MacBook Pro: il primo con Touch Bar diventa vintage

MacBook Pro: il primo con Touch Bar diventa vintage

A partire dal 31 luglio, il primo MacBook Pro con Touch Bar entrerà nella lista dei prodotti vintage di Apple insieme ad altri dispositivi.
A partire dal 31 luglio, il primo MacBook Pro con Touch Bar entrerà nella lista dei prodotti vintage di Apple insieme ad altri dispositivi.

Dalla fine del mese corrente, un nuovo dispositivo a marchio Apple andrà ad aggiungersi alla già folta schiera di quelli che l’azienda considera “vecchi ma non troppo”. Stando infatti a quanto riportato in una recente comunicazione interna partita dall’azienda della “mela morsicata” verso gli Apple Store e i partner autorizzati, dal 31 luglio il primo MacBook Pro con Touch Bar diventa vintage.

MacBook Pro: il modello del 2016 con Touch Bar diventa vintage

Per chi non lo sapesse oppure non lo ricordasse, il primo MacBook Pro con Touch Bar venne presentato il 27 ottobre del 2016 e la novità più evidente fu appunto l’introduzione della Touch Bar, un display orizzontale di dimensioni contenute, annesso alla tastiera in sostituzione dei tasti funzione, che grazie allo schermo Retina con supporto multitouch fino a 10 tocchi poteva di volta in volta proporre delle azioni diverse in base all’applicazione in esecuzione al momento.

Nell’attuale gamma di MacBook Pro la Touch Bar è stata rimossa dalle varianti con schermo da 14 pollici e da 16 pollici che Apple ha annunciato a ottobre scorso, ma continua ad essere disponibile sul MacBook da 13 pollici con chip M2 che è stato presentato e lanciato sul mercato da pochissimo.

Unitamente al notebook in questione, da fine luglio diventeranno vintage pure questi altri dispositivi non recentissimi:

  • MacBook Pro, 13 pollici, 2016 con due e quattro porte Thunderbolt
  • MacBook Pro, 15 pollici, 2016
  • MacBook Air, 13 pollici, inizio 2015
  • MacBook, 12 pollici, inizio 2016
  • iMac, 21,5 pollici, fine 2015
  • iMac, 27 pollici, display Retina 5K, fine 2015
  • iPad Pro, 9,7 pollici, solo Wi-Fi e Wi-Fi + Cellular

Da notare che Apple considera vintage i dispositivi per i quali sono trascorsi più di cinque anni e meno di sette dallo stop alla vendita, mentre dopo sette anni dalla fine della commercializzazione i prodotti vengono reputati obsoleti. I primi possono ancora essere riparati ufficialmente presso Apple o centri autorizzati in base alla disponibilità dei ricambi, mentre per i secondi non vi è alcuna opportunità di supporto tramite i canali ufficiali.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: MacRumors
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 11 lug 2022
Link copiato negli appunti