Macmillan, bye bye al dizionario di carta

Macmillan, bye bye al dizionario di carta

La storica casa editrice scozzese dice addio alla versione cartacea del dizionario. Il lavoro si concentrerà esclusivamente sulle risorse digitali per rispondere al meglio alla richiesta di aggiornamento e approfondimento linguistico
La storica casa editrice scozzese dice addio alla versione cartacea del dizionario. Il lavoro si concentrerà esclusivamente sulle risorse digitali per rispondere al meglio alla richiesta di aggiornamento e approfondimento linguistico

“Abbiamo preso la decisione di interrompere gradualmente la stampa dei dizionari e di focalizzarci sulla nostra collezione di risorse digitali, ricca e in espansione”: è l’ annuncio che arriva dal blog del dizionario Macmillan, tra i più noti e consultati per l’apprendimento della lingua inglese.

Secondo il redattore capo della casa editrice Michael Rundell, i media digitali costituiscono la “miglior piattaforma” per ospitate un dizionario. Uno dei suoi più grandi vantaggi è la possibilità di integrare la presenza dei lemmi con ogni tipo di risorsa supplementare come, ad esempio, un blog.

I libri tradizionali , sempre secondo il caporedattore di Macmillan, rappresentano un formato datato , soprattutto per lo spazio limitato che impone delle rinunce in termini di chiarezza e completezza.

La scelta della casa editrice scozzese segue dunque le orme di un altro storico dizionario britannico, l’ Oxford English Dictionary , che già due anni fa aveva comunicato l’intenzione di rinunciare alla pubblicazione della versione cartacea. ( C.S. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti