McNealy: ma sì, smembratela

Il boss di Sun Microsystems attacca Microsoft: "sono monopolisti incorreggibili". E l'unica soluzione "è smembrare l'azienda"


Las Vegas (USA) – Con meno ferocia di quanta ne ha dimostrata l’altro ieri il suo amico Larry Ellison di Oracle , Scott McNealy, deus ex machina di Sun Microsystems , ha attaccato al Comdex il rivale di sempre, Microsoft . Secondo McNealy, che ha preso in giro l’azienda di Bill Gates con uno dei suoi show più riusciti, quelli di Microsoft “sono monopolisti incorreggibili”.

Secondo McNealy Windows2000 e Office2000 saranno “un disastro che farà impallidire il millennium bug”. E il manager Sun ha continuato sostenendo che Microsoft dovrebbe fare quattro cose per evitare le bastonate dell’antitrust: mettere fine ad accordi di licenza restrittivi, instaurare una politica dei prezzi trasparente, rendere disponibili le API di Office e di Windows, smettere di investire i propri profitti per cercare clienti in mercati estranei alle proprie attività.

“Ma, ha poi proseguito McNealy, se io fossi uno scommettitore, direi: separateli perché tanto sono incorreggibili”.

Dopo aver attaccato il mondo dei PC, nel suo intervento al Comdex, il boss di Sun ha intrattenuto i convenuti sulle tecnologie Java e sui device basati su Jini, strumenti che “potranno parlare l’uno con l’altro”, compresi “aerei, automobili, frigoriferi e lavatrici”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti