Marvell mette un ARM nei server

Da oggi il cloud computing potrà contare anche sull'Armada XP, il primo SoC quad-core basato su architettura ARM. Chi scommetterà su questa alternativa?

Roma – Marvell dice la sua sull’argomento cloud computing, con la complicità di ARM . Il nuovo Armada XP presentato nei giorni scorsi è un promettente system-on-chip quad-core basato su architettura ARM v7 MP a 1,6 GHz e destinato ai sistemi server. La sigla XP sta per eXtreme Performance.

Il giovane SoC integra 2MB di cache L2 e un controller DDR3 single channel, in grado di gestire in scioltezza moduli da 800MHz. Il sistema supporta poi l’input e l’output di diverse periferiche: gigabit Ethernet, Serial ATA, diverse porte USB e un totale di quattro interfacce PCI Express 2.0. Stando alla scheda tecnica, Armada XP non consumerebbe neanche troppo. Per amministrare 16.600 milioni di istruzioni al secondo (DMIPS) bastano meno di 10 watt.

A fare la vera differenza, rispetto alla storica architettura x86 utilizzata da Intel e AMD, sarebbe proprio il significativo risparmio energetico. Un chip che non ha bisogno di essere raffreddato esageratamente è in grado di abbassare in maniera significativa i costi di gestione che riguardano server e data center.

Per il cofondatore di Marvell, Weili Dai, siamo di fronte ad una svolta epocale. “L’arrivo di una soluzione così performante per le applicazioni cloud computing enterprise è un traguardo importantissimo, sopratutto nella rivoluzione mobile Internet. I server mobili cloud computing equipaggiati con Armada XP giocano un ruolo chiave nel concetto di ecosistema unificato”.

Qualcuno non è però d’accordo con questa tesi. Il potenziale dell’Armada XP è certamente interessante ma ARM deve ancora dimostrare il suo valore fuori dal territorio smartphone . La versione “test” consegnata ai primi clienti, lavora solamente a 32-bit e sembra che non possa essere sfruttata in configurazioni multi-socket. Per il momento, inoltre, non esistono applicativi server compatibili con la sua architettura.

Sulla carta , ARM è quindi pronto a trasformarsi in una valida e flessibile alternativa per l’integrazione verticale, dato che “chiunque” può costruire chip utilizzando il set di istruzioni dell’azienda britannica. Ma il fatto di dover riscrivere il software che era stato progettato per i server x86 potrebbe rappresentare un freno per la sua diffusione.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giggetto scrive:
    Hubris - Ate
    "E' un'idea semplice e logica quella che mi è venuta.Perché non provare scontri alla massima velocità di nuclei di Plutonio 238, invece di limitarsi a far scontrare nuclei di piombo?"[...]"Questo particolare buco nero, a differenza degli altri, pare si stia autoalimentando.. sta lì sospeso a mezz'aria e cresce rapidamente, come una sorta di tumore"Dal romanzo "Black Hole" di Angelo Paratico, che finisce male, molto male..
    • Uno che legge scrive:
      Re: Hubris - Ate
      - Scritto da: Giggetto
      "E' un'idea semplice e logica quella che mi è
      venuta.
      Perché non provare scontri alla massima velocità
      di nuclei di Plutonio 238, invece di limitarsi a
      far scontrare nuclei di
      piombo?"
      [...]
      "Questo particolare buco nero, a differenza degli
      altri, pare si stia autoalimentando.. sta lì
      sospeso a mezz'aria e cresce rapidamente, come
      una sorta di
      tumore"
      Dal romanzo "Black Hole" di Angelo Paratico, che
      finisce male, molto
      male..Dovremmo allora e a questo punto preoccuparci molto di più per Il buconero Supemassiccio al centro della nostra galassia, che per inciso è tre milioni di volte piu massiccio del nostro Sole ma sopratutto si è scoperto in uno stato di allegra euforia negli ultimi tempi ;)
      • krane scrive:
        Re: Hubris - Ate
        - Scritto da: Uno che legge
        - Scritto da: Giggetto

        "E' un'idea semplice e logica quella che mi è

        venuta.

        Perché non provare scontri alla massima velocità

        di nuclei di Plutonio 238, invece di limitarsi a

        far scontrare nuclei di piombo?"

        [...]

        "Questo particolare buco nero, a differenza
        degli

        altri, pare si stia autoalimentando.. sta lì

        sospeso a mezz'aria e cresce rapidamente, come

        una sorta di

        tumore"

        Dal romanzo "Black Hole" di Angelo Paratico, che

        finisce male, molto

        male..

        Dovremmo allora e a questo punto preoccuparci
        molto di più per Il buconero Supemassiccio al
        centro della nostra galassia, che per inciso è
        tre milioni di volte piu massiccio del nostro
        Sole ma sopratutto si è scoperto in uno stato di
        allegra euforia negli ultimi tempi
        ;)A si ? Racconta racconta !Grazie
        • Uno che legge scrive:
          Re: Hubris - Ate
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: Uno che legge



          Dovremmo allora e a questo punto preoccuparci

          molto di più per Il buconero Supemassiccio al

          centro della nostra galassia, che per inciso è

          tre milioni di volte piu massiccio del nostro

          Sole ma sopratutto si è scoperto in uno stato di

          allegra euforia negli ultimi tempi

          ;)

          A si ? Racconta racconta !
          GraziePremessa; il mio post non vuole o voleva essere un offesa ma semplicemente una sdrammatizzazione. :)Per quel che è la mia limitata conoscenza (non essendo un esperto in materia) da incallito curioso quale sono e cmq affascinato da tutto ciò che mi circonda può suggerirvi questi link, che a mio avviso sono molto interessanti:http://www.eso.org/public/news/eso0226/http://www.eso.org/public/news/eso0330/http://www.eso.org/public/news/eso0846/
      • Giambo scrive:
        Re: Hubris - Ate
        - Scritto da: Uno che legge
        Dovremmo allora e a questo punto preoccuparci
        molto di più per Il buconero Supemassiccio al
        centro della nostra galassia, che per inciso è
        tre milioni di volte piu massiccio del nostro
        Sole ma sopratutto si è scoperto in uno stato di
        allegra euforia negli ultimi tempi
        ;)Pffft, quel "coso" li' e' distante migliaia di migliaia di anni luce.Mentre Nibiru e' una realta', e si sta avvicinando :'( !!
        • Uno che legge scrive:
          Re: Hubris - Ate
          - Scritto da: Giambo
          Pffft, quel "coso" li' e' distante migliaia di
          migliaia di anni
          luce.
          Mentre Nibiru e' una realta', e si sta
          avvicinando :'(
          !!Al momento possiamo non preoccuparcene (speriamo).http://nemsisprojectresearch.blogspot.com/2010/09/nessun-nibiru-nel-2012-iorio-mette-la.html
          • Giambo scrive:
            Re: Hubris - Ate
            - Scritto da: Uno che legge

            Mentre Nibiru e' una realta', e si sta

            avvicinando :'(

            !!

            Al momento possiamo non preoccuparcene (speriamo).

            http://nemsisprojectresearch.blogspot.com/2010/09/Anche tu fai parte del Gigantesco Complotto per nascondere la verita' :'( !!!1!
          • Uno che legge scrive:
            Re: Hubris - Ate
            - Scritto da: Giambo
            - Scritto da: Uno che legge



            Mentre Nibiru e' una realta', e si sta


            avvicinando :'(


            !!



            Al momento possiamo non preoccuparcene
            (speriamo).




            http://nemsisprojectresearch.blogspot.com/2010/09/

            Anche tu fai parte del Gigantesco Complotto per
            nascondere la verita' :'(
            !!!1!Nuuuuuuuuuuuuuu!!!!Io sono uno che le verità se le cerca con la logica e la ponderazione nonchè il buonsenso :)VadaRetro complottisti, complottiani e complavendite! :D
  • za73 scrive:
    Moriremo tutti!
    (prima gli svizzeri però) :D
  • MisterEmme scrive:
    Franco-svizzero?????????????????
    "il collider franco-svizzero"NON é franco-svizzero,visto che e' ANCHE italiano
    • anonimous scrive:
      Re: Franco-svizzero?????????????????
      ma infatti si chiama Franco, che è un nome italiano
    • Giambo scrive:
      Re: Franco-svizzero?????????????????
      - Scritto da: MisterEmme
      "il collider franco-svizzero"

      NON é franco-svizzero,
      visto che e' ANCHE italianoVisto quanto l'Euro (EUR) ha perso in confronto con il Franco Svizzero (CHF), la frase mi pare corretta 8) !
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Franco-svizzero?????????????????
      Ehm, ho esagerato con le contrazioni. In realtà volevo dire che si estende sotto i territori franco-svizzeri....
      • shevathas scrive:
        Re: Franco-svizzero?????????????????
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Ehm, ho esagerato con le contrazioni. In realtà
        volevo dire che si estende sotto i territori
        franco-svizzeri....per questo meriti di finire g(i)ambizzato :D :D :D
  • Oscar Galvani scrive:
    Singolarità
    Considerando il fenomeno sotto l'aspetto chimico fisico, potremmo aggiungere che la "forza forte" nell'intrinseco del contesto escatologico,assume una valenza più che interessante, appunto per l'altissima qualità che i ns. scienziati hanno ottenuto.Il brodo composto da gluoni, protoni e neutroni è tutt'ora sotto l'attenza analisi di tutti gli scienziati del mondo, che a detta di molti,non saprebbero ancora stabilire se nel brodo sonono più adatti i tortellini o i tagliolini.Ma il vero brodo, è certo che è così che si fa. ...Grazie per l'attenzione, Oscar Galvani
    • Uno che legge scrive:
      Re: Singolarità
      - Scritto da: Oscar Galvani
      Considerando il fenomeno sotto l'aspetto chimico
      fisico, potremmo aggiungere che la "forza forte"
      nell'intrinseco del contesto escatologico,assume
      una valenza più che interessante, appunto per
      l'altissima qualità che i ns. scienziati hanno
      ottenuto.
      Il brodo composto da gluoni, protoni e neutroni è
      tutt'ora sotto l'attenza analisi di tutti gli
      scienziati del mondo, che a detta di molti,non
      saprebbero ancora stabilire se nel brodo sonono
      più adatti i tortellini o i
      tagliolini.
      Ma il vero brodo, è certo che è così che si fa.
      ...
      Grazie per l'attenzione, Oscar GalvaniMagari si scoprirà che gli spaghetti potrebbero essere l'ideale, tanti miliardi di mbialiardi di triliardi ecc ecc di spaghetti dalle forme più inconsuete, che potrebbero dare origine ad infiniti ed illimitati brodi Knorr :)
    • picciotto scrive:
      Re: Singolarità
      Come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribài con cofandina? Come antifurto, per esempio.- Scritto da: Oscar Galvani
      Considerando il fenomeno sotto l'aspetto chimico
      fisico, potremmo aggiungere che la "forza forte"
      nell'intrinseco del contesto escatologico,assume
      una valenza più che interessante, appunto per
      l'altissima qualità che i ns. scienziati hanno
      ottenuto.
      Il brodo composto da gluoni, protoni e neutroni è
      tutt'ora sotto l'attenza analisi di tutti gli
      scienziati del mondo, che a detta di molti,non
      saprebbero ancora stabilire se nel brodo sonono
      più adatti i tortellini o i
      tagliolini.
      Ma il vero brodo, è certo che è così che si fa.
      ...
      Grazie per l'attenzione, Oscar Galvani
    • Funz scrive:
      Re: Singolarità
      - Scritto da: Oscar Galvani
      Il brodo composto da gluoni, protoni e neutroni è
      tutt'ora sotto l'attenza analisi di tutti gli
      scienziati del mondo, che a detta di molti,non
      saprebbero ancora stabilire se nel brodo sonono
      più adatti i tortellini o i
      tagliolini.
      Ma il vero brodo, è certo che è così che si fa.
      ...Nel brodo di quark ci vanno le stringhe unidimensionali, anche dette spaghetti cosmici. E' la morte loro.
  • the_m scrive:
    A quelli che chiedono "a che serve..."
    Tutte le volte che ci sono notizie su LHC o altri progetti di ricerca pura la metà dei commenti sono del tipo "ma a cosa serve...". Un po' quello che si sentiva dire Einstein sulle sue scoperte.E basta...L'importante è la conoscenza , gli utilizzi nella vita quotidiana arrivano automaticamente e molto più di quello che ci si aspetti.Ad es. la NASA vi sembra un ente buttato lì a succhiare soldi con shuttle e sonde su altri pianeti? Guardate quante tecnologie sono derivate dal loro lavoro: http://en.wikipedia.org/wiki/NASA_SpinoffL'LHC è costato in tutto ad oggi 8 miliardi di euro scarsi, diviso per 8 paesi fa circa 1 mld a testa.Questo per poter dire un giorno "Spock, teletrasporto" oppure "Sergente, digiti gli 8 simboli e apra l'iride".Invece l'"utilissimo" ponte sullo stretto di Messina costerà 6 miliardi quasi tutti a carico dell'Italia e che finiranno in parte in tasca a mafiosi.Ognuno tragga le sue conclusioni su quali investimenti sono ben fatti e quali no...
    • Paolo T. scrive:
      Re: A quelli che chiedono "a che serve..."
      C'è anche una lista simile compilata dal CERN per i suoi acceleratori:http://public.web.cern.ch/public/en/about/BasicScience3-en.htmlPaolo
    • picciotto scrive:
      Re: A quelli che chiedono "a che serve..."
      Straquoto al 100%
    • fox82i scrive:
      Re: A quelli che chiedono "a che serve..."


      Invece l'"utilissimo" ponte sullo stretto di
      Messina costerà 6 miliardi quasi tutti a
      carico dell'Italia e che finiranno in parte in
      tasca a
      mafiosi.

      Ognuno tragga le sue conclusioni su quali
      investimenti sono ben fatti e quali
      no...Senza contare lo scempio paesaggistico: cemento al posto di spiagge e panorami mozzafiato!6mld al sol pensiero quei soldi farebbero gola per sistemare tutte le buche presenti nelle strade italiane!Forza Silvio non vediamo l'ora che tu esca dalla scena politica!
    • docdoc scrive:
      Re: A quelli che chiedono "a che serve..."
      - Scritto da: the_m
      L'LHC è costato in tutto ad oggi 8 miliardi di
      euro scarsi, diviso per 8 paesi fa circa 1
      mld a testa.Gia' concordo! La gente non sa che costa praticamente come due (SOLO DUE!) bombardieri stealth B2.
      Invece l'"utilissimo" ponte sullo stretto di
      Messina costerà 6 miliardi quasi tutti a
      carico dell'Italia e che finiranno in parte in
      tasca a mafiosi.Sottoscrivo.
  • Teone scrive:
    LINEAC ed LHC
    Quante energie... quanti capitali... come mai tanto dispiegamento di mezzi?Ci saranno interessi MILITARI dietro?Vi racconto una cosa: molti anni fa, un promettente progetto italiano che prevedeva l'impiego di un acceleratore lineare (assai più semplice da costruire e meno dispendioso in termini di risorse energetiche) per la cura delle neoplasie, venne lasciato senza fondi, proprio mentre tutti si concentravano sullo LHCoggi sembra essere ripreso, ma quanti anni sono andati persi? quanti morti che si potevano salvare? ecco perché a me, delle spese pazze e degli inutili exploit (per la scienza medica) dello LHC, non me ne può XXXXXXX di meno
    • krane scrive:
      Re: LINEAC ed LHC
      - Scritto da: Teone
      Quante energie... quanti capitali... come mai
      tanto dispiegamento di mezzi?
      Ci saranno interessi MILITARI dietro?
      Vi racconto una cosa: molti anni fa, un
      promettente progetto italiano che prevedeva
      l'impiego di un acceleratore lineare (assai più
      semplice da costruire e meno dispendioso in
      termini di risorse energetiche) per la cura delle
      neoplasie, venne lasciato senza fondi, proprio
      mentre tutti si concentravano sullo LHC
      oggi sembra essere ripreso, ma quanti anni sono
      andati persi? quanti morti che si potevano
      salvare? ecco perché a me, delle spese pazze e
      degli inutili exploit (per la scienza medica)
      dello LHC, non me ne può XXXXXXX di menoEppure se non fosse per quelle spese pazze dovremmo ancora scoprire il fuoco.Una bella giacca a vento di tessuto impermeabile con chiusure in velcro. Una pentola antiaderente e una scatoletta di chewing-gum al fluoro. Tutti questi oggetti che oggi utilizziamo quotidianamente sono nati in realtà in un mondo di altissima tecnologia: precisamente nei laboratori della Nasa. Infatti abbiamo ereditato il velcro e il goretex della giacca a vento, le gomme al fluoro e il teflon antiaderente della pentola nientemeno che dal programma Apollo,
      • attonito scrive:
        Re: LINEAC ed LHC
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Teone

        Quante energie... quanti capitali... come mai

        tanto dispiegamento di mezzi?


        Ci saranno interessi MILITARI dietro?


        Vi racconto una cosa: molti anni fa, un

        promettente progetto italiano che prevedeva

        l'impiego di un acceleratore lineare (assai più

        semplice da costruire e meno dispendioso in

        termini di risorse energetiche) per la cura
        delle

        neoplasie, venne lasciato senza fondi, proprio

        mentre tutti si concentravano sullo LHC


        oggi sembra essere ripreso, ma quanti anni sono

        andati persi? quanti morti che si potevano

        salvare? ecco perché a me, delle spese pazze e

        degli inutili exploit (per la scienza medica)

        dello LHC, non me ne può XXXXXXX di meno

        Eppure se non fosse per quelle spese pazze
        dovremmo ancora scoprire il
        fuoco.

        Una bella giacca a vento di tessuto impermeabile
        con chiusure in velcro. Una pentola antiaderente
        e una scatoletta di chewing-gum al fluoro. Tutti
        questi oggetti che oggi utilizziamo
        quotidianamente sono nati in realtà in un mondo
        di altissima tecnologia: precisamente nei
        laboratori della Nasa. Infatti abbiamo ereditato
        il velcro e il goretex della giacca a vento, le
        gomme al fluoro e il teflon antiaderente della
        pentola nientemeno che dal programma
        Apollo,guardala meglio: abbiamo quelle cose come AVANZI, come EFFETTI COLLATERALI di studi dedicati a tutt'altro.Quindi ci e' andata bene che sia avanzato qualcosa, non che i militari sono dei benefattori, eh?
        • krane scrive:
          Re: LINEAC ed LHC
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: Teone


          Quante energie... quanti capitali... come


          mai tanto dispiegamento di mezzi?


          Ci saranno interessi MILITARI dietro?


          Vi racconto una cosa: molti anni fa, un


          promettente progetto italiano che


          prevedeva l'impiego di un acceleratore


          lineare (assai più semplice da costruire


          e meno dispendioso in termini di risorse


          energetiche) per la cura delle neoplasie,


          venne lasciato senza fondi, proprio


          mentre tutti si concentravano sullo LHC


          oggi sembra essere ripreso, ma quanti


          anni sono andati persi? quanti morti


          che si potevano


          salvare? ecco perché a me, delle spese


          pazze e degli inutili exploit (per la


          scienza medica) dello LHC, non me ne


          può XXXXXXX di meno

          Eppure se non fosse per quelle spese

          pazze dovremmo ancora scoprire il fuoco.

          Una bella giacca a vento di tessuto impermeabile

          con chiusure in velcro. Una pentola antiaderente

          e una scatoletta di chewing-gum al fluoro. Tutti

          questi oggetti che oggi utilizziamo

          quotidianamente sono nati in realtà in un mondo

          di altissima tecnologia: precisamente nei

          laboratori della Nasa. Infatti abbiamo ereditato

          il velcro e il goretex della giacca a vento, le

          gomme al fluoro e il teflon antiaderente della

          pentola nientemeno che dal programma Apollo,
          guardala meglio: abbiamo quelle cose come AVANZI,
          come EFFETTI COLLATERALI di studi dedicati a
          tutt'altro.Questo e' vero per quasi tutte le scoperte, del resto se si sapesse esattamente dove si va a parare vorrebbe dire che non c'e' molto da ricercare.
          Quindi ci e' andata bene che sia avanzato
          qualcosa, non che i militari sono dei
          benefattori, eh?Va sempre bene quando i militari fanno ricerca, hai presente internet ?
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: LINEAC ed LHC
      - Scritto da: Teone
      Quante energie... quanti capitali... come mai
      tanto dispiegamento di
      mezzi?

      Ci saranno interessi MILITARI dietro?

      Vi racconto una cosa: molti anni fa, un
      promettente progetto italiano che prevedeva
      l'impiego di un acceleratore lineare (assai più
      semplice da costruire e meno dispendioso in
      termini di risorse energetiche) per la cura delle
      neoplasie, venne lasciato senza fondi, proprio
      mentre tutti si concentravano sullo
      LHC

      oggi sembra essere ripreso, ma quanti anni sono
      andati persi? quanti morti che si potevano
      salvare? ecco perché a me, delle spese pazze e
      degli inutili exploit (per la scienza medica)
      dello LHC, non me ne può XXXXXXX di
      menoGrazie a LHC ora abbiamo la PET Positron Emission Tomography.Cosi' come i sensori di LHC sono capaci di tracciare il passaggio di particelle sub-atomiche con una precisione quasi assoluta, la medesima tecnologia e' capace di individuare una massa neoplastica di 2mm di diametro nel corpo di una persona.Sai cosa vuol dire 2 millimetri? Che probabilmente e' abbastanza piccola da essere eliminata prima che diventi un cancro inguaribile.Fatti due conti...GTFS
      • Teone scrive:
        Re: LINEAC ed LHC
        ma la PET ESISTE GIÀquello che è ancora in una fase embrionale è la CURA con gli acceleratorigli acceleratori LINEARI hanno permesso lo sviluppo della PET non il *mostro* del CERNma forse devono morire altre persone per non togliere il lavoro ai chirurghi...
    • Callisto Software scrive:
      Re: LINEAC ed LHC
      vabbè se è per questo con i soldi dell'acceleratore potevano curare milioni di persone, ma lo stesso discorso vale per tutto, per i soldi delle guerre, per quelli della ricerca spaziale, per quelli che danno a quelle capre che partecipano al grande fratello...
    • docdoc scrive:
      Re: LINEAC ed LHC
      - Scritto da: Teone
      Quante energie... quanti capitali... come mai
      tanto dispiegamento di
      mezzi?
      Ci saranno interessi MILITARI dietro?Parli solo in base a quello che vedi sui giornali, informati su cos'e' il CERN prima di dare fiato alla bocca. Ad esempio se ci fossero i militari gli impianti non sarebbero aperti praticamente a chiunque, ed i risultati pubblicati e disponibili per chiunque.Leggi di meno Cioe' e piu' Le Scienze prima di parlare grazie.
      • Teone scrive:
        Re: LINEAC ed LHC
        è impressionante come certi rinuncino a usare il cervello facendosi suggestionare...- lo ricercare è buono...- anche se spende soldi senza misura...- lo costruire macchine costose è buono (ci guadagnano i costruttori e i produttori di energia elettrica)io grande fan de lo ricercare perché, se non essere, me fuori modacom'è allora, se lo ricercare è buono, che si costruiscono i MOSTRI e si affossano i progetti per curare malattie incurabili, che costano solo pochi milioni di euro?ma lo acceleratore per curare le malattie, ha poca potenza, non lo si può usare per nient'altrolo acceleratore LHC ah... con sua potenza può servire a mille scopi (magari si trova il modo di creare - e conservare - una quantità di antimateria sufficiente a produrre una tecnologia in grado di dare la bomba MAMA (materia-antimateria)) in confronto, la bomba H e la bomba A sembreranno dei cerini...prima di dare dei fessi agli altri, vedete quanto fessi siete voi che ve le credete tutte... e smettete di credere che i militari operino come nei film, colla mimetica e il mitra in mano...
  • ruppolo scrive:
    E cosa ci facciamo con brodo di quark?
    Potremmo metterci dei tortellini e del formaggio gluone che lega bene, il problema è che moriremmo di fame prima che si raffreddi...
    • krane scrive:
      Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
      - Scritto da: ruppolo
      Potremmo metterci dei tortellini e del formaggio
      gluone che lega bene, il problema è che moriremmo
      di fame prima che si raffreddi...Visto che sta cosi' caldo allora sarebbe un'ottima fonte di energia !
      • Anubis scrive:
        Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: ruppolo

        Potremmo metterci dei tortellini e del formaggio

        gluone che lega bene, il problema è che
        moriremmo

        di fame prima che si raffreddi...

        Visto che sta cosi' caldo allora sarebbe
        un'ottima fonte di energia
        !Ahem.... si se non consideriamo l'energia impiegata per produrlo...
        • krane scrive:
          Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
          - Scritto da: Anubis
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: ruppolo


          Potremmo metterci dei tortellini e


          del formaggio gluone che lega bene, il


          problema è che moriremmo


          di fame prima che si raffreddi...

          Visto che sta cosi' caldo allora sarebbe

          un'ottima fonte di energia !
          Ahem.... si se non consideriamo l'energia
          impiegata per produrlo...Quello e' un problema da valutare per ogni fonte di energia.
          • mcguolo scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: krane

            Ahem.... si se non consideriamo l'energia

            impiegata per produrlo...

            Quello e' un problema da valutare per ogni fonte
            di
            energia.Sì, ma di solito le fonti di energia sono tali perché producono più energia di quella che consumano, altrimenti come possono essere *fonti* di energia?
          • krane scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: mcguolo
            - Scritto da: krane


            Ahem.... si se non consideriamo l'energia


            impiegata per produrlo...

            Quello e' un problema da valutare per ogni fonte

            di energia.
            Sì, ma di solito le fonti di energia sono tali
            perché producono più energia di quella che
            consumano, altrimenti come possono essere *fonti*
            di energia?Perche' sono comode da trasformare.
          • Klut scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: mcguolo
            Sì, ma di solito le fonti di energia sono tali
            perché producono più energia di quella che
            consumanoROTFL!!!!!!!!!!
          • Legione scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: mcguolo
            - Scritto da: krane


            Ahem.... si se non consideriamo l'energia


            impiegata per produrlo...



            Quello e' un problema da valutare per ogni fonte

            di

            energia.

            Sì, ma di solito le fonti di energia sono tali
            perché producono più energia di quella che
            consumano, altrimenti come possono essere *fonti*
            di
            energia?Mai letto baggianata più grossa :-D ... spero fosse una battuta, altrimenti un consiglio torna a scuola
          • Kralizec scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: mcguolo
            - Scritto da: krane


            Ahem.... si se non consideriamo l'energia


            impiegata per produrlo...



            Quello e' un problema da valutare per ogni fonte

            di

            energia.

            Sì, ma di solito le fonti di energia sono tali
            perché producono più energia di quella che
            consumano, altrimenti come possono essere *fonti*
            di
            energia?Questa è stupenda!!! Intere generazioni di fisici stanno rotolandosi nella tomba!
          • ephestione scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            Non capisco le vostre reazioni... voi avete interpretato quello che ha detto come "creare energia"?Perché a me non è sembrato così, magari voleva esprimere un concetto diverso (e che non c'entrava nulla), ed ha usato parole poco appropriate :P
          • Klut scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: ephestione
            Non capisco le vostre reazioni... voi avete
            interpretato quello che ha detto come "creare
            energia"?
            Perché a me non è sembrato così, magari voleva
            esprimere un concetto diverso (e che non
            c'entrava nulla), ed ha usato parole poco
            appropriate
            :PAllora "producono più energia di quella che consumano" che era, la ricetta della Coca-Cola scritta in ROT13?:P
          • ephestione scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            appunto... ha usato secondo me parole sbagliate per esprimere un concetto non pertinente.Secondo me si riferiva a procedimenti tipo quelli delle pompe di calore, in cui per spostare una grande quantità di calore da un sistema all'altro, usi una piccola quantità di energia elettrica, molto meno di quanta ne servirebbe per generare quel calore tramite effetto joule.Procedimenti che non c'entrano niente con la "produzione di energia" (concetto molto platonico), ma io l'ho "scusato" così :PVabè, basta con le apologie degli sconosciuti, senò poi ve a prendete con me :DE comunque non penso che la ricetta della cocacola sia cebqhpbab cvù raretvn qv dhryyn pur pbafhznab (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 novembre 2010 09.02-----------------------------------------------------------
          • attonito scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: mcguolo
            - Scritto da: krane


            Ahem.... si se non consideriamo l'energia


            impiegata per produrlo...



            Quello e' un problema da valutare per ogni fonte

            di

            energia.

            Sì, ma di solito le fonti di energia sono tali
            perché producono più energia di quella che
            consumano, altrimenti come possono essere *fonti*
            di energia?ma tu, la seconda legge della termodinamica ce l'hai presente?
          • fox82i scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?

            Sì, ma di solito le fonti di energia sono tali
            perché producono più energia di quella che
            consumano, altrimenti come possono essere *fonti*
            di
            energia?Ah però! Quindi per corollario non avremo problemi di energia al giorno d'oggi! Emm giusto una curiosità: mi indichi in che modo posso avere over unity così mi costruisco una mini centrale in casa?
          • krane scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: fox82i

            Sì, ma di solito le fonti di energia sono tali

            perché producono più energia di quella che

            consumano, altrimenti come possono essere

            *fonti* di energia?
            Ah però! Quindi per corollario non avremo
            problemi di energia al giorno d'oggi!
            Emm giusto una curiosità: mi indichi in che modo
            posso avere over unity così mi costruisco una
            mini centrale in casa?Ecco qua: http://www.fusor.net/Quelli che lo fanno si definiscono fusoneers
          • Klut scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: fox82i
            Ah però! Quindi per corollario non avremo
            problemi di energia al giorno d'oggi!

            Emm giusto una curiosità: mi indichi in che modo
            posso avere over unity così mi costruisco una
            mini centrale in casa?Forse si riferisce al generatore a gatto imburrato
    • Winaro scrive:
      Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
      - Scritto da: ruppolo
      Potremmo metterci dei tortellini e del formaggio
      gluone che lega bene, il problema è che moriremmo
      di fame prima che si
      raffreddi...Scusa, ma anche un winaro professionista come me riesce a capire che queste ricerche pongono (o cercano di porre) le basi per il progresso della scienza del domani.I risultati, se verranno, non sono prevedibili perché di una moneta con due facce, al momento possiamo vederne solo una.Gli scienziati stanno cercando di capire cosa c'è nell'altra faccia della moneta e come poterlo utilizzare.Per esprimere un parere non potrei - dato che la faccia oscura della moneta non è nota - non dire anche panzane colossali, più fantascientifiche che veritiere, ma nel filo conduttore cui nodo fondamentale sono gli studi sulle particelle, penso non si possa escludere la possibilità di accedere a nuove fonti energetiche, il teletrasporto, l'asse di curvatura per l'hipervelocità di startrek...tutta roba fighissima che probabilmente io e te non avremo la fortuna di vedere perché saremo già da tempo nella tomba mentre rispettivamente abbracciamo un mackbook ed un cd di windows. :DParola di Winaro! ;)
      • Burino polentone scrive:
        Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
        - Scritto da: Winaro
        Scusa, ma anche un winaro professionista come me
        riesce a capire che queste ricerche pongono (o
        cercano di porre) le basi per il progresso della
        scienza del
        domani.
        I risultati, se verranno, non sono prevedibili
        perché di una moneta con due facce, al momento
        possiamo vederne solo
        una.
        Gli scienziati stanno cercando di capire cosa c'è
        nell'altra faccia della moneta e come poterlo
        utilizzare.

        Per esprimere un parere non potrei - dato che la
        faccia oscura della moneta non è nota - non dire
        anche panzane colossali, più fantascientifiche
        che veritiere, ma nel filo conduttore cui nodo
        fondamentale sono gli studi sulle particelle,
        penso non si possa escludere la possibilità di
        accedere a nuove fonti energetiche, il
        teletrasporto, l'asse di curvatura per
        l'hipervelocità di
        startrek...
        tutta roba fighissima che probabilmente io e te
        non avremo la fortuna di vedere perché saremo già
        da tempo nella tomba mentre rispettivamente
        abbracciamo un mackbook ed un cd di windows.
        :D

        Parola di Winaro! ;)MA quali accelleratori dei miei stivali! Quelli stanno usando soldi PUBBLICI hai capito? Roba pagata con le mie tasse! MIE MIE MIE!Sono dei fannulloni parassiti della società che prendono lo stipendio senza fare nulla!Altro che ricercatori! A noi servono braccianti per i campi ed operai per fare le scarpe e le borsette!Altrimenti i cinesi ci invadono! Capito?E poi, anche se sono laureati ed hanno un QI due o tre volte quello di un arricchito ignorante come me, sono degli incompetenti! Non hanno qualità!Se lo dico io credici: è così!Fideati di un esperto come me, che "si è fatto da solo".Altro che scienza!
        • Partito Amore scrive:
          Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
          Tranquillo... in italia ci ha pensato la Gelmini a raddrizzare il filo della schiena di quei fannulloni!Vedrai che bei risultati!
          • krane scrive:
            Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
            - Scritto da: Partito Amore
            Tranquillo... in italia ci ha pensato la Gelmini
            a raddrizzare il filo della schiena di quei
            fannulloni!
            Vedrai che bei risultati!http://www.youtube.com/watch?v=syvAW_9jJro&feature=player_embedded
      • Scarico troppi film scrive:
        Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
        sì sì, il mio "magari fosse" era di speranza, non di disilluzione! :)Spero di vivere abbastanza per poter vedere almeno alcune di quelle cose.
    • picciotto scrive:
      Re: E cosa ci facciamo con brodo di quark?
      Un commento del genere è un condensato primordiale di ignoranza e grettezza mentale.- Scritto da: ruppolo
      Potremmo metterci dei tortellini e del formaggio
      gluone che lega bene, il problema è che moriremmo
      di fame prima che si
      raffreddi...
  • MacBoy scrive:
    Giocattoli complicati...
    Ma trovano quello che dicono, o trovano quello che vogliono trovare?E poi ci importa qualcosa di quello che è sucXXXXX nel "milionesimo" di secondo dopo il Big-Bang? Tanto più importate di quello che è sucXXXXX dopo il "millesimo" di secondo?Ma soprattutto... siamo sicuri che SIA STATO un Big Bang??Allora, sono il primo a dire che LHC è un giocattolo bellissimo, cioè solo i magneti che usano sono una cosa spettacolare: ELIO SUPERFLUIDO. 2,17° Kelvin! Una veraXXXXXta. http://www.youtube.com/watch?v=S3O-5KTYq6o&feature=&p=442F47F12D99C4D2&index=0&playnext=1Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua realizzazione... A CHE SERVE?
    • formichiere scrive:
      Re: Giocattoli complicati...
      serve per studiare nuove tecnologie da utilizzare per i prossimi prodotti Apple
    • desyrio scrive:
      Re: Giocattoli complicati...
      - Scritto da: MacBoy
      Ma trovano quello che dicono, o trovano quello
      che vogliono
      trovare?
      E poi ci importa qualcosa di quello che è
      sucXXXXX nel "milionesimo" di secondo dopo il
      Big-Bang? Tanto più importate di quello che è
      sucXXXXX dopo il "millesimo" di
      secondo?
      Ma soprattutto... siamo sicuri che SIA STATO un
      Big
      Bang??

      Allora, sono il primo a dire che LHC è un
      giocattolo bellissimo, cioè solo i magneti che
      usano sono una cosa spettacolare: ELIO
      SUPERFLUIDO. 2,17° Kelvin! Una veraXXXXXta.
      http://www.youtube.com/watch?v=S3O-5KTYq6o&feature

      Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua
      realizzazione... A CHE
      SERVE?Il tuo messaggio è un pò superficiale... Il Big Bang è una teoria e non una certezza ovviamente, ma quella attualmente più accreditata e che si concilia molto bene ad esempio con la radiazione di fondo. Lo studio di quello che accadde subito dopo il Big Bang è evidentemente importante (altrimenti perchè ci perdono tempo?), tra le altre cose per fornire strumenti costruire una teoria del Tutto. Quindi, per cercare risposte universali e scientifiche alle solide domande, chi siamo, perchè siamo ecc. :)
      • krane scrive:
        Re: Giocattoli complicati...
        - Scritto da: desyrio
        - Scritto da: MacBoy

        Ma trovano quello che dicono, o trovano quello

        che vogliono trovare?

        E poi ci importa qualcosa di quello che è

        sucXXXXX nel "milionesimo" di secondo dopo il

        Big-Bang? Tanto più importate di quello che è

        sucXXXXX dopo il "millesimo" di secondo?

        Ma soprattutto... siamo sicuri che SIA STATO un

        Big Bang??

        Allora, sono il primo a dire che LHC è un

        giocattolo bellissimo, cioè solo i magneti

        che usano sono una cosa spettacolare: ELIO

        SUPERFLUIDO. 2,17° Kelvin! Una veraXXXXXta.
        http://www.youtube.com/watch?v=S3O-5KTYq6o&feature

        Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua

        realizzazione... A CHE

        SERVE?

        Il tuo messaggio è un pò superficiale...
        Il Big Bang è una teoria e non una certezza
        ovviamente, ma quella attualmente più accreditata
        e che si concilia molto bene ad esempio con la
        radiazione di fondo.

        Lo studio di quello che accadde subito dopo il
        Big Bang è evidentemente importante (altrimenti
        perchè ci perdono tempo?), tra le altre cose per
        fornire strumenti costruire una teoria del Tutto.
        Quindi, per cercare risposte universali e
        scientifiche alle solide domande, chi siamo,
        perchè siamo ecc.
        :)Come potremo gostruire generatori antigravitazionali, come annullare la massa degli oggetti.
      • uno ancora scrive:
        Re: Giocattoli complicati...
        La risposta è42http://www.youtube.com/watch?v=CJc9hUJ9dZs
    • shevathas scrive:
      Re: Giocattoli complicati...

      Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua
      realizzazione... A CHE
      SERVE?serve perché molte delle tecnologie sviluppate per l'LHC poi hanno ricadute nella vita quotidiana. Tanto per dirne una dobbiamo le padelle antiaderenti alla bomba atomica, il teflon venne scoperto grazie agli studi sull'esafluoruro di uranio
      • j0e scrive:
        Re: Giocattoli complicati...

        dobbiamo le padelle antiaderenti alla bomba atomicaNel senso che, talvolta, le scoperte vengono fattedurante lo studio di fenomeni ben diversi?Se e' cosi', allora, si tratta di tecnologiecollaterali, involontariamente giunte agli occhidegli scienziati.Mi chiedo quanto tempo sarebbe passato primache Newton (o qualcunaltro) formulasse la teoriadella forza gravitazionale se la famosa melanon gli avesse dato l'ispirazione.
        • shevathas scrive:
          Re: Giocattoli complicati...
          - Scritto da: j0e

          dobbiamo le padelle antiaderenti alla bomba
          atomica

          Nel senso che, talvolta, le scoperte vengono fatte
          durante lo studio di fenomeni ben diversi?
          capita spessissimo. Fra gli altri accidenti si può ricordare: i raggi X, la radioattività, le fotocellule, i laser... la storia della scienza è piena di scoperte "collaterali" che poi si son mangiate la scoperta principale.
          Se e' cosi', allora, si tratta di tecnologie
          collaterali, involontariamente giunte agli occhi
          degli scienziati.
          colombo era convinto di andare in india.
          Mi chiedo quanto tempo sarebbe passato prima
          che Newton (o qualcunaltro) formulasse la teoria
          della forza gravitazionale se la famosa mela
          non gli avesse dato l'ispirazione.poco, certe scoperte sono nell'aria. Capita spesso, vedi ad esempio il caso di newton e leibnitz con il calcolo differenziale. O la storia degli inizi della meccanica quantistica.
          • friks scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            http://it.wikipedia.org/wiki/Serendipit%C3%A0anche se il termine corretto in inglese e' serendipity.. quello in italiano fa veramente schifo.. :-)
    • bertuccia scrive:
      Re: Giocattoli complicati...
      - Scritto da: MacBoy

      Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua
      realizzazione... A CHE SERVE?se accettiamo che, in generale, fare è meglio che non fare, allora serve
      • MacBoy scrive:
        Re: Giocattoli complicati...
        - Scritto da: bertuccia
        se accettiamo che, in generale, fare è meglio che
        non fare, allora
        serveOk.Comunque in realtà non è che l'LHC sia una cosa concettualmente nuova. E' solo un giocattolo più grosso di altri che avevano già. Fanno solo girare i protoni più veloci. Fanno fare i botti più forti... Insomma... dov'è la novità? Lo vedo solo come un enorme sforzo ingegneristico.Perchè non concentrare questo sforzo ingegneristico in qualcosa di nuovo e di utile come realizzare le centrali nucleari di IV generazione? Oppure altre forme innovative per sfruttare l'energia degli atomi? La tecnologia delle centrali nucleari, in pratica, è ferma a 60 anni fà. Quando agli americani servivano per fare plutonio per le bombe e anche in fretta, e le scorie erano un problema secondario. Oggi teoricamente si potrebbero fare centrali molto più pulite ed efficienti, addirittura sfruttando e contemporaneamente rendendo innocue queste "scorie" radioattive prodotte negli anni. Ma manca appunto uno sforzo ingegneristico importante.E questi impegnano tutte le loro energie a fare botti tra protoni più forti??? Mah...
        • krane scrive:
          Re: Giocattoli complicati...
          - Scritto da: MacBoy
          - Scritto da: bertuccia

          se accettiamo che, in generale, fare è

          meglio che non fare, allora serve
          Ok.
          Comunque in realtà non è che l'LHC sia una cosa
          concettualmente nuova. E' solo un giocattolo più
          grosso di altri che avevano già. Fanno solo
          girare i protoni più veloci. Fanno fare i botti
          più forti... Insomma... dov'è la novità? Lo vedo
          solo come un enorme sforzo ingegneristico.Fa cose che gli altri non potevano fare, appunto.
          Perchè non concentrare questo sforzo
          ingegneristico in qualcosa di nuovo e di utile
          come realizzare le centrali nucleari di IV
          generazione? Oppure altre forme innovative per
          sfruttare l'energia degli atomi?Servira' a fare quelle di V.
          La tecnologia delle centrali nucleari, in
          pratica, è ferma a 60 anni fà. Quando agli
          americani servivano per fare plutonio per le
          bombe e anche in fretta, e le scorie erano un
          problema secondario. Oggi teoricamente si
          potrebbero fare centrali molto più pulite ed
          efficienti, addirittura sfruttando e
          contemporaneamente rendendo innocue queste
          "scorie" radioattive prodotte negli anni. Ma
          manca appunto uno sforzo ingegneristico
          importante.Quetsti famosi reattori nucleari di IV generazione (Gen IV) sono un gruppo di 6 famiglie di progetti per nuove tipologie di reattore nucleare a fissione che, pur essendo da decenni allo studio, non si sono ancora concretizzati in impianti utilizzabili diffusamente in sicurezza.Quindi mancano, appunto, delle conoscienze, senza le quali le centrali potrebbero rivelarsi eccessivamente costose o poco produttive se non addirittura pericolose.
          E questi impegnano tutte le loro energie a
          fare botti tra protoni più forti???
          Mah...No, solo una parte, non mi sembra che tutti gli istituti di ricerca del mondo si siano fermati in attesa dei risultati di LHC.
          • MacBoy scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            - Scritto da: krane
            Quetsti famosi reattori nucleari di IV
            generazione (Gen IV) sono un gruppo di 6 famiglie
            di progetti per nuove tipologie di reattore
            nucleare a fissione che, pur essendo da decenni
            allo studio, non si sono ancora concretizzati in
            impianti utilizzabili diffusamente in
            sicurezza.
            Quindi mancano, appunto, delle conoscienze, senza
            le quali le centrali potrebbero rivelarsi
            eccessivamente costose o poco produttive se non
            addirittura
            pericolose.Bravo!Infatti, serve un po' di sforzo ingegneristico per risolvere i problemi realizzativi.Ma soprattutto serve un Kennedy che dice: "per la fine del decennio ANDIAMO SULLA LUNA!""Non ci andiamo perchè è FACILE, ci andiamo perchè è DIFFICILE!", ecc, ecc.Bellissimo discorso, consiglio: http://www.youtube.com/watch?v=kwFvJog2dMwE poi fà un assegno in bianco e ci mette lavorare le menti più brillanti che ha a disposizione.Invece di sprecarle per continuare a far scontrare protoni in modo sempre più forte. Anche a me piaceva far scontrare macchinine da bambino per vedere gli effetti. Ma dopo un po' il gioco diventa OLD...Avevamo anche un Rubbia disposto a lavorare in progetti simili, e l'abbiamo fatto scappare in Spagna.Perfino la "fusione fredda", se cerchi bene in rete, è meno fuffa di quanto si era pensato in un primo tempo. E' una cosa reale, è solo questione di mettere a punto i materiali e trovare una teoria valida. Bellissimo progetto innovativo. Ma sembra che tutti abbiano paura di esplorare cose nuove ormai. Dove sono i Fermi? Dove sono gli Einstein?
          • Funz scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            - Scritto da: MacBoy
            nuove ormai. Dove sono i Fermi? Dove sono gli
            Einstein?Stanno lavorando all'LHC, e suppongo che loro sappiano cosa stanno facendo.
          • krane scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: krane

            Quetsti famosi reattori nucleari di IV

            generazione (Gen IV) sono un gruppo di 6

            famiglie di progetti per nuove tipologie

            di reattore nucleare a fissione che, pur

            essendo da decenni allo studio, non si

            sono ancora concretizzati in impianti

            utilizzabili diffusamente in sicurezza.

            Quindi mancano, appunto, delle conoscienze,

            senza le quali le centrali potrebbero

            rivelarsi eccessivamente costose o poco

            produttive se non addirittura pericolose.
            Bravo!
            Infatti, serve un po' di sforzo ingegneristico
            per risolvere i problemi realizzativi.Non solo, occorre anche altra ricerca, occorre capire esattamente come funzionano gli atomi. E indovina un po' a cosa servono gli acceleratori ?
            Ma soprattutto serve un Kennedy che dice: "per la
            fine del decennio ANDIAMO SULLA LUNA!"
            "Non ci andiamo perchè è FACILE, ci andiamo
            perchè è DIFFICILE!", ecc, ecc.
            Bellissimo discorso, consiglio:
            http://www.youtube.com/watch?v=kwFvJog2dMwServirebbe un Kennedy per un sacco di cose riguardo alla scienza, lasciamo stare va'.
            E poi fà un assegno in bianco e ci mette lavorare
            le menti più brillanti che ha a disposizione.E sai qual e' la prima cosa che queste farebbero ? Costruire un LHC ancora piu' grande.
            Invece di sprecarle per continuare a far
            scontrare protoni in modo sempre più forte.Ti confidero' una cosa: sai cosa succede e come funziona una centrale nucleare ??? Indovina...
            Anche a me piaceva far scontrare macchinine da
            bambino per vedere gli effetti. Ma dopo un po' il
            gioco diventa OLD...Se si fa in modo sempre piu' sofisticato non diventa affatto old, pensa alle auto di formula uno che grazie al guscio in titanio di recente introduzione hanno quasi annullato gli incidenti mortali. Allo stesso modo le automobili ad uso normale hanno un'incidenza di morte in incidente molto inferiore a quando non erano fornite di airbag, cinture, poggiatesta pur raggiungendo velocita' molto maggiori.Tutto grazie agli studi su come far scontrare le macchinine.
            Avevamo anche un Rubbia disposto a lavorare in
            progetti simili, e l'abbiamo fatto scappare in
            Spagna.Si parla a livello mondiale, altrimenti qui potremmo farci un LHC sullo stretto con gli stessi soldi dell'inutile ponte.
            Perfino la "fusione fredda", se cerchi bene in
            rete, è meno fuffa di quanto si era pensato in un
            primo tempo. E' una cosa reale, è solo questione
            di mettere a punto i materiali e trovare una
            teoria valida. Bellissimo progetto innovativo. Ma
            sembra che tutti abbiano paura di esplorare cose
            nuove ormai. Dove sono i Fermi? Dove sono gli
            Einstein?Lavorano all'LHC indirettamente per scoprire come rendere efficente fusione fredda i materiali su nanoscala eccetera.
          • MacBoy scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            - Scritto da: krane
            Non solo, occorre anche altra ricerca, occorre
            capire esattamente come funzionano gli atomi. E
            indovina un po' a cosa servono gli acceleratori
            ?No, quella parte la sanno. La teoria per farle c'è. E' proprio la risoluzione di problemi ingegneristici importanti che serve. Materiali che non si sfaldano con le radiazioni, processi, ecc.In teoria si pensa siano realizzabili. Però serve uno sforzo importante ingegneristico per risolvere i problemi di realizzazione.Come è stato per costruire la prima bomba atomica. Lo scopo non sarà stato nobile ma... Wow! Erano forti! Con i calcoli sapevano già tutto. Hanno costruito enormi fabbriche per processare l'uranio e il plutonio come hanno calcolato gli sarebbe servito, la prima bomba all'uranio (Little Boy) neanche l'hanno provata tanto erano sicuri funzionasse. La seconda al plutonio era più complessa come realizzazione e hanno fatto un test. Perfetta la primo colpo.Non è stato facile farle, nessuno aveva mai fatto una cosa lontanamente simile prima. Ci hanno lavorato per anni tutti i geni dell'epoca (incluso il nostro Fermi e altri della sua scuola). 200.000 persone in totale. Ma avevano la motivazione e l'urgenza e l'hanno fatta. Così come andare sulla Luna. In teoria si poteva fare. E l'hanno fatto. Ma non era una cosa nè facile, nè certa.E anche fare l'LHC. Immagino che solo fare quei magneti (km di magneti raffreddati a 2,17°K!), e quei sensori non sia stato uno scherzo da ragazzi. Solo a guardarli ci capisce l'enorme complessità della cosa. Si vede che c'è gente brillante, anche geniale, che ci ha lavorato... Anche solo il loro CED è uno dei più avanzati del mondo. Ma... vogliamo sfruttare queste menti brillanti per scopi più utili???Qui hanno 6 centrali, hai detto, che in teoria si possono fare. Cavoli, facciamole! Proviamo almeno con un paio. Ma serve uno sforzo importate, perchè certo non è facile.Ma abbiamo già ottima teoria vecchia di 60/70 anni che ancora deve essere sfruttata. Anzi una centrale al Torio di prova gli americani l'avevano già fatta negli anni '50/60. E FUNZIONAVA.
            Lavorano all'LHC indirettamente per scoprire come
            rendere efficente fusione fredda i materiali su
            nanoscala eccetera.No, questo LHC serve solo per far vincere il nobel a qualcuno. Per trovare i bosone di Higgs. Per sapere cosa è sucXXXXX dopo 1 nanosecondo dal fantomatico big bang (wow! E 'stica...) per capirci magari qualcosa sulla gravità (dubito ci riusciranno). Niente di strettamente utile al momento. Sono campi di ricerca differenti anche se sempre di roba nucleare si tratta.
          • Callisto Software scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            Non pensare che i risultati troveranno applicazione utile nella notra vita quotidiana prima di 20 o 30 anni...
          • krane scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: krane

            Non solo, occorre anche altra ricerca,

            occorre capire esattamente come funzionano

            gli atomi. E indovina un po' a cosa servono

            gli acceleratori ?
            No, quella parte la sanno. La teoria per
            farle c'è. E' proprio la risoluzione di
            problemi ingegneristici importanti che
            serve. Materiali che non si sfaldano con
            le radiazioni, processi, ecc.
            In teoria si pensa siano realizzabili. Però
            serve uno sforzo importante ingegneristico
            per risolvere i problemi di realizzazione.
            Come è stato per costruire la prima bomba
            atomica. Lo scopo non sarà stato nobile ma...
            Wow! Erano forti! Con i calcoli sapevano già
            tutto. Hanno costruito enormi fabbriche per
            processare l'uranio e il plutonio come hanno
            calcolato gli sarebbe servito, la prima bomba
            all'uranio (Little Boy) neanche l'hanno provata
            tanto erano sicuri funzionasse. La seconda al
            plutonio era più complessa come realizzazione e
            hanno fatto un test. Perfetta la primo colpo.Personalmente non sono convinto che sapessero gia' tutto, soprattuto a sentire le dichiarazioni dopo. Inoltre sai quanta gente e' morta durante quelle sperimentazioni fatte di fretta ?
            Non è stato facile farle, nessuno aveva mai
            fatto una cosa lontanamente simile prima. Ci
            hanno lavorato per anni tutti i geni dell'epoca
            (incluso il nostro Fermi e altri della sua
            scuola). 200.000 persone in totale. Ma avevano
            la motivazione e l'urgenza e l'hanno fatta.Infatti, partiamo dal presupposto che ora non c'e' piu' motivazione o urgenza che interessi a qualcuno.
            Così come andare sulla Luna. In teoria si poteva
            fare. E l'hanno fatto. Ma non era una cosa nè
            facile, nè certa.Anche li' agendo con molta fretta ed a rischio di molte vite, mentre i russi mandavano sonde robotizzate in giro per il sistema solare.
            E anche fare l'LHC. Immagino che solo fare quei
            magneti (km di magneti raffreddati a 2,17°K!), e
            quei sensori non sia stato uno scherzo da
            ragazzi. Solo a guardarli ci capisce l'enorme
            complessità della cosa. Si vede che c'è gente
            brillante, anche geniale, che ci ha lavorato...
            Anche solo il loro CED è uno dei più avanzati
            del mondo. Ma... vogliamo sfruttare queste
            menti brillanti per scopi più utili???Il "piu' utile" e' relativo.Ma ti sta sulle balle solo LHC o anche gli altri acceleratori sparsi nel mondo ?
            Qui hanno 6 centrali, hai detto, che in teoria si
            possono fare. Cavoli, facciamole! Proviamo almeno
            con un paio. Ma serve uno sforzo importate,
            perchè certo non è facile.Sta succedendo in India e probabilemente in alcuni "paesi canaglia".
            Ma abbiamo già ottima teoria vecchia di 60/70
            anni che ancora deve essere sfruttata. Anzi una
            centrale al Torio di prova gli americani
            l'avevano già fatta negli anni '50/60. E
            FUNZIONAVA.Mha, pare che il problema del torio sia che essendo cosi' facilmente reperibile e manipolabile utilizzando apparecchiature medicali, chiunque potrebbe farsi la sua bomba atomica in cantina; questa non e' una cosa che piaccia tanto agli organi di controllo.

            Lavorano all'LHC indirettamente per scoprire

            come rendere efficente fusione fredda i

            materiali su nanoscala eccetera.
            No, questo LHC serve solo per far vincere il
            nobel a qualcuno. Per trovare i bosone di Higgs.
            Per sapere cosa è sucXXXXX dopo 1 nanosecondo dal
            fantomatico big bang (wow! E 'stica...) per
            capirci magari qualcosa sulla gravità (dubito ci
            riusciranno). Niente di strettamente utile al
            momento. Sono campi di ricerca differenti anche
            se sempre di roba nucleare si tratta.Giusto per farti un esempio stanno lavorando alle trasformazioni dei neutrini, che sembra che possano passare da uno stato all'altro; questo e' molto interessante anche per le centrali nucleari.
          • shevathas scrive:
            Re: Giocattoli complicati...

            Bravo!
            Infatti, serve un po' di sforzo ingegneristico
            per risolvere i problemi
            realizzativi.
            e non credi che molti dei problemi risolti per l'LHC possano portare soluzione anche alle questioni poste dalle centrali nucleari ?
            E poi fà un assegno in bianco e ci mette lavorare
            le menti più brillanti che ha a
            disposizione.
            Invece di sprecarle per continuare a far
            scontrare protoni in modo sempre più forte.
            vedi sopra. purtroppo lo scontro dei protoni serve alle menti geniali anche per migliorare le centrali nucleari. Facendo un parallelo con le automobili sarebbe come chiedere di rendere più efficienti le auto lavorando solamente sull'aerodinamica, che pure è importante, trascurando però di studiare gomme e motore.

            Perfino la "fusione fredda", se cerchi bene in
            rete, è meno fuffa di quanto si era pensato in un
            primo tempo. E' una cosa reale, è solo questione
            di mettere a punto i materiali e trovare una
            teoria valida. Bellissimo progetto innovativo. Ma
            sembra che tutti abbiano paura di esplorare cose
            nuove ormai. Dove sono i Fermi? Dove sono gli
            Einstein?stanno nei laboratori a lavorare. Gli esperimenti di Fermi del periodo erano considerati come tu consideri LHC.
          • MacBoy scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            - Scritto da: shevathas
            purtroppo lo scontro dei protoni serve alle menti
            geniali anche per migliorare le centrali
            nucleari.No, possibili applicazioni pratiche delle scoperte in questo campo sono note da decenni, semplicemente nessuno la volontà, palle, ecc di metterle in pratica.Preferiscono continuare a scontrare macchinine, scoprire nuove inutili sub particelle e vincere premi nobel.
            Facendo un parallelo con le automobili sarebbe
            come chiedere di rendere più efficienti le auto
            lavorando solamente sull'aerodinamica, che pure è
            importante, trascurando però di studiare gomme e
            motore.Il parallelo corretto è che questi stanno cercando di scoprire se un'automobile può raggiungere 1000 km/h su strada, ignorando il fatto che a nessuno interesserà mai fare una cosa del genere, quando potrebbe impiegare i loro sforzi per fare una automobili di nuova tecnologia che consumano 1 litro di benzina per 1000 km, ugualmente difficile ed estremo, ma molto più utile ai fini pratici.
            stanno nei laboratori a lavorare. Gli esperimenti
            di Fermi del periodo erano considerati come tu
            consideri LHC.Non direi Fermi era un genio riconosciuto anche all'epoca e le possibili applicazioni pratiche delle sue scoperte evidenti a tutti. infatti appena messa a punto la teoria è passato a costruire la prima pila atomica. Questi cosa costruiscono di pratico con i loro bosoni?Ci metterei anche questa frase di Einstein "Non hai veramente compreso qualcosafinché non sei in grado di spiegarlo a tua nonna.Beh, io non ho capito a che serve sapere cosa è sucXXXXX dopo 1 miliensimo di secondo dal big bang. Non me lo sanno spiegare o sono più rinco di mia nonna?
          • MacBoy scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            Scusate un po' di errori di grammatica / battuta, ma ho scritto in fretta. Spero si capisca lo stesso
          • Uno che legge scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            - Scritto da: MacBoy
            Scusate un po' di errori di grammatica / battuta,
            ma ho scritto in fretta. Spero si capisca lo
            stessoTranquillo per gli errori di grammatica, però non ho ben compreso cosa tu voglia effettivamente far capire.Se prendiamo l'ultima citazione è come se mia nonna conoscesse per nozionismo cosa è un motore ma non ne capisse a fatto il suo funzionamento.E più mia nonna venisse a conoscenza di come è costituito il motore, più giovamento e conclusioni troverebbe nel suo funzionamento e, quindi, più possibilità essa avrebbe di creare e progettare lo stesso motore in maniera più innovativa ed evoluta del predeXXXXXre.Stessa cosa avviene a mio modo nel mondo delle subparticelle, più si scopre, più segreti si infrangono, più si verrà a sapere del funzionamento del nostro universo.Di conseguenza più innovazione e tecnologia per i posteri che verranno.Tesla e altri come lui insegnano :)
          • Callisto Software scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            Qual'è il folle che finanzierebbe un'automobile che fa 1000km con un litro di carburante? dura 5 nanosecondi perché le compagnie che hanno in mano l'energia lo annienterebbero
          • desyrio scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            - Scritto da: MacBoy

            Ci metterei anche questa frase di Einstein "Non
            hai veramente compreso
            qualcosa
            finché non sei in grado di spiegarlo a tua nonna.
            Conosco questa citazione di Einstein. Anche per questo decisi qualche mese fa di comprare un libriccino scontato chiamato "Il significato della relatività", di Einstein stesso. Ebbene, a parte i capitoli introduttivi non ho capito quasi niente ad una lettura attenta (sono laureato in ingegneria), tanto che l'ho abbandonato a metà; speravo di poter capire qualcosa senza sforzi immani e senza riprendere i libri di fisica, ma non è così. Sicuramente impegnandomi a fondo potrei afferrare i concetti principali (prima o poi lo riprenderò), ma non potrebbe di certo farlo mia nonna.Ho detto questo per sottolineare (1) che non è che Einstein andava all'ospizio ad illustrare a tutti cosa fosse la relatività, nonostante la citazione "cool" (2) che senza basi non ci si può permettere di bollare superficialmente quello che viene fatto dagli scienziati come utile o inutile.Leggiti almeno qualche pubblicazione fatta da chi sta lavorando lì, comprendi le implicazioni possibili, e quando le hai capite a fondo potrai giudicare se stanno perdendo tempo o meno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 novembre 2010 23.18-----------------------------------------------------------
          • MacBoy scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            La miglior spiegazione dell'LHC, e decisamente GENIALE è questa:http://www.youtube.com/watch?v=j50ZssEojtM
          • shevathas scrive:
            Re: Giocattoli complicati...

            No, possibili applicazioni pratiche delle
            scoperte in questo campo sono note da decenni,
            semplicemente nessuno la volontà, palle, ecc di
            metterle in
            pratica.
            Preferiscono continuare a scontrare macchinine,
            scoprire nuove inutili sub particelle e vincere
            premi
            nobel.
            una migliore comprensione della teoria consente miglioramenti delle tecnologie esistenti. Tanto per dirne un'altra: il microscopio elettronico a scansione da dove pensi venga ? la ricerca sulla superconduttività e i superconduttori chi pensi che l'abbia spronata ? per far funzionare l'LHC devi usare un bel po' di magneti superconduttori e gestire immensi quantitativi di energia. Credi che i "trucchetti" creati per rendere più efficace la gestione di quei livelli di energia non abbiano ricadute pratiche ?
            Il parallelo corretto è che questi stanno
            cercando di scoprire se un'automobile può
            raggiungere 1000 km/h su strada, ignorando il
            fatto che a nessuno interesserà mai fare una cosa
            del genere, guarda adesso i treni ad alta velocità, stanno diventando per tratte brevi concorrenziali con l'aereo come tempi totali di viaggio. Con la differenza che il treno è ecologicamente più sostenibile dell'aereo.
            quando potrebbe impiegare i loro
            sforzi per fare una automobili di nuova
            tecnologia che consumano 1 litro di benzina per
            1000 km, ugualmente difficile ed estremo, ma
            molto più utile ai fini
            pratici.
            potresti farla accellerare fino a raggiungere la velocità di 1000 Km/h e poi farla andare per inerzia, un po' come avviene nei razzi :)la verità è che nella scienza non puoi mettere paratie stagne o bollare delle ricerche come inutili. Tanto per dirne un'altra: la ricerca sui materiali per te sarebbe inutile ? eppure migliorare le leghe in maniera tale da consentirti di avere temperature di combustione maggiore consente di rendere più efficiente il motore rendendo l'uso del GPL compatibile, come usura, con quello della benzina.
            infatti
            appena messa a punto la teoria è passato a
            costruire la prima pila atomica. Questi cosa
            costruiscono di pratico con i loro
            bosoni?
            beh la teoria è stata messa a punto nel 1932, la pratica nel 1942. :)
            Beh, io non ho capito a che serve sapere cosa è
            sucXXXXX dopo 1 miliensimo di secondo dal big
            bang. Non me lo sanno spiegare o sono più rinco
            di mia
            nonna?la risposta è semplice: a capire come e se veramente funziona la teoria che dovrebbe spiegare come funziona la meccanica quantistica. E magari scoprire qualche fenomeno interessante con utili applicazioni pratiche come è stato il laser o il microscopio elettronico a scansione. A studiare e creare nuovi materiali.Considera che fermi quello che aveva fatto non era altro che far scontrare neutroni contro atomi :)
          • panda rossa scrive:
            Re: Giocattoli complicati...
            - Scritto da: shevathas
            eppure
            migliorare le leghe in maniera tale da
            consentirti di avere temperature di combustione
            maggiore consente di rendere più efficiente il
            motore rendendo l'uso del GPL compatibile, come
            usura, con quello della
            benzina.Effettivamente fino a qualche anno fa, il diesel era solo per i camion.Oggi lo troviamo anche nelle utilitarie.
          • pippO scrive:
            Re: Giocattoli complicati...

