Longhorn scrutinato dal Governo USA

Esperti del dipartimento di Giustizia dovranno accertare se il nuovo sistema operativo di Microsoft rispetta le caratteristiche decise al termine del procedimento antitrust
Esperti del dipartimento di Giustizia dovranno accertare se il nuovo sistema operativo di Microsoft rispetta le caratteristiche decise al termine del procedimento antitrust


Washington (USA) – Longhorn consentirà agli utenti di installare facilmente middleware di produttori alternativi a Microsoft? Ai competitor dell’azienda vengono fornite sufficiente informazioni per consentire una corretta integrazione dei loro prodotti nel futuro Windows?

Sono queste le domande alle quali risponderà una commissione tecnica composta da esperti nominati dal Dipartimento della Giustizia americano che, come ricorda una nota diffusa congiuntamente da Microsoft e dal Dipartimento, verificheranno se Longhorn risponde alle caratteristiche “aperte” come è stato deciso al termine del procedimento antitrust nel novembre del 2002.

Il mese prossimo Microsoft ed esperti del Dipartimento si incontreranno per determinare tempi e procedure dell’esame di Longhorn che, come noto, dovrebbe essere rilasciato nel 2006.

Nel frattempo il Dipartimento ha spiegato che la propria commissione tecnica ha analizzato con le stesse finalità anche Windows XP e il Service Pack 2. “L’analisi – si legge in una nota – ha individuato una serie di casi nei quali si richiedono maggiori informazioni da Microsoft per capire se Windows risponda in modo sufficiente alle scelte del middleware da parte degli utenti”. Il Dipartimento non ha voluto commentare ulteriormente trattandosi di un processo di analisi ancora non giunto a conclusione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 01 2005
Link copiato negli appunti