Malware anche nei libri

Libri elettronici e dispositivi mobili? Sì, ma anche dispensatori automatizzati di infezioni atipiche, di quelle che non dovrebbero accadere mai e che invece, puntualmente, accadono
Libri elettronici e dispositivi mobili? Sì, ma anche dispensatori automatizzati di infezioni atipiche, di quelle che non dovrebbero accadere mai e che invece, puntualmente, accadono

Continua indefessa la proliferazione di codice malevolo sui dispositivi hi-tech che all’apparenza poco avrebbero a che fare con un computer propriamente detto. Dopo i lettori multimediali , i navigatori satellitari e i PocketPC tocca oggi registrare il caso di un malware distribuito con l’ultimo e-book prodotto da iRex Technologies , che una volta collegato al PC manda automaticamente in esecuzione il worm imgInSOY .

iLiad , questo il nome del dispositivo portatore della nuova minaccia, è in grado di sincronizzarsi con i documenti presenti sul computer attraverso un collegamento USB ma, una volta connesso, il lettore si comporta anche come un dispositivo di storage esterno ed ecco dove scatta la trappola: il worm imgInSOY è pensato per diffondersi sui media removibili attraverso un file autorun.inf appositamente progettato, e basta connettere iLiad a un sistema Windows non adeguatamente protetto per contrarre l’infezione .

Poco importa, a questo punto, che di suo il dispositivo sia basato su un sistema operativo con kernel Linux e che abbia a disposizione altri canali di connessione come la rete WiFi. Oltre a diffondersi quanto più gli è possibile, il malware prevede funzionalità da adware e spara-pubblicità indesiderata.

Secondo quanto comunicato da iRex, il primo vettore dell’infezione è stato individuato in un dipendente di una fabbrica nelle Filippine – dove iLiad viene prodotto – che avrebbe usato una pen drive USB compromessa per trasferire documenti tra il PC del lavoro e quello di casa.

Dal canto suo la società produttrice cerca di mitigare l’imbarazzo dell’incidente, inviando email a chiunque abbia acquistato di recente un lettore iLiad con le istruzioni su come individuare e rimuovere le componenti del worm dal sistema, assieme alle raccomandazioni di rito sull’impiego di software antivirus aggiornato. Consigli che, a ben guardare, dovrebbero trovare adeguata ricezione proprio nelle fabbriche che producono dispositivi su commissione di iRex.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

31 03 2008
Link copiato negli appunti