giro per l'Italia al momento alla telecom
        guadagni non ne ha portati?ahahahaha!!!!!!!!in giro per l'italia!!!....bella questa!! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: è una vergogna.
        - Scritto da: Anonimo
        facile fare i conti in tasca a tutti
        partendo dal presupposto che se telecom
        guadagna con la telefonia deve guadagnare
        anche in tutto quello che fa e non importa
        se gli investimenti per portare adsl in in
        giro per l'Italia al momento alla telecom
        guadagni non ne ha portati?
        e che magari quando ne porta cambaino le
        tecnologie e si ricomincia da capo? ISDN
        insegna, appena uscita sembrava la cosa più
        bella del mondo dopo un anno e mezzo è stata
        superate e i soldi investi sonos tati
        bruciati.Sono investimenti bruciati perche' la telecom non li ha saputi far fruttare. ISDN finche' era "la cosa piu' bella del mondo" te lo facevano pagare a litri di sangue. Hanno abbassato i prezzi quando c'era di meglio e non lo voleva piu` nessuno (Vuoi ISDN? Installo gratis? E`? E`? Vuoi ISDN? Solo gingue mila...).E in questo modo la telecom si e` bruciata tanti altri investimenti...
  • Anonimo scrive:
    solo il 22 % del territorio non coperto?
    Ma avete letto che dice telecom italia? solo il 22 % del territorio non ha adsl.????..hahah..mamma che ridere...eh certo per loro basta che un comuna abbia anche solo una zonne coperta e le altre 10 scoperte per consideare il comune- tutto -coperto dall adsl.....la vertia che le case raggiunte dall adsl sono poche...
  • Anonimo scrive:
    Vi dirò di più
    La cosa veramente assurda è che mentre in europa è giàpartito il wi-fi 802.11, una tecnologia che permette di trasmettere diciamo un 22mbit fino a una distanza di 400 metri , in italia rispuntano fuori tecnologie morte e sepolte.Faccio un esempio?Io a Torino, collegato a fastweb, pago 140 euro ogni 2 mesi per una banda di 10mbit di cui sono abbastanza soddisfatto.Se spendo 150 euro e compro un access point da collegare al mio pc posso "trasmettere" internet via radio in un raggio di 400 metri di distanza, cioè tutto il mio palazzo e quello accanto e forse di più.Se poi 400 metri più in là c'è un'altro amico che fa lo stesso e a sua volta ritrasmette ne copriamo altri 400 e così via.Diciamo che grazie a questo sistema potrei fare navigare altre 25 persone, se queste persone mi versassero 5 euro ogni due mesi per coprire le mie spese io praticamente navigherei aggratis e gli altri spenderebbero meno di CINQUEMILALIRE AL MESE!!!!!!!E' solo un'idea, di collaborazione fra utenti, una cosa un po' "rossa" insomma.Ci sarebbe il problema della legalità in se' della cosa e il problema del frazionamento della banda.Secondo me però si può riuscire a fare qualcosa del genere.Voi cosa ne pensate? Sono solo un sognatore?
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi dirò di più
      Uhmmm l' idea non è male...ma il rischio è semplice:se tutti fanno collegamenti multipli di questo tipo, fastweb chiude baracca e burattini e ci tocca montare la parabola di cui sopra.
    • Vaira scrive:
      Re: Vi dirò di più
      Io avevo proposto la stessa cosa qualche tempo fa, ma mi è stato detto che il raggio di copertura era molto minore di 400 mt e che la schermatura dei muri è abbastanza pesante.Inoltre ci sarebbero un sacco di problemi di sicurezza da considerare, facendo una lan a cui si collegano cani e porci.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vi dirò di più
        basterebbe cablare il condominio con una rete fast ethernet, cosi si conoscerebbero gli utenti... io non credo che ci sia qualcosa di illegale se un "condominio" fa un abbonamento flat... tipo internet cafe...
    • TeX scrive:
      Re: Vi dirò di più
      - Scritto da: Anonimo
      La cosa veramente assurda è che mentre in
      europa è già
      partito il wi-fi 802.11, una tecnologia che
      permette di trasmettere diciamo un 22mbit
      fino a una distanza di 400 metri , in italia
      rispuntano fuori tecnologie morte e sepolte.Beh... cosa vuole dire che in Europa è già partito il wi-fi ?!?!?!? Vuoi collegare 2 PC via wi-fi ? Compri due schede e li colleghi. Questo A Londra, a Parigi, a Berlino, a Roma, nel bel mezzo della Foresta Amazzonica o sulla Luna.