            Dove sono i Fermi? Dove sono gli Einstein?alla aplz a giocare con il prossimo icoso :D
          • attonito scrive:
            Re: Giocattoli complicati...

            sembra che tutti abbiano paura di esplorare cose
            nuove ormai. Dove sono i Fermi? Dove sono gli
            Einstein?sono morti.
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: Giocattoli complicati...
      - Scritto da: MacBoy
      Ma trovano quello che dicono, o trovano quello
      che vogliono
      trovare?Le due affermazioni non sono in contrasto tra loro.
      E poi ci importa qualcosa di quello che è
      sucXXXXX nel "milionesimo" di secondo dopo il
      Big-Bang?Se consideri l'universo ISOTROPO e Quadrimensionale (cioe' che in ogni sua parte mantiene tutte le sue proprieta') si.Se scopri come e' fatto e come funziona una parte, se pure piccola, sai come funziona tutto.
      Tanto più importaNte di quello che è
      sucXXXXX dopo il "millesimo" di
      secondo?E' importante e basta.
      Ma soprattutto... siamo sicuri che SIA STATO un
      Big
      Bang??Ti rimando alla lettura di "Universo Senza Stringhe" pubblicato insieme a LE SCIENZE lo scorso agosto.Di fatto finora nessuno ci ha capito una beneamata fav.. favella.4 dimensioni, no 10, no 39: 3 spaziali, una temporale e 35 arrotolate (sic!), no due e le altre sono una illusione... su una un paio di cose siamo tutti d'accordo.1) Il cielo di notte non e' "bianco"2) Ogni oggetto all'interno dell'universo si allontana dagli altri oggetti ad una velocita' direttamente proporzionale alla distanza.
      Allora, sono il primo a dire che LHC è un
      giocattolo bellissimo, cioè solo i magneti che
      usano sono una cosa spettacolare: ELIO
      SUPERFLUIDO. 2,17° Kelvin! Una veraXXXXXta.
      http://www.youtube.com/watch?v=S3O-5KTYq6o&featureEh si. Pure un po' pericoloso, ma indubbiamente bellissimo.
      Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua
      realizzazione... A CHE
      SERVE?A vedere cose che altrimenti non riusciremmo mai a vedere.Come lo scontro tra due sciami di nuclei di piombo.GTFS
      • Callisto Software scrive:
        Re: Giocattoli complicati...
        l'lhc serve per DECIDERE quale teoria della fisica di base è quella piu corretta e scartare le altre (es. stringhe ecc). tutto dipende dalla massa del bosone di higgs (quando sarà rilevata).questo comporterà una conoscenza molto piu grande e lo sviluppo di tantissime nuove teorie e rami di ricerca finora inimmaginabili.In primis come gia menzionato lo studio profondo della gravità (e direttamente della massa) che è la cosa che non ci consente oggi di superare la velocità della luce.
    • Funz scrive:
      Re: Giocattoli complicati...
      - Scritto da: MacBoy
      Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua
      realizzazione... A CHE
      SERVE?E' il solito discorso, per l'uomo della strada a cosa serve la ricerca sulla natura più profonda dell'universo, della materia?Prima di tutto alla conoscenza pura e semplice, che è sempre meglio dell'ignoranza e della superstizione.Poi ci sono sempre le ricadute tecnologice, basti pensare al vecchio LEP del CERN, i cui risultati scientifici hanno contribuito alla realizzazione di tecnologie come la TAC, la PET, la risonanza magnetica nucleare, e un sacco di altre cose utili (persino il WWW come prodotto collaterale ^^)A cosa servono energie più elevate? A verificare l'esistenza (prevista dalla matematica) di fenomeni (particelle, forze...) dotati di energia più elevata, tra cui il bosone di Higgs che è un po' il collante che fa sì che la materia esista.Verificheranno quello che hanno previsto? Forse. Ma anche scoprire che le teorie sono errate sarebbe un passo avanti per la scienza, e porterebbe a una descrizione più accurata della realtà.Sicuramente scopriranno chissà quanti fenomeni che non hanno previsto, che daranno un nuovo impulso alla ricerca.E chissà quali nuove tecnologie genereranno, che oggi ci paiono fantascientifiche tanto quanto lo era la TAC 50 anni fa.E visto che tanto dobbiamo morire tutti, tanto vale farlo in maniera über-figa dentro un buco nero :p
      • bertuccia scrive:
        Re: Giocattoli complicati...
        - Scritto da: Funz

        E visto che tanto dobbiamo morire tutti, tanto
        vale farlo in maniera über-figa dentro un buco
        nero
        :pmetallo! m/_
      • Callisto Software scrive:
        Re: Giocattoli complicati...
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: MacBoy


        Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua

        realizzazione... A CHE

        SERVE?

        E' il solito discorso, per l'uomo della strada a
        cosa serve la ricerca sulla natura più profonda
        dell'universo, della
        materia?
        Prima di tutto alla conoscenza pura e semplice,
        che è sempre meglio dell'ignoranza e della
        superstizione.
        Poi ci sono sempre le ricadute tecnologice, basti
        pensare al vecchio LEP del CERN, i cui risultati
        scientifici hanno contribuito alla realizzazione
        di tecnologie come la TAC, la PET, la risonanza
        magnetica nucleare, e un sacco di altre cose
        utili (persino il WWW come prodotto collaterale
        ^^)

        A cosa servono energie più elevate? A verificare
        l'esistenza (prevista dalla matematica) di
        fenomeni (particelle, forze...) dotati di energia
        più elevata, tra cui il bosone di Higgs che è un
        po' il collante che fa sì che la materia
        esista.
        Verificheranno quello che hanno previsto? Forse.
        Ma anche scoprire che le teorie sono errate
        sarebbe un passo avanti per la scienza, e
        porterebbe a una descrizione più accurata della
        realtà.
        Sicuramente scopriranno chissà quanti fenomeni
        che non hanno previsto, che daranno un nuovo
        impulso alla
        ricerca.
        E chissà quali nuove tecnologie genereranno, che
        oggi ci paiono fantascientifiche tanto quanto lo
        era la TAC 50 anni
        fa.
        E visto che tanto dobbiamo morire tutti, tanto
        vale farlo in maniera über-figa dentro un buco
        nero
        :pquoto
    • Teone scrive:
      Re: Giocattoli complicati...
      Serve a dare un posto di lavoro a persone che se la cavano tanto male con la matematica da dover ripiegare sugli studi di fisicaè indicativo del livello di accuratezza e di coordinamento 8tanto mica sono soldi loro) il fatto che l'incidente di una nno fa, che costrinse a sospendere l'attività per mesi, fu dovuto ad una sezione di conduttori che aveva una resistività troppo alta per le tensioni che ci avrebbero fatto passarema sì... non diciamolo agli operai che quel materiale non va bene... tanto poi se si scassa mica le paghiamo NOI le riparazioni, anzi, tutto fa brodo e ci facciamo l'ennessima pubblicazione per tenere il nostro deretano sulla sedia del tale o talatro insegnamento di campi magnetici, fisica nucleare ecc... in una università
      • desyrio scrive:
        Re: Giocattoli complicati...
        - Scritto da: Teone
        Serve a dare un posto di lavoro a persone che se
        la cavano tanto male con la matematica da dover
        ripiegare sugli studi di
        fisica
        Questa è una teoria interessante. :DChe mondo migliore se fossero tutti abbastanza intelligenti da essere matematici e non ci fosse nessuno stupido fisico, vero?
        • krane scrive:
          Re: Giocattoli complicati...
          - Scritto da: desyrio
          - Scritto da: Teone

          Serve a dare un posto di lavoro a persone

          che se la cavano tanto male con la matematica

          da dover ripiegare sugli studi di fisica
          Questa è una teoria interessante. :D
          Che mondo migliore se fossero tutti abbastanza
          intelligenti da essere matematici e non ci
          fosse nessuno stupido fisico, vero?In effetti potrebbe aver ragione... guarda i lavoranto piu' umili: operai, muratori o portuali sono tutti dei gran fisicacci!
    • came88 scrive:
      Re: Giocattoli complicati...
      - Scritto da: MacBoy
      ...
      E poi ci importa qualcosa di quello che è
      sucXXXXX nel "milionesimo" di secondo dopo il
      Big-Bang? Tanto più importate di quello che è
      sucXXXXX dopo il "millesimo" di
      secondo?
      ...
      Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua
      realizzazione... A CHE
      SERVE?Se non la conosci dai un'occhiata alla teoria dell'inflazione, che prevede che dopo il Big Bang (a 10^-37 secondi, quindi molto meno del tuo millesimo) l'universo fosse governato da leggi diverse da quelle che vediamo usualmente, con le 4 forze fondamentali che erano una forza sola... A 10^-11 secondi dal Big Bang la fisica è sostanzialmente quella che si conosce grazie ai "vecchi" acceleratori, quindi la maggior parte delle cose che si potevano studiare sono state studiate...A che serve praticamente lo sapremo fra una ventina d'anni, è inutile chiedercelo adesso, gli altri esempi in questo thread sono abbastanza eloquenti, adesso sappiamo solo a cosa potrebbe servire teoricamente...
    • Uno Qualunque scrive:
      Re: Giocattoli complicati...
      Però strano, non si sente mai chiedere a cosa serva la "Recherche".
    • Polentone scrive:
      Re: Giocattoli complicati...
      Giusto! Questi qua sprecano soldi PUBBLICI per cose che non si possono vendere subito. Non producono, devono essere messi li da qualche barone italiano di sicuro.E intanto noi paghiamo le tasse... e c'è la crisi...Andassero a lavorare!FANNULLONI!
      • Teone scrive:
        Re: Giocattoli complicati...
        il vero uomo di scienza ragiona così:"voglio costruire un acceleratore circolare di grande potenza, desidero produrmi da me l'energia: dunque prima perfeziono i processi industriali per la fusione atomica e, realizzato un reattore, farò poi l'acceleratore"in questo modo non solo avrà prodotto dei benefici per tutta la comunità, ma eviterà di pesare sulle tasche pubbliche per l'energia elettrica e non inquinerà come invece fa oggima siccome questi esperimenti diventano preda di professori che li sfruttano, o che funzionino o meno, per scrivere, in un American English ai limiti del ridicolo, quegli articoletti che servono a tenere incollati i loro deretani alle sedie, ecco che predano pubbliche risorse e dragano tutto il dragabileche sia tutta una questione di egoistici interessi personali, è evidente dalla FRETTA di realizzare tutto ciò, mentre il vero uomo di scienza, dopo aver perfezionato la fusione, anche se gli finisce la vita e si accorge di non poter vedere l'acceleratore funzionante, dice: vabbe' sarà un dono per i posteri
        • Winaro scrive:
          Re: Giocattoli complicati...
          - Scritto da: Teone
          il vero uomo di scienza ragiona così:

          "voglio costruire un acceleratore circolare di
          grande potenza, desidero produrmi da me
          l'energia: dunque prima perfeziono i processi
          industriali per la fusione atomica e, realizzato
          un reattore, farò poi
          l'acceleratore"

          in questo modo non solo avrà prodotto dei
          benefici per tutta la comunità, ma eviterà di
          pesare sulle tasche pubbliche per l'energia
          elettrica e non inquinerà come invece fa
          oggi

          ma siccome questi esperimenti diventano preda di
          professori che li sfruttano, o che funzionino o
          meno, per scrivere, in un American English ai
          limiti del ridicolo, quegli articoletti che
          servono a tenere incollati i loro deretani alle
          sedie, ecco che predano pubbliche risorse e
          dragano tutto il
          dragabile

          che sia tutta una questione di egoistici
          interessi personali, è evidente dalla FRETTA di
          realizzare tutto ciò, mentre il vero uomo di
          scienza, dopo aver perfezionato la fusione, anche
          se gli finisce la vita e si accorge di non poter
          vedere l'acceleratore funzionante, dice: vabbe'
          sarà un dono per i
          posteriCerti studi comportano rischi e richiedono investimenti che solo l'appoggio degli stati può garantire. Gli articoletti in american english oltretutto si scrivono anche senza costruire impianti da 27km e coinvolgere diversi paesi europei.Chi ti dice che grazie agli studi sulle particelle, le centrali nucelari di cui parli non diventino "obsolete" in (relativamente) breve tempo?Non è che tutti hanno la passione per le centrali nucleari eh?
    • penna scrive:
      Re: Giocattoli complicati...

