MacBook Pro M2: Apple voleva lanciarli nell'autunno 2022

MacBook Pro M2: Apple voleva lanciarli nell'autunno 2022

Alcuni indizi presenti nella pagina del video del keynote dei MacBook Pro M2 fanno intendere che Apple voleva lanciare i computer nel 2022.
Alcuni indizi presenti nella pagina del video del keynote dei MacBook Pro M2 fanno intendere che Apple voleva lanciare i computer nel 2022.

I nuovi MacBook Pro con chip M2 da 14 pollici e da 16 pollici che Apple ha lanciato nella giornata di ieri in realtà sarebbero dovuti arrivare mesi addietro, precisamente tra ottobre e novembre dello scorso anno. La notizia non è frutto di un’indiscrezione, ma di un’attenta analisi della pagina Web del video di presentazione.

MacBook Pro M2: il lancio doveva avvenire nel 2022

Nell’URL del video del keynote che Apple ha condiviso per annunciare i suoi nuovi computer portatili, infatti, è presente la sigla “2022” ed è inoltre merso che i modelli 3D dei prodotti sono stati compilati il 18 ottobre 2022.

Da tenere presente che generalmente contenuti di questo tipo vengono generati una o al massimo due settimane prima dei relativi eventi di presentazione, per cui i conti non tornano, o meglio è chiaro che non vi è corrispondenza tra i dati rilevati e la data attuale.

La cosa, comunque, non deve sorprendere più di tanto, considerando che il gruppo di Cupertino generalmente tiene due eventi importanti in autunno, uno per la presentazione dei nuovi smartphone e l’altro dedicato a Mac e iPad, ma nel 2022 questo secondo evento è mancato.

Ovviamente da parte di Apple non vi sono conferme in merito al fatto che i nuovi MacBook Pro avrebbero dovuto fare capolino prima sul mercato e probabilmente mai vi saranno.

Questo è tuttavia poco rilevante, mentre sarebbe interessante capire il perché di questo rimando. Potrebbero darsi che siano stati i nuovi chip la causa del ritardo, magari per qualche intoppo nella produzione, ma non è escluso che possano esserci altre motivazioni.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: MacRumors
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 18 gen 2023
Link copiato negli appunti