      Faccio un esempio?
      Io a Torino, collegato a fastweb, pago 140
      euro ogni 2 mesi per una banda di 10mbit di
      cui sono abbastanza soddisfatto.
      Se spendo 150 euro e compro un access point
      da collegare al mio pc posso "trasmettere"
      internet via radio in un raggio di 400 metri
      di distanza, cioè tutto il mio palazzo e
      quello accanto e forse di più.
      Se poi 400 metri più in là c'è un'altro
      amico che fa lo stesso e a sua volta
      ritrasmette ne copriamo altri 400 e così
      via.
      Diciamo che grazie a questo sistema potrei
      fare navigare altre 25 persone, se queste
      persone mi versassero 5 euro ogni due mesi
      per coprire le mie spese io praticamente
      navigherei aggratis e gli altri
      spenderebbero meno di CINQUEMILALIRE AL
      MESE!!!!!!!Probabilmente però per un solo mese. Il secondo Fastweb ti taglia i cavi...Comunque questo è solo un discorso sui costi. Costi che Fastweb sostiene e che deve ovviamente riversare sugli utenti. Se tutti facessero come dici allora il costo della linea Fastweb sarebbe molto più caro.Il problema invece è un altro. Fastweb lo trovi in poche grandi città e la ADSL comunque non copre i piccoli comuni. Un collegamento satellitare (serio) invece permetterebbe finalmente di raggiungere tutta l'Italia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vi dirò di più
        ..ma il collegamento satellitare quanto conviene??si pagano 40-60 euro al mese per scaricare ok.. ma poi quello che si resta collegati in uscita lo si paga giusto? come funziona?ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Vi dirò di più
          come funziona?funziona esattamente come netsystem (anzi... è netsystem ricarrozzato Telecom Alice Sat, un idea che viaggia sulle stesse alte frequenze mentali di chi avrebbe voluto rimarchiare, per ridarle vita, le Fiat Punto in Punto Ferrari).l'upload (necessario sempre e comunque) lo fai con il tuo modem e la tua utenza telefonica telecom e la tua bolletta, il download è via satellite, mezzo che tecnicamente sarebbe capace di velocità considerevoli ma a detta di centinaia di utenti netsystem, funziona decentemente (anche se con limiti tecnici) su http e ftp, ma con i p2p, quando e se funzionano non rompi la soglia dei 0,5 kb/s.ora, senza sparare a zero su ciò che non conosco, cosa ci voleva a telecom ad includere una flat dial-up nell'offerta?non ne ha i mezzi? vuole semplicemente prosciugare le tasche degli abbonati o le aziende che offrono flat a prezzi doppi o tripli della media europea si sono messi in mezzo?per i vari newsgroup ho trovato gente soddisfatta di servizi diversi da netsystem, come EON o Opensky e altri che non ricordo, quindi la tecnologia non è ancora da buttare ma...
          • Anonimo scrive:
            Re: Vi dirò di più
            Allora, a quanto ne so (ma potrebbe essere una falsa notizia, perché mi arriva da qualche forum, quindi prendetela con beneficio di inventario) Telecom originariamente voleva offrire una flat analogico/ISDN ad un costo contenuto, solo che l'Authority per la concorrenza ha bocciato l'idea, in quanto sarebbe stata l'unica offerta flat in Italia a quel costo e quindi "anti-concorrenziale".Per quel che riguarda Netsystem, io ce l'ho e mi ci trovo anche abbastanza bene, in particolare negli ultimi due/tre mesi la qualità del servizio è molto migliorata e con Kazaa (unico p2p che utilizzo in modo abbastanza esteso) riesco a scaricare anche a 10/15 KBs (naturalmente, se di là ho qualcuno con un buon upload e se non sono in un momento di picco di traffico).Per quel che riguarda Opensky, si tratta ormai di un servizio morente (almeno a quanto si sente in giro), EON invece offre dei servizi push interessanti, ma l'Unicast non è un granché (almeno l'ultima volta che mi sono interessato alla cosa, magari nel frattermpo la situazione è cambiata).Ciao-Zoroastro-
          • Anonimo scrive:
            Re: Vi dirò di più
            certo, un offerta fuori concorrenza.concorrenza tra aziende che si riforniscono da Telecom per il traffico su numero 800 o 709...questo la dice lunga sulla posizione di Telecom sul mercato della connettivitò.
        • TeX scrive:
          Re: Vi dirò di più
          - Scritto da: Anonimo
          ..ma il collegamento satellitare quanto
          conviene??

          si pagano 40-60 euro al mese per scaricare
          ok.. ma poi quello che si resta collegati in
          uscita lo si paga giusto? come funziona?Non è che ne sappia molto... Probabilmente paghi i 40-60 Euro più il costo delle telefonate al provider che devi comunque fare per trasmettere, visto che da satellite la comunicazione è monodirezionale. Almeno Netsystem era così.
    • DPY scrive:
      Re: Vi dirò di più
      - Scritto da: Anonimo
      Io a Torino, collegato a fastweb, pago 140
      euro ogni 2 mesi per una banda di 10mbit di
      cui sono abbastanza soddisfatto.
      Se spendo 150 euro e compro un access point
      da collegare al mio pc posso "trasmettere"
      internet via radio in un raggio di 400 metri
      di distanza, cioè tutto il mio palazzo e
      quello accanto e forse di più....
      Voi cosa ne pensate? Sono solo un sognatore?No, sei solo uno in cerca di guai grossi come una casa: se fai un abbonamento tuo, sei tu responsabile dei dati che passano sulla tua linea, se vuoi offrire il servizio ad altri, la legge ti impone di registrarti come operatore autorizzato: in questo modo hai degli obblighi (e dei costi) ma non sei costretto a prenderti la responsabilità di quello che fanno i tuoi utenti, basta ovviamente che in caso di fastidi tu possa identificarli. Ora, specie su linee 'aperte' come le reti wireless, ove la sicurezza decresce proporzionalmente al numero di persone che la usano, come farsti ad evitare che un terzo usi la tua rete per fare danni all'esterno e tu non sia in grado di rintracciarlo perché non sai chi, dove e quando è entrato e da chi ha avuto i codici per accedere alla rete?
  • Anonymous scrive:
    Non e' una brutta idea
    penso che 30? per 25 ore sia piu' accettabile, ma in futuro si abbassera'.Questa e' un'offerta mirata a un'utenza decisamente ristretta, persone che si collegano a internet molto raramente ma vogliono la comodita' dell'adsl.Esempio: ho un piccolo negozio di forniture per ufficio: alle 9 di ogni mattina mi collego per scaricare la posta con gli ordini e poi mi scollego.In questo caso questa offerta sarebbe ideale, perche' con 25 ore farei parecchi mesi, probabilmente tutto l'anno.Risparmiando parecchio.Quindi non insultiamo telecom ogni volta a testa bassaAnonymous
    • Anonimo scrive:
      Re: Non e' una brutta idea
      se non ho letto male sono 50 e non 30 euro..inoltre.. se ti colleghi cosi' poco non ha senso che ti prendi l'adsl che la paghi 2 euro all'ora quando ti puoi fare qualche promozione di telecom italia che ti fa risparmiare su tutte le chiamate urbane e interurbane e anche su internet..tipo io fino poco tempo fa pagavo 1 cent al minuto per internet e zero per urbane e interurbane. (e' un'offerta riservata all'utenza affari, non chiedermi il nome.. cmq ci dovrebbe essere qualcosa anche per privati..)
    • Tharon scrive:
      Re: Non e' una brutta idea
      é una brutta idea......quel 50 euro per 25 ore sono 2 euro all'ora, ovvero circa 4 mila lire. Più del doppio della normale connessione PTSN, che per scaricare la posta va più che bene. E se vuoi velocità a quel punto uno si prende ISDN che sfrutta la medesima linea telefonica ed è ancora supportata da molti provider, spendendo la stessa cifra di una normale telefonata.Tsk, questi infiltrati telecom :p
  • Anonimo scrive:
    non hanno capito..
    non è il sat monodirezionale la soluzione..il vantaggio dell'ADSL è avere sempre il telefono libero, un upload veloce, una connessione always on. il sat monodirezionale, non offre gli stessi vantaggi...ancora una volta tentano di vendere una tecnologia vecchia.. quando potrebbero offrire molto di più. mi chiedo: quanto costa alla telecom attivare una centralina ADSL !?
    • Anonimo scrive:
      Re: non hanno capito..
      hanno capito benissimo invece.questa ideona servirà per gridare all'europa ed al mondo che in Italia la banda larga arriva anche sulla cima del Monte Bianco e per coprirsi le spalle se qualche regolamento europeo imporrà il dovere di portare la banda larga ad un altissima percentuale di popolazione.neppure boicottarla servirà per rivalersi dalla truffa a danno degli abitanti di piccoli centri (non eremiti, abitanti di splendidi paesi a misura d'uomo) da parte dell'unico operatore al quale possono rivolgersi.
  • Anonimo scrive:
    Ho scoperto una cosa...
    Ho scoperto una cosa incredibile e vorrei renderla nota a tutti.Le offerte di TelecomItalia, come i panini di McDonald o le scarpe della Nike non sono obbligatorie.Cioè, se non mi piacciono, costano troppo, fanno male o non servono a nulla, possiamo evitare di acquistarle.Non è geniale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho scoperto una cosa...
      cavolo e' geniale...........non avevo mai riflettuto su questo aspetto.........allora ho risolto tutti miei problemi!si ma l'adsl come faccio ad averlo se non sono coperto???????????????????????????????????????????????????????????????
    • fancu scrive:
      Re: Ho scoperto una cosa...

      Ho scoperto una cosa incredibile e vorrei
      renderla nota a tutti.
      Le offerte di TelecomItalia, come i panini
      di McDonald o le scarpe della Nike non sono
      obbligatorie.
      Cioè, se non mi piacciono, costano troppo,
      fanno male o non servono a nulla, possiamo
      evitare di acquistarle.
      Non è geniale?Hai fatto bene a non firmare il tuo commento... ti sei evitato una brutta figura :)
  • Vaira scrive:
    Ma sono scemi?
    100 carte per un giorno di navigazione quando con 140 puoi navigare 2 mesi?
  • Anonimo scrive:
    ALICE SAT
    Per arricchire ulteriormente la propria offerta, oltre ad Alice Ricaricabile e alla creazione di nuovi contenuti per Internet, Telecom Italia lancia anche Alice Sat, l?offerta di accesso a Internet via satellite. Grazie a questa iniziativa, dal 15 maggio la larga banda sarà disponibile sul 100% del territorio nazionale. In questo modo utilizzando una parabola, un modem satellitare fornito da Telecom Italia e un normale modem telefonico, sarà possibile realizzare una connessione con velocità fino a 640 Kbps in download utilizzando il canale satellitare e a 56 Kbps in upload utilizzando una connessione tradizionale in dial-up. Si potrà scegliere tra due diverse opzioni: Alice Sat 640 (velocità di 640 kbps in download) disponibile a metà maggio con un costo di abbonamento mensile di 59,95 euro (Iva inclusa) e Alice Sat 300 (velocità di 300 Kbps in download), commercializzata a partire da giugno al costo di 39.95 euro al mese. Fino al 30 giugno 2003 è possibile usufruire di due importanti vantaggi: il contributo di attivazione gratuito e il noleggio del modem al prezzo promozionale di 3 euro al mese per il modem Sat PCI e di 6 euro al mese per il modem Sat USB.