      Ma a parte lo sforzo tecnologico per la sua
      realizzazione... A CHE
      SERVE?La tua risposta racchiude perfettamente la corrente di pensiero che ha causato i tagli alla ricerca in questa Italia ormai allo sbando, relegandola a umilianti posizioni nelle classifiche mondiali.http://www.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/corriere-innovazione-italia-cenerentola-ricercatori-brevetti-creativita-investimenti-siamo-nella-fascia-bassa-della-classifica-europea.flcIl fatto stesso che ti chiedi a cosa serve la ricerca, significa che non hai capito che cosa e' la ricerca e l'importanza strategica che ha a medio termine.Ti consiglio di leggere questo articolo:http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=101242E soprattutto di andare a visitare il CERN a Ginevra.
  • bertuccia scrive:
    omg!
    dal momento che è possibile creare mini big bang,e dal momento sembrano esistere infinite scale di infinito,il nostro universo potrebbe benissimo essereun esperimento di qualche altra civiltà :oe magari non sanno nemmeno di averlo creato,poichè esso è, nella loro realtà,infinitamente piccolo! :o :o
    • panda rossa scrive:
      Re: omg!
      - Scritto da: bertuccia
      dal momento che è possibile creare mini big bang,
      e dal momento sembrano esistere infinite scale di
      infinito,
      il nostro universo potrebbe benissimo essere
      un esperimento di qualche altra civiltà

      :o

      e magari non sanno nemmeno di averlo creato,
      poichè esso è, nella loro realtà,
      infinitamente piccolo!

      :o :oAffascinante ipotesi che pero' contrasta con la velocita' della luce e le dimensioni del protone che sono costanti sia nel nostro universo sia in quello creato in questi mini big bang.
      • bertuccia scrive:
        Re: omg!
        - Scritto da: panda rossa

        Affascinante ipotesi che pero' contrasta con la
        velocita' della luce e le dimensioni del protone
        che sono costanti sia nel nostro universo sia in
        quello creato in questi mini big
        bang. :(
      • MacBoy scrive:
        Re: omg!
        - Scritto da: panda rossa
        Affascinante ipotesi che pero' contrasta con la
        velocita' della luce e le dimensioni del protone
        che sono costanti sia nel nostro universo sia in
        quello creato in questi mini big
        bang.Basta che la loro scala temporale sia sufficientemente più grande delle nostra, e non è che contrasta tanto. Quello che per noi è una vita, per loro un nanosecondo... et voilat!Quanto alla dimensione del protone... ad ogni nuovo "botto" mi pare che trovino sub-particelle più piccole. Ma poi saranno davvero particelle o sono solo una forma di energia quantizzata?Questa roba fa girare la testa... :D
        • panda rossa scrive:
          Re: omg!
          - Scritto da: MacBoy
          - Scritto da: panda rossa

          Affascinante ipotesi che pero' contrasta con la

          velocita' della luce e le dimensioni del protone

          che sono costanti sia nel nostro universo sia in

          quello creato in questi mini big

          bang.

          Basta che la loro scala temporale sia
          sufficientemente più grande delle nostra, e non è
          che contrasta tanto. Quello che per noi è una
          vita, per loro un nanosecondo... et
          voilat!Mica tanto. Il tempo e' strettamente legato alla velocita' della luce.Se ti muovi a velocita' prossime a quelle della luce, il tuo tempo va piu' lentamente del mio.Ma non puoi accelerare il tempo.
          Quanto alla dimensione del protone... ad ogni
          nuovo "botto" mi pare che trovino sub-particelle
          più piccole. Ma poi saranno davvero particelle o
          sono solo una forma di energia
          quantizzata?Si, ma gli atomi sono formati da protoni e se le dimensioni del protone sono quelle, la dimensione della materia e' quella, in qualunque scala tu voglia metterti.
          • Uno che legge scrive:
            Re: omg!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: MacBoy

            - Scritto da: panda rossa


            Affascinante ipotesi che pero' contrasta con
            la


            velocita' della luce e le dimensioni del
            protone


            che sono costanti sia nel nostro universo sia
            in


            quello creato in questi mini big


            bang.



            Basta che la loro scala temporale sia

            sufficientemente più grande delle nostra, e non
            è

            che contrasta tanto. Quello che per noi è una

            vita, per loro un nanosecondo... et

            voilat!

            Mica tanto.
            Il tempo e' strettamente legato alla velocita'
            della
            luce.
            Se ti muovi a velocita' prossime a quelle della
            luce, il tuo tempo va piu' lentamente del
            mio.
            Ma non puoi accelerare il tempo.


            Quanto alla dimensione del protone... ad ogni

            nuovo "botto" mi pare che trovino sub-particelle

            più piccole. Ma poi saranno davvero particelle o

            sono solo una forma di energia

            quantizzata?

            Si, ma gli atomi sono formati da protoni e se le
            dimensioni del protone sono quelle, la dimensione
            della materia e' quella, in qualunque scala tu
            voglia
            metterti.La mia domanda è;E se esistesse qualcosa più veloce della luce?Intesa come salto quantico o extradimensionale?Nella mia curiosità infatti, mi chiedo spesso come il BingBang nei suoi primissimi istanti abbia potuto espandersi ad una velocità tale che neanche la luce stessa sarebbe riuscita a percorrere in un istante di secondo.(newbie)
          • panda rossa scrive:
            Re: omg!
            - Scritto da: Uno che legge
            La mia domanda è;

            E se esistesse qualcosa più veloce della luce?La relativita' generale ipotizza la presenza di tachioni.Particelle che viaggiano a velocita' superiore a quella della luce ma che non possono mai scendere al di sotto di tale velocita'.
            Intesa come salto quantico o extradimensionale?

            Nella mia curiosità infatti, mi chiedo spesso
            come il BingBang nei suoi primissimi istanti
            abbia potuto espandersi ad una velocità tale che
            neanche la luce stessa sarebbe riuscita a
            percorrere in un istante di
            secondo.(newbie)No. Questa cosa non e' successa.L'universo esiste da 15 miliardi di anni e ha un raggio di 15 miliardi di anni luce.Non si e' mai espanso a velocita' superiori a c.
          • desyrio scrive:
            Re: omg!
            - Scritto da: panda rossa

            No. Questa cosa non e' successa.
            L'universo esiste da 15 miliardi di anni e ha un
            raggio di 15 miliardi di anni
            luce.
            Non si e' mai espanso a velocita' superiori a c.Invece è successa, secondo una delle teorie più accreditate:http://it.wikipedia.org/wiki/Inflazione_%28cosmologia%29Quello di cui parli tu è il volume di Hubble, ossia la parte visibile dell'universo.
          • panda rossa scrive:
            Re: omg!
            - Scritto da: desyrio
            - Scritto da: panda rossa



            No. Questa cosa non e' successa.

            L'universo esiste da 15 miliardi di anni e ha un

            raggio di 15 miliardi di anni

            luce.

            Non si e' mai espanso a velocita' superiori a c.

            Invece è successa, secondo una delle teorie più
            accreditate:
            http://it.wikipedia.org/wiki/Inflazione_%28cosmolo

            Quello di cui parli tu è il volume di Hubble,
            ossia la parte visibile
            dell'universo.Ok, ammetto di non essermi piu' aggiornato dopo gli ultimi esami di meccanica e fisica quantistica che risalgono ormai al secolo scorso.Ho seguito gli sviluppi piu' recenti, piu' per cultura personale che per studio.Del resto stiamo parlando di teorie, e al Cern stanno cercando di verificare (o di smontare) qualcosa, sulla base dei risultati che emergeranno.
          • za73 scrive:
            Re: omg!

            E se esistesse qualcosa più veloce della luce?Ovviamente è SUPERMAN!
    • desyrio scrive:
      Re: omg!
      - Scritto da: bertuccia
      dal momento che è possibile creare mini big bang,
      e dal momento sembrano esistere infinite scale di
      infinito,
      il nostro universo potrebbe benissimo essere
      un esperimento di qualche altra civiltà

      :o

      e magari non sanno nemmeno di averlo creato,
      poichè esso è, nella loro realtà,
      infinitamente piccolo!

      :o :oE' un ipotesi affascinante, ma dove hai letto che sembrano esistere infinite scale di infinito? A quanto ne so, sotto la lunghezza di Planck non si può andare...
      • bertuccia scrive:
        Re: omg!
        - Scritto da: desyrio

        E' un ipotesi affascinante, ma dove hai letto che
        sembrano esistere infinite scale di infinito? A
        quanto ne so, sotto la lunghezza di Planck non si
        può andare...bè avere un limite inferiore non è un limite al concetto di infinitocomunque stavo solo buttando lì un concetto che mi arrapa :Dguardando l'universo che ci circonda si nota come ciclicamente ciò che può sembrare infinitamente grande (la terra rispetto a un atomo), diventa infinitamente piccolo se paragonato alle grandezze successive (la terra rispetto alla via lattea)la via lattea assume poi lo stesso rapporto che avevamo tra atomo e terra se paragonata a una determinata regione dello spaziosono solo considerazioni terra a terra, ma pur sempre affascinanti
        • attonito scrive:
          Re: omg!

          guardando l'universo che ci circonda si nota come
          ciclicamente ciò che può sembrare infinitamente
          grande (la terra rispetto a un atomo), diventa
          infinitamente piccolo se paragonato alle
          grandezze successive (la terra rispetto alla via
          lattea)

          la via lattea assume poi lo stesso rapporto che
          avevamo tra atomo e terra se paragonata a una
          determinata regione dello
          spazio
          l'universo e' frattale :)
    • Scifium scrive:
      Re: omg!
      Beh se provo a cavalcare sogni scientifici selvaggi ci pensavo alla possibilita' di essere come insetti in provetta, creazione di qualche altra civilta' che ai tempi si spacciava per Dio e da allora ci tiene d'occhio, alla fine dei conti 2010 anni fa son tornati, e prima ancora sicuramente si son fatti vedere, ma l'uomo era molto piu' indietro, che c'e' doveva capi' se non quello che gli veniva detto :) E comunque adesso siamo ancora alla gazzosa, e se ci sono altre colonie come noi, non ci riusciamo a vederli, e magari e' tutto calcolato dai tempi dei tempi che non ci dobbiamo scontrare per evitare contaminazione. Una volta che tra un 50-100 gli HRP-4C diventeranno molto simili a noi, tra le varie cose magari li manderanno in missione infinita a perlustrare e fare conoscenza :), e magari gli scenziati che ci hanno creati stanno a ridersela vedendoci creare androidi, come noi vediamo i bambini in asilo che giocano con le costruzioni.
      • Scifium scrive:
        Re: omg!
        Ma almeno noi possiamo comunicare con loro, come e' gia' sucXXXXX in passato. Non credo che i topi di laboratorio riescano a capirci prima di iniziare le sperimentazioni, e non mi pare che firmino la liberatoria.Secondo me noi siamo un pelino sopra l'esempio, ma non di molto.
    • Maccatore scrive:
      Re: omg!
      - Scritto da: bertuccia
      dal momento che è possibile creare mini big bang,
      e dal momento sembrano esistere infinite scale di
      infinito,
      il nostro universo potrebbe benissimo essere
      un esperimento di qualche altra civiltà

      :o

      e magari non sanno nemmeno di averlo creato,
      poichè esso è, nella loro realtà,
      infinitamente piccolo!

      :o :oE ti fara' sicuramente piacere sapere che anche loro hanno l'aifon e l'aiped (solo verdi)!
Chiudi i commenti