Mercato PC: la ripresa è prevista nel 2024

Mercato PC: la ripresa è prevista nel 2024

Il 2024 si prospetta particolarmente fruttuoso per il mercato PC, Canalys prevede ben 267,3 milioni di computer spediti in tutto il mondo.
Mercato PC: la ripresa è prevista nel 2024
Il 2024 si prospetta particolarmente fruttuoso per il mercato PC, Canalys prevede ben 267,3 milioni di computer spediti in tutto il mondo.

Il 2024 in dirittura d’arrivo potrebbe essere particolarmente fruttuoso per il mercato PC. Le ultime previsioni fatte dagli analisti di Canalys mostrano infatti che, dopo ben sette trimestri di fila e come già messo in conto in precedenza, è atteso un trend in salita già a partire da fine 2023, con spedizioni in crescita del 5% nel quarto trimestre, grazie al periodo delle festività e da un miglioramento generale delle condizioni macro-economiche.

Mercato PC: spedizioni in crescita in tutto il mondo nel 2024

Durante il 2024, poi, la situazione tenderà a migliorare ulteriormente, con un ritorno a livelli pari a quelli del 2019. Sono infatti previsti 267,3 milioni di PC spediti in tutto il mondo, ovvero il 7,6% in più rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

A spingere in maniera particolare le spedizioni saranno la fine dl ciclo di PC Windows di generazione precedente, la diffusione dei PC Arm e il bisogno di avere disponibili prodotti con elevate capacità di calcolo per l’intelligenza artificiale.

La ripresa è generalizzata a tutto il mondo. Si prevede quindi la spedizione di 248,5 milioni di computer entro la fine dell’anno in corso, mentre nel 2024 dovrebbero arrivare a toccare quota 267,3 milioni.

La maggiore crescita verrà registrata in Nord America, in Europa e in Asia Pacifico. Nel caso specifico dell’Europa, le spedizioni al 31 dicembre saranno pari a 52,8 milioni di unità, vale a dire il 15,2% in meno rispetto all’anno precedente. Il prossimo anno si stimano 56,7 milioni di unità spedite, con un incremento annuo del 7,4%. A faticare maggiormente sarà la Cina, con una ripresa che dovrebbe essere limitata al 4,3%.

Fonte: Canalys
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 dic 2023
Link copiato negli appunti