    Ragazzi, possibile che nessuno parla dell'ennesima in%#ata by Telecom?AliceSat... è la flat terrestre dove è?60 euro al mese più la spesa (considerevole... MOOOLTO considerevole, sempre a meno di farsi una flat... anch'essa se 24h/24h non costa meno di 60 euro).Questa è l'alternativa ADSL per gli utenti di serie B.BOICOTTIAMOLA!
    • Anonimo scrive:
      Re: ALICE SAT
      60 euro più tutto il traffico modem a carico dell'utente senza neppure preoccuparsi di lanciare una flat a prezzi in linea con l'europa (intorno ai 20/30 euro) è agghiacciante.Per me il servizio giusto sarebbe stato sat 640, flat ISDN a 128, prezzo, lo stesso di Alice. (Senza dimenticare che ISDN non c'e' in tutte le centraline d'Italia).Secondo me c'è dietro la lobby delle flat nostrane.Ma quello che mi fa' infuriare è che da oggi le teste di legno nostrane (Gasparri in testa) si vanteranno che tutto il territorio italiano è coperto dalla banda larga banda.:(
    • Vaira scrive:
      Re: ALICE SAT

      In questo modo utilizzando una parabola, un
      modem satellitare fornito da Telecom Italia
      e un normale modem telefonico, sarà
      possibile realizzare una connessione con
      velocità fino a 640 Kbps in download
      utilizzando il canale satellitare e a 56
      Kbps in upload utilizzando una connessione
      tradizionale in dial-up. Bella mmerda.La cosa interessante sarebbe poter usare una parabolina sia per trasmettere che per ricevere, almeno potrei anche andare a lavorare col portatile in alta montagna.Sarebbe veramente bello.
      • Anonimo scrive:
        Re: ALICE SAT
        Sarebbe bello.Tante cose "sarebbero" belle.Ma io rimango con i piedi a terra, poichè per il sat bidirezionale servono apparecchiature non proprio "consumer" (una tecnologia simile ai videotelefoni satellitari che usavano gli inviati in Iraq, o la costosissima apparecchiatura TiscaliSat).Una flat, per offrire la libertà di un always on, ed un satellite che non riproponga i disservizi Netsystem (nuovo compagno di merende Telecom).
      • Anonimo scrive:
        Re: ALICE SAT
        - Scritto da: Vaira

        In questo modo utilizzando una parabola,
        un

        modem satellitare fornito da Telecom
        Italia

        e un normale modem telefonico, sarà

        possibile realizzare una connessione con

        velocità fino a 640 Kbps in download

        utilizzando il canale satellitare e a 56

        Kbps in upload utilizzando una connessione

        tradizionale in dial-up.

