Un trojan in alcuni GPS TomTom

Una partita di navigatori satellitari prodotti nell'autunno scorso porta in dote malware potenzialmente pericoloso per gli utenti Windows. Nessun rischio invece per il software del GPS

update in calce – Roma – Prima di partire per la prossima gita fuori porta, controllate che il navigatore GPS non sia infetto da malware e virus informatici . Allarma e fa discutere le società di sicurezza la notizia della commercializzazione del primo “TomTom con virus”, inclusivo di software malevoli pensati, neanche a dirlo, per colpire i PC basati sui sistemi operativi della famiglia Windows.

Mentre scriviamo la società produttrice della famosa linea di navigatori non ha ancora rilasciato comunicazioni ufficiali al grande pubblico: l’infezione interesserebbe una partita di dispositivi della serie TomTom GO 910 prodotta tra settembre e novembre 2006 che, se collegati ad un PC dotato di antivirus, farebbero scattare la protezione in tempo reale di quest’ultimo.

In particolare, l’antivirus segnalerebbe come infetti i file copy.exe e host.exe , presenti sulla directory radice del disco fisso integrato nel TomTom, contenenti rispettivamente il file virus Win32.Perlovga.A e il trojan horse TR/Drop.Small.qp . I malware, stando a quanto segnala il weblog di F-Secure , sono ben noti sin da gennaio 2005 (il trojan) e da giugno 2006 (il virus), e a quanto assicurano gli esperti, sono da considerarsi rischi di basso profilo per il sistema degli utenti.

Non correrebbe poi rischi il dispositivo in sé, non facendo parte della dotazione standard del navigatore i due file eseguibili infetti. Ma c’è chi si meraviglia perché la società che produce i TomTom non abbia ancora preso posizione sulla cosa. Stando a quanto riportato inizialmente da DaniWeb , dopo la segnalazione dell’inghippo la società ha inviato una stringata mail con la descrizione del problema , contenente infine il consiglio di lasciar cancellare i bacilli al software antivirus.

Ad ora, non è stato pubblicato alcun avviso sul sito web del navigatore né risultano annunci ufficiali sul potenziale allarme. Ma va detto che non è certo il primo della serie: ha fatto storia l’individuazione, l’ottobre scorso, di un malware in alcuni iPod di Apple , e prima ancora la scoperta di un keylogger , software spione sniffa-informazioni, nei lettori MP3 distribuiti da McDonalds Japan .

Alfonso Maruccia

Update ore 17
Sul proprio sito, TomTom ha ora pubblicato un’analisi del problema. L’azienda consiglia di aggiornare i propri software antivirus o di ricorrere al check antivirus gratuito offerto da alcune importanti società di settore.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Le 19:45 del giorno dopo
    Alcuni parlano di democrazia ma il loro ideale è la dittatura, odiano l'america e l'occidente, odiano se stessi, amano le dittature più repressive e sanguinarie, una volta inneggiavano a quei macellai di stalin, pol pot ed ai loro paradisi dei lavoratori, oggi amano le teocrazie medioevali o le dittature fascistoidi ma dove il dittatorucolo di turno abbia l'ipocrisia di definirsi "di sinistra e terzomondista" Non sapere distinguere il bene dal male è il problema di questi individui gregari e conformisti, non è difficile capire dove sta la malvagità, ma questi non-pensatori, non sanno riconoscerla, agiscono come il cane di Pavlov, meccanicamente: se una (qualunque) azione è fatta dall'occidente è male, mentre qualunque azione commessa da antioccidentali è bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le 19:45 del giorno dopo
      - Scritto da:
      Alcuni parlano di democrazia ma il loro ideale è
      la dittatura, odiano l'america e l'occidente,
      odiano se stessi, amano le dittature più
      repressive e sanguinarie, una volta inneggiavano
      a quei macellai di stalin, pol pot ed ai loro
      paradisi dei lavoratori, oggi amano le teocrazie
      medioevali o le dittature fascistoidi ma dove il
      dittatorucolo di turno abbia l'ipocrisia di
      definirsi "di sinistra e terzomondista" Non
      sapere distinguere il bene dal male è il problema
      di questi individui gregari e conformisti, non è
      difficile capire dove sta la malvagità, ma questi
      non-pensatori, non sanno riconoscerla, agiscono
      come il cane di Pavlov, meccanicamente: se una
      (qualunque) azione è fatta dall'occidente è male,
      mentre qualunque azione commessa da
      antioccidentali è
      bene.L'egitto, dove un certo Mubarak governa da VENT'ANNI e sempre da VENT'ANNI mantiene leggi speciali che la Cina se le sogna, con torture nelle carceri e compagnia brutta, è AMPIAMENTE sostenuto da USA & UK nel nome della "lotta al terrorismo", nello stesso modo in cui USA & UK non si fanno problemi a sostenere altri dittatori sanguinarii del calibro di Mubarak, Qaddafi, o la teocrazia dei Saud...Sveglia!
      • Anonimo scrive:
        Re: Le 19:45 del giorno dopo
        meglio la dittatura cinese degl'usa e gran bretagna!? Ah Ah Ah vatti a trasferire in Cina allora e non sputare nel piatto in cui mangi, SVEGLIA!
  • ilmusico scrive:
    Senza dubbio...
    Senza dubbio, è doveroso tentare di far liberare Abdel Karim ma vorrei sapere quanti altri blogger sono nelle Sue condizioni, nel mondo. Di Lui, si è venuto a sapere , certo. E questo, non è il primo come non sarà l' ultimo blogger , ad essere incarcerato in base ai più assurdi ed inaccettabili motivi di stato o di altro genere.Si dice che a ' a casa sua, ciascuno è Re', ovvero, fa come gli pare. Le autorità egiziane, potrebbero risponderci di farci i fatti nostri .Una risposta del genere, non penso che un governo, possa superficialmente darla ma non si puo' escludere , questa eventualità. Generalmente: almeno i 3/4 dell' Umanità, vivono sotto forme più o meno, apertamente dittatoriali , vuoi per motivi religiosi e politici. Credo proprio che ne avremo, di lavoro da fare per difendere i diritti dei blogger (e non solo loro). I governanti tunisini, ad esempio, non sono molto diversi, circa internet , dall' Egitto o altri paesi di religione islamica.E nel mondo occidentale, più ...moderno e 'democratico', pensate che si sia liberi , per quanto riguarda Internet? In Italia, qualche politicante, un po' troppo euforico e zelante, ha fatto capire che anche da noi, vi saranno dei controlli continui e capillari, basati sul modello cinese , che non scherza, come ben si sa. I politicanti di tutto il mondo, vedono internet come un nemico in grado di spodestarli.Nella nostra Nazione, ciò , è auspicabile, direi. Non so se , nel resto dell' Europa, la situazione cambia o meno.Concludendo: mi associo all' iniziativa in atto , tesa a far liberare Abdel Karim ma le considerazioni di cui sopra, non mi sembrano campate in aria. Il Musico
  • hulio scrive:
    Per chi va in Egitto
    Ecco, queste sono le cose che dovreste considerare prima di pensare al Nilo o agli integralisti... Andate li'? Arricchite questo paese, queste censure. Pensateci.
  • Anonimo scrive:
    Le due del pomeriggio passate...
    ... E ancora nessuno commento.Come mai? Perchè non si può sproloquiare su quando siano cattivi Bush e gli USA?State zitti in un angolo, bambocci. Vi rivelate sempre per quello che siete.Buffoni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le due del pomeriggio passate...
      [img]http://z.about.com/d/phoenix/1/0/r/K/tumbleweeds01.jpg[/img]
    • Anonimo scrive:
      Re: Le due del pomeriggio passate...
      - Scritto da:
      ... E ancora nessuno commento.

      Come mai? Perchè non si può sproloquiare su
      quando siano cattivi Bush e gli
      USA?

      State zitti in un angolo, bambocci. Vi rivelate
      sempre per quello che
      siete.

      Buffoni.
      L'egitto, dove un certo Mubarak governa da VENT'ANNI e sempre da VENT'ANNI mantiene leggi speciali che la Cina se le sogna, con torture nelle carceri e compagnia brutta, è AMPIAMENTE sostenuto da USA & UK nel nome della "lotta al terrorismo", nello stesso modo in cui USA & UK non si fanno problemi a sostenere altri dittatori sanguinarii del calibro di Mubarak, Qaddafi, o la teocrazia dei Saud...Sveglia!
Chiudi i commenti