        Bella mmerda.
        La cosa interessante sarebbe poter usare una
        parabolina sia per trasmettere che per
        ricevere, almeno potrei anche andare a
        lavorare col portatile in alta montagna.
        Sarebbe veramente bello.si mentre tu sogni di piantare un bidirezionale sul palo dell'ombrellone, che chi spende 2/300 euro per navigare da casa con un 56 kb.Telecom non prenderci per il culo
  • Anonimo scrive:
    ma il modem ADSL?
    te lo danno loro incluso nei 100 ? iniziali oppure è a parte?
  • Fred scrive:
    Il problema e' sempre quello.........
    una volta si diceva in una nota (ai piu' vecchi) pubblicita'"la morale e' sepre quella fai merenda con girella" ovveroma se tanto da me ADSL non arrivera' MAI che me ne frega di come la vendono?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema e' sempre quello.........
      Inutili anche le ricerche sul cancro, io mica ce l'ho.
      • AdessoBasta scrive:
        Re: Il problema e' sempre quello.........
        O forse ce l'hai, ma ti lasciano morire perché curano solo quelli residenti a Roma e a Milano. Ma va là va.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema e' sempre quello.........
          Magari non lasciano morire lui che è italiano ma lasciano morire quelli che vivino fuori dall'Italia perchè da noi ci si può curare mentre in altre parti del mondo no.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e' sempre quello.........

            Magari non lasciano morire lui che è
            italiano ma lasciano morire quelli che
            vivino fuori dall'Italia perchè da noi ci si
            può curare mentre in altre parti del mondo
            no.Per ora hanno lasciato morire la lingua italiana ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema e' sempre quello........
      Lavori in corso
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema e' sempre quello.........

      ma se tanto da me ADSL non arrivera' MAI
      che me ne frega di come la vendono?Cambi casa e la smetti di frignare, che non se ne può più.Anzi vai a Torino Bologna o Milano, etc. così hai anche fastweb.Oppure continui a sperare che telecom faccia beneficenza a te...
      • Chernobyl scrive:
        Re: Il problema e' sempre quello........
        - Scritto da: Anonimo


        ma se tanto da me ADSL non arrivera' MAI

        che me ne frega di come la vendono?

        Cambi casa e la smetti di frignare, che non
        se ne può più.
        Anzi vai a Torino Bologna o Milano, etc.
        così hai anche fastweb.mah, queste città sono coperte a macchia di leopardo ...
        Oppure continui a sperare che telecom faccia
        beneficenza a te...Coglionazzo, non hai capito un cazzo di cosa dovrebbe essere il progresso.Allora tutti quelli ammalati di Sars dovrebbero trasferirsi in occidente perchè si guarisce
    • poetazzo scrive:
      Re: Il problema e' sempre quello.........
      beh.. se da te n on arriva l'adsl ti fai una adsl sat, ricordati che per farla funzioanre devi sciogliere un kilo di sale in un bikkkiere d'acqua... se non si scioglie sono guai...
  • Anonimo scrive:
    Se non c'è canone adsl
    non è malaccio... se si paragona al costo di una chiamata dialup 56k o isdn.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se non c'è canone adsl
      dialup 56k non costa 4000 lire all'ora, anche considerando il canone telecom
    • Vaira scrive:
      Re: Se non c'è canone adsl
      Se per scaricare un divx tenendo conto che non lo scarichi a piena banda dall'inizo alla fine, ci metti 24 ore, a quel prezzo facevi prima a comprarti il dvd originale.Sarà una nuova azione contro la pirateria?=)
  • Anonimo scrive:
    50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
    Un vero affare.
    • Anonimo scrive:
      Re: 50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
      AHUAHUHUAUHAHUAHUAHUA infatti questi sono pazzi!Cioe' se riescono a farla utilizzare a qualcuno è la truffa del secolo e bisognerà pure fargli i complimenti!!!Bah bah...:Pslackb0y
      • Anonimo scrive:
        Re: 50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
        - Scritto da: Anonimo
        AHUAHUHUAUHAHUAHUAHUA infatti questi sono
        pazzi!
        Cioe' se riescono a farla utilizzare a
        qualcuno è la truffa del secolo e bisognerà
        pure fargli i complimenti!!!Attento Anonimo... la parola "ricaricabile" ha brutti effetti sugli italiani !!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: 50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
      Non hai fatto bene i calcoli.IL kit costa 100 Euro, quindi:100(50 Euro attivazione) euro x 25 ore = 8000 Lire/oraE' in questo caso che si può affermare che si sono letteralmente bevuti il cervello!
      • Anonimo scrive:
        Re: 50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
        50 di attivazione li paghi una volta sola, per comodità fingiamo che la gente le paghi senza considerare che siano soldi spesi (è "solo" un una tantum, dai su)
      • Anonimo scrive:
        Re: 50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
        LOL infatti e' ridicolo se pensiamo al prezzo da rapina paragonato alla qualita' dire che e' pazzesco e' poco......E per fortuna che il nostro ministro stanca vuole diffondere la banda larga,gli chiedo dove e quale banda larga,qui di largo ci sono solo le tasche di certi gestori,l'unica banda larga e' fastweb che purtroppo non mi arrivera' mai,il resto sono chiacchere su chiacchere pagate a peso d'oro,ora ci mancava solo che riciclassero netsystem,ale''''' altre gabbole.
        • Anonimo scrive:
          Re: 50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
          Infatti, oltre alla banda, anche le tasche di Fastweb sono abbastanza LARGHE da renderla interessata a fornire i suoi servizi solo in alcune "grandi" città. Fornirli al di fuori "evidentemente" non dà ricavi sufficienti a coprire gli investimenti.Sicuramente non soffrirete per lo smog, il traffico e l'inquinamento ma qualche svantaggio ce lo dovrete pure avere no?:)))Alien3
    • Anonimo scrive:
      Re: 50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
      Be' con la ricaricabile almeno si possono usare le pw flat senza il rischio che ti accreditino tutto (dopo) in bolletta, proprio per il meccanismo della ricarica... rischio che oggi invece corre chi sta usando alice 20 ore con la pw dell' "amico" (e sono tanti...) ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: 50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
      Credo che ci sia una fetta di mercato di utenti per i quali abbia senso. Pensa a tutti alle persone o agli uffici che non scaricano che la posta e poi ogni tanto hanno bisogno di trasferire qualche grosso file. Avrebbero un accesso veloce pagando solo i consumi reali.Certo sarebbe più comodo essere tariffati a pacchetto e pagare i bytes lasciando il modem accesso tutto il giorno.Chiaro che non ha molto senso per chi vuole navigare.
      • Gallone scrive:
        Re: 50 euro x 25 ore = 4000 Lire/ora
        - Scritto da: Anonimo
        Credo che ci sia una fetta di mercato di
        utenti per i quali abbia senso. Pensa a
        tutti alle persone o agli uffici che non
        scaricano che la posta e poi ogni tanto
        hanno bisogno di trasferire qualche grosso
        file.Caro mio per questa gente è più che sufficiente un modem 56k e te lo dice uno che col 56k faceva quasi tutto quello che adesso fa con adsl
      • keiske scrive:
        Mah!
        - Scritto da: Anonimo
        Credo che ci sia una fetta di mercato di
        utenti per i quali abbia senso. Pensa a
        tutti alle persone o agli uffici che non
        scaricano che la posta e poi ogni tanto
        hanno bisogno di trasferire qualche grosso
        file. Avrebbero un accesso veloce pagando
        solo i consumi reali.
        Certo sarebbe più comodo essere tariffati a
        pacchetto e pagare i bytes lasciando il
        modem accesso tutto il giorno.
        Chiaro che non ha molto senso per chi vuole
        navigare.Scusa ma se pago 50 euro per 25 ore di connessione e una ADSL Always On costa di meno di 50 euro al mese...che me ne faccio di fare una ricaricabile, che se una volta voglio stare connesso di più non posso perchè mi costa 2 euro all'ora, ripeto 2 euro, come i numeri delle suonerie.Faccio una Flat da 45 euro al mese e non ci penso più.Io dico che ci sono dei mentecatti al mondo...sia nel marketing (e lo capisco) sia tra la gente (e lo capisco di meno).keiske
Chiudi i commenti